October 23, 2020

Specializzata nel campo della localizzazione satellitare, MnM Srl, azienda proprietaria del marchio Mobisat, propone il nuovo GPS Tracker M 102 Pro, localizzatore multifunzione in grado di offrire elevate prestazioni sia come antifurto satellitare che come assistente personale e portatile in grado di seguire il proprietario ovunque e in qualunque tipo di attività rendendolo facilmente raggiungibile e localizzabile; il tutto senza alcun canone da pagare.

Di dimensioni estremamente ridotte, può essere installato con grande facilità in ogni veicolo, oppure sistemato nella tasca di una giacca o di un pantalone qualora si abbia necessità di usarlo come localizzatore personale, ad esempio durante un’escursione in montagna.

A conti fatti, però, il GPS Tracker M 102 Pro assolve molte altre funzioni: oltre a essere un sistema antifurto per veicoli e di sicurezza e protezione personale (magari con esigenze particolari), offre un servizio per la gestione di flotte di veicoli o persone completamente gratuito, la localizzazione di gruppi di persone o semplici individui (magari con esigenze particolari), è un antifurto per apparecchiature di valore, consente una tracciatura dei percorsi (utile nel caso di flotte a noleggio, ma anche nel caso di spedizioni di merci), può essere utilizzato durante attività sportive, applicato al collare su animali per ricerca e, infine, costituisce un valido alleato durante attività di investigazione professionale o personale.

Caratteristiche tecniche

L’M 102 Pro è un dispositivo Tri-Band GSM/GPRS (900/1800/1900 MHz) dotato di chip GPS Sirfstar 3, modulo GPS Simcom, processore ARM9, slot per scheda di memoria micro SD, ricevitore GPS con 20 canali paralleli e alimentabile sia da rete fissa (nel caso di installazioni permanenti), sia da apposite batterie agli ioni di litio, ricaricabili (sia a 220 che a 12V) che assicurano un funzionamento in stand-by di 48 ore.

Di dimensioni compatte (4.4×6.3×2.4 cm), l’M 102 Pro ha un peso contenuto in 50 grammi, può funzionare in un range di temperature tra -20 e + 55°C ed è dotato di antenna GSM e GPRS interna che ne permettono la localizzazione ovunque sulla superficie terrestre con una accuratezza di 5 metri.

Non mancano poi alcune interessanti funzioni: sono presenti, infatti, un tasto SOS, utile per lanciare l’allarme, e un microfono incorporato.

Il GPS Tracker M102 Pro necessita dell’inserimento di una comune SIM card telefonica: questa può essere prepagata, in abbonamento o anche una comune SIM dati. L’importante, però, è che sia di un operatore tra Tim, Vodafone e Wind: non è possibile, infatti, l’utilizzo di schede del gestore 3 o di altri operatori che sfruttano la banda H3G.

Come funziona

Una volta inserita la SIM card nel retro dell’apparecchiatura, è sufficiente collegare la batteria o, nel caso di installazione permanente, l’alimentazione (il cavo è fornito nella dotazione), per avviare il GPS Tracker. Al fine di avere la piena funzionalità dell’apparecchio, la scheda non deve presentare alcun codice PIN. E’ bene assicurarsi, prima di inserire la SIM, che questa condizione sia soddisfatta.

Una volta inserita la batteria, l’M 102 Pro inizia a ricercare la connessione dei satelliti: l’operazione è facilmente osservabile attraverso la spia led verde che emette lampeggi particolarmente frequenti. Per la prima installazione si consiglia di portare l’apparecchiatura all’aperto, in un luogo libero da ostacoli (alberi, palazzi, costruzioni in genere). In condizioni normali, il GPS Tracker impiega pochi secondi a individuare la propria posizione: quando raggiunta, questa condizione è segnalata da un diverso lampeggio del led verde, più lento.

Da questo momento in poi, l’apparecchio è in funzione e inizia a seguire in tempo reale il veicolo a bordo del quale il GPS è posizionato: le dimensioni e il peso, particolarmente ridotti, lo rendono facilmente trasportabile e occultabile in ogni parte del veicolo, senza che questo abbia ripercussioni sulla sua capacità di ricezione del segnale e di invio dei dati. Proprio per questa caratteristica, l’M102 Pro è ideale per essere un vero e proprio segugio digitale, adatto ad accompagnarci ovunque con la certezza di essere trovati ovunque se questo fosse necessario, anche e soprattutto qualora dovessimo trovarci in una situazione di emergenza.

Per avere tutte le informazioni riguardanti la posizione del GPS Tracker e, di conseguenza, della persona o del veicolo a lui abbinati, non occorre fare altro che chiamare, attraverso un telefono in grado di ricevere SMS, il numero della SIM inserita nel localizzatore satellitare. Una volta composto il numero, dopo un solo squillo la comunicazione sarà interrotta (nessuna spesa sul proprio telefono cellulare) e in un tempo variabile tra pochi secondi e uno o due minuti al numero di telefono che ha chiamato sarà inviato un messaggio tipo questo:

lat: 45.741330N long: 7.37295E speed: 32.65 12/04/11 14.22 F3.99V,0, Signal:F imei:353787031680584 04 222 10 2750 AF71.

Si tratta, come è facile immaginare, di tutte le informazioni necessarie all’individuazione della posizione del localizzatore al momento della chiamata: oltre alla latitudine e alla longitudine (lat e long), sono indicate la velocità media di marcia (Speed), la data e l’ora del rilevamento, il livello di carica della batteria (F3.99V), lo stato della batteria (0 non in carica, 1 in carica), il livello di segnale del GPS (F- full, L – low), il numero seriale IMEI, il numero di satelliti agganciati (04) e diverse altre informazioni tra cui il Mobile Country Code, il Mobile Network Code, il Location Area Code e il Cell ID.

Per verificare la posizione segnalata dal localizzatore, è sufficiente recarsi su Google Maps (http://maps.google.it) e inserire le coordinate per poter verificare, sia su cartografia che su fotografie satellitari, l’esatta posizione del veicolo. Inoltre, chi possiede un telefono in grado di collegarsi in internet potrà vedere la posizione del mezzo sulle mappe di Google direttamente sul cellulare, oltre all’indicazione testuale della via, del n. civico e della località.

Il Mobisat M 102 Pro è dotato di svariate altre funzioni, facilmente utilizzabili registrando un Power User (ovvero creando un account di gestore del sistema) che potrà configurare il dispositivo secondo le esigenze di un massimo di quattro amministratori.

Il sistema, infatti, è dotato delle funzioni

  • SOS
  • Allarme movimento
  • Shocksensor
  • Recinzione geografica
  • Allarme velocità
  • Sorveglianza ambientale
  • Gestione flotte
  • Allarme batteria scarica

Una volta creati gli account del Power user e degli altri utenti, in caso di necessità, premendo l’apposito pulsante SOS per circa un secondo, l’M 102 Pro lancerà un allarme contenente le informazioni sulla posizione satellitare dell’apparecchio a tutti i numeri di telefono selezionati durante la registrazione degli account.

Per quanto riguarda l’allarme movimento, è possibile chiedere al GPS Tracker di registrare l’ultima posizione raggiunta (ad esempio il parcheggio). Nel caso in cui la posizione, che viene rilevata in tempo reale, cambi, l’M 102 Pro invierà un messaggio contenente l’allarme e la nuova posizione rilevata. Il tutto avviene solitamente in tempi piuttosto celeri, mediamente entro un km dalla posizione originaria.

Il GPS Tracker, poi, è dotato di un sensore antishock con 10 livelli di sensibilità regolabili dall’utente: tutto ciò consente, in caso di furto, di essere avvertiti immediatamente al verificarsi di qualsiasi manomissione del veicolo, prima ancora che questo possa essere messo in moto e prelevato.

Allo stesso modo, questa funzione è particolarmente utile in caso di incidente stradale, con l’apparecchio che, rilevato un urto violento, invierà l’allerta ai numeri registrati in memoria.

Chi desidera utilizzare il localizzatore satellitare come una vera e propria sentinella troverà molto utile la funzione di recinzione geografica, ovvero con il delineamento di una zona geografica da cui il GPS non potrà uscire: nel caso ciò accada, l’apparecchio invierà istantaneamente l’allarme ai numeri memorizzati. Stesso procedimento è previsto per l’allarme velocità: è sufficiente impostare un limite oltre il quale il veicolo su cui il GPS è montato per ottenere la segnalazione in caso di superamento dello stesso. Queste funzioni, come è immaginabile, sono particolarmente utili per tenere sotto controllo veicoli a noleggio.

Un altra funzione è rappresentata dalla Sorveglianza Ambientale: l’apparecchio, infatti, è dotato di un microfono integrato. Grazie a questo, una volta impostata da Power User la modalità “monitor”, sarà possibile chiamare il numero della SIM inserita nel localizzatore per instaurare una comunicazione, in solo ascolto anonimo e totalmente silenzioso, con l’apparecchio e l’ambiente circostante a questo.  Una funzione particolarmente utile in caso di furto per non perdere mai contatto con il proprio veicolo e, magari, capire qualcosa di coloro che lo hanno sottratto.

Infine, ma non per importanza, l’M 102 Pro include una licenza illimitata e gratuita per il servizio online di gestione flotte di Mobisat grazie al quale è possibile visionare in tempo reale ogni spostamento del veicolo, consultarne il percorso storico effettuato, visualizzare il percorso sulle mappe di Google ma anche ottenere una reportistica avanzata comprendente i km percorsi, i tempi di guida/sosta…

Alla prova

Abbiamo provato il GPS Tracker M 102 Pro in diverse situazioni, utilizzandolo in viaggio come in sosta e abbinandolo a diversi veicoli: camper, certamente, ma anche automobili, moto e persone. Ecco come è andata.

Per motivi di opportunità (la necessità di verificare il prodotto in più condizioni di utilizzo possibili), abbiamo scelto di alimentare il Tracker tramite le batterie agli ioni di litio fornite in dotazione. Ricaricabili sia a 12 che a 220V, grazie agli appositi caricabatterie in dotazione, offrono un’autonomia in stand-by di circa 48 ore.

Quando posizionato a bordo di un veicolo, il Tracker può essere ricaricato sia collegando il caricabatterie all’apposita presa accendisigari (fornita di serie), sia collegando direttamente questa all’apparecchio: in questo modo, anche a fronte di un utilizzo medio del veicolo, le batterie dell’M 102 Pro saranno sempre sufficientemente cariche.

Il modulo devrebbe essere posizionato con la parte superiore (che contiene l’antenna GPS) verso l’alto, in una zona libera da lamierati della carrozzeria. Nessun problema, invece, per cristalli o parti in vetroresina. Per verificare la ricezione del segnale GPS e la capacità di invio dei segnali di allarme, abbiamo scelto diversi punti per posizionare il localizzatore, alcuni anche volutamente molto nascosti e poco invitanti a un controllo da parte di eventuali malintenzionati. Come si evince dalle foto, abbiamo nascosto l’M 102 Pro in alcuni vani a cruscotto (posizione comoda per la ricarica in marcia), in diversi armadietti interni (cassetti cucina, stipetti toilette), ma anche in vani tecnici di difficile accesso (all’interno del doppio pavimento, nei vani dedicati a bombole del gas e impianto idrico) pensando, a torto o a ragione, che un eventuale malintenzionato, dovendo scegliere di forzare una serratura per penetrare nel veicolo, difficilmente potrebbe scegliere quella dello sportello del wc!

Abbiamo quindi provveduto a verificare se il localizzatore, anche quando inserito in ambienti particolarmente nascosti e situati all’interno dell’abitacolo, fosse raggiungibile telefonicamente e in grado di restituire in tempi celeri le coordinate corrette del veicolo in movimento, ottenendo sempre riscontri  nei tempi previsti.

Durante tutti i tentativi il livello delle batterie, per quanto nuove e ancora poco allenate a fornire le massime prestazioni, è sempre stato sufficiente a garantire la piena operatività dell’apparecchio, anche quando, avvicinandosi le fatidiche 48 ore garantite, la loro carica avrebbe dovuto esaurirsi.

Non contenti del test effettuato abbiamo voluto provare il Tracker in automobile, in scooter (inserendolo nel vano sottosella), ma anche a piedi e durante una escursione in bicicletta, ottenendo sempre un buon riscontro in termini di prestazioni.

Coloro i quali, alla portabilità del localizzatore preferiscono una installazione fissa con tanto di impianto di alimentazione del localizzatore, apprezzeranno la presenza, nel kit Mobisat, dei cablaggi predisposti alla realizzazione dell’impianto: sarà sufficiente collegare i due poli alla rete a 12V del veicolo perché l’energia di questo (opportunamente regolata dal trasformatore incluso nel cablaggio) alimenti il Tracker facendolo diventare parte integrante del camper, dell’auto o dello scooter.

Un ultima considerazione riguarda il libretto di istruzioni, sufficientemente chiaro e facile da seguire nelle varie operazioni di configurazione e utilizzo dell’M 102 Pro.

Riferimenti e contatti del costruttore

Mobisat – Localizzazione Satellitare – MnM S.r.l.
Via Ascanio Sforza, 79 – 20141 Milano
N. verde: 800.144.983 (solo da rete fissa)
Tel. (+39) 02 36584241 – Fax (+39) 02 99989326 – E-mail info@mobisat.it
www.mobisat.it

Fotogallery

Michel

Comments are closed.