April 24, 2019

A ciascuno il veicolo più adatto a soddisfarne le esigenze: una frase semplice, ma capace di sintetizzare, in poche parole, la mission di ogni costruttore generalista, specie di chi, come Challenger, rappresenta da anni uno dei principali attori del mercato. Marchio cardine del gruppo Trigano VDL, la factory di Tournon sur Rhone si avvia a celebrare il proprio trentesimo compleanno vantando una tra le offerte più complete del mercato e pattugliando le fasce di accesso e media grazie a un catalogo di proposte ampio, ricco e ben diversificato e capace di coprire tutte le tipologie costruttive, dal mansardato al motorhome senza dimenticare i profilati e i van. Un’offerta completa che guarda tanto alla coppia quanto alla famiglia numerosa senza mai dimenticare un convincente rapporto tra qualità e prezzo e una discreta dose di originalità nello sviluppo delle disposizioni interne e delle soluzioni di arredo: doti, queste, particolarmente evidenti in alcuni prodotti (vedi la gamma di profilati Prium), ma in ogni caso facilmente riscontrabili in ogni veicolo del catalogo 2013, compresi i furgonati Vany. Sviluppati sulla base del Fiat Ducato, sono pensati principalmente per l’utilizzo da parte di una coppia alla ricerca di un veicolo agile, compatto, facile da guidare e dai costi di acquisto e di gestione particolarmente ridotti senza dimenticare, naturalmente, un buon comfort interno. Grande novità dell’attuale stagione commerciale è rappresentata dal nuovo Vany 08, modello maggiore della gamma che, grazie alla lunghezza di 636 cm e all’adozione di una vera e propria camera da letto posteriore con matrimoniale longitudinale intende rappresentare l’anello di congiunzione tra il classico profilato alla francese e il van. Disponibile sia nella essenziale versione Active che nella più completa ed elegante Prestige, è ampiamente personalizzabile nello stile esterno e nelle dotazioni.

La meccanica

Il Vany 08 è allestito sul Fiat Ducato 35 L furgonato con tetto alto,  passo da 403,5  e sbalzo posteriore lungo: questa meccanica, capace di una massa complessiva a pieno carico di 3500 kg, è abbinabile a tre diversi propulsori: base dell’offerta è rappresentata dal collaudato 2.3 Multijet da 130 cv.

Dotato di una coppia di 320 NM, è la motorizzazione che equipaggia il veicolo oggetto di questo CamperOnTest. Chi desidera maggiori prestazioni potrà invece richiedere il recente 2.3 Multijet 148 cv che, grazie alla presenza della turbina a geometria variabile offre una coppia di 350 NM, mentre al vertice dell’offerta si posiziona il potente 3.0 Multijet Power da 177 cv e 400 NM di coppia: tutte le motorizzazioni sono abbinate, di serie, a un cambio a sei rapporti più RM mentre in opzione è possibile richiedere il cambio automatizzato Comfort-Matic.

Trattandosi di un furgone attrezzato, il Vany 08 sfrutta la scocca in lamiera d’acciaio originale della base meccanica con passo da 403,5 cm: la lunghezza complessiva, 636 cm, è ripartita tra uno sbalzo anteriore di 94.8 cm e uno posteriore di 137,7 cm (pari al 34,1% del passo). L’altezza massima del veicolo è contenuta in 265 cm: di questi 188 sono disponibili all’interno. La larghezza complessiva, invece, è di 205 cm.

Anteriormente, il Vany presenta un’altezza da terra misurata al centro del paraurti, di 25 cm; 37 sono, invece, i centimetri che separano da terra il paraurti posteriore.

La scocca

La carrozzeria esterna sfrutta i lamierati originali della meccanica di base: pavimento inferiore, pareti laterali e soffitto sono quindi in lamiera d’acciaio.

La coibentazione interna avviene in più fasi: il pavimento, infatti, è costituito da un sandwich di multistrato fenolico e polistirolo ad alta densità da 26 mm di spessore posato sul pianale del furgone in modo da creare una camera d’aria inferiore. Il tutto, poi, è rifinito, nella parte superiore, con un elegante linoleum. Le pareti e il tetto, invece, sfruttano da quest’anno la nuova tecnologia Challenger VPS – Van Protection System: l’intera scocca (pareti laterali, montanti, tetto, porte posteriori e porta scorrevole laterale) è infatti rivestita tramite una performante guaina autoadesiva a base di fibra di poliestere rivestita, sul lato interno, da una lamina di alluminio.

L’applicazione, come detto, copre tutti i lamierati originali in modo da limitare al massimo le possibili dispersioni di calore, e vede spessori tra 10 e 20 mm a seconda della componente da coibentare, mentre il rivestimento interno delle pareti e delle porte è rifinito applicando appositi stampi preformati in abs beige da 3 mm di spessore.

Il tetto, invece, abbina la nuova guaina autoadesiva a un multistrato fenolico per un totale di 11 mm con rivestimento inferiore plastificato.

Provata in camera climatica secondo la normativa EN 1646-1, la nuova coibentazione VPS ha fornito risultati molto incoraggianti sia per ciò che concerne la capacità di isolamento termico (riducendo del 50% il tempo di riscaldamento del veicolo rispetto alla precedente coibentazione in polistirolo e offrendo il 65% in più di uniformità nella distribuzione del calore all’interno dell’abitacolo), sia per ciò che concerne quello acustico, con la percezione del rumore esterno calata dal 30% della zona anteriore al 37% di quella posteriore. La nuova scocca VPS, inoltre, beneficia di una garanzia di 6 anni contro le infiltrazioni di acqua.

L’esterno

Un furgone attrezzato sfrutta, logicamente, le forme e gli spazi offerti dalla meccanica di base: il Ducato, in questo senso, assolve molto bene al proprio compito, presentandosi come una monovolume un po’ cresciuta, specie in lunghezza grazie all’adozione della versione extralunga del telaio torinese.

Disponibile in cinque differenti tonalità esterne (oltre al tradizionale bianco sono infatti proposte le tinte metallizzate Champagne, Blu Lago, Iron Grey e Grigio Chiaro, quest’ultima presente sull’esemplare oggetto di questo CamperOnTest) e dotato, nella più ricca versione Prestige, di paraurti anteriore in tinta, il Vany 08 appare ugualmente ben proporzionato e con un leggero tocco di sportività dato dalle minigonne laterali in abs (da 3 mm di spessore e 10 di sviluppo verticale) e dai cerchi in lega (opzionali).

La grafica, piuttosto discreta, si affida a una fascia superiore scura, deputata a inglobare la finestratura (peraltro con lastra brunita per un maggiore look automotive) e a spezzare i volumi, mentre non mancano i richiami alle tinte classiche di Challenger, con tre baffi rosso/viola presenti sempre su ciascuna fiancata e affiancati, sulle porte cabina, dal naming identificativo del modello.

Non mancano, anteriormente e posteriormente, i loghi Challenger.

Trattandosi di un van, il Vany sfrutta, come logico, le aperture di servizio originali della meccanica di base Fiat, affiancando a queste sei finestre Plastoform con lastra esterna brunita e apertura a compasso e, a tetto, due oblò di cui un Dometic MidiHeki da 70×50 cm (dedicato al living anteriore) e un Fiamma da 40×40 cm a servizio della camera da letto posteriore. Da notare, infine, come sulle versioni con vernice metallizzata, il carter di chiusura del camino esterno del boiler sia elegantemente proposto in tinta con la carrozzeria per una migliore integrazione.

La cabina di guida.

Su un veicolo furgonato la cabina di guida diventa spesso parte integrante dell’allestimento: il Vany 08 non fa eccezione e sfrutta le poltrone cabina Isringhausen, dotate di piastre girevoli e braccioli, per completare il living anteriore. Le poltrone, comode e regolabili, sono dotate di fodere coordinate con l’allestimento, sono poi posizionate alla stessa altezza rispetto al retrostante living per una perfetta integrazione tra i due ambienti, mentre il dislivello rispetto al resto dell’abitacolo è di 12 cm.

Il padiglione anteriore del Ducato, coibentato, come detto, sfruttando la nuova guaina in fibra di poliestere con lamina di alluminio interna, è stato interamente conservato, realizzando un vano di stivaggio da 130x49x21 cm posizionato nella zona superiore della cabina, chiudendone la parte posteriore sfruttando un apposito stampo in abs con anta a ribalta da 87,5×16 cm deputata a consentirne l’accesso.

Il mantenimento del padiglione originale, se da un lato permette la creazione del già citato vano di stivaggio, dall’altra limita l’altezza utile in prossimità del passaggio verso il posto di guida, limitata a 145×27 cm.

Come è facile immaginare, la cabina originale garantisce ottima accessibilità  agli organi meccanici attraverso il cofano motore da 176×53 cm.

Altrettanto convincente la visibilità, identica a quella del cabinato originale e consentita tramite il parabrezza (da 176×100 cm), i cristalli laterali da 75×68,4 cm e gli specchi retrovisori a doppia ottica da 27×19 e 8×19 cm dotati di braccio adeguatamente allungato per non risentire della maggiorata larghezza della scocca. Il parabrezza è servito da due spazzole tergicristallo da 66 e 56 cm.

Sulla versione Prestige, la meccanica di base, può inoltre contare di serie sul Comfor-Pack (kit riparazione pneumatici Fix&Go, chiusura centralizzata con telecomando, alzacristalli elettrici, vetri atermici, specchi retrovisori elettrici e con sbrinamento, ABS, doppio Airbag, poltrone cabina con braccioli, regolazione in altezza, longitudinale e degli schienali, predisposizione autoradio (4 altoparlanti e cablaggio in plancia), Cruise Control, Clima Pack (climatizzatore manuale), Elegance Pack (fodere coordinate poltrone cabina, moquette cabina) e oscuranti plissettati in cabina Remis Remifront4.

Il veicolo provato, inoltre, beneficia del Colour Pack (vernice metallizzata applicata anche al paraurti anteriore) e dei cerchi in lega.

Come optional sono inoltre disponibili il cambio automatico (Automatic Pack), il climatizzatore automatico, il serbatoio del gasolio maggiorato a 120 litri, le luci diurne DRL a led, allestimento plancia cruscotto Techno e Media Pack (Autoradio cd/mp3 con 4 altoparlanti, comandi radio al volante e antenna).

Accessi e aperture di servizio

L’accesso al veicolo avviene anteriormente, attraverso la porta scorrevole originale del furgone: dotata di doppia serratura di sicurezza, chiusura centralizzata con telecomando e finestra a compasso Plastoform da 96×36 cm con oscurante e zanzariera, misura 181×130 cm.

La soglia di ingresso è situata a 49 cm da terra: al fine di facilitare l’accesso al veicolo la porta è servita da un gradino elettrico Thule da 55×20 cm estraibile a scorrimento che si posiziona a 24 cm dal suolo.

La presenza del supporto di ancoraggio del tavolo del living, situato lateralmente al blocco cucina, nella zona servita dalla porta scorrevole, ne consentirà un comodo sfruttamento anche all’esterno del veicolo.

Come tutti i veicoli furgonati, il Vany 08 Prestige offre, nella parte posteriore, le due classiche porte a battente: misurano ognuna 181×77 cm, sono dotate di due finestre da 80×65 cm (anche se la parte apribile è di 43×43 cm) e permettono l’accesso alla parte posteriore del veicolo caratterizzata dal letto matrimoniale longitudinale servito da un apposito corridoio di passaggio completo di beauty corner.

Il gavone, situato a 56 cm da terra e accessibile tramite un portello da 57×60 cm con apertura a battente e push-lock di chiusura, si sviluppa sotto al letto posteriore: vanta una lunghezza compresa tra 158, 127 e 145 cm a causa del rientro anteriore realizzato per ospitare la cassettiera, mentre la larghezza e l’altezza sono rispettivamente di 70 e 65 cm.

Il vano, che può essere raggiunto anche dall’interno sollevando la rete del letto e un pannello incernierato da 107×42/58 cm, è affiancato, sulla sinistra, dal classico vano per le bombole del gas.

Raggiungibile tramite un portello da 42×60,5 cm, il vano misura 45x51x64 cm ed è pensato per ospitare due bombole da 7 kg grazie alla presenza di altrettanti ganci di fissaggio mentre non manca il tradizionale riduttore di pressione a 30Mbar fornito da Cavagna Group.

L’aerazione può contare su 4 feritoie circolari da 50 mm a pavimento, mentre l’impianto, che si affida ai classici tubi in acciaio, è affidato a tre rubinetti sezionatori collocati alla base del blocco cucina.

A destra del letto posteriore, lungo il corridoio, i tecnici Challenger hanno realizzato un funzionale doppio pavimento alto 15 cm: vanta una profondità variabile tra 124 e 93 cm e una larghezza compresa tra un massimo di 69 e un minimo di 50 cm e si rivela utile per lo stivaggio di oggetti di dimensioni compatte.

La fiancata sinistra, invece, ospita il camino di scarico e aspirazione del boiler Truma, il bocchettone di rifornimento del serbatoio dell’acqua potabile, il portello dedicato al serbatoio estraibile del wc a cassetta Thetford C260 e la presa di collegamento alla rete elettrica.

L’impiantistica

L’autonomia idrica può contare su un serbatoio da 100 litri realizzato in polietilene lineare alimentare inserito, come detto, alle spalle del passaruote posteriore sinistro.

Il serbatoio, rifornibile tramite il classico bocchettone esterno completo di sfiato, è accessibile internamente per ispezione e pulizia sfruttando una botola da 70×30,5 cm posizionata alla base del letto matrimoniale e raggiungibile rimuovendo una porzione di materasso.

L’impianto idrico, realizzato sfruttando tubazioni in rilsan e retinate e innesti a fascetta e rapidi John-Guest, è servito da una pompa a pressostato Shurflo Trail King 7 in grado di erogare fino a 7 litri di acqua al minuto. La pompa, collocata nei pressi del serbatoio, è accessibile sfruttando il già citato portello dedicato al serbatoio dell’acqua potabile, è ancorata direttamente sul serbatoio ed è dotato dell’apposito filtro, correttamente accessibile.

L’acqua viene così distribuita alle varie utenze di bordo per essere erogata tramite rubinetti monocomando (inox per la toilette, in plastica cromata per il blocco cucina).

Una volta utilizzata è raccolta da pilette di scarico da 35 mm per il blocco cucina, da 20 per la toilette e per la doccia prima di essere incanalata verso il serbatoio di recupero, realizzato in polipropilene nero e collocato centralmente, nel sottoscocca.

Con una capienza di 90 litri, il serbatoio sfrutta, per lo scarico, una valvola a saracinesca comandabile dal lato destro del veicolo, mentre coloro che intendono utilizzare il veicolo anche durante la stagione invernale possono richiedere l’AntiFreezing Pack, comprensivo del riscaldamento elettrico del serbatoio di recupero e la coibentazione dei tubi di scarico dell’acqua e delle tratte esterne della canalizzazione del riscaldamento, equipaggiamento presente sull’esemplare provato.

Questo, in particolare, può contare su un riscaldatore autonomo a gasolio Webasto AirTop 3500 installato centralmente, nel sottoscocca.

Il riscaldatore, che attinge direttamente al serbatoio di combustibile del veicolo, offre una potenza massima di 3.5 kW gestiti da una ventola capace di produrre un flusso di 136 metri cubi di aria ogni ora distribuendo così il calore prodotto in una canalizzazione di sei bocchette distribuite in tutto l’abitacolo. Il comando dell’impianto è collocato nei pressi della porta di ingresso, lateralmente al blocco cucina, a poca distanza dalla sonda termostatica.

La produzione di acqua calda sanitaria, invece, opta per il tradizionale boiler ad accumulo Truma B10: alimentato a gas e con una potenza di 1,5kW, ha una capacità di 10 litri ed è collocato posteriormente, vicino al serbatoio dell’acqua potabile.

Come la pompa dell’acqua, è accessibile tramite il portello superiore da 70×30,5 cm sfruttabile dopo aver sollevato la rete a doghe del letto. Il comando del boiler è invece sistemato alla base del letto posteriore, nell’angolo anteriore sinistro dello stesso, a fianco al vano toilette.

Per ciò che concerne l’impianto elettrico, la batteria servizi VechLine da 92Ah è inserita sotto la cassapanca del living, ospitata in uno spazio da 51x44x33 cm accessibile superiormente sfruttando il coperchio da 87×36 cm.

Il gruppo trasformatore e il caricabatterie NordElettronica NE 143P sono invece collocati sotto alla poltrona di guida, accessibili rimuovendo il carter protettivo del Ducato, operazione di facile esecuzione. Nella stessa posizione si trovano il quadro di distribuzione, completo di fusibili, e lo staccabatterie.

Il pannello di comando delle utenze elettriche, sempre fornito da NordElettronica, è collocato sopra la cabina di guida, lateralmente alla porta di ingresso.

Semplice da utilizzare, e completo di pulsanti soft-touch, consente di ottenere informazioni concernenti l’autonomia idrica ed energetica, la gestione delle utenze elettriche (illuminazione, pompa acqua, generale) e offre anche la possibilità di visualizzare l’ora. Sempre per ciò che concerne l’impianto elettrico, il Vany 08 può contare su due prese a 12V (cabina e mobile tv) e su quattro a 220V (ingresso, living, toilette e mobile tv).

L’illuminazione, interamente a led, offre uno spot orientabile dedicato alla poltrona laterale destra in cabina di guida, una plafoniera da 32 led e una plafoniera con tre powerled dedicate al living mentre il blocco cucina si affida a una plafoniera con 12 led e a una elegante illuminazione a diodi integrata alla parte inferiore del piano che, oltre a fornire un piacevole effetto scenico, illumina a dovere i sottostanti cassetti e stipetti.

Il vano toilette e la doccia possono contare su una plafoniera a soffitto da 24 led, mentre la camera da letto posteriore abbina una plafoniera centrale da 3 powerled a tre spot orientabili a collo di cigno di cui due dedicati al letto fisso e uno all’adiacente beauty corner con specchio.

Non manca, sempre per ciò che concerne l’illuminazione, la luce esterna, sempre a led, inserita in un maxi carter a coronamento della porta scorrevole laterale a cui serve anche da grondaia.

L’impianto gas, infine, si affida, come detto, alle tradizionali due bombole da 7 kg sistemate nell’apposito vano posteriore. I tre sezionatori, invece, sono posizionati alla base del blocco cucina.

Mobili e tappezzerie

Completamente rinnovati lo scorso anno, i mobili sono realizzati direttamente dal Guppo Trigano con i più moderni strumenti. In particolare, sono impiegati multistrati nobilitati tra 10 e 14 mm di spessore a seconda della componente in essenza ciliegio affidando alle ante dei pensili superiori, bombate e laccate in una elegante tinta avorio lucido, il ruolo di spezzare i volumi e schiarire l’ambiente.

L’aspetto è moderno e piacevole, merito anche degli inserti cromati che personalizzano le ante e contribuiscono a integrare piacevolmente le ampie maniglie in metallo cromato utilizzate per la chiusura dei pensili.

Le forme dell’arredamento, piuttosto morbide, aumentano, anche in dimensioni particolarmente compatte, la sensazione di spaziosità dell’ambiente. Non mancano, poi, i piani dei tavoli e del blocco cucina da 30 mm di spessore dotati di rivestimento superiore antigraffio con effetto marmo.

La costruzione del mobilio è piuttosto precisa: i pensili, sprovvisti di sistema di aerazione posteriore, di cerniere in acciaio inox Hafele capace i di sostenere le ante senza necessità di pistoncini a gas.

Piuttosto classico il sistema scelto per la chiusura di portelli, cassetti e stipetti, con i classici pulsanti push-lock utilizzati in versione cromata per una perfetta corrispondenza con le maniglie dei pensili superiori.

Le cuscinerie della dinette possono contare su imbottiture variabili tra 12 e 19 cm di spessore a seconda della componente, con schienali leggermente inclinati e, pertanto, piuttosto comodi sia in viaggio che in sosta.

Rivestite in microfibra bicolore, sono mantenute in sede tramite apposite applicazioni in velcro.  Il letto posteriore, inoltre, scomponibile per consentire un ottimale sfruttamento del vano di carico, beneficia di materassi in gommapiuma con spessore di 13 cm, adeguatamente sostenuto, nella parte centrale, dalla classica rete a doghe.

Il soggiorno

La zona anteriore è dedicata al living: compatto, può però ospitare fino a quattro persone grazie alle poltrone cabina, dotate di piastre girevoli.

In particolare, il divano frontemarcia misura 88×50 cm, si trova a 53 cm dal pavimento ed è servito da un tavolo da 88/63x 56/42,5 cm con gamba pieghevole e sostegno laterale a parete.

Pensato per servire tanto il divanetto posteriore quanto anche le poltrone anteriori, il tavolo è dotato di sistema di ampliamento tramite un piano inferiore da 50×40 cm incernierato sotto al piano principale: una soluzione, questa, che permette di raggiungere una superficie utile complessiva di 128 cm ma che obbliga a un qualche cautela durante l’utilizzo in quanto la porzione aggiuntiva viene a trovarsi 3 cm più in basso rispetto al piano originale.

Questo, in particolare, si trova a 72 cm dal pavimento, risulta essere ben raggiungibile da parte di tutte le postazioni disponibili e lascia libera per le gambe un’altezza utile di 16 cm.

Lo stivaggio offre, nella parte superiore, un pensile da 91×18/24×36 cm servito da un’anta convessa da 90×30 cm: a fianco a questo, sulla parete alle spalle del divano, è collocato il supporto per la tv lcd, completo di presa a 220V, 12V e antenna tv.

Sempre nella parte superiore dell’abitacolo, un altro vano di stivaggio è disponibile, come detto, all’interno del padiglione cabina (130x49x21 cm) chiuso da un portello in abs da 87,5×16 cm.

La parte inferiore della semidinette ospita, nella parte verso la fiancata del veicolo, la batteria dei servizi: a fianco a questa, lo spazio è stato sfruttato inserendovi un pratico cassettone estraibile ( 33x34x16 cm) ad accesso laterale.

L’aerazione e l’illuminazione possono contare, durante il giorno, sull’abbondante finestratura della cabina di guida a cui si somma, a tetto, un oblò panoramico Dometic MidiHeki da 70×50 cm, mentre lateralmente sono disponibili due finestre Plastoform, entrambe con apertura a compasso, da 70×50 cm (lato sinistro) e 96×36 cm (lato destro, su porta scorrevole).

Di sera, invece, si potrà fare affidamento su una lampada a led inserita alla base del pensile e coadiuvata da una ulteriore sorgente luminosa a tetto, posizionata centralmente e capace di servire contemporaneamente anche l’ingresso e il blocco cucina. Una comoda luce di lettura, dedicata principalmente alla poltrona passeggero, è invece collocata a fianco all’ingresso, lateralmente alla porta scorrevole, verso la cabina di guida.

I servizi

Posizionato centralmente, il blocco cucina lineare misura 97×42 cm: il piano, situato a 92 cm dal pavimento, offre un piacevole laminato antigraffio effetto marmo e ospita un monoblocco in acciaio inossidabile Smev da 90×38 cm.

Dotato di piano in cristallo temperato fumé ad apertura sdoppiata, ospita sulla sinistra un fornello da 47×28 cm completo di due erogatori da 6 e 4,5 cm posizionati tra loro a una distanza misurata al centro di 23 cm e completi di accensione piezoelettrica integrata.

A fianco a questo, sulla destra, ecco il lavandino: misura 34×24 cm, vanta una profondità di 10 cm ed è servito da un rubinetto reclinabile e da una piletta di scarico da 35 mm di diametro. Non manca il piano di appoggio/lavoro, ricavato sfruttando una mensola laterale reclinabile da 42×27 cm.

L’aerazione si affida a una finestra Plastoform da 96×36 cm inserita all’interno della porta scorrevole laterale oltre che sul classico oblò panoramico Dometic MidiHeki collocato a servizio dell’adiacente living, mentre per ciò che concerne l’illuminazione sono disponibili una plafoniera da 24 led inserita alla base dei pensili superiori, una plafoniera centrale a soffitto completa di 3 powerled e l’elegante e funzionale sistema di illuminazione indiretta della parte inferiore del blocco cucina, interamente a led.

Lo stivaggio offre, nella parte superiore, un pensile da 69x15x36 cm servito da un’anta da 70×30 cm, mentre sono diversi gli spazi disponibili nella parte inferiore del mobile.

Sotto al monoblocco fornello/lavello trovano infatti collocazione due cassetti, entrambi da 29x26x7 cm (di cui uno completo di contenitore portaposate), mentre sotto a questo sono inseriti un cassettone centrale da 69x26x15 cm e uno inferiore da 49x26x25 cm alla destra del quale sono collocati i tre rubinetti sezionatori dell’impianto gas.

Il frigorifero trivalente Dometic RM 5380 da 80 litri è invece inserito a lato al blocco cucina, nella parte inferiore della colonna che ospita anche l’armadio guardaroba.

Opposto alla cucina, il vano toilette a sviluppo trapezoidale misura 92×76/66 cm: accessibile sfruttando una porta scorrevole da 179×51 cm, il vano si trova 15 cm più in alto rispetto al resto dell’abitacolo e presenta un varco di accesso da 163×38 cm, aspetto che obbliga a un minimo di attenzione durante il passaggio.

Dotato di pavimento completo di piatto doccia in termoformato (con piletta di scarico da 20 mm), il bagno adotta un lavabo traslabile in termoformato (44x20x11 cm) situato a 74 cm dal pavimento e completo di rubinetto monocomando con erogatore a parete.

Il sistema è pensato per poter offrire, anche in un ambiente di dimensioni limitate, un compatto ma funzionale vano doccia: dotato di piatto da 64/60×62/48 cm, è completo di una piletta di scarico da 20 mm, pedana nautica, erogatore a telefono monocomando e può contare, per ciò che concerne la separazione dell’ambiente, sulla classica tenda a giro.

La doccia, per poter essere utilizzata, presuppone la traslazione del lavabo nello spazio superiore al wc a cassetta Thetford C260, completo di tazza girevole e serbatoio asportabile da 19 litri.

L’aerazione dell’intero locale è affidata a una finestra Plastoform da 45×45 cm completa di lastra opacizzata ma non di oscurante e zanzariera e da un aeratore a soffitto da 8 cm di diametro, mentre non mancano il classico porta asciugamani e lo specchio, collocato frontalmente e diviso in due porzioni da 21,5×28,5 cm e 50×33,5 cm.

Proprio alle spalle dello specchio è collocato uno dei vani disponibili per lo stivaggio: misura 21x6x29 cm ed è servito da un’anta da 21,5×18,5 cm.

A fianco a questo, lungo la parete che divide la toilette dal letto posteriore è presente un ulteriore stipetto da 59×18,5×41 cm (anta 48×30,5 cm).

Zone letto e armadi

Posizionata in coda al veicolo, la camera da letto offre un matrimoniale longitudinale da 188 cm di lunghezza mentre la larghezza varia tra un massimo di 144 cm e un minimo di 100 cm.

Il letto, che si trova a 84 cm da terra e che beneficia di un cielo utile di 105 cm è completo di materasso in gommapiuma da 12 cm di spessore adeguatamente supportato da una rete a doghe sollevabile lateralmente per consentire l’accesso a diversi vani di stivaggio.

In particolare, sollevando la porzione destra del letto sarà possibile accedere dall’interno del veicolo al gavone posteriore (sfruttando un portello da 107×42/58 cm), mentre sotto la parte anteriore del letto, un portello triangolare da 23,5×41,5 cm consente di raggiungere un vano da 57x14x33 cm.

Per sollevare la porzione sinistra della rete a doghe sarà necessario rimuovere preventivamente il materasso: una volta effettuata questa operazione sarà possibile raggiungere sia il portello da 70×30,5 cm dedicato a pompa dell’acqua, serbatoio e boiler, sia un vano da 37x37x65 cm, accessibile unicamente tramite una botola superiore 30×30 cm e particolarmente adatto, vista la collocazione, a ospitare componenti delicate o preziose.

Il letto, servito da due spot orientabili a led e dalla classica plafoniera centrale a 3 powerled, beneficia di tre finestre (una laterale da 90×45 cm, due posteriori da 43×43 cm) e di un oblò Fiamma da 40×40 cm a soffitto, mentre non mancano i vani di stivaggio realizzati sfruttando la particolare conformazione dell’ambiente posteriore, caratterizzato, oltre che dal letto matrimoniale longitudinale, da un “beauty corner” con tanto di corridoio che si sviluppa fino alle porte di coda.

Il Vany 08 offre, infatti, un pensile posteriore da 110x21x26 cm servito da un’anta da 90×21,5 cm, mentre due pensili a soffitto sono ricavati lateralmente, sul lato sinistro del letto: misurano rispettivamente 53,5x41x37 e 79x41x37 e sono serviti da due ante, ognuna da 56×29,5 cm.

Tra queste e l’adiacente vano toilette è inserito lo spazio dedicato alla seconda televisione: il vano a giorno da 34x16x38 cm, è infatti predisposto con prese a 12/220V e antenna tv.

Due ulteriori pensili a soffitto sono disponibili nella parte posteriore destra: due ante da 70×21,5 cm consentono infatti di raggiungere altrettanti vani disponibili per lo stivaggio (entrambi da 72x20x30 cm).

Sotto a questi, nella parte anteriore confinante con la colonna armadio guardaroba/frigo, ecco il beauty corner, un angolo completo di specchio da 95×35/25 cm servito da uno spot alogeno di cortesia e completo di un armadietto a sviluppo verticale con due vani da 22x22x32 cm serviti da un’anta da 63×18 cm nella parte superiore, piano di appoggio da 22×20 cm e ulteriore stipetto inferiore diviso in due vani (superiore 33/36x23x37 e 33/36x23x50 cm) racchiusi da un’anta da 85×18 cm.

Ancora vani disponibili per lo stivaggio sono disponibili nella parte inferiore del letto: oltre ai già citati spazi ad accesso superiore, infatti, il Vany 08 offre due pratici cassetti da 29x26x7 cm, mente un ulteriore cassetto è collocato nella parte terminale del doppio pavimento posteriore, ai piedi del letto (21,5x30x11 cm) e potrà facilmente essere sfruttato come portascarpe.

A fianco al letto, inoltre, lo spazio superiore al passaruota posteriore è stato sfruttato realizzando un mini divanetto: misura 94×27 cm e si trova a 64 cm dal piano di calpestio. Sotto alla seduta, nella parte posteriore, un portello laterale da 41,5×23,5 cm consente di accedere a uno stipetto da 52x12x33 cm.

L’armadio guardaroba, collocato centralmente sopra al frigorifero, misura 49x49x89 cm: servito da due ante a libro da 21,5×90 cm è completo del classico bastone appendiabiti.

Perfetto per la coppia, il Vany 08 può, in emergenza, offrire un terzo letto trasformando il living anteriore: una volta abbassata la gamba del tavolo e sfruttando anche le cuscinerie dello schienale del divano frontemarcia è infatti possibile ottenere un lettino da 113×83 cm, utile per un bambino.

Disposizione interna e dislocazione impianti

Dati tecnici

Challenger Vany 08 Prestige
Dimensioni e posti
Tipologia Camper puro
Dimensioni 636x205x265 cm
Posti omologati 4
Posti letto 2
Posti frontemarcia con
cintura di sicurezza
4
Autotelaio
Meccanica Fiat Ducato 35L furgonato XLH2 tetto alto
Passo 403.5 cm
Sbalzo anteriore 94.8 cm
Sbalzo posteriore 137.7 cm
Motorizzazione base 2.3 Multijet Euro5 – 130 cv
Motorizzazioni opzionali 2.3 Multijet TGV Euro5 – 148 cv
3.0 Multijet Power Euro5 – 177 cv
Trazione Anteriore
Accessori di serie Comfor-Pack (kit riparazione pneumatici Fix&Go, chiusura centralizzata con telecomando, alzacristalli elettrici, vetri atermici, specchi retrovisori elettrici e con sbrinamento, ABS, doppio Airbag, poltrone cabina con braccioli, regolazione in altezza, longitudinale e degli schienali, predisposizione autoradio (4 altoparlanti e cablaggio in plancia), Cruise Control, Clima Pack (climatizzatore manuale), Elegance Pack (fodere coordinate poltrone cabina, moquette cabina) e oscuranti plissettati in cabina Remis Remifront 4.
Massa complessiva a pieno
carico kg
3500
Massa dichiarata in ODM  Versione 2.3 Multijet 130cv:  2970 kg
Portata utile kg 530
Scocca
Carrozzeria Scocca autoportante originale in lamiera d’accaio. Coibentazione pavimento tramite polistirolo ad alta densità, multistrato interno rifinito con linoleum. Coibentazione pareti laterali e tetto tramite guaina adesiva in fibra di poliestere con lato lamina interna in alluminio e spessore variabile tra 10 e 20 mm a seconda della posizione. Tetto rivestito internamente da multistrato nobilitato plasitificato, stampi preformati in abs per il rivestimento interno di pareti e porte laterale e posteriori.
Spessori
pavimento/pareti/tetto mm
22/20/30
Gavone Gavone posteriore da 158/127/145x70x65 cm accessibile dall’esterno, attraverso le porte posteriori (181×77 cm) e un ulteriore portello (57×60 cm) e dall’interno (107×42/58 cm). Doppio pavimento posteriore accessibile dall’esterno (93/124/69x50x15 cm).
Porte e
finestre
Porta laterale scorrevole originale Fiat dotata di finestra apribile a compasso, oscurante plissettato e zanzariera, controstampo interno in abs, serratura di sicurezza e chiusura centralizzata con telecomando. E’ servita da un gradino elettrico Thule. Sei finestre Plastoform apribili a compasso e con oscurante zanzariera plissettati. Un oblò Dometic MidiHeki da 70×50 cm, un Fiamma 40×40 cm.
Impiantistica
Gas Vano interno per due bombole da 7 kg raggiungibile attraverso la porta posteriore sinistra e schermato da un apposito portello dotato di guarnizione di tenuta. Aerazione tramite bocchette a pavimento, ganci fermabombole. Tre sezionatori dedicati a frigo, boiler e fornelli posizionati alla base del blocco cucina.
Riscaldamento e boiler Riscaldamento Webasto AirTop 3500 alimentato a gasolio installato nel sottoscocca e con canalizzazione interna all’abitacolo con sei bocchette. Boiler Truma B10 ad accumulo alimentato a gas.
Elettricità Batteria supplementare Vechline da 92Ah, caricabatterie e trasformatore NordElettronica NE 143P, pannello di comando analogico a led per controllo livello batterie e serbatoi. Illuminazione interna a led, due presa a 12 e tre a 220 V.
Acqua Serbatoio acqua potabile da 100 litri servito da una pompa Shurflo TK7, impianto con tubi retinati e in rilsan e raccorderie miste tipo John Guest e a fascetta. Rubinetti monocomando in plastica e metallo, pilette scarico da 35/20/20 mm di diametro. Serbatoio di recupero esterno da 90 litri coibentabile in opzione. Wc Thetford C260 con cassetta estraibile da 18 litri e tazza girevole.
Prezzi e accessori
Prezzo base Euro 43.240


Il nostro giudizio
Costruzione
Meccanica di base
Fiat Ducato 35 L con motore da 130 cv e dotazione di serie completa.
Sicurezza
Di serie ABS con EBD, doppio Airbag, Cruise Control e climatizzatore. Disponibili TractionPlus e Cambio Automatico
Volumetria e masse
Passo lungo con sbalzi anteriori e posteriori originali. Altezza contenuta in 265 cm.
Scocca e materiali
Furgonato originale con scocca autoportante in lamiera d’acciaio, coibentazione VPS con guaina in poliestere e lamina interna in alluminio, rivestimento interno tramite stampi preformati in abs precisi e ben assemblati.
Assemblaggio e rifiniture
Assemblaggio abbastanza ben realizzato anche nelle parti meno accessibili. Perfettibili alcune rifiniture nella parte interna dei pensili.
Componentistica
Le finestre Plastoform fumé, un oblò panoramico Dometic. Porte originali Fiat, carter verniciato in tinta per il boiler.
Impianto idrico
Serbatoio acqua potabile interno da 100 litri, impianto abbastanza curato con raccordi misti. Rubinetti in plastica e metallo entrambi cromati, pilette di scarico sprovviste di sifoni. Serbatoio di recupero esterno da 90 litri coibentabile in opzione.
Impianto elettrico
Batteria supplementare da 92 Ah. Caricabatterie, trasformatore NordElettronica Pannello di comando semplice e intuitivo, illuminazione interna a led, buona disponibilità di prese elettriche.
Gas
Vano per due bombole da 7 kg abbastanza ben allestito.
Riscaldamento
Webasto AirTop 3500 da 3,5kW installato nel sottoscocca e con canalizazione dell’aria tramite 6 bocchette utilizzabile anche in marcia. Boiler Truma B10 a gas.
Mobilio e arredamento
Mobilio piuttosto classico ma abbastanza ben realizzato, con spessori nella media. Chiusura tramite pulsanti push-lock salvaunghie, cerniere di qualità in acciaio inox. Piani laminati antigraffio. Peccato per l’assenza delle aerazioni anticondensa.
Cuscini, materassi e tappezzeria
Cuscinerie comode, con letto posteriore dotato di materassi in gommapiuma da 13 cm di spessore supportato da rete a doghe. Meno comodo il living a causa delle dimensioni estremamente compatte. Via libera per le poltrone in cabina. Quattro varianti disponibili per i rivestimenti interni.
In viaggio
Facilità di guida
Veicolo aerodinamico ma di dimensioni superiori alla media della tipologia di appartenenza, con lunghezza simile a quella di un profilato. Il passo extralungo obbliga a una certa cautela nelle curve strette.
Comodità dei posti a sedere 
Ottime le poltrone della cabina, buoni i posti posteriori anche se lo spazio per le gambe non è davvero tra i più ampi.
Panoramicità
Buona per tutti i posti: anche chi viaggia dietro, infatti, beneficia di un’ottima visuale anteriore e laterale grazie alle finestre del living e della porta scorrevole.
Climatizzazione
Il clima motore è di serie. In inverno, il riscaldamento a gasolio può tranquillamente essere utilizzato anche in marcia.
In sosta
Living
Estremamente compatto, è pensato prevalentemente per un utilizzo da parte di due o tre persone. In ogni caso, ne può ospitare fino a quattro, a patto di stringersi un po’.
Letti
Matrimoniale posteriore ben allestito, con dimensioni abbastanza corrette e allestimento curato. Materassi di buona consistenza, tre finestre, quattro punti luce, vani di stivaggio, riscaldamento. Da considerare adatto esclusivamente a un bambino il lettino ricavabile dal living anteriore.
In cucina
Compatto ma funzionale, il blocco offre tutto ciò di cui si può aver bisogno su un veicolo di questo tipo. Frigo con cella freezer, fornello a due fuochi, lavello di buone dimensioni, piano di appoggio/lavoro a scomparsa, stivaggio discreto e una buona aerazione.
Toilette
E’ molto compatta ma è allestita abbastanza bene. Attenzione all’accesso, limitato in altezza e in larghezza. Funzionale il lavabo scorrevole, criticabile l’assenza dell’unibloc oscurante/zanzariera per la finestra.
Doccia
Inglobata nella toilette, ne patisce le dimensioni compatte e si affida a una tenda, a un pavimento in termoformato con piatto e piletta di scarico e al rubinetto del lavandino, estraibile.
Disimpegni e circolazione nell’abitacolo
La camera da letto posteriore assorbe, da sola, circa metà degli spazi interni disponibili, con inevitabili ripercussioni sul resto dell’abitacolo. Tuttavia, visto che l’equipaggio tipo è rappresentato da una coppia, lo spazio interno si rivela adeguato alle sue necessità.
Capacità di stivaggio
Stivaggio ampio e ben organizzato, concentrato per lo più nella zona posteriore dell’abitacolo grazie alla presenza della camera da letto. Buon numero di pensili, stipetti, vani a giorno e cassetti in cui riporre ordinatamente tutto ciò che può servire.
Gavoni e garage
Gavone posteriore non particolarmente regolare nello sviluppo ma abbastanza capiente e con doppio accesso interno/esterno. Comoda la porzione di doppio pavimento anche se occorrerà valutare attentamente come inserirvi gli oggetti da stiparvi: in assenza di una botola superiore, infatti, il solo accesso posteriore non appare tra i più comodi e immediati da sfruttare.
Gestione del veicolo
Capacità di carico e portata utile
Con oltre 500 kg, offre un margine più che rassicurante rispetto alla tipologia di equipaggio prevista.
Autonomia
Veicolo per vivere il turismo all’aria aperta più che da vivere, ha un’autonomia nella media.
Facilità di manutenzione
L’impiantistica è abbastanza accessibile: fa eccezione il solo riscaldamento Webasto, installato nel sottoscocca.
Rapporto prezzo/prestazioni
Ibrido tra il camper puro e il profilé alla francese, mantiene i connotati del primo declinando una zona posteriore caratterizzata da spazi non comuni su un veicolo furgonato. Pensato per la coppia, è ospitale, abbastanza semplice da guidare e da gestire e si presta bene a un turismo veloce anche a lungo raggio. Rapporto qualità prezzo equilibrato.

Legenda

Inadeguato
Da migliorare
Adeguato alla classe di costo
Buono, assicura fruibilità e soddisfazione agli utilizzatori
Eccellente, difficile trovare di meglio

Ci ha particolarmente convinto…

Il profilo aerodinamico garantito dalla sagoma originale del furgonato originale Fiat unito alla larghezza esterna contenuta e all’adozione di propulsori di potenza adeguata rendono il Vany 08 un veicolo piacevole da guidare, anche se la lunghezza esterna, decisamente maggiore rispetto alla media della tipologia, e il passo lungo da 403,5 cm obbligano a una qualche cautela nelle curve e nei tornanti.

All’esterno, il look è decisamente sportiveggiante: merito, sicuramente, dell’allestimento Prestige unito al Colour Pack e ai cerchi in lega presenti su questo esemplare, ma anche all’adozione di una grafica piuttosto accattivante e che ingloba bene la finestratura, anch’essa votata a un look un po’ dark. A fronte di ciò, però, il veicolo è tutt’altro che tetro negli interni grazie all’abbondante finestratura e al mobilio che ricorre spesso a superfici chiare laccate.

La scocca, con nuova coibentazione Van Protection System, ha dimostrato in camera climatica le proprie qualità in termini di isolamento termico e acustico: su strada, la silenziosità data dal mobilio è coerente con l’impostazione molto automotive del veicolo. La scelta di optare per l’illuminazione a led consente di contenere i consumi elettrici, mentre la componentistica utilizzata è sempre di adeguata qualità e solitamente ben raggiungibile: l’unico elemento di difficile accesso, infatti, è il riscaldatore a gasolio, inserito sotto pavimento dietro all’asse posteriore.

La qualità del mobilio è buona, anche se alcuni accorgimenti (aerazioni anticondensa in primis) meriterebbero di essere proposte anche e soprattutto su questa categoria di veicoli che, per propria natura, si presta a utilizzi particolarmente intensi.

La camera da letto posteriore è l’elemento cardine dell’intero allestimento: pur collocata in un veicolo furgonato è ampia, ben allestita e ricca di possibilità di stivaggio, con un gran numero di pensili, cassetti, stipetti e ripostigli in cui collocare tutto ciò che serve in vacanza.

Riteniamo migliorabile…

Sulla versione Prestige, più ricca e accessoriata rispetto alla economica Active, offre una dotazione di serie corretta, con meccanica di base ben accessoriata e completa anche di oscuranti plissettati Remis Remifront 4: peccato, invece, che l’AntiFreezing Pack rimanga opzionale. Dato il buon livello del veicolo, meriterebbe infatti di essere proposto di serie.

L’organizzazione degli spazi interni, a fronte di una lunghezza complessiva superiore alla media, appare orientata a offrire il massimo comfort alla zona del letto posteriore, sacrificando di conseguenza altre componenti dell’abitacolo. Il living, di dimensioni estremamente compatte, appare tuttavia abbastanza ben fruibile anche se il sistema di ampliamento della superficie del tavolo, con una sponda incernierata che può traslare servendo la poltrona passeggero in cabina di guida rimanendo però 3 cm più in basso rispetto al tavolo stesso, non appare il massimo della praticità, soprattutto quando il tavolo è completamente apparecchiato. La toilette, molto compatta, risente di spazi ristretti a partire dall’accesso, limitato sia in altezza che in larghezza, anche se occorre riconoscere come la soluzione del lavabo traslabile appaia valida e coerente rispetto alla tipologia di veicolo. L’allestimento del vano è corretto, con una piccola doccia ricavabile sfruttando la classica tenda a giro, mentre stona l’assenza dell’unibloc oscurante/zanzariera a servizio della finestra opacizzata.

Nella camera da letto posteriore, i vani collocati sotto la porzione sinistra della rete a doghe risultano essere di difficile accesso: per raggiungerli, infatti, occorre rimuovere anche il materasso del letto sempre pronto, operazione non proprio comoda in un abitacolo caratterizzato da una larghezza limitata. La trasformazione notte del living, inoltre, permette la creazione di un letto di dimensioni modeste, adatto esclusivamente a un bimbo.

Per ciò che concerne l’impiantistica, si apprezzano la scelta di utilizzare componenti di qualità: peccato, invece, per l’assenza dei sifoni dedicati all’impianto idrico.

In conclusione 

Van compatto nella parte anteriore, profilato alla francese in quella posteriore, il Vany 08 Prestige è un veicolo atipico destinato a un’utenza alla ricerca di un veicolo capace di garantire ottime performance su strada abbinando a tutto ciò il massimo comfort notturno. Almeno metà dell’abitacolo, infatti, è dedicato alla camera da letto posteriore che beneficia, di conseguenza, di spazi di inusuale ampiezza e ariosità. Lo si percepisce dalle tre finestre che illuminano l’ambiente, ma ancora di più dall’impressionante numero di spazi di stivaggio disponibili tra pensili a soffitto, cassetti, vani a pozzetto e armadietti a sviluppo verticale. Un ambiente conviviale, ben allestito grazie a una piccola porzione di divano laterale che arreda l’angolo posteriore destro, correttamente illuminato e facile da sfruttare ma che, come è logico immaginare, obbliga a qualche rinuncia nel resto dell’abitacolo. Ecco, quindi, che il living adotta uno sviluppo piuttosto limitato, peraltro sufficiente vista la destinazione di questo veicolo rivolta verso la coppia, mentre appare probabilmente più problematico lo sfruttamento e l’utilizzo della toilette e della relativa doccia. Questo sia per via di un varco di accesso di dimensioni un po’ esigue, sia per lo sviluppo del vano che deve fare i conti con i pochi centimetri a disposizione pur riuscendo a sfruttarli in maniera convincente.

Più lungo di quanto ci si aspetterebbe da un furgonato ma più stretto di un normale profilato, il Vany 08 cerca di proporsi come la sintesi tra queste due tipologie. Dalla prima mutua infatti la carrozzeria, ma anche l’aerodinamicità, la facilità di guida la compattezza generale e l’aspetto da grande monovolume, mentre dalla seconda sono estrapolate la grande attenzione al riposo notturno e l’abbondanza degli spazi di stivaggio, aspetto quest’ultimo davvero raro in un van. Dedicato a tutti coloro che vogliono viaggiare veloci durante il giorno cercando quando possibile di sfruttare al massimo la vita all’aria aperta ma che, una volta arrivata la sera, desiderano poter contare su una vera e propria camera da letto sempre pronta, il Vany 08 è un veicolo dal corretto rapporto qualità/prezzo, ampiamente personalizzabile e capace di offrire interessanti possibilità per un turismo anche a lungo raggio.

Riferimenti e contatti del costruttore

Challenger
Trigano VDL – Av. de Rochebonne BP 109 – Tournon (F)
www.challenger.tm.fr

Fotogallery

Si ringrazia per la gentile collaborazione Camping Sport Magenta
Corso Europa 21/23 – Tel. +39 02 97 90 179 – Fax +39 02 97 29 05 00 – E-mail: info@campingsportmagenta.com
www.campingsportmagenta.com

Michel

Comments are closed.