April 24, 2019

Il Flash 26 Titanium di casa Chausson è un semintegrale con letto matrimoniale a discesa sul living prodotto in edizione limitata dal costruttore francese e offerto in promozione per la primavera 2012. Sono tre in totale i veicoli che compongono la serie Titanium e tra le caratteristiche salienti rientrano sicuramente il look esterno assolutamente accattivante che si accompagna ad una ambientazione interna moderna e curata. Il merito va attribuito alla bella colorazione grigio antracite dell’intera cabina di guida e alla grafica della stessa tinta, ma anche ai nuovi mobili, alle inedite tappezzerie e all’allestimento decisamente curato che comprende dotazioni più che complete.

La meccanica.

Il Flash 26 Titanium è allestito sulla base meccanica del Fiat Ducato 35 L con telaio ribassato CampingCar Special, carreggiata posteriore allargata a 198 cm e anteriore da 181 cm. La motorizzazione base è quella da 2,3 litri con 130 cv, ma a scelta è disponibile nella versione da 150 cv con ESP di serie. Il telaio ha un passo di 403.5 cm e il veicolo presenta una lunghezza totale di 699 cm ripartita tra uno sbalzo anteriore di 94.8 cm e uno posteriore di 201 cm (pari al 50.18% del passo).

Il veicolo presenta un’altezza complessiva di 289 cm e una larghezza di 230. All’interno si può usufruire di una altezza massima di 211 cm che si riducono a 188 nell’area del living, sotto al letto basculante.

L’altezza da terra del Flash 26 Titanium, misurata al centro del paraurti anteriore, è di 26 cm, mentre quella posteriore è di 38 cm.

La scocca

L’adozione del telaio ribassato Fiat ha consentito di contenere l’altezza da terra del pavimento. Questo, infatti, un sandwich da 62 mm di spessore composto da un doppio strato esterno e interno in multistrato coibentato con polistirene ad alta densità e rivestito internamente in linoleum si trova a soli 60 cm da terra.

Nella parte posteriore del telaio è presente la struttura in acciaio zincato, imbullonata ai longheroni del Ducato, che funge da sostegno per il garage posteriore.

Le pareti sono realizzate a pannelli sandwich e abbinano un rivestimento esterno in vetroresina ed uno interno in legno multistrato con isolamento in polistirene ad alta densità per uno spessore totale di 29.5 mm.

Il tetto è anch’esso realizzato a pannelli sandwich con rivestimento esterno in vetroresina e presenta uno spessore di 54.5 mm. Nella parte anteriore presenta la bombatura classica destinata a contenere il letto basculante e l’unione con le pareti è mascherata da appositi cantonali di copertura. Lungo la giunzione con la parete posteriore è presente una modanatura con profilo copriviti.

Le bandelle laterali sottoscocca sono realizzate in ABS bianco e insieme alle carterature passaruota mettono in luce un buon assemblaggio. Il cupolino anteriore, che ospita il tettuccio apribile sun-roof, è invece stampato in vetroresina.

L’esterno

La linea esterna è tutto sommato classica, con un rapporto tra i volumi assolutamente equilibrato, e il look, grazie alla colorazione grigio metallizzato di cabina di guida e grafica, è aggressivo e al contempo elegante. Bene integrato anche il tettuccio apribile sul cupolino anteriore (sun-roof).

Un grosso contributo allo slancio del veicolo è dato dalla grafica adesiva, ma anche dalle sei finestre ParaPress che, disposte su livelli differenti, riescono a movimentare il profilo delle fiancate. Solo la coda risente un po’ della mancanza di aperture.

Il paraurti posteriore è in tinta con le pareti e le bandelle sottoscocca e risulta ben armonizzato nell’insieme generale.

Elegante e ben realizzata, la fanaleria circolare si integra perfettamente nelle carterature in ABS, contribuendo a dare slancio a tutta la coda.

Le bandelle sottoscocca sono realizzate in ABS bianco di buon spessore e si integrano perfettamente alle fiancate e ai raccordi della cabina di guida e dei passaruota. L’assemblaggio denota una certa cura a garanzia di assenza di vibrazioni e rumori in marcia.

Nella parte posteriore del telaio sono ancorati i piedini di stazionamento ad azionamento manuale.

Il nome della serie è ben evidenziato da scritte in metallo lucido posizionate sulla fiancata destra e in coda, mentre il nome del modello è riportato su entrambe le porte della cabina di guida.

La cabina di guida.

Il cupolino leggermente rialzato in modo da potere ospitare il letto basculante si integra perfettamente con la linea aggressiva del Fiat Ducato e crea con questa un piacevole contrasto cromatico.

La cabina originale della meccanica di base garantisce una agevole accessibilità agli organi del motore attraverso il cofano da 176×53 cm. Non meno soddisfacente la visibilità, ovviamente identica a quella del cabinato di serie e garantita dal parabrezza da 176×100 cm, i vetri laterali da 75×68,4 cm e gli specchi retrovisori a doppia ottica da 27×19 e 8×19 cm con braccio opportunamente allungato per consentire di andare incontro alla maggiore larghezza della scocca. La pulizia del parabrezza è garantita da due spazzole tergicristallo da 66 e 56 cm.

I sedili sono rivestiti con fodere coordinate con le tappezzerie della cellula e dispongono di braccioli, piastre girevoli e delle regolazioni in altezza e inclinazione delle sedute. Le dotazioni di serie sono complete e comprendono ABS, doppio airbag, climatizzatore, regolatore di velocità, chiusura centralizzata, alzacristalli elettrici, retrovisori con sbrinatore, autoradio con CD e comandi al volante, cruscotto Techno con inserti in alluminio.

Le fodere dei sedili sono griffate con il nome della serie e il passaggio verso l’abitacolo è piuttosto agevole grazie ad un varco di 180×27 cm.

Accessi e aperture di servizio

La porta di accesso Metallarte è sistemata a centro veicolo e dispone di serratura di sicurezza. Sorretta da tre cerniere, misura 188×53 cm e viene mantenuta aperta dal classico gancio a pressione in plastica; non è presente la consueta plafoniera per l’illuminazione esterna.

Priva di finestra, è rivestita internamente da un controstampo in ABS e dispone di alcuni vani portaoggetti.

Per agevolare l’accesso è presente un gradino integrato in ABS che misura 46×21.5×24 e si trova a 34 cm dal suolo, risultando ben intervallato rispetto al dislivello di 60 cm del pavimento. Una maniglia in metallo cromato facilita la salita a bordo, ma la zanzariera è solo optional.

A fianco della porta, alla sua destra, si trovano la presa di corrente a 220 Volt e lo scarico del boiler, mentre alla sua sinistra, procedendo verso la coda, si incontrano prima il vano che ospita la cassetta estraibile del WC e quindi il gavone garage posteriore.

Il garage dispone di doppio accesso asimmetrico, con un portellone grande (117×87 cm) sulla fiancata destra e un portello più piccolo (82×41 cm) sulla fiancata opposta. Il vano misura 216×84 cm e presenta un’altezza minima di 88 cm e massima (grazie alla regolazione in altezza del letto) di 122, con un’escursione quindi di 34 cm.

Il fondo del garage è rivestito in PVC e non dispone di fori di scolo. E’ però presente un binario predisposto ad accogliere i ganci per il fissaggio del carico e inoltre sono disponibili numerosi e comodi vani per lo stivaggio degli oggetti meno ingombranti. Non è stata prevista alcuna comunicazione con l’interno del veicolo e la soglia di accesso è posizionata a 59 cm dal suolo.

Le misure dei vani di stivaggio, ben sei, sono di 45x44x46 cm, 41x37x24 cm, 86×53/33×30-(64) cm, 79x36x39-(73) cm, 51x38x28 cm, 51x38x36-(70) cm. In uno di questi è alloggiata la batteria dei servizi, il cui coperchio, però, è posizionato praticamente sulla batteria sottostante e diventa difficile la sua asportazione, non essendo possibile attraversare agevolmente il foro presente.

Non mancano, ovviamente, la bocchetta del riscaldamento e una plafoniera per l’illuminazione interna.

La fiancata sinistra, oltre al già citato secondo sportello del garage, ospita il vano per l’unica bombola di gas da 10 Kg; il vano misura 47x35x66 cm e dispone di sportello da 57×35 cm. La scelta di una sola bombola è giustificata dall’adozione di un impianto di riscaldamento a gasolio e pertanto le uniche utenze a gas sono limitate al fornello, al boiler e al frigorifero. Il vano dispone di ganci ferma bombola e di due griglie di aerazione a pavimento.

Dato il tipo di riscaldamento e la sola bombola, non sono presenti né l’interruttore inerziale Secumtion, né il dispositivo Duocontrol, ma un semplice regolatore di pressione a 30 mbar. I sezionatori sono posizionati all’interno del mobile cucina.

Impiantistica

La scorta idrica è affidata a un serbatoio da 140 litri realizzato in polietilene alimentare posizionato all’interno della cassapanca della semidinette e chiuso da un coperchio che lascia libero accesso al tappo di ispezione.

E’ parzializzabile a 50 litri per i casi in cui l’equipaggio sia al completo ed è servito da una pompa a diaframma Shurflo posizionata all’interno del piccolo vano adiacente alla semidinette.

Il boiler Truma B10 ad accumulo è invece alloggiato all’interno della panchetta laterale e al suo esterno, verso la cabina di guida, si trova il pannello di comando.

L’impianto idrico è realizzato tramite tubature in Rilsan e raccorderia fissata con fascette e serve i miscelatori monocomando in metallo cromato.

Le pilette di scarico sono in acciaio inox da 35 mm di diametro e tramite dei sifoni ispezionabili sono collegate ai tubi di scarico spiralati.

Il serbatoio di recupero da 105 litri è posizionato all’esterno, a ridosso dell’assale posteriore, con la valvola di scarico a saracinesca situata a 30 cm dal suolo. Peccato che non sia prevista, neppure come optional, la coibentazione.

La cassetta estraibile da 17,5 litri del wc, un Thetford C 250, è alloggiata nell’apposito vano situato sulla fiancata destra.

Per la ricarica delle batterie è stato previsto un gruppo NE 143P della NordElettronica situato all’interno della panchetta laterale.

La batteria dei servizi è invece alloggiata in un apposito vano ricavato nel garage posteriore.

L’impianto elettrico è gestito da un pannello di controllo della NordElettronica posizionato al di sopra della porta di ingresso. Piuttosto semplice nell’utilizzo, affida a spie a Led il controllo delle utenze in uso.

Le prese di corrente disponibili non sono molte e si riducono a due posizionate nel vano TV, per quanto riguarda il 12 Volt, e e una a 220 Volt nel pensile della cucina. L’illuminazione è interamente a Led e prevede due barre sul living, installate sotto ai pensili, e a quattro faretti sotto al letto basculante; per l’illuminazione di quest’ultimo è presente una barra a tetto.

Una barra a led anche per la cucina, mentre toilette e matrimoniale posteriore si affidano entrambi a due faretti. Il corridoio è illuminato da una plafoniera quadrata.

L’impianto del gas è controllato da quattro sezionatori (è già previsto quello per l’eventuale forno optional) situati all’interno del mobile della cucina e facilmente accessibili. Come anticipato in precedenza, vista la presenza di una sola bombola e del riscaldamento a gasolio, mancano lo scambiatore automatico Duocontrol e l’interruttore inerziale Secumotion.

Il riscaldamento è affidato ad un Eberspaecher Airtronic D4 Camper da 4 kW alimentato a gasolio e installato sotto al pianale. E’ protetto da un apposito carter metallico e la porzione di tubazione dell’aria calda che corre all’esterno è ridotta al minimo; migliorabile la posizione della presa d’aria comburente, un po’ troppo bassa ed esposta agli agenti atmosferici.

Il pannello di controllo è situato a fianco della cassapanca della semidinette, mentre la sonda termostatica è posizionata alle sue spalle, verso il blocco cucina. Le bocchette di distribuzione dell’aria calda sono in totale sei.

Mobili e tappezzerie

Il mobilio Marbella riprende fattura e colori dei modelli Sweet, con le antine dei pensili leggermente convesse e molti elementi stondati. Sono realizzati in multistrato nobilitato da 15 mm di spessore e non dispongono di feritoie o griglie di aerazione contro la condensa.

Pur nella loro semplicità si rivelano eleganti, con le numerose curvature presenti che denotano una certa cura costruttiva. Tra gli elementi di spicco dell’edizione limitata Titanium figurano anche, oltre al nuovo rivestimento del pavimento, i nuovi laminati antigraffio dei piani di tavolo e cucina, che presentano uno spessore di 27 mm.

Le cerniere e le maniglie sono in metallo cromato, con le prime che riescono a mantenere in posizione di apertura gli sportelli dei pensili, mentre le chiusure, più convenzionali, sono realizzate in plastica.

E’ però nelle inedite tappezzerie Romeo che il Flash 26 si mette maggiormente in luce, così come nella nuova confezione delle cuscinerie, generosamente imbottite e sagomate.

I cuscini hanno uno spessore di 18 cm e gli schienali dispongono di poggiatesta regolabile in altezza, mentre i materassi, realizzati in gommapiuma, hanno uno spessore di 10 cm.

Il soggiorno

L’area living è composta dalla semidinette (104×42 cm), addossata alla parete sinistra a ridosso della cabina di guida, e da una divanetto laterale appoggiato alla parete opposta. Quest’ultimo è scomponibile per ottenere il quinto posto (contromarcia) con cintura di sicurezza.

Il tavolo, che misura 107×69 cm ed ha il piano ad un’altezza di 79 cm dal pavimento, può essere ampliato con la rotazione a petalo di un elemento posto al di sotto del piano principale, portando così la lunghezza complessiva a 145 cm. L’unica nota negativa è dovuta al dislivello che si viene a trovare tra i due piani.

La parte “fissa” del divanetto misura 61×45 cm, a cui va aggiunta la parte rimovibile da 36×45 cm. L’altezza da terra della seduta della semidinette è di 47 cm mentre quella del divanetto laterale è di 56 cm. Questa differenza è dovuta alla posizione rialzata di semidinette e tavolo che provoca quindi un disallineamento tra i tre elementi, tale comunque da non pregiudicare la comodità dei commensali. I cuscini hanno uno spessore di 18 cm.

Come anticipato, il divanetto è scomponibile per ottenere il quinto posto omologato (contromarcia) con cinture di sicurezza. La trasformazione è piuttosto semplice e consiste nella rimozione dei cuscini e nella rotazione della paratia laterale, che diventa quindi il supporto per lo schienale. Inoltre è sufficiente spingere la parte mobile all’interno della cassapanca e riposizionare nel modo adeguato la cuscineria.

La luminosità del living può contare su due finestre ParaPress da 50×70 cm e sul sun-roof del cupolino (103×73 cm), oltre che sulle finestrature della cabina di guida. L’illuminazione artificiale è invece affidata a due barre a led sistemate sotto ai pensili laterali e a quattro faretti, sempre a led, installati sotto al letto basculante.

Lo stivaggio nella parte bassa è affidato ad un’unica piccola cassapanca situata tra il divanetto laterale e il mobile porta TV; coperta da un coperchio incernierato, misura 38x15x54. Nella parte alta, invece, solidali con la base del letto basculante e due per lato, sono sistemati quattro pensili, ognuno da 48x22x25 cm.

Nel cupolino anteriore che sovrasta la cabina di guida sono inoltre ricavati tre pratici vani, uno centrale da 145×36 cm e due laterali simmetrici da 63×28 cm.

Il mobile per la TV è invece alloggiato a fianco del divanetto laterale, adiacente alla porta di ingresso, e misura 52x15x61 cm.

I servizi

Il blocco cucina di forma angolare è addossato alla parete sinistra, alle spalle della semidinette, e misura complessivamente 98×95 cm, con una profondità per lato di 52; l’altezza del piano di lavoro dal pavimento è di 95 cm.

E’ attrezzato con un lavello inox del diametro di 37 cm e profondo 16 cm e con un fornello Smev da 54×39 cm. Quest’ultimo dispone di tre fuochi da 6 cm di diametro posizionati tra di loro a una distanza di 19, 19 e 30 cm, mentre il lavello è dotato di miscelatore in metallo cromato e piletta di scarico da 35 mm. Entrambi dispongono di coperchio a filo in cristallo.

A fianco è posizionato il frigorifero Dometic RM 8555 da 190 litri e per lo stivaggio si può fare affidamento su un pensile da 55x27x34 cm, oltreché sui due vani della base da 45x46x58 e 49x40x65 e sul cassetto porta-posate da 40x45x12.

Benché manchi la cappa aspirante, l’areazione è garantita da una finestra da 70×35 cm e dal maxi oblò da 50×70 cm, mentre l’illuminazione artificiale si affida ad una barra a led installata inferiormente al pensile.

Sul lato opposto delle cucina, a fianco della porta d’ingresso è posizionato il vano toilette che misura 106×76 cm ed è accessibile attraverso una porta pieghevole in alluminio anodizzato da 181×42 cm. Adotta un arredamento misto legno/termoformato e pur nella sua semplicità rivela una certa eleganza.

La soluzione impiegata è tra quelle care al costruttore francese e vede l’intero pavimento utilizzato come piatto doccia (due pilette le inox da 35 mm), con un intelligente sistema di antine scorrevoli che consentono di ricavare un box doccia senza rubare troppo spazio alla pianta del veicolo.

Il wc Thetford C250 con tazza girevole e cassetta estraibile da 17,5 litri è posizionato sulla destra in corrispondenza della finestra ParaPress da 55×30 cm, mentre sulla sinistra, ad una altezza di 86 cm, si trova il lavabo del diametro di 28 cm e profondità di 16. E’ servito da un miscelatore monocomando in metallo cromato con doccetta estraibile e dispone per lo scarico di una piletta da 35 mm di diametro.

Lo stivaggio è affidato ad un solo pensile da 38x17x40 cm, e ad un vano a giorno posizionato alle spalle del wc, mentre per l’aerazione, in aggiunta alla finestra, priva di zanzariera, troviamo un oblò da 30×30 cm. Gli specchi sono due, disposti ad angolo, e misurano rispettivamente 101×34 cm quello di sinistra, e 101×60 cm quello frontale. L’illuminazione è affidata a due faretti a led.

Zone letto e armadi

Il matrimoniale a discesa sul living è a movimentazione manuale, soluzione sicuramente da apprezzare per questa classe di veicoli, e misura 191×140 cm.

Dotato di rete a doghe su cui poggia un materasso in gommapiuma da 10 cm di spessore, in posizione rialzata lascia uno spazio utile di 188 cm sotto di sé, mentre quando viene abbassato il materasso si trova ad una altezza di 145 cm dal pavimento con un cielo di 67 cm.

A tetto non è previsto alcun oblò, in quanto sul cupolino è previsto il sun-roof apribile e per l’illuminazione ci si affida ad una barra a led installata a soffitto, sul lato sinistro. Ai lati è presente la consueta tenda perimetrale, mentre per l’accesso viene utilizzata una scaletta a pioli con agganci di sicurezza.

Anche il living sottostante può essere trasformato in matrimoniale, seppure di forma non regolare, ma rastremato dalla parte del divanetto laterale. Le sue misure sono infatti di 214×112/98 e per la sua composizione è necessario ribaltare due tavole in legno incernierate rispettivamente sulla parte fissa della panchetta (quella che funge da quinto posto contromarcia) e sulla parte retrattile aggiuntiva.

In totale i cuscini coinvolti dalla trasformazione sono 7 e occorre rilevare che, oltre alla rastrematura, la superficie, a causa della diversità dei cuscini, si presenta non perfettamente livellata. Questa si trova a 56 cm dal pavimento e con il basculante sollevato ha sopra di sé un cielo di 131 cm, che si riducono a 68 quando il letto viene abbassato. Inoltre, la presenza dei pensili sottostanti limita ulteriormente lo spazio utile a 37 cm in prossimità di testa e piedi.

Tutt’altro discorso, invece, per il matrimoniale trasversale posteriore, alloggiato sopra al garage e regolabile in altezza con dispositivo Easy Bed. Di forma leggermente rastremata dal lato dei piedi, misura 203×138/126 cm ed è situato, nella posizione più bassa, a 70 cm dal pavimento con un cielo di 119, mentre nella posizione più alta, quella che consente di ottenere il massimo volume del garage, si posiziona a 104 cm dal pavimento con un cielo che si riduce a 85 cm.

E’ raggiungibile attraverso due scalini a pavimento, uno dei quali serve anche per accedere alla toilette, ed un terzo integrato nella base del letto. Il piano è dotato di rete a doghe e il materasso in gommapiuma presenta uno spessore di 10 cm.

L’aerazione è garantita da due finestre ParaPress da 70×35 cm e da un oblò Fiamma da 40×40 cm in grado di assicurare anche un’ottima illuminazione naturale, mentre per quella artificiale si può fare affidamento su due faretti a led. La testiera del letto è imbottita e le paratie che ricoprono i meccanismi per la variazione in altezza fungono da paretine anticondensa.

Per lo stivaggio, sulla parete di coda sono presenti tre pensili con ripiano interno, ognuno dei quali misura 61x36x35 cm. Inoltre, a pavimento, nello scalino più alto è ricavata una botola il cui vano sottostate misura 56x43x22 cm e nella base del letto è alloggiato un cassetto da 48x39x11 cm.

Situato tra il matrimoniale trasversale e il frigorifero, l’armadio a un anta (172×36,5 cm) chiude la rassegna di vani destinati allo stivaggio. La parte inferiore, quella destinata ad accogliere gli abiti appesi e pertanto dotata di apposita asta trasversale, misura 47x54x115 cm, mentre la parte superiore è frazionata in due vani le cui misure sono rispettivamente di 47x54x30 cm e 47x54x33 cm.

 

Dislocazione impianti

Dati tecnici

Chausson Flash 26 Titanium
Dimensioni e posti
Tipologia Profilato
Dimensioni 699x230x289 cm
Posti omologati 5
Posti letto 6
Posti frontemarcia con cintura di sicurezza 4 (+ 1 contromarcia)
Autotelaio
Meccanica Fiat Ducato 35L con carreggiata posteriore allargata
Passo 403.5cm
Sbalzo anteriore 94.8 cm
Sbalzo posteriore 201 cm
Motorizzazione base 2.3 Multijet – 130 cv
Motorizzazione opzionale 2.3 Multijet – 150 cv
Trazione anteriore
Accessori di serie Colorazione grigio antracite, climatizzatore, doppio airbag, ABS, regolatore di velocità, doppio portellone garage, carreggiata posteriore allargata, autoradio con Cd e comandi al volante, cruscotto Techno, oblò panoramico, Sunroof, frigorifero 190+35 Lt, supporto Tv, fodere sedili cabina griffate, Pack cabina elettrico (chiusura centralizzata, alzacristalli elettrici, retrovisori con sbrinatore)
Massa complessiva a pieno carico kg 3500
Tara kg 3068 (versione 2.3 l 130 cv comprensiva di climatizzatore manuale)
Portata utile kg 432
Scocca
Carrozzeria Scocca a pannelli sandwich. Pareti e tetto con rivestimento esterno in vetroresina, coibentazione in polistirene alta densità. Pavimento sandwich multistrato/polistirolo/multistrato/linoleum. Tetto sandwich vetroresina/polistirolo/multistrato, cupolino anteriore in vetroresina. Cantonali misti abs/alluminio, bandelle, calate e raccordi in abs.
Spessori pavimento/pareti/tetto mm 62/29.5/54.5
Garage Vano posteriore da 217x84x88 cm accessibile tramite due portelli asimmetrici da 117×87 e 82×41 cm cm. Soglia di carico situata a 59 cm da terra. Fondo interno in PVC, con rotaia per fissaggio carico, illuminazione interna tramite una plafoniere alogena, riscaldamento tramite una bocchetta.
Porte e finestre Porta cellula Metallarte, serratura di sicurezza e controstampo interno in abs. Gradino interno in abs. Sei finestre ParaPress apribili a compasso; sunroof panoramico Dometic integrato nel cupolino, cristallo apribile cm 110×80. Tre obò a tetto: un Remis da 70×50 cm sulla cucina, un oblò Fiamma da 40×40 cm sul letto posteriore e uno da 30×30 nella toilette.
Impiantistica
Gas Vano esterno per una bombola da 10 kg, ganci fermabombola.
Riscaldamento e boiler Riscaldamento Eberspaecher Airtronic D4 Camper da 4kW a gasolio installato nel sottoscocca, canalizzazione dell’aria calda tramite 6 bocchette. Boiler Truma ad accumulo alimentato a gas.
Elettricità Batteria supplementare 100 Ah/h al piombo. Trasformatore e caricabatteria NordElettronica NE 143P installato all’interno del divanetto laterale. Pannello di comando NordElettronica a led. Tre prese a 12v, una a 220 V; illuminazione interna a led.
Acqua Serbatoio acqua potabile interno 140 litri parzializzabile a 50 litri in caso di equipaggio al completo. Pompa acqua Shurflo SUK 0224, raccorderie con fascette. Rubinetti inox monocomando, pilette di scarico da 35 mm. Serbatoio di recupero esterno litri 105, valvola di scarico esterna. Wc Thetford C250 17.5 litri.
Prezzi e accessori
Prezzo base Euro 48.990 
Prezzo esemplare provato Totale veicolo in CamperOnTest € 48.990 (gli accessori presenti: veranda, Televisore LCD e antenna, sono stati installati su richiesti del cliente e non figurano tra gli optional della casa)
Il nostro giudizio
Costruzione
Meccanica di base
Fiat Ducato 35L con telaio CCS. Numerose dotazioni di serie
Sicurezza
Di serie ABS e doppio airbag. la motorizzazione da 150 cv dispone anche di ESP.
Volumetria e masse
Passo lungo con sbalzo nella norma. Equilibrio pesi corretto.
Scocca e materiali
Scocca a pannelli sandwich. Rivestimento esterno in vetroresina, coibentazione in polistirene alta densità. Bandelle e raccordi in abs, cantonali misti abs/alluminio.
Assemblaggio e rifiniture
Rifiniture curate con assenza di sigillature a vista. Accoppiamento delle parti abbastanza preciso
Componentistica
Finestre ParaPress, porta di ingresso Metallarte, portelli gavoni con telaio in alluminio e serrature di qualità.
Impianto idrico
Serbatoio acqua potabile interno, pompa acqua di qualità e miscelatori monocomando in metallo cromato. Autonomia nella media, buon bilanciamento tra capacità di carico e recupero. Peccato che non siano previsti neppure come optional la coibentazione e il riscaldamento del serbatoio di recupero.
Impianto elettrico
Batteria 100 Ah/h al piombo. Trasformatore/caricabatterie NordElettronica, pannello di comando semplice e intuitivo senza molte funzioni, illuminazione interna a led; non grandissima la disponibilità di prese interne.
Gas
Vano per una bombola da 10 kg. Dato il riscaldamento a gasolio, non sono previsti Duocontrol e Secumotion.
Riscaldamento
Eberspaecher Airtronic D4 Camper con sei bocchette distribuite in tutto il veicolo.
Mobilio e arredamento
Mobilio moderno e ben realizzato; buona la qualità della componentistica. Mancano le paretine anticondensa al living e le aerazioni nel mobilio.
Cuscini, materassi e tappezzeria
Cuscini comodi e consistenti disponibili in una sola varietà di tessuto. Sedute comode ed ergonomiche, letti dotati di materassi di buono spessore sistemati su reti a doghe.
In viaggio
Facilità di guida
Veicolo di dimensioni non eccessive con sbalzo posteriore non troppo pronunciato. Ottima visibilità anteriore e laterale.
Comodità dei posti a sedere
Poltrone anteriori originali dotate di fodere coordinate e braccioli, divano posteriore comodo. Quinto posto contromarcia non comodissimo anche se facile da allestire.
Panoramicità
Ottimale per chi viaggia in cabina di guida, buona anche per il terzo e il quarto posto che godono di un’ottima visibilità frontale e laterale, discreta per il quinto.
Climatizzazione
Il climatizzatore motore è di serie. In inverno, l’impianto di riscaldamento a gasolio è utilizzabile in marcia.
In sosta
Living
Sufficientemente ampio e accogliente, può ospitare senza problemi cinque o sei persone grazie anche al tavolo ampliabile e traslabile. Questo adotta un veloce sistema di ampliamento a petalo.
Letti
Basculante anteriore di dimensioni corrette e di forma regolare, dispone di tenda di cortesia, materasso da 10 cm e rete a doghe. La sua movimentazione manuale, adatta alla classe del veicolo, risulta precisa e veloce, unico neo la necessità di asportare i poggiatesta della semidinette; la porta di ingresso rimane sempre agibile. Il matrimoniale posteriore si restringe leggermente dal lato dei piedi senza pregiudicarne la comodità, ma offre l’indiscutibile pregio della regolazione in altezza. Il letto trasformabile, invece, richiede una certa laboriosità nella preparazione e presenta una superficie abbastanza irregolare (non va comunque dimenticato che si tratta di un letto di fortuna).
In cucina
Piano cucina lineare e ben fruibile, con lavello e fornello di qualità che lasciano lo spazio per un comodo piano di lavoro. Buone la disponibilità di spazi di stivaggio e l’aerazione, grazie alla finestra e al maxioblò. Pregevole il maxi frigorifero con cella freezer separata.
Toilette
Non enorme, ma sufficientemente comoda e fruibile. Wc ben posizionato, lavabo in metacrilato. E’ dotata di finestra, ma è presente un solo pensile per lo stivaggio.
Doccia
Si ottiene grazie ad un intelligente sistema di antine scorrevoli e al pavimento che integra il piatto doccia con doppia piletta di scarico. In questo modo lo spazio disponibile risulta maggiore, offrendo così un vero box separato.
Disimpegni e circolazione nell’abitacolo
L’abitacolo è in grado di accogliere senza problemi anche l’equipaggio al completo, ma offre il meglio quando gli occupanti sono al massimo quattro. La porta di ingresso centrale permette un’ottima gestione degli accessi. La zona posteriore, riservata ai servizi e al matrimoniale fisso, è sufficientemente larga e solo l’accesso al letto trasversale presenta il classico effetto corridoio.
Capacità di stivaggio
Buona anche per l’equipaggio al completo, grazie a quattro pensili anteriori e tre posteriori a cui si aggiungono i vani disponibili nel blocco cucina, una piccola cassapanca ricavata a fianco del divanetto laterale, un cassetto e un vano a pavimento in prossimità del matrimoniale fisso.
Gavoni e garage
Garage posteriore sufficientemente ampio, ben sfruttabile anche per il carico di biciclette o scooter, offre il vantaggio della variazione di volume. Dispone di numerosi vani a giorno, illuminazione e rotaia per la sistemazione di ganci per il fissaggio del carico. E’ accessibile dalle due fiancate tramite due portelloni asimmetrici, ma non dall’interno.
Gestione del veicolo
Capacità di carico e portata utile
Le numerose dotazioni e l’allestimento speciale influiscono sul peso. Il veicolo in test, completo di climatizzatore motore, pesa a vuoto 3068 kg, con una portata utile di 432.
Autonomia
Capacità dei serbatoi nella media. Ottima l’illuminazione a led, ma per la massima autonomia elettrica è consigliabile gestire al meglio i consumi dell’impianto di riscaldamento a gasolio.
Facilità di manutenzione
Tranne il riscaldatore autonomo Eberspaecher, posizionato sotto al pianale e protetto da un apposito carter metallico, tutte le componenti sono facilmente accessibili. Il coperchio della batteria supplementare nel garage non è di facile asportazione a causa della posizione del foro coincidente con la batteria sottostante.
Rapporto prezzo/prestazioni
Lo Chausson Flash 26 Titanium, con motore da 2.3 litri, non supera la soglia dei 50.000 €. Per questa cifra offre buona abitabilità e buona capacità di carico, un look accattivante e un allestimento decisamente ricco e completo.

Legenda

Inadeguato
Da migliorare
Adeguato alla classe di costo
Buono, assicura fruibilità e soddisfazione agli utilizzatori
Eccellente, difficile trovare di meglio

Ci ha particolarmente convinto…

Il look esterno, moderno e aggressivo, è particolarmente riuscito e anche l’ambientazione interna, grazie al mobilio e alle inedite tappezzerie, è in grado di assicurare eleganza e un certo tocco di esclusività. I semintegrali con letto a discesa sul living hanno ormai fatto tendenza, arrivando ad appropriarsi di quelle caratteristiche che fino a pochi anni fa erano ad esclusivo appannaggio dei mansardati. Pertanto l’abitabilità di questo veicolo risulta decisamente buona, con il living in grado di accogliere comodamente anche una persona in più rispetto alle cinque per il quale il veicolo è omologato per il viaggio. La cuscineria è comoda e ottimamente imbottita, con tappezzerie robuste e di piacevole aspetto. I letti, ad esclusione ovviamente di quello ottenuto dalla trasformazione del living, sono dotati di reti a doghe e il matrimoniale posteriore offre l’indiscutibile vantaggio della regolazione in altezza. I posti letto sono addirittura sei, un vero primato, anche se i due offerti dalla trasformazione del living presentano qualche limitazione. Tra le note positive rientra sicuramente la posizione del basculante, che anche da abbassato non ostruisce la porta di ingresso.

Il mobilio presenta una buona fattura, con finiture tutto sommato accurate e assemblaggi precisi. Elemento di pregio la presenza dei ripiani interni dei pensili per una corretta ottimizzazione dei vani di stivaggio, spesso assenti anche su veicoli di ben altra pretesa. Mancano solo nei pensili alloggiati sotto al letto basculante, data la loro limitata altezza. Nulla da eccepire anche riguardo a toilette e doccia, realizzate in un unico vano, ma con la possibilità di ottenere facilmente un box doccia. E’ una soluzione che presenta il vantaggio di contenere lo spazio totale, pur a fronte di una buona fruibilità di entrambi gli ambienti. Di assoluto rilievo l’illuminazione interna, realizzata totalmente con lampade a led per la migliore ottimizzazione dei consumi elettrici. Notevole nel garage posteriore la presenza di vani a giorno per la sistemazione degli oggetti meno ingombranti, quelli che solitamente risultano di più difficile collocazione all’interno dei grandi volumi offerti dai garage.

Per ultimo, anche se forse è l’elemento più importante, occorre ricordare la dotazione di serie, decisamente ricca e completa, tale da far pensare ad una classe superiore. La base meccanica vede la presenza dell’ABS e del climatizzatore, del doppio airbag e del regolatore di velocità. ma anche della chiusura centralizzata, dell’autoradio con comandi al volante e dei vetri elettrici, dei retrovisori con sbrinatore e, per la motorizzazione da 150 cv, dell’ESP. La cellula può invece contare sul doppio portellone di accesso al garage e sul sun-roof del cupolino anteriore, sul maxi oblò, sul frigorifero da 190 litri con cella freezer separata e sul mobile con slitta porta tv.

Riteniamo migliorabile…

Le ottime doti di stivaggio sono leggermente compromesse nella toilette, che dispone di un unico pensile ove riporre gli articoli e gli accessori per la toeletta, anche se è presente un vano a giorno alle spalle del wc; poco apprezzabile anche la mancanza della zanzariera alla finestra. A livello di impiantistica, invece, non è molto condivisibile la scelta di non rendere possibile, neppure in opzione, la coibentazione e il riscaldamento del serbatoio di recupero delle acque grigie. Inoltre, il ricorso ad una valvola a ghigliottina sistemata direttamente sotto al serbatoio, senza alcuna tubatura che convogli lo scarico ai margini della fiancata del veicolo, rende difficoltose le operazioni di svuotamento, in quanto richiede la presenza di una persona che dia indicazioni in merito al suo corretto posizionamento sul pozzetto. Migliorabile anche il posizionamento della presa d’aria comburente del bruciatore Eberspaecher, un po’ troppo esposta alle intemperie.

Il quinto posto omologato è un indubbio valore aggiunto, ma risulta un po’ svantaggiata la sua posizione contromarcia. Rimanendo nella zona del living, la sua trasformazione in letto risulta un po’ laboriosa, sopratutto a causa del tavolo molto pesante e quindi poco maneggevole, inoltre lo spazio in altezza, quando il basculante è posizione abbassata, risulta un po’ compromesso a causa dei pensili. La movimentazione del basculante risulta precisa, peccato, però, che si renda necessaria la rimozione dei poggiatesta della semidinette. Il coperchio della cassapanca del sedile contromarcia, a causa delle fresature per la battuta, presenta ai bordi uno spessore alquanto limitato, rendendolo piuttosto delicato. Un ultimo appunto, infine, riguarda l’accesso alla batteria dei servizi alloggiata nel garage. Quest’ultima è nascosta alla vista da un coperchio che riporta il consueto foro per favorire la sua rimozione: la batteria sottostante è però troppo vicina al coperchio e risulta difficile introdurre il dito o qualunque altro oggetto necessario al sollevamento. E’ sicuramente un problema di poco conto, che può comunque risultare fastidioso.

In conclusione

Classico profilato contenuto entro i sette metri di lunghezza, il Flash 26 Titanium appartiene alla nutrita schiera di veicoli che, in virtù del letto a discesa sul living, strizza l’occhio alla famiglia. Si distingue però per il suo look esterno ed interno accattivante, ma sopratutto per una dotazione di serie e un allestimento decisamente completi. Si colloca in una fascia di mercato sicuramente affollata, ma possiede caratteristiche e prerogative che gli consentono di distinguersi. Il prezzo inferiore ai 50.000 euro (48.990 per l’esattezza) lo rende appetibile e, se si considera che la soluzione abitativa è tra le più apprezzate per il mercato nostrano, c’è da scommettere su una sua felice affermazione tra il pubblico.

Come anticipato il look è moderno e anticonformista, tale da risultare gradito sia ai giovani che ai meno giovani, e aggiunge valore ad una costruzione solida, con finiture buone e assemblaggi abbastanza precisi. Certo qualche elemento migliorabile c’è, è inevitabile, a cominciare dalla mancanza di isolamento del serbatoio di recupero, oppure dalla posizione della valvola di scarico che rende di fatto difficoltose le operazioni di svuotamento al solo guidatore e rende necessaria la presenza di una seconda persona che fornisca le necessarie indicazioni. L’abitabilità è sicuramente buona, sia per quanto riguarda la zona giorno, sia per la notte, così come buona è la capacità di stivaggio. Tra i plus dell’allestimento, una particolare nota di merito va all’illuminazione interamente affidata a lampade a led.

Riferimenti e contatti del costruttore

Chausson Trigano VDL – Av. de Rochebonne BP 109 – Tournon (F) www.chausson.tm.fr

Fotogallery

Si ringrazia per la gentile collaborazione la Concessionaria Intercar di Corso Trieste, 14 – Moncalieri (TO) – Tel. 011 6408433 – Fax 011 6403011 – E-mail: intercar@intercar.it – www.intercar.it

Gianfranco

Comments are closed.