May 22, 2019

Si tratta, con ogni probabilità, di una tra le più attese novità della prossima stagione. I nuovissimi motorhome Kreos rappresentano infatti il secondo deciso passo in avanti dell’importantissimo processo di sviluppo tecnico e stilistico intrapreso da Laika lo scorso anno con il lancio dei profilati serie 5000 e, oggi, rilanciato con grande forza dai nuovi integrali. Frutto di due anni di sviluppo e di lunghi collaudi in ogni condizione climatica, i nuovi Kreos motorhome si segnalano per la piacevolezza del design esterno, che miscela sapientemente elementi automotive, materiali innovativi e stile italiano, e per gli interni improntati alla creazione di ambienti eleganti, funzionali e confortevoli in sosta come in viaggio. Ma andiamo con ordine e cerchiamo di scoprire tutte le novità contenute dalla nuova gamma di integrali Laika.

Il progetto dei Kreos motorhome, infatti, nasce nel 2009 per culminare, a inizio 2011, con la messa su strada dei primi prototipi. E’ su questi esemplari che sono stati condotti pesanti test su strada sull’apposito circuito Iveco per simulare, attraverso cicli continuativi, l’usura equivalente a quella causata da una percorrenza di 100.000 km. I test sono stati condotti per saggiare la qualità degli assemblaggi e, conseguentemente, la silenziosità in marcia, la tenuta di strada e l’equilibrio delle masse, la facilità di guida in ogni condizione e con ogni fondo stradale, neve compresa.

Proprio l’aspetto riguardante l’utilizzo invernale ha comportato l’effettuazione di appositi test nelle camere climatiche svedesi dell’Alde, con risultati davvero lusinghieri (da -15°C a +20°C interni in 3h e 9 minuti a fronte di un limite massimo di 4 ore) per saggiare la bontà di coibentazione, potenza, dimensionamento e distribuzione del riscaldamento. La stretta collaborazione con l’azienda svedese, nata negli scorsi anni per i modelli Kreos 5001SL, Rexosline 800L e i profilati Kreos 5009 e 5010, ha permesso ai tecnici Laika di sviluppare l’intero veicolo in funzione dell’impianto di riscaldamento, con mobilio specificatamente realizzato per massimizzare l’effetto convettivo degli oltre 17 metri di radiatori presenti su ciascun integrale con una particolare attenzione alla cabina di guida, da sempre punto più esposto alle basse temperature per via dell’ampia vetratura.

Disponibili sia con riscaldamento Truma Combi 6 sia, in opzione, con il più complesso impianto a circolazione di liquido Alde, i nuovi Kreos motorhome adottano, nelle versioni con questo tipo di riscaldamento, un pavimento termico in cabina di guida sotto al quale è fatta circolare l’acqua calda dell’impianto, mentre convettori sono inseriti sia all’interno delle basi delle poltrone, sia nel cruscotto anteriore a garanzia di una ottimale distribuzione del calore. La zona a ridosso del parabrezza, poi, è servita dai tradizionali oscuranti plissettati con camera d’aria interna e, in opzione, da un apposito rullo termico a movimentazione elettrica (Laika Iso-Roll-Up) che, oltre a essere sfruttabile anche in marcia come parasole, può essere abbassato in sosta creando una seconda intercapedine riscaldata a tutto vantaggio del comfort della cabina e del letto basculante.

La gamma di integrali Kreos si compone di tre serie: Kreos 6000, Kreos 7000 e Kreos 8000. Identiche negli esterni, le gamme si differenziano per dimensioni e meccanica di base. Kreos 6000 può infatti contare su due varianti (6009 e 6010) allestite su Fiat Ducato AL-KO e con lunghezza complessiva contenuta in 699 cm. Stessa meccanica (ma con passo maggiorato) e lunghezze di 749 cm per i Kreos 7000: quattro le varianti proposte, con letto matrimoniale trasversale su garage (7010), letti gemelli su garage (7009), letti gemelli su gavone (7019) e matrimoniale centrale nautico posteriore (7012 – 759 cm di lunghezza). Due, invece, i modelli che compongono la serie Kreos 8000: entrambi allestiti su telaio Iveco EcoDaily 35C sfruttano la meccanica torinese con passo da 395 cm, trazione posteriore con ruote gemellate e motori da 146, 170 e 205 cv – EcoDaily 35C15, 35C17, 35C21) con possibilità di massa complessiva a pieno carico di 3500 kg e 4000 kg (quest’ultima opzionale).

La scocca è costituita da un sandwich con pareti rivestite in alluminio liscio, coibentazione in styrofoam ad alta densità e interno in multistrato nobilitato per uno spessore complessivo di 35 mm. Il tetto, dotato di rivestimento esterno in vetroresina antigrandine, sfrutta all’interno uno specifico tessuto nautico imbottito per migliorare al contempo estetica e funzionalità, mentre per quanto riguarda il pianale, questo è rivestito esternamente in vetroresina per offrire maggiore resistenza a sporco e agenti atmosferici. Tutti i veicoli, indipendentemente dalla meccanica di base, sono dotati di doppio pavimento passante: le gamme 6000 e 7000, allestite su Ducato AL-KO, scelgono questo vano per sistemarvi, all’interno di un ambiente protetto e riscaldato, tutta l’impiantistica idrica, esattamente come accade per i profilati Kreos 5000. In questo caso, per accedere a serbatoio dell’acqua potabile, pompa dell’acqua, vaso di espansione e valvola di scarico del serbatoio di recupero si potranno sfruttare appositi vani raggiungibili dal garage posteriore.

La zona anteriore degli stessi veicoli, poi, adotta un grande vano passante, raggiungibile sia dall’esterno, attraverso un apposito portello da 190 cm di lunghezza, sia dall’interno, tramite botole a pavimento, e utile per lo stivaggio di oggetti particolarmente ingombranti.

Il doppio pavimento è di fatto presente anche sulle versioni su Iveco: di altezza inferiore data la contemporanea presenza dell’albero di trasmissione, è sfruttabile tramite portelli laterali simmetrici e vani decassati serviti da portelli coibentati. Non manca, anche in questo caso, il riscaldamento, mentre non cambia la tipologia di costruzione, con tre lati su quattro rivestiti in vetroresina facilmente lavabile. Sulle versioni 8000, data l’impossibilità di sistemare nel doppio pavimento i serbatoi, questi sono ospitati all’interno (acqua potabile), in un gavone laterale coibentato e riscaldato (serbatoio supplementare) e in un guscio poliuretanico riscaldato (serbatoio di recupero) con valvola antigelo. Non manca, nel doppio fondo, l’illuminazione automatica.

Tornando alla composizione della scocca, sono da notare le nuove bandelle, realizzate in alluminio e dotate, nelle parti utili all’accesso al doppio pavimento, di portelli coibentati con cerniere a scomparsa, delle nuovissime chiusure Laika Easy Lock, studiate appositamente per poter essere bloccate senza dover ricorrere sempre all’utilizzo delle chiavi in dotazione.

Per quanto riguarda le serrature, di nuova fattura, queste sono state unificate, mentre il comando dell’impianto antifurto, offerto di serie, è stato portato direttamente sulla chiave principale di avviamento. Attivabile con tre pressioni sul pulsante di apertura porte, il nuovo sistema Laika Welcome-Home permette poi l’attivazione tramite telecomando della luce esterna, dello scalino di salita e della luce di ingresso, facilitando così il raggiungimento del veicolo quando è buio.

Completamente inediti sono il frontale e il posteriore. Il primo, realizzato con elementi in abs e vetroresina, adotta un disegno originale, personaloe, elegante e particolarmente fluido in cui sono inseriti il cofano motore, il parabrezza avvolgente, i gruppi ottici di derivazione automobilistica e una nuova e riuscita calandra in acciaio studiata per convogliare la maggiore quantità di aria verso il propulsore così come richiesto dalle nuove motorizzazioni Euro 5.

Non mancano gli specchi retrovisori discendenti e a doppia ottica, con regolazione elettrica e sbrinamento di ogni singolo elemento, mentre per quanto riguarda gli accessi sarà possibile scegliere tra le versioni con una o con due porte cabina.

In entrambi i casi, le porte sono fornite da Dometic, sono dotate di doppia chiusura di sicurezza, cristallo elettrico e sono personalizzate, nella parte interna, da pannelli decorativi che creano così un tutt’uno con cruscotto e sovra cruscotto per una completa integrazione dell’ambiente.

Qualora non si decida di optare per la porta lato passeggero, questa sarà sostituita da un cristallo scorrevole, da un apposito mobiletto laterale con sponda imbottita e, nella parte inferiore, un elegante mobile bar. Da notare come il cristallo laterale sia stato dotato di un proprio unibloc oscurante/zanzariera per essere sfruttabile in sosta esattamente come tutte le finestre della cellula.

La parete posteriore, interamente preformata, è inserita a cappuccio sulla tradizionale parete sandwich: in questo modo, oltre a migliorare ulteriormente robustezza e coibentazione, non si ha più necessità di sigillature a vista ed è possibile lavorare efficacemente sull’estetica del profilo. Particolarmente interessante, a questo proposito, è la zona inferiore, con paraurti estraibile e portamoto (opzionale) che, scorrevole, quando non usato è completamente nascosto sotto al garage posteriore. Decisamente personale è poi la fanaleria, interamente a strisce led.

L’estetica, molto curata, potrà essere facilmente personalizzata da parte del cliente: sono disponibili, infatti, due colorazioni (bianca e argento metallizzato), due grafiche esterne in 3D (silver/gold e silver/platinum), mentre coloro che sono alla ricerca di un qualcosa di unico potranno optare per la cabina in vera fibra di carbonio (opzionale), fornibile su tutti i veicoli e abbinabile sia alla verniciatura della scocca bianca che argento.

La cabina di guida, realizzata ex-novo, sfrutta tutte le strutture originali dei telai di base: non sono state rimosse, ma anzi, sono state mantenute e sfruttate infatti le zone di rinforzo e assorbimento urto dei Ducato e dei Daily, facilmente identificabili una volta aperto il cofano motore, sostenuto da pistoni a gas. Sempre per quanto riguarda la sicurezza, i veicoli possono essere dotati di doppio airbag, mentre per quanto riguarda le poltrone di guida la scelta è caduta sulle Aguti Pilote con cinture integrate e numerose regolazioni. Davvero riuscita, inoltre, l’integrazione cabina abitacolo, realizzata tramite appositi materiali soft touch che rivestono cruscotto, porte e parte del sottobasculante.

Il vano gas può essere dotato di un pratico sistema di ascensore per le bombole: mosso tramite un girabacchino, permette di caricarle senza fatica poiché il supporto, estraibile, discende fino a terra (OPT).

All’interno, i nuovi Kreos motorhome riprendono i mobili e le dotazioni dei profilati 5000: sono infatti presenti sia i piani in Corian per la cucina, sia il lavello con effetto porcellanato soft touch della toilette.

Non cambiano nemmeno la sostanza del mobilio, con pensili bombati sostenuti da cerniere DGN e Aventos KM Blum a rientro assistito, mentre molto si è fatto sull’aspetto glamour dell’ambientazione, con illuminazione specifica e dimmerabile direttamente tramite la nuova centralina CBE PK770-LK con schermo lcd a colori e touch-screen.

Tutti i veicoli adottano, nella zona anteriore, un living panoramico con divano a L, tavolo centrale con monogamba regolabile in altezza, piano traslabile e poltroncina o divanetto contrapposto. Molta cura è stata dedicata alle cuscinerie, tutte composte da elementi in speciale Memory Foam abbinate a 8 diverse tappezzerie (compresa la pelle naturale), mentre chi desidera il massimo comfort può optare per il Laika Electric Siesta Time, con divanetto che, con la semplice pressione di un pulsante, si inclina e realizza un comodo salotto con tanto di poggia gambe.

Sempre movimentato elettricamente è il Laika Happy System, vano dedicato alla macchina da caffè o a piccoli elettrodomestici alloggiato nella parte superiore destra del blocco cucina. Da notare che, rimuovendo il fondo, il piano può trasformarsi immediatamente in un pratico scolapiatti inserito nella parte superiore rispetto al lavello.

A livello di interni i tecnici Laika hanno ripensato al posizionamento della televisione: ogni veicolo ha infatti almeno due (spesso tre) alloggiamenti previsti e localizzati alle spalle del divanetto laterale con supporto estraibile, sopra al mobile frigo (se a fianco alla porta di ingresso) e nella camera da letto posteriore. Per facilitare il passaggio di cavi e i cablaggi, il costruttore ha poi predisposto apposite guide a soffitto, sia longitudinali che trasversali.

Ancora novità nella toilette, con rubinetto integrato a parete come nelle più recenti tendenze domotiche, mentre per quanto riguarda il riposo notturno è da segnalare la presenza di un nuovo letto basculante anteriore da 190×160 cm, di forma estremamente regolare e dotabile anche di movimentazione elettrica. Chi desidera spazi ancora maggiori potrà richiedere l’estensione del letto fino a 200×190 cm.

Posteriormente, le versioni 6010, 7010 e 8010 potranno essere richieste con sistema di regolazione elettrica del letto (e della cubatura del garage) mentre le versioni con letti gemelli (6009, 7009 e 8009) offrono la possibilità di rialzare le testate per facilitare la lettura). Il modello maggiore, il 7012, adotta invece un matrimoniale posteriore centrale nautico traslabile elettricamente.

Vediamo ora le varianti interne e le dimensioni.

Base dell’offerta è rappresentata dai Kreos 6000. Kreos 6009 è un integrale da 699 cm su Fiat Ducato AL-KO con doppio pavimento passante e pianta caratterizzata da living anteriore con semidinette a L, tavolo centrale e poltroncina contrapposta, blocco cucina longitudinale con nuovo sviluppo della parte lavello situato di fronte alla toilette, con doccia cilindrica da 68 cm di diametro ricavabile all’interno del vano e, in coda, letti gemelli (di cui uno da 200×78 cm) ricavati su garage e armadio guardaroba.

Kreos 6010, sempre lungo 699 cm, sceglie invece un living anteriore con semidinette a L, tavolo centrale e poltroncina contrapposta, ingresso centrale, blocco cucina trapezoidale con colonna frigo opposta, toilette passante con doccia hi-tech indipendente e, in coda, armadio guardaroba e letto matrimoniale trasversale su garage. Entrambe le versioni sono omologate per 4 posti in configurazione da 3500 kg di massa complessiva a pieno carico. I possessori di patente C, invece, potranno scegliere (compatibilmente con la base meccanica Ducato 35L o 40H), una massa complessiva di 3700, 3850 e 4250 kg.

Quattro le varianti nella serie 7000. Kreos 7009 è un integrale da 749 cm di lunghezza con living anteriore con dinette a L, tavolo centrale e poltrona contrapposta, ingresso avanzato, blocco cucina trapezoidale opposto alla colonna frigo/tv, zona toilette passante con doccia hi-tech indipendente e, in coda, letti gemelli su garage. Grazie alla presenza di una porta scorrevole e di una a battente (che serve anche la toilette), si può dividere l’abitacolo in tre differenti zone.

Kreos 7010, lungo 749 cm, riprende, dilatandoli, gli spazi interni della versione 6010 con un elegante armadio basso a servizio del matrimoniale posteriore trasversale.
Kreos 7012, lungo 759 cm, opta per un living anteriore panoramico, blocco cucina trapezoidale opposto alla colonna frigo, toilette passante con doccia indipendente e, in coda, matrimoniale centrale nautico su gavone da 102 cm di altezza.


Kreos 7019, pensato per il mercato del Nord Europa, riprende la pianta del 7009 fornendo però i letti gemelli in posizione ribassata e rinunciando così al garage a favore di un pur capiente gavone. Tutte le versioni 7000 sono disponibili sia su Ducato AL-KO 35L che AL-KO 40H con masse complessive di 3500, 3700, 3850 e 4250 kg. Da notare che, anche le versioni guidabili con patente B (e 3500 kg di MCPC) sono previsti 4 posti omologati.

Due le offerte che caratterizzano Kreos 8000. La versione 8009 realizza un integrale da 728 cm di lunghezza con living anteriore panoramico formato da semidinette a L, tavolo centrale e poltrona contrapposta, ingresso avanzato, cucina trapezoidale opposta alla colonna frigo, toilette compatta con doccia cilindrica integrata (come Kreos 6009) e, in coda, letti gemelli su garage e armadio guardaroba.

Stessa lunghezza anche per Kreos 8010: la pianta interna prevede living anteriore con semidinette a L, tavolo centrale e poltrona contrapposta, ingresso avanzato, cucina trapezoidale opposta alla colonna frigo, toilette passante con doccia indipendente hi-tech, doppio armadio guardaroba (uno per lato) e, in coda, matrimoniale trasversale su garage.

Le versioni 8000 sono proposte su Iveco EcoDaily 35C15 con motore da 146 cv, massa complessiva di 3500 kg e 3 posti omologati. In optional è possibile richiedere le più potenti versioni 35C17 (170cv) e 35C21 (205 cv), abbinabili anche alla MCPC di 4000 kg.

Fotogallery

Michel

Comments are closed.