June 26, 2019

Visita all’ICEHOTEL di Jukkkasjarvi, 28 Gennaio 2012

Diario

Il sole penetra tra gli alberi e sono solo le 8,30 del mattino: è una piacevole sorpresa che sarà un bell’ingrediente per la nostra visita  all’ICEHOTEL.

Fatti i biglietti, prima di entrare sollecitati dalla luce del sole giriamo dietro le mura di ghiaccio dell’albergo e ci affacciamo sul lago tutto bianco su cui scorazzano le motoslitte affittate ai turisti e le slitte dei cani.

I bagliori rosati del sole si riflettono sulla distesa bianca del lago: è uno spettacolo unico. Entrando siamo subito colpiti dalla cupola scolpita e poi dalla grande sala hall, che ha accanto il ristorante e l’icebar. Da qui inizia la vita delle art suites, realizzate da gruppi di artisti: sono vere e proprie opere d’arte da scoprire, una per una, entrando nelle camere di ghiaccio e prendendo il tempo necessario per scoprire tutti i particolari. Solo così si apprezza questa particolare arte di scolpire il ghiaccio: entrando c’è un invito ”Please respect the art”, un invito, più che corretto, a non toccare le realizzazioni, ma ad apprezzarle e rispettarle.

Ogni artista o gruppo di artisti (Art Design Group) si è occupato di una Art suite: i temi sono tanti, le idee originali anche! E’ veramente un mondo da scoprire!

Tra i tanti nomi che hanno “firmato” con la propria fantasia le nevi e il ghiaccio di questa meraviglia notiamo anche qualche italiano (Maurizio Pession – opera “velocity” una suite con le scale originale e tutta da scoprire con microcamera bar sotto al letto principale.

Non mancano, poi, richiami all’artico, con ”Penguis Era” con le statue dei pinguini  con gli occhi illuminati o alla natura – “Haven” con magnifiche farfalle scolpite sulla targa e nella suite e il letto inserito in una rete di ghiaccio; “The Icebreaker”, in cui il letto è collocato nel centro di una grande barca.

Colpisce la fantasia che ispira la collocazione dei letti, gli arredi, le luci nel ghiaccio, le volte scolpite delle diverse camere. Molto suggestiva la grande cappella, con i sedili, l’altare in ghiaccio trasparente.

La suggestione che questo posto riesce a trasmettere è veramente molta: merita sicuramente una visita e un viaggio… Grazie alla direzione dell’ICEHOTEL, che ringraziamo per la collaborazione, vi mostriamo alcune delle opere d’arte realizzate quest’anno: preferiamo lasciar parlare le immagini che, a volte, sono tra i migliori interpreti delle emozioni.

 

Itinerario Jukkasjarvi a Kiruna
Km parziali 36
Km totali 4212
Rilevamento GPS N 67° 51.045 E 20° 35.797
Condizioni meteo Cielo sereno tutto il giorno, sole, freddo.
Temperatura esterna all’arrivo -21.4°C
Condizioni strade e viabilità Strade innevate con fondo ghiacciato parzialmente fresato.

A bordo del Kreos

Pneumatici impiegati M+S chiodati Pirelli Chrono Winter
Media consumo gasolio oggi non rilevato
Ore di funzionamento Efoy 441
Temperatura interna +23°C

Videodiario

Fotogallery

Michel

Comments are closed.