December 7, 2019

Nel mese di maggio, il calendario di escursioni della rassegna Itinerando Emilia Romagna 2010  entra nel vivo.

Il punto di partenza di tutte le escursioni è comodamente raggiungibile con il proprio camper. Un’ottima occasione per coniugare weekend en plein air e movimento.

Per l’Appennino bolognese

Si comincia sabato 1° maggio, a San Lazzaro di Savena si va “A spasso tra i Gessi di Monte Croara e la Dolina della Spipola”.  L’escursione inizia sulla via Emilia e, costeggiando il torrente Savena, risale la collina percorrendo i più significativi affioramenti gessosi della Spipola e della Croara fino a raggiungere la Val di Zena. E’ prevista una sosta presso il Centro Parco Casa Fantini e presso l’Azienda Agricola “Colombarola” con possibilità di degustazionee acquisto di prodotti biologici.

Il ritrovo per la partenza è alle ore 9 in via Emilia, presso il cimitero dei Polacchi. Portare il pranzo al sacco. Il rientro è previsto per le 18.30 circa al Parco dei Cedri. Si consiglia di indossare pedule da trekking a causa del possibile terreno fangoso. Prenotazione obbligatoria. Quota di partecipazione: adulti 10 euro, minorenni 5 euro.  Info:  Parco dei Gessi, Tel. 051/6254821 (orari di ufficio), info@parcodeigessi.it .

Sempre sabato 1° maggio, ma a Vedegheto di Vergato, si va alla scoperta dei ”Paesaggi e assaggi della Val Samoggia” , una facile passeggiata panoramica nella media montagna bolognese. Si tratta di una bella scampagnata mattutina fra campi e boschetti per ammirare per intero la bella valle del Venola e le vicine vette del crinale appenninico. Al rientro, i partecipanti saranno ospitati dall’organizzazione della locale Festa di San Pietro martire per gustare un pranzetto a base di specialità tipiche al prezzo convenzionato di 15 euro. Nel pomeriggio, si potranno visitare autonomamente i numerosi stand della sagra. Il ritrovo per la partenza è alle ore 8.45 presso la Chiesa di Vedegheto L’escursione termina alle 12.30. Quota di partecipazione: adulti 10 euro, bambini 5 euro. Speciale famiglia: due adulti e un bambino 20 euro. Prenotazione obbligatoria Info: Stefano Barbieri, tel. 333/3728356, scaccomatto@tele2.it

Il giorno successivo, domenica 2 maggio, si cammina “Dal Monte Croara, ammirando le valli attorno” . Il ritrovo è alle ore 9 presso la Pro Loco di Roffeno, località di Castel d’Aiano. Durante l’escursione, si potranno visitare le case torri tra le più belle della Valle del Reno, il castagneto secolare lungo il percorso dei Lamari e del Monte Rocca, per ammirare un meraviglioso paesaggio e scoprire le testimonianze del secondo conflitto mondiale. Rientro previsto per le ore 13.  Quota di partecipazione: adulti 10 euro, bambini 5 euro. Speciale famiglia: due adulti e un bambino 20 euro. Prenotazione obbligatoria. Info: Pietro degli Esposti, tel. 051/914794 – 333/4015060.

Domenica 9 maggio, si va, invece, alla scoperta della Vena del Gesso Romagnola con l’escursione “Le due facce del gioiello naturalistico selenitico” . Si tratta di un itinerario attraverso i due versanti della spettacolare Riva San Biagio, perla naturalistica del Parco della Vena del Gesso e percorso di grande interesse geoinerario e botanico. Alcuni tratti sono leggermente esposti, ma spettacolarmente panoramici. Il ritrovo è alle ore 10 presso l’abitato di Borgo Tossignano. Indossare un equipaggiamento adeguato e portare il pranzo al sacco. Il percorso non è adatto ai bambini. Quota di partecipazione: adulti 10 euro, bambini 5 euro. Prenotazione obbligatoria. Info: Andrea Righetti, tel. 335/8050301 – arigh.gae@alice.it

Sabato 15 maggio, si può sperimentare il “Nordic Walking sui calanchi di Ozzano” , nel Parco Regionale dei Gessi Bolognesi. Il Nordic Walking è un nuovo modo di camminare alla scoperta delle bellezze naturali del parco ed un’occasione per divertirsi ed allenare tutti i muscoli del corpo. Il percorso permette di ammirare l’imponente formazione dei Calanchi dell’Abbadessa: ripide valli che solcano i pendii argillosi in continua trasformazione, segnati da frane e profondi solchi di erosioni, tra le spettacolari fioriture di ginestra. Il ritrovo per la partenza è alle ore 9 presso il Centro Visita del Parco Villa Torre. Rientro previsto per le 12.30. Per partecipare occorre avere la conoscenza base delle tecniche di Nordic Walking. Quota di partecipazione: adulti 10 euro, bambini 5 euro. Prenotazione obbligatoria. Info: Parco dei Gessi, Tel. 051/6254821 (orari di ufficio), info@parcodeigessi.it .

Domenica 16 maggio, è in programma una piacevole passeggiata “Sulle colline di Marzabotto tra natura, borghi e cucina” . Il percorso ad anello si snoda nei dintorni di Malfolle, tra campi, vigneti, boschi e frutteti, fino a raggiungere l’antico borgo di Sanguinea- Da lì, si prosegue per il crinale che porta a Monte Radicchio, da dove si può ammirare una superba vista sulla Valle del Reno. Al ritorno a Malfolle, si può pranzare nel giardino dell’agriturismo Cà di Malfolle con un menù a base di prodotti tipici. Il ritrovo per la partenza è alle ore 9 in via Malfolle  9 A a Marzabotto. Il percorso è di circa 9 km, il rientro è previsto per le 12.30.  Quota di partecipazione: adulti 10 euro, bambini 5 euro. Speciale famiglia: due adulti e un bambino 20 euro. Pranzo facoltativo all’agriturismo Cà di Malfolle al prezzo convenzionato di 12 euro. Prenotazione obbligatoria. Info: Maren Von Appen, tel. 051/931465 – 346/2319603 – in giro@ingiro.de

Sempre domenica 16 maggio, ma a Zola Predosa, in località Lavino di Sopra, è in programma un itinerario tra  ”Rocche e castelli…che non ci sono più”. . Il percorso si svolge attraverso i vari ambienti della Valle del Lavino, splendide colline che  si affacciano sulla Pianura Padana e che, in passato, furono sedi di potenti fortilizi. I più curiosi potranno anche scoprire il variegato universo minerario legato al gesso. Il ritrovo per la partenza è alle ore 10 presso l’abitato di Zola Predosa. Si raccomanda di indossare un abbigliamento adeguato. Pranzo al sacco con possibilità di rifornimento alla partenza. Prenotazione obbligatoria. Quota di partecipazione: adulti 10 euro, bambini 5 euro. Speciale famiglia: due adulti e un bambino 20 euro. Info: Andrea Righetti, tel. 335/8050301 – arigh.gae@alice.it

L’ ultimo appuntamento di maggio, domenica 23, è a Piamaggio di Monghidoro  per una bella scarpinata sull’”Alpe di Monghidoro” , dove piante e animali sono in piena attività, boschi e prati mostrano tutti i colori della primavera, vecchi mulini di montagna,  querce, i castagni, faggi e spaziosi panorami tra l’Emilia e la Toscana. Portare il pranzo al sacco. Il rientro è previsto nel pomeriggio. Ritrovo alle ore 9.15 presso il parcheggio di Piamaggio sulla SP60. Prenotazione obbligatoria. Quota di partecipazione: adulti 10 euro, bambini 5 euro. Speciale famiglia: due adulti e un bambino 20 euro. Info: Roberto Piancastelli, tel. 339/4876053 – terre.emerse@libero.it

Per l’Appennino Reggiano

Sabato 1° maggio, a Leguigno di Casina, si può assistere al “Risveglio della natura tra mulini e pievi”, passeggiando in un singolare angolo del territorio canossano, che possiede un’eccezionale importanza storica, culturale e naturale. Partendo dall’antico maniero di Leguigno si potrà conoscere la singolare varietà naturale di questi luoghi caratterizzati da molteplici ambienti, come preziose paludi popolati da tritoni e salamandre, pini silvestri residui dell’era glaciale e altre piante tipiche del clima continentale, sino alle piante mediterranee, come il leccio, che sul Monte Barandone forma una delle rare stazioni spontanee dell’Appennino Emiliano. Il ritrovo per la partenza è alle ore 9 presso il parcheggio del Parco Pineta di Vezzano. Portare il pranzo al sacco. Quota di partecipazione: adulti 10 euro, bambini 5 euro. Speciale famiglia: due adulti e un bambini 20 euro. Prenotazione obbligatoria. Info: Roberto Montanari, tel. 348/7915178; Fabio Simonazzi, tel. 347/7079453 – info@incia.coop.it

Domenica 15 maggio, invece, “Montasi a Bismantova e discendesi a Poaino”…con una bella passeggiata nel Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano. L’itinerario prevede un percorso ad anello intorno alla Rupe di Bismantova e la salita al Pianoro sommitale, con visita alle emergenze storiche, paesaggistiche ed ambientali. Il percorso è di circa 2 ore e 30. Nel pomeriggio, è prevista, invece, la visita alle Fonti di Poiano ed alle sue risorgive, da cui sgorga l’acqua salata del sistema carsico dei Gessi triassici; a seguire, si visiterà l’alveo del fiume Secchia. Il ritrovo per la partenza è alle ore 9.30 presso il parcheggio di Piazzale Dante. Sotto la Pietra di Bismantova. Si consiglia un abbigliamento leggero da trekking. Pranzo al sacco a carico dei partecipanti, con possibilità di acquistarlo presso i locali della Pietra e delle Fonti. Quota di partecipazione: adulti 10 euro, bambini 5 euro. Prenotazione obbligatoria. Info: Associazione Altripassi, tel. 334/5753400, GAE, Roberto Barbantini, tel. 338/9730861.

Per l’Appennino modenese

Il primo appuntamento in calendario, domenica 9 maggio, è a Guiglia, “Alla ricerca della flora selvatica per la salute e la cucina”. Si cammina andando alla ricerca delle erbe che curano, per sentire gli odori ed i sapori delle piante preparare qualche tisana o infuso particolare. Il ritrovo per la partenza è alle ore 9.30 presso il parcheggio del Centro Parco “Il Fontanazzo” di Pieve di Trebbio. Quota di partecipazione: adulti 10 euro, bambini 5 euro. Speciale famiglia: due adulti e un bambini 20 euro. Prenotazione obbligatoria. Pranzetto vegetariano presso la “Locanda del Parco” al costo convenzionato di 18 euro (facoltativo). L’animazione della giornata è a cura di Lorena Gibellini, esperta di piante officinali, ed è offerta dalla Pro Loco di Guiglia. Info: Gianni Genzale, tel. 059/535477 – 340/2576781 – gianni.gen@tiscali.it
Una suggestiva uscita notturna è in programma, invece, sabato 29 maggio, nel Parco dei Sassi di Roccamalatina, sempre a Guiglia. L’escursione “E la luna ci racconta” consentirà ai partecipanti di camminare ed osservare il luminoso astro, compagno indivisibile della Terra. Ci si soffermerà per cercare di comprendere le sue origini ed i suoi misteri in compagni di Roberto Calastri, esperto relatore del cielo stellato. Senza dubbio, sarà una serata da sogno! Il ritrovo per la partenza è alle ore 21.30 presso il parcheggio del campo sportivo di Roccamalatina (via Sassi). Munirsi di una torcia elettrica e di un panno per sedersi. Quota di partecipazione: adulti 10 euro, bambini 5 euro. Speciale famiglia: due adulti e un bambino 20 euro. Prenotazione obbligatoria. Info: Gianni Genzale, tel. 059/535477 – 340/2576781 – gianni.gen@tiscali.it .
Il giorno successivo, domenica 30, il mese di maggio si conclude con “La Festa della Terra: un’occasione per sintonizzarsi con la natura” , una giornata in compagnia nel Parco dei Sassi di Roccamalatina, in località Pieve di Trebbio. Durante la giornata, dedicata a grandi e piccini, si potrà partecipare gratuitamente ai numerosi appuntamenti in programma tra passeggiate, convegni, giochi e laboratori. Tutte le proposte sono dedicate alla riscoperta e all’incontro con il mondo intorno e dentro di noi. Il ritrovo è presso il Centro Parco “Il Fontanazzo” di Pieve di Trebbio, al numero 1287. Le attività si svolgeranno dalle 10 alle 19 e saranno condotte da guide abili ne fare entrare i partecipanti in comunicazione con la propria autenticità e ritrovare il benessere psicofsico. Il progetto è finanziato dalla Regione Emilia Romagna nell’ambito del bando 2009-10 per l’educazione Ambientale. Lo spazio gastronomico è a pagamento. Info: Parco dei Sassi, tel. 059/795721 – cea@parcosassi.it – www.parcosassi.it

Per l’Appennino parmense

Domenica 23 maggio, è in programma l’uscita sull’Appennino parmense dedicata a “La luna dietro l’angolo. Il Groppo della donna”. Si tratta di un’escursione ad anello sulle rupi ofiolitiche che circondano l’antico borgo di Corchia, a 650 m.s.l.m. Attraversando una grande varietà di ambienti, caratterizzati da una peculiare fioritura, si arriverà sul Monte Binaghè (1162 m.s.l.m) e, successivamente, sul Groppo della Donna, dove le rocce assumono colori e forme decisamente lunari. Da qui in poi, la strada sarà tutta in discesa per fare rientro a Corchia, dove si effettuerà una visita al villaggio medievale e dal suo museo e dove si potrà sostare per una meritata merenda ed un bicchier di vino in compagnia. Il ritrovo per la partenza è alle ore 9 presso il parcheggio all’ingresso di Corchia. Rientro previsto per le 16 circa. Pranzo al sacco a carico dei partecipanti. Quota di partecipazione: adulti 10 euro, bambini 5 euro. Speciale famiglia: due adulti e un bambino 20 euro. Prenotazione obbligatoria.
Info: Roberto Piancastelli, tel. 339/4876053 – terre.emerseòlibero.it

Dove sostare: Aree di sosta in Emilia Romagna

Luisa

Comments are closed.