October 19, 2019


Lanciata lo scorso anno, la serie Exclusiv Class rappresenta, nel listino Frankia, la gamma centrale, posizionata al di sopra delle più compatte Compact Class, Holiday Class e Comfort Class e un gradino più in basso rispetto alle più grandi Luxury Class, Premium Class e Royal Class. Con misure comprese tra 788 e 808 cm, le quattro varianti interne sono disponibili, a parità di cellula abitativa, in tutte le tipologie (mansardato, profilato e integrale) potendo, per le ultime due, contare su tre diverse basi meccaniche e, per ognuna di queste, due motorizzazioni. Delle quattro varianti proposte, la versione QD sfrutta le abbondanti volumetrie per offrire la sempre più richiesta soluzione del letto posteriore centrale nautico su garage, non risparmiando certo nell’originalità di alcune soluzioni tecniche ormai vera e propria peculiarità di ogni prodotto Frankia e offrendosi quindi a equipaggi particolarmente esigenti in termini di comfort, spazi e dotazioni desiderosi di poter personalizzare in maniera consistente il proprio veicolo senza perdere però di vista un corretto rapporto tra qualità e prezzo.

La meccanica

Il Frankia Exclusiv Class I 790 QD è, come detto, disponibile su tre differenti basi meccaniche. L’acquirente, infatti, può scegliere di ordinare il proprio veicolo sia su Fiat Ducato che su Mercedes-Benz Sprinter.

Nel caso si opti, come nell’esemplare oggetto di questo CamperOnTest, per il Fiat Ducato, questo sarà fornito nella versione 40 Heavy abbinata a un telaio extraserie in acciaio zincato AL-KO biasse con passo di 376+80 cm. Con una massa complessiva di 5000 kg, questa versione è equipaggiata, di serie, con motore 2.3 Multijet Euro 5 da 130 cv e coppia di 320 N/m. In opzione è possibile richiedere le più potenti unità da 2.3 litri con turbina a geometria variabile da 148 cv e coppia di 350 N/m (Euro 1.290) e da 3.0 litri, 400 N/m di coppia e 177 cv (3.670 Euro), quest’ultima presente sul veicolo provato.
Le versioni su Fiat Ducato con telaio AL-KO AMC possono, inoltre, essere dotate del sistema di sospensioni autolivellanti anteriori e posteriori a quattro canali AirPremium (Euro 10.221) mentre sulla sola motorizzazione da 3 litri è disponibile anche il cambio automatizzato ComfortMatic (2.045 Euro).
La seconda base meccanica disponibile per questo allestimento è rappresentata dal Mercedes-Benz Sprinter: questo può essere richiesto nelle versioni 516 e 519CDI con telaio standard, ruote posteriori gemellate, passo da 452.5 cm e massa complessiva di 5000 o 5300 kg, sia nelle recenti 616 e 619CDI con telaio ribassato AL-KO AMC biasse, trazione posteriore e massa complessiva di 6.000 kg. In questo caso il passo sarà di 410+107 cm. Nel caso si opti per la meccanica tedesca, si potrà scegliere tra due diverse motorizzazioni: base dell’offerta è rappresentata dagli Sprinter 516 e 616CDI, equipaggiati di un motore a quattro cilindri da 2.163 cc con doppio turbocompressore sequenziale, coppia di 360N/m e 163 cv di potenza, mentre i più esigenti potranno scegliere il 3.0 litri (2987 cc) V6 da 190 cv capace di una coppia di ben 440 N/m. Come i Fiat Ducato, anche i Mercedes-Benz Sprinter sono fornibili con cambio automatico Wandler a cinque rapporti e convertitore di coppia (Euro 1.770). Nel caso si decida di optare per motorizzazione Mercedes-Benz, il veicolo assume la denominazione di I 7900 QD.

Tornando alla versione oggetto di questo CamperOnTest, allestita su Fiat Ducato 40H, la lunghezza complessiva, di 795 cm, è ripartita tra uno sbalzo anteriore di 103 cm, un passo di 376+80 cm e uno sbalzo posteriore di 236 cm (pari al 51,8 % del passo). L’altezza complessiva è di 306 cm: di questi 198 sono disponibili all’interno, mentre la larghezza totale è di 230 cm. Infine, la distanza dal suolo, misurata al centro dei paraurti, è di 18 cm all’anteriore e di 43 al posteriore.

La scocca

Lo chassis AL-KO AMC ribassato, portante e realizzato in acciaio zincato, è impiegato in versione biasse e con passo da 376+80 cm al fine di consentire lo sfruttamento dello sbalzo posteriore per la costituzione di un ampio garage.

Per sorreggere il vano di carico, il telaio è stato prolungato fino a raggiungere l’estremità posteriore del veicolo tramite appositi longheroni AL-KO.

Dotato di traverse di rinforzo e di sponde laterali studiate per distribuire al meglio il peso della scocca, lo chassis sorregge un pavimento sandwich composto da uno strato esterno in vetroresina da 2 mm, coibentazione in styrofoam da 30 mm e piano di calpestio interno laminato plastico da 4 mm per un totale di 36 mm. Il sandwich non prevede l’utilizzo di legno: il ruolo di rinforzo, infatti, è svolto, perimetralmente, da appositi profili in poliuretano, mentre all’interno, lo scheletro utilizza profili in alluminio da 15×40 mm annegati nello styrofoam dalla parte interna della struttura in modo da eliminare ogni possibile ponte termico.
Sul perimetro del pavimento inferiore sono inoltre fissati dei binari in alluminio che serviranno per l’assemblaggio delle pareti, mentre l’intera struttura viene allestita sfruttando una gabbia di profili misti acciaio/alluminio che andranno a comporre la struttura portante del doppio pavimento, alto 35 cm, e a sorreggere il piano di calpestio superiore da 2 cm.

Il doppio pavimento, accessibile sia dall’esterno che dall’interno, attraverso portelli e botole, ospita gran parte dell’impiantistica e, come detto, sfrutta una gabbia di profili in acciaio/alluminio. Allo scheletro portante, i tecnici Frankia hanno associato pareti divisorie in modo da separare i vani tecnici da quelli dedicati allo stivaggio: le componenti situate in prossimità dell’impianto idrico (serbatoi o tubazioni), sfruttano componenti in poliuretano, mentre le restanti adottano un multistrato fenolico da 1 cm rivestito da entrambi i lati con uno speciale laminato plastico antiusura. Sempre il multistrato fenolico è impiegato per la realizzazione del pavimento superiore, rifinito, all’interno, dal classico linoleum, disponibile sia in versione “Parquet”, come sull’esemplare provato, sia nella nuova essenza che riproduce un moderno pavimento piastrellato a effetto ardesia.

Le pareti laterali, proprio come il pavimento inferiore, sono realizzate accoppiando una lastra esterna in vetroresina da 2 mm, coibentazione in styrofoam da 30 mm e rivestimento interno in laminato rifinito con melaminico da 2 mm per complessivi 34 mm. La struttura perimetrale sfrutta profili in poliuretano, solido, indeformabile e imputrescibile, mentre lo scheletro interno è costituito da speciali profili in alluminio annegati nella parte interna della parete. I rinforzi, previsti sia verticalmente che orizzontalmente, conferiscono alla struttura una notevole rigidità, creando, a livello della cabina, una sorta di rollbar (grazie a un apposita traversa situata nel tetto) , con appositi sostegni e rinforzi previsti in corrispondenza di tutte le aperture (finestre, porte e portelli) ma anche nelle zone sottoposte a maggiore stress torsionale (punti di ancoraggio del letto basculante anteriore e della zona rialzata del matrimoniale centrale posteriore su garage). Le pareti sono assemblate al pavimento sfruttando i già citati binari: questi, realizzati a H, si inseriscono sulla parte perimetrale del pianale andando a sorreggere le pareti che vi vengono fissate tramite imbullonatura e sigillatura tramite colle poliuretaniche. Ancora binari, ma a L, sono impiegati per la giuntura tra pareti laterali e parete posteriore e tra pareti e tetto: in questo caso, il profilo angolare è imbullonato e sigillato tramite colle poliuretaniche alle pareti. Su questi è poi fissata una bandella esterna sulla quale viene fatto scorrere il cantonale in alluminio di rifinitura, anch’esso sigillato tramite apposite colle poliuretaniche. Il tetto adotta la stessa struttura delle pareti: cambia, invece, il rivestimento interno, affidato a una elegante microfibra beige imbottita.

Completano l’allestimento il frontale, stampato in vetroresina da 3 mm e dotato di doppio guscio coibentato nella parte posizionata sopra al parabrezza panoramico, le bandelle laterali, realizzate in alluminio da 2 mm, mantenute in sede da apposite staffe e alte 16 cm, e alcune componenti stampate in ABS (passaruota, paraurti anteriore e posteriore, cantonali superiori in coda).

L’esterno

Integrale di grandi dimensioni, l’Exclusiv Class I 790 QD è un motorhome piuttosto classico che si colloca a metà tra la tradizione stilistica teutonica, caratterizzata da una certa imponenza delle forme, e uno stile più europeo tendente a dissimularle tramite bombature e stontadure delle superfici e delle componenti.

L’altezza e la lunghezza complessive, dovute all’ampia volumetria degli interni e alla presenza del doppio pavimento da 35 cm, sono comunque abbastanza ben dissimulate dalla grafica esterna, giocata sui toni del grigio, del rosso e del blu, dalla finestratura e dall’abbondanza dei portelli di accesso ai vani tecnici e dello stivaggio, ben 11.

Piuttosto imponente si rivela invece il profilo posteriore, effetto dovuto sia allo sviluppo in altezza della parete, sia alla scelta di optare per un quadro perimetrale esterno composto, nella parte inferiore dall’abbondante paraurti con porta targa e fanaleria a mezza altezza inglobata in appositi carter prestampati di forme piuttosto inconsuete, sia allo spoiler superiore che ospita le luci di ingombro e il terzo stop.

Il frontale, come detto, è realizzato in vetroresina e si caratterizza per la presenza di due distinti volumi: uno, dedicato al parabrezza panoramico, piuttosto verticale, e uno pensato per il sottostante cofano motore, un poco più aerodinamico e caratterizzato dalla presenza della calandra, di derivazione Mercedes-Benz. Proprio la possibile adozione anche della meccanica tedesca, dotata di trazione posteriore e, di conseguenza, di motore longitudinale, è una delle motivazioni alla base dell’andamento su due livelli del profilo anteriore, pensato per poter ospitare anche il voluminoso propulsore V6 della casa di Stoccarda. Il profilo anteriore, personale, è come detto caratterizzato dalla calandra, sottolineata dalla presenza di due traverse cromate con il marchio della meccanica di base centrale in evidenza, e da un ampio paraurti, morbido nelle forme, impreziosito dai fari fendinebbia e, soprattutto, contraddistinto dalla presenza di tre prese d’aria di dimensioni importanti che assicurano il giusto afflusso in marcia al propulsore come richiesto dalle motorizzazioni Euro 5.

I gruppi ottici, forniti da Hella, sono inglobati in un carter colorato nello stesso grigio utilizzato per bandelle e per parte della grafica, mentre la finestratura laterale, disponibile con doppi cristalli completi di camera d’aria (presenti sull’esemplare in prova) riprendono il profilo del parabrezza raccordandosi a questo con un motivo discendente verso la cabina: una soluzione che, se da un lato conferisce un po’ di dinamicità a una fiancata piuttosto lineare nelle fattezze, dall’altro eleva un poco l’altezza della linea di finestratura, comunque corretta.
La verniciatura esterna, fornita di serie nel classico bianco, può essere richiesta anche nelle versioni GreyLine (frontale bianco, pareti laterali grigio pastello – Optional da 1.607 Euro) oppure nella più elegante SilverLine. In questo caso, l’intero veicolo sarà verniciato in tinta RAL 9006, con sette diversi strati di vernice applicati a tutte le superfici esterne per ottenere una perfetta corrispondenza di colore tra tutti gli elementi, accessori esterni compresi: per avere il veicolo con questa opzione, in ogni caso, occorrerà aggiungere 6.506 Euro.
L’estetica complessiva è in ogni caso curata, con grande precisione negli assemblaggi e nelle rifiniture: unica nota stonata alcune viti a vista a livello dei parafanghi e nella giuntura di questi rispetto alle bandelle.

L’esterno, infine, si completa con le finestre Seitz Dometic S7, dotate di telaio perimetrale in alluminio e profilo ultrapiatto (la camera d’aria compresa tra le due lastre in metacrilato si sviluppa verso l’interno e non come spesso accade verso l’esterno), mentre i numerosi portelli esterni, forniti da Mekuwa e completi di doppia guarnizione, di cerniere a scomparsa e di serrature a compressione per una perfetta tenuta, sono dotati di telaio verniciato bianco.

La cabina di guida.

Completamente riprogettata, la cabina di guida sfrutta, nella parte anteriore, le pareti laterali del veicolo unendo a queste uno stampo frontale realizzato in vetroresina.

Questo, in particolare, è abbinato allo scudato originale Fiat attraverso un apposito telaio supplementare in acciaio zincato che, imbullonato alla meccanica di base, assicura la necessaria robustezza all’area anteriore con evidenti benefici in termini di silenziosità in marcia. La parte superiore dello specchio frontale è realizzata sfruttando un doppio guscio: allo stampo esterno, infatti, se ne aggiunge uno interno, sempre realizzato in vetroresina, che compone la parte anteriore del cielo del letto basculante nella parte non compresa dal tetto del veicolo: tra i due gusci, l’isolamento è affidato a una apposita guaina neoprenica. Sempre lo stampo interno comprende, ai lati del parabrezza, i binari di scorrimento della serranda elettrica isolante anteriore, realizzata in poliuretano e posizionata a protezione del letto basculante e del living.


L’accesso alla cabina di guida avviene, dall’esterno, attraverso una moderna e consistente porta Tegos da 165×74 cm: è dotata di chiusura di sicurezza a doppio aggancio, controstampo interno attrezzato con portaoggetti e maniglia di cortesia e, soprattutto, di un cristallo da 57×64/47 cm dotato di movimentazione elettrica e disponibile, come sull’esemplare in prova, in doppio vetro con camera d’aria interposta.

La porta in cabina, la cui soglia di ingresso si trova a 50 cm dal suolo, è servita da un gradino interno in vetroresina da 71/36x35x23 cm. Sull’esemplare oggetto di questo CamperOnTest, poi, è montato un ulteriore gradino esterno scorrevole Project 2000 (36×20 cm) dotato di richiamo automatico all’avvio del motore che quando estratto si posiziona a 23 cm dal suolo. Opzionale, il gradino è proposto a 496 Euro.

L’Exclusiv Class I 790 QD, così come tutti gli integrali Frankia, può essere richiesto sia senza porta in cabina, sostituita da appositi mobiletti (opzionale, 1.512 Euro), sia con due porte simmetriche (Euro 2.044), consentendo così la massima personalizzazione possibile all’acquirente.
Il guidatore beneficia, in marcia, della visibilità offerta dall’ampio parabrezza panoramico: questo, da 240×95 cm, è servito da due spazzole tergicristallo da 65 cm si lunghezza posizionate su appositi bracci movimentati da un motorino Italtergi. Il parabrezza, come detto, può essere schermato da una serranda in pvc a movimentazione elettrica (opzionale, 1.257 Euro), mentre di serie è presente il più convenzionale oscurante plissettato.

In viaggio, poi, i passeggeri apprezzeranno la comodità dei pratici parasole estensibili integrati nel sottobasculante, mentre la visibilità può contare anche sui cristalli laterali: fornibili anche in versione con doppio vetro e camera d’aria interposta (508 Euro), offrono una superficie di 45/28×53/76 cm (cristallo anteriore sinistro), 57×64/47 cm (finestrino porta conducente) e 109/94×53/76 cm (cristallo laterale destro) di cui quest’ultimo dotato di una porzione da 27/53×52 apribile a scorrimento.

Sempre per quanto riguarda la visuale alla guida, il conducente può contare su specchi retrovisori discendenti a doppia ottica (27×18 e 10×18 cm) dotati di regolazione e sbrinamento elettrici, mentre per ciò che concerne l’integrazione cabina/abitacolo, i progettisti Frankia hanno scelto di prolungare il pavimento della cellula abitativa fino al bordo anteriore delle poltrone per consentire la massima traslabilità del tavolo interno attraverso un ambiente complanare, capace di offrire un passaggio da e verso la cabina con una larghezza minima di 29 cm e un’altezza compresa tra 170 cm (versione con letto basculante) e 198 cm (versione con i pensili sostitutivi), a cui sommare gli 8.5 cm di dislivello tra i due ambienti.

In cabina sono presenti comode poltrone Isringhausen SKA complete di cinture integrate, braccioli, piastre girevoli e sblocco rapido dello schienale, mentre a fianco a queste la maggiore larghezza della cabina di guida del motorhome ha consentito di inserire il vano gas (a destra), sormontato da uno stipetto da 80x10x6 cm con coperchio incernierato, e da un vano su due livelli a sinistra, completo di portabottiglie e spazi liberi da 38x25x18 e 38x25x17 cm.

Molta cura è stata poi posta nella cura dell’ambientazione: il “freddo” sovra cruscotto in vetroresina coibentato con poliuretano che fino allo scorso anno personalizzava gli integrali di tutte le gamme Frankia, è stato rivestito in una elegante ecopelle con cuciture a vista, soluzione molto elegante e solitamente impiegata su auto di lusso. Integrate al sovra cruscotto sono presenti nove bocchette di aerazione dedicate al parabrezza, posizionato a 87 cm dal volante.

Il Fiat Ducato, recentemente rinnovato nelle motorizzazioni, nello stile degli interni e nei contenuti tecnici, è impiegato nella versione telaistica 40H con motori da 2.3 e 3 litri: proposto di serie con ABS, airbag guidatore, luci diurne, vetri elettrici, specchi elettrici e con sbrinamento, telecamera posteriore con monitor lcd a colori, è nella stragrande maggioranza dei casi equipaggiato di Pack Fiat (2.095 Euro) comprensivo di doppio airbag anteriore, climatizzatore manuale, cruise control e serbatoio gasolio maggiorato a 120 litri.

Il motorhome oggetto di questo CamperOnTest, inoltre, è equipaggiato del riscaldatore supplementare Webasto Thermo Top C a gasolio per il motore incluso nel pacchetto Frankia Polar, di serie sulla gamma Exclusiv. Presente, infine, la spia di apertura accidentale dei portelli garage con avvisatore acustico a cruscotto.
L’accesso agli organi meccanici, infine, avviene sfruttando il cofano motore: realizzato in vetroresina, dotato di meccanismo di sblocco interno e di apertura a pantografo, è sostenuto, una volta aperto, da appositi pistoni a gas, misura 160/116×52 cm e libera uno spazio utile agli interventi di 133 x20 cm.

Accessi e aperture di servizio

L’accesso al veicolo avviene nella zona anteriore, attraverso una robusta porta cellula Tegos da 190.5×52.5 cm dotata di serratura di sicurezza con doppio aggancio, finestra fissa Polyplastic da 87.5×23 cm completa di oscurante plissettato interno, controstampo attrezzato in abs con vano portaoggetti dotato di coperchio in legno massello e maniglia di cortesia.

La soglia di ingresso, situata a 49 cm dal suolo, è servita da un gradino elettrico Project 2000 da 55.5×20 cm che, quando estratto, si posiziona a 21 cm da terra: dotato di richiamo automatico all’avviamento del motore, il gradino è affiancato, all’interno, da due ulteriori scalini integrati (65x22x17 e 65x22x17 cm), realizzati sfruttando le stesse componenti del pavimento del veicolo e che servono a colmare la distanza che separa il suolo da piano di calpestio, situato a 82 cm da terra.

Non mancano la classica zanzariera scorrevole Parapress, maniglia di cortesia, comando delle luci interne completo di presa a 220V sfruttabile anche all’esterno del veicolo, doppio appendiabiti inserito in un pannello imbottito in microfibra e la classica luce esterna inserita, come tradizione Frankia, all’interno di un carter che svolge anche la funzione di grondaia.


A sinistra della porta di ingresso, un portello Mekuwa da 52×37 cm consente di accedere, nella parte superiore, alla cassapanca inserita sotto alla poltrona girevole della fiancata destra (57x47x27 cm), e in quella inferiore al gavone passante anteriore ricavato nel doppio pavimento.

Questo vano, accessibile anche dalla fiancata sinistra attraverso un portello da 72×52 cm, offre una profondità di 218 cm con una larghezza minima di 51 cm e un’altezza di 35 cm.

Non mancano riscaldamento e illuminazione, mentre per ciò che concerne le misure nel dettaglio è necessario fare riferimento alla ricostruzione in 3d del gavone passante.


Sempre la fiancata destra ospita, nella parte laterale destra della cabina di guida, il vano per le bombole del gas.

Accessibile tramite un portello da 67×62 cm, il vano misura 33x66x71 cm, può ospitare due bombole da 10 kg ed è dotato di rivestimento pareti in poliuretano e di fondo in acciaio zincato.

Situato a 49 cm dal suolo, il vano beneficia di aerazione tramite un apposita presa d’aria da 11 cm di diametro sistemata sul fondo dello stesso e protetta da una rete metallica, offre ganci ferma bombola, interruttore inerziale Truma Secumotion e ospita, nella parte anteriore, una finestrella dedicata al numero di telaio del veicolo, punzonato, come avviene per tutti i Ducato, all’interno del parafango anteriore destro.


Procedendo verso la parte posteriore della parete destra, appena alle spalle dei passaruota è presente un portello da 37×29 cm consente di accedere a un vano da 46.5x35x35.5 cm studiato per contenere la seconda cassetta del wc Thetford C250, fornita di serie.

Questo vano, inoltre, è comunicante con la partizione minore del garage posteriore: accessibile dall’esterno attraverso due portelli simmetrici da 37×51.5 cm (uno sulla fiancata destra, uno su quella sinistra) e dall’interno, sollevando una porzione del letto centrale tramite l’uso di pistoni a gas, ha una profondità di 218 cm, una larghezza di 49 cm e un’altezza compresa tra un minimo di 69.5 cm (ai piedi del letto) e un massimo di 124 cm (sotto al letto).

Non mancano illuminazione e riscaldamento: quest’ultimo, in particolare, è affidato a due convettori posizionati nella parte superiore, proprio sotto al letto, facilmente accessibili e dotati di rubinetto sezionatore che ne consente una facile esclusione quando non ritenuti necessari.

Il gavone, rivestito internamente in laminato plastico, è adiacente al maxi garage posteriore, con il quale comunica attraverso un portello da 72×72 cm apribile a compasso verso quest’ultimo.

Come da tradizione Frankia, il garage è dotato di due portelli: uno laterale destro (117×75.5 cm), e uno posteriore (147×107 cm), entrambi con apertura ad ala di gabbiano.

Il vano, situato a 62 cm dal suolo, misura 218x89x124 cm, è dotato di pavimento in alluminio mandorlato, quattro robusti ganci ferma carico a scomparsa, rivestimento interno pareti in agugliato grigio, riscaldamento e illuminazione tramite uno spot dedicato.

La fiancata sinistra ospita, nella parte posteriore, il già citato portello da 37×51.5 cm dedicato alla partizione minore del garage posteriore, il portello di accesso alla cassetta del wc (37×27 cm), posizionata a cavallo del doppio asse mentre in corrispondenza del blocco cucina trovano posto due vani.

Nella parte superiore, un portello da 47×52 cm consente di accedere alla caldaia del riscaldamento centralizzato Alde, ospitata in un vano da 55x53x56 cm.

Accanto a questa trova collocazione anche il bocchettone di emergenza del serbatoio dell’acqua potabile, utilizzabile all’occorrenza nel caso non si riesca a sfruttare l’ingegnoso sistema sviluppato da Frankia e contenuto nel vano tecnico da 40x32x32x e 27x32x30 cm racchiuso da un portello da 67×28 cm.

In questo spazio, infatti, trovano collocazione, sulla sinistra, la presa per il collegamento alla rete elettrica, già completa di un arroto latore con 25 metri di cavo e presa CEE, mentre la parte destra è dedicata all’impianto idrico, con lo scarico delle acque grigie, interno e fornito di un pratico tubo telescopico con cui raggiungere il pozzetto di scarico senza necessità di avvicinare eccessivamente il veicolo a esso, e il bocchettone di riempimento del serbatoio dell’acqua potabile, collegato a un arroto latore con innesti a baionetta e 20 metri di tubo per consentire il carico dell’acqua potabile senza necessità di spostare il veicolo. Il locale, completamente chiuso all’esterno attraverso un apposito tappo con coibentazione in poliuretano, è riscaldato grazie alla presenza di convettori Alde ed è quindi completamente antigelo.

A fianco al vano tecnico, compreso tra questo e la cabina di guida, trova infine collocazione il portello da 72×52 cm del già citato gavone passante anteriore interno al doppio pavimento.

La cellula, inoltre, conta su quattro finestre Dometic S7 apribili a compasso, dotate di telaio in alluminio e unibloc con oscuranti plissettati e zanzariera integrati dedicate a living, blocco cucina e camera da letto posteriore, e su cinque oblò a tetto: tre Dometic MiniHeki da 40×40 cm dedicati a letto basculante, blocco cucina e camera da letto posteriore, un Heki 3 da 80×60 cm a servizio del living e un Fiamma Turbovent da 40×40 cm con elettroventola pensato per la toilette passante.

Impiantistica

L’autonomia idrica è affidata a un serbatoio da 150 litri realizzato in polietilene lineare alimentare e posizionato in corrispondenza dell’asse posteriore, all’interno del doppio pavimento.

Raggiungibile attraverso una botola a pavimento da 33×29 cm posizionata all’interno dell’armadio guardaroba inserito nella parte destra del letto matrimoniale centrale posteriore, il serbatoio è dotato di tappo superiore per l’ispezione e la pulizia. A fianco al serbatoio è collocata la pompa dell’acqua a pressostato Flojet, che incanala l’acqua in un impianto di tubi in rilsan, divisi per colore in base al contenuto (blu – acqua fredda; rosso – acqua calda), con giunti a fascetta e raccordi in acciaio inossidabile.

L’acqua raggiunge così i rubinetti monocomando, realizzati in acciaio inox cromato e personalizzati con il logo Frankia, mentre l’acqua di scarico è incanalata tramite pilette di scarico inox da 40 mm di diametro abbinate a sifoni ispezionabili (di derivazione domestica quello della toilette).

Un misto di tubazioni rigide, anch’esse di derivazione domestica, e di tubi corrugati, convoglia le acque di scarico verso il serbatoio di recupero da 130 litri, realizzato in polipropilene nero per evitare ogni possibile insorgere di alghe e posizionato, sempre all’interno del doppio pavimento, tra cucina e toilette. Accessibile tramite una botola a pavimento da 32×16 cm, è dotato di tappo a vite superiore per ispezione e pulizia e di scarico di emergenza esterno tramite un apposito tappo a pressione.

Come tutti i Frankia, anche l’Exclusiv Class I 790 QD propone il consueto vano tecnico dedicato all’impianto idrico ed elettrico. Come detto, all’interno di questo vano, inserito nella parte inferiore della fiancata sinistra, trovano posto il rubinetto di scarico del serbatoio di recupero, dotato di un intelligente tubo estensibile per permettere uno scarico agevole anche quando con il veicolo non si riesce a raggiungere fisicamente il pozzetto di scarico. Allo stesso modo, il carico dell’acqua potabile avviene attraverso un apposito tubo avvolgibile da 20 metri, dotato di innesti a baionetta che, all’occorrenza, può anche essere estratto dalla propria sede in cui è mantenuto attraverso una piastra con controdado: in questo modo, anche l’operazione di riempimento del serbatoio appare facilitata, anche in considerazione del fatto che il sistema sfiata l’aria contenuta nel circuito e il troppo pieno a terre, sotto al veicolo, evitando la classica “doccia” tipica dell’avvenuto riempimento del serbatoio.
Il wc, infine, è un Thetford C250 con tazza in ceramica e serbatoio mobile da 18 litri: come detto, Frankia fornisce di serie la seconda cassetta, provvista di un apposito alloggiamento nel doppio pavimento posteriore.


Il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria sono affidati al sistema Frankia Polar basato sull’impianto a convettori Alde Compact 3010: alloggiato nell’apposito vano inserito sotto il blocco cucina e accessibile tramite un portello esterno da 47×52 cm, è alimentabile a gas e, quanto connessi alla rete, a elettricità, grazie alla presenza di tre resistenze interne.

L’impianto Alde, come noto, sfrutta la convezione: un liquido a base di acqua e glicole viene riscaldato a 85 gradi e fatto circolare, tramite un’apposita pompa (installata in uscita dalla caldaia) attraverso una fitta rete di convettori posizionati ovunque nel veicolo. Il livello del liquido convettori è facilmente monitorabile dal vaso di espansione del sistema, posizionato all’interno dell’armadio guardaroba posteriore destro, mentre il comando dell’impianto avviene tramite l’apposito pannello di comando lcd touch screen inserito nell’angolo destro del blocco cucina.

La distribuzione dei convettori copre l’intero veicolo, compresi naturalmente il doppio pavimento e i vani di stivaggio posteriori. Realizzati in alluminio, gli elementi radianti raggiungono il living anteriore, il pavimento della cabina di guida, lo scalino di ingresso, il blocco cucina, la toilette (dove è installato un termo arredo), la camera da letto posteriore, ma anche i due garage (sia la partizione dedicata a moto e bici che quella inferiore), e il doppio pavimento, con elementi dedicati ai serbatoi e al grande gavone passante anteriore.

L’effetto convettivo è favorito dalla costruzione del mobilio, dotato di ampie prese d’aria inferiori e posteriori, mentre è da notare come lungo le pareti, in corrispondenza degli elementi radianti, siano presenti veri e propri carter metallici studiati per incanalare il calore e favorirne la propagazione.


Sempre per quanto riguarda l’impianto di riscaldamento, il pacchetto Frankia Polar comprende anche il riscaldatore autonomo a gasolio Webasto Thermo Top C: installato sul motore, ne permette avviamenti al riparo dal gelo riscaldando, tramite le numerose bocchette di aerazione della meccanica di base e del sovra cruscotto, l’intera area anteriore.


Non è invece previsto, per le versioni allestite su Fiat Ducato, lo scambiatore di calore originale Alde, proposto invece, sulle versioni allestite su Mercedes-Benz Sprinter, mentre come optional è possibile richiedere anche il pavimento cellula riscaldato (773 Euro).
L’impianto elettrico sfrutta una batteria cellula da 130 Ah inserita all’interno dell’apposito vano, nel doppio pavimento: raggiungibile tramite una botola incernierata (54×52 cm) e sollevabile dalla zona di ingresso, il vano, sviluppato a L, vanta uno spazio destinato alle batterie da 54x42x35 cm e uno libero per lo stivaggio da 60x51x35 cm.

Il trasformatore e caricabatterie Schaudt EBL 220 è posizionato sotto al divano fronte marcia del living e risulta abbastanza ben accessibile, previa, naturalmente, la rimozione delle cuscinerie, mentre il pannello di comando delle utenze elettriche, Schaudt DT 220, è posizionato sopra la porta di ingresso, chiuso da un apposito pensile.

Dotato di schermo lcd retroilluminato, offre informazioni circa la tensione delle batterie (cellula e motore), il livello dei serbatoi, la temperatura interna ed esterna e consente l’impostazione e il comando di tutte le utenze in dotazione al veicolo, dall’impianto elettrico a quello idrico.
Facile da comandare, il pannello si compone di otto tasti posizionati ai lati del display lcd e dedicati a orologio, tensione batterie, serbatoi, impianto elettrico generale (lato sinistro), mentre sul lato destro sono posizionati quattro tasti funzione (menu, aumenta/diminuisci e seleziona) utili per le impostazioni personalizzate selezionabili. Tra queste l’allarme tensione batterie insufficiente o quella riguardante la capienza dei serbatoi del carico e del recupero.
L’illuminazione interna, interamente a led, sfrutta quattro spot inseriti nel sottobasculante e dedicati alla cabina di guida, due spot orientabili a collo di cigno per il letto basculante, due spot orientabili dedicati al living (uno per il divanetto di destra, l’altro per quello di sinistra) a cui si somma uno spot integrato nella parte alta dei pensili.

La zona di ingresso può contare su uno spot integrato a soffitto, mentre il blocco cucina si affida a tre spot inseriti nella parte superiore della penisola e a due inglobati nella cappa aspirante mentre la toilette passante può contare su due spot centrali e altrettante colonne luminose integrate allo specchio e dedicati al mobile lavabo e altri due spot laterali a servizio di wc e armadietti. La doccia, di dimensioni domestiche, sceglie invece per l’illuminazione una scenografica fila di led inserita a soffitto, tra il tetto e la parte terminale della colonna attrezzata.

In coda, la camera da letto posteriore opta per quattro spot a soffitto integrati nella parte superiore dei pensili e su due spot orientabili a collo di cigno.

Non mancano, poi, le illuminazioni indirette: sono presenti, a soffitto, nella camera da letto posteriore, nel living e nel blocco cucina, ma anche sopra l’ingresso, l’armadio guardaroba e la colonna frigo. Lo stesso sistema è poi impiegato a pavimento per illuminare i gradini di accesso al letto matrimoniale posteriore.

Sempre per quanto riguarda l’illuminazione, l’I 790QD può contare su l’illuminazione del garage posteriore (una plafoniera a incandescenza), della partizione del garage e del gavone passante anteriore interno al doppio pavimento, entrambi dotati di un tubo da 18 led, mentre è presente anche la luce esterna, alogena. Per quanto riguarda infine la disponibilità di prese elettriche, sono presenti due allacciamenti a 12V (a servizio di cucina e mobile tv) e quattro a 220V (ingresso, cucina, mobile tv, toilette).

L’impianto del gas, infine, può contare sul già citato vano per due bombole da 10 kg completo di interruttore inerziale Secumotion, serve i tre sezionatori dell’impianto, dedicati a frigorifero, riscaldamento/boiler, cucina/forno a gas inseriti alla base del blocco cucina, facilmente accessibili.

Mobili e tappezzerie

Disponibili nelle due varianti in ciliegio Cherry Classic (presente sul veicolo oggetto di questo CamperOnTest) e proposto di serie a partire dalla serie Comfort Class), e nella nuova e più chiara Cherry Light (proposto di serie su Compact e Holiday Class e opzionale per le gamme maggiori), il mobilio interno è realizzato in multistrato nobilitato con spessori compresi tra 17 e 26 mm a seconda della componente. La costruzione, estremamente precisa, è pensata e realizzata in funzione del riscaldamento a convettori Alde, con cassapanche sollevate da terra e dotate di aerazione inferiore e posteriore per favorire l’effetto convettivo, mobili e schienali del living distaccati dalla parete per lasciare spazio agli elementi radianti il cui calore viene incanalato tramite appositi carter in alluminio e pensili superiori dotati di ampie feritoie anticondensa superioni in modo da non consentire la caduta di oggetti stivati ma favorire al contempo la circolazione dell’aria. Ampie, poi, le paretine anticondensa dietro alle quali sono posizionati i convettori del riscaldamento centralizzato Alde.


Il mobilio, caldo e accogliente, adotta pensili leggermente bombati supportati da cerniere in acciaio inox DGN e da maniglie in metallo cromato con pulsante di sblocco.

I pensili, dotati di mensole interne riposizionabili e dotate di bordo anticaduta, sfruttano una costruzione estremamente robusta: tutte le cerniere, infatti, sono avvitate non nel semplice multistrato ma su apposite traverse in alluminio, materiale usato anche per la realizzazione della parte curva inferiore che raccorda il pensile e ricoperto con ecopelle color avorio.

Questa tonalità è poi impiegata per la laccatura dei pensili superiori della cucina in modo da creare un piacevole contrasto rispetto al grigio quarzo di piani in Corian da 30 mm del blocco cucina e della parete di fondo di questo, antischizzo e pertanto facile da pulire.

Sempre in Corian è realizzato il lavabo della toilette, mentre per quanto riguarda questa zona appaiono degni di nota le grandi superfici a specchio, con colonne led integrate, e la rubinetteria in acciaio inox cromato personalizzato dal logo Frankia.

Classica di questo marchio è anche la scelta adottata per il tavolo della zona living, scorrevole all’interno di apposite guide in alluminio per poter essere riposto, quando non serve, in cabina di guida, dotato di piano da 26 mm con ampliamento tramite elemento affiorante e gamba multifunzionale in legno con portabottiglie integrato.

Il mobilio si caratterizza poi per la presenza di soluzioni ingegnose e originali: su tutti il mobile tv, sistemato trasversalmente e traslabile verso il basso per posizionarsi alla corretta altezza rispetto agli spettatori, e soprattutto il sistema di traslazione del divanetto laterale destro, che, ruotando di 90 gradi, crea in pochi secondi un quinto posto fronte marcia completo di bracciolo, seduta e schienale ergonomici, poggiatesta e cintura di sicurezza a tre punti con arrotolatore.

Sempre per ciò che concerne il living, è da notare, nei divani, la presenza di comodi braccioli ripiegabili, quando non necessari, a livello degli schienali: questi, insieme alle sedute, sfruttano cuscinerie da 14 a 20 cm di spessore, ergonomiche e rivestite in una elegante microfibra color avorio. Frankia offre un’ampia scelta di stoffe e fantasie interne: l’Exclusiv Class I 790 QD, infatti, è disponibile nelle stoffe a fantasia “Palermo”, “Ravenna” e “Ferrara”, in otto varianti di colore in microfibra tinta unita e in sette varianti di tinta in vera pelle.

La zona anteriore è inoltre disponibile in tre versioni: quella presente sul veicolo provato, con divano a L e poltroncina contrapposta ruotabile per complessivi cinque posti fronte marcia, una dinette longitudinale priva di posti fronte marcia e pensata per equipaggi di due persone che non necessitano posti supplementari e una con divano laterale fisso e quattro posti.
Per quanto riguarda i letti, sia il basculante anteriore che il matrimoniale posteriore sfruttano reti a doghe con materassi in lattice da 13 cm di spessore.

Il soggiorno

La zona anteriore è dedicata al living: è formato da un divano a L da 82×42 cm (trasversale) e 59×45 cm (longitudinale), da una poltrona laterale sinistra da 49×45 cm: tutti i posti disponibili beneficiano di cuscinerie da 14 cm di spessore e vantano un’altezza, rispetto al pavimento, di 50 cm.

Grazie alla rotazione delle poltrone cabina Isringhausen SKA, il living può accogliere fino a cinque commensali riunendoli intorno al tavolo: dotato di appositi binari a pavimento che ne consentono lo scorrimento fino in cabina di guida quando non utilizzato, offre un piano da 75×63 cm e, grazie a un piano centrale affiorante, può essere ampliato fino a 75×85 cm.

Il piano, che si trova a 75 cm da terra, lascia 23 cm liberi per le gambe dei commensali ed è sorretto da una gamba traslabile in legno il cui interno è sfruttato come portabottiglie a due posti (dimensioni vano 35x15x46 cm).

Lo scorrimento del tavolo avviene in apposite guide in alluminio integrate nel pavimento: il blocco, estremamente facile da azionare, è comandabile tramite un pedale situato nella parte posteriore della gamba.

Il living offre due cinture di sicurezza a tre punti integrate al divano a L e una ulteriore cintura a tre punti per la poltrona laterale destra: questa, come detto, è trasformabile in fronte marcia semplicemente provvedendo allo sblocco e alla sua rotazione. Il sistema, semplice, stabile e silenzioso, consente così di offrire cinque posti fronte marcia comodi e sicuri.

Durante il giorno la luminosità interna è assicurata, oltre che dall’abbondante superficie dei cristalli panoramici della cabina di guida, da una finestra Dometic S7 da 90×50 cm provvista di unibloc oscurante plissettato/zanzariera e di doppie tende di cui una porzione a pacchetto.

Non manca, a tetto, un maxioblò panoramico Dometic Heki 3 da 80×50 cm mentre l’unica visuale sul lato destro è offerta dalla finestra Polyplastic da 87.5×23 cm integrata nella porta di ingresso.

Lo stivaggio può invece fare affidamento su un pensile a soffitto inserito sopra al divano a L e dotato di mensola interna riposizionabile a piacere capace di offrire due vani da 46x30x20 e 46x30x23 cm, su vani a giorno sistemati a fianco al letto basculante e sviluppati su due livelli (sono disponibili quattro vani da 41×8/6×8 cm di cui due lungo la fiancata destra e due lungo quella sinistra), mentre non mancano i vani inseriti nella parte inferiore dei divani.

La cassapanca fronte marcia, infatti, nasconde al proprio interno un vano comunicante con il doppio pavimento e il gavone passante anteriore da 108×41 cm con una profondità massima di 67 cm.

La cassapanca laterale sinistra offre invece uno spazio interno di 63x60x33 cm: grazie a fondo, incernierato a libro e facilmente sollevabile, è però possibile mettere in comunicazione anche questo vano con il gavone sottopavimento, ampliando la possibilità di stivaggio di ulteriori 40x45x35 cm.

Le componenti incernierate, quando posizionate in verticale per consentire la comunicazione tra i due vani, sono mantenute in sede da velcro Dual Lock. Una ulteriore cassapanca libera per lo stivaggio è ricavata sotto alla poltrona laterale destra: a causa però della presenza del sistema di rotazione, è accessibile unicamente dall’esterno tramite il portello anteriore destro del gavone passante e misura 57x47x27 cm.

Alle spalle del divano fronte marcia, infine, trova collocazione il vano tv: inserito trasversalmente rispetto al pensile, misura 49x42x17 cm e può facilmente traslare al centro dell’abitacolo abbassandosi all’altezza ideale per consentire la visione dello schermo lcd da parte dei commensali. Offre supporto tv orientabile, prese a 12 e 220V mentre i cavi in arrivo dall’antenna satellitare (opzionale) cono inseriti in un’apposita scatola all’interno del pensile superiore sinistro.

I servizi

Posizionato centralmente, il blocco cucina a L misura 103×56 e 55×52 cm.

Dotato di un pregevole piano in Corian da 3 cm di spessore, ha un’altezza rispetto al pavimento di 91 cm, offre un doppio lavello Dometic con vasche in acciaio Inox da 31x35x10 e 21x35x10 cm servite da rubinetto monocomando in acciaio inox cromato, pilette di scarico inox da 40 mm di diametro e doppio coperchio in Corian/multistrato/laminato da 37×28 cm utilizzabile anche come tagliere e come piano di appoggio sfruttando un apposito supporto integrato alla parete divisoria del living o all’interno del cestello estraibile della cucina a penisola.

A fianco al lavello trova posto il raccoglitore dell’umido (15x20x31 cm), dotato di vaschetta in pvc di facile estrazione, mentre la parte longitudinale ospita il combinato forno/fornello Dometic Cramer. È dotato di un fornello da 49×42 cm completo di coperchio in cristallo temperato e parafiamma laterale dotato di tre erogatori (da 6, 6 e 4.5 cm) e di una piastra radiante da 12 cm di diametro posizionati tra loro a una distanza, misurata al centro, di 23, 23, 22 e 22 cm. Sotto al piano cottura trova spazio il forno a gas, mentre sulla destra ecco il piano di lavoro (28×56 cm).

L’aerazione è affidata a una finestra Dometic S7 da 80×40 cm, a un oblò MiniHeki da 40×40 cm e alla cappa aspirante Baraldi, dotata di camino esterno a parete, mentre per quanto riguarda lo stivaggio, l’I 790 QD può contare su tre pensili superiori (due lineari, completi di mensole interne riposizionabili, da 35x30x18, 35x30x23, 36x30x18 e 36x30x23 cm, e uno a L con anta bombata, anche questo dotato di mensola interna (spazi liberi di 50/33x35x18 e 50/33x35x23 cm).

Ulteriori stivaggi sono disponibili nella parte inferiore del mobile: sotto al forno a gas, infatti, è presente un cassetto da 44x45x7 cm, mentre la parte della penisola offre il supporto per la trasformazione in piano di lavoro del tagliere/coperchio del lavello, un cassetto portaposate da 41x40x8 cm e, sotto a questo, un doppio cestello estraibile da 40x40x22 e 40x40x9 cm.

Situata di fronte alla cucina, la colonna frigo offre un Dometic RMD 8505 da 165 litri, scelta automatica della fonte di energia, tecnologia led e cella freezer separata: è sormontato da un vano su due livelli da 53x40x19 53x40x24 cm mentre sotto al frigo è presente un cassetto da 44x45x7 cm.

Separata dal resto dell’abitacolo da una doppia porta scorrevole in legno (195×81 cm), la toilette passante misura 218×90 cm e funge da filtro verso la camera da letto posteriore da cui è separata da due ulteriori porte scorrevoli: una a destra del letto (195×72 cm), e una alla sua sinistra (195×49 cm).

Arredato in legno, il bagno propone un mobile centrale largo 85 cm completo di lavabo stampato in Corian da 41x30x17 cm posizionato a 95 cm dal pavimento e situato a coronamento di un mobile con anta semicircolare sfruttabile per lo stivaggio (due vani da 28/18×42/48 cm).

Il lavabo è inoltre servito da uno specchio da 95×81 cm dotato di colonne luminose a led integrate, portasciugamani, presa corrente a 220 V e pratici complementi di arredo. L’angolo destro della toilette ospita il wc Thetford C250, completo di tazza girevole in ceramica e serbatoio mobile da 18 litri: a fianco a questo è collocato un utile termo arredo allacciato all’impianto Alde, mentre la parte alta ospita un pensile al cui interno sono disponibili tre mensole da 38x9x24 cm, tutte dotate di bordo anticaduta cromato.

Altre tre mensole a giorno (sempre da 38x9x24 cm) sono disponibili nella parte sovrastante il termo arredo.
Opposta al wc, la doccia ad angolo è di dimensioni domestiche: misura, infatti, 70×70 cm, è accessibile attraverso un varco da 37×176 cm ricavato dalla traslazione delle due porte semicircolari in termoformato e offre piatto attrezzato con due pilette di scarico di dimensioni maggiorate, colonna attrezzata, illuminazione a led e bastone appendiabiti a soffitto, facilmente rimuovibile e particolarmente utile per lo stivaggio di indumenti bagnati o umidi.

L’aerazione all’intero ambiente è fornita da un oblò a tetto Fiamma Turbovent da 40×40 cm dotato di ventilatore/estrattore a più velocità.

Zone letto e armadi

La camera da letto posteriore ospita il sempre più richiesto letto centrale nautico posizionato su garage: accessibile attraverso le due porte scorrevoli che delimitano la toilette passante (una per ciascun lato del letto, destra 195×72 cm, sinistra 195×49 cm), la camera vanta un matrimoniale da 193×140/105 cm situato a 108 cm da terra e dotato di un cielo utile di 91 cm.

Il letto, dotato di rete a doghe e materasso in lattice da 13 cm, può essere facilmente raggiunto grazie alla presenza di due gradini a pavimento, entrambi alti 35 cm (destro 51/55×34 cm, sinistro 51/55×45 cm) retroilluminati a led per essere utilizzati comodamente anche di notte e beneficia di due comodini da 46/33×34 cm. La luminosità e l’aerazione possono fare affidamento su due finestre simmetriche Dometic S7 da 100×50 cm e su un oblò MiniHeki da 40×40 cm sistemato a tetto, mentre l’illuminazione si affida a quattro spot led fissi e a due orientabili.

Il letto è sormontato da due pensili, entrambi da 69x24x26 cm, e contornato da un armadio guardaroba (sul lato destro, 43x52x103 cm, servito da un’anta da 84×32 cm ) caratterizzato dalla presenza, al proprio interno, del vaso di espansione del riscaldamento Alde, e da un armadio a ripiani sul lato sinistro (anta 84×22 cm, tre ripiani da 49x32x30 cm).

Non manca la predisposizione per l’installazione di una seconda tv lcd dedicata alla camera posteriore (supporto e cavi installati ai piedi del letto), mentre è da notare come altri spazi di stivaggio siano disponibili nella parte rivolta verso la toilette.

In particolare, lungo la parete di destra è presente un armadio guardaroba da 67/54x50x95 cm completo di appendiabiti estraibile, separato da un’anta a serrandina e caratterizzato dalla presenza, nella parte inferiore, della botola di accesso al serbatoio dell’acqua potabile, mentre il lato sinistro del letto ospita un armadio con tre ripiani da 62/38x50x34 cm. Per entrambi i vani sotto al letto il varco di accesso è di 81×47 cm.

Sollevando la rete del letto posteriore tramite l’ausilio di due pistoni a gas, poi, si può accedere dall’interno alla partizione anteriore del garage posteriore: il varco, 120×49 cm, consente il raggiungimento dei convettori Alde inseriti sotto al letto, deputati al riscaldamento del vano ed escludibili tramite un apposito rubinetto.

Procedendo verso la zona living, a fianco alla colonna frigo si sviluppa l’armadio guardaroba principale: realizzato a tutta altezza, è servito da un’anta di 178×40 cm e offre un vano superiore da 55x40x104 cm e uno inferiore da 55x40x83 cm, entrambi destinati ai capi appesi.

Il letto basculante, disponibile come sull’esemplare provato a movimentazione elettrica (tramite comandi inseriti a fianco al pannello di comando delle utenze, sopra la porta) è facile da allestire: è infatti sufficiente provvedere allo sblocco degli schienali delle poltrone in cabina di guida e al dipiegamento degli oscuranti laterali plissettati e della serranda elettrica anteriore per poterlo fare scendere.

L’operazione, semplice, impiega una quindicina di secondi e rende disponibile un letto da 189×139 cm, dotato di rete a doghe, materasso in lattice da 13 cm, tenda di cortesia perimetrale e di separazione (quest’ultima in microfibra), illuminazione tramite due spot led orientabili.

Il letto una volta abbassato si trova a 112 cm da terra e beneficia di un cielo utile, misurato al centro, di 87 cm.

Disposizione interna e dislocazione impianti

Dati tecnici

Frankia Exclusiv Class I 790 QD
Dimensioni e posti
Tipologia Motorhome
Dimensioni 795x230x306 cm
Posti omologati 5
Posti letto 4
Posti frontemarcia con
cintura di sicurezza
5
Autotelaio
Meccanica Fiat Ducato 40H con telaio extraserie AL-KO AMC biasse
Passo 376+80 cm
Sbalzo anteriore 103 cm
Sbalzo posteriore 236 cm
Motorizzazione base 2.3 Multijet – 130 cv Euro 5
Motorizzazioni opzionali 2.3 Multijet TGV – 148 cv Euro 5
3.0 Multijet Power – 177 cv Euro 5
Trazione anteriore
Accessori di serie ABS, alzacristalli elettrici, chiusura centralizzata con telecomando, airbag lato guida, telecamera posteriore con schermo lcd a colori.
Massa complessiva a pieno
carico kg
5000
Massa dichiarata a vuoto comprensiva di guidatore kg 4170
Portata utile kg 830
Scocca
Carrozzeria Scocca a pannelli sandwich con rivestimento esterno in vetroresina da 2 mm, coibentazione in styrofoam ad alta densità e rivestimento interno in laminato. Struttura perimetrale di pareti, tetto e pavimento in poliuretano, intelaiatura interna in alluminio. Assemblaggio pavimento/pareti tramite binari in alluminio, imbullonatura e sigillatura con collanti poliuretanici. Assemblaggio pareti e tetto con binari in alluminio, bandelle e cantonali in alluminio. Doppio pavimento passante da 35 cm. Frontale, e raccordi in vetroresina, bandelle in alluminio.
Spessori
pavimento/pareti/tetto mm
34+20/34/36
Garage o gavoni Garage posteriore diviso in una parte dedicata al carico di moto e bici da 218x99x124 cm con fondo in alluminio mandorlato, illuminazione, riscaldamento e ganci di fissaggio carico, accessibile da un portello laterale destro (117×75.5 cm) e da uno posteriore (147×107 cm) entrambi con apertura ad ala di gabbiano, e in una partizione inferiore per oggetti di dimensioni più contenute da 218x49x69.5/124 cm con accessi laterali (37.5×51.5 cm), dal garage (68×72 cm) e dall’abitacolo, sollevando il letto posteriore (120×49 cm).Gavone passante anteriore nel doppio pavimento da 218×51/95×35 cm accessibile dall’esterno tramite due portelli laterali (37×52 cm fiancata destra, 72×52 fiancata sinistra) e dall’interno, sollevando il fondo della cassapanca anteriore sinistra.
Porte e
finestre
Porta cellula e cabina Tegos dotate di serratura di sicurezza a doppio aggancio, controstampo interno in abs attrezzato e finestra (apribile elettricamente per la cabina). Portelli e aperture di servizio Mekuwa con telaio in alluminio e doppia guarnizione di tenuta (11 portelli), 4 finestre Seitz Dometic S7, 3 oblò a tetto Dometic MiniHeki da 40×40 cm, un maxioblò Heki 3 e un Fiamma completo di elettroventola.
Impiantistica
Gas Vano esterno per due bombole da 10 kg con fondo in lamiera e pareti laterali in poliuretano. Secumotion di serie, tre rubinetti sezionatori inseririt alla base del blocco cucina.
Riscaldamento e boiler Sistema Frankia Polar con riscaldamento e boiler Alde Compact 3010 a convettori alimentabile a gas e a elettricità. Riscaldamento cabina di guida e preriscaldamento motore tramite Webasto Thermo Top C a gasolio.
Elettricità Batteria supplementare AGM 130Ah, caricabatterie e trasformatore Schaudt EBL 220, pannello di comando Schaudt DT 220 con schermo LCD retroilluminato. Illuminazione interna interamente a led con 26 spot (integrati o orientabili), illuminazione diffusa a soffitto e a pavimento. Garage e gavoni illuminati, luce esterna. Due prese interne a 12V, quattro a 220V.
Acqua Serbatoio acqua potabile da 150 litri, serbatoio di recupero da 130 litri, entrambi interni al doppio pavimento e in posizione antigelo. Pompa acqua Flojet a pressostato, impianto con tubi in rilsan, raccordi in acciaio inossidabile e giunti a fascetta. Rubinetterie monocomando in acciaio inox cromato, pilette di scarico da 40 mm di diametro, sifoni ispezionabili. Wc Thetford C250 da 18 litri con seconda cassetta fornita di serie e provvista di alloggiamento. Sistema di riempimento e scarico serbatoi tramite tubazioni con arrotolatore nel vano tecnico.
Prezzi e accessori
Prezzo base Euro 102.480
Prezzo esemplare provato
Comprensivo di: motore 3.0 Multijet Power 177 cv (Euro 3.670); Pack Fiat (climatizzatore motore, airbag passeggero, cruise conto, serbatoio gasolio da 120 litri – Euro 2.095), cintura di sicurezza per 5 posto omologato (Euro 569); Gradino elettrico per porta conducente (Euro 496); doppi vetri cabina di guida (Euro 508); Trasporto e immatricolazione (Euro 2.300).Totale veicolo in CamperOnTest Euro 112.118

 

l nostro giudizio
Costruzione
Meccanica di base
Fiat Ducato 40 H con telaio extraserie AL-KO AMC biasse. Delle tre motorizzazioni offerte, a fronte del peso e delle dimensioni del veicolo è decisamente consigliabile optare per la versione più potente.
Sicurezza
Di serie ABS ed airbag guida. Inclusi nel “Pack Fiat” che accompagna tutti i veicoli airbag passeggero e cruise control.
Volumetria e masse
Veicolo di dimensioni importanti, passo medio/lungo con telaio biasse, sbalzo posteriore equilibrato. Altezza da terra contenuta specie nella parte anteriore.
Scocca e materiali
Scocca a pannelli sandwich con rivestimento integrale esterno in vetroresina, coibentazione in styrofoam ad alta densità, intelaiatura interna in poliuretano e barre di alluminio. Sistema di assemblaggio robusto e capace di evitare torsioni, doppio pavimento passante da 35 cm.
Assemblaggio e rifiniture
Assemblaggio curato e innesti precisi. Notevole cura negli accoppiamenti tra le componenti, rifiniture curate. Peccato per alcune poco estetiche viti a vista a livello dei parafanghi.
Componentistica
Porte Tegos di ultima generazione, finestre Dometic a profilo ultrapiatto, portelli Mekuwa con doppia guarnizione, oblò Dometic e Fiamma.
Impianto idrico
Molto curato: carico e scarico facilitati dal sistema con arrotolatore inserito nel vano tecnico, impianto ben realizzato con serbatoi interni al doppio pavimento, giunti e componenti di qualità anche domestica (rubinetti, sifoni…).
Impianto elettrico
Batteria supplementare da 130Ah, componentistica Schaudt di qualità e facilmente accessibile. Illuminazione interna interamente a led con abbondanza di sorgenti luminose, buona disponibilità di prese elettriche interne, allacciamento alla rete elettrica facilitato dalla presenza dell’arrotolatore del cavo elettrico.
Gas
Vano ben realizzato, sufficientemente ampio e facile da raggiungere grazie alla ridotta altezza da terra. Secumotion di serie, tre rubinetti sezionatori.
Riscaldamento
Impianto Frankia Polar con riscaldamento cellula Alde Compact 3010 a convettori e riscaldamento cabina Webasto Thermo Top C: non disponibile, nelle versioni su Fiat, lo scambiatore di calore in marcia che non consente, quindi, il recupero del calore del motore per il riscaldamento dell’abitacolo. Buona disponibilità di convettori.
Mobilio e arredamento
Molto robusto, è disponibile in due diverse essenze ed è realizzato con cura. Ampie aerazioni anticondenza, accoppiamenti curati e componenti di qualità. Peccato per l’assenza del sistema di rientro assistito dei cassetti.
Cuscini, materassi e tappezzeria
Cuscinerie comode ed ergonomiche, dotate di braccioli e disponibili abbinate a un gran numero di rivestimenti anche in vera pelle. Ottimo l’allestimento dei letti, con reti a doghe e materassi di qualità in lattice.
In viaggio
Facilità di guida
Veicolo di dimensioni importanti, offre una corretta percezione degli ingombri. Specchi retrovisori un po’ piccoli, ottima la presenza, di serie, della telecamera posteriore con monitor a colori.
Comodità dei posti a sedere
Poltrone anteriori Isringhausen SKA con braccioli, cinture integrate e molteplici regolazioni, sedute del living comode e di dimensioni corrette. Da manuale la poltroncina girevole che crea il quinto posto frontemarcia.
Panoramicità
Ottimale verso l’area anteriore, per raggiungere il massimo dei voti servirebbe una finestra laterale destra a livello del living
Climatizzazione
Clima cabina solo opzionale anche se, di fatto presente perchè il Pack Fiat, in cui è incluso, accompagna tutti i veicoli. In inverno, in assenza dello scambiatore Alde il riscaldamento in marcia è assicurato dalla presenza del Secumotion.
In sosta
Living
Non è tra i più ampi, ma è ben congegnato, accogliente e può ospitare fino a 5 persone facendole accomodare in un ambiente comodo e conviviale. Decisamente pratico il tavolo (ampliabile) traslabile fino in cabina di guida.
Letti
Eccellenti per quanto riguarda l’allestimento, davvero curato. Dimensioni nella norma, accessibilità corretta.
In cucina
Ampia e ben sviluppata, offre tutto ciò che si può desiderare. Fornello a doppia vasca, frigo di grandi dimensioni, forno a gas, piano cottura in stile casalingo, piano in corian e ottima aerazione garantita dall’abbinata finestra/oblò/cappa aspirante.
Toilette
Passante, si isola grazie a un gioco di porte scorrevoli e dato lo sviluppo, un vero e proprio filtro da e verso la zona posteriore, sembra più indicata per l’utilizzo da parte di una coppia che da una famiglia. Detto questo è ampia, ben organizzata e molto fruibile. Migliorabile l’aerazione.
Doccia
Di dimensioni domestiche, offre un box ampio e di facile utilizzo, Colonna attrezzata, illuminazione a led, doppia porta in metacrilato e piatto con doppia piletta di scarico fanno parte della dotazione standard. L’aerazione delega tutto all’oblò con elettroventola della toilette.
Disimpegni e circolazione nell’abitacolo
Veicolo di grandi dimensioni, è ampio e ben fruibile. La collocazione centrale della porta di ingresso permette di salire in maniera agevole senza impedimenti. Toilette filtrante con accesso lato sinistro del letto non larghissimo.
Capacità di stivaggio
Davvero ampia: tre armadi guardaroba per capi appesi e due a ripiani, tre cassapanche disponibili e numerosi pensili in cui sistemare tutto ciò che serve.
Gavoni e garage
Gavone posteriore partizionato ampio e ben fruibile (disponibile comunque anche non partizionato), secondo gavone passante accessibile anche dall’interno, ampio vano passante anteriore: tanto spazio a disposizione, accessi ampi e finiture corrette.
Gestione del veicolo
Capacità di carico e portata utile
Nella configurazione provata, comprensiva di motore da 3 litri, offre più di 800 kg di carico utile. Non illimitata, ma comunque più che adeguata.
Autonomia
Nella media della tipologia. In opzione è possibile richiedere di ampliare l’autonomia idrica a 300 litri (potabile) e 260 (recupero), sfruttando le possibilità offerte dal doppio pavimento. Allo stesso modo è possibile affiancare alla batteria cellula un secondo accumulatore da 130Ah.
Facilità di manutenzione
Accessibilità organi meccanici non tra le più facili, con altezza limitata a circa 20 cm. Ottimale l’accessibilità all’impiantistica elettrica e al stufa Alde, meno quella della pompa dell’acqua, possibile attraverso una botola non proprio comoda nell’utilizzo.
Rapporto prezzo/prestazioni
Veicolo ampiamente personalizzabile, ha caratteristiche tali da essere considerato un unicum sul mercato e si pone a cavallo tra la fascia alta e quella premium facendo coesistere caratteristiche e peculiarità di entrambe le tipologie. Da studiare e valutare con cura.

Ci ha particolarmente convinto…

Progetto maturo e collaudato, il 790 beneficia di un trattamento professionale della scocca, originale nei contenuti ma in grado di offrire una eccellente robustezza grazie all’inserimento dei profili in alluminio all’interno delle pareti e al particolare sistema di assemblaggio. L’assenza di elementi in legno all’interno delle pareti e dei pavimenti, il rivestimento integrale del veicolo in vetroresina, compreso l’esterno del pavimento, e l’assenza di ponti termici garantiti dall’interposizione dello styrofoam rispetto al profilo portante interno sono garanzia di un prodotto studiato per performance che durano nel tempo.
La componentistica utilizzata è di prima qualità, con finestre ultrapiatte Seitz Dometic di ultima generazione, porte cellula e cabina Tegos e portelli Mekuwa con doppia guarnizione e cerniere integrate rappresentano quanto di meglio oggi disponibile.
La costruzione del mobilio è molto accurata e associa diversi profili metallici al tradizionale multistrato per una notevole robustezza. Ottimi il sistema di aerazione di cassapanche, convettori e pensili per creare un velo di aria calda lungo le pareti. Notevole la precisione dell’assemblaggio delle componenti, con chiusure a filo tra i vari elementi sempre esente da imperfezioni.
L’impiantistica è del livello che ci si attende da una realizzazione di questo tipo, comprovata dalla qualità delle singole componenti. Un plauso va alla eccellente funzionalità del vano tecnico dedicato a impianto idrico ed elettrico che permette, a una sola persona, di poter contemporaneamente riempire il serbatoio dell’acqua potabile, vuotare quello di recupero e allacciare il veicolo alla rete elettrica anche se questo non si trova nelle immediate vicinanze di rubinetto, scarico o colonnina.
Pur sotto una veste piuttosto classica non mancano innovazioni tecniche importanti: la funzionalità della poltroncina girevole trasformabile in fronte marcia è davvero notevole. Semplice, confortevole e sicura, si rivela davvero pratica. Stesso giudizio anche per il vano tv discendente in obliquo, cosa che permette allo schermo di posizionarsi all’altezza migliore per essere in linea con coloro che lo guardano e non avere così distorsioni di immagini e colori.
L’organizzazione interna degli spazi è rimarchevole, con ambienti facili da vivere e da gestire anche con equipaggio al completo. Lo stivaggio è ampio, ben organizzato e forse anche troppo sviluppato, anche se l’ampia portata utile garantita dal telaio AL-KO AMC biasse garantisce un margine di sicurezza corretto.
Il gavone posteriore sdoppiato è comodo e pratico e consente un’ottima organizzazione del carico lasciando la parte posteriore a disposizione di biciclette e moto e quella anteriore agli altri oggetti, anche ingombranti. La scelta di optare per un portellone posteriore oltre al classico laterale facilita non poco il carico di oggetti molto ingombranti.
Lo sviluppo dei servizi è ottimale, con blocco cucina ampio e molto ben attrezzato (anche per quanto riguarda l’aerazione), ampio stivaggio, piano di lavoro in Corian, frigo di ultima generazione, forno a gas e originale piano cottura con tanto di piastra radiante. La toilette è particolarmente ampia e ben allestita, con tanto di doccia di dimensioni domestiche.
I letti sono allestiti con cura, hanno equipaggiamenti di ottimo livello e sono ben accessibili. Allo stesso modo il living seppure non ampissimo è comodo, conviviale facile da utilizzare. Le cuscinerie sono comode ed ergonomiche, con tanto di braccioli, mentre il tavolo, ampliabile, è facilmente traslabile e quando non utilizzato, se posizionato in cabina, libera uno spazio davvero inusuale.
Una volta alla guida, la panoramicità in cabina è di ottimo livello e permette un buon controllo degli ingombri.
Una considerazione riguarda infine l’ampia possibilità di personalizzazione del veicolo: il costruttore permette infatti un’ampia scelta per ciò che concerne meccanica, motorizzazione, telaio, portata complessiva, verniciatura esterna, design e rivestimenti interni, tipologia di living e accessoristica potendo soddisfare così ogni tipologia di esigenza, anche di tipo professionale.

Riteniamo migliorabile…

A livello estetico, il design degli esterni appare piuttosto classico, con un profilo non particolarmente filante del frontale e un aspetto abbastanza massiccio, specie nella versione normale con verniciatura bianca. L’assemblaggio tra le componenti, sempre preciso, utilizza, in prossimità dei parafanghi, alcune poco estetiche viti a vista soprattutto nella parte inferiore.
Gli specchi retrovisori, seppure elettrici e dotati di doppia ottica, appaiono di dimensioni piuttosto contenute rispetto ai volumi che devono controllare. Sempre per ciò che concerne la cabina di guida, lo spazio di manovra intorno agli organi meccanici appare abbastanza limitato in altezza (a meno di non rimuovere l’intera calandra).
All’interno, il rivestimento in agugliato delle pareti del garage appare un po’ ruvido e di qualità modesta: sempre nello stesso ambiente, la paretina di separazione tra la partizione anteriore e quella posteriore meriterebbe una rigidità maggiore. In più, il portello di accesso dal vano garage al gavone passante sotto al letto, incernierato lato sinistro, è difficilmente utilizzabile con vano di carico pieno.
Il rivestimento laminato delle pareti è poco in linea con la grande cura del veicolo: ha, infatti, un aspetto un po’ “cheap”. Molto meglio il rivestimento in microfibra del soffitto.
A livello di impiantistica, stona l’assenza, negli allestimenti su meccanica Fiat e riscaldamento Frankia Polar, dell’utile scambiatore di calore Alde che consentirebbe di riscaldare l’abitacolo in marcia senza consumare gas. L’accesso al serbatoio dell’acqua potabile, inoltre, è piuttosto esiguo e quello alla pompa dell’acqua è poco agevole.
La particolare pianta interna dell’I 790 QD con toilette passante e separazione tramite tre porte scorrevoli appare pensata più per l’utilizzo da parte di una coppia che di una famiglia. Con una soluzione come questa, infatti, chi intende recarsi dalla zona anteriore a quella posteriore del veicolo deve obbligatoriamente attraversare la toilette. L’aerazione della toilette, poi, è affidata unicamente a un oblò, seppure dotato di elettroventola.
Le dimensioni dei letti, a fronte delle dimensioni del veicolo, non sono abbondanti, specie per ciò che concerne il matrimoniale basculante anteriore.
A livello di assetto, infine, il veicolo appare piuttosto carico sull’anteriore, con un’altezza da terra particolarmente contenuta.

In conclusione

Integrale di grandi dimensioni proposto a cavallo della soglia psicologica dei 100 mila Euro, il Frankia Exclusiv Class I 790 QD è uno di quei prodotti che non si acquistano per caso. Si tratta, infatti, di un motorhome da scoprire avendo il tempo di guardare in ogni stipetto, in ogni portello laterale, di provare tutte le soluzioni tecniche e di abitabilità che ne rappresentano le peculiarità, ma anche di studiare attentamente tutte le possibili modifiche richiedibili in fase di ordine. Queste, in particolare, sono realmente impressionanti e permettono a ognuno di creare il proprio veicolo su misura. Meccanica Fiat o Mercedes-Benz, 130, 148, 163, 177 o 190 cavalli? Trazione anteriore, posteriore o posteriore gemellata? Telaio originale o AL-KO AMC biasse? A tutto ciò occorre poi aggiungere tre design esterni (tra cui l’elegante SilverLine argento metallizzato), venti rivestimenti a scelta per le sellerie, due possibilità di essenze per il mobilio interno e altrettante per il pavimento. E poi, ancora, la possibilità di avere una, due o nessuna porta in cabina di guida, di aggiungere finestre o portelli a piacimento, di modificare sensibilmente la pianta interna a seconda delle esigenze e della composizione dell’equipaggio. Senza dimenticare la possibilità di implementare le dotazioni di serie con una lista di accessori dedicata davvero consistente. Questo, però, è più o meno ciò che capita per tutti, o almeno per la maggior parte, dei veicoli Frankia. Dove sono, allora, le peculiarità di questo Exclusiv Class? Sicuramente nella disposizione interna che, con il letto centrale associato al garage sdoppiato, alla toilette passante con lavabo centrale e tripla porta scorrevole riprende, declinandola in dimensioni più compatte, una pianta nata pochi anni fa per l’ammiraglia Royal Class su M.A.N.. Un layout interno molto “tedesco”, pensato per ospitare al meglio una coppia esigente in termini di comfort che, anche in viaggio, vuole poter contare con sé tutte le comodità di casa. La comodità di avere un garage in cui può entrare un quad, di altri due gavoni capienti in grado di fare da “cantina” e in cui riporre tutto ciò che serve, di avere una sala da pranzo che si trasforma rapidamente in un salotto eliminando il tavolo e sfruttando i braccioli, proprio come a casa. O ancora di avere una cucina capace di offire davvero tutto ciò che serve (manca solo la lavastoviglie), con doppio lavello, ampio piano di lavoro e una convincente facilità di utilizzo e una camera da letto posteriore con quel letto centrale che rappresenta ormai la preferenza assoluta da parte delle coppie mature in fatto di riposo notturno.
Proposto, in versione “standard” a partire da 102.480 Euro su Fiat Ducato 40H 130Mj e 109.730 su Mercedes-Benz Sprinter 516CDI, l’I 790 QD è un veicolo che merita una certa attenzione nella scelta degli accessori e degli equipaggiamenti, naturalmente finalizzati al soddisfacimento delle esigenze del cliente finale. Attenzione che, di fronte a un ventaglio talmente ampio di possibilità, deve essere riposta prima nella direzione della comprensione delle proprie necessità e, solo allora, nella traduzione di queste in soluzioni tecniche. L’ampio catalogo Frankia, infatti, propone un gran numero di possibilità, alcune delle quali, francamente, meriterebbe di essere anche proposta di serie. E’ il caso del pack Fiat, in cui compare il climatizzatore a motore, altrimenti non previsto, ma anche delle motorizzazioni più potenti per le versioni di maggiore lunghezza e peso (il motore da 130 cv, seppure di per sé valido, non appare certo come la scelta migliore rispetto agli otto metri e 5 tonnellate). Questo, se da una parte consente una massima personalizzazione del veicolo, dall’altra rischia di far lievitare, anche sensibilmente il prezzo di acquisto finale rispetto a quello proposto inizialmente.

Riferimenti e contatti del costruttore

Frankia-GP GmbH
Bernecker Str. 12 – 95509 Markschorgast (Germania)
Tel. +49 09227/738-0 – Fax +49 09227/738-33 – E-mail: info@frankia.de
http://www.frankia.de/

Fotogallery

Si ringrazia per la gentile collaborazione: Ottocaravan s.r.l.
Via Lainate 94 – 20017 Rho (MI)
Tel 02 9306797 – Fax 02 93503511 – E-mail: info@ottocaravan.it
http://www.ottocaravan.it/

Michel

Comments are closed.