November 28, 2020

E’ uno dei modelli di punta della gamma Rexosline: ammiraglia nel nome, e soprattutto nei fatti, il 723 è un motorhome capace di abbinare stile, dotazioni e personalità a una disposizione interna, quella con camera padronale posteriore con letto centrale nautico, che riscuote un crescente successo in Italia come in Europa. Pensato per coniugare tanto le esigenze di una coppia matura alla ricerca di un comodo veicolo di prestigio quanto quelle della famiglia di tre, quattro persone, offre spazi interni equilibrati e facili da vivere in ogni stagione.

 

La meccanica

Il Rexosline 723 è allestito su Iveco EcoDaily Camper serie 35C con telaio longheronato, ruote posteriori gemellate e passo da 3950 mm. Nota per la robustezza del proprio chassis, questa meccanica può essere abbinata a tre propulsori: la versione base, la 35C14, opta per un motore da 2286 cc capace di sviluppare 136 cv (100 Kw) grazie alla presenza dell’ormai consueta turbina a geometria variabile. In questo caso, la coppia massima è di 330 Nm sfruttata tramite un cambio a 5 rapporti + RM, mentre l’omologazione concernente le emissioni inquinanti è la €4. Più potente, la versione 35C18 opta per l’apprezzato motore 3.0 litri 16 valvole in grado di erogare 176 cv con una coppia di 400 Nm. Anche in questo caso, l’omologazione è €4 mentre due sono le varianti di cambio disponibili: il tradizionale manuale a 6 rapporti più retro o l’automatizzato Agile, dotato sempre di sei rapporti ma servito di frizione automatica e utilizzabile sia in modalità sequenziale che automatica.

Al vertice dell’offerta si posiziona l’EcoDaily 35C17, spinto dal nuovo propulsore 3.0 Twin Turbo da 170 cv, dotato di turbina a doppio stadio, filtro anti-particolato e omologato non solo per rispondere alle severe normative €5 ma classificato come EEV (Enhanced Environmentally friendly Vehicle), progettato cioè per essere già in linea con i futuri valori di omologazione €6 la cui applicazione è prevista per il 2015. Anche questo propulsore, così come il 3.0 HPT del 35C18, può essere abbinato sia al cambio manuale che all’Agile.

Il veicolo provato adotta l’EcoDaily 35C18 con passo da 395 cm e allestimento “Camper”: si tratta, come è facile intuire, dell’apposita versione studiata da Iveco per essere il più possibile congeniale alle trasformazioni a veicolo ricreazionale, con diversi accorgimenti per favorire, al contempo, il contenimento dei valori di tara dello chassis e il comfort nella cellula abitativa.

La lunghezza complessiva, di 737.9 cm, è ripartita tra uno sbalzo anteriore di 100 cm e uno posteriore di 242.9 cm (pari al 61.4 % del passo). L’altezza del veicolo è di 298 cm: di questi 200 sono disponibili all’interno, mentre la distanza dal suolo, misurata al centro dei paraurti, è di 27 cm all’anteriore e di 46 al posteriore.

 

La scocca

Lo chassis di derivazione camionistica proprio della meccanica Iveco è stato affiancato da quattro robuste traverse in acciaio zincato che, interposte tra questo e il pianale, sorreggono il pavimento, fissato tramite imbullonamento e costituito da un sandwich da 55 mm di spessore caratterizzato da rivestimento inferiore in vetroresina, coibentazione in styrofoam ad alta densità e piano di calpestio interno in linoleum effetto parquet.

La struttura interposta tra telaio e pavimento, realizzata in funzione dell’allestimento, prosegue nella parte posteriore del veicolo sorreggendo la coda e offrendo adeguato supporto al gavone passante posteriore, ed eventualmente, al gancio di traino (opzionale). Da notare, a questo proposito, che la massa rimorchiabile è di ben 2500 kg.

Le pareti laterali sono costituite da un sandwich formato da un rivestimento esterno in alluminio liscio (10/10), da una coibentazione in styrofoam ad alta densità da 3 cm e da un rivestimento interno in multistrato fenolico rifinito con melaminico da 4 mm. Lo spessore complessivo, quindi, è di 35 mm. Il tetto, elegantemente rivestito all’interno da un materiale di tipo nautico imbottito e soft touch IsoDeLuxe, ha uno spessore di 40 mm e, oltre a vantare come le pareti una coibentazione in styrofoam ad alta densità, offre rivestimento esterno in vetroresina antigrandine. Particolarmente curato, l’assemblaggio tra pareti e tetto è effettuato tramite un binario concavo in alluminio che si inserisce tra le sezioni laterali di pareti e tetto, entrambi piegati a 45°: in questo modo, oltre a fornire un adeguato supporto agli elementi portanti, funge da pratica canalina passacavi facilmente utilizzabile per l’installazione di accessori elettrici a tetto. La giuntura tra pareti e tetto, poi, viene sigillata e solidarizzata tramite collanti butilici e, infine, ricoperta da un ampio cantonale in alluminio argento metallizzato.

Anteriormente, la cabina di guida è interamente realizzata in vetroresina: coibentata con poliuretano, è ben integrata alla scocca e alle pareti laterali rispetto alle quali si raccorda elegantemente tramite appositi stampi che, nella parte alta riprendono le linee dei cantonali superiori mentre in quella inferiore proseguono lo stile delle bandelle laterali. Queste, realizzate in alluminio da 2 mm di spessore, hanno un’altezza massima di 42 cm e inglobano i parafanghi posteriori, dotati di passaruote di tipo industriale, il carter di rifinitura e chiusura rispetto agli scalini elettrici, tre luci di ingombro laterali mentre, in coda, le calate, il paraurti e i raccordi sono in abs metallizzato. Questi comprendono, nelle colonne laterali, la fanaleria a colonna e, in quella superiore, la terza luce di stop.

 

L’esterno

Integrale di dimensioni medio/grandi, il Rexosline 723 si inserisce a pieno titolo nel riuscito filone degli integrali Laika. Inconfondibile per linea e concezione, riesce a far convivere stile e italian style del motorhome, con cabina automobilistica in vetroresina con doppia porta e cofano motore facilmente accessibile con una pianta interna particolarmente apprezzata nel Nord Europa ma che registra un crescente interesse anche in Italia. Vero emblema di quella che, a pieno titolo, si potrebbe definire come “la scuola italiana” del motorhome, questo integrale sceglie una meccanica di base possente come quella dell’Iveco EcoDaily abbinandovi dimensioni medio grandi  senza però risultare imponente né sproporzionato.

Merito, senza dubbio,  della linea della cabina di guida, rastremata e automobilistica, che cerca di assimilare questo veicolo più a una grande monovolume che, come spesso succede, a un piccolo pullmann.  Il recentissimo restyling ha ulteriormente affinato l’elegante stile esterno, con l’installazione di nuovi e funzionali specchi discendenti, di luci a led diurne e con lo sviluppo di una nuova e più fluida grafica esterna che contribuisce a spezzare i volumi, già di per sè molto ben equilibrati.

L’impostazione automotive è evidente nella scelta dei gruppo ottici anteriori, di origine Fiat, così come dall’utilizzo di due porte in cabina dotate di vetri elettrici discendenti e di maniglie anch’esse di grande serie (Iveco). La stessa maniglia, poi, è sfruttata anche per la porta di ingresso, realizzata in proprio da Laika e da tempo vero e proprio elemento distintivo degli allestimenti della casa della cagnetta. L’estetica complessiva è molto curata, con assemblaggi precisi e totale assenza di sigillature e mastici a vista: ben dimensionati anche i volumi, con pareti bianche incorniciate da bandelle, cantonali e calate argento metallizzato che personalizzano anche il frontale con una piacevole e personale bicromia.

Le finestre laterali, tutte Seitz Dometic serie S4, si inseriscono a dovere nell’estetica complessiva del veicolo grazie al telaio poliuretanico che replica efficacemente l’argento metallizzato delle bandelle. Ben raccordate anche le componenti posteriori in abs, seppure con qualche coprivite a vista. Elegante, infine, la scelta di adottare, per il logo del produttore e le sigle identificative della gamma e del modello, adesivi in rilievo con effetto cromato.

 

La cabina di guida.

Completamente riprogettata, la cabina di guida è realizzata interamente in vetroresina con coibentazione in poliuretano. Disegnata per essere il più automobilistica possibile, ospita parabrezza, ampio cofano motore, due porte laterali e sportello per il bocchettone di rifornimento del gasolio, mentre il paraurti anteriore, in vetroresina, è intelligentemente separato dal resto della struttura al fine di permetterne una più facile riparazione o sostituzione in caso di necessità.

Il cristallo frontale, servito da due spazzole tergicristallo da 65 cm di lunghezza con spruzzatori incorporati, misura 195×82 cm e si trova a una distanza dal volante di 64 cm. La visibilità laterale è garantita, oltre che dal parabrezza, dai cristalli laterali fissi (74/78×14/65 cm) e da quelli posizionati sulle porte (60×57 cm) dotati di apertura elettrica a scorrimento verticale.

Gli specchi retrovisori, elettrici e discendenti, vantano verniciatura esterna in tinta (Pacchetto Lusso) e lenti a doppia ottica da 28×15 e 12×15 cm. L’accesso alla cabina di guida può contare su due porte automobilistiche da 167×77.5 cm dotate di serratura di sicurezza (Iveco), alzacristalli elettrici, chiusura centralizzata, luci di ingombro, nuovo rivestimento interno in materiale soft touch e servite da un gradino interno stampato in abs da 28x40x20 cm.

Il cofano motore, in vetroresina, misura 127×60 cm: di questi, 116×55 cm sono disponibili per l’accessibilità al propulsore Iveco. Il mantenimento della struttura in posizione aperta è affidato alla consueta asta. Da notare, nella parte anteriore, le nuove luci diurne a led, inserite in un apposito stampo all’interno del paraurti, poco sotto ai gruppi ottici.

All’interno, il sovra cruscotto raccorda in maniera elegante e precisa la nuova cabina rispetto alla struttura originale Iveco: pur in presenza di qualche vite a vista, peraltro rifinita da appositi coprivite, vanta una buona disponibilità di bocchette di aerazione a servizio dei cristalli laterali e i sensori volumetrici dell’impianto antifurto, proposto di serie.

Guidatore e passeggero possono contare su poltrone girevoli, comode e dotate di braccioli integrati e numerose regolazioni ma prive di cinture di sicurezza integrate.

Molto curata l’integrazione  con l’abitacolo, con due bocchette del riscaldamento posizionate a vantaggio della cabina, portiere attrezzate con tasca inferiore e portabottiglie e decorazione centrale in simil radica personalizzata con il logo Rexosline in linea per tinta e consistenza con quella che decora il cruscotto.

Non mancano gli oscuranti plissettati, realizzati in materiale Dueette e dotati di camera d’aria interna a garanzia di un maggiore isolamento, mentre a pavimento, cabina e cellula sono raccordate da un gradino in alluminio mandorlato alto 8 cm.  Buono il passaggio tra i due ambienti: è disponibile una larghezza minima di 30 cm mentre l’altezza, sotto al letto basculante, è di 171 cm.

Per quanto riguarda le dotazioni della meccanica, sono presenti ABS, ASR, doppio airbag, clima automatico con impostazione della temperatura, alzacristalli e specchi retrovisori elettrici, tempomat, trip computer con termometro esterno, chiusura centralizzata con telecomando, termometro esterno, fari fendinebbia, luci diurne a led e paraspruzzi.

 

Accessi e aperture di servizio

L’accesso al veicolo avviene nella zona anteriore, attraverso l’ormai classica porta monoblocco in vetroresina di casa Laika: misura 180×57.5 cm, è dotata di serratura di sicurezza Iveco con chiusura centralizzata, finestra fissa da 59×42 cm con oscurante plissettato e controstampo interno attrezzato. Non manca la controporta zanzariera dotata, nella parte inferiore, di porta immondizie con carter in abs personalizzato con logo della cagnetta alata e, in quella superiore, di apposita apertura per facilitare la manipolazione dell’oscurante della porta anche quando questa è chiusa. L’altezza da terra del piano di calpestio, 75 cm, è mitigata da un doppio gradino elettrico Project 2000 da 55×21 e 54×20 cm le cui alzate si situano a 28 e a 50 cm da terra.

La fiancata di destra ospita, oltre all’ingresso, la presa per l’allacciamento alla rete elettrica, il portello per l’accesso al wc Thetford C250 e, nella parte posteriore, l’accesso al gavone passante.

Servito da un portello da 85×76 cm, si trova a 64 cm da terra, misura 212×100/75 cm di larghezza con un’altezza compresa tra un massimo di 88 cm, realizzati in corrispondenza del decassamento, e una minima di 67 cm. Dotato di fondo stampato in materiale plastico con pavimento inferiore rinforzato e coibentato da struttura sandwich con esterno in vetroresina, vanta una portata di 150 kg, rinforzo interno in lamiera di alluminio mandorlata, quattro ganci per il fissaggio del carico, un foro di scolo, riscaldamento tramite una bocchetta e illuminazione grazie a uno spot alogeno.

Dal garage, peraltro accessibile anche dalla fiancata sinistra tramite un portello da 67×47.5 cm, è possibile accedere al vano che, ricavato sotto al matrimoniale centrale nautico, ospita la stufa Truma Combi 6: l’apertura misura 58×43 cm.

Rimarchevole il fatto che entrambi i portelli di accesso esterni siano dotati di sensori acustici di apertura a cruscotto.

Sulla fiancata sinistra trovano invece spazio il già citato secondo portello a servizio del gavone, lo sfiato laterale del serbatoio di recupero, il camino della stufa e, nella parte centrale, il vano per le bombole del gas.

Servito da un portello da 63×37 cm situato a 88 cm da terra, il vano misura 55x59x75 cm, ha fondo in laminato, aerazione tramite un’apposita griglia a pavimento ed è dotato di due ganci ferma bombole e interruttore inerziale Truma Secumotion.

A fianco a questo, infine, ecco il bocchettone di rifornimento dell’acqua potabile, curiosamente dotato di struttura bianca e di tappo…nero.

La cellula conta su cinque finestre Dometic S4 apribili a compasso e dotate di telaio in poliuretano e oscuranti a rullo e dedicate a living, blocco cucina, toilette e matrimoniale posteriore. Sei, invece, gli oblò: un Fiamma da 40×40 dedicato al basculante anteriore, un Dometic Heki 3 da 90×60 disposto sopra al living, un Dometic MiniHeki da 40×40 cm a servizio della cucina, un Fiamma da 25×25 cm nella doccia, un altro Fiamma da 40×40 in toilette e un MidiHeki da 70×50 per la camera da letto posteriore.

 

Impiantistica

L’autonomia idrica è affidata a un serbatoio da 100 litri (parzializzabile a 50) posizionato internamente, all’interno della cassapanca frontale del living.

E’ servito da una pompa a pressostato Shurflo Lilie LS204M in grado di erogare fino a 7 litri/minuto all’interno dell’impianto sistemata posteriormente, nei pressi della stufa Combi 6 sotto al matrimoniale posteriore.

Realizzato sfruttando tubi divisi per colore e provenienza (blu per acqua fredda, rosso per quella calda), l’impianto sfrutta raccorderie tipo John Guest e si sviluppa parallelamente alla canalizzazione dell’aria calda. I rubinetti, monocomando, e le pilette di scarico da 35 mm di diametro sono tutti in acciaio inox di ottima fattura. Non mancano i sifoni, presenti sia in cucina che nella toilette e facilmente ispezionabili, mentre per gli scarichi Laika ha scelto un mix formato da tubi flessibili corrugati e tubi rigidi di derivazione domestica in modo da fornire senza problemi la pendenza ideale a tutti i tratti facilitando il deflusso dell’acqua verso il serbatoio di recupero da 120 litri sistemato poco dietro all’asse posteriore, coibentato e riscaldato e servito da una valvola a ghigliottina con scarico canalizzato lateralmente a destra.

Un po’ esposto, in questo tratto, il percorso del tubo di scarico, situato a soli 17 cm da terra.

Sempre all’esterno passano alcune tratte delle tubazioni di scarico, seppure adeguatamente inclinate a favore del serbatoio.

L’impianto elettrico conta su caricabatterie e trasformatore NordElettronica NE 186 posizionato all’interno della base della poltrona passeggero in cabina di guida.

Poco dietro, la paretina frontale della poltroncina laterale destra ospita la scatola fusibili e lo stacca batterie, ottimamente accessibili, mentre la batteria servizi, non fornita, è situata all’interno della cassapanca laterale: raggiungibile attraverso un pannello da 44×40 cm mantenuto da alcune viti, si trova vicino allo scambiatore di calore in marcia, un Siroco Tenéré C.

Il pannello di comando digitale, posizionato sopra la porta di ingresso e dotato di schermo LCD, è estremamente completo e offre informazioni circa tensione batterie, livelli serbatoi ma anche la programmazione del riscaldamento, l’ora e le temperature interne ed esterne.

Sempre per quanto riguarda l’impianto elettrico, sono disponibili cinque prese a 220V (dedicate a ingresso, vano tv, corridoio, camera da letto posteriore e cucina) e tre a 12 V (vano tv, cabina, corridoio).

L’illuminazione, interamente a led, vanta due spot fissi e altrettanti orientabili dedicati al letto posteriore, uno spot led per la doccia, due file da 20 led in toilette, tre file da 12 led a servizio del blocco cucina, quattro file da 24 led inserite a soffitto nella contro cornice del maxioblò Heki 3, due spot laterali orientabili sotto ai pensili dedicati al living, tre spot orientabili inseriti nel sottobasculante e dedicati alla cabina, due faretti orientabili per il letto matrimoniale basculante e uno spot posizionato sopra la porta a servizio dell’ingresso.

Non mancano, poi, le scenografiche illuminazioni indirette inserite tra pensili e soffitto e nella parte inferiore delle cassapanche e la luce esterna.

Il riscaldamento e la produzione di acqua calda sono affidati alla collaudata Truma Combi 6: posizionata sotto al matrimoniale posteriore e, come detto, accessibile sia dal gavone sia da un apposita anta superiore rimovibile, ospita al proprio fianco i  tre sezionatori dell’impianto gas e diffonde il proprio calore attraverso una capillare canalizzazione di dieci bocchette che servono gavone, camera da letto posteriore (2), toilette, cucina, ingresso, living anteriore (2), cabina di guida e letto basculante.

E’ riscaldato, inoltre, anche il serbatoio di recupero, mentre in marcia è possibile contare sullo scambiatore che sfrutta il calore prodotto dal motore o, qualora questo non bastasse, direttamente la Combi 6 grazie alla presenza di serie del Secumotion.

La sonda termostatica è posizionata sopra la porta di ingresso, a sinistra della centralina elettronica; il pannellino di comando, invece, si trova posteriormente, tra la doccia e la camera da letto.

 

Mobili e tappezzerie

Di ispirazione nautica, gli interni sono realizzati in multistrato nobilitato con spessore di 1.8 cm per i pensili e di 2 cm per le spalle e le componenti portanti. La costruzione è precisa, con pensili bombati percorsi da un motivo argentato a smorzarne i volumi. Dotati di aerazioni anticondensa posteriori, i pensili sono percorsi, nella parte inferiore, da una riuscita modanatura in alluminio.

Ottima la meccanica utilizzata per le ante, con cerniere DGN a doppia molla capaci, da sole, di mantenerle aperte  senza dover ricorrere a pistoncini a gas, mentre le maniglie, realizzate in alluminio satinato salva unghie, recano elegantemente il logo Laika.

Stessa cura è presente, anche, nelle cornici delle numerose prese elettriche e degli interruttori presenti a bordo.

La parte superiore dei pensili del mobile cucina è elegantemente laccata color panna lucido: un effetto introdotto a suo tempo con l’ammiraglia Rexosline 800 L e riproposto con successo anche su questo veicolo.

Degni di nota anche gli spessori scelti per i piani di lavoro, tutti dotati di piano antrigraffio e bordo in massello: sono da 3 cm per il blocco cucina e da 4,5 per il tavolo, traslabile e dotato di monogamba collassabile.

Ottima anche la qualità delle sellerie e delle imbottiture, con spessori di 14 cm per i cuscini del living e di 13 per i materassi in schiuma di lattice dei letti matrimoniali sempre pronti, abbinati tra l’altro a reti a doghe.

La fantasia interna proposta sul veicolo in test, in microfibra estremamente elegante, è quella standard, la “Lucca”.

A catalogo, però, sono disponibili altre cinque combinazioni (in microfibra grigia (Pisa), avorio/grigio (Ravenna), avorio/rosso (Siracusa), avorio/blu (Portofino), avorio/marrone (Siena), più due varianti in vera pelle (avorio – Vip Club, avorio/caffè – Exclusive). Classico il sistema di ritenuta dei vari cuscini, affidato a velcro.

 

Il soggiorno

La zona anteriore del veicolo è destinata al living: è formato da un divano a L da 93×48 cm più un divanetto laterale sinistro da 30×38 cm a cui si affianca una poltroncina laterale destra da 55×40 cm entrambi dotati di paretine anticondensa.

Grazie alle poltrone cabina, girevoli, il soggiorno può quindi ospitare tranquillamente cinque persone riunendole intorno al tavolo (100×57/43 cm)  con un corretto rapporto tra l’altezza di questo (84 cm) e quella delle sedute (53 cm).

La luminosità può contare, oltre che sull’ampia superficie vetrata della cabina di guida, su una finestra laterale da 70×50 cm e sul maxioblò da 90×70 a tetto, mentre la luce è fornita da tre spot orientabili sotto al basculante, dalle quattro file di led inserite intorno alla cornice dell’Heki 3 a soffitto e su due spot orientabili sotto ai pensili.

Lo stivaggio è affidato a un pensile da 46x32x43 cm posizionato sulla sinistra, e su uno da 18x46x43 cm sulla destra.

Tra questi e il letto basculante, poi, sono disponibili due mensole a giorno su ogni lato (ognuna 29x9x16 cm) dotate di bordo anticaduta in acciaio cromato, mentre al di sopra della spalliera è posizionato il vano tv (25x45x43 cm), dotato di chiusura tramite una elegante anta in plexiglass sagomata, illuminazione interna con tre led blu, prese 12/220V e tv sat.

 

I servizi

Posizionato centralmente, il blocco cucina a L misura 102×48 + 110×58 cm.

Il piano di lavoro, situato a 91 cm dal pavimento, è realizzato in materiale antigraffio rifinito con bordo in massello. Il blocco integra un lavello Smev in acciaio inox da 36 cm di diametro e 12 di profondità, servito da un elegante rubinetto monocomando in acciao cromato, piletta di scarico da 35 mm e sifone ispezionabile, piano di lavoro da ben 60×59 cm e piano cottura Dometic Smev serie 4400: misura 48×42 cm, ospita quattro fuochi (da 6,6,6 e 5 cm) con una distanza, misurata al centro, di 23, 23 , 22 e 22 cm, accensione piezoelettrica, coperchio in cristallo temperato, grill e forno a gas.

L’aerazione è affidata a una finestra S4 da 70×50 cm, a un oblò Miniheki da 40×40 cm a soffitto e a una cappa aspirante con sfiato a parete. Lo stivaggio può contare su due pensili superiori entrambi da 53.5x34x43 cm (di cui uno parzialmente occupato dal camino della cappa aspirante) entrambi dotati di mensole interne (24x53x21 cm).

Ben sfruttata la parte inferiore: sotto al lavello, il mobile, di forma circolare, si apre rivelando un cassetto portaposate (40x45x6 cm) con scalfatura centrale per evitare l’adiacente sifone, mentre sotto a questo sono presenti due mensole circolari da 36 cm di diametro posizionate ognuna in modo da avere una luce libera di 18 cm.

Sotto al forno, invece, è presente un cassetto da 47x45x14 cm. Opposto alla cucina ecco la colonna frigo: dotata di un Dometic RM7855L da 150 litri con congelatore separato, ospita sopra a sé un capace vano su due livelli da 52x23x32 e 52x23x31 cm.

A fianco alla colonna frigo, la toilette misura 95×80 cm: è accessibile tramite una porta da 196×50 cm e si trova posizionata 7 cm più in alto rispetto al piano di calpestio.

Dotata di un piacevole e robusto arredamento in legno, offre un wc Thetford C250 con serbatoio mobile da 18 litri e un grande lavabo lineare (40x30x12 cm) realizzato in un particolare materiale con effetto ceramica piacevole e robusto.

Situato a 85 cm dal pavimento, il lavabo ospita sotto a sé un vano da 50x30x40 cm mentre a soffitto sono due i vani di stivaggio previsti: da 41x16x26 cm sulla sinistra tre mensole chiuse da 50×14.5×20 sulla destra.

L’aerazione è affidata a un oblò Fiamma da 40×40 cm a soffitto e a una finestra da 50×35 cm laterale. Non mancano gli specchi: ve ne sono due, da 44×50 e 40×25 cm.

Opposta, e accessibile dalla camera da letto posteriore, la doccia indipendente misura 74×69 cm: accessibile attraverso una porta in plexiglas da 197×45 cm, è interamente realizzata in termoformato, offre colonna attrezzata, una piletta di scarico da 35 mm, illuminazione a led, oblò Fiamma da 25×25 cm, bastone appendiabiti retrattile e un attaccapanni.

 

Zone letto e armadi

Posizionato anteriormente, il matrimoniale basculante è ottimamente inserito nella cabina di guida.

Corredato di parte inferiore sagomata e imbottita con tessuto IsoDeLuxe, è protetto sia dagli oscuranti plissettati della cabina di guida sia dall’apposita tenda di cortesia che si dipiega contestualmente all’abbassamento del letto. Dotato di rete a doghe, materasso in schiuma di lattice da 13 cm di spessore e rete anticaduta, il letto misura 190×137 cm, si trova a 125 cm da terra e beneficia di un cielo, misurato al centro, di 77 cm.

Non mancano il riscaldamento, affidato a una apposita bocchetta ai piedi del letto, e l’aerazione, che può contare su un oblò da 40×40 cm: a questo proposito è da notare come il veicolo sia già predisposto per l’installazione di un Turbovent in modo da aumentare sensibilmente la portata d’aria dell’oblò. Presenti, naturalmente, anche le luci di cortesia: due spot led, orientabili ed elegantemente inseriti in un pannello in legno, assolvono alla funzione.  Da notare, come optional, la possibilità di richiedere l’estensione del letto a ben 190×200 cm.

Il letto, quando abbassato, si posiziona in cabina di guida lasciando agibili 3 dei 5 posti del living: il divano posteriore e la poltrona laterale destra, quindi, rimangono liberi di essere sfruttati insieme, naturalmente, al tavolo traslabile.

La camera da letto posteriore, separata dal resto dell’abitacolo da uno scalino da 12 cm, conta su un matrimoniale da 190×145 cm dotato di rete a doghe sollevabile, materasso in schiuma di lattice da 13 cm e testiera imbottita.

Situato a 76 cm dal piano di calpestio, il letto vanta un cielo utile di 113 cm.

Schermabile tramite una spessa tenda plissettata, la zona posteriore è aerata tramite due finestre simmetriche Dometic S4 da 90×55 cm a cui si aggiunge l’oblò panoramico MidiHeki da 70×50 posizionato a soffitto e dotato di apertura elettrica.

Ottima l’ambientazione, con doppie tende e luci di cortesia e di scena a led bianchi e blu, così come lo stivaggio, che può contare non solo sui due pensili di coda da 68x34x40 cm dotati di mensole interne a 20 cm, ma anche su un comò trapezoidale posto alla base del letto lato destro (36x41x90 cm) organizzato internamente con due mensole (a 40 e 60 cm di altezza) e sormontato da uno specchio (93×25 cm).

A fianco al letto sono presenti i classici comodini (56x45x38 cm) mentre sotto a questo si aprono due vani, entrambi da 67x57x80 cm, destinati a ospitare impianto di riscaldamento, sezionatori del gas e pompa dell’acqua (quello destro) mentre è completamente libero per lo stivaggio quello di sinistra che, in questo modo, sopperisce alla mancanza di cassapanche sfruttabili anteriori.

Non mancano, poi, i due classici armadi guardaroba, posizionati a fianco al letto: misurano entrambi 47/56x35x122 cm e sono dotati di luce interna automatica.

 

Dislocazione impianti

 

Dati tecnici

Laika Rexosline 723
Dimensioni e posti
Tipologia Motorhome
Dimensioni 737.9x230x298 cm
Posti omologati 3 (4 con massa complessiva a 4000 kg e patente C)
Posti letto 4
Posti frontemarcia con
cintura di sicurezza
4
Autotelaio
Meccanica Iveco EcoDaily Camper 35C14 (35C17 e 35C18 in opzione)
Passo 395 cm
Sbalzo anteriore 100 cm
Sbalzo posteriore 198 cm
Motorizzazione base 2.3 litri HPT 136 cv Euro4 (EcoDaily 35C14)
Motorizzazioni opzionali 3.0 HPT 176 cv Euro 4 (EcoDaily 35C18)
3.0 Twin Turbo 170 cv Euro 5 EEV (EcoDaily 35C17)
Trazione posteriore su ruote gemellate
Accessori di serie ABS, ASR, EBD, specchi retrovisori elettrici, fari fendinebbia (Clima automatico, doppio airbag, inserti effetto radica, alternatore maggiorato, luci diurne a led, specchi retrovisori discendenti a doppia ottica regolabili e riscaldabili elettricamente inseriti nel “Pacchetto Lusso”).
Massa complessiva a pieno
carico kg
3500 (4000 kg in opzione)
Massa dichiarata in ordine di
marcia kg
3247 (comprensiva di conducente (75 kg), serbatoi gasolio e acque chiare pieni al 90%, gas al 90%, cavo elettrico).  Peso esemplare provato, comprensivo di motore 3.0 HPT 176 cv e Pacchetto Lusso: kg 3384
Portata utile kg 253 (653 con massa complessiva 4000 kg)
Scocca
Carrozzeria Scocca a pannelli sandwich, rivestimento esterno pareti in alluminio liscio, pavimento e tetto rivestiti esternamente in vetroresina antigrandine, coibentazione in styrofoam ad alta densità, frontale in vetroresina, cantonali superiori in alluminio, calate posteriori in abs, bandelle laterali in alluminio.
Spessori
pavimento/pareti/tetto mm
55/35/40
Gavone Gavone passante posteriore da 212×100/75x88x67 cm accessibile da un portello sul lato destro (85×76 cm), e da uno su quello sinistro (67.5×47.5 cm). Soglia di carico a 64 cm dal suolo. Fondo stampato in materiale plastico irrobustito da placca in alluminio mandorlato, illuminazione, riscaldamento, ganci fissaggio carico e foro di scolo.
Porte e
finestre
Porte cabina Laika monoblocco in vtr con serratura di sicurezza, alzacristalli elettrici, luci di cortesia e controstampo interno in materiale soft touch; porta cellula Laika monoblocco in vetroresina con finestra fissa, serratura di sicurezza, controporta zanzariera. Due gradini esterni elettrici Project 2000 con carter di rifinitura. Cinque finestre Dometic serie S4, un oblò Fiamma da 25×25 cm, due oblò Fiamma da 40×40 cm, un Dometic Seitz Miniheki 40×40 cm, un Midiheki e un Heki 3.
Impiantistica
Gas Vano esterno per due bombole da 10 kg, interruttore inerziale Secumotion di serie. Rubinetti sezionatori impianto gas posizionati sotto al letto posteriore, accessibili dall’interno attraverso apposito vano.
Riscaldamento e boiler Truma Combi 6 con boiler integrato. Distribuzione del calore tramite 10 bocchette. Serbatoio di recupero coibentato e riscaldato, scambiatore di calore in marcia Siroco Teneré. Possibilità di richiedere il riscaldamento a gasolio Truma Combi Diesel.
Elettricità Batteria supplementare opzionale. Caricabatterie e trasformatore NordElettronica NE 186, centralina di comando digitale con pannello lcd, quadro fusibili e staccabatterie. Illuminazione interna a led, luci marcapasso e illuminazione indiretta a soffitto e nella parte inferiore delle cassapanche, cinque prese a 220V, tre a 12V.
Acqua Serbatoio acqua potabile litri 100 (parzializzabile a 50) inserito nella cassapanca frontemarcia anteriore, pompa acqua Shurflo Lilie LS204M da 7 litri/minuto, serbatoio recupero da 120 litri posizionato dietro l’assale posteriore e inserito in un guscio coibentato e riscaldato, valvola di scarico antigelo.  Wc Thetford C 250 da 18 litri.
Prezzi e accessori
Prezzo base Euro 85.807
Prezzo esemplare provato
Comprensivo di: meccanica Iveco EcoDaily 35C18 (Euro 2.000), “Pacchetto Lusso Rexosline” (clima motore, doppio airbag, inserti tipo radica a cruscotto, alternatore maggiorato, luci diurne a led, specchi retrovisori esterni tipo pullmann in tinta con la carrozzeria, grafiche esterne Excellence, porte cabina con rivestimento interno soft-touch, impianto illuminotecnico di illuminazione sotto basculante con led azzurri, fascia nautica di rivestimento in alluminio per basamento soggiorno e luci di cortesia nautiche – Euro 2.999) – Totale veicolo in test Euro 90.806

Il nostro giudizio
Costruzione
Meccanica di base
Iveco EcoDaily Camper 35C18 con ruote posteriori gemellate, ABS e ASR di serie.
Sicurezza
Di serie ABS, ASR. Doppio airbag incluso nel Pacchetto Lusso proposto su tutti i veicoli.
Volumetria e masse
Passo medio/lungo con sbalzo posteriore importante ma ben sostenuto dalla meccanica di base.
Scocca e materiali
Scocca a pannelli sandwich con coibentazione in styrofoam ad alta densità. Frontale in vetroresina, bandelle in alluminio.
Assemblaggio e rifiniture
Assemblaggio curato in ogni componente. Cabina di guida ottimamente raccordata rispetto alla scocca. Rifiniture precise, assenza di sbavature. Qualche vite coperta da coprivite per il paraurti posteriore.
Componentistica
Finestre Dometic S4, porte cabina e cellula costruite in proprio in monoblocco di vetroresina, bandelle in alluminio, abbondanza di oblò a tetto. Gruppo ottici di derivazione automobilistica.
Impianto idrico
Serbatoio acqua potabile interno e frazionabile, capienza nella media. Pompa dell’acqua di qualità inserita sotto al letto posteriore. Rubinetti inox monocomando, scarichi sifonati con adozione mista di tubi corrugati e rigidi. Serbatoio recupero coibentato e riscaldato, valvola antigelo. Peccato per la presenza di alcuni tratti di scarico esterni poco protetti.
Impianto elettrico
Batteria supplementare non fornita. Caricabatterie NordElettronica NE186, pannello di comando digitale funzionale e completo, abbondanza di prese interne sia a 12 che a 220V, illuminazione a led efficace e suggestiva.
Gas
Vano un po’ alto da terra ma con dimensioni e rifiniture corrette. Pavimento in laminato da proteggere. Secumotion di serie.
Riscaldamento
Truma Combi 6 dotata di 10 bocchette ottimamente distribuite in tutto il veicolo. Scambiatore di calore in marcia. In caso di freddo intenso, il Secumotion di serie autorizza l’accensione della stufa anche in viaggio.
Mobilio e arredamento
Mobili moderni e ben realizzati, con costruzione curata, accorgimenti anticondensa per mobili e cuscini, meccanica di qualità. Cassetti cucina con richiamo automatico, maniglie in alluminio satinato personalizzate Laika, prese e interruttori personalizzati.
Cuscini, materassi e tappezzeria
Cuscinerie comode e avvolgenti. Sellerie di qualità disponibili a scelta in 8 varianti di cui 2 in vera pelle. Letti con reti a doghe e materassi in schiuma di lattice di elevato spessore.
In viaggio
Facilità di guida
Veicolo di dimensioni medio-grandi, alla guida si rivela docile e automobilistico grazie alla ridotta distanza tra parabrezza e volante. Ottima visibilità anteriore, spazzole tergicristallo ben dimensionate e con spruzzatori integrati. In manovra si sente un po’ la mancanza di una finestra sul lato destro, mitigata solo in parte da quella della porta di ingresso. Specchi retrovisori ampi e ben posizionati. Eccellente la silenziosità in marcia.
Comodità dei posti a sedere
Poltrone anteriori comode ma prive di cinture integrate non comodissime. Ottimi i sedili posteriori.
Panoramicità
Ottimale per chi viaggia in cabina, più che buona per chi viaggia dietro. Come detto, manca una finestra avanzata lato destro.
Climatizzazione
Il clima automatico cabina è inserio nel Pacchetto Lusso, fornito praticamente su tutti i veicoli. Ottima la ventilazione fornita dai vetri elettrici in cabina. In inverno, lo scambiatore di calore, ben posizionato, serve i passeggeri posteriori. In più, in caso di freddo intenso, grazie al Secumotion si può sempre sfruttare la Truma Combi.
In sosta
Living
Non è tra i più ampi, ma è più che sufficiente ad accogliere con grande comodità cinque persone. Il tavolo, seppur privo di ampliamento, è facilmente traslabile e serve correttamente tutti i commensali. Con il basculante abbassato rimane libero e può ancora servire i tre posti a sedere residui.
Letti
Ottimi per ambientazione, dimensioni e rifiniture. Beneficiano di materassi in schiuma di lattice da 13 cm, reti a doghe, riscaldamento, oblò, luci di lettura e vani portaoggetti. Non mancano, per la privacy, le tende di cortesia.
In cucina
Piano antigraffio, dimensioni corrette con ampio lavello e combinato fornelli/grill/forno comodo e ben sfruttabile. Se non ci fossero state le bombole del gas, inserite nella parte inferiore del mobile, si sarebbe potuto adottare un lavello a doppia vasca. Particolare il cassetto portaposate, mentre si sente un po’ la mancanza di un vano dedicato a pentole di grandi dimensioni, sostituito parzialmente dal cassetto sotto al forno. Frigo RM7855L di grandi dimensioni con vano di stivaggio superiore su due livelli. Cappa aspirante scenografica ma poco potente.
Toilette
Dotata di doccia indipendente, ha arredo in legno funzionale e consistente. Lavabo con effetto ceramica piacevole e ampio, buoni lo stivaggio e la comodità del wc, dotato di tazza girevole. Ottima l’aerazione, affidata a una finestra e un oblò.
Doccia
Indipendente, pur essendo situata nei pressi del passaruota posteriore è sufficientemente ampia e ben allestita. Dotata di colonna attrezzata e piatto in termoformato, ha una sola piletta di scarico ma di dimensioni maggiorate. L’accesso, situato nella camera posteriore, la rende un po’ una “dependence” di questa. Ottima la presenza del bastone appendiabiti retrattile e oblò a tetto.
Disimpegni e circolazione nell’abitacolo
Superlativo in due, buono in quattro. La collocazione dell’ingresso, tra servizi e living, permette ampi disimpegni.
Capacità di stivaggio
E’ calibrata sull’equipaggio tipo, quello della coppia. In questo caso ognuno beneficia del proprio armadio guardaroba e di alcuni pensili. Se si è in quattro, occorrerà sfruttare anche la doccia (peraltro già provvista di bastone appendiabiti pieghevole). Il living anteriore offre uno stivaggio limitato, ma si recupera bene con il profondo gavone inserito nella parte inferiore destra del matrimoniale posteriore.
Gavoni e garage
Non lo si può chiamare garage, ma il vano posteriore è grande e regolare quanto basta per accogliere due biciclette rimuovendo le ruote anteriori. D’altra parte, chi sceglie questa disposizione privilegia gli spazi interni a favore dell’equipaggio e della sua comodità. Il gavone, in ogni caso, è ampio e ottimamente rifinito e coibentato. Per aumentare la capacità di stivaggio si può optare per un gavone passante sottopavimento (opt).
Gestione del veicolo
Capacità di carico e portata utile
Cambia significativamente a seconda del valore di omologazione scelto. Via libera (e una stella in più) con 4000 kg, 4 posti e patente C, attenzione se si opta per i 3500 kg, perchè la massa in ordine di marcia è piuttosto elevata. E’ un problema che coinvolge tutti i veicoli di dimensioni importanti, non solo il Rexosline 723. L’importante è saperlo in anticipo e attrezzarsi di conseguenza.
Autonomia
La capacità dei serbatoi è nella media ma è facilmente ampliabile. L’illuminazione a led, di serie, è scenografica e parca nei consumi.
Facilità di manutenzione
Accessibilità agli organi meccanici buona considerando la tipologia. Stufa e pompa dell’acqua posizionate sotto al letto posteriore, caricabatterie e batteria inseriti nelle basi sedili anteriori abbastanza ben raggiungibili.
Rapporto prezzo/prestazioni
Forte nel carattere, elegante e mai banale, il 723 è un integrale pensato per la coppia matura ed esigente che in un veicolo ricerca le stesse comodità della propria casa. Ampi spazi vivibili, servizi funzionali e nessuna trasformazione giorno/notte. Se si viaggia in due, l’omologazione a 3500 kg potrebbe anche bastare, magari non eccedendo nella scelta degli accessori che, inseriti nel ricco catalogo Laika, aumentano ancora funzionalità ed eleganza ma anche, constestualmente, il peso.

Legenda

Inadeguato
Da migliorare
Adeguato alla classe di costo
Buono, assicura fruibilità e soddisfazione agli utilizzatori
Eccellente, difficile trovare di meglio

 

Ci ha particolarmente convinto…

Integrale alto di gamma, è tra i pochi veicoli disponibili sul mercato capaci di coniugare la meccanica Iveco a un allestimento di dimensioni non esagerate. Forte di una linea personale, sceglie coraggiosamente un’impostazione molto automobilistica con due porte sagomate in cabina, vetri elettrici e chiusure centralizzate. Il risultato è assolutamente apprezzabile sia in sosta, con una rifinitura molto accurata di tutta la cabina di guida, sia in marcia, con buona panoramicità per tutti i passeggeri autorizzati in sede di omologazione e grande silenziosità, segno di un accoppiamento tra le varie parti preciso ed efficace. Grazie all’impostazione del frontale, la distanza tra volante e parabrezza è sensibilmente inferiore alla media, mentre le dimensioni del cofano motore, e la relativa accessibilità agli organi meccanici, sono degne di nota. Ottima, per quanto riguarda la sicurezza, la presenza del doppio airbag anteriore.

L’assemblaggio della scocca e le rifiniture interne ed esterne sono estremamente curate: merito, anche, dell’indiscussa qualità dei materiali e delle componenti utilizzate. Convincenti, in tal senso, le soluzioni adottate per il paraurti anteriore in vetroresina, realizzato in un elemento a parte dal resto del frontale, facilmente riparabile e/o sostituibile in caso di necessità, così come la scelta di mantenere le bandelle laterali in alluminio, robuste e leggere allo stesso tempo. Sempre all’esterno è apprezzabile la scelta di optare per il rivestimento inferiore del pavimento e superiore del tetto in vetroresina a garanzia di robustezza e tenuta negli anni.

L’interno, sobrio ed elegante, richiama efficacemente quello di un’imbarcazione. La disposizione interna, un classico estremamente apprezzato nel Nord Europa, è ben equilibrata e sfrutta a dovere le dimensioni, con ogni ambiente fruibile e calibrato sulle esigenze dell’equipaggio-tipo. Bella la rifinitura interna del soffitto, così come la costruzione dei mobili, consistenti, precisi e ricchi di elementi distintivi (maniglie, cerniere, rientro assistito per i cassetti, prese di corrente personalizzate Laika). Ottima, ancora una volta, la qualità delle sellerie (con otto possibili combinazioni a scelta), convincenti sia per spessori, superiori alla media, sia per sistemi di ancoraggio, quasi troppo precisi. I letti sfruttano tutti materassi in schiuma di lattice e reti a doghe, con particolare attenzione per il basculante, ben congegnato e riscaldato grazie a una bocchetta dedicata. Promossi a pieno titolo anche la camera da letto posteriore e i servizi, fruibili e spaziosi. Completa, la dotazione di serie, con illuminazione interamente a led, riscaldatore supplementare in marcia, Secumotion, impianto antifurto, frigo da 150 litri e forno. Distintivi, poi, diversi accorgimenti ormai storici per Laika tra cui lo sfiato esterno del serbatoio di recupero.

Riteniamo migliorabile…

La scelta di interporre tra telaio Iveco e pavimento una sovrastruttura in acciaio zincato aumenta ulteriormente la già notevole robustezza dell’insieme, ma contestualmente fa crescere anche l’altezza del piano di calpestio che, quindi, non è più complanare rispetto alla cabina di guida ma leggermente più alto (8 cm). Si crea, quindi, uno spazio residuo piuttosto ampio, disposto trasversalmente sotto al veicolo, libero e non sfruttato, a meno di non ricorrere all’installazione del gavone sottopavimento da 190 litri. Sempre nella zona anteriore, le poltrone di guida sono molto comode, ma sprovviste di cinture di sicurezza integrate: un lusso riservato solo all’ammiraglia 800L che meriterebbe, vista la comodità e la classe del veicolo, di essere esteso anche ai “fratelli minori”.

Il gavone posteriore è molto ampio: peccato solo che l’altezza, limitata a un massimo di 88 cm, non consenta il carico di moto, mentre le biciclette possono essere sistemate rimuovendo la ruota anteriore. Sarebbe auspicabile, pertanto, aumentare l’altezza utile del gavone, trasformandolo cioè in un vero e proprio garage così come già realizzato da altri costruttori. Sarebbe sufficiente un maggiore ribassamento del pianale di carico posteriore (posizionato a 64 cm da terra contro i 46 del paraurti) e un posizionamento un poco più alto del soprastante letto matrimoniale centrale per realizzare un capace vano garage in grado di aumentare ancora la già notevole attrattività del veicolo. L’impianto di riscaldamento, affidato alla potente Truma Combi 6 (Combi Diesel in opzione), è molto ben distribuito e, complici i numerosi accorgimenti costruttivi (coibentazione in styrofoam, mobili aerati, paretine anticondensa, riscaldatore supplementare in marcia) rende il veicolo adeguato all’utilizzo invernale. Unica nota stonata è il passaggio esterno di alcune tubazioni di scarico, particolarmente di quelle del blocco cucina. Pur affidate a tubi rigidi di derivazione domestica adeguatamente inclinati a favore del serbatoio di recupero, la scelta di un percorso esterno appare rischiosa nel caso di utilizzo del veicolo durante la stagione invernale. Il vano tv, infine, seppure ben progettato e retroilluminato a led, è però sprovvisto del supporto orientabile per lo schermo lcd, offerto solo in optional (178€).

Un ultimo appunto riguarda l’autonomia idrica: il serbatoio da 100 litri, parzializzabile a 50, seppure nella media, appare un poco giusto se confrontato con le esigenze dell’equipaggio al completo. C’è da dire, però, che il serbatoio supplementare è proposto come optional.

 

In conclusione

Integrale di indiscutibile prestigio, il Rexosline 723 è un prodotto pensato e realizzato per un’utenza matura alla ricerca di un veicolo comodo, elegante e ben realizzato. Concepito come una vera e propria suite su ruote, abbina dimensioni equilibrate e ben supportate da una meccanica di base robusta e adeguatamente raaportata a una pianta pensata per offrire il massimo comfort alla coppia che desidera però avere la possibilità di poter ospitare amici o parenti. Forte di una veste esterna elegante e moderna, il 723 è un veicolo di sostanza, realizzato con cura e con grande attenzione alle rifiniture interne. Tutto ciò, unito alle dimensioni esterne e alla ricchezza dell’allestimento, si traducono inevitabilmente in un peso in ordine di marcia piuttosto elevato (3247 kg) specie se confrontato con la portata complessiva autorizzata dall’omologazione a 3,5 tonnellate per poter essere condotto con patente B. Solo tre, quindi, i passeggeri autorizzati con questo valore di omologazione. Il problema può essere facilmente superato scegliendo di omologare il veicolo con massa complessiva a pieno carico di 4000 kg, guida con patente C e quattro posti omologati: in questo caso, la portata utile sale a 653 kg, quanto basta per poter godere di un veicolo elegante e ben fatto che ha davvero molto da offrire al proprio equipaggio, anche se al completo. Ottimo, infatti, il dimensionamento degli spazi interni, ben distribuiti tra living, servizi e camera da letto posteriore. Comodi e ricchi di privacy i letti, ben riscaldati in inverno e aerati in estate, così come sono del tutto assenti le trasformazioni giorno/notte: è sufficiente reclinare le poltrone in cabina per poter allestire con facilità il letto basculante. Questo, anche se abbassato, lascia comunque utilizzabile il tavolo e tre posti a tavola.
Contraddistinto da una dotazione di serie particolarmente completa e ulteriormente arricchita dal pacchetto lusso, proposto praticamente su tutti i veicoli, il Rexosline 723 è proposto a partire da 85.807€ su Iveco 35C14. Un prezzo equilibrato a fronte delle numerose peculiarità tecniche e stilistiche del veicolo che, inoltre, può essere ampiamente personalizzato dal cliente scegliendo nel ricchissimo catalogo di accessori Laika conoscendo non solo il prezzo, ma anche il peso di ogni singola componente aggiuntiva.

 

Riferimenti e contatti del costruttore

Laika Caravans S.p.A.
Via Leonardo da Vinci 120, 50028 Tavarnelle Val di Pesa – Firenze
Tel. +39 055 80 581 – Fax +39 055 80 58 500 – E-mail: laika@laika.it
www.laika.it

 

Fotogallery

Si ringrazia per la gentile collaborazione Romano Caravans
Via Romani 155
Sant’Anastasia – Napoli
Tel. e Fax +39 081 53 16 755 – E-mail: info@romanocaravans.com
www.romanocaravans.com

Michel

Comments are closed.