December 15, 2019

Un’iniziativa intelligente, quella di France Passion, che coniuga il turismo di movimento con le attrattive terittoriali ed enogastronomiche della Francia. Alla base del progetto ci sono le famiglie che viaggiano in camper (in francese camping-car), alla ricerca dei sapori veri dei Paesi che visitano,che macinano chilometri e chilometri proprio per conoscere a fondo le terre che attraversano. Assaggiando i prodotti locali, osservando come si svolge la vita, come si lavora, come si produce.

Ed ecco l’idea: se i produttori di specialità regionali, che normalmente hanno un poco di spazio disponibile, accettassero, anzi invitassero l’ospite di passaggio, offrendogli veramente il minimo di cui ha bisogno (lo spazio sosta, dando per scontato che i veicoli sono autosufficienti e l’equipaggio non necessita di servizi specifici), allora il fenomeno di incontro tra moderni viandanti o turisti in camper e tessuto produttivo locale avrebbe davvero una grande opportunità.

Così, anno dopo anno, France Passion ha coinvolto centinaia di agricoltori, vignaioli, allevatori, produttori di specialità tipiche, e – ultimamente – artigiani locali in questa bella iniziativa che ha contribuito non poco a valorizzare il concetto di “Francia, terra ospitale per i camperisti” che tutti abbiamo, giustamente, in mente.

Operativamente, lo schema è quanto di più funzionale si possa immaginare: il fattore che offre ospitalità viene inserito nella guida France Passion che annualmente viene aggiornata e pubblicata. Il volume contiene precise indicazioni sulle opportunità di sosta garantite, in modo gratuito e senza alcun obbligo di acquisto, a chi viaggia in camper.

La famiglia che desidera utilizzare queste opportunità durante la sua permanenza in Francia acquista il volume e riceve un “invito” che vale per l’anno in corso, convenzionalmente considerato decorrere da Pasqua fino a Marzo dell’anno seguente. Tale invito gli assicura tante soste quante desidera, ciascuna di 24 ore, presso i produttori in elenco. Se poi, quà e là, i profumi, i sapori, i prodotti inducono a qualche acquisto per la dispensa di bordo, tanto meglio per tutti. Ma il regolamento, a garanzia della trasparenza del rapporto, è molto chiaro, ed esclude qualsiasi obbligo di transazioni economiche.

Giunta al diciottesimo anno di sviluppo, France Passion conta ora su oltre 1500 punti diffusi su tutto il territorio francese, i quali offrono complessivamente oltre 6000 spazi sosta gratuiti ai camperisti possessori del loro invito. Tutto questo, al costo annuo di 28 euro: anche questo ingrediente – l’assoluta convenienza – spiega il successo di una ricetta così semplice ma tanto apprezzata. Proprio come i buoni sapori dei prodotti della terra francese, cresciuti con autentica passione dai nostri futuri ospiti.

L’iscrizione si fa direttamente sul sito, per poi ricevere a casa la guida e il materiale relativo:France Passion, scoprire la Francia su invito di produttori, allevatori, coltivatori

Cinzia

Comments are closed.