September 21, 2019

Franciacorta slow, da scoprire senza fretta a piedi, gustandone panorami, antichi borghi, prestigiose cantine:
lo propone, il 7-8 maggio, la  Strada del Franciacorta.

Franciacortando – questo il nome della manifestazione – invita gli enoturisti ad abbandonare per un week end le automobili e a esplorare a piedi questo incantevole angolo di Lombardia, vocato per tradizione  alla viticoltura, con cui si identifica il suo prodotto più pregiato, il Franciacorta appunto, re italiano dei vini prodotti con la rifermentazione in bottiglia.
Cinque gli itinerari che  sveleranno ai turisti l’anima più vera e sconosciuta di questa terra: i primi 5, ad anello e percorribili in mezza giornata,  sono tracciati in altrettante differenti zone della Franciacorta.
Il sesto, invece, più lungo e percorribile in più giorni, parte da Brescia ed arriva sul lago d’Iseo: rivolto agli appassionati di trekking, prevede lungo il percorso la possibilità di dormire in agriturismo, albergo, bed & breakfast, villa antica o campeggio.

Gli itinerari toccheranno cantine spettacolari per storia e architettura (dove saranno organizzate degustazioni e visite guidate), abbazie millenarie e santuari, dimore storiche e palazzi, vigneti dalle perfette geometrie,  angoli di natura intatta quali le Torbiere del Sebino, delicato ecosistema di acque e vegetazione palustre unica del suo genere in Europa.
E ancora: caratteristiche trattorie, ristoranti e osterie dove fermarsi per gustare i cibi della tradizione, piccoli laboratori dove acquistare squisiti e genuini prodotti di nicchia realizzati da abili artigiani, distillerie.

In occasione di Franciacortando saranno aperte straordinariamente per i visitatori tutte le strutture associate alla Strada del Franciacorta, sul cui sito si potranno trovare tutte le informazioni utili (www.stradadelfranciacorta.it). Sempre dal sito si potranno scaricare itinerari e indirizzi, che saranno pubblicati anche su un agile pieghevole, a disposizione dei turisti.

Per la sosta camper in zona, fare clic qui.

Cinzia

Comments are closed.