July 16, 2020

Tornata da qualche mese a proporre i propri veicoli anche al mercato italiano, LMC è un nome storico nel mondo dell’abitar viaggiando. Da sempre apprezzata per la buona tecnica costruttiva che ne rende i prodotti utilizzabili in ogni stagione, la factory di Sassenberg propone una gamma di prodotti capace di coprire tutte le tipologie, dalle caravan ai furgoni attrezzati, dai van compatti ai mansardati senza dimenticare i motorhome, recentemente rinnovati e contraddistinti da originali soluzioni tecniche. Il Liberty Explorer I 698G, oggetto di questo CamperOnTest è uno tra i veicoli più appetibili della collezione 2011: lungo poco meno di sette metri, offre la richiestissima pianta con matrimoniale posteriore e garage accoppiandovi un originale sfruttamento degli spazi e un’ampia possibilità di personalizzazione del veicolo senza perdere di vista una corretta portata utile residua.

La meccanica

Il Liberty Explorer I 698 G è allestito sul telaio scudato ribassato del Fiat Ducato 35 Light versione Camping-Car Special con carreggiata anteriore di 181 cm e posteriore allargata a 198 cm. Disponibile sia con motorizzazione 2.3 Multijet Euro 4 da 130 cv che con il più potente 3.0 Multijet Power da 157 cv, quest’ultima abbinabile al cambio automatico sequenziale ComfortMatic, opta per una massa complessiva di 3500 kg e possibilità di guida con patente B. Coloro che sono in possesso di una patente di tipo superiore e desiderano ampliare il margine di carico utile, possono richiedere l’aumento della portata a 3850 kg, scegliendo anche se ordinare il veicolo comprensivo di sospensioni pneumatiche per l’asse posteriore.

Lungo 699 cm, l’I 698G adotta la meccanica torinese con passo da 403.5 cm, ripartendo gli sbalzi tra uno anteriore di 100 cm e uno posteriore di 195.5 cm (pari al 48.4 % del passo). L’altezza del veicolo è contenuta in 270 cm: di questi 198 sono disponibili all’interno (184 in corrispondenza dello scalino anteriore a livello di living e cabina di guida). La larghezza, infine, è di 232 cm, mentre la distanza dal suolo, misurata al centro dei paraurti, è di 24 cm all’anteriore e di 53 al posteriore.

La scocca

L’adozione della meccanica Ducato CCS con telaio ribassato ha permesso di contenere al massimo l’altezza del veicolo, a tutto vantaggio della riduzione dell’impatto frontale, delle prestazioni e dei consumi.

Per questo motivo, il telaio funge direttamente da base per il pavimento, evitando qualsiasi spessore: fissato tramite appositi sigillanti butilici e diverse staffe imbullonate, il pianale conta su un rivestimento inferiore in laminato plastificato a protezione di un foglio in multistrato fenolico da 5 mm, coibentazione in styropor da 30 mm e piano di calpestio interno in linoleum effetto parquet sistemato al di sopra di un secondo foglio di multistrato per uno spessore complessivo di 40 mm.

Il pavimento, che come optional può essere richiesto con isolamento in styrofoam (159 Euro), contiene, nella zona centrale anteriore, un decassamento che, sfruttando gli interstizi del telaio originale, ospita il serbatoio dell’acqua potabile. I tecnici LMC, infatti, hanno creato un contenitore realizzato con un sandwich vetroresina/styropor/legno le cui pareti sono giuntate tramite robusti profili angolari in alluminio che, sistemato in posizione centrale e adeguatamente riscaldato, ospita al proprio interno la riserva idrica in un locale protetto da agenti atmosferici e freddo contribuendo, al contempo, ad abbassare il baricentro. Al fine di aumentare l’altezza utile del vano, internamente, nella stessa zona, è stato creato un doppio pavimento tecnico con luce di 10.5 cm che, raccordandosi con la cabina di guida, consente l’accesso al serbatoio per le necessarie operazioni di pulizia.

Sempre per quanto riguarda il pianale, nella zona del garage posteriore questo è sorretto da due appositi longheroni di rinforzo che, imbullonati al telaio originale Fiat, ne rappresentano la ideale continuazione fino alla coda del veicolo. Fissati alla struttura aggiuntiva, non mancano i piedini di stazionamento a discesa rapida.

Le pareti laterali sfruttano, come rivestimento esterno, un foglio unico di alluminio liscio da 8/10 di spessore: abbinate a 25 mm di isolamento in styropor e a uno strato interno di 4 mm di multistrato fenolico rifinito internamente con melaminico, hanno uno spessore complessivo di 30 mm e, nella parte superiore, grazie all’apposita curvatura, sono raccordate direttamente al tetto senza necessitare di cantonali. Le pareti, dotate della classica struttura interna di rinforzo in legno, possono essere richieste con isolamento in styrofoam (incluso nei veicoli con Winterpaket), mentre è interessante notare come il rivestimento interno in legno, in corrispondenza del blocco cucina, sia sostituito da un pratico e facilmente lavabile laminato in vetroresina. Proprio in questo materiale, inoltre, sono realizzati il rivestimento esterno del tetto, antigrandine e in linea per consistenza e spessori, con le pareti laterali, e gli stampi che costituiscono la parete posteriore e il frontale. Lo specchio di coda, in particolare, è realizzato in un unico elemento monoblocco prestampato che nasconde, dietro a sé, la tradizionale sezione di parete a garanzia di una perfetta coibentazione, mentre il frontale è realizzato sfruttando più stampi, procedimento che rende possibili interventi localizzati in caso di necessità. Sempre in fibra di vetro è realizzato il paraurti anteriore (diviso in tre sezioni), mentre le bandelle laterali, alte 20 cm, sono in alluminio da 2 mm di spessore.  Concludono la scocca, infine, i parafanghi, passaruota e paraurti posteriore realizzati in abs da 2 mm.

L’esterno

Disegnato da Hymer IDC, il cabinet di design industriale del gruppo tedesco (di cui LMC è parte integrante) con sede a Pforzheim, il Liberty Explorer è un motorhome moderno che rinuncia alla tendenza gigantista, piuttosto diffusa nelle realizzazioni teutoniche, a favore di una linea filante con ingombri contenuti, soprattutto in altezza.

La linea, derivata in parte dai modelli lanciati a partire dal 2006, è stata rielaborata nel corso del 2010 realizzando un integrale filante e automobilistico.

Merito, senza dubbio, dell’altezza contenuta in 270 cm che rende questo veicolo uno dei più bassi del mercato, ma anche e soprattutto delle soluzioni di design scelte per la carrozzeria, con pareti curvate nella parte superiore che sembrano voler riprendere il profilo delle bandelle per una migliore integrazione laterale e frontale e posteriore prestampati con forme decisamente automotive.

Il posteriore, caratterizzato da una parte centrale concava inglobata tra due slanciati montanti laterali, è decisamente riuscito e si accoppia piacevolmente al paraurti e ai gruppi ottici di ultima generazione a sviluppo verticale.

Non manca, nella parte superiore, il terzo stop a led, mentre grazie alle forme, elaborate, dello stampo, la grafica, giocata sui toni del blu e dell’argento metallizzato, è contenuta ed elegante.

Decisamente più aggressivo il frontale, con un cupolino superiore completo di luci di ingombro e montanti leggermente sporgenti rispetto al parabrezza, calandra scura carbon-look e gruppi ottici Hella circolari affiancati dalle ormai diffuse luci diurne a led.

Non mancano, nella parte inferiore, tre prese d’aria, studiate per alleggerire il profilo del paraurti.

La carrozzeria è nel complesso curata, con diversi elementi a filo introdotti per sottolineare l’immagine automotive del veicolo: oltre al profilo antiurto in gomma che congiunge bandelle e pareti, sono da registrare infatti le presenze di luce esterna a led con carter aerodinamico, di quattro finestre Polyplastic con cornice in alluminio, della porta di ingresso Hartal con finestra e, a tetto, di quattro oblò, tutti con cupola trasparente: un Dometic MiniHeki da 40×40 cm a servizio del basculante, due Remis da 40×40 dedicati a matrimoniale posteriore e toilette e un Dometic Heki 3 da 90×60 posizionato centralmente, sopra al living anteriore.

La cabina di guida.

Completamente nuova, la cabina di guida sfrutta, lateralmente, le pareti sandwich della scocca: a queste è giuntato il frontale, stampato in vetroresina e dotato di coibentazione in poliuretano.

Realizzato, come detto, in più elementi, ospita il parabrezza panoramico da 215×96 cm servito dai tergicristalli originali del Ducato (con spazzole da 66 e 56 cm) e distanziato di 77 cm rispetto al volante.

La visibilità laterale è fornita, sul lato destro, da un cristallo Mekuwa da 140x/102×66/63 cm dotato di una parte apribile a scorrimento da 40×63 cm, mentre sul lato sinistro sono presenti un cristallo Mekuwa fisso (65/26×66/63 cm) e uno da 64×50 cm elettrico inserito all’interno della porta cabina Dometic.

Questa, da 172×69 cm, è dotata di serratura di sicurezza con doppio aggancio, controstampo interno in abs attrezzato con maniglia e tasca portaoggetti inferiore, ha una soglia di ingresso situata a 41 cm da terra ed è servita da un gradino integrato realizzato in vetroresina e rifinito internamente in agugliato da 30x70x23 cm che raccorda la scocca al pavimento originale della meccanica di base.

Il conducente, inoltre, può fare affidamento su due specchi retrovisori da 37×19 cm dotati di regolazione elettrica e sbrinamento.

L’accesso agli organi meccanici è garantito da un cofano motore da 159×49 cm che, dotato di apertura basculante verso l’alto, consente un accesso al propulsore di 154×26 cm. In questo ambiente, l’allestitore non ha effettuato modifiche, per cui tutte le componenti (compresi gli accessi dei fluidi di servizio) si trovano in posizione originale.

All’interno, i passeggeri possono contare su poltrone Aguti Gis Liner con cinture di sicurezza integrate, schienali regolabili, braccioli e piastre girevoli per essere sfruttate anche in sosta.

L’integrazione tra cabina di guida e cellula abitativa è curata e vede la presenza di un sovra cruscotto in abs abbastanza preciso nel replicare le forme del cruscotto Fiat.

Corredato di guarnizione di rifinitura, ospita sette bocchette di aerazione a servizio di parabrezza e cristalli laterali sfruttabili in marcia tramite la ventilazione del Ducato e in sosta grazie alla presenza dell’apposito ventilatore supplementare Truma Multivent, posizionato alla base del mobiletto laterale destro e accessibile attraverso uno sportellino da 18×9 cm.

A fianco alla poltrona passeggero, come detto, è presente un vano da 78x28x17 cm con anta di chiusura imbottita e rivestita da un pannello in ecopelle.

Non mancano, per garantire coibentazione e privacy, i classici oscuranti scorrevoli plissettati, mentre a fianco alla porta cabina, alle spalle del freno a mano, è presente una comoda presa di corrente a 220V.

La meccanica di base, disponibile sia con motore da 130 che da 157 cv, è dotata, di serie, di ABS, ASR, airbag conducente, vetri e specchi elettrici e volante regolabile. Presente sul veicolo oggetto di questo CamperOnTest, e sulla quasi totalità degli allestimenti, il Pack Chassis-Comfort propone, a 2.571 Euro, il climatizzatore automatico in cabina di guida, fari fendinebbia, airbag passeggero, ESP, Cruise control e luci diurne a led anteriori.

Il passaggio cabina abitacolo, infine, è di 156×30 cm: il dato, come si evince, è piuttosto limitato, soprattutto in altezza, a causa della presenza del letto matrimoniale basculante.

Accessi e aperture di servizio

L’accesso al veicolo avviene nella zona anteriore attraverso la porta cellula Hartal: misura 190×53 cm, è dotata di finestra fissa da 54×28 cm completa di oscurante a rullo alluminizzato, controstampo interno in abs attrezzato con portaoggetti e portaombrelli nella parte inferiore e serratura di sicurezza con doppio aggancio centrale.

Il sistema di ritenuta è affidato al classico gancio plastico a pressione, mentre ad agevolare la salita al veicolo è presente un gradino integrato da 64x24x16 cm che colma la distanza tra soglia di entrata (35 cm) e dislivello tra pavimento e abitacolo (53 cm).

Realizzato in abs, il gradino è provvisto di zerbino sagomato: non mancano, a servizio della porta di ingresso, luce esterna a led, la classica maniglia di cortesia, situata sul lato sinistro, e posizionata a corredo di un elegante tasca portaoggetti a giorno rivestita in ecopelle (50x14x53), un vano porta scarpe con anta chiusa (50x12x36 cm) e la pratica zanzariera scorrevole plissettata.

A sinistra della porta di ingresso, lateralmente alla poltrona passeggero, trova posto il vano per le bombole del gas. Servito da un portello Hartal da 78×54 cm, misura 67x32x79 cm, può ospitare due bombole da 10 kg grazie alla presenza di fondo in acciaio zincato provvisto di opportune griglie di aerazione (nella parte inferiore), due ganci fermabombola e riduttore di pressione.

Solo opzionali l’interruttore inerziale Secumotion, lo scambiatore automatico Duocontrol e il riscaldatore EisEx: sono proposti, singolarmente, a 434 Euro ma sono inclusi nei Winterpaket (sia Alde che Truma) richiedibili in sede di ordine del veicolo.

A sinistra della porta di ingresso trovano alloggiamento le griglie di ventilazione e scarico del frigorifero e della cappa aspirante mentre la parte posteriore ospita il classico garage.

Servito da due portelli simmetrici Hartal da 103×78 cm dotati di doppia serratura di sicurezza e gancio a pressione di mantenimento in posizione aperta, il vano ha una profondità di 218 cm, un’altezza massima di 113 mentre la larghezza varia tra 80 e 90 cm.

Con una soglia di carico a 53 cm dal suolo, e una portata di 150 kg, certificata dall’apposita targhetta applicata dal costruttore all’interno del portello di destra, il vano è dotato di rivestimento interno in laminato, doppio binario con sei ganci ferma carico riposizionabili, doppia plafoniera di illuminazione (una per ciascun lato e portello), bocchetta del riscaldamento dedicata e di diversi vani di stivaggio.

In particolare, la parete di coda ospita, sulla destra, sei tasche portaoggetti a giorno (distribuite su due file) da 36x10x21 cm mentre a fianco a queste, ancorato a parete, è presente il supporto per la ruota di scorta, quest’ultima opzionale.

Verso l’abitacolo, invece, sono presenti due armadi: dal portello di destra, infatti, un’anta da 82×64.5 cm dotata di serratura e chiusura a chiave, permette di accedere a un armadio con tre ripiani da 70x32x29, 70x32x32 e 70x32x21 cm.

Sul lato opposto, e accessibile dal portello esterno di sinistra, un’anta da 82×60.5 cm, anch’essa dotata di serratura, consente di accedere al vano che ospita la stufa Truma Combi 603 mentre sopra a questa trova spazio uno stipetto da 66x24x39 cm.

Sempre per quanto riguarda il garage, l’angolo posteriore destro del veicolo ospita la presa per il collegamento alla rete elettrica: la presa, interna e quindi adeguatamente protetta, è accessibile per il collegamento al cavo tramite un apposito portello a pavimento.

La fiancata sinistra ospita, oltre al già citato secondo portello di accesso al garage, il camino di aspirazione/scarico della stufa Truma Combi, lo sportello dedicato all’estrazione del wc a cassetta Dometic CTS, il bocchettone di rifornimento del serbatoio dell’acqua e quello dedicato al serbatoio del gasolio.

Impiantistica

L’autonomia idrica è affidata a un serbatoio da 102 litri (parzializzabile a 50 in caso di equipaggio al completo) realizzato in polietilene lineare alimentare inserito, come detto, nell’apposito decassamento centrale sottopavimento.

Accessibile, all’interno, attraverso una botola da 30×15 cm posizionata ai piedi del divano frontemarcia del living, ospita al proprio interno una pompa a immersione che rifornisce le varie utenze attraverso tubazioni in rilsan divise per colore a seconda del contenuto, accoppiate ai percorsi della canalizzazione dell’aria calda e giunti con fascette inox.

L’acqua è erogata tramite rubinetti monocomando in acciaio inox cromato (di cui quello cabina abbattibile per consentire la chiusura del cristallo di copertura) mentre le acque di scarico sono incanalate da pilette inox da 35 mm di diametro accoppiate a sifoni ispezionabili e tubazioni corrugate verso il serbatoio di recupero esterno da 95 litri, posizionato centralmente davanti all’asse anteriore.

Questo, inserito in un guscio poliuretanico all’interno del quale è immessa aria calda proveniente dall’impianto di riscaldamento, è dotato di un intelligente sistema di scarico: il comando, infatti, agisce direttamente sul serbatoio, evitando quindi che rimanga acqua nella tubazione di raccordo verso lo scarico, mentre il terminale, servito da un tubo flessibile, può essere sganciato e condotto manualmente verso il pozzetto di scarico qualora questo non fosse facilmente raggiungibile con l’intero veicolo.

Sempre per quanto riguarda l’impianto idrico, il wc è un Dometic CTS 3110 con tazza girevole in ceramica e serbatoio mobile da 19 litri.

Questo, in particolare, è montato su un supporto estraibile per consentire un migliore utilizzo della toilette e scomparire, quando non utilizzato, sotto al mobile lavabo, permettendo così un guadagno di una ventina di centimetri.

L’impianto elettrico è sistemato all’interno della cassapanca del divano frontemarcia: per accedervi occorre rimuovere i cuscini del living, sollevare il coperchio e rimuovere il fondo della cassapanca facendo attenzione agli adiacenti tubi di rifornimento e sfiato dell’impianto idrico.

Il vano così raggiunto (47x47x20 cm) ospita, in un decassamento del pavimento, una batteria Banner AGM da 95Ah accoppiata al trasformatore e caricabatterie Reich I-box Basic.

Il modulo di controllo degli impianti, con le relative connessioni, è affidato a un elemento Toptron EL336, inserito alla base del mobile cucina e accessibile rimuovendo i cassetti inferiori.

Il pannello di comando, fornito come il caricabatterie da Reich, è situato centralmente, sopra alla porta di ingresso: dotato di un grande schermo LCD, permette la visualizzazione, in tempo reale, dell’autonomia idrica ed elettrica, delle temperature interne ed esterne e consente la gestione dei vari impianti.

Il Liberty Explorer I 698 G è dotato di due prese interne a 12V (dedicate al blocco cucina e al vano tv) e tre a 220V (in cabina di guida, cucina e toilette) mentre l’illuminazione impiega elementi alogeni, a incandescenza e a led.

In particolare sono disponibili due plafoniere a incandescenza dedicate al letto basculante, due spot alogeni in cabina di guida, quattro spot alogeni inseriti a soffitto, intorno all’oblò Heki3 e due spot led inglobati nei pensili a servizio del living, tre spot led e due alogeni a disposizione del blocco cucina, due spot alogeni per la toilette, quattro spot led inseriti a contorno dell’oblò del letto posteriore e cinque spot led inseriti nello stesso ambiente ma intorno ai pensili della camera da letto.

A questi, poi, occorre sommare le quattro strisce da 20 led sistemate a servizio del living (due) e del letto matrimoniale posteriore come luci di lettura (due), la plafoniera esterna e le due lampade a incandescenza dedicate al garage posteriore.

Optional, e presente sul veicolo oggetto di questo CamperOnTest, il pacchetto Avantgarde-Elettronico prevede la presenza di una batteria Banner AGM da 95 AH (anziché 75Ah), del comando a distanza per le luci di ingresso, la predisposizione radio, il porta tv lcd, il termometro esterno e le lampade a led. E’ proposto a 524 Euro.

Il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria sono affidati alla consueta e affidabile Truma Combi 6: alimentata a gas e capace di erogare una potenza calorica di 6kW, è inserita nel garage posteriore e accessibile attraverso un portello da 82×60.5 cm dotato di chiusura a chiave.

L’aria calda, in particolare, è distribuita in tutto il veicolo attraverso una canalizzazione di sette bocchette. Alcune di queste, ad esempio quella dedicata al serbatoio di recupero, possono essere gestite tramite apposite valvole a farfalla con comando a distanza.

Non manca, poi, la tradizionale valvola FrostControl per lo scarico automatico del boiler in caso di gelo, mentre il pannello di comando dell’impianto e la sonda termostatica sono posizionati a lato del pannello di comando delle utenze elettriche, sopra la porta di ingresso.

A livello di riscaldamento, il Liberty Explorer I 698 G può essere scelto in tre diverse configurazioni: quella base, qui illustrata, e quelle dotate dei pacchetti Winterpaket Alde e Winterpaket Truma.  Il primo, a fronte di una maggiorazione di prezzo di 4.528 Euro, introduce riscaldamento a convettori Alde Compact 3010, scambiatore bombole Duocomfort, riscaldatore EisEx e interruttore inerziale Secumotion, isolamento esterno, moquette sagomata per cellula e cabina e coibentazione di pareti, tetto e pavimento in styrofoam. Winterpaket Truma, proposto a 3.519 Euro, ripropone tutti gli accessori del pacchetto Alde sostituendo la stufa con la Truma Combi 6E, dotata di resistenze elettriche.

L’impianto del gas, vede la presenza di tre rubinetti sezionatori inseriti sotto al piano del blocco cucina e facilmente raggiungibili: sono dedicati a fornello, frigo e impianto di riscaldamento.

Mobili e tappezzerie

Moderni ed eleganti, i mobili sono realizzati accoppiando due strati di multistrato nobilitato da 3 mm a una intercapedine contenente una apposita struttura a nido d’ape: questo procedimento, adottato per tutte le componenti non portanti, ha permesso ai tecnici LMC un significativo risparmio di peso a tutto vantaggio della portata utile finale. In particolare, i montanti verticali hanno uno spessore di 30 e 15 mm, mentre i pensili, bombati nella parte inferiore e percorsi, in quella superiore, da una efficace modanatura brunita sottolineata da due fili cromati, sono da 10 mm di spessore.

Gli interni, accoglienti, abbinano alle tinte legno il classico e ormai molto diffuso avorio: ne è un esempio il blocco cucina, dotato di mobili chiari con il piano, in materiale antigraffio che ripropone l’effetto del marmo nero, a contrasto. Sempre per quanto riguarda questo ambiente, come già detto il rivestimento della parete, solitamente in multistrato nobilitato, lascia il posto a un più funzionale e lavabile foglio in vetroresina.

Non mancano, nella parte inferiore, i cassetti, dotati di sistema di richiamo assistito.

I pensili superiori di living e cucina sono dotati di mensole interne con bordo anticaduta: l’aerazione è affidata a opportune feritoie posteriori anticondensa che replicano, nei fatti, i pannelli che favoriscono la circolazione dell’aria presenti nel vicino living: realizzati in multistrato, separano parete e schienali dei divani creando un’intercapedine all’interno della quale appositi fori praticati sulle tubazioni della canalizzazione della Truma Combi permettono di immettere un velo di aria calda.

Coerentemente con la buona fattura dell’allestimento, il mobilio adotta componenti meccaniche di qualità, con cerniere in acciaio inox Hafele che non necessitano di pistoncini per il mantenimento dei pensili e maniglie in alluminio cromato con sistema di chiusura a pressione.

Le cuscinerie, realizzate in microfibra, adottano sedute e schienali ergonomici, con imbottiture in gommapiuma variabili tra 12 e 15 cm di spessore. In particolare, LMC offre la scelta tra tre varianti cromatiche: oltre alla “Dakota”, presente sull’esemplare oggetto di questo CamperOnTest, sono disponibili le combinazioni “Alaska” e “Sambia”.

La parte inferiore delle sedute, a contatto con il compensato grezzo, è dotata di rivestimento antiscivolo che facilita il mantenimento in sede dei vari elementi.

Non manca, sempre per quanto riguarda il living, il classico piantone con cinture di sicurezza a tre punti.

Letto basculante e matrimoniale posteriore, poi, beneficiano di materassi in schiuma di lattice da 10 e 15 cm di spessore adagiati su reti a doghe.

L’intrattenimento, infine, prevede l’installazione della tv lcd alle spalle del living, sfruttando l’apposito supporto fornito con il pacchetto Avantgarde. Prese di antenna, antenna satellitare e alimentazione trovano posto all’interno del vicino pensile.

Il soggiorno

La zona anteriore del veicolo è dedicata al living: organizzato in un divano a L servito da tavolo centrale sorretto da una monogamba traslabile, grazie alla partecipazione delle poltrone Aguti in cabina di guida, dotate di piastre girevoli, può ospitare in sosta come in viaggio fino a quattro persone.

In particolare, il divano si compone di una porzione longitudinale (74×47 cm) e di una trasversale (95×44 cm) le cui sedute si situano a 49 cm dal pavimento anteriore, rialzato per la presenza del doppiofondo, e a 63 cm da quello laterale.

Entrambi i divani sono serviti da un tavolo da 85×63 cm dotato di piano antigraffio da 30 mm e monogamba collassabile omnidirezionale per facilitare il raggiungimento del tavolo da ogni commensale. In particolare, tra divano e tavolo rimangono sempre almeno 18 cm a disposizione delle gambe.

La porzione interna del divano a L può essere composta per liberare lo spazio necessario al quarto passeggero autorizzato in sede di omologazione: l’operazione, che richiede l’asportazione dei cuscini, è incentrata intorno a un piano incernierato al coperchio della cassapanca frontemarcia che deve essere fatto ruotare fino a trovarsi nell’apposito incastro tra questo e la porzione di divano laterale rimanente.

Servito dalla luminosità e dalla panoramicità dell’ampia vetratura anteriore, il living può contare su una finestra Polyplastic da 88×43 cm con oscurante e zanzariera a rullo, sulla finestra della porta di ingresso (54×28 cm) e sul maxi oblò a tetto Dometic Heki 3 (80×60 cm), quest’ultimo fornito di oscurante plissettato con camera d’aria interna a garanzia di una migliore coibentazione.

Ben organizzato, lo stivaggio si affida a due pensili laterali intramezzati da due mensole con bordo anticaduta (vani disponibili da 57x25x16, 57x30x19, 50x25x16 e 50x30x19 cm) a cui si sommano le cassapanche inferiori: quella del divano frontemarcia, pur contenendo al proprio interno gran parte dell’impianto elettrico, vanta uno spazio libero da 47x47x28 cm (proprio sopra al vano batteria e, per tanto, da sfruttare per stivarvi componenti piuttosto leggere) mentre la parte esterna si affida a un pratico cassetto da 44x35x17 cm estraibile dal corridoio sopra al quale rimane libero uno spazio da 61x56x15 cm.

La porzione di divano longitudinale, situata alle spalle della poltrona conducente, ospita sotto a sé una cassapanca da 24.5x39x35 cm mentre sulla fiancata opposta, proprio dietro alla poltrona passeggero, trova posto un mobile basso chiuso da una apposita anta e ripartito internamente in due vani da 50x20x34 e 50x20x32 cm.

I servizi

Posizionato centralmente, il blocco cucina lineare si sviluppa lungo la parete di destra ed è disponibile in tre diverse versioni (Tri-Flex): in particolare, si può optare per un frigorifero da 106 litri accoppiato, come in questo caso, da un cospicuo piano di lavoro, si può sostituire il piano di lavoro con un capiente armadio guardaroba oppure si può richiedere il grande frigo da 190 litri con congelatore separato. Chiaramente, la versione presentata, dotata del frigo di dimensioni più contenute e di un maxi piano di lavoro, è quella che consente la massima ariosità interna.

In questa configurazione, infatti, il blocco misura 181×65/61 cm, con un piano situato a 95.5 cm dal pavimento.

Ospita un fornello Dometic Cramer da 47×46 cm completo di coperchio di chiusura un cristallo temperato diviso (1/3-2/3) e dotato di accensione piezoelettrica e di tre erogatori da sei cm di diametro posizionati tra loro a una distanza, misurata al centro, di 27, 20 e 22 cm.

A fianco a questo trova posto il lavello, sempre fornito da Dometic e realizzato in acciaio inox: misura 47×46 (vasca 30x31x8 cm) ed è servito da rubinetto monocomando cromato abbattibile e coperchio in cristallo incernierato. A sinistra del piano cottura, verso l’ingresso, si sviluppa un piano di lavoro da 20×60 cm: un altro piano è disponibile tra le rientranze di fornello e lavello (35×30 cm), mentre, come detto, un grande piano di appoggio, almeno in questa configurazione, è situato nella zona verso il matrimoniale posteriore (62×60 cm).

La parte superiore del blocco ospita tre pensili, ognuno dotato di mensola di divisione interna: sono così disponibili sei diversi vani (verso il letto 58x25x13 superiore, 58x30x18 cm inferiore; centrale 51x25x13 superiore, 51x30x13 cm inferiore, verso l’ingresso 51x25x18 superiore, 51x25x13 inferiore) con quest’ultimo parzialmente occupato dal camino della cappa aspirante che coadiuva per la necessaria aerazione la finestra Polyplastic da 68×33 cm.

La parte inferiore del mobile ospita, verso l’ingresso, il frigorifero trivalente Dometic RMD 8501 da 106 litri con scelta automatica della fonte di energia e tecnologia led.

A fianco a questo, sotto al blocco lavello, trovano posto il classico cassetto portaposate (40.5x44x7 cm) a sormontare due altri cassetti, entrambi da 40×44.5×16 cm. A fianco, nello spazio compreso tra questi e il letto posteriore, sono disponibili altri due cassetti (50x44x7 e 50x44x16 cm) mentre nella parte inferiore è alloggiato un vano da 58x24x24 cm.

Non mancano, nella dotazione di serie, la già citata cappa aspirante, due prese elettriche a 12 e 220V e alcuni utili portaoggetti a giorno ancorati alla parete laterale.

Opposta alla cucina, la toilette è accessibile tramite una porta a battente e da 174×53 cm (con uno scalino inferiore di 15 cm) e misura 114×78 cm.

Dotata di pavimento in termoformato che, essendo dotato di doppia piletta di scarico funge anche da piatto doccia, ha arredamento in legno con mobile lavabo sistemato opposto rispetto alla porta di accesso. Questo, in particolare, ospita un lavabo ellittico da 34x24x10 cm servito da rubinetto monocomando inox cromato e piletta di scarico da 35 mm con sifone ispezionabile.  Sotto al lavabo situato a 99 cm dal pavimento, sistemato su un’apposita slitta scorrevole, il wc Dometic CTS 3110 con tazza girevole in ceramica può scorrere, quando necessario, distaccandosi dalla parete e ampliando la propria fruibilità, mentre quando non in uso può essere ritirato e scomparire quasi nel proprio alloggiamento.

Il lavabo è servito da uno specchio frontale da 76×57 cm: altri due specchi, laterali (ognuno da 69.5×26.5 cm) sono posizionati sulle ante del mobiletto situato a destra rispetto alla porta di accesso: ospita tre vani da 25x23x9, 25x22x9 e 25x17x9 cm.

Altri spazi sono disponibili sotto al lavabo, a fianco al wc: uno stipetto con tre ripiani, infatti, cela tre vani da 22/12x23x20, 22/12x23x14 e 22/12x23x18 cm.

L’aerazione, infine, può contare su un oblò Remis con cupola trasparente da 40×40 cm.

Ricavata nello stesso locale, la doccia sfrutta interamente il pavimento della toilette: dotata di arredamento in termoformato e colonna attrezzata, è separabile tramite una doppia porta in metacrilato (188×66) a libro che, una volta dispiegata, delimita uno spazio di 83x66x43 cm.

La manipolazione della porta, e l’allestimento della doccia, richiedono un po’ di attenzione.

Zone letto e armadi

Posizionato anteriormente, il matrimoniale basculante misura 195 di lunghezza con una larghezza massima di 143 cm, rilevata centralmente, e una minima di 110, dovuta alla convessità della parte anteriore.

Il letto, ben inserito nel cielo della cabina di guida e dotato di parte inferiore sagomata e imbottita, discende rapidamente raggiungendo un’altezza dal pavimento di 122 cm e offrendo così un cielo utile di 65 cm.

Dotato di rete a doghe, materasso in schiuma di lattice da 10 cm di spessore, tenda perimetrale di cortesia e ulteriore tenda di separazione, offre doppia luce di lettura (due plafoniere) e aerazione tramite un oblò Dometic MiniHeki da 40×40 cm posizionato centralmente.

Il letto, mantenuto in sede quando non in uso dalla classica cintura di sicurezza, necessita, per essere approntato, dell’abbattimento degli schienali delle poltrone in cabina di guida: l’operazione è semplice e immediata e il letto, anche quando abbassato, non interferisce con il tavolo, lasciando così lo spazio a due o tre persone per usufruirne.

Completamente opposto per posizione rispetto al basculante, il matrimoniale posteriore trasversale su garage misura 205 cm di lunghezza con una larghezza compresa tra 155 cm (lato destro) e 126 cm (lato sinistro).

Situato da 118 cm dal pavimento, il letto, che vanta un cielo libero di 81 cm, offre rete a doghe, materassi in schiuma di lattice da 15 cm di spessore ed è servito da due finestre Polyplastic simmetriche, entrambe da 88×43 cm, e da un oblò centrale Remis da 40×40 cm.

Il letto, accessibile attraverso una vera e propria scaletta laterale situata sul lato sinistro e composta da tre gradini (66x25x23, 74/42x25x23 e 42x43x20 cm), è sormontato da cinque pensili (di cui due laterali (53x20x28 e 72x20x28 cm) e tre posteriori (69x28x31, 58x28x31 e 45.5x28x31 cm) oltre a una lunga mensola a giorno da 125×15 cm situata in corrispondenza della scaletta di accesso ed è servito da una apposita tubazione del riscaldamento canalizzato e da una tenda di separazione con binario a soffitto.

Proprio a fianco alla scaletta di accesso, verso la toilette, un armadio trapezoidale da 152×53/40×29 cm offre al proprio interno tre ripiani riposizionabili a piacere: servito da un’anta da144x29.5 cm si presta ad accogliere tutti i capi di abbigliamento che non necessitano di essere appesi.

Questi, infatti, saranno ospitati dall’armadio guardaroba, ricavato sotto al matrimoniale posteriore e accessibile attraverso un portello da 93×76 cm.

Il vano, che misura 79/60x40x85 cm è dotato di bastone appendiabiti e di tre ulteriori vani a giorno laterali, inseriti nella parte rivolta verso il blocco cucina: misurano 64x22x15, 64x22x37 e 64x22x31 cm.

Il fondo dell’armadio, facilmente rimuovibile, consente inoltre di accedere ad alcune tratte degli impianti idrici, elettrici e del riscaldamento.

Dislocazione impianti

 

 

Dati tecnici

LMC Liberty Explorer I 698G
Dimensioni e posti
Tipologia Motorhome
Dimensioni 699x232x270 cm
Posti omologati 4
Posti letto 4
Posti frontemarcia con
cintura di sicurezza
4
Autotelaio
Meccanica Fiat Ducato 35L telaio CCS, carreggiata posteriore allargata
Passo 403.5 cm
Sbalzo anteriore 100 cm
Sbalzo posteriore 195.5 cm
Motorizzazione base 2.3 Multijet – 130 cv Euro 4
Motorizzazione opzionale 3.0 Multijet Power – 157 cv Euro 4
Trazione anteriore
Accessori di serie ABS, ASR, airbag conducente, specchi retrovisori elettrici, poltrone cabina girevoli e con braccioli
Massa complessiva a pieno
carico kg
3500
Massa dichiarata in ordine di
marcia kg
2920Veicolo in prova, comprensivo di Pacchetto Chassis Comfort (27.5 kg), Pacchetto Avantgarde (59 kg), Pacchetto Avantgarde Elettrico (12.5 kg).Totale veicolo in CamperOnTest kg 3019
Portata utile kg 580 (481)
Scocca
Carrozzeria Scocca a pannelli sandwich con rivestimento pareti in alluminio liscio, coibentazione in styropor e rivestimento interno in multistrato nobilitato. Rivestimento esterno del tetto in vetroresina antigrandine. Pavimento sandwich con rivestimento esterno in laminato plastificato, parete posteriore monoblocco in vetroresina, frontale stampato in vetroresina, bandelle in alluminio, calate e raccordi in abs.
Spessori
pavimento/pareti/tetto mm
40/30/30
Garage Garage posteriore da 218×90/80×113 cm servito da due portelli simmetrici da 103×78 cm. Soglia di accesso a 53 cm dal suolo, portata kg 150. Fondo in laminato, due binari con 3 ganci ciascuno per fissaggio carico, due plafoniere di illuminazione, bocchetta di riscaldamento dedicata. Sei tasche a giorno da 36x10x21 cm, un armadio a ripiani sul lato destro (70x32x29, 70x32x32 e 70x32x21 cm) con anta di chiusura e serratura, un armadio sul lato sinistro contenente la stufa e un vano da 66x24x29 cm.
Porte e
finestre
Porta cellula Hartal con finestra fissa, controstampo interno in abs con portaoggetti, serratura di sicurezza a doppio aggancio, gradino interno, maniglia di cortesia e luce esterna a led. Quattro finestre Polyplastic apribili a compasso, un oblò Dometic MiniHeki da 40×40 cm, due Remis da 40×40 cm, un Heki 3 da 80×60 cm.
Impiantistica
Gas Vano esterno per due bombole da 10kg con fondo in acciaio zincato, ganci fermabombole e riduttore di pressione. Aerazione a pavimento, tre rubinetti sezionatori inseriti sotto al blocco cucina.
Riscaldamento e boiler Truma Combi 6 da 6kW di potenza, canalizzazione aria tramite 7 bocchette.
Elettricità Batteria supplementare da 75 Ah (95 OPT) Banner AGM, caricabatterie e trasformatore Reich I-Box basic, pannello di comando Reich digitale con schermo LCD. Illuminazione interna mista alogena/led/incandescenza, 2 prese a 12V, 3 a 220V.
Acqua Serbatoio acqua potabile litri 102 interno in un apposito vano sottopavimento riscaldato, pompa a immersione. Tubi in rilsan divisi per colore a seconda del contenuto, giunti a fascetta. Rubinetti monocomando in acciaio inox cromato, pilette di scarico da 35 mm con sifone ispezionabile, tubi di scarico corrugati, serbatoio di recupero esterno da 95 litri coibentato, riscaldato e con scarico riposizionabile. Wc Dometic CTS 3110 con tazza girevole in ceramica.
Prezzi e accessori
Prezzo base Euro 73.845
Prezzo esemplare provato
Comprensivo di:
Pacchetto Chassis Comfort Fiat (climatizzatore cabina, fendinebbia, airbag passeggero, ESP, Cruise control e luci diurne a led – 2.571 Euro);
Pacchetto Avantgarde (maxioblò Heki 3 con illuminazione a soffitto, porta conducente con vetro elettrico, zanzariera porta ingresso e rinforzi ai portelloni – 2.511 Euro);
Pacchetto Avantgarde Elettronico (batteria servizi AGM da 95 Ah in sostituzione di quella da 75 Ah, comando a distanza luci ingresso, predisposizione radio, porta tv, termometro esterno e illuminazione parzialmente a led – 524 Euro).Totale veicolo in CamperOnTest Euro 79.451
Il nostro giudizio
Costruzione
Meccanica di base
Fiat Ducato 35L con telaio Camping-Car Special ribassato, carreggiata posteriore allargata, passo 4035 mm.
Sicurezza
Di serie ABS, ASR e Airbag guida. ESP, Cruise control e Airbag passeggero inclusi nel Pacchetto Chassis Comfort.
Volumetria e masse
Passo lungo, carreggiata posteriore allargata e sbalzo ragionevole. Altezza complessiva limitata, equilibrio pesi corretto.
Scocca e materiali
Pannelli sandwich con coibentazione in styropor (Optional in Styrofoam). Rivestimento esterno in alluminio liscio per le pareti, in vetroresina per il tetto. Frontale e posteriore in vetroresina. Spessori contenuti.
Assemblaggio e rifiniture
Pareti curvate nella parte superiore, accoppiamento tra le parti preciso, rifiniture curate, assenza di sigillature a vista.
Componentistica
Porta cellula Hartal piuttosto semplice, porta cabina Dometic, finestre Polyplastic con oscuranti un po’ economici, oblò a tetto Remis e Dometic con cupola trasparente.
Impianto idrico
Serbatoi coibentati e riscaldati, pompa a immersione, rubinetti monocomando, pilette inox, scarichi sifonati, serbatoio recupero antigelo con scarico riposizionabile. Capacità nella media.
Impianto elettrico
Batteria supplementare da soli 75Ah (95 Optional inclusa nel Pacchetto Avantgarde Elettronico), caricabatterie poco raggiungibile, impianto non sempre lineare e ordinato. Illuminazione interna mista led/alogena/incandescenza non sempre parca nei consumi.
Gas
Vano gas esterno per due bombole da 10 kg. Rifiniture corrette, fondo in acciaio zincato, ganci fermabombola. Secumotion solo opzionale.
Riscaldamento
Truma Combi 6 sistemata nel garage posteriore e ben accessibile per interventi e manutenzione. Impianto ben bilanciato e ricco di bocchette, serbatoi riscaldati. Presenza del Multivent a servizio dei cristalli anteriori.
Mobilio e arredamento
Pensili leggeri e robusti, design lineare, qualità degli assemblaggi corretta. Mensole interne con bordo anticadura, aerazioni anticondensa, paretine anticondensa. Cerniere Hafele, cassetti con rientro ammortizzato.
Cuscini, materassi e tappezzeria
Materassi in schiuma di lattice con spessori superiori alla media, reti a doghe (nel matrimoniale posteriore con testiere regolabili), cuscinerie comode ed ergonomiche, rivestimenti di qualità disponibili in tre varianti.
In viaggio
Facilità di guida
Veicolo di dimensioni medio grandi, buona visibilità anteriore, poca visuale sul lato destro. Specchi retrovisori ben dimensionati, montanti anteriori poco ingombranti.
Comodità dei posti a sedere
Poltrone anteriori Aguti Gis Liner regolabili, sedute living comode ed ergonomiche. Quattro posti frontemarcia con cinture di sicurezza a 3 punti.
Panoramicità
Ottima per chi viaggia in cabina guida, buona per chi viaggia dietro. I passeggeri posteriori, in particolare, hanno una visuale limitata sul lato destro.
Climatizzazione
Clima cabina solo opzionale (Pacchetto Chassis Comfort), nessuna finestra cellula sfruttabile in marcia. Secumotion solo opzionale: in inverno si potrà fare affidamento solo sul riscaldamento della meccanica di base.
In sosta
Living
Non è tra i più ampi, ma è comodo e ben sfruttabile da 4 persone.  Tavolo traslabile, cuscinerie comode, diversi piani di appoggio a portata di mano.
Letti
Ottimo l’allestimento, davvero di alto livello. Meno convincenti le dimensioni, con significative differenze tra larghezza minima e massima. Eccellente l’accessibilità. Curiosamente, le testate di basculante e matrimoniale posteriore sono previste su lati opposti.
In cucina
Di grandi dimensioni, può essere configurata a piacere con il sistema Tri-Flex. Fornello a tre fuochi con accensione piezoelettrica, lavello inox, ampio piano di lavoro, cappa aspirante e stivaggio davvero abbondante. Di serie frigo da 106 litri, forno e frigo con congelatore separato opzionali.
Toilette
Di dimensioni compatte, è abbastanza fruibile e ben arredata. Lavabo fruibile, meno convincente la scelta di optare per il wc traslabile che obbliga a continue manipolazioni. Stivaggio corretto, mobilio di qualità.
Doccia
Ricavata nel vano toilette, è da utilizzarsi in emergenza. Dimensioni contenute, allestimento corretto con doccia a telefono regolabile, rivestimento in termoformato e piletta di scarico. La separazione con doppia porta in metacrilato con ampia luce inferiore, in assenza di un bordo a pavimento, non contiene tutta l’acqua che, di conseguenza, può arrivare fino al mobile lavabo/wc.
Disimpegni e circolazione nell’abitacolo
Ottima spaziosità interna con corridoio di larghezza superiore alla media. Abitacolo ampio e arioso, letti ottimamente accessibili.
Capacità di stivaggio
Superiore alla media: 10 pensili a soffitto dotati di mensole interne, due armadi guardaroba, due cassapanche, garage regolare e attrezzato con due armadi.
Gavoni e garage
Data la presenza, sotto al letto, di stufa e di uno dei due armadi guardaroba, non è tra i più ampi, ma può comunque contenere uno scooter o diverse bici. Ben attrezzato, ha doppia illuminazione, riscaldamento, sei vani a giorno di stivaggio e due armadi a ripiani. Attenzione solo all’apertura delle ante degli armadi, incernierate, con garage pieno. Portata 150 kg.
Gestione del veicolo
Capacità di carico e portata utile
Il veicolo provato, comprensivo dei pacchetti “indispensabili” pesa, in ODM, 3019 kg. Un buon risultato considerando la fattura del veicolo e dovuto alla particolare costruzione dei mobili.
Autonomia
Capacità serbatoi nella media: buona per una coppia, non di certo abbondante con equipaggio al completo. Stesso discorso per l’autonomia energetica: la batteria da 75 (o, con il pacchetto Avantgarde elettrico, da 95Ah), a fronte dei consumi dovuti all’illuminazione alogena/incandescenza/led impone un po’ di attenzione nella gestione dei consumi.
Facilità di manutenzione
Accessibilità organi meccanici nella media della tipologia. Stufa ben accessibile, impianto elettrico raggruppato sotto living e blocco cucina.
Rapporto prezzo/prestazioni
Veicolo di sostanza più che di apparenza, offre caratteristiche tecniche interessanti e un’originale interpretazione degli spazi. Al prezzo di listino occorre aggiungere diversi pacchetti migliorativi che, inevitabilmente, fanno lievitare prezzi e pesi. Da configurare attentamente secondo le proprie esigenze.

Legenda

Inadeguato
Da migliorare
Adeguato alla classe di costo
Buono, assicura fruibilità e soddisfazione agli utilizzatori
Eccellente, difficile trovare di meglio

Ci ha particolarmente convinto…

La progettazione del veicolo è accurata e ricca di soluzioni tecniche interessanti: a partire dalla scocca, con pareti curve giuntate nella parte superiore accoppiate a monoblocchi di vetroresina, per arrivare all’impiantistica, specie quella concernente l’impianto idrico, ospitata nel sottoscocca in appositi contenitori riscaldati, e allo studio dimensionale degli interni che, rielaborando in maniera originale la pianta più classica e diffusa,offre diversi spunti con la cucina configurabile secondo le esigenze e il letto matrimoniale trasversale che, grazie alla scaletta laterale è, probabilmente uno dei più accessibili del mercato e ricorda quasi il sempre più apprezzato letto centrale posteriore nautico.

I materiali utilizzati sono sempre di qualità: la scocca, pur conservando, per quanto riguarda le pareti, una struttura piuttosto tradizionale, è ben lavorata e non lascia intravvedere in nessun punto la struttura interna. Lo stesso vale per il mobilio, particolarmente leggero grazie al massiccio utilizzo di componenti non strutturali a nido d’ape, ma resistente e ben assemblato.

Il veicolo è pensato per un utilizzo in ogni stagione: lo si evince da diverse soluzioni tecniche (pareti anticondensa ventilate, mobili aerati, distribuzione del calore, ventilatore supplementare per i cristalli anteriori, impianto idrico completamente al riparo dal gelo) e dagli optional proposti, con la scelta, a conti fatti, tra tre sistemi di riscaldamento, Alde compreso.

I letti sono entrambi ben allestiti, vantano reti a doghe di qualità, materassi in schiuma di lattice di spessori superiori alla media (fino a 15 cm), illuminazione, riscaldamento, aerazione e separazione adeguati. Allo stesso modo, le cuscinerie, comode ed ergonomiche, sono convincenti sia per imbottitura che per tessuto di rivestimento.

Lo stivaggio, a fronte delle dimensioni, è superiore alla media. Il garage non è tra i più ampi, ma è regolare e la presenza di due armadi a ripiani e di sei tasche a giorno consentirà di sistemare immediatamente un discreto numero di oggetti. Sempre per il portabagagli posteriore, ottima la presenza, oltre che dei due portelli simmetrici, delle due plafoniere, una per lato, che facilitano non poco lo sfruttamento del vano quando è buio.

All’interno, i pensili sono tutti dotati di mensole interne di separazione con bordo anticaduta: se, da una parte, la forma della scocca, con pareti superiori curvate, ruba un po’ di spazio ai ripiani superiori (circa 5 cm in profondità), dall’altra il Liberty Explorer I 698 G può contare su un totale di ben 10 pensili a cui si sommano due cassapanche, tutte abbastanza ben sfruttabili, e il mobile a lato dell’ingresso. L’armadio guardaroba, sdoppiato tra una parte a ripiani tra gradini e toilette, e una per capi appesi sotto al letto, offre spazi adeguati a tutti i capi di abbigliamento dell’equipaggio.

Il blocco cucina, disponibile in tre versioni, è ampio e ben sfruttabile, anche scegliendo la versione con frigo da 190 litri e congelatore separato. Lo stivaggio è ampio e regolare, sia nella parte superiore che in quella inferiore, con numerosi cassetti e cestelli estraibili.

Riteniamo migliorabile…
All’esterno, la scelta di contenere l’altezza esterna in 270 cm favorisce maneggevolezza, tenuta di strada e aerodinamicità, ma specie nella parte anteriore della cabina di guida, il profilo del veicolo appare un po’ schiacciato, con i cristalli cabina situati diversi centimetri più in alto rispetto a quelli della cellula abitativa. Gli specchi retrovisori, seppure di buone dimensioni e ben posizionati rispetto alla guida, hanno un aspetto eccessivamente economico rispetto alla fattura del veicolo: lo stesso vale per la porta di ingresso, fornita da Hartal, ma un po’ troppo semplificata nell’allestimento rispetto al valore del camper.

La dotazione di serie è piuttosto risicata, anche se la quasi totalità dei veicoli è proposta con diversi pacchetti accessori: difficile, infatti, immaginare un motorhome di livello medio/alto come questo sprovvisto di climatizzatore, maxioblò o zanzariera scorrevole. Al prezzo iniziale, quindi, occorre aggiungere i pacchetti Chassis Comfort, Avantgarde e Avantgarde Elettronico in modo da poter disporre di una buona base di partenza.

Su un veicolo di questa caratura, progettato e realizzato con accorgimenti tali per essere utilizzato in ogni stagione, la coibentazione meriterebbe di essere realizzata, di serie, con il più performante Styrofoam: proposto come optional, è inglobato nei Winterpaket. Allo stesso modo, e sempre inserito nei pacchetti invernali (ma questa volta disponibile anche singolarmente), l’interruttore inerziale per le bombole del gas Secumotion meriterebbe di essere proposto di serie.

All’interno, il sovracruscotto della cabina di guida ha un aspetto (e una struttura) un po’ troppo economica: lo stesso si può dire per gli oscuranti delle finestre, un semplice rullo alluminizzato non sempre ideale nel proprio scorrimento.

La toilette, molto compatta, riesce comunque a realizzare un box doccia: l’allestimento, però, non è né dei più comodi né dei più semplici, sia per la conformazione del vano, sia perché le due porte in metacrilato lasciano una luce inferiore (tra esse stesse e il pavimento del bagno) di una ventina di centimetri, cosa che facilmente farà passare diversa acqua anche verso la zona wc (comunque provvista di piletta di scarico).

L’impianto elettrico meriterebbe qualche cura in più nell’alloggiamento delle componenti (sia il caricabatterie/trasformatore sia, soprattutto, il modulo di controllo) e nella sistemazione di cavi, un po’ troppo disordinati. Sempre per quanto riguarda l’autonomia energetica, la scelta di proporre, di serie, una batteria da 75 Ah (la 95Ah Agm è inserita nel Pack Avantgarde Elettronico) a fronte di illuminazione in buona parte alogena e a incandescenza appare sottodimensionata.

L’armadio guardaroba inserito sotto al letto, infine, non è provvisto di illuminazione interna.

In conclusione

Veicolo di sostanza, più che di apparenza, il Liberty Explorer I 698 G propone, in 699 cm, una declinazione originale di una delle piante più diffuse, quella con matrimoniale posteriore e garage. Rispetto alle proposte della concorrenza, l’interpretazione degli spazi privilegia lo stivaggio e l’agibilità dei letti allo sviluppo del living, sprovvisto del classico divanetto contrapposto, e della toilette, piuttosto compatta e con un vano doccia da utilizzare solo in emergenza. A fronte di questo, però, regala un blocco cucina di dimensioni casalinghe, un matrimoniale posteriore con accesso particolarmente comodo e allestimento di alto livello e stivaggio decisamente superiore alla media sia per ricchezza dei vani disponibili, sia per organizzazione degli stessi. Molto teutonico all’interno, con una ottima cura dell’allestimento, cerca di essere più vicino ai gusti europei all’esterno, con diversi accenni all’automotive e, cosa rara nella tipologia degli integrali, sempre più votata a una certa imponenza e gigantismo, limita volutamente l’altezza complessiva assumendo un aspetto decisamente particolare.

Ben progettato e realizzato, offre una buona base di partenza facilmente migliorabile tramite appositi pacchetti: al prezzo di listino, 73.845 Euro, infatti, sono da aggiungere gli indispensabili pacchetti Chassis Comfort Fiat (climatizzatore cabina, fendinebbia, airbag passeggero, ESP, Cruise control e luci diurne a led) proposto a 2.571 Euro, Avantgarde (maxioblò Heki 3 con illuminazione a soffitto, porta conducente con vetro elettrico, zanzariera porta ingresso e rinforzi ai portelloni – 2.511 Euro) e Avantgarde Elettronico (batteria servizi AGM da 95 Ah in sostituzione di quella da 75 Ah, comando a distanza luci ingresso, predisposizione radio, porta tv, termometro esterno e illuminazione parzialmente a led – 524 Euro). Questi accessori, proposti sul veicolo oggetto di questo CamperOnTest, portano il prezzo di acquisto a 79.451€. A questa cifra occorrerà poi aggiungere l’indispensabile Secumotion (136 Euro) e, se lo si desidera, il blocco cucina Tri-Flex dotato di maxifrigo a 190 litri con congelatore separato (1.006 Euro), mentre chi intende utilizzare a fondo il veicolo durante la stagione invernale può optare per i Winterpaket che comprendono Duocomfort, EisEx e Secumotion, coibentazione di pavimento, pareti e tetto in Styrofoam, isolamento esterno e moquette per cellula e cabina e che sono proposti a 4.528 Euro con riscaldamento Alde a convettori e a 3.519 Euro con Truma Combi 6E.

I prezzi, e la conseguente portata utile, quindi, possono variare anche significativamente in base agli accessori richiesti: questo, se da un lato offre la possibilità a ogni singolo utente di configurare a piacere il proprio veicolo, dall’altra rischia di aumentare significativamente il prezzo finale. A ciascuno, quindi, il compito di trovare il miglior equilibrio tra esigenze, desideri e bilancio. In fondo, anche questa è libertà.

Riferimenti e contatti del costruttore
LMC  Caravan GmbH & Co. KG.
Rudolf-Diesel Str. 4
48336 Sassenberg – Deutschland
Tel. +49 0 25 83/27-0 – E-mail: contact@lmc-caravan.de
www.lmc-caravan.de

Fotogallery

Si ringrazia per la gentile collaborazione Barbera Caravans
Strada Gianola 27 – 14040 Castelboglione – AT
Tel. +39 0141 76 24 93 – Fax +39 0141 76 24 93 – E-mail: barberacaravan@barberacaravan.it
www.barberacaravan.it

Michel

Comments are closed.