February 21, 2020

Profilato di grandi dimensioni, il nuovo T-Line segna la discesa in campo di Roller Team nel campo dei semintegrali con letto matrimoniale basculante. Disponibile in due versioni, 255 con letto matrimoniale longitudinale posteriore affiancato alla toilette e, Garage, oggetto di questo CamperOnTest, porta con sé diverse interessanti novità tecniche e progettuali, a partire dalla rinnovata concezione delle pareti, ora affidate al sistema EXPS, fino al letto basculante anteriore posizionabile a due altezze per permettere un utilizzo contemporaneo dello stesso e del sottostante living. Dotato di sei posti letto (cinque omologati), il nuovo T-Line si propone, quindi, come intrigante alternativa a equipaggi familiari che, ai maggiori volumi di un mansardato preferiscono l’agilità di un profilato senza per questo dover rinunciare alla comodità di quattro posti letto sempre pronti.


La meccanica.

Il T-Line Garage è allestito su Fiat Ducato 35 L con telaio ribassato CampingCar Special, carreggiata posteriore allargata a 198 cm e anteriore da 181 cm. Disponibile sia con motorizzazione 2.3 Multijet da 130 cv sia con la più potente 3.0 litri da 157 cv, sfrutta la meccanica torinese con passo da 4035 mm: la lunghezza complessiva, di 738 cm, è quindi ripartita tra uno sbalzo anteriore di 94.8 cm e uno posteriore di 239.7 cm (pari al 59.4% del passo).

L’altezza massima del veicolo è di 280 cm: di questi, 200 sono disponibili all’interno mentre nella zona anteriore, sotto al letto matrimoniale basculante, l’altezza utile è di 184 cm. La larghezza, infine, è di 231 cm.

Anteriormente, il T-Line Garage presenta un’altezza da terra, misurata al centro del paraurti, di 27 cm: 37 cm, invece, sono i centimetri che separano il paraurti posteriore da terra.

 

La scocca

L’adozione del telaio ribassato Fiat ha consentito ai tecnici della casa di San Gimignano di contenere l’altezza da terra del piano di calpestio: il pavimento del veicolo, un sandwich da 75 mm composto da un doppio strato esterno e interno in multistrato fenolico, coibentazione in polistirolo ad alta densità e piano di calpestio interno in linoleum si trova infatti a soli 61 cm da terra. Il pavimento, che poggia sul telaio della meccanica torinese al quale è collegato tramite apposite piastre in gomma, vede la presenza, nella parte posteriore, dell’apposita struttura di sostegno del garage posteriore.

Realizzata in acciaio zincato e imbullonata ai longheroni Fiat, sorregge il fondo del garage dotato di rivestimento esterno in vetroresina a garanzia di una migliore resistenza agli agenti atmosferici.

Al pavimento inferiore sono collegate le pareti: realizzate sfruttando il nuovo procedimento EXPS – Extreme Protection System, abbinano un rivestimento esterno in vetroresina, coibentazione in Styrofoam Texsa e rivestimento interno in multistrato per complessivi 31 mm. Da notare, in particolare, come la struttura interna alla parete sia realizzata sfruttando un nuovo estruso plastico ad alta densità: presente perimetralmente e intorno alle aperture (porte, portelli e finestre), sostituisce i tradizionali regoli in legno: immarcescibile, questo materiale impedisce l’ingresso di acqua. Novità anche per quanto riguarda la parte inferiore della scocca: la parte interna, infatti, è rivestita in laminato plastico, evitando così ogni possibile contatto tra la struttura della parete e gli agenti atmosferici. Grazie a questi accorgimenti, la garanzia contro le infiltrazioni di acqua è stata estesa da 4 a 6 anni.

Realizzato accoppiando rivestimento esterno in vetroresina, coibentazione in polistirolo ad alta densità e rivestimento interno laminato, il tetto ha uno spessore di 31 mm. Particolare nella forma, studiata per contenere, nella parte anteriore, il matrimoniale basculante, è giuntato alle pareti tramite appositi cantonali. Questi, divisi in tre sezioni, sono realizzati in ABS (parti anteriori e centrali), mentre la calata di raccordo posteriore vede la presenza di cantonali in alluminio dotati di profilo coprivite.

Sempre in ABS sono realizzate le bandelle laterali argento metallizzato mantenute in sede tramite apposite staffe inferiori rivettate e fissate al telaio Fiat. Il cupolino anteriore,  studiato per contenere, nella zona centrale, il classico sun-roof, è invece stampato in vetroresina.


L’esterno

Profilato piuttosto classico nelle forme esterne, associa volumi equilibrati a una linea che, nonostante l’evidente rialzo dovuto al letto basculante, rimane fluida e piacevole.

Disponibile sia con cabina di guida bianca, come nell’esemplare in test, o argento metallizzato, adotta una grafica elaborata e piacevole che gioca molto sul nome del produttore spezzando efficacemente i volumi, specie nella parte anteriore.

L’aspetto esterno è marcatamente automotive, con bandelle ben integrate nella scocca, in tinta con il paraurti anteriore e capaci di dissimulare efficacemente il passaruota posteriore che riprende volutamente le forme di quello anteriore del Ducato. Ben integrata e distribuita, la finestratura conta su elementi Seitz Dometic S4 a cui si aggiungono il sun-roof anteriore e la finestra della porta di ingresso.

In totale, il T-Line Garage può contare su sei finestre (di cui una scorrevole per non interferire con la vicina porta di ingresso) e su quattro oblò: oltre al quello panoramico anteriore (64×65 cm), sono presenti un MidiHeki da 70×50 cm a servizio della zona servizi, un oblò da 40×40 cm dedicato al matrimoniale posteriore e uno da 25×25 a servizio della doccia separata.

Non mancano, sempre all’esterno, la luce veranda, il gocciolatoio sulla porta di ingresso e le luci di ingombro a led posizionate sia anteriormente sia posteriormente e integrate nel cupolino e nella calata di raccordo tra tetto e posteriore.

Conclude il veicolo il paraurti posteriore: realizzato in abs, adotta forme aggressive che integrano a dovere la fanaleria circolare.


La cabina di guida.

La linea della cellula, caratterizzata dal rialzo anteriore deputato a ospitare il basculante, si integra piacevolmente con quella della meccanica di base.

Il profilo anteriore, estremamente aerodinamico, del Fiat Ducato, trova corrispondenza in quello scelto da Roller Team per il cupolino di raccordo, adeguatamente inclinato all’esterno ma capace, all’interno, di offrire alcuni vani di stivaggio.

L’accoppiamento tra le parti è piuttosto curato, con le varie componenti di raccordo precise e ben posizionate sia nella parte alta che in quella bassa.

Come è facile immaginare, la cabina originale garantisce ottima accessibilità  agli organi meccanici attraverso il cofano motore da 176×53 cm. Altrettanto convincente la visibilità, identica a quella del cabinato originale e consentita tramite il parabrezza (da 176×100 cm), i cristalli laterali da 75×68,4 cm e gli specchi retrovisori a doppia ottica da 27×19 e 8×19 cm dotati di braccio adeguatamente allungato per non risentire della maggiorata larghezza della scocca. Il parabrezza è servito da due spazzole tergicristallo da 66 e 56 cm.

All’interno, la cabina accoglie guidatore e passeggeri con fodere coordinate rivestite in tessuto “Cappuccino” e dotate di braccioli, piastre girevoli, regolazione dell’altezza e dell’inclinazione delle sedute. La privacy è fornita da una tenda plissettata da posizionare manualmente, intonata con le stoffe interne e mantenuta in sede da appositi bottoni automatici. Proposti di serie, e compresi nel Comfort Pack, chiusura centralizzata cabina con telecomando, alzacristalli elettrici, vetri atermici, ABS, Airbag guida e paraurti in tinta. Il climatizzatore manuale, presente sul veicolo oggetto del test, è invece proposto nell’opzionale Clima Plus Pack insieme agli specchi retrovisori elettrici con sbrinamento.

Il passaggio verso l’abitacolo è piuttosto agevole: nonostante tra cabina di guida e abitacolo sia presente una placca di rifinitura in alluminio che sovrasta di 3 cm il pavimento cabina e di 8 quello della cellula, rimane disponibile un varco minimo di 180×27 cm.

All’interno, l’integrazione tra cabina e abitacolo è assicurata da un carter in termoformato che congiunge efficacemente il cielo cabina con il cupolino di raccordo. Numerosi gli optional disponibili per la meccanica di base: oltre al motore da 3 litri, abbinabile anche al cambio automatico/sequenziale ComfortMatic (Automatic Pack), il T-Line Garage può essere corredato di Safety Pack (Airbag passeggero e Cruise Control), di Media Pack (autoradio con cd e 4 altoparlanti, comandi radio al volante e antenna integrata nello specchio retrovisore), Colour Pack (cabina di guida argento metallizzato) e DPF (filtro antiparticolato).


Accessi e aperture di servizio

L’accesso al veicolo avviene centralmente, attraverso la porta cellula Metallarte: dotata di serratura di sicurezza, finestra fissa da 64×29 cm completa di oscurante, controstampo interno in abs completo di portaoggetti, è servita da quattro cerniere e misura 192×54 cm.

Non mancano, all’esterno, la luce di cortesia e una pratica grondaietta, mentre il sistema di ritenuta della porta in posizione aperta è affidato a un tradizionale gancio plastico a pressione. La porta è corredata da un gradino integrato stampato in abs: dotato di fondo in alluminio mandorlato e corredato di presa d’aria laterale destra, misura 21x60x29 cm e si posiziona a 32 cm dal suolo, intervallando correttamente il dislivello tra piano di calpestio e suolo (61 cm).

Sempre all’interno sono presenti la consueta zanzariera scorrevole, il cui telaio, orientabile, è stato studiato per non interferire con il movimento dell’adiacente letto matrimoniale basculante, la maniglia di cortesia, posizionata sul lato sinistro, e una bocchetta del riscaldamento canalizzato.

A fianco alla porta di ingresso, sulla sinistra, ecco la presa di collegamento alla rete elettrica, le griglie di aerazione/scarico del frigorifero e, in coda, il consueto maxi garage passante.

Servito da due portelli simmetrici Metallarte da 113×97 cm e doppia serratura di sicurezza, il vano misura 215×117/104 cm con un’altezza massima di 124 cm.

Dotato di fondo interno in alluminio con ulteriore piastra centrale rinforzata per ospitare il cavalletto di un eventuale scooter, coibentazione in styrofoam e rivestimento esterno in vetroresina, il garage ha una portata di 100 kg, vanta una soglia di carico posizionata a 55,5 cm dal suolo e può essere raggiunto anche dall’interno tramite un passaggio da 87×32 cm servito da una porta scorrevole.

Non mancano, infine, il riscaldamento, affidato a una bocchetta orientabile, e l’illuminazione tramite due plafoniere alogene correttamente posizionate sui due lati e facilmente raggiungibili dall’esterno. Non presenti, invece, i ganci di fissaggio del carico e i fori di scolo. In optional, poi, il T-Line Garage può essere dotato del funzionale sistema Flex-Space che, consentendo la regolazione dell’altezza del letto posteriore, consente di variare la cubatura del letto posteriore in funzione del carico.

La fiancata di sinistra ospita, oltre al già citato secondo portello a servizio del garage, il vano gas: servito da un portello da 60×36 cm, il vano misura 67x50x66 cm, si trova a 83 cm da terra ed è predisposto per ospitare una bombola da 15 kg. Questa scelta, dettata da ragioni di contenimento del peso, non impedirà ai futuri possessori, in caso di equipaggio non al completo, di poter tranquillamente sistemare all’interno del vano le tradizionali due bombole da 10 kg.
Dotato di fondo in legno, il vano può contare su tre aerazioni a pavimento più una inserita nello sportello laterale e su ganci ferma bombola.

I tre sezionatori dell’impianto gas, invece, sono posizionati sotto al blocco cucina, accanto alla colonna frigo. Sempre la fiancata sinistra ospita infine il vano per l’accesso al serbatoio di recupero del wc Thetford C250 e il bocchettone per il rifornimento del serbatoio dell’acqua potabile.


Impiantistica

L’autonomia idrica è affidata a un serbatoio da 100 litri realizzato in polietilene lineare alimentare posizionato all’interno della cassapanca frontemarcia del living anteriore.

Parzializzabile a 50 litri in caso di equipaggio al completo, è abbinato a una pompa dell’acqua Shurflo SUK 0224 posizionata al di sotto della porzione anteriore della cassapanca del divano laterale destro.

In questa stessa posizione si trova, poi, il boiler ad accumulo Truma da 10 litri.

L’impianto idrico utilizza tubi retinati con innesti misti a fascetta e tipo John Guest rifornendo così i rubinetti monocomando realizzati in acciaio inox cromato. In acciaio inox sono anche le pilette di scarico dei lavandini di bagno e cucina (diametro 35 mm), di cui il primo è anche associato a un sifone ispezionabile. Di dimensioni minori, invece, la piletta di scarico a servizio della doccia (20 mm). Le acque reflue sono convogliate tramite tubi corrugati verso il serbatoio di recupero: posizionato esternamente a ridosso dell’asse posteriore, ha una capienza di 108 litri e presenta il rubinetto di scarico a sfera posizionato a 22 cm dal suolo.

Alcune tratte delle tubazioni di scarico sono esterne: se si prevede di utilizzare il veicolo durante la stagione invernale è pertanto consigliabile ordinare il T-Line Garage dotato dell’Anti Freezing Pack comprensivo della coibentazione delle tubazioni esterne e del riscaldatore elettrico termostatato del serbatoio delle acque grigie, proposto a 250 €. Il wc, infine, è un Thetford C 250 con tazza girevole e serbatoio estraibile da 17.5 litri.

L’impianto elettrico conta sul trasformatore e caricabatteria Airsilicii AR BK 20 posizionato sotto alla poltrona del guidatore in cabina di guida.

Accanto a questo è posizionato lo stacca batterie, mentre la batteria cellula, non fornita, trova posto sotto all’altra poltrona in cabina, quella del passeggero. Il T-Line Garage offre due prese interne a 12V (a servizio di vano tv e matrimoniale posteriore) e quattro a 220 v (dedicate a blocco cucina, matrimoniale posteriore, toilette e vano tv). La gestione dell’intero impianto è affidata al classico pannello di comando NordElettronica posizionato sopra alla porta di ingresso.

Piuttosto semplice e intuitivo nell’utilizzo, affida a spie a led il controllo delle varie utenze collegate, compresa, naturalmente, l’illuminazione interna. Interamente a led, conta su diversi punti luce distribuiti nell’abitacolo. In particolare, sono disponibili otto spot dedicati al living (quattro sotto ai pensili e quattro centrali sotto al letto basculante), due spot per il blocco cucina, uno per il corridoio, due spot per la toilette, uno per la doccia mentre i letti possono contare su due spot orientabili per il matrimoniale basculante e due fissi più due orientabili per il matrimoniale posteriore.

A questi, poi, si devono aggiungere le due plafoniere a servizio del garage e la luce veranda.

L’impianto gas conta su tre sezionatori sistemati all’interno del blocco cucina e facilmente accessibili: non previsto, invece, lo scambiatore automatico Duocontrol e l’interruttore inerziale Secumotion.

Tutto ciò è facilmente spiegabile: il vano gas, infatti, ospita una sola bombola (ma da 15 kg) mentre il riscaldamento è affidato a un Eberspaecher Airtronic D4 Camper Plus alimentato a gasolio.

Installato nella parte anteriore del sottoscocca, distribuisce il proprio calore attraverso una canalizzazione forte di 9 bocchette il cui sviluppo passa però in gran parte all’esterno.

Chiaramente interni sono, invece, le prese d’aria per la ventola (posizionata all’interno della cassapanca del divano laterale destro e servita da una griglia di aerazione da 50×8 cm), il comando del riscaldatore (posizionato piuttosto in basso alla destra della porta di ingresso) e la sonda termostatica, sistemata alle spalle dello schienale frontemarcia nel living anteriore.


Mobili e tappezzerie

Moderni e anticonformisti, gli arredi sono realizzati in multistrato nobilitato da 14 mm di spessore. Particolare lo styling interno, capace di abbinare superfici pastello bianco panna per i pensili anteriori e posteriori e marrone scuro per i servizi, con cassapanche e superfici di toilette e armadio guardaroba tinta legno. L’effetto, sottolineato da una efficace illuminazione a led, è piacevole e personale e contribuisce a dilatare gli spazi soprattutto nella zona anteriore del living. Qui trova posto il nuovo tavolo, dotato di piano laccato bianco panna con superficie ampliabile grazie all’elemento centrale affiorante: la manovra, semplice e intuitiva, è tranquillamente realizzabile anche con letto basculante abbassato.

La costruzione del mobilio vanta diverse peculiarità: se, infatti, lo spessore dei piani di lavoro appare nella media (3 cm per il blocco cucina, 1,5 per il tavolo), è più raro trovare, nella fascia di prezzo in cui il T-Line si posiziona, la chiusura centralizzata per i (numerosi) cassetti e cestelli del vano cucina o le guarnizioni antivibrazioni per i pensili, segno di una accorta progettazione.

Sempre per quanto riguarda il mobilio, sono da segnalare le maniglie, i pistoncini di mantenimento e le cerniere utilizzate, in acciaio inox, mentre le chiusure sono più convenzionali in plastica.

Il divano a L anteriore beneficia di una paretina anticondensa, accorgimento non esteso né al divano contrapposto né al letto matrimoniale posteriore, servito però da una sorta di testata imbottita sviluppata a lato del finestrino laterale. Non presenti, inoltre, le aerazioni anticondensa nel mobilio.

Le cuscinerie, qui proposte nella variante Cappuccino (opzionale) sono disponibili, a scelta, in sei diverse varianti: oltre alla Sundust, proposta di serie e sviluppata nelle tinte avorio e beige, sono disponibili le tappezzerie “Tulipano” (rosso e grigio), Blu Ecrin (azzurro, grigio e marrone), Violet (viola) e Ivory (ecopelle avorio). Lo spessore dei cuscini varia tra i 15 cm delle sedute e i 18 degli schienali: comodi ed ergonomici, sono mantenuti in sede tramite robusto velcro.

I materassi, infine, sono realizzati in gommapiuma da 10 cm di spessore e poggiano su reti a doghe.


Il soggiorno

La zona anteriore del veicolo è dedicata al living: in grado di ospitare sei persone grazie anche alle poltrone cabina girevoli, si compone di un divano a L sulla sinistra (100×53 e 80×48 cm) affiancato, sulla destra, da un divano scomponibile per creare il quinto posto dotato di cinture di sicurezza e autorizzato in sede di omologazione.

In particolare, la parte “fissa” misura 63×53 cm a cui si aggiunge la porzione rimovibile da 58×53 cm. Tutti le sedute vantano un’altezza da terra di 56 cm comprensiva dello spessore dei cuscini, 15 cm: un valore corretto se rapportato all’altezza del piano del tavolo, 77 cm. Questo, sorretto da una monogamba, misura 73×74 cm. Dotato di meccanismo di ampliamento con piano centrale affiorante e di piano traslabile per raggiungere adeguatamente tutti i commensali, può raggiungere i 104 cm di lunghezza.

Come detto, il divano laterale di destra può essere scomposto per realizzare il quinto posto (contromarcia) dotato di cinture di sicurezza. L’operazione è piuttosto semplice: è sufficiente, infatti, rimuovere i cuscini, rimuovere la paratia laterale che delimita la cassapanca, ripiegare il coperchio della stessa, incernierato, e riposizionare correttamente le cuscinerie.

La luminosità può contare su due finestre Seitz Dometic S4: una da 100×45 cm, apribile a compasso e posizionata sul lato sinistro, e una da 88×36 cm scorrevole sul lato destro. A queste, poi, occorre sommare la finestra fissa presente sulla porta di ingresso e, naturalmente, le superfici vetrate della cabina di guida, ulteriormente sovrastata dal Sun-roof integrato nel cupolino (64x65cm) mentre di sera sono disponibili 4 spot led integrati sotto al matrimoniale basculante e altrettanti posizionati sotto i pensili dello stesso.

Lo stivaggio è affidato, nella parte bassa, a un’unica cassapanca: si tratta della porzione posteriore del divano laterale destro. Raggiungibile tramite un apposito coperchio incernierato, offre un vano da 57x50x39 cm. La parte alta dell’abitacolo, invece, offre quattro pensili, due su ciascun lato del letto basculante: misurano, ognuno, 59.5x22x28 cm.

Non mancano poi alcuni preziosi vani di stivaggio ricavati all’interno del cupolino anteriore: divisi in una parte frontale da 146×36 cm e in due laterali da 63×28 cm, ospitano, nella porzione laterale destra, il vano tv dotato di supporto estraibile/girevole e le necessarie connessioni elettriche e di antenna.


I servizi

Posizionato centralmente, il blocco cucina lineare misura 113×56 cm con un’altezza di 95 cm.

Ospita, sulla sinistra, un lavello inox da 36x32x13 cm servito da una piletta di scarico da 3,5 cm e da un pregevole rubinetto inox monocomando, mentre sulla destra trova posto il piano cottura Dometic Cramer: con una larghezza di 50 e una profondità di 42 cm, vanta tre fuochi da 6 cm di diametro serviti da accensione piezoelettrica e posizionati tra loro a una distanza, misurata al centro, di 24, 24 e 21 cm.

A fianco al blocco cucina trova posto il frigorifero Dometic RM7855L da 150 litri e dotato di cella freezer separata, mentre lo stivaggio può contare su due pensili da 37x36x40 e 49x36x40 cm serviti da un’anta da 113×34 cm e da un armadietto da 53/46x36x40 cm celato da un’anta da 53×34 cm posizionato sopra al frigo.

Non manca, inserita nel pensile centrale, la cappa aspirante, dotata di sfiato esterno a parete. Molto ben organizzata la parte inferiore: sotto al lavandino trovano infatti posto il cassetto per le posate (37x39x5 cm), un secondo cassetto (37x39x14 cm) e un vano da 57/27x40x24 cm, mentre sotto al fornello ecco due cassetti da 57x44x7 cm e un vano da 57/27x31x28 cm. I due cassetti, in particolare, possono essere sostituiti dal forno a gas, opzionale (470€).  Un ultimo piccolo vano a giorno è ricavato anche nella parte superiore del frigo: misura 57x53x6 cm. L’aerazione, infine, può contare su una finestra S4 da 90×45 cm a cui si aggiunge il pratico oblò a tetto MidiHeki da 70×50 cm, mentre l’illuminazione conta su due spot led a cui si aggiunge quello dedicato al corridoio.

Opposta alla cucina, ecco la toilette: il vano, da 87×83 cm, è raggiungibile attraverso una porta da 187×50 cm.

Posizionata 8 cm più in alto rispetto al pavimento del veicolo, offe un arredamento misto legno/metacrilato lucido con un effetto moderno e piacevole.

Sulla destra, il Wc Thetford C250 è dotato di tazza girevole e serbatoio mobile da 17,5 litri, mentre sulla sinistra trova posto il mobile lavabo: questo, posizionato a 87 cm da terra, è da 31x22x12 cm, offre rubinetto monocomando e piletta di scarico inox da 35 mm e si trova inserito in un mobile comprendente un cassetto (29x24x5 cm) e un pensile inferiore (23x33x34cm) all’interno della cui anta di chiusura è inserito il porta carta igienica.

Nella parte alta, poi, ecco due pensili: offrono vani da 27.5x18x28 e 41x18x28 cm.

L’aerazione, invece, è affidata a una finestra da 40×25 cm, mentre due sono gli specchi di cortesia: uno da 36×70 cm, inserito a coronamento del mobile lavabo, e uno da 36×96 cm, disposto lateralmente accanto al wc. L’illuminazione è affidata a due spot led a soffitto.

Raggiungibile dal vano toilette attraverso un passaggio da 180×49 cm, la doccia separata misura 78×53 cm, offre rivestimento integrale in termoformato, colonna attrezzata con portaoggetti e sedile, separazione tramite una porta in metacrilato apribile a libro, piletta di scarico da 2 cm, illuminazione tramite uno spot a led e aerazione mediante un oblò da 25×25 cm a soffitto.

 

Zone letto e armadi

Posizionato anteriormente, il matrimoniale basculante è forse l’elemento che caratterizza maggiormente il T-Line.

Si tratta, infatti, di un letto da 192×140 cm dotato di movimentazione manuale e servito da un materasso in gommapiuma da 10 cm di spessore sistemato sulla consueta rete a doghe.

Quando non utilizzato, il letto lascia sotto a sé un’altezza utile di 184 cm. Una volta abbassato, può però essere regolato in due differenti posizioni: a metà altezza, con piano a 161 cm da terra, il letto vanta un cielo utile minimo di 49 cm, mentre è interessante notare come sotto al letto, in corrispondenza del living, rimangano disponibili 140 cm.

Questo valore, se confrontato con quello delle sedute (56 cm), rende possibile un utilizzo quanto meno parziale della zona soggiorno, permettendo così ad almeno due persone di poter fare colazione senza dover movimentare il letto basculante.

Coloro che, invece, non sono interessati a questa possibilità, possono abbassare il basculante fino a 147 cm da terra: in questo caso gli occupanti dello stesso beneficeranno di un cielo medio di 63 cm (max 88 cm) mentre sotto al letto rimarranno liberi 126 cm.

Il letto, la cui movimentazione porta con sé i sottostanti pensili, è corredato dalla classica tenda di cortesia e da due spot led orientabili. A disposizione degli occupanti sono previsti anche due pratici vani portaoggetti a giorno, uno per lato (80×12 cm), mentre l’aerazione è affidata al sun-roof integrato nel cupolino anteriore (64×65 cm).

Sotto al basculante, anche il living può essere trasformato in un letto matrimoniale da 216×120 cm: l’allestimento richiede l’abbassamento del tavolo (precedentemente ampliato) e l’inserimento di un asse aggiuntivo a colmare la distanza tra la panchina frontemarcia e il divano laterale. Questa componente, ospitata nell’armadio guardaroba, ha il compito di sorreggere uno dei due cuscini aggiuntivi necessari a completare l’operazione. In totale sono quindi 7 gli elementi coinvolti.

Decisamente più comodo e agevole è lo sfruttamento del matrimoniale trasversale posteriore. Posizionato al di sopra del garage, si trova a 127 cm di altezza: per ovviare al dislivello, oltre allo scalino di 8 cm che caratterizza la parte posteriore del veicolo, i tecnici Roller Team hanno creato un ulteriore scalino da 29x40x41 cm posizionato alla destra del letto, alla base dell’armadio guardaroba.

Il matrimoniale posteriore, che vanta un cielo utile di 75 cm, è dotato di materasso in gommapiuma da 10 cm di spessore, rete a doghe e misura 214×134/117 cm.

Servito da quattro spot led (due fissi, a soffitto, e due orientabili a parete), beneficia di due finestre (posteriore da 113×25 cm e laterale da 63×25 cm), oblò a tetto (40×40 cm), bocchetta del riscaldamento dedicata, testata imbottita, tenda di separazione ed è sormontato da tre pensili (ognuno da 67x22x34 cm) inseriti trasversalmente in coda.

Come detto, il matrimoniale posteriore può essere richiesto abbinato al sistema di regolazione manuale dell’altezza Flex-Space (700 €).

Posizionato tra toilette e matrimoniale posteriore, infine, l’armadio guardaroba misura 70x51x120 cm ed è servito da un’anta da 115×44.5 cm.

Dotato di bastone appendiabiti e supporto interno per ospitare la prolunga necessaria alla formazione del letto matrimoniale del living anteriore, sovrasta il vano gas.

Dislocazione impianti

Dati tecnici

Roller Team T-Line Garage
Dimensioni e posti
Tipologia Profilato
Dimensioni 738x231x280 cm
Posti omologati 5 (sia con motore da 2.3 che da 3.0 litri)
Posti letto 6
Posti frontemarcia con
cintura di sicurezza
4+1 contromarcia
Autotelaio
Meccanica Fiat Ducato 35L con telaio ribassato CCS
Passo 403.5cm
Sbalzo anteriore 94.8 cm
Sbalzo posteriore 239.7 cm
Motorizzazione base 2.3 Multijet – 130 cv
Motorizzazione opzionale 3.0 Multijet Power – 157 cv
Trazione anteriore
Accessori di serie Comfort Pack (Carreggiata maggiorata, Fix&Go, pneumatici extraserie camping. chiusura centralizzata cabina con telecomando, alzacristalli elettrici, cristalli atermici, ABS, AIR BAG conducente, sedile conducente e passeggero con regolazione longitudinale, schienale reclinabile e doppio bracciolo, sedile guida regolabile in altezza, paraurti verniciato. Solo per i veicoli con sedili girevoli: sedile passeggero regolabile in altezza. Solo per veicolo 3.0MJ: batteria maggiorata.)
Massa complessiva a pieno
carico kg
3500
Tara kg 2836 (versione 2.3 l 130 cv comprensiva di climatizzatore manuale)
Portata utile kg 664
Scocca
Carrozzeria Scocca a pannelli sandwich. Pareti EXPS con rivestimento esterno in vetroresina, coibentazione in Styrofoam, struttura interna in estruso plastico. Parte inferiore delle pareti rivestita internamente in estruso plastico antinfiltrazioni, parte superiore in multistrato nobilitato. Pavimento sandwich multistrato/polistirolo/multistrato/linoleum. Garage posteriore con rivestimento esterno in vetroresina, interno in alluminio con rinforzo per cavalletto moto. Tetto sandwich vetroresina/polistirolo/multistrato, cupolino anteriore in vetroresina. Cantonali misti abs/alluminio, bandelle, calate e raccordi in abs.
Spessori
pavimento/pareti/tetto mm
75/31/31
Garage Vano posteriore da 215×117/104×124 cm accessibile tramite due portelli simmetrici da 113×97 cm. Soglia di carico situata a 55.5 cm da terra. Fondo interno in alluminio, con rinforzo centrale per cavalletto moto, illuminazione interna tramite due plafoniere alogene, riscaldamento tramite una bocchetta. Portata massima 100kg, accesso interno tramite porta scorrevole (87×32 cm).
Porte e
finestre
Porta cellula Metallarte con finestra fissa, oscurante plissettato, serratura di sicurezza e controstampo interno in abs. Mantenimento tramite fermo a pressione. Gradino interno in abs con piano rinforzato in alluminio. Sei finestre Seitz Dometic S4, cinque apribili a compasso, una scorrevole; sunroof panoramico integrato al cupolino, cristallo apribile cm 63×56. Tre obò a tetto: un Midiheki da 70×50 cm sulla cucina, un oblò da 40×40 cm sul letto posteriore e uno da 25×25 nella doccia.
Impiantistica
Gas Vano esterno per una bombola da 15 kg, ganci fermabombola.
Riscaldamento e boiler Riscaldamento Eberspaecher Airtronic D4 Camper Plus da 3.5kW a gasolio installato nel sottoscocca, canalizzazione dell’aria calda tramite 9 bocchette. Boiler Truma ad accumulo alimentato a gas.
Elettricità Batteria supplementare opt. Trasformatore e caricabatteria Airsilicii ALBK 20 installato all’interno della base sedile guida. Pannello di comando NorElettronica a led. Due prese a 12v, quattro a 220 V; illuminazione interna a led.
Acqua Serbatoio acqua potabile 100 litri interno e parzializzabile a 50 litri in caso di equipaggio al completo. Pompa acqua Shurflo SUK 0224, raccorderie miste tipo John Guest e fascette. Rubinetti inox monocomando, pilette di scarico da 35 mm (20 per la doccia) di cui quella della toilette munita di sifone ispezionabile. Serbatoio di recupero esterno litri 108, valvola di scarico esterna. Wc Thetford C250 17.5 litri.
Prezzi e accessori
Prezzo base Euro 49.990
Prezzo esemplare provato
Comprensivo di: climatizzatore motore (€ 1.390 ), zanzariera porta cellula (€ 250), tappezzeria interna cappuccino (€ 250). Totale veicolo in CamperOnTest € 51.880
Il nostro giudizio
Costruzione
Meccanica di base
Fiat Ducato 35L con telaio CCS. Comfort Pack di serie
Sicurezza
Di serie ABS ed airbag guida.
Volumetria e masse
Passo lungo ma sbalzo consistente. Equilibrio pesi corretto.
Scocca e materiali
Scocca a pannelli sandwich con nuovo sistema EXPS. Rivestimento esterno in vetroresina, coibentazione mistra polistirolo/styrofoam con assenza di regoli interni in legno. Esterno garage in vetroresina, bandelle e raccordi in abs, cantonali misti abs/alluminio.
Assemblaggio e rifiniture
Rifiniture piuttosto curate con assenza di sigillature a vista. Accoppiamento delle parti abbastanza preciso
Componentistica
Finestre Dometic S4, porta di ingresso Metallarte, portelli gavoni con telaio in alluminio e serrature di qualità.
Impianto idrico
Serbatoio acqua potabile interno, pompa acqua di qualità e rubinetti inox monocomando. Autonomia nella media, buon bilanciamento tra capacità di carico e recupero. Peccato per la mancanza del sifone in cucina e per la scelta di fornire la coibentazione delle tratte esterne e il riscaldamento del serbatoio di recupero solo come optional.
Impianto elettrico
Batteria supplementare non fornita. Trasformatore/caricabatterie Airsilicii, pannello di comando semplice e intuitivo ma un po’ economico. Illuminazione interna a led, buona disponibilità di prese interne.
Gas
Vano per una bombola da 15 kg. Dato il riscaldamento a gasolio, non previsti Duocontrol e Secumotion.
Riscaldamento
Eberspaecher Airtronic D4 Camper Plus con nove bocchette distribuite in tutto il veicolo. Peccato per le (lunghe) tratte esterne che causeranno inevitabilmente dispersioni di calore.
Mobilio e arredamento
Mobilio moderno e con stile personale. Buona la qualità della componentistica, con cassetti a richiamo automatico e dotati di chiusura centralizzata. Non mancano le guarnizioni antivibrazioni. Spicca l’assenza delle paretine anticondensa (presenti solo su parte del living) e delle aerazioni anticondensa nel mobilio.
Cuscini, materassi e tappezzeria
Cuscini comodi e consistenti disponibili in cinque varianti di tonalità e tessuto. Sedute comode ed ergonomiche, letti dotati di materassi di buono spessore sistemati su reti a doghe.
In viaggio
Facilità di guida
Veicolo di grandi dimensioni con sbalzo posteriore pronunciato. Ottima visibilità anteriore e laterale.
Comodità dei posti a sedere
Poltrone anteriori originali dotate di fodere coordinate e braccioli, divano posteriore comodo. Quinto posto contromarcia non comodissimo anche se facile da allestire.
Panoramicità
Ottimale per chi viaggia in cabina di guida, buona anche per il terzo e il quarto posto che godono di un’ottima visibilità frontale e laterale.
Climatizzazione
Il climatizzatore motore è solo opzionale. In viaggio è però possibile sfruttare il finestrino scorrevole del divano destro. In inverno, l’impianto di riscaldamento a gasolio è utilizzabile in marcia.
In sosta
Living
Ampio e accogliente, può ospitare senza problemi sei o sette persone grazie anche al tavolo ampliabile e traslabile. Questo, tra l’altro, adotta un pregevole sistema di ampliamento con piano centrale affiorante facile da manovrare anche con basculante abbassato.
Letti
Basculante anteriore di dimensioni corrette e regolari, tenda di cortesia, materasso da 10 cm e rete a doghe. Grazie alla doppia possibilità di regolazione, può consentire anche l’utilizzo almeno parziale del sottostante living. La porta di ingresso, invece, rimane sempre e comunque agibile. Migliorabile invece il sistema di movimentazione, un po’ impacciato.
Il matrimoniale posteriore si restringe verso il lato destro. Attenzione alla posizione delle finestre, molto vicine al materasso, e a quella della bocchetta del riscaldamento.
In cucina
Piano cucina lineare e ben fruibile, con lavello e fornello di qualità. Ottime la disponibilità e l’organizzazione degli spazi di stivaggio, ampi e numerosi, e l’aerazione, con finestra, maxioblò e cappa aspirante. Non manca il frigo di grandi dimensioni, sormontato da un comodo piano d’appoggio, mentre il forno è opzionale. Si sente solo l’assenza di un piano di lavoro.
Toilette
Non enorme, ma sufficientemente ampia e ben fruibile, abbina stile e funzionalità. Wc comodo e ben posizionato, lavabo in metacrilato estremamente elegante. diversi vani di stivaggio inferiori e superiori, due specchi, finestra, presa di corrente.
Doccia
Separata, ha dimensioni corrette, colonna attrezzata e oblò a tetto per lo smaltimento dei vapori. Una sola piletta di scarico
Disimpegni e circolazione nell’abitacolo
Spazioso e ben fruibile, l’abitacolo può accogliere senza problemi anche l’equipaggio al completo. La porta di ingresso, centrale, permette un’ottima gestione degli accessi. La zona posteriore, dedicata ai servizi, è larga e non presenta il classico effetto corridoio.
Capacità di stivaggio
Buona per un equipaggio di quattro persone, grazie a quattro pensili anteriori, tre posteriori e una cassapanca libera a cui si aggiungono i numerosi spazi disponibili nel blocco cucina. Se si viaggia in cinque si perde una cassapanca e l’armadio guardaroba inizia a diventare un po’ “giusto”.
Gavoni e garage
Garage posteriore ampio e regolare, ben sfruttabile anche per il carico di bici o moto, a patto, però, di non eccedere oltre i 100 kg previsti dal costruttore. Ottima la presenza di doppia illuminazione e di due portelli simmetrici. L’accesso dall’interno non è tra i più ampi ma è comunque funzionale.
Gestione del veicolo
Capacità di carico e portata utile
Il veicolo in test, completo di climatizzatore motore, pesa a vuoto 2836 kg. Un valore eccellente considerata la lunghezza del veicolo.
Autonomia
Capacità dei serbatoi nella media. L’autonomia elettrica dovrà gestire al meglio i consumi dell’impianto di riscaldamento a gasolio; bene l’illuminazione a led.
Facilità di manutenzione
Tranne il riscaldatore autonomo Eberspaecher, posizionato sotto al pianale nell’apposita cassetta metallica, tutte le componenti sono facilmente accessibili.
Rapporto prezzo/prestazioni
Il T-Line Garage rimane, con motore da 2.3 litri, sotto la soglia psicologica di 50.000 €. Per questa cifra offre spazi ampi e ben vivibili, servizi ben sviluppati, living accogliente e buona capacità di carico. Anche attingendo ai pacchetti di accessori, le tariffe rimangono interessanti.

Legenda

Inadeguato
Da migliorare
Adeguato alla classe di costo
Buono, assicura fruibilità e soddisfazione agli utilizzatori
Eccellente, difficile trovare di meglio


Ci ha particolarmente convinto…

L’abitabilità interna è correttamente dimensionata per quattro persone, tanto da non far rimpiangere i maggiori spazi offerti dai tradizionali mansardati. Il living anteriore è grande e ben concepito, con almeno sei posti a sedere disponibili e un tavolo che, grazie a un sistema di ampliamento solitamente adottato da veicoli appartenenti a fasce di prezzo superiori, appare ben fruibile e raggiungibile da tutti i commensali. Ottima la qualità delle sellerie e la comodità dei divani, molto ben imbottiti e mantenuti in sede da velcro estremamente efficace. Allo stesso modo, è da segnalare l’adozione delle reti a doghe per tutti i letti fissi, basculante compreso. Proprio questo è uno degli elementi più interessanti, grazie alla possibilità di essere bloccato a due diverse altezze privilegiando così il riposo notturno o consentendo un contemporaneo utilizzo di parte del living. Da notare, poi, che il basculante anche quando abbassato non ostruisce la porta di ingresso.

La costruzione del mobilio è piuttosto accurata, con maniglie e pistoncini di mantenimento in acciaio inox. Da notare la pregevole presenza di guarnizioni antivibrazioni, cassetti con richiamo automatico e chiusura centralizzata con tanto di chiave. Il blocco cucina, pur privo di piano di appoggio, è razionale e ben sfruttato, con grandi spazi di stivaggio differenziati e ben organizzati. Semaforo verde anche per la toilette e la doccia separata, sufficientemente fruibili e ben rifinite. Pregevole l’illuminazione interna, interamente a led, così come è intelligente la scelta di fornire, di serie, luce esterna e due plafoniere nel garage posteriore, una per lato. Questo vano, in particolare, appare capiente e ben sfruttabile, con dimensioni regolari e rifiniture corrette seppure in presenza di una portata massima piuttosto limitata. Per quanto riguarda la scocca, l’adozione delle nuove pareti EXPS assicura una marcia in più al veicolo dal punto di vista della coibentazione e della resistenza agli agenti atmosferici, il tutto senza aumentare la tara del veicolo che, sull’esemplare provato, dotato di motore da 130 cv, si è fermata a soli 2836 kg. Un risultato davvero notevole per un veicolo da quasi sette metri e mezzo.

Riteniamo migliorabile…

La nuova scocca coibentata tramite styrofoam assicura, oltre a una maggiore resistenza, un migliore isolamento, ottima caratteristica per chi è alla ricerca di un veicolo da utilizzare tutto l’anno. A fronte degli interventi migliorativi circa la coibentazione, però, appare rischiosa la scelta di sviluppare buona parte dell’impianto di riscaldamento nel sottoscocca, con diversi metri di canalizzazioni esterne e non coibentate e che, inevitabilmente, cederanno parte del calore prodotto dal pur potente bruciatore Eberspaecher a gasolio. Inoltre, il condotto di aspirazione dell’aria comburente è piuttosto esposto e, pertanto, facile preda di sporcizia, soprattutto in viaggio. Sempre all’esterno, stona la disponibilità solo opzionale del riscaldamento del serbatoio di recupero e della coibentazione delle relative tubazioni di raccordo.

All’interno, le pareti anticondensa sono appannaggio del solo divano a L e meriterebbero di essere estese anche al letto matrimoniale posteriore. Questo, in particolare, risente di una dimensione in larghezza piuttosto contenuta sul lato destro, mentre appaiono migliorabili sia il posizionamento della finestra laterale, lato strada e a stretto contatto con i cuscini di chi vi dormirà, sia quello della bocchetta del riscaldamento, posizionata in modo forse troppo diretto verso la testa degli occupanti.  La manipolazione del letto basculante, oltre a richiedere un certo sforzo sia in salita che in discesa, è piuttosto delicata. Migliorabile, sempre in questo ambiente, l’aerazione del letto, demandata interamente al sun-roof anteriore. In cabina di guida, infine, la scelta di non adottare la classica tenda a giro ma una tenda plissettata da fissare tramite bottoni automatici appare un po’ anacronistica.

In conclusione

Profilato di dimensioni importanti, il T-Line Garage, insieme al 255, segna l’ingresso di Roller Team nel campo dei profilati con letto matrimoniale basculante, tipologia in forte ascesa e presidiata da un numero crescente di costruttori. Pur scegliendo di posizionare i nuovi T-Line nella combattuta fascia media del mercato, quella che rimane sotto la soglia psicologia dei 50.000 Euro, l’azienda di San Gimignano è riuscita a caratterizzare in maniera efficace i nuovi arrivati inserendoli correttamente nel solco già tracciato dagli apprezzati Granduca e Granduca P. In particolare, il T-Line Garage rappresenta forse una sintesi tra le rispettive versioni Garage di queste due gamme, offrendo maggiore spazio e possibilità del classico profilato senza però ricorrere alla voluminosa mansarda dell’autocaravan. Seppur leggermente diverso a livello di disposizione interna, con cucina e toilette invertite rispetto ai Granduca, il T-Line Garage ne assume lo stile interno, moderno e anticonformista, mentre la veste esterna è leggermente semplificata, soprattutto nella parte posteriore. Veicolo di grandi dimensioni, può offrire un abitacolo ben sviluppato, in cui l’unico appunto è per la larghezza del letto posteriore, un po’ risicata sul lato destro. La vera caratteristica di questo veicolo è però data dal letto anteriore basculante, ampio e regolare che, oltre a offrire una doppia possibilità di arresto consentendo quindi un contemporaneo utilizzo almeno parziale del sottostante living, non ostruisce la porta di ingresso. Sviluppato in maniera intelligente, il basculante necessita tuttavia di qualche piccolo affinamento nel sistema di movimentazione.

Qualche perplessità, inoltre, è fornita dalla scelta di sviluppare una parte significativa degli impianti esternamente, nel sottopavimento, soprattutto nel caso di utilizzo invernale del veicolo, mentre le nuove pareti laterali EXPS, coibentate con styrofoam e prive di intelaiatura perimetrale in legno rappresentano un significativo plus dell’allestimento al pari dell’illuminazione interna esclusivamente a led.


Riferimenti e contatti del costruttore

Roller Team
Trigano S.p.A. – Loc. Cusona, 5037 San Gimignano (Siena).
Tel. +39 0577 6501 Fax +39 0577 6502200
www.rollerteam.it


Fotogallery

Si ringrazia per la gentile collaborazione Lusso Caravan
Via Valle Grana 18 – San Rocco di Bernezzo (CN)
Tel. 0171 687043 – Fax 0171 687528 – E-mail: info@lussocaravan.it
www.lussocaravan.it

Michel

Comments are closed.