December 7, 2019

Ad Altomonte (CS), dal 13 al 15 maggio, 5ª edizione della Gran Festa del Pane, una tre giori dedicate al Principe della tavola

La manifestazione, ideata dal noto imprenditore, nonché assessore al Turismo del comune di Altomonte Vincenzo Barbieri e dall’agronomo ed esperto in analisi sensoriale Walter Cricrì e fortemente voluta dall’amministrazione comunale capeggiata da Gianpietro Coppola, sarà realizzata in collaborazione con l’I.N.A.P. (Istituto Nazionale Assaggiatori di Pane) e con l’Officina delle Idee, con il supporto organizzativo della Pro Loco cittadina e con il contributo della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza, dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, della C.C.I.A.A. di Cosenza, del GAL Valle Crati e di importanti sponsor privati.

Dopo il grande successo dell’edizione 2010, l’evento, divenuto in pochi anni uno degli appuntamenti più caratteristici della ricchissima offerta culturale e turistica del comune dell’Esaro, quest’anno sarà ispirato al 150° anniversario dell’Unità d’Italia e prevede numerosi appuntamenti in programma nel centro storico di Altomonte, che per l’occasione sarà letteralmente invaso da stand espositivi (che vedranno la partecipazione di numerosi produttori locali e di alcune rappresentanze delle città aderenti alla “Associazione Città del Pane”, di quelle annoverate tra i “Borghi più Belli d’Italia” e delle “Città Slow”, che esporranno e faranno assaggiare le loro specialità e i prodotti di eccellenza) e sarà visitabile gratuitamente grazie ai percorsi guidati nel borgo alla ricerca delle tipicità gastronomiche del luogo – tra “Forni Accesi” e “Catui Aperti” – a cura della Pro Loco cittadina.

Nella giornata di venerdì 13 maggio, dedicata alla “Lievitazione Nazionale”, dopo la cerimonia di apertura della manifestazione (prevista per le ore 10), che vedrà la partecipazione degli Sbandieratori di Carovigno, nel Salone Razetti si svolgerà l’importante convegno tecnico realizzato in collaborazione con la C.c.i.a.a. di Cosenza (Confcommercio e Confesercenti, Confindustria e Confapi, Confartigianato e Cna, Confagricoltura, Coldiretti, Cia e Uci e Confcooperative) dal tema “Il Pane tra grande distribuzione organizzata e nuova legislazione”, al quale parteciperanno Tamodeco Parisio (direttore Confagricoltura Cosenza), Francesco Barbarossa (presidente Cia  Cosenza), Roberto Torchia (vicepresidente Coldiretti Calabria), Luigi Guarnieri (delegato Uci Cosenza), Renato Pastore (presidente Confindustria Cosenza), Pietro Tassone (presidente Confcommercio Catanzaro e rappresentante Assipan), Massimo Barbieri (direttore commerciale Mc Donald’s Italia), Paolo Arena (brand ambassador Mc Donald’s Italia) e Antonio Gatto (presidente Despar).

A seguire, subito prima dell’inaugurazione della mostra fotografica “La storia del Pane” (realizzata in collaborazione con l’Archivio di Civiche Raccolte Grafiche e Fotografiche di Milano), in un gioioso fermento di scolaresche provenienti da tutta la provincia, si darà il via all’appuntamento “Piccoli Fermenti”, nel corso del quale a tutti i “piccoli fornai” intervenuti verrà data la possibilità di mettere in pratica le proprie fantasie panarie, con la consegna finale, ad ognuno dei partecipanti, di un attestato come “Scultore del Pane”.

Alle 16, poi, presso Palazzo Battaglia, già sede del “Museo del Pane”, sarà la volta de “Il Pane: conosciamolo meglio”, approccio alla Valutazione Sensoriale a cura del dr. Walter Cricrì (cui potranno partecipare gratuitamente tutti gli interessati – Artigiani del Pane, appassionati e studenti degli Istituti Alberghieri – previa prenotazione presso l’Uffico Turistico di Altomonte), mentre alle 17 presso Chiostro dei Domenicani verrà inaugurata la mostra “I Pani d’Italia”, con un gruppo di panificatori provenienti da tutta Italia e aderenti alle associazioni di categoria Assipan e Confcommercio, che, grazie anche alla collaborazione dell’Azienda produttrice di forni  per la panificazione Polin, produrranno i 150 Pani dell’Unità, che verranno fatti assaggiare e degustare gratuitamente a cura degli studenti dell’IPSSAR “E. Gagliardi” di Vibo Valentia, coadiuvati dal Prof. Pino Cardamone.

La seconda giornata della manifestazione (sabato 14 maggio), dedicata alla “Lievitazione Naturale”, si aprirà nel segno della danza, con il “Ballo dell’Unità” (balletto al quale prenderanno parte un gruppo di ragazzi provenienti da varie regioni d’Italia, che, sulle coreografie a cura di Brunilde Lato, procederanno ad un ritmato scambio dei pani d’Italia) e sarà seguito dalla rievocazione dello storico incontro tra Garibaldi e Vittorio Emanuele in Piazza Tommaso Campanella, con due donne rappresentanti il popolo di Altomonte, che offriranno ai due cavalieri il pane locale.

Domenica 15 Maggio, terza ed ultima giornata della “Gran Festa del Pane 2011” che sarà dedicata alla “Lievitazione Culturale”, infine, dopo il secondo appuntamento dedicato  ai “Piccoli Fermenti”, nel Salone Razetti si svolgeranno le cerimonie di premiazione dei due concorsi scolastici riservati ai ragazzi delle scuole elementari e delle scuole medie della regione Calabria annessi all’evento: “I bambini Colorano il Pane dell’Unità” e “I Bambini Raccontano il Pane dell’Unità”.

Nel pomeriggio, invece, alle ore 16.30, dopo l’esecuzione dell’Inno Nazionale e i saluti del sindaco di Altomonte Gianpietro Coppola, del prefetto di Cosenza Raffaele Cannizzaro, di Antonio D’Ingianna ed Enzo Barbieri, rispettivamente presidente del consiglio comunale e assessore al Turismo di Altomonte, sempre nel Salone Razetti verrà aperto un dibattito sul tema “Il Pane dell’Unità”, al quale prenderanno parte Giuseppe Gaglioti (presidente C.c.i.a.a. Cosenza), il prof. Giovanni Sole (antropologo Unical), il prof. Ulderico Nisticò (storico e giornalista), il direttore de “Il Quotidiano della Calabria” Matteo Cosenza, l’On. Mario Oliverio (presidente Provincia di Cosenza) e l’On. Michele Trematerra, assessore regionale all’agricoltura e che sarà moderato dall’assessore comunale alla Cultura  Luigi Sparano.

A seguire, prima di una serata che, come le prime due, sarà all’insegna dei percorsi enogastronomici e degli spettacoli musicali, nel Chiostro dei Domenicani ci sarà un concerto di musica risorgimentale a cura degli allievi del Conservatorio di Musica “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza.

Nel corso delle tre giornate della Gran Festa del Pane – che, tra l’altro, si caratterizzerà anche nel segno della solidarietà per la raccolta di fondi fatta dall’Associazione Iride / Insoliti Sguardi sul Mondo in collaborazione con l’associazione italo-senegalese Sunugal per la realizzazione del progetto “Mbooloo mooy dole > L’unione fa la forza” finalizzato al miglioramento della qualità della vita della popolazione del villaggio di Beude Dieng in Senegal – si segnala che oltre alle mostre già menzionate saranno visitabili nel centro storico anche la mostra “I Bambini colorano e raccontano il Pane” e la “Mostra di pani votivi di Salemi” (alcuni artisti panificatori produrranno i pani artistici)  a cura della Pro Loco di Salemi, mentre in Piazza del Vaglio si potranno visitare i mercatini della terra (allestiti in collaborazione con la C.C.I.A.A. di Cosenza), che vedranno la presenza di un gruppo di contadini locali e di contadini limitrofi al territorio di Altomonte che esporranno i loro prodotti e le loro mercanzie, dando la possibilità di acquistare sul posto.

Per maggiori informazioni: www.granfestadelpane.com

Per informazioni sulla sosta camper in zona, fare clic qui.

Cinzia

Comments are closed.