August 17, 2019

Da Orkelljunga a Bergs Slussar, km 323, 18 Gennaio 2012

Diario

Dopo una notte tranquilla presso l’area Skane Porten, dotata di ottimi servizi per i camper con scarico, elettricità e internet (l’acqua è a pagamento oppure si può prendere gratis alla stazione Statoil), ripartiamo in direzione Nord.

Cominciamo a incrociare sull’autostrada lunghi e imponenti TIR con doppio rimorchio che sulle nostre strade non si vedono.

Viaggiamo in direzione di Lynkoping, per fare tappa a BERG SLUSSAR dove ci sono le chiuse del canale di Gota e dove si trova una bella area sosta proprio sul canale che abbiamo sperimentato in estate nel 2010.

Salendo, a sinistra un grande aereo adibito ad albergo è parcheggiato in un’area dell’autostrada: vi si dorme per 490 corone a notte.

Fanno da corona all’autostrada “mura “di foreste verdi e longilinee: stiamo attraversando la regione dello SMALAND, ricca di foreste, laghi e paludi. Incontriamo il primo camper, in terra di Svezia in viaggio nella corsia opposta alla nostra.

Una grande alce in legno in un’area a destra dell’autostrada sembra indicare che ve ne sono nella zona che attraversiamo. Non c’è traccia di neve e questo rende abbastanza incolore il paesaggio di questa stagione, complice anche il cielo grigio.

Ci fermiamo per la sosta pranzo a VARNAMO in una grande area dell’autostrada: sulle aiuole tracce di una lontanissima nevicata e tavoli di picnic protetti da tettoia contro la pioggia e gazebo:un ambiente che invita alla sosta.

Si riprende la strada tra foreste fittissime. Mentre ci avviciniamo a JONKOPING ai lati dell’autostrada compaiono tracce sempre più marcate di una recente nevicata, ma solo per in tratto molto limitato.

Superata Jonkobing, ci affacciamo sul grande LAGO VATTERN, grigio come il cielo e avvolto nella foschia, mentre calano ormai le luci della sera, anche se non sono ancora le quattro del pomeriggio, ma a 57 gradi di latitudine nord a gennaio la luce ha le ore contate. Il buio arriva alle ore 16,15 a Lyncoping prendiamo per Berg Slussar e il Gota kanal, dove arriviamo alle 17,15.

L’area sosta per i camper è stata modificata e arretrata rispetto al canale. Fuori la temperatura è +2°C e naturalmente non c’è traccia di neve. Prima di cena andiamo a dare un’occhiata al Gotha Kanal e alle chiuse: è completamente vuoto d’acqua e così anche il lago da cui partono i sette sbarramenti. Impressionanti i muraglioni di pietra del canale costruito nell’800 da 60.000 soldati per collegare il mare del Nord con il mar Baltico.

Mentre ceniamo arriva una bella nevicata che in poco tempo imbianca tutto, tanto che dopo cena, anche se nevica ghiacciato, decidiamo di spostare il camper vicino all’uscita, nel caso che durante la notte continui a nevicare… Meglio prevenire che spalare!

Una bella nevicata nel buio della sera rende l’atmosfera davvero incantata.

All’esterno la temperatura scende sotto lo zero: nessun problema con il Kreos, tutto funziona alla perfezione.

Itinerario Da Orkelljunga a Bergs Slussar
Km parziali 323
Km totali 2304
Rilevamento GPS N  58° 29.107 E 015°31.710
Condizioni meteo Cielo parzialmente nuvoloso con stratificazioni alte. Pochi cm di neve in serata, vento gelido durante la notte.
Temperatura esterna all’arrivo +2°C
Condizioni strade e viabilità Buone

A bordo del Kreos

Pneumatici impiegati M+S
Media consumo gasolio 7.9 km/l
Ore di funzionamento Efoy 267
Temperatura interna +22.5°C

 

Videodiario

Fotogallery

 

Michel

Comments are closed.