August 20, 2019

Giovane marchio del Gruppo Pilote, la sua nascita risale infatti al 1997, Bavaria si è da subito ritagliato un ben preciso ruolo, caratterizzando in modo netto la sua produzione rispetto alla casa madre.La filosofia di questi veicoli si è da subito basata su un design degli interni moderno e minimalista, uscendo coraggiosamente dai canoni un po’ barocchi che per molti anni hanno caratterizzato la produzione europea, ed oggi è più che mai necessario riconoscere il meritato successo della sfida lanciata a suo tempo dai responsabili del marketing e dai progettisti della casa francese. La sua produzione è tra le più complete del mercato, prevede infatti tutte le tipologie costruttive, e risulta suddivisa nelle gamme Fjord Nordic Edition (attualmente al top), le intermedie Fjord e Baltic e l’entry level Arctic. E proprio alla gamma Arctic appartiene il modello I60 LG, nuovissimo modello compatto con matrimoniale trasversale su garage che abbiamo sottoposto a questo CamperOnTest.

La meccanica

Il Bavaria Arctic I60 LG è allestito sulla base meccanica del Fiat Ducato CCS, versione scudata, con telaio ribassato e carreggiata posteriore allargata ed è disponibile sia con motorizzazione 2.3 Multijet Euro 5 da 130 che con quella più performante da 148 cv; dalla primavera di quest’anno queste meccaniche sono disponibili con il cambio automatico Comfort-Matic. Il veicolo, che vanta una lunghezza complessiva di 599 cm, adotta un telaio con passo di 345 cm e presenta uno sbalzo anteriore di 98 cm e uno posteriore di 156 cm (pari al 45.2 % del passo). L’altezza totale è di 285 cm, mentre la larghezza è di 230 cm; all’interno si può godere di un’altezza utile di 198 cm. La distanza dal terreno, misurata al centro dei paraurti, è di 26 cm all’anteriore e di 52 cm al posteriore.

La scocca Il pavimento, che appoggia direttamente al telaio ed è fissato tramite staffe imbullonate, è costituito da un sandwich da 36 mm di spessore composto da multistrato fenolico inferiore, coibentazione in Styrofoam e multistrato interno rivestito da linoleum con effetto parquet a listoni larghi. Il garage, nella zona posteriore, è in posizione ribassata.

La scocca è realizzata con pannelli sandwich e si differenzia nel rivestimento esterno di tetto e pareti. Il primo, dello spessore di 30 mm, è del tipo antigrandine con rivestimento in vetroresina, mentre le pareti sono rivestite in alluminio e presentano anch’esse uno spessore totale di 30 mm. Il rivestimento interno è compensato fenolico rifinito con materiale melaminico e la coibentazione è affidata a lastre di Styrofoam. Come per tutti i veicoli integrali, la zona anteriore che coincide con la cabina di guida adotta uno speciale isolamento termoacustico e antivibrazione denominato Silent Plastic.

L’assemblaggio dei diversi pannelli della scocca è realizzato in maniera accurata, con l’impiego di cantonali in alluminio e speciali mastici poliuretanici in grado di assicurare la necessaria impermeabilità. Le bandelle sottoscocca sono in alluminio da 2 mm di spessore (altezza 25 cm) e sono installate con l’interposizione di una guarnizione, mentre i passaruota sono invece in ABS e risultano fissati con viti nascoste alla vista da opportuni coprivite. Il frontale è realizzato parte in resina poliestere e parte in ABS.

Anche la coda è realizzata a pannelli sandwich e non risente eccessivamente della mancanza della finestra, grazie al generoso spoiler superiore, alla grafica vivace e al paraurti dal taglio semplice incorniciato da due imponenti carterature laterali che ospitano la fanaleria a sviluppo verticale.

L’esterno

Il look esterno non si discosta molto da quello delle gamme superiori, non fosse altro che per la grafica esterna e per la colorazione di paraurti e bandelle, e si rivela piacevole, con rapporti di forma proporzionati nonostante la ridotta lunghezza.

Il profilo delle fiancate è pulito e lineare, con le finestre sfalsate che aiutano a spezzare i volumi, per niente appesantiti dai soli 599 cm di lunghezza totale e la grafica, pur essendo vivace non si rivela chiassosa, e contribuisce all’eleganza generale dell’insieme.

Il frontale in vetroresina è di stampo automobilistico, molto avvolgente e contraddistinto da numerose nervature e dalla bella calandra che forma un tutt’uno con il paraurti predisposto per ospitare i fari fendinebbia. La fanaleria circolare è disposta in modo obliquo e segue idealmente il taglio del cofano e della mascherina, mentre l’intera colorazione bianca è motivo di eleganza ed è appena “disturbata” dai due motivi grafici del cofano.

La coda cieca è caratterizzata dalle massicce cornici che inglobano la fanaleria circolare e vanno a completare un paraurti di taglio semplice e dalla superficie superiore leggermente arcuata.

I diversi elementi sono bene assemblati e presentano una buona precisione negli accoppiamenti, tale da non tradire la natura entry level del veicolo, anche se si nota una certa quantità di mastice a vista. Lo spoiler superiore ha funzioni di rifinitura nella congiunzione con il tetto e ospita il terzo stop. Ai lati è raccordato con specifici angolari alle pareti laterali.

La cabina di guida.

La cabina di guida presenta nel punto di unione tra frontale e pareti laterali una canalina in alluminio e si distingue per il profilo prominente del muso. Il passaruota e la cornice inferiore della porta conducente sono realizzati in un pezzo unico ben raccordato con paraurti e bandella sottoscocca.

La porta, una Euramax da 68×164.5 cm con serratura di sicurezza di tipo automobilistico, dispone di controstampo interno in Abs con tasca portaoggetti e presenta una soglia di ingresso situata a 50 cm dal terreno. La finestratura totale della porta misura 67×59 cm con la parte apribile discendente da 67×47 cm, mentre il vetro fisso triangolare misura 70×47/16 cm.

Gli specchi retrovisori a singola ottica misurano 31.5×15 cm e dispongono di regolazione elettrica.

Sul lato destro la visibilità è garantita da una finestra da 120/89×70 cm della quale una sezione da 46×70 cm risulta apribile a scorrimento. Il parabrezza, che presenta una distanza dal volante di 96 cm, misura 225×89 cm e dispone di due spazzole tergicristallo da 65 e 66 cm di lunghezza.

L’accesso agli organi del motore avviene attraverso un cofano in vetroresina da 185/140×47 cm che , tramite apertura verso l’alto, lascia libero un varco di 138/125×32 cm. L’allestimento non ha comportato lo spostamento di alcuna componente meccanica, comprese le vaschette dei diversi liquidi.

Conducente e passeggero hanno a disposizione due poltrone della Fasp con piastre girevoli, cinture di sicurezza integrate, schienali e braccioli regolabili. La visibilità anteriore è buona e non è eccessivamente penalizzata dai montanti del parabrezza da 26 cm di larghezza totale. L’integrazione tra cabina di guida e cellula abitativa è curata e vede la presenza di un sovra cruscotto in abs morbido sufficientemente preciso nell’accoppiamento con il cruscotto originale Fiat.

Per la coibentazione e la privacy sono presenti i classici oscuranti scorrevoli plissettati e il conducente ha a disposizione il consueto mobiletto laterale, in questo caso con vaschetta in ABS da 67x16x14.5 cm.

La meccanica di base è disponibile con motore da 130 e 148 Cv ed è dotata, di serie, di ABS, climatizzatore, vetri e specchi elettrici. Il passaggio tra cabina e abitacolo è di 172×32 cm: buono per quanto riguarda la larghezza e sufficiente in merito all’altezza, a causa della presenza del letto matrimoniale basculante.

Accessi e aperture di servizio L’accesso alla cellula avviene attraverso una porta Hartal da 193×53.5 corredata di finestra fissa da 88×20 cm con oscurante plissettato. Rivestita internamente con un controstampo in Abs che ingloba alla base un pratico portaoggetti, è dotata di controporta zanzariera (optional), ha la serratura di sicurezza con due punti di chiusura e affida al classico gancio a pressione il sistema di ritenuta. Gli altri sportelli sono Mekuwa a doppia guarnizione.

Per agevolare l’accesso a bordo sono stati previsti uno scalino esterno della Thule da 20×55 cm ad estrazione manuale e uno scalino interno in ABS da 62×25 cm. Il primo è installato a 24.5 cm dal terreno, mentre il secondo, che ha una soglia di ingresso situata a 49 cm dal suolo, ha una alzata di 22.5 cm che intervalla correttamente l’altezza totale del pavimento di 68 cm.

Nel vano della porta sono presenti la consueta maniglia di cortesia e una bocchetta del riscaldamento.

Il vano portabombole è situato alla destra della porta di ingresso, e occupa la parte inferiore del mobiletto posto in corrispondenza della poltrona del passeggero. Chiuso da uno sportello Mekuwa da 58×63 cm, misura 68x29x74 cm ed è predisposto per accogliere due bombole da 10 Kg. In posizione ribassata e con fondo in lamiera zincata traforata per la necessaria aerazione dispone degli appositi ganci di fissaggio.

Situato in posizione ribassata, dispone di un telaio di rinforzo in acciaio zincato, rivestito internamente da una carteratura in ABS. Sul fondo sono presenti tre fori di aerazione da 8 cm di diametro e dispone dei consueti ganci con cinghie per il fissaggio delle bombole. Un regolatore di pressione Truma MonoControl CS con sensore d’urto consente l’utilizzo del riscaldamento anche durante la marcia.

Procedendo verso la coda incontriamo le griglie di aerazione del frigorifero, la presa di corrente a 220 Volt e il garage, di forma piuttosto irregolare, ma in grado di ospitare con i dovuti accorgimenti un piccolo scooter o un paio di biciclette. Lo sportello destro, il più grande, misura 69×103 cm, con una soglia di 58 cm, mentre il destro ha una larghezza di 47 cm e un’altezza di 80. Entrambi sono dotati di doppia serratura di sicurezza.

Il vano dispone di plafoniera di illuminazione e bocchetta di riscaldamento e sul lato destro, dove presenta la maggiore larghezza, è stata ricavata una nicchia che ospita la stufa Combi 4. Inoltre, è presente un vano a giorno da 26x50x59 cm. Il fondo è realizzato in vetroresina trattata antiscivolo e misura 214×73/39×115 cm, ma la larghezza massima utile è di 92/74 con una altezza di 92 cm. Privo di fori di scolo, dispone di 4 ganci di fissaggio in plastica e di un cassetto portaoggetti da 41/37x14x24 cm.

Sulla fiancata sinistra, adiacente al garage e chiuso da uno sportello da 34×68 cm, è alloggiato un ulteriore gavone da 51/43x66x78 cm.

A centro veicolo si trova il vano che contiene la cassetta estraibile del WC Thetford C250 e il bocchettone per il rifornimento di acqua potabile, mentre quello del serbatoio del carburante è situato nella parte anteriore della fiancata, ridosso della porta del conducente. Le finestre Polyplastic sono in totale 3, due sulla fiancata sinistra e una sulla destra, e in numero uguale sono anche le aperture a tetto, servite da oblò Remis.

Impiantistica

La scorta idrica è affidata ad un serbatoio da 130 litri in polipropilene alloggiato nella cassapanca della dinette ed è interamente nascosto da un coperchio in legno (che funge da base per la cuscineria) e accessibile attraverso un foro da 18 cm di diametro ricavato in corrispondenza del tappo di ispezione. La pompa Shurflo Trail King da 7 litri al minuto è posizionata all’interno della cassapanca e risulta accessibile solo asportando il coperchio in legno fissato in sede con viti.

L’erogazione dell’acqua avviene attraverso miscelatori monocomando in metallo cromato serviti da tubature retinate di diverso colore (per acqua fredda e calda) con giunti a fascette, mentre lo scarico si affida a pilette inox da 35 mm di diametro e a sifoni ispezionabili.

Il serbatoio di recupero da 85 litri è posizionato sotto al pianale, sul lato destro del veicolo in corrispondenza del living, ed è coibentato e riscaldato, ad esclusione, però, della valvola di scarico.

Il WC è un Thetford C250 con tazza girevole e la cassetta estraibile da 18 litri, come visto in precedenza, è alloggiata nell’apposito gavone ricavato sulla fiancata sinistra.

La batteria al piombo da 105 Ah è marchiata Pilote ed è installata in un apposito contenitore plastico con coperchio nella cassapanca della panchetta laterale.

Stessa sistemazione per il caricabatterie Schaudt EBL 271 da 18 Ampère con pannello portafusibili integrato.

Il pannello di comando Schaudt LT 431, che integra anche il comando della stufa Combi e la sonda termostatica, è semplice sia nelle funzioni che nell’utilizzo, ed è situato superiormente alla porta di ingresso. Dispone di una serie di spie a Led che permettono di visualizzare la tensione delle batterie del motore e dei servizi, nonché il livello in percentuale dei serbatoi dell’acqua potabile e di recupero. Appositi pulsanti permettono inoltre la gestione delle diverse utenze. Piuttosto scarsa la presenza di prese di corrente, solo una a 12 Volt nel mobile predisposto ad accogliere la TV e una a 220 Volt sul blocco cucina, mentre l’illuminazione è interamente affidata a lampade alogene, ad esclusione di una lampada fluorescente a servizio della cucina, e vede la presenza di 4 spot nella base del basculante e di un faretto sotto al pensile del living, due spot nel locale toilette e due faretti orientabile a servizio del matrimoniale posteriore.

Il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria sono affidati ad una Truma Combi 4, alimentata a gas, in grado di sviluppare una potenza di 4 kW. Alloggiata nel garage in un apposito vano, serve ben 6 bocchette nell’abitacolo e una in garage. Presente, come di norma, la valvola FrostControl che provvede allo scarico dell’acqua in presenza di basse temperature. Come visto in precedenza il comando di accensione e regolazione è integrato nel pannello di comando nel vano della porta. Nel blocco cucina, all’interno del cassetto per le posate, sono posizionati i 4 sezionatori dell’impianto del gas, 3 per fornello, stufa e frigorifero e 1 predisposto per un eventuale forno.

Sotto al matrimoniale posteriore, all’interno dell’armadio, è stata ricavata una botola tecnica che consente di accedere a parte dell’impiantistica.

Mobili e tappezzerie

I mobili dell’Arctic I60 LG seguono il design inaugurato anni fa da Bavaria e hanno un taglio estremamente lineare, in perfetto stile minimalista. I legni impiegati sono il classico multistrato nobilitato da 12 mm di spessore e i laminati antigraffio da 25 mm per i piani di tavolo e cucina. Unico appunto il rivestimento melaminico del nobilitato, di aspetto troppo “artificiale”.

Com’è consuetudine per Bavaria sono state abbinate due diverse tonalità in contrasto tra di loro e, infatti, la porta della toilette è di colore più chiaro, così come la fascia inferiore delle antine dei pensili, a loro volta impreziosite da una modanatura metallica. I componenti meccanici utilizzati sono di buona qualità, a cominciare dalle cerniere inox DGN, dalle maniglie in metallo e dai sistemi di chiusura convenzionali in plastica. I pensili dispongono di feritoie di aerazione anticondensa e i ripiani interni, dove previsti, dispongono di bordi anticaduta.

Le cuscinerie con imbottitura in gommapiuma presentano uno spessore di 14 cm e il rivestimento in ecopelle e microfibra simile all’alcantara, è disponibile in numerose varianti di colore. Il basculante e il matrimoniale fisso dispongono di rette a doghe e di materassi da 10 e 13 cm di spessore.

Il soggiorno

Il living data la compattezza del veicolo non è certo tra i più ampi e risulta composto da una sorta di dinette angolare con panchetta laterale. Grazie ai sedili girevoli della cabina di guida è in grado comunque di accogliere comodamente 4-5 persone intorno al tavolo. La dinette misura 92×50 cm, la porzione frontemarcia, e 39×41 quella longitudinale. Le sedute sono situate a 53 cm dal pavimento. La panchetta laterale presenta una seduta da 44×42 cm.Per il viaggio i due posti frontemarcia si ottengono trasformando in modo semplice e veloce il divanetto longitudinale, ribaltando il supporto del cuscino.

In tal modo viene liberato lo spazio necessario ad ospitare le gambe dei passeggeri.

Il tavolo centrale, con piano in laminato lucido antigraffio da 25 mm situato a 75 cm dal pavimento, è traslabile in ogni direzione ma non ampliabile e misura 98.5×63.5 cm. La luminosità è assicurata, oltre che dalla finestratura della cabina di guida, dalla finestra Polyplastic da 64×47 cm e dall’oblò Remis da 65×45 cm. Il mobile per la TV dispone di serrandina scorrevole in alluminio anodizzato e misura 79×18.5×47 cm; al suo interno sono presenti una slitta scorrevole della Project 2000 e una presa di corrente a 12 Volt.

Per lo stivaggio non si hanno cassapanche a disposizione, visto che quella della dinette ospita il serbatoio dell’acqua e quella della panchetta laterale è quasi interamente occupata dalla batterie e dal caribatterie, pertanto occorre affidarsi all’unico pensile da 45×33/25×39 cm. Servito da un’anta da 45×36.6 cm, dispone al suo interno di ripiano con bordo anticaduta.

I servizi

Il blocco cucina si sviluppa linearmente a fianco della porta di ingresso misura 98×59/54 cm, con il piano di lavoro, che lascia una superficie libera di appoggio da 98×10.5/7 cm, situato a 98 cm dal pavimento. La cappa non è presente e l’aerazione è affidata ad una finestra da 75×36 cm, mentre l’illuminazione artificiale può contare su una plafoniera a luce fluorescente.

Il fornello in acciaio inox da 52×45 cm è corredato di tre fuochi da 6 cm di diametro disposti tra di loro ad una distanza misurata dal centro di 20, 24, 24 cm, mentre il lavello misura invece di 36x27x14 cm ed è servito da un miscelatore monocomando in metallo cromato e da una piletta in acciaio inox da 35 mm di diametro. Entrambi dispongono di coperchio a filo in cristallo temperato.

Lo stivaggio nella base può contare sul consueto cassetto della posate (45×33.5×7 cm) e su un vano chiuso da un’anta da 38.5×48 cm. L’interno è suddiviso da una mensola con bordo anticaduta e il vano inferiore misura 40x44x28 e quello superiore 40x32x21 cm.

Nella parte alta sono presenti due pensili chiusi da antina di 47×36.5 cm. Entrambi misurano all’interno 47×40/31×39 cm e quello di destra dispone di mensola con bordo anticaduta.

Il frigorifero, un Thetford N3144 da 105 litri è ospitato nella base della cucina, a fianco del cassetto e del vano con anta.

Il vano toilette, situato alle spalle della dinette e accessibile attraverso una porta a battente da 48×185 cm, misura 99×84/45 e presenta uno scalino di 12 cm.

Privo di finestra, dispone di WC con tazza girevole Thetford C250 e di lavabo in ABS di forma vagamente ellittica. Quest’ultimo misura 34x28x14 cm ed è situato a 85 cm dal pavimento.

Dispone di due specchi, uno da 32×62 cm che sovrasta il WC e l’altro da 32×60 cm che funge da antina per il pensile, il cui interno misura 30×22/7×58 cm. La base, invece, dispone di una antina da 37×53 cm e misura all’interno 35.5×23/12×51 cm. Il box doccia misura 70/28×83 cm e dispone di un sistema di antine in metacrilato a libro che lasciano un varco di accesso da 72 cm di larghezza. È interamente rivestito in ABS e a tetto è presente un oblò Remis da 35×35 cm. Il piatto doccia dispone di piletta da 30 mm di diametro e di colonna con asta di sostegno per la doccia a telefono.

Zone letto e armadi

Il matrimoniale basculante, accessibile con l’ausilio della consueta scaletta a pioli in alluminio, ha una lunghezza di 184 cm e una larghezza di 130 ed è dotato di rete di protezione, ma non di tenda perimetrale.

Dotato di rete a doghe e di materasso in gommapiuma da 10 cm di spessore, è a movimentazione manuale e da abbassato (occorre preventivamente reclinare gli schienali dei sedili della cabina di guida) si posiziona ad una altezza di 126 cm dal pavimento con un cielo utile di 75 cm. Non dispone di oblò, anche se è possibile fruire di quello presente sul living, e nella parte anteriore è presente un piccolo portaoggetti da 160x8x6 cm; l’illuminazione artificiale è affidata a due spot a soffitto. Consueta scaletta in alluminio anche per accedere al matrimoniale in coda, il cui materasso in gommapiuma da 212×140/26 cm (spessore 13 cm) appoggia su rete a doghe e si trova 113 cm dal pavimento con un cielo utile di 91 cm. L’aerazione è garantita da un oblò Remis da 35×35 cm e da una finestra sulla fiancata sinistra da 75×35 cm. L’illuminazione è affidata a due faretti orientabili installati inferiormente ai due vani a giorno (27×22.5×34 cm) presenti ai lati dei pensili.

La coda del veicolo è interamente occupata da tre pensili serviti da antine da 55×36.5 cm. L’interno misura 55.5x33x24.5×39 cm e quelli laterali dispongono di mensola con bordo anticaduta situate ad una altezza di 17 cm.

L’armadio è alloggiato sotto al matrimoniale trasversale e dispone di anta da 46.5×88 cm, mentre all’interno misura 47x69x85 cm. Sul lato destro sono presenti due mensole con bordo che lasciano liberi tre vani da 69×19 cm. L’altezza è rispettivamente di 22 cm per i vani inferiore e intermedio e di 34 cm per quello superiore. Tra il matrimoniale posteriore e la toilette sono presenti due ulteriori vani a giorno che presentano una apertura da 23×28 cm. Internamente misurano entrambi 32×15 cm, ma si differenziano nell’altezza, che è di 42 cm per l’inferiore e di 48 cm per quello superiore. Dislocazione impianti

Dati tecnici

Bavaria Arctic I60 LG
Dimensioni e posti
Tipologia Motorhome
Dimensioni 599x230x285 cm
Posti omologati 4
Posti letto 4
Posti frontemarcia con cintura di sicurezza 4
Autotelaio
Meccanica Fiat Ducato 35L a carreggiata posteriore allargata e telaio ribassato (CCS)
Passo 345 cm
Sbalzo anteriore 98 cm
Sbalzo posteriore 156 cm
Motorizzazione base 2.3 Multijet – 130 cv Euro 5
Motorizzazione opzionale 2.3 Multijet – 148 cv Euro 5
Trazione anteriore
Accessori di serie ABS, climatizzatore, specchi retrovisori elettrici, poltrone cabina girevoli e con braccioli
Massa complessiva a pieno carico kg 3500
Massa dichiarata in ordine di marcia kg 2995
Portata utile kg 505
Scocca
Carrozzeria Scocca a pannelli sandwich con rivestimento pareti in alluminio e tetto in vetroresina, coibentazione in styrofoam e rivestimento interno in multistrato e PVC. Pavimento sandwich con rivestimento esterno e interno in multistrato, piano di calpestio in linoleum, frontale stampato in vetroresina, bandelle in alluminio.
Spessori pavimento/pareti/tetto mm 36/30/30
Garage Garage posteriore da 214x92x74x92 cm (con scasso inferiore da 73/39×115 cm) servito da due portelli asimmetrici da 69×103 cm (destro) e 47×80 cm (sinistro). Soglia di accesso a 58 cm dal suolo, portata kg 150. Fondo in vetroresina, 4 ganci per fissaggio carico, 1 plafoniera di illuminazione, 1 bocchetta di riscaldamento dedicata.
Porte e finestre Porta cellula Hartal, finestra fissa integrata da 20×88 cm, controstampo interno in abs con vani portaoggetti, serratura di sicurezza a doppio aggancio, zanzariera scorrevole plissettata (optional), un gradino esterno ad apertura manuale e uno interno, maniglia di cortesia e luce esterna. Tre finestre Polyplastic apribili a compasso, un oblò Remis da 65×45 cm, due da 35×35 cm.
Impiantistica
Gas Vano esterno per due bombole da 13 kg con fondo in ABS rinforzato da un telaio in acciaio zincato, ganci fermabombole, regolatore di pressione con interruttore MonoControl CS. Aerazione a pavimento, tre rubinetti sezionatori (+ uno per eventuale forno) nel blocco cucina.
Riscaldamento e boiler Truma Combi 4 da 4kW di potenza, canalizzazione aria tramite 7 bocchette.
Elettricità Batteria supplementare da 105 Ah, caricabatterie Schaudt, pannello di comando Schaudt LT431 a Led. Illuminazione interna alogena, 2 prese a 12V, 1 a 220V.
Acqua Serbatoio acqua potabile litri 130 alloggiato nella cassapanca frontemarcia, pompa Shurflo Trail King 7 da 7 litri/min. Tubi retinati di diverso colore a seconda del contenuto, giunti a fascetta. Rubinetti monocomando in metallo cromato, pilette di scarico da 35 mm con sifone ispezionabile, serbatoio di recupero esterno da 85 litri coibentato e riscaldato. Wc Thetford C250 con tazza girevole.
Prezzi e accessori
Prezzo base 57.100 Euro con motorizzazione 2.3 litri.
Prezzo esemplare provato Comprensivo di: porta cellula Luxe (Euro 899) Totale veicolo CamperOnTest Euro 57.999.
Il nostro giudizio
Costruzione
Meccanica di base Fiat Ducato 35L, passo 345 cm.
Sicurezza Di serie ha solo l’ABS.
Volumetria e masse Passo adeguato alla lunghezza del veicolo, altezza e sbalzo posteriori contenuti. Peso in ordine di marcia non proprio contenuto in relazione alle dimensioni, portata utile comunque adeguata ai posti omologati.
Scocca e materiali Pannelli sandwich con coibentazione in styrofoam. Rivestimento esterno di tetto e frontale in vetroresina, pareti in alluminio.
Assemblaggio e rifiniture Vetroresina ben lavorata, accoppiamento tra le parti tutto sommato curato, qualche sigillature a vista.
Componentistica Porta cellula Hartal con controporta zanzariera (optional), porta cabina Euramax, finestre Polyplastic, oblò a tetto Remis, sportelli Mekuwa a doppia guarnizioni.
Impianto idrico Serbatoio acqua potabile interno, pompa Shurflo 7 litri/min, rubinetti monocomando, pilette inox, scarichi sifonati, serbatoio recupero coibentato di serie. Buona capacità del serbatoio dell’acqua potabile, non certo esuberante quello di recupero.
Impianto elettrico Batteria supplementare da 105 Ah, batteria e caricabatterie facilmente raggiungibili. Illuminazione interna con lampade alogene, poche prese di corrente.
Gas Vano gas esterno per due bombole da 13 kg. Fondo in ABS con telaio zincato, ganci fermabombola. Regolatore con interruttore inerziale MonoControl CS.
Riscaldamento Truma Combi 4 sistemata nel garage. Impianto bilanciato con un buon numero di bocchette però troppo concentrate nella zona centrale del veicolo.
Mobilio e arredamento Mobili tutto sommato di buona fattura, unico appunto al melaminico di rivestimento di aspetto poco naturale, qualità degli assemblaggi sufficientemente corretta. Ripiani interni con bordo anticaduta, sistemi di aerazione dei pensili.
Cuscini, materassi e tappezzeria Materassi in gommapiuma, adeguato lo spessore del letto fisso, appena sufficiente quello del basculante, reti a doghe, cuscinerie comode ed ergonomiche, tappezzerie di qualità.
In viaggio
Facilità di guida Veicolo di dimensioni compatte, buona visibilità anteriore. Specchi retrovisori ben dimensionati, montanti anteriori di medio ingombro.
Comodità dei posti a sedere Sedute living comode ed ergonomiche. Quattro posti frontemarcia con cinture di sicurezza a 3 punti.
Panoramicità Ottima sia per chi viaggia in cabina guida, buona per chi viaggia dietro a causa della sola finestra sul lato sinistro.
Climatizzazione Clima cabina di serie. Il riscaldamento è utilizzabile in marcia, grazie all’interrutore inerziale di serie.
In sosta
Living Comodo e ben sfruttabile anche da 4-5 persone. Tavolo traslabile ma non ampliabile, cuscinerie confortevoli.
Letti Adeguata la qualità dei materassi, ma appena sufficiente lo spessore di quello che equipaggia il basculante. Non abbondanti nelle dimensioni, soprattutto per ciò che concerne il basculante, inoltre, il matrimoniale fisso presenta una pronunciata rastrematura; buona l’accessibilità.
In cucina Compatta, fornello a tre fuochi con accensione piezoelettrica, lavello inox, piano di lavoro sufficiente, stivaggio adeguato, non certo abbondante. Frigorifero Thetford da 105 litri.
Toilette Compatta, si rivela comunque funzionale. Lavabo e wc comodi, stivaggio abbastanza limitato. Peccato per la mancanza della finestra, con l’aerazione affidata al solo oblò.
Doccia Dimensioni piuttosto contenute, allestimento con colonna predisposta per il supporto della doccia a telefono, rivestimento in ABS e una piletta di scarico.
Disimpegni e circolazione nell’abitacolo Gli spazi non sono certo abbondanti, ma adeguati alle dimensioni del veicolo. Il corridoio si restringe nella zona posteriore. Living e letti facilmente accessibili.
Capacità di stivaggio Sufficiente: 6 pensili a soffitto per la maggior parte dotati di mensole interne, alcuni vani a giorno.
Gavoni e garage Sufficientemente capiente, ma con pianta non regolare, con i dovuti accorgimenti può contenere un piccolo scooter o un paio di biciclette. Dispone di illuminazione, ganci per il fissaggio del carico e riscaldamento. Inoltre è presente un secondo gavone esterno.
Gestione del veicolo
Capacità di carico e portata utile Il veicolo in ordine di marcia pesa 2995 Kg, un valore non proprio contenuto viste le dimensioni del veicolo. In ogni caso la portata utile di 505 Kg si rivela adeguata al numero di posti omologati.
Autonomia Capacità nella media, anche se è un po’ limitata quella del serbatoio di recupero. La presenza di illuminazione alogena impone una certa oculatezza nei consumi.
Facilità di manutenzione Accessibilità organi meccanici nella media della tipologia. Stufa, batteria e caricabatteria sono facilmente accessibili, mentre la pompa dell’acqua è un po’ scomoda da raggiungere.
Rapporto prezzo/prestazioni Veicolo tutto sommato ben costruito e in ogni caso occorre tenere conto della categoria entry level. È sicuramente indicato alla coppia, anche se può ospitare 4 persone, e in questo caso offre adeguato comfort. Nel complesso il prezzo è allineato alla qualità e alle caratteristiche del veicolo.

Legenda

Inadeguato
Da migliorare
Adeguato alla classe di costo
Buono, assicura fruibilità e soddisfazione agli utilizzatori
Eccellente, difficile trovare di meglio

Ci ha particolarmente convinto…

Il Bavaria Arctic I60 LG è uno dei quattro modelli (due integrali e due profilati) che compongono la gamma dei veicoli compatti di lunghezza contenuta entro i sei metri di lunghezza. Grazie al passo di 345 cm e allo sbalzo di 156 cm, ma anche alla larghezza di 230 cm, le doti stradali sono buone e contraddistinte da maneggevolezza e facilità di manovra. La visibilità anteriore è ottima e lo sarebbe anche quella laterale, comunque buona, se la fiancata destra disponesse di finestra alle spalle della panchetta del living. Vi sopperisce in parte la finestra integrata nella porta, anche se nelle svolte a destra si soffre di un angolo cieco nella visuale.

La scocca con rivestimento esterno in alluminio (in vetroresina il tetto e il frontale) adotta quale isolante termoacustico lo Styrofoam e i vari elementi che la compongono, compreso le diverse carterature e le bandelle sottoscocca in alluminio, sono assemblati con sufficiente cura, senza troppo mastice a vista. La cabina, inoltre, adotta la tecnologia Silent Plastic, un particolare materiale brevettato dal Gruppo Pilote con funzione di isolamento acustico, termico e antivibrazione.

La serie Arctic rappresenta la gamma di accesso alla produzione Bavaria, ma il look esterno, se si eccettuano le differenze con la serie Nordic Edition (top di gamma) e con il taglio della parete posteriore e con la grafica, che riporta il family name, non si differenzia molto dai veicoli di classe superiore e solo un occhio attento arriva a riscontrare le differenze. Spesso i veicoli contenuti entro i sei metri presentano rapporti di forma non sempre corretti, ma nel caso dell’Artic I60 LG si può parlare di proporzione tra i volumi appropriata, con un risultato estetico apprezzabile.

L’interno segue lo stile minimalista inaugurato anni fa con la serie Fjord e, seppure qualche tradisca tradisca la fascia di appartenenza, e offre una ambientazione moderna, pratica nell’utilizzo e senza inutili orpelli. È ovvio che in sei metri di lunghezza non si può pretendere gli spazi dei maxi motorhome, ma comunque gli spazi a bordo sono sfruttati con intelligenza e sono in grado di offrire adeguato comfort alla coppia.

Il living si rivela adatto ad accogliere l’equipaggio al completo, stringendosi un po’ anche cinque persone, e offre il meglio di sé quando ad utilizzarlo sia una coppia, magari con un figlio. Il matrimoniale posteriore è ampio e confortevole, con un materasso di buon spessore su rete a doghe, e la consueta rastrematura presente dal lato dei piedi non pregiudica la sua fruibilità. Il fatto di avere la testiera sul lato dove è alloggiata la cucina gli consente di non risentire di quel effetto di “soffocamento” che a volte distingue il matrimoniale trasversale.

La toilette, seppure compatta, si rivela fruibile e anche in questo i progettisti hanno sfruttato al meglio gli spazi, esercizio non sempre di facile risoluzione. Anche la doccia, con l’ovvia eccezione delle persone di corporatura piuttosto robusta, si rivela sufficientemente agibile.

Lo stivaggio può contare su un garage di certo non enorme, ma sufficiente ad ospitare un piccolo scooter o un paio di biciclette, e grazie al secondo gavone esterno e ad un discreto numero di pensili interni e di vani a giorno offre un volume tutto sommato soddisfacente.

Una nota di merito va alla presenza del climatizzatore di serie e del regolatore MonoControl CS che consente di utilizzare il riscaldamento in viaggio. Ottimo il numero di bocchette, anche se un po’ troppo concentrate nella zona centrale. La potenza della stufa Combi 4 (4.000 Watt), inoltre si rivela più che adeguata alla taglia del veicolo e unita alle doti di coibentazione offerte dallo Styrofoam fa dell’Arctic I60 LG un veicolo adatto ad essere impiegato anche in climi freddi. Anche l’impiantistica va in questa direzione e la coibentazione del serbatoio di scarico ne è una testimonianza.

Riteniamo migliorabile…

La toilette è priva di finestra e affida al solo oblò la sua aerazione. È una soluzione molto diffusa sulla quale ci permettiamo, però, di dissentire, visto che si tratta di un ambiente piccolo e che per sua natura richiede un efficace ricambio di aria.

L’illuminazione è interamente affidata a lampade alogene, ormai superate e non più adatte ad un veicolo moderno, pertanto impongono una certa oculatezza nell’utilizzo, perché i consumi non sono certo contenuti. Sarebbe auspicabile il ricorso alle più moderne, e parche nei consumi, lampade a Led. Inoltre, sarebbe preferibile un maggior numero di prese di corrente.

Una più attenta sistemazione della batteria e del relativo caricabatterie, ad esempio nel vano garage, consentirebbe di avere la cassapanca della panchetta del living a disposizione per lo stivaggio, e su un veicolo di soli sei metri sarebbe un apprezzabile valore aggiunto.

Se il matrimoniale fisso si rivela adeguato sia in merito alle dimensioni sia alla consistenza del materasso, non altrettanto si può dire del letto basculante, le cui dimensioni non si possono certo definire abbondanti al pari dello spessore, un po’ troppo contenuto.

Il garage si meriterebbe qualche centimetro in più in larghezza, anche se ciò andrebbe a discapito dello spazio a bordo, peraltro ottimamente sfruttato.

In conclusione

L’aspetto esterno dell’Arctic i60 LG segue quello delle altre gamme di motorhome del marchio e, nonostante le linee piuttosto classiche, si rivela piacevole, con rapporti di forma corretti e proporzionati. Il risultato è ancora più apprezzabile per un veicolo compatto, dove è molto difficile conciliare la limitata lunghezza con l’altezza e la larghezza, purtroppo vincolate da regole ben precise. Anche la coda non risente troppo della mancanza di finestre, anche se risulta priva delle cornici perimetrali di cui possono godere le gamme superiori.

Il veicolo è semplice nella gestione e presenta buone doti stradali, con maneggevolezza e facilità di manovra in primo piano. La visibilità è ottima e risente solo in piccola parte della mancanza di finestra a destra, nella zona del living. Quest’ultimo si rivela confortevole per quattro, cinque persone e questo a dispetto delle sua limitate dimensioni.

Il matrimoniale fisso è ampio e confortevole, nonostante la rastrematura dal lato dei piedi, mentre il basculante anteriore presenta dimensioni non abbondanti e il suo materasso ha uno spessore appena sufficiente.

Toilette e blocco cucina hanno dimensioni allineate alla taglia del veicolo e non si possono certo definire generose, eppure con i dovuti distinguo, limitata capacita di stivaggio per il blocco cucina e doccia appena sufficiente nelle dimensioni, si rivelano abbastanza fruibili.

La scocca presenta buone doti di isolamento termoacustico, grazie allo Styrofoam, e unita alla adeguata potenza del riscaldamento e alla coibentazione del serbatoio di recupero fa dell’Artic I60 LG un veicolo adatto ad affrontare in tutta scioltezza temperature rigide.

Per contro l’impianto di illuminazione a lampade alogene non brilla certo per modernità e consumi limitati. Il ricorso a lampade a Led sarebbe oltremodo auspicabile e non inciderebbe più di tanto sul prezzo finale.

In merito al prezzo, infine, i 57.000 Euro del veicolo base, con motorizzazione 2.3 litri da 130 CV, si rivela adatto alla qualità generale del veicolo, che risente dell’esperienza della case madre nel segmento dei veicoli di gamma superiore. L’Arctic I60 LG è omologato per quattro persone e queste possono trovare la giusta sistemazione a bordo, ma è alla coppia che si rivolge principalmente il veicolo e in questo il comfort può sicuramente essere considerato buono.

Riferimenti e contatti del costruttore

Bavaria camping-cars – 44310 La Limouzinière – France – Tel. + 33 02 40 32 16 00 – www.bavaria-camping-car.com

Fotogallery

Si ringrazia per la collaborazione la concessionaria Trecentosessanta S.r.l.
Via Morandi 22 – 21047 Saronno (VA) – Tel. 02 96111516 – Fax 02 96705834 – E-mail: info@trecentosessantasrl.it
www.360nautycamper.it

Gianfranco

Comments are closed.