September 15, 2019


Dopo aver celebrato, lo scorso anno, il proprio trentesimo compleanno festeggiandolo con il lancio della serie Flair 100, Niesmann+Bischoff guarda alla prossima stagione introducendo significative novità nella propria produzione, articolata nelle serie Arto, Flair 100 e Flair 1000 e stabilmente inserita nelle fasce alta e premium del mercato. Un mercato che l’azienda di Polch conosce molto bene, grazie a una presenza stabile iniziata agli inizi degli anni Ottanta con il lancio dei Clou, proseguita e rinnovata negli anni dalle gamme Flair e Arto, tutt’ora in produzione e interessate da una lenta e costante evoluzione.

La gamma 2013 del prestigioso marchio tedesco vedrà ai blocchi di partenza le consuete tre serie: Arto, Flair 100 e l’ammiraglia Flair 1000, quest’ultima proposta con un completissimo pacchetto di accessori e proposta a tariffe particolarmente interessanti. Tutti i veicoli adotteranno, come ormai tradizione presso Niesmann+Bischoff, la solida scocca autoportante con doppio rivestimento interno ed esterno in alluminio (da 6/10 per Arto, da 8/10 per Flair) con coibentazione in RTM ad alta densità e concetto di box antitorsioni capace di resistere perfettamente alle sollecitazioni causate dalla strada senza demandare nulla all’arredamento interno. La prima e significativa evoluzione, per quanto riguarda la scocca, riguarda il rivestimento esterno del tetto, con l’alluminio che lascia spazio alla più elastica vetroresina antigrandine, proposta in versione con alta grammatura da 1,5 mm per la massima resistenza agli agenti atmosferici.

L’azienda tedesca conferma in toto le peculiarità tecniche e stilistiche, rinnovate lo scorso anno con l’introduzione delle nuove ed eleganti grafiche in versione “Champagner” e con motivo a “doppia C”, mentre vengono affinate alcune rifiniture, particolarmente per ciò che concerne la cabina di guida, con l’introduzione di una nuova guarnizione a servizio dell’ampio parabrezza panoramico, per una perfetta integrazione tra i vari elementi così come richiesto dall’estetica automotive, e, sempre in quest’ottica, scompaiono le sigillature a vista tra parafanghi e passaruota, anche questo per una migliore integrazione tra gli elementi della scocca. Ultima novità estetica, riservata alla serie Arto, la traversa posteriore posizionata a servizio e a sostegno del garage sarà verniciata in nero e non più proposta nel tradizionale colore naturale dell’acciaio zincato.

La novità più eclatante, però, riguarda sicuramente gli interni delle gamme Arto e Flair 100, completamente ristilizzati e sempre disegnati da Klueber Design per realizzare un’atmosfera particolarmente elegante ma allo stesso tempo rilassante e facile da vivere. Per la prossima stagione, infatti, Niesmann+Bischoff sceglie di arredare i propri integrali all’insegna del design, con una piacevole alternanza tra legni scuri e parti laccate lucide, con una minuziosa ricerca stilistica e con una maniacale cura per i dettagli che si sposano, poi, con la possibilità per ogni cliente di personalizzare in maniera significativa il proprio veicolo scegliendo la tinta delle ante dei pensili tra il classico “tinta legno” e il più luminoso bianco lucido.

La parte in legno, che si sposa con un inedito rivestimento del pavimento, pensato per essere di più facile pulizia, è poi contraddistinta da una particolare alternanza tra venature lucide e opache adeguatamente sottolineata in diversi punti, tra questi la parte inferiore del blocco cucina, da una speciale illuminazione a led dedicata. Una soluzione introdotta, lo scorso anno, nei modelli completi di pacchetto “Chrome Line” e riproposta da questa stagione su tutta la produzione. L’atmosfera, una volta a bordo, risulta particolarmente elegante, con un piacevole abbinamento di dettagli cromati (tra questi le nuove maniglie dei pensili, in metallo) e in alluminio spazzolato (vedi il funzionale rivestimento posteriore del blocco cucina), a cui si sposano poi inediti inserti (disponibili in opzione) in vera ardesia essenza antracite o verde, quest’ultima di provenienza indiana.

La lavorazione, eseguita al laser, permette a questo materiale di diventare una pregiata, sottile e robusta impiallacciatura di alcune parti del veicolo, tra cui alcuni pannelli della conservatissima Media Tower all’ingresso, ma anche, nei locali toilette, il frontespizio da cui sgorgano i nuovi rubinetti, con un effetto che richiama in maniera davvero impressionante le soluzioni oggi in uso nelle abitazioni di lusso. Un concetto che Niesmann+Bischoff desidera quindi estendere al veicolo ricreazionale, trasformandone l’abitacolo in un luogo moderno, rilassante e sempre capace di stupire: ecco, allora, che la porta che separa, in diverse piante, il locale doccia/wc dal resto dell’abitacolo, può essere dotata di un nuovo e sorprendente pannello in metacrilato completo di una vera e propria composizione di fili d’erba al proprio interno, il tutto, naturalmente, retroilluminato a led e con effetto tridimensionale.

Di pari passo agli interventi sul mobilio, Niesmann+Bischoff è intervenuta sulle tappezzerie, rivoluzionandone completamente la struttura per fornire l’opportunità al cliente di confezionare, in maniera semplice e immediata, l’atmosfera preferita sul proprio veicolo. Il prossimo anno, infatti, l’azienda tedesca proporrà due varianti base per ciò che concerne le sedute (Beige e Antracite), con un’offerta davvero molto ampia per ciò che concerne gli schienali, disponibili in oltre 10 varianti intercambiabili tra di loro. Stessa possibilità di scelta anche per le poltrone della cabina che vedono la comparsa di un nuovo e pratico rivestimento a cappuccio per i poggiatesta comprensivo di tasche portaoggetti posteriori: grazie a queste soluzioni, in pochi minuti chiunque sarà in grado di trasformare l’ambiente da classico a moderno e viceversa, secondo i propri gusti o, perché no, a seconda della stagione. La scelta sarà di quattro tappezzerie di gusto classico e ben dieci di gusto moderno con schienali costituiti da un doppio cuscino con imbottitura in piuma sintetica anallergica che si sposano alle imbottiture ergonomiche in schiuma a triplo strato delle sedute. Tutti i rivestimenti, di alta qualità così come richiesto dallo standing dei veicoli della factory di Polch, sono stati sottoposti a scrupolosi esami, superando test severissimi per ciò che concerne durata e consumo, con prove di oltre 50.000 abrasioni.

Continuando nell’analisi delle evoluzioni di carattere generale, le gamme Arto e Flair 100 ricevono il lavabo della toilette in acciaio inox cromato, mentre alcune significative evoluzioni riguardano l’impiantistica di bordo. Queste due serie saranno infatti equipaggiabili di un nuovo impianto tv-sat con antenna Oyster e tv lcd con decoder incorporato sia per la ricezione del digitale terrestre che del satellitare, il tutto, naturalmente, inglobato nella Media Tower. L’illuminazione interna, interamente a led, è stata potenziata, con sorgenti luminose più potenti dell’80% rispetto a quelle impiegate nei modelli della stagione 2012, riviste nel design (ora più curato e personale), e con luce più chiara. Allo stesso modo sarà possibile ordinare il proprio veicolo completo sia del solo impianto di pannelli solari, sia di impianto onnicomprensivo con pannelli solari abbinati alla pila a combustibile a metanolo SFC EFOY Comfort. I veicoli completi di riscaldamento a convettori Alde Compact 3010 ricevono il nuovo pannello di comando lcd touch screen a colori, mentre per ciò che concerne i living, il cliente avrà facoltà di scegliere tra tre differenti tavoli (con nuova monogamba centrale) differenziati per forma, sviluppo e possibilità di ampiamento: rotondo come serie per i modelli (59 GL, 64 GL, 66 L, 66 F, 69 LE, 74 L, 74 E, 74 R 76 F), quadrato con possibilità di estensione (opt) per i modelli  66L, 66 F, 69 LE e 76 F, mentre il tavolo estensibile grande (sempre optional) può essere montato per i modelli 59 GL, 64 GL, 74 L, 74 E, 74 R. I modelli 79 LE, 79 R 83 F, 83 L, 85 LE, 88 Lem infine, adottano di serie il tavolo estensibile di grandi dimensioni.

La gamma 2013 riconferma la presenza delle gettonate serie Arto, Flair 100 e Flair 1000, premiate da un confortante successo nella stagione appena conclusa che ha visto il costruttore tedesco aumentare significativamente i numeri della propria produzione.

Gradino di ingresso al mondo Niesmann+Bischoff si riconferma quindi la serie Arto, realizzata su meccaniche Fiat Ducato (versioni 35L e 40H) abbinate al telaio extraserie AL-KO AMC (versione monoasse per modelli Arto 59, 64, 66, 69, 74 e 76, versione biasse per Arto 79, 83, 85 e 88) con massa complessiva che, a seconda dei modelli e della lunghezza, varia tra 3500 e 5000 kg e un totale di ben 15 varianti che rendono questa serie una tra le più complete del mercato.

Base di partenza è rappresentata dai compatti Arto 59 GL e Arto 64 GL, lunghi 647 e 689 cm e contraddistinti da una pianta composta da living anteriore con dinette trasversale trasformabile, come optional, in due ulteriori posti frontemarcia con poltroncine Aguti estraibili dalle cassapanche, servizi centrali con blocco cucina lineare e toilette passante con locale doccia/wc indipendente dal lavabo esterno e, in coda, letto singolo su garage (Arto 59 GL) o matrimoniale trasversale su garage (Arto 64 GL).

Un gradino sopra alle versioni più compatte, ecco la nuovissima serie Arto 66, composta da due modelli da 699 cm di lunghezza: nascono, infatti, Arto 66F e Arto 66L.

Arto 66F sostituisce il precedente Arto 69PL e si rivolge a tutti coloro che desiderano trovare la comodità del sempre più richiesto letto centrale nautico anche in presenza di dimensioni contenute entro i sette metri. L’abitacolo, che colpisce per l’inusitata spaziosità e briosità interne, si compone di un living anteriore con semidinette a L, tavolo centrale e divanetto contrapposto, blocco cucina centrale a L collocato di fronte alla colonna frigo Tec-Tower, doppia porta scorrevole con apertura sincronizzata e, nella zona posteriore, letto matrimoniale longitudinale accessibile da due lati posizionato sopra al gavone e a un doppio pratico armadio guardaroba estraibile grazie all’aiuto di un pistone a gas, mentre a fianco al letto è collocato il mobile lavabo, esterno, con la toilette con doccia centrale e vano wc posteriore.

Stessa lunghezza ma pianta diversa, per il nuovo Arto 66L, evoluzione del precedente Arto 69L che rimane in produzione su richiesta e con look e interni della nuova generazione 2013. Rispetto al progenitore, oltre a una lunghezza che rimane contenuta entro la soglia psicologica dei 7 metri (l’Arto 69L è lungo 715 cm), il nuovo arrivato, pensato con un occhio di riguardo per il mercato italiano, ridisegna completamente gli spazi interni, mutuandone l’organizzazione dall’Arto 74L. L’abitacolo, quindi, offre una zona living anteriore con semidinette a L, tavolo centrale e divanetto contrapposto, ingresso, cucina centrale a L con colonna frigo separata e Tec-Tower Dometic con frigo da 165 litri, toilette passante con locale wc/doccia indipendente, porta a doppia battuta e lavabo esterno mentre in coda trova collocazione il tradizionale matrimoniale trasversale su garage. Disponibile sia su Ducato 35L che 40H, il nuovo Arto 66L offre quattro posti omologati in versione 3500 kg di massa complessiva a pieno carico e guida con patente B.

Altra novità di rilievo è costituita dal nuovissimo Arto 69LE, new entry che prende il posto del precedente Arto 69E. Lungo 715 cm e pensato, anch’egli, con un occhio di riguardo per il mercato italiano, il 69LE offre un abitacolo contraddistinto da living anteriore con semidinette a L, tavolo centrale e divanetto contrapposto, blocco cucina a L con colonna frigo separata, toilette compatta con doccia cilindrica ricavabile grazie alla traslazione del lavabo e, in coda, letti gemelli da 195 1 191×80 cm su garage e su doppio armadio guardaroba, anche in questo caso estraibili tramite pistoni a gas. Da notare, per il mercato italiano, l’omologazione a 3 posti con massa complessiva a pieno carico di 3500 kg e patente B.

Più grande, la serie Arto 74 riconferma le già conosciute e apprezzate versioni Arto 74E con letti gemelli e Arto 74L e Arto 74R con letto matrimoniale trasversale su garage: lunghe 748 cm, scelgono come base meccanica il Ducato 40H con massa complessiva di 4250 o 4500 kg.

Poco più grande, il recentissimo Arto 76F, lungo 767 cm e contraddistinto dalla pianta interna con una vera e propria camera da letto posteriore con matrimoniale centrale nautico. Pensato principalmente per il mercato francese, offre un’accorta distribuzione degli spazi con toilette passante e doccia indipendente centrali, cucina a L e, nella zona anteriore, living con semidinette a L, tavolo centrale e divanetto contrapposto.

Sei sono poi le proposte con doppio asse posteriore: la gamma Arto 79 ripropone le già conosciute versioni 79LE e 79R, entrambe con letti gemelli posteriori, entrambe lunghe 804 cm e distinte dallo sviluppo del living anteriore e della vicina cucina, entrambi a L per la versione LE o lineari per la più ariosa R.

Più grande, il recente Arto 83F ripropone l’organizzazione degli spazi interni della versione 76F, dando però più spazio al living anteriore, capace di ospitare senza problemi anche sette o otto persone grazie a un lungo divano a L, alla partecipazione delle poltrone cabina, girevoli, e a un secondo divano laterale. Lungo 826 cm, l’Arto 83F è affiancato dal nuovo Arto 83L, dedicato a tutti coloro che amano la soluzione del matrimoniale trasversale posteriore su garage unita ad ampi spazi interni in ogni ambiente: i centimetri a disposizione, infatti, hanno permesso ai tecnici Niesmann+Bischoff di trapiantare anche su Arto l’apprezzatissimo bagno Wellness della serie Flair, con doccia di dimensioni domestiche e pratico locale wc separato.

Questa soluzione caratterizza anche i nuovi Arto 85LE (843 cm) e 88LE (877 cm) entrambi contraddistinti da letti gemelli posteriori su garage, maxi toilette Wellness, cucina a L con Tec-Tower separata e living anteriore che, nel caso dell’Arto 88LE, può ospitare anche nove commensali grazie all’ampio sviluppo dei due divani contrapposti.

Al top dell’offerta Niesmann+Bischoff, la gamma Flair è disponibile nelle serie Flair 100 e nell’ammiraglia Flair 1000: se quest’ultima, come detto, è ricondotta senza modifiche e sarà disponibile con un pacchetto di accessori particolarmente ricco proposto a tariffe molto interessanti, la recentissima Flair 100 riceve tutte le modifiche peculiarità di Arto, compreso, naturalmente, il nuovo arredamento interno.

Allestita únicamente su Iveco Daily 65C e 70C (con motori Euro5 da 170 e 205 cv), è disponibile in sei varianti: ai conosciuti Flair 710i W, Flair 710i LW, Flair 800i CEBW, Flair 800i EBW, Flair 800i LW si aggiunge infatti il nuovissimo Flair 800i CFBW, ammiraglia di questa serie (912 cm di lunghezza) contraddistinta da living anteriore con dinette a L, tavolo centrale e divanetto contrapposto, cucina centrale opposta all’ingresso, maxi toilette Wellness con doccia di dimensioni domestiche e locale wc separato e, in coda, camera da letto padronale con matrimoniale centrale nautico su garage. In attesa di scoprire questa nuova versione al Caravan Salon di Duesseldorf, ecco il Flair 710iW in versione MY 2013 con interni in ardesia verde.

Fotogallery

Michel

Comments are closed.