January 25, 2021

La domenica di Pasqua e il lunedì di Pasquetta sull’Appennino tosco-romagnolo, il borgo di Tredozio in provincia di Forlì-Cesena festeggia l’Uovo.Il giorno di Pasqua è tutto dedicato a originali e goliardiche sfide, dalla battitura dell’uovo alla gara delle “sfogline”, dal Palio Femminile al Campionato Nazionale Mangiatori di Uova Sode.

La manifestazione, che risale al 1963,  ha lo scopo di valorizzare l’antica usanza di battere le uova nei giorni di Pasqua in una parrocchia del paese. Dalla scelta dell’uovo, che sarà scelto tra tanti nel pollaio e verrà selezionato solo quello che dopo essere stato ticchettato con un certo ritmo sull’incisivo non si romperà. Quello sarà l’uovo giusto. Cotto a fuoco basso per evitare crepe sul guscio lo si fa diventare sodo. A questo punto, lo si avvolge con la mano fino a coprirne ogni angolo della superficie. Così pronti per la battitura: l’uovo deve esser rotto dall’avversario per poi essere conquistato e portato a casa.
Con l’uovo, inoltre, si fa l’impasto e si tira la sfoglia: ecco dunque la gara delle “sfogline”, dove l’abilità manuale deve essere supportata dal mattarello e dall’olio di gomito.

La sagra è soprattuto il Campionato Nazionale Mangiatori di Uova Sode che vede sfidarsi i più grandi campioni italiani di questa specialità:  Fausto Ricci, di Tredozio, detiene ancora il record imbattuto di 22 uova ingoiate in 3 minuti!

Al termine dei coinvolgenti giochi  tra Rioni e pubblico come la “Pesca nell’uovo gigante” e la “Pentolaccia”, la Sagra della Sgabanaza, la “Battitura dell’Uovo Sodo”, la piazza accoglie il Palio Femminile dell’Uovo fra i 4 Rioni del paese un “antipasto” della sfida che caratterizzerà il giorno successivo.

A chiusura della giornata, musica dal vivo, fuochi d’artificio nell’alveo fluviale e la gastronomia del posto. Nei locali e nello stand culinario del paese, infatti, è possibile degustare tagliatelle, frittate, dolci ed altre specialità della tradizione gastronomica locale e buon Sangiovese.

Per gli amanti della cultura, la mostra d’arte “La strada delle uova” con un circuito organizzato all’interno dei palazzi storici di Tredozio.

Il giorno successivo inizia con la coloratissima sfilata dei carri allegorici delle casate rionali, che anticipa le gare per la conquista del Palio di Pasquetta. I rappresentanti dei 4 Rioni indossano costumi medievali e, tra sbandieratori e paggetti, raggiungono la piazza mettendo in mostra le proprie creazioni e lanciando la sfida agli avversari.  Poi ci si sposta tutti nell’alveo del fiume, dove ha inizio il Palio che prevede 4 gare: la ricerca delle uova nel pagliaio,  il tiro alla fune,  il lancio delle uova al bersaglio su zattera e la battaglia delle uova crude, probabilmente la più avvincente e spettacolare, con lanci di 600 uova per ogni manche.

La Sagra e il Palio di Tredozio è un appuntamento che richiama ogni anno migliaia di visitatori da tutta Italia, che intendono trascorrere le festività pasquali in maniera originale, a contatto con le giocose tradizioni locali della Romagna Toscana.

Ingresso al Palio €.3,00

Per conoscere i punti sosta della zona clicca su SOSTA – Aree di sosta camper.

Cinzia

Comments are closed.