November 19, 2019

Für die Schönste Zeit im Leben – Per i moment più belli della vita. Recita così il claim di Niesmann+Bischoff, nome storico nel mercato dei veicoli ricreazionali di lusso che proprio quest’anno festeggia il proprio trentesimo compleanno. Un anniversario davvero speciale che l’azienda di Polch ha deciso di festeggiare in grande stile presentando la propria collezione 2012 all’autodromo del Nürburgring, vero e proprio tempio degli sport motoristici il cui famosissimo tracciato, noto anche come Nordschleife, con i suoi 22900 metri di lunghezza e 172 curve ha scritto pagine memorabili nella storia dell’automobilismo.

Proprio su questo tracciato, spesso utilizzato dalle case automobilistiche per i collaudi dei propri prototipi, Niesmann+Bischoff ha messo alla prova i veicoli della serie Arto, affidati agli esperti piloti della Bonk Motorsport: un test estremamente severo che ha messo in luce ottimo bilanciamento dei pesi, tenuta di strada, silenziosità in marcia e precisione di guida dei veicoli, lanciati a velocità che, in alcuni tratti, hanno superato i 170 km/h.

La factory di Polch non è nuova a severi collaudi su pista e su tracciati dei propri veicoli: presso la stessa sede dell’azienda, i tecnici Niesmann+Bischoff hanno la possibilità di mettere alla prova i motorhome appena usciti dalla catena di montaggio su un percorso caratterizzato dalla presenza di buche, ondulazioni e sconnessioni e di verificare così il comportamento dinamico di ogni esemplare.

Per celebrare il trentennale dell’attività, Niesmann+Bischoff ha proposto la serie speciale Edition 30: si tratta di trenta Arto, disponibili nelle differenti versioni e caratterizzati da una grafica esterna specifica, da una ricca dotazione di serie e da un prezzo di acquisto particolarmente favorevole.

Alcuni di questi veicoli, poi, sono stati messi a disposizione per gli impegnativi test-drive condotti sul percorso attrezzato della Nuerburgring Driving Acedemy, con due differenti tracciati con prove di controllo dinamico del veicolo impegnato su fondi insidiosi in grado di riprodurre le problematiche offerte da acqua, ghiaccio e tenuta di strada precaria.

Un test probante, ripetuto diverse volte e con una costante alternanza di piloti, che ha messo in luce l’ottimo bilanciamento dei pesi, merito dall’attenta progettazione della casa tedesca, la notevole silenziosità in marcia e la sorprendente reattività offerta dalle basi meccaniche Fiat-AL-KO, con una guida decisamente automobilistica, intuitiva e diretta anche in situazioni critiche, con la possibilità di saggiare e di imparare a controllare il veicolo anche dovendo evitare ostacoli improvvisi, a forte velocità e con grip precario.

La celebrazione del trentesimo compleanno, però, è stata anche e soprattutto l’occasione per presentare le novità che caratterizzeranno la prossima stagione commerciale. Impegnata da anni e con pieno successo nella produzione di integrali di lusso, Niesmann+Bischoff introduce significative novità nel proprio catalogo, colmando il divario tra i più compatti motorhome Arto e i top di gamma Flair e continuando nell’opera di sottile affinamento di un prodotto ormai maturo e capace di rappresentare, spesso, il termine di paragone di un intero segmento di mercato.

La produzione 2012 si articola sulle conosciute e apprezzate gamme Arto e Flair, quest’ultima sdoppiata tra le versioni top di gamma (Flair 1000) e la nuovissima serie Flair 100, vera e propria sintesi tra le gamme storiche di Niesmann+Bischoff di cui riprende in toto le peculiarità esterne ed interne aggiungendovi un prezzo di acquisto particolarmente interessante.

Il gradino di ingresso al mondo Niesmann+Bischoff è rappresentato dalla conosciuta gamma Arto. Nata nel 1998, questa serie ha saputo evolversi crescendo in dotazioni, stile e contenuti. Allestiti unicamente su Fiat Ducato con telaio AL-KO AMC, dotati di scocca autoportante con coibentazione in RTM ad alta densità e costruzione con box antitorsione, rivestimento interno ed esterno in alluminio liscio e doppio pavimento passante, dopo gli importanti interventi ricevuti lo scorso anno, con l’introduzione degli scenografici e funzionali interni opera di Kluber Design e delle originali toilette con maxidoccia e wc a scomparsa, gli Arto sono sostanzialmente confermati e vedono il passaggio alle nuove motorizzazioni Fiat FPT con propulsori Multijet II in linea con le severe normative Euro5 sulle emissioni inquinanti. Gli Arto MY 2012, in particolare, utilizzeranno i telai Ducato 35Light (Arto 59GL, Arto 64GL, Arto 69 E/LPL), e i telai Ducato 40 H (Arto 74E, 74EK, 74L, 74R, 79F, 79L, 79LE e 79R). Per tutti i veicoli, la motorizzazione base è costituita dal 2.3 Multijet II da 130 cv, mentre come optional è possibile richiedere le versioni 2.3 Multijet II da 148 cv e 3.0 Multijet Power da 177 cv. Tutte le motorizzazioni, in ogni caso, sono disponibili sia con cambio manuale a sei rapporti (+RM), sia con il cambio automatizzato ComfortMatic (disponibile da subito in abbinamento con il motore da 3 litri, dalla primavera 2012 con i motori 2.3 130 e 2.3 148 cv).

La gamma Arto 2012 si compone di tredici modelli: base dell’offerta è rappresentata dall’Arto 59GL, lungo 647 cm e caratterizzato, all’interno, dalla presenza di un living anteriore trasversale , cucina centrale lineare, toilette passante con doccia indipendente e wc a scomparsa e, in coda, letto posteriore singolo trasversale su garage. La stessa pianta, dotata però di letto matrimoniale posteriore trasversale, è declinata dall’Arto 64GL, lungo 689 cm.

Tre gli allestimenti interni abbinati alla lunghezza complessiva di 715 cm: Arto 69E offre un living anteriore trasversale, blocco cucina lineare opposto all’ingresso, toilette compatta con doccia cilindrica ricavabile al proprio interno e lavabo traslabile, colonna frigo e, in coda, letti gemelli su garage e armadi guardaroba. Arto 69L, vero e proprio best-seller della casa, offre living anteriore con semidinette a L, tavolo centrale e poltroncina contrapposta, servizi centrali con cucina a L situata di fronte alla toilette con doccia cilindrica e, in coda, letto matrimoniale trasversale su garage. Arto 69PL, infine, declina la classica pianta del profilé alla francese, rinunciando al garage posteriore e offrendo al suo posto un letto matrimoniale longitudinale affiancato dalla toilette, sviluppata in lunghezza e dotata di doccia separata.

Salendo di dimensioni a 748 cm, la gamma Arto offre quattro varianti: Arto 74E sceglie un living anteriore trasversale con tavolo centrale, ingresso centrale opposto al blocco cucina lineare, toilette passante con doccia indipendente e wc a scomparsa e, in coda, letti gemelli su garage. Arto 74L riprende, in dimensioni maggiori, la pianta del 69 L: le modifiche riguardano essenzialmente la toilette, passante e con doccia indipendente. La stessa disposizione interna, ma con living trasversale e cucina lineare per una maggiore spaziosità interna, è proposta da Arto 74R, mentre il nuovissimo Arto 74EK riprende la soluzione dei letti gemelli posteriori su garage, già proposti dalla versione 74E, scegliendo però di affiancarvi un abitacolo contraddistinto da una zona centrale dedicata ai servizi, con cucina a L e toilette compatta con doccia cilindrica integrata e lavabo traslabile, e un living con semidinette a L, poltroncina contrapposta e tavolo centrale. Il nuovo Arto 74 EK sarà presentato in anteprima al prossimo Caravan Salon di Duesseldorf (26/8-4/9 2011).

Quattro anche le varianti da 804 cm di lunghezza allestite su Ducato 40Heavy con telaio AL-KO AMC biasse e massa complessiva di 5000 kg: Arto 79 L riprende, dilatandola, la pianta della versione 74L. I circa 60 cm in più, in particolare, consentono la creazione di una grande zona living anteriore capace di ospitare, in sosta, fino a sette persone. Arto 79 LE offre i letti gemelli in coda, toilette passante con doccia indipendente, blocco cucina centrale a L e living anteriore con semidinette a L, tavolo centrale e poltroncina contrapposta. La stessa pianta, senza dinette e cucina a L, sostituite da arredi lineari, equipaggia la versione 79R, mentre Arto 79F sceglie la classica camera posteriore con letto matrimoniale centrale nautico su garage e toilette passante con doccia indipendente.

Come da tradizione Niesmann+Bischoff, tutti gli Arto possono essere dotati di riscaldamento a convettori Alde Compact 3010 e di una lunga lista di opzioni che consentono al cliente finale di personalizzare il proprio veicolo. Se, lo scorso anno, la factory di Polch proponeva due design esterni (grigio e champagne), per la prossima stagione commerciale l’offerta sarà raddoppiata. A fianco alle grafiche e ai cromatismi già conosciuti, infatti, saranno disponibili due nuovi motivi.

Il primo, denominato “C”, prevede lo sviluppo lineare, sulla fiancata del veicolo, di un piacevole motivo champagne metallizzato impreziosito, nella parte posteriore, dal classico giglio ormai tipico di Niesmann+Bischoff. Chi desidera qualcosa di più potrà invece optare per il design “79516”: in questo caso, la fiancata sarà personalizzata da un piacevole motivo bicolore (champagne/antracite), molto elegante e contraddistinto dal giglio N+B in versione cromata.

Le nuove grafiche esterne, oltre che sulla gamma Arto, equipaggeranno anche la gamma ammiraglia Flair. Questa, in particolare, si divide tra la già conosciuta versione top di gamma Flair “1000” – modelli 7100 e 8000 – e la nuova serie Flair “100”, anello di congiunzione tra il mondo Arto e quello Flair e sintesi perfetta tra le due realtà.

Tutti i Flair (sia 100 che 1000) sono allestiti unicamente su meccanica Iveco Daily: due le motorizzazioni proposte, con il 3.0 EEV Euro5 da 170 cv proposto di serie e il nuovissimo 3.0 Euro5 Twin Turbo da 205 cv offerto in opzione (ma non in abbinamento al cambio automatizzato). Per tutti, lo chassis base è rappresentato dalla versione da 65 quintali, con la possibilità di richiedere la ancor più prestante meccanica 70C17 o 70C21 da ben 7400 kg di massa complessiva a pieno carico.

Identica per le versioni 100 e 1000 è anche la scocca esterna, con l’apprezzata cellula autoportante Niesmann+Bischoff con doppio rivestimento esterno e interno in alluminio, coibentazione in RTM da 40 mm, doppio pavimento con struttura interna in alluminio e box antitorsione in grado di sostenere le sollecitazioni della scocca senza demandare nulla al mobilio. Le modifiche rispetto alla gamma 2011 riguardano i portelli dei garage, con cornici Mekuwa, doppia guarnizione e rivestimento interno in agugliato, la coibentazione del pavimento cabina, ora maggiorata e affiancabile, se richiesto, dal riscaldamento integrato a pavimento, la maggiorazione della coibentazione termica e acustica tra motore e abitacolo e la modifica della posizione batteria motore, ora più accessibile.

In particolare, questa è stata posizionata in un apposito gavoncino laterale sinistro, situato sotto alla cabina di guida e contenente, al proprio interno, anche il bocchettone di rifornimento del serbatoio del gasolio, originale Iveco e non più riportato in fiancata per una procedura più agevole. Allo stesso modo, lo spazio sottostante alla parte destra della cabina è stato sfruttato con un gavoncino laterale dotato di proprio sportello. Ulteriori modifiche, infine, hanno riguardato la collocazione, nel garage posteriore, della doccia esterna, ora più funzionale.

La gamma ammiraglia Flair 1000 vede la sostanziale conferma delle peculiarità e dei modelli che la contraddistinguono, a partire dall’apprezzatissimo bagno Wellness con doccia indipendente di dimensioni domestiche e wc sistemato in un apposito locale.

La gamma si compone delle versioni 7100i W (living con tavolo bar, poltrona regolabile e divano laterale, ingresso centrale opposto alla cucina a L, toilette passante con doccia indipendente e matrimoniale posteriore trasversale su garage) e 7100i CW (identica alla 7100i W ma con living tradizionale composto da divano a L, tavolo centrale e divano contrapposto), entrambe lunghe 828 cm e proposte a partire da 150.245 Euro, e dalle versioni 8000i CEBW (con letti gemelli posteriori e living con divano a L, tavolo centrale e divano contrapposto), 8000i EBW (letti gemelli posteriori e living con mobile bar, poltrona singola stile executive e divano contrapposto), 8000i FW (letto matrimoniale posteriore longitudinale su garage), 8000i LW (maxi living anteriore con dinette a L, tavolo centrale e divano contrapposto, servizi centrali e letto matrimoniale trasversale posteriore su garage), tutte lunghe 878 cm e proposte a partire da 156.295 Euro, e dalla grande 8000i CFB, modello maggiore che, con i suoi 899 cm di lunghezza, opta per la camera da letto posteriore con matrimoniale centrale nautico su garage.

Identici per dimensioni, scocca, meccanica e aspetto esterno, i Flair 100 contano sulle versioni 710i W (pianta del Flair 7100i W), 710i CW (pianta del Flair 7100i CW), 800i CEBW (pianta del Flair 8000i CEBW), 800i EBW (pianta del Flair 8000i EBW), 800i FW (pianta del Flair 8000i FW) e Flair 800i LW (pianta del Flair 8000i LW), mentre non è presente la variante con letto centrale nautico posteriore.

I nuovi Flair 100, proposti a partire da 131.080 Euro (136.125 le versioni 800) propongono un moderno concetto di lusso e di eleganza e un’impiantistica di alto livello sotto un vestito appena semplificato e, in ogni caso, assolutamente in linea con la tradizione Niesmann+Bischoff. In particolare, gli interni adottati sono gli stessi che caratterizzano la serie Arto e qui riproposti in un abitacolo di dimensioni maggiorate. Sono riproposte, quindi, tutte le soluzioni peculiari introdotte da Klueber Design, compresa la pratica ed elegante MediaTower posizionata all’ingresso, i pensili, l’illuminazione a led a soffitto e il mobilio in generale, mentre le piante sono le stesse offerte dalla gamma Flair 1000 (salvo la già citata CFB).

Mutuati dalla gamma maggiore sono quindi le forme del blocco cucina, comodo, ergonomico e spazioso, e le toilette, con la doccia Wellness appena semplificata per ciò che concerne l’erogatore superiore.

Non cambiano, invece, le caratteristiche peculiari dell’allestimento, con ampia autonomia idrica (300 litri di acqua potabile, 250 di recupero), riscaldamento Alde a convettori, finestre Dometic S7 e porta di ingresso Hartal.

Le differenze più importanti, oltre al mobilio, riguardano lo sviluppo dell’impianto elettrico, che sostituisce gli elementi Mastervolt (MassCombi e batterie) con più “tradizionali” elementi Victron Energy e CBE, tutti di ottima qualità e di potenza più che adeguata, e a una diversa dotazione di serie che prevede come opzionali il letto matrimoniale basculante anteriore elettrico, il doppio oscurante anteriore, la chiusura centralizzata dei portelli esterni o le reti dei letti con sistema Froli.

L’appuntamento con i nuovi Arto, Flair 100 e Flair 1000 è al Caravan Salon (Duesselforf, 26/8-4/9 2011), al Salone del Camper (Parma, 10/18 9 2011).

Fotogallery

Michel

Comments are closed.