September 21, 2019

E’ l’attuale ammiraglia della produzione Niesmann+Bischoff, marchio tedesco di altissimo prestigio che, quest’anno, celebra il proprio trentennale. Motorhome di gran lusso, interpreta alla perfezione questo ruolo, sfruttando le grandi dimensioni (877 cm di lunghezza) per realizzare un abitacolo estremamente elegante, accogliente e, al contempo, pratico e facile da vivere, che sa offrire comfort di alto livello al proprio fortunato equipaggio senza cadere mai nella banalità di una opulenza auto celebrativa.

Disponibile in cinque varianti interne capaci di declinare due differenti living anteriori, con divano a L e divanetto contrapposto (soluzione presente nell’esemplare in prova e identificata dalla presenza della lettera C nella sigla del modello) o da un divano laterale con poltrona automobilistica e tavolo bar allungabile in puro stile executive, e quattro soluzioni per la camera da letto posteriore (letto matrimoniale trasversale (Flair 8000i LW), matrimoniale longitudinale accostato alla parete destra (Flair 8000i FW), matrimoniale centrale nautico (Flair 8000i CFB), trova nella versione 8000i CEBW, oggetto di questo CamperOnTest, un perfetto bilanciamento tra spazi dedicati al living anteriore, ai servizi centrali completi di maxi toilette in versione wellness e camera posteriore con letti gemelli realizzando un veicolo di eccellente livello tecnico e stilistico da scoprire attentamente, dettaglio dopo dettaglio.

La meccanica

Il Flair 8000i CEBW è allestito sullo scudato da trasformazione dell’Iveco EcoDaily 65C17 con motorizzazione da 2.999 cc TwinTurbo da 170 cv omologata Euro 5 EEV (Environmentally-friendly Enhanced Vehicle).

Proposto sia con massa complessiva di 6700 kg che, optando per la meccanica Iveco 70C17, con la ancor più prestante omologazione per 7200 kg, sfrutta il robusto telaio longheronato torinese con passo da 475 cm.

La lunghezza complessiva, 877,8 cm, è quindi ripartita tra uno sbalzo anteriore di 100 cm e uno posteriore di 302.8 cm (pari al 63.7 % del passo). L’altezza massima del veicolo è di 327 cm: di questi 203 sono disponibili all’interno. La larghezza complessiva è di 239 cm, mentre quella interna si attesta a 222 cm.

Anteriormente, il Flair 8000i CEBW presenta un’altezza da terra, misurata al centro del paraurti, di 36 cm. L’altezza posteriore, rilevata in prossimità del carter previsto per l’inserimento dell’eventuale gancio di traino, è di 49 cm: data la presenza delle sospensioni pneumatiche autolivellanti con funzione di regolazione dell’assetto, questo valore può però essere modificato secondo le necessità del momento per facilitare il carico del garage o per superare un ostacolo o un cambio di pendenza particolarmente accentuato.

La scocca

Il Flair 8000i CEBW sfrutta come base il prestante telaio longheronato dell’Iveco EcoDaily 65C17 con cabina di guida rialzata per una perfetta complanarità interna con l’abitacolo: su questa base sono imbullonati sostegni laterali in acciaio zincato a caldo che, di conseguenza, espandono considerevolmente la larghezza dei sostegni a vantaggio della robustezza e stabilità del pavimento.

Questo, composto da uno strato inferiore di lamiera liscia di alluminio preverniciata da 8/10 di spessore, coibentazione in RTM da 40 mm di spessore, rivestimento interno in alluminio da 8/10 e rifinitura in laminato antisdrucciolo, è fissato direttamente al telaio sia attraverso imbullonatura sia tramite appositi mastici butilici.

Il pianale inferiore, dotato di passaruota posteriori stampati in vetroresina e coibentati, all’interno, da guaine neopreniche da 20 mm di spessore, è rinforzato, sul perimetro, da speciali listelli in poliuretano e ingloba, nella zona posteriore, la vasca ribassata che funge da pavimento per il garage, adeguatamente sorretto da appositi longheroni di sostegno capaci di offrire una portata di ben 500 kg.

Tutto il perimetro della scocca ospita un capace doppio pavimento passante: alto 34 cm, è sostenuto da una gabbia in profilati di alluminio che sostengono il piano di calpestio superiore e che consentono una disposizione ideale dell’impiantistica.

Preassemblato, il doppio fondo è accessibile sia dall’esterno che dall’interno, ospita la totalità degli impianti idrici, termici ed elettrici ed è percorso da diverse ramificazioni dell’impianto di riscaldamento centrale Alde, sia per proteggere le componenti dal freddo più intenso, sia per offrire un piacevole riscaldamento del pianale superiore, dotabile, come optional, di serpentine integrate per un comfort ancora maggiore. La parte centrale del pianale, che contiene i serbatoi dell’acqua, prevede che questi siano posizionati su apposite piastre in alluminio, collegate alle tubazioni Alde, per evitare l’effetto dell’acqua troppo fredda durante la stagione invernale, mentre le strutture separatrici interne sono in poliuretano da 12 mm di spessore.

Sulla gabbia in alluminio è quindi posato il piano di calpestio: realizzato in multistrato fenolico da 2 cm, è rivestito all’interno in linoleum da 1.5 mm con effetto parquet: dotabile, come detto, di piastre integrate di riscaldamento, ospita le botole di accesso all’impiantistica di bordo complete di quadro perimetrale in alluminio e maniglia a scomparsa per una facile estrazione.

La cabina di guida, adeguatamente rialzata e complanare rispetto al piano di calpestio della cellula, è coibentata, sul lato inferiore, dal tradizionale pianale sandwich già utilizzato per il pavimento dell’intero veicolo: la stessa struttura, appositamente sagomata, è impiegata per isolare termicamente e acusticamente il vano motore.

La costruzione e l’assemblaggio di pareti e tetto segue i dettami classici della produzione Niesmann+Bischoff: si tratta, infatti, di un sandwich autoportante composto da una lastra preverniciata di alluminio liscio da 8/10, coibentazione in RTM da 40 mm, rivestimento interno in alluminio con rifinitura in moquette per le pareti e in una elegante microfibra per il tetto.

Le pareti, in particolare, poggiano direttamente su una parte del pavimento a cui sono solidarizzate mediante un apposito angolare interno fissato tramite viti torx inserite in un apposito rinforzo in poliuretano, mentre nella parte superiore sono piegate per raccordarsi così alla superficie del tetto senza la necessità di ricorrere a cantonali, sostituiti da semplici listelli laterali che conducono l’acqua piovana verso il frontale al fine di evitare che lo sporco presente sul tetto possa generare inestetiche colature.

A tutto ciò, naturalmente, va aggiunto il frontale, stampato in vetroresina e completato dal parabrezza stratificato panoramico: l’insieme che si va a creare è estremamente robusto e tale da resistere alle sollecitazioni anche in assenza dell’allestimento interno (Box Antitorsioni).

Da notare, poi, la complessa costruzione della parete posteriore: alla tradizionale struttura sandwich che si riscontra per le pareti laterali, il pavimento e il tetto, è infatti aggiunta una seconda parete prestampata in vetroresina che, di stampo marcatamente automobilistico, ingentilisce  le forme del veicolo migliorandone ulteriormente coibentazione (con uno spessore che raggiunge i 70 mm) e robustezza.

La scocca si completa poi con le tradizionali bandelle laterali: realizzate in alluminio da 3 mm di spessore, sono stampate in un’unica componente per una perfetta integrazione al veicolo, priva di giunture. Alte 34 cm, sono solidarizzate alla scocca tramite apposite staffe metalliche inferiori e si interrompono in corrispondenza dei parafanghi (realizzati in abs) per consentire un adeguato accesso a ruote e pneumatici.

L’esterno

Elegante, imponente, ma anche moderno e personale, il Flair 8000i CEBW somiglia volutamente, nelle fattezze e nell’impostazione, a un bus granturismo.

Severo e professionale, l’attuale serie ammiraglia di Niesmann+Bischoff ha saputo sviluppare un design che la identifica immediatamente nel panorama dei veicoli ricreazionali unendo a tutto ciò una sempre maggiore ricerca in termini di comfort, sia statico che dinamico.

Premiato con il prestigioso “Designpreis Deutschland 2010“, premio per il design della Repubblica Tedesca, il Flair è un veicolo dal fascino discreto, capace di presentare contenuti di primissimo piano senza risultare mai chiassoso. Merito, senza dubbio, dell’ottima proporzione tra i volumi, con frontale moderno e pensato per offrire la massima visibilità e facilità di guida al conducente, della linearità delle fiancate, imponenti ma anche ben armonizzate dalla presenza di finestre, portelli e bandelle, e della parete posteriore, tra le più riuscite, che ingloba uno spoiler posteriore e lo abbina a diverse modanature e scalfature.

Discreto anche nella grafica esterna, limitata all’aristocratico giglio Niesmann+Bischoff (proposto sulla fiancata di destra – su quella di sinistra sul solo 8000i CFB non dotato di bagno Wellness), il Flair 8000i CEBW è disponibile, come tutti i modelli della factory di Polch, sia con grafica “Champagner” (presente sull’esemplare oggetto di questo CamperOnTest) sia nella più tradizionale versione grigia.

La colorazione riguarda, oltre agli inserti grafici, gli elaborati carter dei gruppi ottici anteriori a colonna: realizzati in abs, ospitano elementi circolari Hella e sono studiati per migliorare la penetrazione aerodinamica del veicolo grazie alla presenza di un apposite feritoie studiate per convogliare i flussi di aria dal frontale alla fiancata del veicolo.

Non mancano, sempre per quanto riguarda i gruppi ottici anteriori, le luci diurne a led, mentre è da notare, per quanto riguarda le possibilità di personalizzazione esterne, come il veicolo possa essere ordinato in diverse tinte di vernice scegliendo tra i bouquet delle più prestigiose case automobilistiche. In questo caso, contrariamente a quanto accade per la maggior parte dei veicoli “colorati” che sfruttano pareti e componenti preverniciate, il motorhome sarà interamente verniciato, una volta assemblato, nella tinta scelta dal cliente, garantendo così la perfetta omogeneità e brillantezza di ogni componente.

Esternamente, il Flair 8000i CEBW può contare sulla presenza di sette finestre Seitz Dometic S7 con cornice in alluminio, apertura a compasso (6) e scorrevole (1), oscuranti e zanzariere plissettati, su sei aperture di servizio Hartal con telaio in alluminio e sulla massiccia porta di ingresso Hartal con finestra fissa. A soffitto, invece, sono presenti un oblò Seitz Dometic Heki 1 da 80×60 cm dedicato al living, un MidiHeki da 70×50 cm a servizio della camera da letto posteriore, due FanTastic Vent da 40×40 cm per cucina e toilette e un Remis da 40×40 cm con cupola trasparente pensato per garantire la necessaria aerazione al letto basculante anteriore.

La cabina di guida.

Realizzata ex-novo, la cabina di guida è realizzata con un occhio di riguardo al conducente e al fatto che chi è alla guida possa avere il miglior controllo possibile sul veicolo, sugli ingombri e anche sulle utenze degli impianti di bordo senza distrazioni o impedimenti.

Rialzata grazie a una apposita gabbia in acciaio per trovarsi allo stesso livello del pavimento della cellula, la cabina sfrutta, nella parte anteriore, uno stampo di vetroresina da 3 mm di spessore, coibentato con appositi schiumati, che ingloba l’ampio parabrezza panoramico, incollato alla struttura per offrire maggiori rigidità, resistenza e silenziosità in marcia e, nella parte inferiore, il cofano motore da 170×63 cm che lascia uno spazio utile agli interventi sul propulsore di 141×53 cm.

Sorretto da due pistoni a gas, il cofano, in vetroresina, consente un facile accesso alle componenti più frequentemente utilizzate (in particolare livelli liquido lavavetro, olio e raffreddamento).

Il rialzo della cabina ha consentito un avanzamento della posizione di guida: la distanza volante/parabrezza è estremamente ridotta (65 cm), a tutto vantaggio della panoramicità e della visuale in marcia che può contare, oltre che sul cristallo anteriore (255×130 cm), stratificato, dotato di fascia superiore azzurrata e servito da due tergicristalli Valeo da 81 cm, su cristalli laterali Mekuwa con camera d’aria interposta 81×116/90 cm dotati di una parte apribile a scorrimento (81×40 cm) e sugli specchi retrovisori discendenti, dotati di riscaldamento e movimentazione elettrica e di doppia ottica da 31×18 e 18×18 cm.

La particolare conformazione del frontale, che lateralmente sfrutta le pareti laterali della cellula a garanzia di un perfetto isolamento, sceglie un parabrezza avvolgente per limitare la presenza dei montanti e migliorare la panoramicità e la gestione degli angoli anteriori in manovra.

L’interno della cabina, che durante le soste diventa parte integrante della retrostante zona living, può contare su un sovracruscotto in abs soft touch estremamente preciso nel replicare le forme del cockpit orignale Iveco: rispetto ad altre realizzazioni, Niesmann+Bischoff ha infatti scelto di conservare il cruscotto della meccanica di base inserendolo a dovere all’interno del veicolo e inglobandolo in una sovrastruttura ergonomica. Oltre alle sei bocchette di aerazione e ai convettori del riscaldamento centrale dedicate al parabrezza, il sovra cruscotto contiene, nella parte superiore centrale, l’alloggiamento di uno schermo lcd che fornisce in tempo reale indicazioni sulle temperature interne ed esterne.

Percorso, nella parte superiore, da due eleganti modanature effetto alluminio, il sovracruscotto si raccorda armonicamente rispetto alle strutture laterali, disposte a fianco alle poltrone cabina: dotate di convettori del riscaldamento Alde e realizzate nello stesso materiale plastico soft touch, ospitano il comando degli specchi retrovisori elettrici, due altoparlanti, due vani portaoggetti a giorno e altrettanti chiusi da una ribaltina in legno (vani 75x13x5 cm), mentre nella parte laterale, oltre a due pratici portabottiglie, sono inserite due tasche a giorno.

Il pavimento originale Iveco è stato mantenuto nella zona anteriore, a ridosso della pedaliera (non modificata e, di conseguenza, in linea con volante e poltrone), mentre posteriormente, nella zona dedicata ai sedili, è stato sostituito dallo stesso ed elegante parquet adottato per la cellula abitativa per una perfetta integrazione tra gli ambienti. Conducente e passeggero beneficiano di poltrone Isringhausen SKA con sistema di ammortizzazione pneumatica, regolazione dell’altezza e dell’inclinazione (opzionali), cinture di sicurezza integrate, braccioli e piastre girevoli: la movimentazione, benché queste non siano state riposizionate rispetto alla sede originale, è facile e immediata.

La leva del cambio automatizzato Agile è inserita nella plancia del cruscotto originale Iveco: decorato da diverse applicazioni cromate e tipo-radica, ospita, nella parte centrale inferiore (sotto ai comandi della climatizzazione e di alcuni accessori quali blocco differenziale, fari fendinebbia e luci di emergenza) un quadro dedito a contenere diversi interruttori: tra questi il comando della serranda elettrica anteriore, realizzata in alluminio e poliuretano, altamente isolante e sfruttabile, in sosta come in marcia, per garantire la necessaria privacy o la protezione dai raggi solari, specie all’alba o al tramonto, il secondo comando di azionamento del gradino elettrico della porta di ingresso, gli interruttori delle luci di cortesia, di apertura e chiusura centralizzata di porte e portelli, dell’attivazione dell’impianto audio multimediale completo di subwoofer a tetto e della pompa di preriscaldamento motore Alde.

La privacy, come detto può essere preservata sia dalla serranda anteriore (212×78 cm) azionabile elettricamente o, in caso di guasto, tramite un meccanismo a girabachino sistemato nella parte sinistra del cielo cabina, a fianco al letto basculante, sia dai consueti oscuranti laterali plissettati in materiale Dueette e dotati di camera d’aria per una maggiore coibentazione.

Durante il giorno, poi, chi desidera salvaguardare riservatezza e luminosità interna può optare per una tenda plissettata (212×62 cm) che, inserita alla base del parabrezza, può essere facilmente dispiegata coprendone così una buona parte. La movimentazione, semplice ed efficace, è affidata a robusti cordini in nylon e assicura la possibilità di posizionare la tenda all’altezza desiderata.

Il passaggio da e verso la cabina è di 170×38 cm nella versione con letto matrimoniale basculante: nel caso si decida di richiederne la sostituzione con i tradizionali pensili a giro, l’altezza utile, anche in cabina di guida, è di 203 cm.

Ottimamente inserito, il letto discendente, il cui lato inferiore è elegantemente imbottito in microfibra, ospita due spot led e altrettanti spot alogeni dedicati alla cabina e, lateralmente, presenta due sponde in legno che, riprendendo in tutto e per tutto la forma dei vicini pensili, ne rappresentano la ideale continuazione e integrazione.

A livello di dotazioni, il Flair 8000i CEBW può contare su ABS, ASR, Tempomat, specchi retrovisori elettrici a doppia ottica, luci di ingombro a led anteriori e posteriori, serbatoio del gasolio maggiorato a 100 litri, alternatore e batteria motore potenziati.

Sul veicolo oggetto di questo CamperOnTest sono inoltre presenti clima cabina, blocco differenziale per l’asse posteriore, cambio automatizzato Agile, sospensioni pneumatiche autolivellanti anteriori e posteriori con escursione di 7 cm, carreggiata anteriore allargata, sedile conducente e passeggero con sospensioni pneumatiche, riscaldati con supporto lombare, cruscotto decorato in simil radica, navigatore satellitare, impianto radio, retrocamera.

Accessi e aperture di servizio

L’accesso al veicolo avviene nella parte centrale attraverso la massiccia porta cellula Hartal: misura 191×58.5 cm, è dotata di finestra fissa (104×15.5 cm) con oscurante plissettato, controstampo interno in abs attrezzato con doppia maniglia e può contare su una serratura di sicurezza elettrificata a triplo aggancio e su due consistenti cerniere a scomparsa.

Non mancano la luce esterna, inserita sopra alla porta, e la zanzariera scorrevole interna, fornita da Parapress e celata all’interno di una parete fittizia in legno per essere totalmente a scomparsa quando non in uso.

La soglia di ingresso, situata a 79 cm da terra, è servita da un doppio gradino elettrico Omnistep le cui alzate da 49.5×20 e 44.5×20 cm si situano, una volta aperto, a 27 e 47 cm da terra. Il piano di calpestio del veicolo, posizionato a 107 cm da terra, è raggiungibile tramite un ulteriore gradino integrato: realizzato in vetroresina, misura 65x32x27 cm ed è dotato di griglie di aerazione per favorire la circolazione dell’aria nel doppio pavimento riscaldato. Non mancano, all’interno, la classica maniglia di cortesia, ampia e ben sfruttabile, tre serie di doppi interruttori, deputati alla gestione sia dell’illuminazione (interna ed esterna) sia all’apertura e alla chiusura elettrificata del tendalino Oministor da 5 metri (opzionale). Presente, inoltre, un pratico doppio appendiabiti profondo 25 cm ricavato lateralmente alla colonna frigo.

A destra della porta, un portello Mekuwa da 105×63 cm con apertura ad ala di gabbiano, mantenimento tramite pistone a gas e serratura elettrificata con chiusura centralizzata conduce a un vano da 151x123x34 cm: dotato di fondo in laminato antisdrucciolo, illuminazione interna tramite una plafoniera alogena e riscaldamento, è raggiungibile anche dall’interno sfruttando il passaggio della cassapanca del divano laterale destro: in questo caso ai volumi di stivaggio disponibili se ne aggiunge un altro da 39x59x36 cm.

A sinistra della porta di ingresso, procedendo verso la coda del veicolo si incontrano le griglie di aerazione del frigorifero e, in coda, il tradizionale garage posteriore.

Servito da due portelli Mekuwa simmetrici da 134×122 cm con doppia serratura di sicurezza elettrificata, cinghia ausiliaria per la manipolazione e doppio pistone di mantenimento, il garage misura 222x135x137 cm.

Dotato di una portata utile di ben 500 kg, il garage ha rivestimento inferiore in laminato plastificato antiurto, rivestimento delle pareti in agugliato antracite, riscaldamento tramite convettore dedicato e protetto, doccia monocomando con telefono regolabile in altezza, doppia illuminazione (una plafoniera per lato) e, data la conformazione degli spazi, estremamente regolari, si presta facilmente al carico di oggetti anche ingombranti quali moto o quad vantando una soglia di carico situata a 62 cm da terra (con sospensioni pneumatiche a regolazione media).

Nella parte rivolta verso l’abitacolo il garage ospita, sulla destra, il vano elettrico deputato ad accogliere le batterie supplementari e il gruppo caricabatterie/inverter/trasformatore: a fianco a questo, in posizione centrale, un vano all’interno del doppio pavimento offre uno spazio libero di 59x92x34 cm, mentre sul lato opposto, a fianco al portello laterale sinistro, in posizione rialzata, sotto al letto longitudinale è ricavato un vano da 86x59x42 cm.

Non mancano, poi, le prese di corrente a 12 e 220 V (angolo posteriore destro) mentre i binari con anelli di fissaggio del carico sono forniti come optional.

La fiancata sinistra ospita, oltre al già citato secondo portello del garage, il vano per le bombole del gas: accessibile tramite un portello da 61×59 cm, misura 64x37x66 cm, è interamente realizzato in abs e può ospitare due bombole da 11 kg grazie alla presenza degli appositi ganci ferma bombole.

Lo scambiatore automatico Duomatic e l’interruttore inerziale Secumotion, presenti sul veicolo in CamperOnTest, sono forniti come optional.

A fianco al vano gas, un portello da 58×26 cm consente di accedere al vano dedicato all’impianto idrico: vi trovano posto i rubinetti di scarico dei serbatoi delle acque potabili e di recupero (con scarico unificato per semplificare le operazioni,  la presa di collegamento alla rete elettrica e quella di allacciamento alla rete idrica, completa di apposito riduttore di pressione, per poter disporre dell’acqua corrente proprio come presso la propria abitazione.

Oltre ai rubinetti di scarico dei serbatoi è da segnalare come siano presenti anche i rubinetti di scarico degli impianti dell’acqua calda e fredda, soluzione pratica che evita di dover coinvolgere nelle operazioni la pompa dell’acqua.

Il cavo per l’allacciamento elettrico 220 V ed il tubo di allacciamento alla rete idrica possono essere connessi attraverso un apposito passaggio inferiore dotato di chiusura con coperchio scorrevole e munito di una porzione a spazzola per consentire il passaggio dei cavi e ostacolare quello di sporcizia e insetti.

L’ultimo portello, da 98×26 cm, si trova a fianco di quello dell’impianto idrico, tra questo e la cabina di guida, e serve il serbatoio di recupero delle acque nere da qui facilmente raggiungibile.

Impiantistica

L’autonomia idrica può contare su un serbatoio dell’acqua potabile da 300 litri: inserito centralmente nel doppio pavimento, in corrispondenza dell’asse posteriore per un migliore bilanciamento dei carichi, è realizzato in polipropilene di colore blu per prevenire la formazione di eventuali alghe.

Rifornibile attraverso il classico bocchettone esterno, è raggiungibile dall’interno del veicolo attraverso una botola a pavimento da 48×31 cm che consente l’accesso al tappo di ispezione e, attraverso questo, all’interno del serbatoio per la periodica pulizia. L’impianto idrico, realizzato con tubi in rilsan neri con etichette che ne identificano il contenuto, si affida a giunti a innesto rapido che conducono l’acqua alla pompa a pressostato Jabsco Par-Max 2.9, in grado di erogare fino a 11 litri di acqua al minuto.

Questa invia quindi l’acqua alle utenze, servite da rubinetti monocomando in acciaio inox di elevatissima fattura (ne è un esempio quello del blocco cucina, estraibile).

Le acque di scarico sono incanalate da pilette di scarico da 5 cm e sifoni ispezionabili attraverso tubazioni rigide di derivazione domestica verso il serbatoio di recupero da 250 litri, sistemato anteriormente e, come detto, accessibile dall’apposito portello laterale.

La toilette, che di serie prevede un wc a cassetta Thetford da 17 litri, può essere dotata, come sull’esemplare in prova, di wc nautico in ceramica Jabsco con serbatoio fisso da 100 litri: l’opzione è fatturata 1.190 Euro.

Il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria sono affidati al sistema a convettori Alde Compact 3010: posizionata in un apposito vano all’interno del doppio pavimento e raggiungibile da una botola da 64.5×39 cm, è comandata dall’apposito pannello di controllo digitale con schermo touch screen posizionato a destra della porta di ingresso, sotto al pensile laterale.

L’impianto, che prevede l’utilizzo di aerotermi ventilati al cui interno viene fatto circolare un liquido antigelo riscaldato a circa 80°C, vede la presenza del vaso di espansione, situato all’interno dell’armadio guardaroba posteriore e perfettamente integrato a questo e di una sonda ambientale posizionata sopra la porta di ingresso, non lontano dalla centralina. Alimentabile sia a gas che a elettricità (e anche in combinato), il sistema può essere abbinato, come sull’esemplare oggetto di questo CamperOnTest, al riscaldamento integrato nel pavimento: il pianale superiore, in particolare, è dotato al proprio interno di tubi e piastre radianti in alluminio che, riscaldandosi grazie alla circolazione del liquido, cedono calore all’ambiente. L’impianto, che può essere regolato e anche escluso tramite un apposito sezionatore, è proposto a 696 Euro.

In marcia, poi, lo scambiatore di calore, azionabile anche in viaggio grazie al posizionamento sotto alla poltrona di guida, consente di sfruttare il calore prodotto dal motore per climatizzare alla perfezione l’intero abitacolo: allo stesso modo, grazie a una pompa di rimando sistemata nel vano motore e azionabile tramite un apposito pulsante inserito nel quadro comandi sistemato sotto al gruppo climatizzazione Iveco a cruscotto, è possibile preriscaldare il motore evitandogli l’usura degli avviamenti a freddo. Lo scambiatore di calore e la pompa di preriscaldamento sono proposti a 918 Euro.

L’impianto elettrico, come detto, è posizionato posteriormente, nell’apposito vano ricavato all’interno del garage: accessibile rimuovendo una grata metallica (da 68×58 cm) mantenuta in sede da diversi punti di ancoraggio a scatto, può contare, di serie, su due batterie Mastervolt AGM da 160 Ah.

Sull’esemplare in prova, equipaggiato tra gli altri con il pacchetto Dynamic, sono presenti tre batterie supplementari Mastervolt AGM da 160 Ah abbinate al gruppo trasformatore, caricabatterie e inverter Mastervolt Mass Combi 12/2000-100.

Si tratta di un’unità estremamente potente capace di offrire, oltre a un caricabatterie da 100 Ah, un inverter a onda sinusoidale pura da ben 4000W di potenza massima e 2000W di potenza continua. Insieme al Mass Combi il vano elettrico ospita gli interruttori generali dell’impianto, completi di salvavita, e la scatola dei fusibili, facilmente accessibile.

Il pannello di comando delle utenze, fornito dalla trentina CBE, è posizionato sopra la porta di ingresso: dotato di schermo lcd a colori e permette la visualizzazione in tempo reale di tutte le informazioni disponibili sul veicolo: autonomia in termini di acqua potabile e di acque grigie, tensione batterie motore e cellula, temperatura interna ed esterna, programmazione del riscaldamento, riscaldamento del riduttore di pressione delle bombole del gas.

Il pannello, esaustivo e semplice nell’uso, consente di gestire anche diverse utilità tra cui gli impianti di home entertainment e l’illuminazione del veicolo: questa, in particolare, può contare su due spot alogeni e altrettanti a led inseriti nel sottobasculante a servizio della cabina di guida, su quattro spot alogeni dedicati al living e inseriti nella parte inferiore dei pensili a cui si sommano quattro faretti a led inseriti nel baldacchino superiore a soffitto e la scenografica illuminazione indiretta che congiunge idealmente il soffitto rispetto alle pareti laterali, su quattro spot alogeni e tre a led  a servizio del blocco cucina più un faretto alogeno dedicato alla macchina del caffè Krups, su due spot led dedicati all’ingresso e affiancati dalla colonna estraibile satinata retroilluminata posta a lato della TechTower, su quattro spot led dedicati alla toilette a cui se ne affiancano due alogeni dedicati all’ampia specchiera mentre la camera da letto posteriore può contare su tre led marcapasso inseriti tra i letti gemelli posteriori in corrispondenza dei gradini di accesso a questi dedicati, su due spot alogeni di lettura e su otto spot led inseriti nel baldacchino superiore.

Non mancano le luci dedicate al basculante, con una plafoniera a led laterale ai pensili del lato sinistro del letto, l’illuminazione automatica nell’armadio guardaroba, due plafoniere dedicate al garage posteriore, una inserita all’interno del gavone sottopavimento anteriore e la luce esterna.

Sempre per quanto riguarda l’impianto elettrico, questo può contare sulla disponibilità di tre prese a 12V e altrettante a 220V dedicate a cucina, letti posteriori e zona living:  a queste, poi, si sommano le prese disponibili nel garage posteriore.

Per quanto riguarda l’impianto del gas, il vano esterno può ospitare due bombole da 11 kg:  possono essere servite, come sull’esemplare in prova, dall’abbinata Secumotion e Duocontrol. Opzionali, sono proposti a 242 Euro. L’impianto, in ogni caso, è gestito elettronicamente dalla centralina interna e si avvale della presenza di tre rubinetti sezionatori (dedicati a TecTower, riscaldamento e fornello) inseriti alla base del blocco cucina e ben raggiungibili.

Mobili e tappezzerie

Accoglienti, moderni e molto personali nello sviluppo e nello styling, gli interni disegnati da Klüber Design arredano con gusto un abitacolo di generose dimensioni. Studiati per dilatare ulteriormente gli spazi interni grazie a soluzioni particolari quali le forme del blocco cucina e dell’adiacente TecTower, inclinate a 45° e capaci di aumentare notevolmente la sensazione di spaziosità anche a ridosso della zona servizi, sono realizzati direttamente da Niesmann+Bischoff utilizzando multistrato nobilitato e impiallacciato da 15 mm di spessore per le ante superiori e inferiori, bombate, e da 25 mm per le colonne laterali.

Giocato su tinte chiare e luminose, l’interno vi associa diversi dettagli significativi: il soffitto, rivestito in microfibra, è affiancato da un baldacchino in legno massello retroilluminato la cui parte inferiore, rivestita in alcantara, ospita diversi spot led di illuminazione e il subwoofer dell’impianto di entertainment multimediale. Poco più in basso, i pensili laterali superiori, leggermente bombati nella parte bassa in corrispondenza delle maniglie in alluminio satinato, vedono una perfetta integrazione di queste tramite una modanatura trasversale della stessa tinta che percorre, come un filo, tutto il veicolo separando la tinta legno dal bianco panna sottostante, impiegato per gli angolari stondati dei profili inferiori.

La costruzione, estremamente accurata, vede la presenza di aerazioni anticondensa posteriori, mensole riposizionabili su due o tre livelli con bordo anticaduta, cerniere in acciaio inox di qualità domestica e, per ogni anta, mantenimento in posizione aperta tramite uno o due pistoncini a gas a seconda della dimensione del portello.

La parte superiore del veicolo assicura, grazie alle forme degli interni e al design degli arredi, una notevole armonia stilistica in ogni ambiente, anche e soprattutto in cabina di guida dove la presenza del letto matrimoniale basculante, dotato di movimentazione elettrica, è appena percepibile grazie a due sponde laterali che, inserite in continuità con i pensili laterali, ne rappresentano la ideale continuazione: anche in questa zona la costruzione è assai accurata. La parte inferiore delle sponde, infatti, è incernierata e man mano che il letto viene abbassato trasla di 90° lasciando spazio adeguato ai cuscini degli schienali del living che, di conseguenza, non necessitano di alcuna movimentazione.

In questa zona non mancano le pareti anticondensa, studiate per ospitare al proprio interno i convettori del riscaldamento centrale Alde il cui calore viene convogliato lungo le pareti da apposite modanature in alluminio situate all’interno della paretina, proprio sotto alla feritoia di aerazione.

Il tavolo, sorretto da monogamba traslabile, riprende le tinte usate per l’allestimento, con un perimetro esterno chiaro e una parte centrale (laminata antigraffio da 45 mm di spessore) che possono essere ampliati grazie a un piano affiorante mantenendo intatto il disegno originale.

Spostandosi al blocco cucina, oltre alla dotazione di cassetti e cestelli con rientro assistito e chiusura centralizzata elettrificata sono da rimarcare la presenza del piano di lavoro in resina minerale e delle paratie laterali in metacrilato lucido e lavabile: lo stesso materiale è sfruttato poi per l’alloggiamento della macchina del caffè Krups e per il rivestimento della colonna estraibile situata a fianco alla TecTower, entrambe retroilluminate.

La zona anteriore e quella posteriore possono  essere separate sfruttando due porte, entrambe in legno e da 4 cm di spessore: la prima, bombata, è a battente e serve da chiusura sia del locale wc sia, se traslata, dell’intera zona toilette, mentre la seconda, scorrevole, separa la camera da letto posteriore. Sempre a livello di arredamento è da segnalare l’ingegnosa soluzione adottata per la porta dell’armadio guardaroba, realizzata a libro con due ante scorrevoli su apposite guide per consentire un passaggio verso i letti anche con armadio aperto.

Situate agli estremi del veicolo, le due vere e proprie camere da letto beneficiano di materassi in lattice da 13 cm di spessore supportati dallo speciale sistema Froli, mentre le cuscinerie del living, servite da elementi con spessori variabili tra 20 e 13 cm, sono disponibili in sei diverse varianti: tre vedono l’abbinamento vera pelle/tessuto (Azzurro – tinte blu, Bellissimo – tinte avorio, Rosso – tinte marrone) mentre le restanti fantasie sono interamente in vera pelle. Oltre alla variante presente sul veicolo oggetto di questo CamperOnTest, denominata Excelsa e contraddistinta dalla tinta marrone scuro (Euro 2.914), sono infatti disponibili i rivestimenti Classico (pelle avorio) e Nobile, con pelle bicolore avorio/marrone e logo Niesmann+Bischoff in rilievo.

Il soggiorno

La zona anteriore del Flair 8000i CEBW è dedicata al living: può ospitare comodamente sei o sette persone grazie alla presenza di un divano a L sulla sinistra (90×46 + 78×37 cm), alle poltrone girevoli SKA in cabina e a un divano laterale destro da 115×47 cm.

Tutte le sedute, situate a 50 cm dal pavimento, consentono di raggiungere facilmente il piano del tavolo: questo, sorretto da una monogamba traslabile, vanta un piano da 94.5×61 cm che grazie alla presenza di un piano affiorante, può facilmente essere ampliato fino a 94.5×91 cm. L’operazione, estremamente facile, può essere eseguita anche con una sola mano. Il piano, che si trova a 75 cm dal pavimento, lascia uno spazio residuo alle gambe dei commensali di 21 cm.

Il divano a L può facilmente essere scomposto per ospitare, in marcia, il quarto passeggero previsto in sede di omologazione: sarà sufficiente rimuovere una parte della seduta laterale sinistra del divano e ruotare un piano incernierato per ottenere lo spazio necessario alle gambe.

La panoramicità, in sosta come in viaggio, è assicurata, oltre che dall’abbondante vetratura della cabina di guida, da due finestre Dometic S7 di cui una sul lato sinistro da 95×57 cm con apertura a compasso e una su quello destro (da 86×57 cm) scorrevole per non interferire con l’adiacente porta di ingresso. Non manca, a soffitto, un maxioblò panoramico Dometic Heki 3 da 80×60 cm.

Lo stivaggio può contare su due pensili a soffitto posizionati sul lato sinistro (41x35x32 cm, dotato di mensola interna da 40×33 cm riposizionabile a piacere, e 36x35x32 cm), e su un pensile laterale a sovrastare il divano destro (51x9x32 cm): questo vano, in particolare, contiene dietro a sé l’alloggiamento per la tv LCD da 22” con sistema di movimentazione elettrico comandabile da un apposito interruttore laterale e supporto orientabile per favorire la comoda visione da parte di tutto l’equipaggio e anche dal letto basculante.

Inclusa nel pacchetto Multimedia 2 insieme a navigatore satellitare con tuner, lettore DVD, bluetooth, telecamera posteriore a colori, predisposizione radio “Sound System”, la TV LCD da 22 pollici è proposta a 3.116 Euro.

Lo stivaggio inferiore può contare su tre cassapanche: sotto al divano a L, infatti, sono disponibili uno spazio da 21x22x27 cm, ricavato nella part frontale del living, proprio alle spalle della poltrona di guida, e uno da 68x58x28 cm inserito alla base della porzione trasversale del divano.

Il divano laterale destro, in parziale comunicazione con il gavone inserito nel doppio pavimento, cela invece uno spazio disponibile di 59x39x36 cm.

I servizi

Posizionato centralmente, proprio opposto all’ingresso, il blocco cucina si divide tra una parte lineare allineata alla fiancata sinistra e una, quella contenente il lavello, inclinata di circa 45° per creare, grazie anche alla concomitante partecipazione della TecTower, posizionata sul lato destro e anch’essa inclinata di 45°, una funzionale zona filtro verso la parte posteriore del veicolo.

Dotato di serie di piano in Corian e, come optional, di piano di lavoro in materiale minerale infrangibile e antigraffio, il blocco misura 89×55 cm in senso longitudinale e 80×72 in senso trasversale.

La cucina, situata a 95 cm dal pavimento, ospita un fornello Spinflo da 54×49 cm con coperchio in cristallo temperato, tre erogarori da 7.5, 7.5 e 100 mm disposti tra loro a una distanza misurata al centro di 24.5, 26 e 21 cm e dotati di accensione piezoelettrica integrata. A fianco a questo, sul lato sinistro, trova posto un piano di lavoro da 33/53×20 cm di cui una parte, quella prossima al lavello, è dotata di scanalature convogliatrici per l’acqua di scolo verso il lavello (31×20 cm).

Questo, da 38 cm di diametro e 15 di profondità, è ricavato direttamente nel blocco di materiale minerale che costituisce il piano cucina, è dotato di coperchio, di piletta di scarico da 50 mm con sifone ispezionabile ,sistema di chiusura del tappo integrata a distanza e valvola di sfogo per un eventuale troppo pieno: è servito, inoltre, da un pratico ed elegante rubinetto monocomando in acciaio inox ancorato alla parete laterale in metacrilato e dotato di erogatore estraibile. Il fondo del blocco cucina, come detto, è rivestito in metacrilato lucido beige: nell’angolo tra la porzione inclinata a 45° e la parete, i tecnici Niesmann+Bischoff hanno creato l’alloggiamento per la macchina da caffè Krups Nespresso (opzionale), retroilluminata e con anta scorrevole.

L’aerazione può contare sull’abbinamento tra una finestra S7 da 75×40 cm, inglobata all’interno del rivestimento di fondo in metacrilato, e sul pratico FanTastic Vent a soffitto: estremamente potente e dotato di ventole a 3 velocità, è utile sia come estrattore che come ventilatore ed è integrato a un oblò da 40×40 cm.

Lo stivaggio si affida, nella parte superiore, a un pensile lineare da 68x32x35 cm (dotato di mensola interna riposizionabile a 14 o a 17 cm di altezza inferiore), e a uno da 41x23x32 cm inserito lateralmente, nella porzione di mobile inclinata.

La parte inferiore ospita, nella penisola del lavello, due grandi cestelli estraibili da 52x40x16 e 52x60x16 cm, mentre a fianco a questi, sotto al fornello, trovano spazio il classico cassetto portaposate (54x46x9 cm), posizionato sopra a due cestelli estraibili, entrambi da 46x48x25 cm, di cui quello inferiore è parzialmente attrezzato con i contenitori per la raccolta differenziata.

Sotto al fornello, inoltre, trova intelligentemente posto il coperchio in materiale minerale del lavello grazie alla presenza di un apposita sede inserita nella parte alta del mobile, mentre è da segnalare come tutti i cassetti e i cestelli siano dotati di serie sia di rientro assistito, sia di chiusura centralizzata elettrificata azionabile dal posto di guida, attraverso un pulsante nel quadro comandi creato sotto ai comandi climatizzazione, o da un apposito comando posizionato centralmente sotto al pensile superiore laterale.

Opposta al blocco cucina trova spazio la TecTower: dotata di un elegante rivestimento a specchio, ospita un frigo trivalente Dometic RMD8505 da 165 litri con cella freezer separata sormontato dal forno a gas.

A sinistra del frigo, verso la porta di ingresso, è presente una colonna estraibile con parte frontale in metacrilato traslucido retroilluminato attrezzata per contenere sei calici: la colonna, anch’essa dotata di guide con rientro assistito, misura 175x10x27 cm ed è suddivisa in quattro scompartimenti completi di bordo anticaduta. Un ulteriore spazio, infine, è disponibile sotto al frigo, sfruttabile grazie alla presenza di un cassetto da 48x48x8 cm.

Superata la zona cucina, procedendo verso la zona posteriore del veicolo, si incontra la maxi toilette dressing-room: ospita, sulla destra, il vano wc (100x71x203 cm) completo di tazza Thetford C250 o, come nel caso dell’esemplare in prova, di un wc in ceramica Jabsco con serbatoio nautico da 100 litri.

Il vano, schermato da una porta a battente semicircolare da 196×55 cm, è servito da una finestra da 76×42 cm ed è arredato con mobili in legno: opposto al wc, un mobile basso ospita il convettore del riscaldamento Alde (con possibilità di aggiunta di un termo arredo) e, nella parte bassa, i classici complementi di arredo (spazzolino e portacarta igienica).

Nella parte superiore sono inoltre presenti due mensole a giorno e retroilluminate da 100×11 e 70×11 cm. La porta del wc, oltre a separare questo ambiente, può andare a chiudere l’intera zona posteriore del veicolo, sfruttando come battuta il bordo destro della TechTower: si viene così a creare una immensa zona toilette con armadio guardaroba integrato separabile dalla camera matrimoniale in coda tramite una doppia porta scorrevole in legno (193×69 cm).

Il vano, lungo 135 cm e largo 222, propone un corridoio da 70 cm di larghezza a dividere da un lato locale wc e armadio guardaroba, e dall’altro lavabo e doccia welness.

Opposto alla toilette, il mobile lavabo adotta, come la cucina, il pregevole piano in materiale minerale: anche in questo caso, un blocco unico integra un lavandino da 38x29x13 cm, servito da sifone, piletta di scarico da 50 mm e rubinetto monocomando inox.

Il mobile, situato a 85 cm da terra, è sormontato da una specchiera (93×64 cm) che nasconde dietro a sé un pensile da 67x60x10/52 cm dotato di mensola interna riposizionabile che, nella parte posteriore, sfrutta lo spazio libero alle spalle dell’adiacente TechTower.

A fianco al lavabo sono presenti un convettore Alde, adeguatamente protetto, e un pratico portasciugamani, mentre nella parte inferiore è ricavato uno stipetto da 33x54x36/56 cm.

A fianco a questo ecco la grande doccia Wellness: misura 80x80x196 cm, è dotata di chiusura con doppia porta in metacrilato (varco di accesso 190×45 cm), ha colonna attrezzata, piletta di scarico centrale maggiorata (50 mm), illuminazione interna tramite due spot led, colonna attrezzata e doppia possibilità di erogazione dell’acqua attraverso il consueto telefono o un maxi erogatore situato nella parte superiore.

A corredo della finestra dedicata al locale wc, il vano può beneficiare di un secondo FanTastic Vent, identico per potenza e caratteristiche a quello adottato per il blocco cucina.

Inglobato, come detto, nel locale toilette/dressing-room, l’armadio guardaroba è inserito tra la camera posteriore e il wc.

Servito da una pregevole porta scorrevole a libro che ne facilita l’apertura (150×25.5+25.5 cm), l’armadio misura 150x48x58 cm, è dotato di asta appendiabiti, illuminazione interna automatica e ospita, nella parte posteriore, il vaso di espansione dell’impianto Alde, ben protetto e assolutamente mimetizzato.

Nella parte inferiore, invece, sono stati ricavati tre cassetti: uno, interno, da 37x26x11 cm, e due esterni da 47x48x8 cm dotati di rientro assistito.

Zone letto

Situata in coda, la camera da letto padronale vede la presenza di due letti gemelli da 201×102/80 cm.

Disponibili sia come nella versione provata, con materassi più larghi nella zona posteriore che con materassi da 80 cm di larghezza e con il classico comodino interposto, si trovano a 103 cm dal pavimento e beneficiano di un cielo libero di 103 cm.

Dotati di reti Froli e materassi in lattice da 13 cm di spessore, i letti sono facilmente raggiungibili grazie alla presenza di tre gradini integrati, ognuno da 49×19 cm, che, incernierati nella parte posteriore, nascondono dietro a loro un vano sfruttabile da 54×41 con altezza massima di 55 cm e minima di 19.

I letti, serviti da due finestre S7 simmetriche da 100×45 cm e da un maxi oblò MidiHeki da 70×50 cm con cupola trasparente, sono separati dal resto dell’abitacolo sia dalla porta a battente della zona toilette sia da quella scorrevole da 193×69 cm che delimita la dressing-room.

Impreziosiscono l’ambiente una testiera posteriore imbottita affiancata, sui lati, da pannelli imbottiti che nascondono dietro a sé i convettori del riscaldamento Alde, gli unibloc oscurante/zanzariera delle finestre e ospitano, nella parte posteriore, due pratiche tasche a giorno utili per libri, riviste e oggetti personali, mentre lo stivaggio può contare su un totale di ben nove pensili: tre posteriori, da 60x35x27 cm, e sei laterali, suddivisi sulle due pareti laterali, da 44x26x27 cm.

Anteriormente, il letto matrimoniale basculante è disponibile, come sull’esemplare oggetto di questo CamperOnTest, con movimentazione elettrica.

Protetto da finestrini laterali con cristalli dotati di camera d’aria interna, oscuranti plissettati e dalla serranda elettrica anteriore, scende in meno di 10 secondi realizzando un letto da 192×139 cm che, previo abbattimento degli schienali delle poltrone, va a occupare la cabina di guida lasciando 4 posti agibili nel living.

Una volta allestito il letto viene così a trovarsi a 123 cm da terra, offrendo un cielo utile di 80 cm.

Dotato di tenda di cortesia e di separazione, rete Froli, materasso in lattice, oblò e spot di lettura a led, è completo di rete anticaduta, utile nel caso di utilizzo da parte di bambini.

Dislocazione impianti

Dati tecnici

Niesmann+Bischoff Flair 8000i CEBW
Dimensioni e posti
Tipologia Motorhome
Dimensioni 877.8x239x327 cm
Posti omologati 4
Posti letto 4
Posti frontemarcia con
cintura di sicurezza
4
Autotelaio
Meccanica Iveco EcoDaily 65C17 (EcoDaily 70C17 Opzionale)
Passo 475 cm
Sbalzo anteriore 100 cm
Sbalzo posteriore 302.8 cm
Motorizzazione base 3.0 EEV Twin Turbo – 170 cv Euro 5
Motorizzazione opzionale Motore 150 kW/205 cv
(non in abbinamento al cambio automatizzato Agile)
Trazione Posteriore sulle ruote gemellate
Accessori di serie ABS, EBD, ASR, Tempomat, specchi retrovisori elettrici a doppia ottica, luci di ingombro a led anteriori e posteriori, serbatoio del gasolio maggiorato a 100 litri, alternatore e batteria motore potenziati
Massa complessiva a pieno
carico kg
6700
Massa dichiarata in ordine di
marcia kg
5420 (veicolo in prova, comprensivo degli accessori, 5889 kg).
Portata utile kg 1280 (811)
Scocca
Carrozzeria Scocca autoportante con pannelli sandwich a doppio rivestimento interno ed esterno in alluminio liscio, coibentazione in RTM da 40 mm, rivestimento interno in feltro per le pareti e in microfibra per il tetto. Doppio pavimento passante con luce di 34 cm. Frontale e parete posteriore stampate in vetroresina (quest’ultima con doppio guscio). Bandelle in alluminio, raccordi in vetroresina, parafanghi in abs.
Spessori
pavimento/pareti/tetto mm
42+20/42/42
Garage Garage posteriore da 222x135x137 cm accessibile tramite due portelli esterni simmetrici (opzionale quello di sinistra) da 134×122 cm. Soglia di accesso situata a 62 cm da terra, rivestimento interno in laminato antisdrucciolo, doppia illuminazione, riscaldamento, doccia estraibile (opt), due prese di corrente a 12 e 220V, portata kg 500. Vano di stivaggio interno al garage, inserito nel doppio pavimento, da 59x92x34 cm. Gavone anteriore sottopavimento lato destro da 151x123x34 cm accessibile da un portello da 105×63 cm.
Porte e
finestre
Porta Hartal con serratura di sicurezza elettrificata a triplo aggancio, finestra fissa con oscurante plissettato, chiusura centralizzata. Due gradini elettrici Omnistep, un gradino integrato in vetroresina. Luce esterna, maniglia di cortesia, zanzariera scorrevole plissettata, appendiabiti.  Sette finestre Seitz Dometic S7 (di cui una scorrevole) con oscurante e zanzariera plissé, un oblò Heki 3, un MidiHeki, due FanTastic Vent con elettroventola, un Remis da 40×40 cm. Portelli di servizio con apertura servoassistita, serrature di sicurezza elettrificate e centralizzate.
Impiantistica
Gas Vano esterno per due bombole da 11 kg, completo di ganci fermabombole, Secumotion e Duocontrol opzionali, tre rubinetti sezionatori inseriti alla base del blocco cucina.
Riscaldamento e boiler Alde Compact 3010 a circolazione di liquido con possibilità di funzionamento a gas, a corrente e combinato. Riscaldamento del pavimento, scambiatore di calore in marcia e preriscaldatore motore opzionali.
Elettricità Due batterie supplementari Mastervolt AGM da 160 Ah (la terza è opzionale) inserite nel doppio pavimento posteriore e accessibili dal garage. Caricabatterie, trasformatore e inverter Mastervolt Mass Combi 12 2000/100. Pannello di comando digitale con schermo LCD a colori CBE, illuminazione interna mista led/alogeno, 4 prese a 12V, altrettante a 220V.
Acqua Serbatoio acqua potabile litri 300, serbatoio di recupero litri 250 interni al doppio pavimento. Pompa dell’acqua a pressostato Jabsco Par-Max 2.9 da 11 litri/minuto, tubi in rilsan, giunti John Guest a innesto rapido, rubinetti monocomando in acciaio inox, pilette di scarico inox maggiorate, sifoni ispezionabili, tubazioni di scarico rigide di derivazione domestica, rubinetto di scarico dell’impianto interno e unificato. Presa di allacciamento alla rete idrica, rubinetti di scarico degli impianti di acqua calda e fredda. Wc Thetford C250 con cassetta da 19 litri,  possibilità di wc nautico in ceramica Jabsco con serbatoio fisso da 100 litri.
Prezzi e accessori
Prezzo base Euro 150.245
Prezzo esemplare provato
Comprensivo di: Clima cabina conducente (1.482); Blocco differenziale per l‘asse posteriore (701); Cambio automatico a 6 rapporti „Agile“ (1.250); Sospensioni pneumatiche con dispositivo di sollevamento ed abbassamento e a livellamento automatico (8.864); Carreggiata allargata asse anteriore (705); Sedile conducente e passeggero con sospensioni pneumatiche, riscaldati con supporto lombare(2.007); Decoro cruscotto in radica (494);  Oblò con regolazione termostatica sopra la zona cucina (402); Oblò con regolazione termostatica sopra il bagno (402); Oblò Midi Heki al posto dell‘oblò di serie sopra il letto posteriore (897); Veranda 5,0 m elettrica (1.704); Portellone laterale garage sul lato del conducente (897); Letto basculante al posto dei mobili pensili (887); Letto basculante elettrico (897); Macchina da caffè (Nespresso) con estrazione (201); Superficie in materiale minerale con lavandino cucina e lavello bagno incorporati (1.200); Rivestimento parete per la finestra del letto posteriore (292); Eliminazione del comodino, al suo posto materassi uniti (192); Toilette in ceramica con serbatoio nautico 100 litri (1.190); Riscaldamento a pavimento, regolabile e con chiusura (696); Chiusura centralizzata in collegamento con l‘impianto d‘allarme (1.805); Doccia nel garage (271); Scambiatore di calore e preriscaldamento motore (918); Design esterno in colore champagner (giglio e contorno fanaleria) (494); Predisposizione cavi per l’impianto satellitare dalla radio fino alla posizione del ricevitore (solo se senza impianto satellitare) (120); Truma Secumotion con Duomatic (242); Impianto clima Saphir Vario 2000 Watt, posizionato nel doppio pavimento per la zona notte (3.015); Predisposizione clima Saphir Comfort (500); Pacchetto Comfort ( Oblò Heki Seitz al posto dell’oblò di serie sopra la zona giorno; Avvolgibile anteriore elettrico – utilizzabile anche come parasole; Oscuranti plissettati per la finestra del conducente e del passeggero; Frigo Tec Tower 180 lt., con forno a gas; Rete letto con sistema Froli compreso materasso in lattice; Areazione SOG sopra il tetto; Illuminazione nel baldacchino – 4.023);  Pacchetto Multimedia 2 (Navigatore con Tuner, lettore DVD, Bluetooth e retrocamera; Predisposizione radio „Sound-System“; TV a schermo piatto TFT 22“ con estrazione elettrica nel mobile pensile sul lato del passeggero – 3.116) ; Pacchetto Dynamic (Batteria supplementare AGM 160 Ah (K20) per la cellula (in totale 3), Carica batteria combinato da 100 A con inverter sinusoidale da 12 V a 230 V, potenza massima 4000 W e potenza continua 2000 W- 2.712); Tappezzeria pelle „Excelsa“ (2.914).Totale veicolo in CamperOnTest Euro 195.735
Il nostro giudizio
Costruzione
Meccanica di base
Iveco EcoDaily 65C17 con cabina di guida rialzata
Sicurezza
Di serie solo ABS, ASR ed EBD. Non disponibili, nemmeno a richiesta, gli airbag e l’ESP
Volumetria e masse
Dimensioni importanti con lunghezza, larghezza e altezza accentuate. Passo extralungo ma sbalzo posteriore consistente. La meccanica, di tipo camionistico, è comunque adeguata agli ingombri. Possibilità di scegliere il telaio maggiorato da 72 quintali e diversi ausilii alla stabilità (sospensioni pneumatiche autolivellanti, carreggiata allargata…)peraltro proposti sulla quasi totalità dei veicoli.
Scocca e materiali
Scocca autoportante di alto livello tecnico con box anti-torsione, consistente spessore e ottima qualità degli isolanti, doppio pavimento con struttura interna in alluminio e poliuretano, frontale e posteriore monoblocco in vetroresina, bandelle in alluminio in un unico pezzo.
Assemblaggio e rifiniture
Estremamente curate in ogni aspetto. Assenza di sigillature a vista, assemblaggi curati e precisi. Notevole cura dei particolari, anche quelli nascosti.
Componentistica
Porta di ingresso di alta qualità e consistenza, portelli Hartal con doppia guarnizione e serrature centralizzate ed elettrificate, finestre S7 con oscuranti plissettati, oblò Dometic, Remis ed Ecosan, doppi vetri in cabina di guida.
Impianto idrico
Estremamente curato, ampia capacità dei serbatoi, componentistica di qualità domestica, pompa dell’acqua potente, possibilità di allacciamento diretto alla rete idrica, intelligente gestione degli scarichi unificati, possibilità di scarico dell’impianto senza coinvolgere la pompa dell’acqua. Possibilità di scelta tra wc a cassetta e nautico.
Impianto elettrico
Di serie due batterie Mastervolt AGM da 160Ah. Con il Pacchetto Dynamic, proposto sulla quasi totalità dei veicoli, si aggiungono una terza batteria e l’eccellente Mass Combi. Impianto di alto livello, gestione facile e immediata grazie a pannello di comando digitale user-friendly, illuminazione efficace e scenografica, buona disponibilità di prese di corrente.
Gas
Vano ben realizzato anche se piuttosto compatto. Secumotion e Duocontrol si pagano a parte (ma di fatto accompagnano tutti i veicoli).
Riscaldamento
Alde 3010 ottimamente inserita nell’allestimento. Eccellente disponibilità e disposizione degli elementi radianti, diversi accorgimenti per massimizzare le performance dell’impianto. Possibilità di pavimento riscaldabile, di scambiatore di calore e preriscaldatore motore (opzionali ma di fatto presenti su tutti i veicoli).
Mobilio e arredamento
Estremamente curato, ambientazione moderna, elegante, pratica e facile da vivere. Notevole fluidità delle forme interne, mobilio di alto livello con impiallicciatura in legno massello. Componenti meccaniche di qualità, rientro cassetti e cestelli assistito, chiusura centralizzata elettrificata, utilizzo di materiali pregiati (resine minerali), accorgimenti anticondensa funzionali, rivestimenti interni di qualità.
Cuscini, materassi e tappezzeria
Cuscinerie comode, abbondanti negli spessori e dotate di rivestimenti di alta qualità. Sei varianti di cui tre interamente in vera pelle, poltrone cabina SKA riscaldabili (opt), reti Froli, materassi in lattice di alto spessore per tutti i letti.
In viaggio
Facilità di guida
Veicolo di grandi dimensioni, è però ben gestibile grazie a una eccellente posizione di guida che consente un completo controllo sugli ingombri. Passo lungo e sbalzo importante, specchi retrovisori a doppia ottica di grandi dimensioni e ben posizionati, ridotta distanza rispetto al parabrezza, attenzione alla larghezza.
Comodità dei posti a sedere
Poltrone anteriori SKA estremamente comode e ampiamente regolabili. Sedute posteriori di ottimo livello con poggiatesta e schienale ergonomico.
Panoramicità
Eccellente per tutti i passeggeri. In cabina, grazie alla presenza del grande parabrezza, avvolgente e in grado di minimizzare gli angoli morti, la visibilità è perfetta. Se ne avvantaggiano anche i passeggeri che, nell’abitacolo, possono contare su due finestre quasi simmetriche.
Climatizzazione
Il clima motore e lo scambiatore di calore in marcia sono entrambi opzionali. Di fatto, sono poi presenti su tutti i veicoli prodotti, ma meriterebbero entrambi di essere proposti di serie.
In sosta
Living
Anche se non raggiunge le dimensioni del maxiliving del Flair 8000i LW, è comodo, accogliente e può ospitare fino a sei o sette persone. Il tavolo, ampliabile, vanta stabilità eccellente. Ottima integrazione con la cabina di guida.
Letti
Praticamente perfetti nell’allestimento e nelle dotazioni. Dimensioni generose, componenti di qualità, riscaldamento e aerazione curata. Unico appunto la posizione dello spot led a servizio del basculante, non delle più felici.
In cucina
Piano in resina minerale, stivaggio ampio e ben organizzato, lavello di dimensioni e allestimento superiori alla media, aerazione curata, frigo di grandi dimensioni, forno, macchina da caffè: non manca proprio nulla.
Toilette
Di ampie dimensioni, realizza, tramite un sistema di due porte (scorrevole e a battente) un ambiente davvero vivibile e ben sfruttabile. Ottima la scelta di posizionare il wc in un ambiente separato in modo da consentire sempre il passaggio verso i letti posteriori e l’utilizzo della doccia o del lavabo.
Doccia
Doccia Welness di grandi dimensioni, doppio erogatore, scarico maggiorato, pedana in legno, illuminazione e aerazione corrette.
Disimpegni e circolazione nell’abitacolo
Le ampie dimensioni favoriscono inequivocabilmente un’ottima circolazione interna, ma la scelta di posizionare cucina e TechTower inclinate a 45° conferisce all’ambiente una marcia in più sotto il profilo della funzionalità e dei disimpegni. Porta centrale e fuori dai percorsi di transito obbligato.
Capacità di stivaggio
Stivaggio ampio e ottimamente organizzato. Tre cassapanche agibili, dodici pensili a soffitto, svariati cassetti in cucina. Solo l’armadio per i capi appesi non è tra i più capienti.
Gavoni e garage
Ampio, regolare, ben allestito e con una portata davvero cospicua. Secondo gavone anteriore accessibile dal lato destro comodo per attrezzature di uso comune.
Gestione del veicolo
Capacità di carico e portata utile
Con meccanica 65C17 e una folta (e necessaria) lista di accessori, ci si aspetterebbe una portata utile un po’ più ampia. Dato il livello della realizzazione e le possibilità che questa offre, meglio optare per il telaio da 72 quintali.
Autonomia
Autonomia idrica ed elettrica davvero consistente e pensata per viaggi a lungo raggio. Ottima la possibilità di allacciamento diretto alla rete idrica. Data la caratura del veicolo (e gli spazi a disposizione) si sarebbe potuto realizzare un vano gas capace di accogliere bombole di maggiore capacità.
Facilità di manutenzione
Buona accessibilità agli organi meccanici corretta. Impiantistica ordinata e ben raggiungibile.
Rapporto prezzo/prestazioni
Veicolo di assoluto prestigio, è un acquisto definitivo da valutare con attenzione. Il prezzo base, a conti fatti, è piuttosto lontano da quello finale, che in ogni caso rimane nella media della tipologia ed è giustificato dalla raffinatezza della realizzazione e delle componenti utilizzate. Ampie possibilità di personalizzazione, ma attenzione al prezzo

 Legenda

Inadeguato
Da migliorare
Adeguato alla classe di costo
Buono, assicura fruibilità e soddisfazione agli utilizzatori
Eccellente, difficile trovare di meglio

Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e di quanto il mercato offre nello stesso momento e per la fascia di prezzo riferita al veicolo sotto esame.

Ci ha particolarmente convinto…

La tecnica costruttiva della scocca, autoportante e con box antitorsione, è ai massimi livelli. La qualità dei materiali è eccellente in ogni componente: rivestimenti, coibentazione, rifiniture degli interni, materiali. La cura costruttiva e progettuale è notevole e fornisce l’impressione di un prodotto concepito senza rinunce. La realizzazione del doppio pavimento è esemplare per semplicità e linearità delle varie canalizzazioni, con le componenti facilmente raggiungibili da botole interne, dal garage o da portelli esterni. Allo stesso modo, i carichi risultano essere ben equilibrati, con serbatoi posizionati centralmente in corrispondenza dell’asse posteriore.

L’impiantistica è estremamente curata in ogni suo aspetto: che si tratti dell’impianto idrico, di quello elettrico o del riscaldamento, il comfort e l’autonomia offerti sono molto vicini a quelli di una abitazione.

L’impostazione del frontale, con cabina di guida rialzata e perfettamente integrata all’abitacolo, è ottima e favorisce una panoramicità esemplare sia per coloro che viaggiano davanti sia per i passeggeri posteriori. La scelta di conservare il cruscotto originale, affiancandolo a strutture studiate ad hoc per massimizzare l’ergonomia, appare estremamente convincente nell’uso, facile e immediato, e nell’eventualità di dover operare sul propulsore. L’accesso agli organi meccanici è buono, il cofano motore è consistente e il meccanismo di sollevamento, affidato a pistoni a gas, efficace e pratico.

Il design esterno è rigoroso e professionale, al di là delle mode e degli schemi, e trova un giusto compromesso tra modernità, autorevolezza e look automotive. Il trattamento della scocca, delle pareti e delle componenti prestampate è ai massimi livelli per lucentezza e brillantezza. La parete posteriore a doppio guscio, oltre che aumentare la già notevole robustezza della scocca, contribuisce a migliorare la coibentazione della camera da letto, a tutto vantaggio del comfort degli occupanti.

La componentistica utilizzata è sempre di alto livello: porta e portelli Hartal, serrature sovradimensionate, centralizzate ed elettrificate: da manuale quelle del garage posteriore. Questo vano, in particolare, offre una portata utile e una regolarità degli spazi davvero consistenti. Comodi i due accessi simmetrici, le due fonti di illuminazione e gli spazi di stivaggio.

L’interno del veicolo è probabilmente uno degli esempi più riusciti di design e di funzionalità. L’abitacolo disegnato da Kluber Design è elegante, facile da vivere, luminoso e ottimamente realizzato. L’ambiente è fluido, con servizi centrali che si sviluppano a 45° eliminando quel senso di troppo pieno tipico di molti allestimenti. La larghezza interna dei corridoi è superiore alla media, così come lo è la fruibilità dei servizi e del living, servito da un tavolo comodo e stabile. La costruzione del mobilio è spesso da manuale, con componenti di gran qualità accoppiate e allineate alla perfezione: il rientro assistito dei cassetti, perfettamente ammortizzata, e il sistema elettrificato di chiusura centralizzata degli stessi, sono davvero apprezzabili. Allo stesso modo il blocco cucina e la toilette, entrambe dotate di piano in resina minerale, offrono tutto ciò che si può desiderare su un veicolo senza perdere mai di vista la praticità.

La maxi zona dressing-room è comoda e ospitale: la scelta di sistemare il wc in un locale separato, chiuso e dotato di finestra, piace e ne amplia la fruibilità. La doccia welness è grande, fruibile e ben allestita e non fa davvero rimpiangere quella di casa né per dimensioni né per quantità di acqua erogata.

L’armadio guardaroba, seppure non tra i più grandi, adotta una porta scorrevole a libro pratica e ingegnosa: tutto è sempre perfettamente integrato, che si tratti della vaschetta di espansione dell’Alde, dell’impianto di illuminazione o di entertainment.

Lo stivaggio è considerevole: oltre al maxi garage e al gavone anteriore interno al doppio pavimento, l’equipaggio ha a disposizione 12 pensili, 4 cassetti, 3 cassapanche e tanti vani distribuiti un po’ ovunque, proprio laddove serve: ne è un esempio l’appendiabiti all’ingresso, comodo e discreto.

I letti sono tutti di ottima fattura, con reti Froli, materassi in lattice ad alto spessore e allestimento sempre molto curato. Sono ben accessibili, ben allestiti e sempre ottimamente climatizzati. Il basculante anteriore è probabilmente, il miglior esempio di integrazione di un letto discendente in una cabina di guida: nonostante lo spessore e le ampie dimensioni, grazie alle appendici laterali che continuano il profilo dei pensili del living, è una presenza discreta e non invadente.

In viaggio, la silenziosità dell’allestimento è considerevole, senza scricchiolii o rumori dovuti all’assemblaggio. La visibilità alla guida, grazie alla ridotta distanza dal parabrezza, è eccellente. Gli specchi retrovisori sono ampi e ben fruibili, il controllo sulle dimensioni del mezzo, tutt’altro che trascurabili, è efficace con ogni luce: ottima la possibilità di sfruttare, anche in marcia, la serranda elettrica anteriore. Corretta, infine, la scelta di non modificare la posizione di poltrone cabina, volante e pedali.

Riteniamo migliorabile…

Il rapporto tra meccanica di base e cellula è corretto, ma lo sbalzo posteriore è vicino al limite consentito.
Se richiesto con meccanica Iveco 65C17, la portata utile residua, pur in presenza di una massa complessiva a pieno carico da 6700 kg, è inferiore alle attese (circa 1300 kg). Se si intendono sfruttare le ampie possibilità offerte dal garage posteriore, capace di contenere un quad, meglio richiedere la meccanica 70C17 da 7200 kg.

La dotazione di serie proposta con il veicolo base non è ampia: in caso di interesse all’acquisto, infatti, è meglio prevedere una cifra decisamente più vicina ai 200 mila Euro che ai 150 di partenza poiché molti accessori sono opzionali, a partire dal climatizzatore motore e dal Secumotion. Gran parte di questi optional sono sempre presenti su tutti i veicoli, come è logico che sia, con ripercussioni sui prezzo di acquisto e sulla massa in ordine di marcia.

Per quanto riguarda la sicurezza in  marcia, spicca l’indisponibilità, nemmeno come optional, degli Airbag.

Su strada, il cambio automatizzato Agile non appare sempre fluido e tempestivo nei propri interventi, così come nelle manovre, in cui la gestione di spostamenti minimi non è sempre facilissima.

L’armadio guardaroba, infine, è piuttosto compatto se paragonato alle dimensioni del veicolo.

In conclusione

Un veicolo come il Flair 8000i CEBW non si acquista per caso: degna ammiraglia di un marchio, Niesmann+Bischoff, che in 30 anni di storia ha inventato con il celebre Clou il supermotorhome in versione europea, è un integrale da scoprire con calma, dettaglio dopo dettaglio. Quasi severo e discreto nell’aspetto esterno, altamente professionale e con quel piglio moderno dato dal look automotive, non è un veicolo auto celebrativo: non punta, infatti, ad incantare i propri potenziali clienti attraverso colpi ad effetto o scenografie particolari, ma punta a convincerli con un misto di modernità, stile, linearità, fascino e praticità. Impegnativo nell’assegno da sborsare – un 8000 i CEBW completo si avvicina molto ai 200.000 Euro, rappresenta, con pieno merito e sia sulla carta che, cosa fondamentale, nella sostanza, quel punto di arrivo sognato da chi, anche in vacanza, desidera poter contare su comfort senza compromessi in qualsiasi stagione. Sono tanti, infatti, gli accorgimenti e le soluzioni tecniche adottate per rendere questo modello un eccellente compagno di avventura: dalla concezione della scocca a quella degli interni, le dimensioni e la fruibilità dei servizi, la notevole autonomia data dai serbatoi e dalle componenti tecniche Mastervolt, tutto sembra concorrere per realizzare un motorhome di altissimo livello dal comfort senza compromessi così come il prezzo di acquisto autorizza a pensare. Proposto, infatti, a partire da 150.245 €, è un veicolo per il cui acquisto occorre preventivare una spesa di almeno 190 mila Euro: impensabile, infatti, rinunciare ad accessori fondamentali sulla cellula e sulla meccanica. Facendo i conti, infatti, 15.584 Euro di accessori riguardano la meccanica di base Iveco (sospensioni pneumatiche autolivellanti anteriori e posteriori, climatizzatore, differenziale autobloccante e cambio automatizzato Agile…), 5.371 Euro la climatizzazione (clima Truma Saphir Vario, scambiatore di calore e preriscaldatore motore Alde, pavimento riscaldato, Truma Secumotion con DuoControl), 2.580 Euro le aperture di servizio (due oblò Fantastic Vent per cucina e toilette, maggiorazione oblò posteriore, secondo portello garage), 5.182 Euro l’allestimento interno dedicato a letti e living (rivestimento in pelle Excelsa, letto basculante, movimentazione elettrica letto basculante, materassi uniti letti posteriori), 2.458 Euro particolari di allestimento (piano cucina e toilette in materiale minerale, macchina da caffè, doccia nel garage, rivestimento imbottito pareti laterali posteriori, design esterno champagne), 3.509 Euro di accessori (veranda elettrica e impianto antifurto collegato alla chiusura centralizzata).  A questi sono poi da aggiungere l’indispensabile Pacchetto Comfort (Oblò panoramico per il living, serranda elettrica anteriore, oscuranti plissettati in cabina, colonna frigo/forno, reti Froli e materassi in lattice, SOG, illuminazione nel baldacchino) 4.023 Euro, il Pacchetto Multimedia 2 (radio/dvd/navigatore satellitare, retrocamera a colori, predisposizione radio con impianto sound-system, tv ldc da 22” con supporto elettrico estraibile ed orientabile) e, infine, il Pacchetto Dynamic (terza batteria supplementare Mastervolt AGM da 160Ah e caricabatterie/trasformatore/inverter Mass Combi) – 2.712 Euro. Si tratta, come si vede, di optional spesso necessari per completare il veicolo e il proprio “standing” di motorhome top di gamma ma che, in ogni caso, ne elevano il prezzo di listino a 195.735 Euro. Un investimento importante per un veicolo definitivo, quindi, giustificato dalla eccellente fattura di questo Flair e giustificabile dal desiderio di affidare a un compagno di eccellenza il proprio comfort durante viaggi a lungo raggio in ogni stagione.

Riferimenti e contatti del costruttore

Niesmann+Bischoff GmbH
Clou Straße 1 – 56751 Polch – Deutschland
Tel. +49 26 54 93 30 – Fax +49 26 54 93 31 00 – E-mail: info@niesmann-bischoff.com
www.niesmann-bischoff.com

Fotogallery

Si ringrazia per la collaborazione Jolly Caravan s.r.l.
Via M. Polo 4/A – 35035 Mestrino (PD)
Tel. 049.9002566 – Fax. 049.9002570 – E-mail: info@jollycaravan.it
www.jollycaravan.it

Michel

Comments are closed.