June 26, 2019

Sosta a Kiruna domenica 29 Gennaio, Kiruna – Vittangi lunedì 30 Gennaio

Diario

Una leggera forma influenzale ci suggerisce una giornata di calma: ci aspettano giornate intense ed è meglio recuperare tutte le energie in vista del rush-finale che ci attende: da qui fino a Nordkapp sarà dura e sarà meglio essere al 100%.

Giornata fredda, con temperatura alle 9 di 20.8 gradi sotto lo zero, ma soleggiata: il sole, davvero splendido, inizia a colorare la neve di un rosa intenso. Decidiamo di fermarci un’altra notte qui al Ripan Camp sfruttando i (pochi) servizi offerti da questo mega resort di cui, onestamente, la parte dedicata ai veicoli ricreazionali appare di gran lunga la meno curata.

Verso mezzogiorno approfittando della luce piena del sole, facciamo una passeggiata sulle collinette qui intorno magnificamente immerse in una coltre di neve bianchissima. Uscendo dal campeggio su una strada battuta ci inoltriamo in un viale di betulle inclinate dalla neve e dal gelo attraversate dai bagliori dorati del sole: la collinetta  è segnata dal colore rosso del legno delle case/ville in legno. D’estate questo posto non avrà nulla di pittoresco, forse prati verdi e queste betulle nane, ma ora la neve trasforma un sito assolutamente insignificante in un paesaggio quasi artistico, cui si aggiunge la luce accecante  di questo primo sole di gennaio.

Viking impazzisce in tutta questa neve e dobbiamo trattenerlo con forza anche perché su questo percorso i cani non mancano. E’ l’ora della passeggiata a piedi ma anche con motoslitte  che solcano velocissime sentieri in mezzo alla colina. In lontananza il panorama sfocato di Kiruna e delle colline dove ci sono le miniere, che tuttavia la neve rende suggestive, ci fa apprezzare ancor più questo angolo un po’ defilato della città e della sua natura. Anche  gli orrendi palazzoni di più di dieci piani che dominano la valletta di questo resort sembrano con la neve meno impattanti.

E’ lo stesso campeggio dove eravamo stati nel nostro viaggio nel 2007, solo ha cambiato nome,  si è rifatto l’immagine con un bel depliant come resort, ma i servizi sono rimasti gli stessi, molto spartani, dove però la doccia si paga a parte… 🙁

Un po’ di calma, di riposo e qualche aiutino ben dosato da parte di qualche medicina ci permettono, lunedì mattina, di lasciare il Ripan Camping. Dopo una sosta (abbastanza lunga, per la verità) presso la zona commerciale per la necessità di alcuni rifornimenti a bordo (tra cui un cavo USB per sostituirne uno ormai difettoso per le macchine fotografiche), e ripartiamo verso Vittangi percorrendo la E10 verso il confine con la Finlandia. Sono le 16.20 ed è buio: fuori ci sono – 17°.  La parete posteriore del Kreos è tutta disegnata dal ghiaccio.

Viaggiamo senza problemi su fondi misti asfalto/ghiaccio mentre la temperatura, in virtù della presenza di sacche di aria gelida, crolla di improvviso a -26°C. Oltre che dai termometri, se lo si percepisce dalla temperatura del motore, che si abbassa repentinamente, tanto da richiedere l’ausilio di una copertura della calandra per evitare un eccessivo raffreddamento, sia dalla fumosità di tutti i veicoli, tir compresi…

Arrivati a Vittangi, ci dirigiamo verso l’Alg Park (rigorosamente dopo averne perso l’indicazione, completamente sommersa nella neve, ed esserci inoltrati per 8 km negli splendidi boschi di questa parte della Svezia!) e decidiamo di fermarci a dormire qui, in questo parco dedicato alle alci, sperando di poterlo visitare domani mattina. Siamo immersi nel nulla: intorno a noi solo qualche casa, boschi e neve… Fa freddo: verso le 23 il termometro dice -29 °C…

Grande lavoro per l’Efoy, ormai costantemente all’opera, e per i due sistemi di riscaldamento… DI fronte al grande freddo, sfruttiamo l’azione combinata della Truma Combi 6 e del Webasto AirTop Evo 5500 mantenendo così senza eccessivi problemi 22.5°C…

 

Itinerario Kiruna a Vittangi
Km parziali 109
Km totali 4321
Rilevamento GPS N 67° 40.713 E 21° 36.787
Condizioni meteo Cielo sereno sia domenica che lunedì, temperature rigide
Temperatura esterna all’arrivo -26.2°C (minima registrata -29.2°°C)
Condizioni strade e viabilità Strade innevate con fondo ghiacciato parzialmente fresato, percorribilità buona.

A bordo del Kreos

Pneumatici impiegati M+S chiodati Pirelli Chrono Winter
Media consumo gasolio 8.0 km/l
Ore di funzionamento Efoy 488
Temperatura interna +22°C
Fotogallery

Michel

Comments are closed.