October 17, 2019


Il Nivolet 505 di Helix Camper rientra a buon diritto tra i veicoli ricreazionali polivalenti in grado di sostituire egregiamente l’auto di famiglia, vista l’estrema compattezza del veicolo, soli 505 cm di lunghezza totale, e la brillantezza della meccanica del nuovo Renault Master, che gli regalano doti stradali di primo piano. Di assoluto rilievo anche la cura dell’allestimento, tale da soddisfare i palati più esigenti.

02-Hel

La soluzione abitativa adotta una pianta cara all’allestitore torinese, quella, cioè, con i doppi sedili full-time trasformabili in altrettanti letti singoli, il letto basculante longitudinale, la cucina in posizione centrale e il locale toilette in coda, che funge anche da utile disimpegno.

La meccanica

L’Helix Camper Nivolet 505 è allestito su base meccanica del Renault New Master a trazione anteriore da 3300 Kg di massa complessiva a pieno carico, ma a scelta è disponibile anche con il telaio da 3500 Kg. Tre le motorizzazioni possibili per entrambi i telai: 2,3 litri da 100, 125 o 150 CV. Il cambio di serie è manuale a sei rapporti, ma come optional è disponibile la versione robotizzata (solo per le motorizzazioni da 125 e 150 CV).

03-HelLa scocca è ovviamente quella strettamente di serie della base meccanica, quindi in lamiera d’acciaio, con un passo di 3182 cm. La lunghezza complessiva supera di poco i 5 metri, 504.8 cm per l’esattezza, e presenta uno sbalzo anteriore di 84.2 cm e uno posteriore di 102.4.

05-Hel

Decisamente contenuta l’altezza del veicolo, di soli 255 cm, che all’interno si traducono in 185 cm nella zona della cucina e 172 sotto al letto basculante, nell’area living; la larghezza massima è di 207 cm.

04-Hel

Le altezze da terra misurate al centro dei due paraurti sono rispettivamente di 27 cm quella anteriore e 32 cm quella posteriore.

La scocca

Come anticipato in precedenza la carrozzeria del veicolo è quella di serie del Renault Master e di conseguenza pavimento, pareti e tetto sono in lamiera d’acciaio. A garanzia della massima sicurezza non viene eseguito dall’allestitore alcun intervento sulla struttura, quali longheroni o traverse, al fine di evitare pericolosi indebolimenti della cellula autoportante.

07-HelDecisamente raffinato il metodo adottato per la coibentazione, che si differenzia ovviamente tra pavimento e pareti: il primo è costituito da un foglio di polistirene ad alta densità da 20 mm  incollato ad un tappeto di feltro (il cui scopo è quello di evitare vibrazioni e rumori durante la marcia), quindi da un pannello in MDF (Medium Density Fiberboard) da 15 mm. Il piano di calpestio è infine rifinito con  un rivestimento in PVC.

06-HelLe pareti e il tetto adottano invece un pregevole sistema a camera d’aria e sono costituite anch’esse da un foglio di polistirene ad alta densità da 20 mm di spessore opportunamente distanziato dalla lamiera d’acciaio, quindi da un pannello in multistrato da 6 mm rivestito da PVC imbottito da 3 mm. Lo spessore totale varia in funzione della presenza o meno di traverse e montanti di irrigidimento, che possono precludere l’impiego dei pannelli in multistrato.

05c-hel

Da sottolineare come l’allestitore torinese adotti solo furgoni con tetto originale,  rialzati o meno che siano, e questo per ottenere la massima rigidità e robustezza strutturale.

10b-hel

 L’esterno

Data la presenza della carrozzeria originale del veicolo di base, il Nivolet 505 presenta delle forme estremamente compatte e filanti, che poco si discostano da quelle di una generosa monovolume, non fosse che per l’altezza, peraltro molto contenuta.  Il profilo laterale è bilanciato e ben proporzionato, e solo la presenza di accessori appariscenti quali veranda e portabiciclette, installati sul veicolo in prova, tradiscono la vocazione del veicolo.

08-HelIl rapporto tra i volumi è alquanto equilibrato e un valido contributo viene dalla grafica, praticamente inesistente e riconducibile ai soli loghi dell’allestitore, al nome del modello e a due piccole chiocciole che sono un po’ il simbolo di questi veicoli.

08a-HelIl colore dominante è quindi dato dalla verniciatura del veicolo di base, in questo caso il bianco, e gli elementi di contrasto sono costituiti dai paraurti anteriore e posteriore e dai fascioni protettivi delle fiancate, peraltro utili per dare slancio al profilo laterale.  Il risultato finale è quindi estremamente sobrio, senza inutili fronzoli che spesso contribuiscono solo ad appesantire l’aspetto generale.

10a-helLe finestre Seitz, con elemento trasparente in metacrilato e oscurante e zanzariera sono due, una sul portellone scorrevole e l’altra sulla fiancata opposta, entrambe in prossimità del living; da evidenziare l’installazione con guarnizione e mastice sigillante.

58a-helGli oblò a tetto sono due, il primo, nella zona della cucina è un modello da 40×40 cm della Omnistor, mentre il secondo da 28×28 cm della Fiamma lo troviamo nel vano toilette; entrambi dispongono di elettro-ventilatore (optional).

10-HelAmpia la possibilità di scelta nella verniciatura esterna, disponibile in 10 diverse tinte, delle quali 8 sono pastello e 2 metallizzate.

La cabina di guida.

11-HelLa cabina di guida è stata interamente rinnovata con l’introduzione della nuova versione del Renault Master e offre un ambiente di stampo automobilistico, accogliente e confortevole. Il cruscotto, in materiale plastico bicolore, segue una linea tutto sommato lineare e ingloba i comandi della climatizzazione e le bocchette di aerazione circolari, il vano per l’autoradio, il posacenere e l’accendino. Numerosi, infine, i portaoggetti e i vani di stivaggio, sia del tipo a giorno che chiusi da sportello.

12-HelLa leva del cambio è posizionata come è ormai consuetudine in plancia, in una posizione molto comoda per il conducente. I sedili di guida, modello Isri appositamente ideato per l’allestimento di veicoli ricreazionali, sono girevoli e dispongono, oltre alle necessarie regolazioni, di appoggia  braccia e di fodere coordinate con le tappezzerie dell’allestimento.

13-HelIl padiglione è quello originale del veicolo, ovviamente coibentato come il resto del tetto, e nella parte superiore conserva i due vani portaoggetti da 50x30x12 cm, in parte nascosti dal letto basculante. Come anticipato, i sedili contribuiscono alla convivialità del living e si trovano 14 cm più in alto rispetto al resto del pavimento; il passaggio tra la cabina e l’abitacolo è di 174×40 cm. Per la privacy sono disponibili due tende scorrevoli in tessuto coordinato con l’allestimento.

14-HelFacile intuire come la cabina originale garantisca ottima accessibilità  agli organi meccanici attraverso il cofano motore da 158×75 cm. Altrettanto buona la visibilità, identica a quella del cabinato originale e consentita dal parabrezza da 179×101 cm, dai cristalli laterali da 44×67/50 cm, a cui si sommano i triangoli anteriori (24/27×68/40 cm), e attraverso gli specchi retrovisori a doppia ottica da 25×16 e 7×15. Le due spazzole tergicristallo misurano 66 e 65 cm.

11a-helTra le dotazione di serie della meccanica, in versione camping Car con pneumatici (225/65 16) e sospensioni specifiche per allestimenti camper, rientrano l’ABS, l’airbag conducente e la chiusura centralizzata. Il veicolo in prova, dotato di motorizzazione da 125 CV, dispone di un corposo numero di accessori comprendenti Pack clima (climatizzatore manuale, alzacristalli elettrici, specchi retrovisori elettrici con sbrinatore, regolazione elettrica dei fari, telecomando per la chiusura centralizzata, per un totale di 1.440 €), airbag passeggero (375 €), copriruota maxi (60 €), fari fendinebbia (220 €), sensori di parcheggio (400 €).

15-HelNumerosi infine gli accessori disponibili a richiesta: regolatore di velocità + computer di bordo (340 €), vernice metallizzata (370 €), autoradio Cd-MP3 con comandi al volante e display in plancia (440 €), telaio da 3500 Kg di massa totale a terra (840 €), cambio robotizzato (1.040 €), ESP + ASR (650 €), navigatore Tom Tom con computer di bordo, comandi al volante e bluetooth (1.400 €).

Accessi e aperture di servizio

Com’è consuetudine in questo tipo di veicoli l’accesso all’interno avviene attraverso il portellone scorrevole laterale. Misura 205×124.5 cm ed è dotato di chiusura centralizzata e finestra a compasso Seitz da 70×45 cm con oscurante e zanzariera. La soglia di ingresso è situata a 52 cm da terra e per facilitare l’accesso è stato installato un gradino Omnistep da 40×30 cm ad azionamento elettrico. Lo scalino, fornito come optional, ma vista l’altezza del veicolo vivamente consigliabile, è del tipo a scorrimento e si trova a sua volta a 28 cm da terra. Da segnalare che di serie l’allestitore fornisce uno scalino portatile e pieghevole della Fiamma.

16_helSulla fiancata destra troviamo inoltre una griglia di aerazione per il frigorifero a compressore e la presa di corrente per l’allacciamento alla rete elettrica.  La parte posteriore è ovviamente occupata dalle due porte a battente, la destra da 200×88 cm e la sinistra da 200×93. Queste sono prive di finestre, ottenibili comunque su richiesta, e permettono l’accesso dall’esterno al locale toilette, che all’occasione può trasformarsi in pratico disimpegno.

17_helSulla destra, chiuso da uno sportello con pulsante push-lock, troviamo la cassetta del WC Thetford C250, e appena sopra un vano a giorno di 35x30x12 cm con apertura di 27×22 cm. Sulla sinistra, chiuso da uno sportello con guarnizione di tenuta (33×28 cm) che solitamente viene utilizzato per i vani del WC, è ricavato il gavone portabombole. Questo ha una profondità di 64 cm, una larghezza di 54 e una altezza di 38.5 ed è dotato di due griglie di aerazione. Può accogliere tre bombole da 3 Kg e per l’allacciamento al regolatore da 30 mbar è previsto un tubo in gomma ad alta pressione, mentre per il fissaggio si fa ricorso agli appositi sistemi di ritenuta; il fondo è in PVC .

17a-helAl di sopra del gavone portabombole è ricavato un vano a giorno di 40x16x14 cm con apertura di 35×22 cm e ancora più in alto l’armadio per i capi appesi che misura 55×64 cm ed ha una altezza di 100. Chiuso da uno sportello da 84×35 cm, è accessibile dall’esterno con la corrispondente porta a battente aperta; da segnalare la guarnizione posta lungo tutta la paratia verticale per una perfetta tenuta a battente chiuso.

09-HelLa fiancata sinistra ospita invece il camino di scarico del boiler e la griglia di aerazione del vano portabombole: questi, come anche la presa di corrente e tutti gli altri accessori, sono di colore nero in modo da armonizzarsi con le finiture del Renault Master.

Impiantistica

La scorta idrica è affidata ad un serbatoio da 105 litri in polietilene alimentare di colore nero, per contrastare il più possibile il formarsi delle alghe, ed è alloggiato sotto al sedile full-time sinistro. Per facilitare le operazioni di pulizia è dotato di tappo di ispezione.22-Hel

Il serbatoio, accessibile in parte sollevando la seduta del sedile, è servito da una pompa Shurflo da 7 litri al minuto e l’impianto è in parte realizzato con tubi retinati e in parte con tubi in rilsan con innesti fissati tramite fascette.

23-Hel

Le utenze sono servite da rubinetti monocomando in metallo e da pilette di scarico inox da 35 mm di diametro (lavabo toilette e piatto doccia) e da 30 mm (lavandino cucina) che, attraverso tubi corrugati, convogliano le acque reflue verso il serbatoio di recupero esterno da 75 litri posizionato anteriormente all’assale posteriore.

26-HelNon è provvisto di coibentazione e riscaldamento e dispone di valvola di scarico a sfera da 1″ disposta sul lato sinistro del veicolo e dotata di curva a gomito.

25-HelDa segnalare,  viceversa, come tutte le tubature, sia di mandata che di scarico, siano posate rigorosamente a fianco delle condotte dell’aria canalizzata, fornendo quindi una eccezionale protezione contro il gelo. La tubature che passano all’esterno non formano anse e dispongono di una adeguata pendenza volta ad impedire ristagni d’acqua.

23a-Hel

19_helIl WC è un Thetford C250 C5 con cassetta estraibile da 17,5 litri.

27-HelIl riscaldamento è affidato ad una caldaia ad aria Webasto AirTop da 2000 Watt alimentata a gasolio. Posizionata sotto al pianale, anteriormente al serbatoio di raccolta delle acque grigie, è dotata di protezione in lamiera e distribuisce il calore attraverso una canalizzazione con tre bocchette. Alla produzione di acqua calda sanitaria ci pensa invece un boiler a gas BS10 della Truma alloggiato sotto all’armadio, nel locale toilette.

28-Hel

Il pannello di comando del riscaldamento è posizionato alle spalle del sedile full-time destro, nel mobile che contiene il frigorifero, mentre quello del boiler è posizionato nel blocco cucina.

29-HelL’impianto elettrico fa affidamento su una batteria NDS Green Power AGM da 100 Ah a cui è collegato un dispositivo PerfectBattery BR12 della Waeco per il mantenimento di efficienza.

30-helIl caricabatterie switching CBE CB 510 da 150 Watt e 10 Ampère di corrente massima è alloggiato alle spalle del sedile full-time destro, in un mobile situato tra il sedile stesso e il frigorifero. In un vano adiacente sono stati invece sistemati il parallelatore delle batterie e l’interruttore differenziale per la rete a 220 Volt.

31-HelL’impianto è gestito da un pannello di comando CBE C860 dotato di spie a Led che indicano lo stato di carica delle batterie, i livelli dei serbatoi e la presenza di collegamento alla rete elettrica a 220 Volt. Sono inoltre presenti gli interruttori delle diverse utenze, oltre a quello generale, e i rispettivi fusibili. Al di sotto del pannello e ai lati del comando del riscaldamento si trovano le due prese a 12 e 220 Volt.

32-HelL’illuminazione è affidata a quattro lampade fluorescenti da 8 Watt: due sono posizionate ai lati dei sedili full-time, una sul blocco cucina e un’altra nel locale toilette. Quando il letto basculante è in posizione abbassata viene illuminato dalle due plafoniere ai lati dei sedili. Su richiesta del cliente si possono avere plafoniere a Led.

20_helL’impianto del gas, che serve ad alimentare esclusivamente fornello e boiler, può contare su bombole da 3 Kg contenute nell’apposito vano posteriore (per un numero massimo di 3). Le tubature sono in acciaio con rivestimento anticorrosione e i due sezionatori sono alloggiati nel blocco cucina.

33-Hel

Mobili e tappezzerie

I mobili sono interamente realizzati in multistrato bilaminato PVC antigraffio da 15 mm di spessore e sono bordati con profili morbidi anch’essi in PVC.

34-HelCurato e di ottima fattura, l’intero mobilio è assemblato con interposizione di  guarnizioni lungo tutto il perimetro, senza spigoli a vista. I piani dei tavoli, della cucina e del mobile della toilette sono in laminato antigraffio lucido da 17 mm.

36a-helLe cerniere degli sportelli sono in acciaio verniciato e l’unico pensile con apertura verso l’alto (quello della cucina) dispone di pistone a molla per mantenere correttamente aperto lo sportello.

36-HelLe tappezzerie, disponibili in 14 diverse combinazioni di colori e trame, sono in robusto tessuto fantasia, nell’esemplare in prova di una vivace colorazione rossa, con le sedute da 20 cm di spessore e gli schienali da 18. L’imbottitura è realizzata con schiuma espansa (mousse Scopex)

38-Hel

Il materasso del letto basculante invece è realizzato con gommapiuma ad alta densità da 5 cm di spessore.

39-Hel

Il soggiorno

La zona anteriore è riservata al living, composto dalle due poltrone full-time Scopema Rib. Sono un vero punto di forza di questi veicoli, grazie all’elevato comfort che sono in grado di offrire sia durante la marcia, sia in sosta, e che deriva dalle diverse possibilità di regolazioni e dalla facilità di trasformazione.

40-HelGrazie ai sedili girevoli della cabina di guida sono in grado di offrire ottima convivialità a quattro persone.

41-HelDecisamente alta la versatilità, grazie ai due tavoli facilmente installabili che consentono di ottenere diverse configurazioni: solo conversazione per quattro persone (senza tavoli), un solo tavolo per due persone a pranzo, due tavoli per quattro persone a pranzo.

42-HelLe sedute misurano 59×45 cm e si trovano a 58 cm dal pavimento ed entrambi i tavoli, che quando non sono utilizzati vengono riposti in appositi alloggiamenti sulle fiancate, misurano 73×55 cm e il loro piano è situato a 74 cm dal pavimento.

43-HelL’installazione dei tavoli avviene mediante l’aggancio a parete e con l’ausilio di una gamba pieghevole e, ovviamente, quando il destro è in posizione impedisce l’apertura del portellone scorrevole. Chi desidera ovviare all’inconveniente può optare per una colonna di sostegno indipendente, che implica l’installazione di una opportuna base a pavimento, in questo caso invece totalmente sgombro.

44-HelIn ogni caso, lo spazio tra i due tavoli (40 cm) è sufficiente a lasciare libero accesso ai sedili della cabina di guida, a loro volta dotati di opportuna regolazione che consente di adattare l’altezza allo stesso livello dei due full-time.

45-HelEntrambe le poltrone Rib sono ampiamente illuminate da due finestre Seitz dotate di oscurante e zanzariera, quella sinistra da 90×50 cm e quella destra da 70×45. Seppure non posizionato esattamente sul living, ma più spostato verso la cucina, l’oblò da 40×40 cm contribuisce in parte a rischiarare la zona, mentre per l’illuminazione artificiale sono previste due plafoniere con lampada fluorescente da 8 Watt ciascuna.

46-HelPer quanto riguarda lo stivaggio, c’è una sola cassapanca che può essere utilizzata ed è quella ricavata sotto alla poltrona destra, in quanto la sinistra è occupata dal serbatoio dell’acqua potabile; il vano misura 64×55 cm, con altezza utile di 29 ed è accessibile sollevando la seduta.

53a-helSono anche disponibili due vani a giorno, uno da 38x11x24, una sorta di pensile posizionato a fianco della cucina, sopra alla poltrona sinistra, l’altro da 40x15x32 sistemato alle spalle della poltrona destra.

I servizi

47-HelIl blocco cucina è alloggiato sul lato sinistro, tra la poltrona destra e la paratia della toilette, e dispone di un piano in laminato lucido antigraffio da 17 mm di spessore.

48-HelPosizionato ad una altezza dal pavimento di 97 cm, ha una dimensione di 70×63 cm e ospita un monoblocco Cramer da 60×45 cm. Quest’ultimo ingloba il fornello a 2 fuochi da 6 cm di diametro, posizionati ad una distanza di 21 cm l’uno dall’altro, e il lavello servito da miscelatore monocomando in metallo cromato.

49-HelIl frigorifero a compressore, un Vitrifrigo C50I da 50 litri, è alloggiato di fronte al blocco cucina, immediatamente alle spalle della poltrona destra e in posizione intermedia rispetto a due vani di stivaggio, dei quali quello inferiore, dotato di sportello ad apertura verso il basso, misura 40x31x25 cm, mentre quello superiore, dotato di antina ad apertura laterale, misura 41x48x79 cm e dispone di ripiano.

50-HelQuest’ultimo contiene al suo interno due prese di corrente, una a 12 e l’altra a 220 Volt, e la centralina per l’antenna satellitare e, in parte nascosto alla vista, il decoder TV (entrambi optional, insieme alle prese, sul veicolo in prova).

51-HelLa mancanza di un vero e proprio piano di lavoro è compensata dalla presenza di una pratica mensola a ribalta laterale da 30×13, che quando viene aperta, inclinando leggermente lo schienale della poltrona Rib e asportando il poggiatesta, si posiziona sullo sommità dello schienale.

52-HelLo stivaggio fa affidamento su un pensile da 38x32x31 cm posizionato proprio sopra al blocco cucina; il suo interno è frazionato con un divisore e un ripiano e ospita la cappa aspirante e la plafoniera al neon da 8 Watt. Nel veicolo in prova contiene il regolatore di carica del pannello solare (optional).

53-HelNella base si trova un vano frazionato da 80x33x45 cm chiuso da antina, che al suo interno contiene un cassetto per le posate da 37x16x11 cm. Sono inoltre presenti due ulteriori vani di stivaggio, quasi una sorta di piccole cassapanche ricoperte da cuscini, che si trovano alle spalle delle poltrone Rib: quello di destra misura 55x19x30 cm e il sinistro 48x28x11.

 54-HelUna porta da 170×46 cm, situata tra il blocco cucina e la colonna che ospita il frigorifero, conduce al vano toilette, che misura 108×68 cm ed è ovviamente accessibile anche dal doppio portellone posteriore.

55-HelIl pavimento è quasi interamente occupato dal piatto doccia in acciaio inox con piletta di scarico da 35 mm di diametro ed è corredato di tappeto di copertura che ha anche funzione di isolante termico.

56a-helixAppoggiato su un piano triangolare in laminato antigraffio identico a quello di tavoli e cucina e posto a 98 cm dal pavimento, troviamo il lavabo in acciaio inox da 34×24 cm. Per l’erogazione dell’acqua è previsto un miscelatore monocomando in metallo cromato con doccetta estrabile, mentre lo scarico si affida ad una piletta da 35 mm.

57-HelL’arredamento è interamente realizzato con lo stesso laminato degli altri mobili e sul battente destro del doppio portellone posteriore è stato previsto un apposito aggancio per la doccia a telefono.

58Superiormente al lavabo è sistemato un pensile ad apertura verso il basso (l’antina dispone di specchio da 30×12 cm) da 53x20x30 cm con divisore e ripiano interno e immediatamente al di sotto si trova una pratica vaschetta adatta a contenere gli oggetti di uso più frequente.

59-HelNella parte inferiore, troviamo un vano, anch’esso ad apertura verso il basso, da 45x20x30 cm, e il WC Thetford C250 con cassetta estraibile. Da segnalare lo specchio da 85×37 cm posizionato sulla porta che comunica con la cellula e il deflettore posto davanti alla bocchetta per il riscaldamento per convogliare correttamente l’aria canalizzata, altrimenti ostacolata dalla vicinanza della tazza del WC.

60-Hel

Zone letto e armadi

Il letto basculante è disposto longitudinalmente e si movimenta velocemente grazie ad un preciso sistema di leve a pantografo, sganciando preventivamente una cinghia di sicurezza situata nella cabina di guida.

61-helDotato di piano rigido e materasso in gommapiuma ad alta densità da 5 cm di spessore, misura 190×119 cm e quando viene abbassato si trova a 110 cm dal pavimento, con un cielo utile di 70. Per l’accesso non necessitano scalette, in quanto si possono utilizzare le piccole cassapanche situate alle spalle delle poltrone full-time.

62-HelLa presenza del letto, anche quando si trovi in posizione rialzata, limita un po’ l’altezza utile sottostante, quella riservata al living (comunque di 172 cm) e a questo proposito l’allestitore ha previsto la possibilità di ripiegare il piano in tre sezioni sotto al padiglione della cabina di guida, ottenendo così un’altezza complessiva interna di 185 cm. Questa operazione comporta però l’asportazione del materasso e ben si presta all’utilizzo della coppia che intenda servirsi dei letti trasformabili per la notte (la soluzione che secondo noi si rivela più adatta alla vera vocazione del veicolo).

64-HelPer l’aerazione è presente l’oblò della cucina , mentre per l’illuminazione si possono utilizzare le plafoniere poste superiormente alla due finestre sulle fiancate.

65-HelLe due poltrone full-time sono ovviamente trasformabili in altrettanti letti singoli con estrema semplicità e senza il bisogno di cuscini o accessori extra, grazie al sollevamento e al ribaltamento della seduta, all’avanzamento di tutto il sedile e al ribaltamento dello schienale. Per aumentare la lunghezza complessiva vengono sfruttate le due piccole cassapanche con cuscino descritte in precedenza.

66-HelIl letto sinistro misura 195×60 cm e il destro 185×60 (la diversa lunghezza è dovuta alla diversa conformazione delle due cassapanche retrostanti) ed entrambi si trovano a 50 cm dal pavimento con un cielo utile 121. Qualora il letto basculante si trovi in posizione abbassata il cielo utile si riduce a 63 cm, un’altezza paragonabile alla gran parte delle mansarde.

67-HelQueste poltrone sono un indubbio plus di tutta la produzione di Helix Camper e consentono un comfort ineguagliabile in marcia, ottimo in sosta e più che accettabile per la notte, e gran parte del merito va alle regolazioni possibili, quasi sempre inesistenti sulle panche tradizionali.

68-HelL’armadio, di 55×64 cm e con una altezza di 100, come anticipato in precedenza, si trova nel locale toilette, di fronte al lavabo e alla tazza del WC, sul lato sinistro del veicolo. Inferiormente è inoltre presente un vano con ripiano interno e chiuso da anta che misura cm 50x26x42.

 

Dislocazione impianti

 

Dati tecnici

Helix Camper Nivolet 505
Dimensioni e posti
Tipologia Camper puro
Dimensioni 504,8x207x255 cm
Posti omologati 4
Posti letto 4
Posti frontemarcia con
cintura di sicurezza
4
Autotelaio
Meccanica Renault Master F3300 furgone passo 318,2; Renault Master F3500 furgone passo 318,2
Passo 318.2cm
Sbalzo anteriore 84.2 cm
Sbalzo posteriore 102.4 cm
Motorizzazione base 2.3 dCi 100 CV Euro 5
Motorizzazioni opzionali 2.3 dCi 125 CV Euro 5; 2.3 dCi 150 CV Euro 5
Trazione Anteriore
Accessori di serie ABS, airbag lato guida, chiusura centralizzata, serbatoio carburante 105 litri, sedili cabina girevoli con braccioli.
Massa complessiva a pieno
carico kg
3300 Kg (F3300), 3500 Kg (F3500).
Massa dichiarata in ODM(comprensiva di guidatore e serbatoio pieni) Versione 2.3 dCi 100 CV: 2.600 kg. Versione provata, comprensiva meccanica F3300 con motore 2.3 dCi 125 CV, : 2.700 kg.
Portata utile kg Versione standard F3300 125 cv: 700 kg. Versione provata, comprensiva degli accessori sopradescritti: 600 kg.
Scocca
Carrozzeria Scocca autoportante originale in lamiera d’acciaio. Coibentazione pavimento tramite tappeto in feltro+polistirene compresso da 20 mm+MDF da 15 mm rifinito con PVC effetto linoleum. Coibentazione pareti laterali e tetto tramite camera d’aria+polistirene compresso da 20 mm+multistrato da 6mm+rivestimento interno in PVC imbottito da 3 mm.
Spessori
pavimento/pareti/tetto mm
40/29/29
Gavone
Porte e
finestre
Porta laterale scorrevole originale Renault dotata di finestra apribile a compasso, oscurante e zanzariera, controstampo interno PVC, serratura di sicurezza e chiusura centralizzata con telecomando. E’ servita da un gradino elettrico Omnistep fornito come optional. Due finestre Seitz apribili a compasso con oscurante e zanzariera. Un oblò da 40×40 cm Onmivent con cupola opalina + un oblò da 28×28 cm Omnivent con cupola trasparente.
Impiantistica
Gas Vano interno per 3 bombole da 3 Kg raggiungibile attraverso la porta posteriore sinistra e schermato da un apposito portello dotato di guarnizione di tenuta. Aerazione tramite una bocchetta a pavimento e una a parete, ganci fermabombole. Due sezionatori dedicati a boiler e fornelli posizionati dentro la cucina ben raggiungibili.
Riscaldamento e boiler Riscaldamento Webasto AirTop da 2000 Watt posizionato sotto al pianale e boiler Truma BS10 a gas posizionato sotto l’armadio nel locale toilette. Canalizzazione dell’aria calda nell’abitacolo attraverso tre bocchette.
Elettricità Batteria supplementare NDS Green Power AGM da 100 Ah, caricabatterie e trasformatore CBE CB510 da 10 A, pannello di comando analogico a led CBE C860 per controllo livello batterie e serbatoi. Illuminazione interna con lampade fluorescenti, una presa a 12 e una a 220 Volt
Acqua Serbatoio acqua potabile da 105 litri servito da una pompa Shurflo da 7 l/min, impianto con tubi in rilsan e retinati e raccorderie a fascetta. Rubinetti monocomando in metallo cromato, pilette scarico inox da 35 mm di diametro (cucina 30 mm). Tubazioni di scarico spiralate, serbatoio di recupero esterno da 75 litri coibentabile in opzione. WC Thetford C250 con cassetta estraibile da 17,5 litri.
Prezzi e accessori
Prezzo base Euro 47.600 su strada
Prezzo esemplare provato
Comprensivo di: meccanica Renault Master F3300 con motore 2.3 dCi 125 cv (Euro 48.500), Pacchetto Clima (climatizzatore manuale, alzacristalli elettrici, specchi elettrici con sbrinatore, regolazione elettrica dei fari, telecomando per chiusura centralizzata (Euro 1.440), airbag passeggero (Euro 375), copriruota maxi (Euro 60), fari fendinebbia (Euro 220), sensori di parcheggio (Euro 400), letto basculante pieghevole (Euro 655), impianto TV satellitare (Euro 1.600), pannello solare 100 Watt (Euro 920), ventilatore oblò cucina (Euro 160), ventilatore oblò toilette (Euro 80), gradino elettrico Omnistep (Euro 400), veranda Fiamma F45 da 2,5 mt (Euro 655), portabici 2 posti (Euro 450). Totale veicolo in CamperOnTest Euro 55.915 € su strada.
Il nostro giudizio
Costruzione
Meccanica di base
Renault Master F3300 con motore 2.3 dCi da 125 cv e cambio a sei marce.
Sicurezza
Di serie ABS e Airbag guida. Incluso tra gli optional l’airbag passeggero.
Volumetria e masse
Passo corto con sbalzi anteriori e posteriori originali. Altezza contenuta in 255 cm.
Scocca e materiali
Furgonato originale con scocca autoportante in lamiera d’acciaio, coibentazione mista polistirene/camera d’aria e PVC imbottito a seconda della zona. Rivestimento interno tramite PVC imbottito.
Assemblaggio e rifiniture
Assemblaggio curato nei dettagli, anche nelle parti meno visibili. Assenza di vibrazioni scricchiolii durante la marcia.
Componentistica
Le finestre sono Seitz e gli oblò di serie sono due (nel modello in prova dotati di elettro-ventilatore optional). La rubinetteria è in metallo cromato. I tessuti d’arredamento e il rivestimento interno della scocca sono di buona qualità.
Impianto idrico
Serbatoio acqua potabile interno da 105 litri, impianto curato con raccordi a fascetta. Rubinetti in metallo cromato, pilette di scarico inox da 35 mm (30 mm la cucina) sprovviste di sifoni. Serbatoio di recupero esterno da 75 litri coibentabile in opzione. I passaggi esterni delle tubazioni di scarico hanno la giusta pendenza per evitare ristagni.
Impianto elettrico
Batteria supplementare da 100 Ah AGM. Caricabatterie, trasformatore CBE. Pannello di comando di disegno semplice e senza molte informazioni, illuminazione interna di tipo fluorescente, una sola presa a 12 e una a 220V.
Gas
Vano per tre bombole da 3kg
Riscaldamento
Webasto AirTop 2000ST con tre bocchette distribuite nell’abitacolo. Data la compattezza del veicolo la soluzione si rivela all’altezza. In marcia, le bocchette a cruscotto servono bene anche l’abitacolo.
Mobilio e arredamento
Mobilio moderno, realizzato con cura e assemblato con l’ausilio di guarnizioni; gli spessori sono nella media. Chiusura tramite pulsanti push-lock salvaunghie, cerniere di qualità in metallo verniciato. Piani laminati antigraffio.
Cuscini, materassi e tappezzeria
I sedili full-time dispongono di imbottiture adeguate e offrono una seduta veramente comoda. Il letto basculante è facilmente accessibile anche senza l’ausilio di scalette e, seppure il materasso sia da soli 5 cm di spessore, grazie all’alta densità del materiale si rivela comodo.  Nulla da eccepire in merito alle poltrone in cabina. Tappezzeria di robusto tessuto in cotone disponibile in diverse varianti.
In viaggio
Facilità di guida
Ha poco da invidiare ad una monovolume e si rivela agile, scattante e facilissimo da guidare. Visibilità ottima in ogni direzione, ingombri estremamente ridotti.
Comodità dei posti a sedere
Ottime le poltrone della cabina e altrettanto ottimi i due sedili full-time della Scopema Rib, dalle caratteristiche quasi automobilistiche.
Panoramicità
Ottimale sia per i passeggeri della cabina di guida, sia per chi viaggia dietro, che può godere di una ottima visibilità anteriore e laterale grazie alle due finestre sulla fiancata sinistra sul portellone scorrevole.
Climatizzazione
Il climatizzatore motore non è di serie ma fa parte dell’omonimo pacchetto di accessori.
In sosta
Living
Le due poltrone full-time, unitamente alle proprie regolazioni, ai sedili girevoli della cabina di guida e alla versatilità nell’installazione dei due tavoli, offrono elevato comfort anche durante le soste. La configurazione pranzo per quattro persone, seppure sia ineccepibile dal punto di vista della comodità, di fatto impedisce l’apertura del portellone scorrevole laterale, ma occorre sottolineare come il veicolo, nonostante l’omologazione per quattro, si rivolga principalmente alla coppia.
Letti
Il letto basculante è sufficientemente comodo, ma limita l’altezza utile sul living, seppure non in maniera grave. L’ideale sarebbe poterlo utilizzare ripiegato su stesso in modo da lasciare più spazio sulle due poltrone full-time per il viaggio e la sosta. Questo implica però di doversi privare del materasso, limitando l’impiego del veicolo alla coppia, soluzione peraltro più indicata alla vocazione del veicolo. Impeccabile e veloce la trasformazione delle due poltrone, che consentono di ricavare due letti singoli comodi e sufficientemente larghi.
In cucina
Il blocco cucina è compatto ma funzionale e offre tutto ciò che serve. Frigorifero a compressore, fornello a due fuochi con lavello integrato, stivaggio non certo abbondante ma sufficiente per l’equipaggio tipo. L’aerazione è affidata alla cappa e ad un oblò con ventilatore optional (a nostro avviso da consigliare).
Toilette
Offre il vantaggio del doppio accesso, che in alcune situazione può essere veramente utile, servendo da intelligente disimpegno. Lo spazio è sufficiente e i vani di stivaggio disponibili si rivelano all’altezza. L’aerazione è affidata ad un oblò con ventilatore optional (anche in questo caso riteniamo di estrema utilità), ma volendo si può ottenere una finestra apribile opzionale sul battente destro del doppio portellone posteriore.
Doccia
Inglobata nella toilette, ne sfrutta tutto lo spazio utile e per il suo utilizzo si affida a una tenda. Il piatto doccia è in acciaio inox con piletta di scarico da 35 mm e la doccetta è quella estraibile dal miscelatore del lavandino.
Disimpegni e circolazione nell’abitacolo
In un veicolo di 5 metri non si può pretendere la luna e l’allestitore non la promette, in ogni caso ci si muove agevolmente in ogni situazione.
Capacità di stivaggio
Anche in questo caso la valutazione è più che buona in relazione alla compattezza del veicolo. Non offre ovviamente i volumi di un veicolo con garage, ma il numero di vani è veramente elevato e ottimizzando lo stivaggio non si dovrebbero incontrare grossi problemi. Un plauso all’armadio, veramente spazioso per la tipologia di veicolo e per le sue dimensioni.
Gavoni e garage
Non c’è un vero e proprio gavone, ma un numero rilevante di vani, sia chiusi che a giorno.
Gestione del veicolo
Capacità di carico e portata utile
Buone entrambe nel veicolo base da 3.300 Kg di massa totale a terra. La portata utile diventa ottima nel caso di meccanica da 3.500 Kg totali.
Autonomia
Non è certo pensato per le vacanze stanziali e ha la sua vera vocazione nel viaggio. Le luci a fluorescenza sono un buon compromesso per il risparmio energetico, ma volendo si possono avere le luci a Led. Il frigorifero a compressore non consente lunghe autonomie, ma questo è un veicolo per gli amanti del viaggio.
Facilità di manutenzione
L’impiantistica è abbastanza accessibile e quei componenti che per problemi di ottimizzazione degli spazi risultano nascosti alla vista, pensiamo alla stufa, al boiler e alla batteria dei servizi, richiedono per accedervi interventi tutto sommato di facile portata.
Rapporto prezzo/prestazioni
Il prezzo risente ovviamente della cura costruttiva e dell’attenzione ai dettagli. Si è senza dubbio in presenza di un veicolo ben ideato e ottimamente realizzato, con alcune soluzioni decisamente di rilievo. Le sue dimensioni lo rendono paragonabile ad una grossa monovolume, con doti stradali di buon livello. Ovvio che l’abitabilità risenta delle sue limitate dimensioni, ma la l’equipaggio sportivo, amante dei lunghi viaggi, troverà nel Nivolet 505 il veicolo in grado di fornire ampie soddisfazioni.

Legenda

Inadeguato
Da migliorare
Adeguato alla classe di costo
Buono, assicura fruibilità e soddisfazione agli utilizzatori
Eccellente, difficile trovare di meglio

01a-helCi ha particolarmente convinto…

Molto buone le prestazioni stradali. La compattezza del veicolo, l’impostazione automobilistica non solo della cabina di guida, ma anche delle poltrone full-time, autentico plus per un veicolo votato al viaggio, rendono il Nivolet 505 del tutto paragonabile ad una grossa monovolume. Il comportamento su strada, con in primo piano maneggevolezza e facilità di manovra, sono tali da regalare a chi ama viaggiare, più che sostare, delle indubbie soddisfazioni. L’accurato assemblaggio dei mobili (con guarnizioni) assicura assenza di vibrazioni e scricchiolii, a garanzia di buon comfort in marcia.

Un assoluto punto di forza di tutta la produzione Helix Camper viene dalla metodo con cui viene realizzata la coibentazione della scocca, ottenuta con pannelli di polistirene posati non direttamente sulla lamiera, ma con l’interposizione di una camera d’aria che assicura proprietà coibenti veramente notevoli. Se a questo sommiamo ancora il rivestimento interno in PVC imbottito, si può ben capire come il risultato non possa che essere di rilievo. Di risalto anche l’isolamento del pavimento, dove per evitare ogni possibile rumore in marcia i pannelli isolanti sono appoggiati su uno strato di feltro.

Anche l’impiantistica, seppure impieghi componenti di larga serie, ricopre un ruolo di primo piano: le tubature sono infatti posate in parallelo con la canalizzazione dell’aria forzata, a garanzia di assoluta efficienza anche in presenza di condizioni climatiche difficili. Chi utilizza il veicolo in queste condizioni è bene faccia ricorso alla coibentazione e al riscaldamento del serbatoio di scarico forniti a richiesta dall’allestitore.

Il mobili sono realizzati con estrema cura e anche il loro assemblaggio con l’ausilio di guarnizioni denota una grande attenzione: tutto ciò assicura assenza di vibrazioni e rumori, a garanzia di elevato comfort in marcia. Da non sottovalutare, inoltre, un certo grado di personalizzazione, elemento non trascurabile nel caso di veicoli di così piccola taglia, dove anche i dettagli possono assumere una certa rilevanza.

Riteniamo migliorabile…

Una premessa è d’obbligo ed è legata alle dimensioni del veicolo e alla tipologia di utenza alla quale si rivolge. E’ inutile nascondersi che su un camper puro di soli 5 metri di lunghezza e con un’altezza di 255 cm lo spazio con cui deve fare i conti un allestitore è veramente limitato. Il Nivolet 505 si rivolge principalmente alla coppia e i suoi quattro posti letto a nostro avviso devono essere intesi come una possibilità e non come una regola. Ben diverso l’aspetto legato alla marcia, dove invece i quattro posti omologati sono sfruttabili appieno e senza alcun sacrificio da parte dei viaggiatori. Dormire in quattro o anche vivere il veicolo nella configurazione prevista per quattro persone a bordo, pensiamo al letto basculante nella sua normale configurazione, comporta qualche piccolo sacrificio e dovrebbe essere considerato come  un’evenienza.

Il letto basculante limita l’altezza utile sul living e non per nulla il veicolo è disponibile sia nella versione in cui ne è privo, sia in quella opzionale del veicolo in prova, dove il letto è frazionato in tre sezioni che consentono di ripiegarlo, lasciando inalterata l’altezza originale del veicolo. La contropartita di questa soluzione è la mancanza del materasso e la conseguente limitazione a due posti letto (quelli ottenibili dalla trasformazione delle poltrone full-time). In caso di necessità, evitando di ripiegare il piano del letto e utilizzando il materasso, si ha però la certezza di poter contare su altri due posti letto, pur consapevoli della limitazione in altezza che ciò comporta.

Il living è molto versatile, stante la possibilità di utilizzarlo senza tavoli, con un solo tavolo o con tutti e due, ma, quando si ricorre ad entrambi, il tavolo di destra, essendo agganciato al portellone scorrevole ne impedisce di fatto l’apertura. Forse il ricorso almeno per questo tavolo ad un sostegno indipendente dall’aggancio a parete risolverebbe il problema, anche se costringerebbe ad applicare basi nel pavimento, invece completamente sgombro da ostacoli di sorta.

Un ultimo appunto, infine, in merito alla dotazione di serie, un po’ minimale sia per quanto riguarda la meccanica, sia in merito alla cellula. Molto ricco, comunque, l’elenco di optional disponibili.03a

In conclusione

Il Nivolet 505 è un perfetto esempio di veicolo polivalente, definizione forse un po’ abusata quando si parla di questa tipologia di veicoli, ma in questo caso assolutamente appropriata. Le sue dimensioni lo rendono quasi del tutto paragonabile ad una grossa monovolume e il suo impiego in sostituzione dell’auto di famiglia non è poi così azzardato come in altre situazioni. I suoi acquirenti sanno di poter contare su doti stradali di buon livello, quelle ricercate dai veri viaggiatori. Per contro, è più che normale che durante la sosta si debba sottostare a qualche compromesso, ma, a conti fatti, quello che è comunque in grado di offrire in termini di abitabilità e capacità di stivaggio è da rimarcare. Inutile pensare di avere a disposizione gavoni dalla capienza spropositata o generose cassapanche, ma i numerosi vani presenti, se ben sfruttati, sono in grado di garantire sufficienti capacità di carico. Anche l’armadio, vero tallone d’Achille su questo genere di veicoli, e spesso anche in tipologie di ben altra pretesa, rivela doti inaspettate.

Il veicolo si rivolge essenzialmente alla coppia, impiego per il quale è in grado di rivelare appieno le sue potenzialità, anche se con qualche limitazione è in grado di andare incontro anche alle esigenze di equipaggi composti da tre o quattro persone.  La sua propensione è senza dubbio rivolta al viaggio, ma anche in sosta, grazie alle poltrone full-time e alla versatilità dell’intera area living, è capace di regalare il giusto comfort. Per il riposo notturno non ci si può aspettare le comodità che offrono i letti pronti e qualunque sia la soluzione scelta per la notte (letto basculante o letti singoli) un minimo di trasformazione va messa in conto, ma siamo certi che rientra nei calcoli dei viaggiatori sportivi a cui si rivolge.

Gli acquirenti di questo veicolo, come peraltro tutti gli altri dell’allestitore torinese, sanno di poter contare su una tecnica di prim’ordine, curata nel minimo dettaglio, si tratti di coibentazione della scocca, sicuramente ai massimi livelli, o di impiantistica. Il costo nella versione base di 47.600 € (con motorizzazione da 100 CV), che salgono a quasi 56.000 nell’esemplare in prova (dotato peraltro di numerosi accessori, alcuni dei quali certo non indispensabili) può sembrare eccessivo, ma tenuto conto dell’ottima qualità generale e della possibilità di intervento nella progettazione e configurazione da parte dell’utente finale, ci si rende conto di come il prezzo finale risulti giustificato. Un’ultima nota, infine, riguarda le attenzioni che Helix Camper dedica ai propri clienti: alla consegna del veicolo viene tenuto un vero e proprio corso sul suo miglior utilizzo e, a testimonianza della cura costruttiva, viene fornito, insieme a tutta la documentazione tecnica, un CD fotografico che illustra le più importanti fasi della realizzazione.

Riferimenti e contatti del costruttore

Helix Camper 
Via Agnelli 30C – 10060 Scalenghe – Torino
Tel. 011 9866507 – E-mail: info@helixcamper.it
www.helixcamper.it

Fotogallery

Gianfranco

Comments are closed.