September 15, 2019

Elegante così come i veicoli che ospita, lo stand Niesmann+Bischoff propone un saggio della produzione del prestigioso costruttore tedesco, da sempre specializzato nella produzione di veicoli ricreazionali di lusso. Completamente ristilizzati in occasione della stagione 2013, gli Arto e Flair 100 sono proposti in diverse versioni tra cui due Flair 800i (LW, con maxi living anteriore formato da dinette a L e divano contrapposto, servizi centrali e matrimoniale posteriore trasversale, e CEBW, con letti gemelli in coda) e diversi veicoli della serie minore allestita su Fiat Ducato con telaio extraserie AL-KO AMC e doppio pavimento.

Famosi per la scocca autoportante con box antitorsione, i Niesmann+Bischoff MY 2013 vedono l’introduzione del rivestimento del tetto in vetroresina antigrandine e di una completa rivisitazione degli interni non tanto nelle forme, disegnate da Klueber Design, quanto nelle tinte e negli accostamenti cromatici, più scuri e ampiamente personalizzabili grazie alla possibilità di scelta tra un ampio catalogo di tappezzerie (peraltro tutte di alta qualità e componibili grazie alle cuscinerie a più livelli), due possibili rivestimenti per i pensili (laccati chiari o tinta legno) e altrettante scelte per le applicazioni impiallicciate in vera ardesia (verde o antracite) inserita a decoro della MediaTower di ingresso e del mobile lavabo in toilette.

Allo stesso modo, i designer del marchio di Polch hanno migliorato sensibilmente l’illuminazione interna, interamente a led e potenziata nella distribuzione delle sorgenti luminose, e introdotto nuove varianti di piante e disposizioni, con un catalogo che offre oggi una quindicina di proposte con lunghezza tra 6,5 e quasi 9 metri tra cui diverse versioni pensate con un occhio di riguardo al mercato italiano e, in generale, per tutti coloro che desiderano un veicolo di alta gamma ma conducibile con la normale patente B.

Il nuovo Arto 66L rappresenta l’evoluzione del precedente Arto 69L che rimane in produzione su richiesta e con look e interni della nuova generazione 2013.

Rispetto al progenitore, oltre a una lunghezza che rimane contenuta entro la soglia psicologica dei 7 metri (l’Arto 69L è lungo 715 cm), il nuovo arrivato, pensato con un occhio di riguardo per il mercato italiano, ridisegna completamente gli spazi interni, mutuandone l’organizzazione dall’Arto 74L. L’abitacolo, quindi, offre una zona living anteriore con semidinette a L, tavolo centrale e divanetto contrapposto, ingresso, cucina centrale a L con colonna frigo separata e Tec-Tower Dometic con frigo da 165 litri, toilette passante con locale wc/doccia indipendente, porta a doppia battuta e lavabo esterno mentre in coda trova collocazione il tradizionale matrimoniale trasversale su garage.

Disponibile sia su Ducato 35L che 40H, il nuovo Arto 66L offre quattro posti omologati in versione 3500 kg di massa complessiva a pieno carico e guida con patente B.

Altra novità di rilievo è costituita dal nuovissimo Arto 69LE, ideale sostituto del precedente Arto 69E.

Lungo 715 cm e pensato, come il 66L,  con un occhio di riguardo per il mercato italiano, il 69LE offre un abitacolo contraddistinto da living anteriore con semidinette a L, tavolo centrale e divanetto contrapposto, blocco cucina a L con colonna frigo separata, toilette compatta con doccia cilindrica ricavabile grazie alla traslazione del lavabo e, in coda, letti gemelli da 195 1 191×80 cm su garage e su doppio armadio guardaroba, anche in questo caso estraibili tramite pistoni a gas. Da notare, per il mercato italiano, l’omologazione a 3 posti con massa complessiva a pieno carico di 3500 kg e patente B.

Il Salone del Camper 2012 vede l’esordio, sul mercato italiano, dell’Arto 76F. Lungo 769 cm e allestito su Fiat Ducato 40H con telaio extraserie AL-KO AMC con passo di 415 cm, Arto 76F si posiziona, all’interno della gamma omonima, tra i già noti e apprezzati 74 e i più grandi 79 riuscendo a coniugare la maggiore agilità dei primi alla spaziosità interna e comodità delle versioni maggiori.

Pensato per ospitare un equipaggio di quattro persone, offre un living anteriore con semidinette a L, tavolo centrale con piano ampliabile grazie a un elemento affiorante e monogamba traslabile e divanetto contrapposto, ingresso centrale affiancato dalla Media-Tower, la colonna dedicata a ospitare il pannello di comando delle utenze elettriche e tutte le apparecchiature di home-entertainment (tv lcd, decoder e telecomandi) oltre che diversi vani di stivaggio, blocco cucina a L con fornello Spinflo a tre fuochi e maxilavello stampato e inglobato direttamente nel piano antigraffio, colonna con Tech-Tower mentre la coda del veicolo, separabile tramite una robusta porta con sistema di scorrimento assistito offre, sulla destra, la stessa doccia Wellness già apprezzata sui Flair serie 100 mentre sulla sinistra trova spazio il locale toilette, chiuso da una porta a battente.

Due, come detto, i Flair 100 proposti al pubblico parmense: tra questi il grande 800 CEBW, lungo 877 cm e contraddistinto da una vera e propria camera da letto posteriore con letti gemelli su garage, grande toilette passante con doccia wellness, cucina a L e ampio living anteriore panoramico.

Fotogallery

 

Michel

Comments are closed.