April 24, 2019

Quella dei camper puri è una tipologia che sta riscoprendo una seconda giovinezza e la riprova è fornita dalla loro presenza nei cataloghi di moltissimi costruttori, segno inequivocabile di un certo interesse da parte del grande pubblico. Sono però gli allestitori i veri artefici di una rinascita che, seppure penalizzata dal difficile momento economico, trova nell’innovazione e nell’ampia possibilità di personalizzazione i punti di forza in grado di attrarre le attenzioni della clientela.

Tra coloro che forniscono allestimenti artigianali figura MES Italia, azienda vicentina con una lunga esperienza nella riparazione, installazione di accessori e personalizzazione di veicoli ricreazionali. La produzione è articolata su diversi modelli, tra i quali Aline 541, Elettra 599, Emma 599, Miriana 636, Silvia 541, Sofia 541, Zoe 599, tutti ampiamente personalizzabili secondo le esigenze specifiche della clientela. Tra le prerogative dell’allestitore figura l’impiego sia di meccaniche nuove che usate, fornibili anche da parte del cliente.

La meccanica

Il MES Italia Emma 599, oggetto di questo CamperOnTest, è allestito sul Fiat Ducato 35 L furgonato con tetto alto: questa meccanica è stata fornita dal cliente e presenta una una massa complessiva a pieno carico di 3500 kg, con motorizzazione 2.3 litri da 130 Cv. Parlare in questo caso di motorizzazioni opzionali ha poco senso in quanto possono dipendere dalle scelte dal cliente, ma in ogni caso sono quelle previste dal catalogo Fiat: base dell’offerta è rappresentata dall’economico 2.0 Multijet che, con una coppia di 280 NM, assicura una potenza di 115 cv.

Chi desidera maggiore potenza può optare per il propulsore 2.3 Multijet con potenza di 148 cv e turbina a geometria variabile, a fronte di una coppia di 350 NM, mentre al vertice si posiziona il 3.0 Multijet Power da 177 cv e 400 NM di coppia. Tre sono i cambi disponibili: manuale a 5 marce per la motorizzazione più piccola, mentre i motori da 130, 148 e 177 cv possono essere abbinati sia a un cambio manuale a 6 rapporti sia all’automatizzato Comfort-Matic, sempre dotato di sei rapporti.

Vista la natura di furgone attrezzato, il MES Italia Emma 599 sfrutta la scocca in lamiera d’acciaio originale della base meccanica con passo da 4035 mm: la lunghezza complessiva, 599.8 cm, è ripartita tra uno sbalzo anteriore di 94.8 cm e uno posteriore di 101.5 cm (pari al 29.4% del passo). L’altezza massima del veicolo è contenuta in 250 cm: di questi 185 sono disponibili all’interno. La larghezza complessiva, invece, è di 205 cm.

Anteriormente, il MES Italia Emma 599 presenta un’altezza da terra misurata al centro del paraurti, di 25 cm; 37 sono, invece, i centimetri che separano da terra il paraurti posteriore.

La scocca

La carrozzeria esterna sfrutta ovviamente i lamierati originali della meccanica di base: pavimento inferiore, pareti laterali e soffitto sono quindi in lamiera d’acciaio.

Il pavimento presenta uno spessore di 50 mm ed è composto da un foglio di multistrato da 18 mm rivestito in PVC e coibentato con polistirene compresso da 30 mm. La finitura superficiale è affidata a linoleum ignifugo con colore a scelta del cliente e a speciali profili in alluminio. Pareti e soffitto sono isolati con pannelli in polistirene compresso da 20 o 30 mm di spessore e affidano la finitura a un multistrato bilaminato in PVC bianco o panna dello spessore di 10 mm. Una camera d’aria riscaldata completa la coibentazione.

L’esterno

Un van furgonato sfrutta le forme e le volumetrie offerte dalla meccanica di base e il Fiat Ducato si presta particolarmente all’allestimento quale veicolo ricreazionale, presentando rapporti di forma corretti, pur in considerazione del tetto rialzato. Le tinte della carrozzeria sono dipendenti dalla disponibilità del catalogo Fiat e anche le dotazioni e gli allestimenti non sono assolutamente vincolanti, a maggior ragione se si considera che le meccaniche possono essere fornite dal cliente.

La tinta del veicolo in esame è il classico grigio metallizzato e conferisce una certa eleganza all’insieme, grazie anche al contrasto con i paraurti, i fascioni che corrono lungo la fiancata e le cornici delle finestre Seitz non troppo marcato.

La grafica è praticamente assente, ad eccezione del marchio di fabbrica e della sigla che identifica il modello, e contribuisce a mantenere quasi intatto l’aspetto automotive, del tutto simile al furgone di serie. Unici elementi che inevitabilmente tradiscono la natura del veicolo sono dati dalle finestre, caratteristica inconfondibile di ogni veicolo ricreazionale.

Il nome identificativo del modello è riproposto, insieme al nome dell’allestitore, nell’angolo superiore delle fiancate e sul portellone posteriore destro, mentre anteriormente, rispettivamente sul cofano e sul cupolino, sono riportati solamente il sito internet e il nome dell’azienda.

Trattandosi di un van, il MES Emma 599 sfrutta le aperture di servizio originali della meccanica di base Fiat, alle quali affianca quattro finestre Seitz Dometic: tre sono con apertura a compasso e una, quella posteriore destra, a scorrimento per evitare interferenze con il portellone scorrevole. A tetto sono presenti tre oblò, di cui due Dometic MIniHeki da 40×40 cm (a servizio di living e matrimoniale posteriore) e un Fiamma da 25×25 cm nel vano toilette.

La cabina di guida

Su un van furgonato la cabina di guida diventa necessariamente parte integrante dell’allestimento e il MES Emma 599 non si sottrae a questa regola. Le poltrone cabina Isringhausen, dotate di piastre girevoli e braccioli, completano il living anteriore e quella del conducente dispone anche della regolazione in altezza.

L’allestitore ha mantenuto il padiglione originale del Fiat Ducato, con relativi vani di stivaggio da 66x24x23 cm ciascuno, e l’esemplare in test, non ancora completamente ultimato, manca della consueta finitura lungo la linea di raccordo. Il dislivello tra cabina e pavimento della cellula è di 12 cm, mentre il varco presente tra i sedili è di 145×27 cm.

Come è facile immaginare, la cabina originale garantisce ottima accessibilità  agli organi meccanici attraverso il cofano motore da 176×53 cm. Altrettanto convincente la visibilità, identica a quella del cabinato originale e garantita dal parabrezza (da 176×100 cm), dai cristalli laterali da 75×68,4 cm e dagli specchi retrovisori a doppia ottica da 27×19 e 8×19 cm. Il parabrezza è servito da due spazzole tergicristallo da 66 e 56 cm. Il veicolo in esame è dotato di autoradio e climatizzatore, ma in questo caso parlare di dotazioni è poco significativo, in quanto le stesse possono essere scelte dal cliente insieme alla meccanica.

Accessi e aperture di servizio

L’accesso al veicolo avviene anteriormente, attraverso la porta scorrevole originale del furgone: dotata di doppia serratura di sicurezza, chiusura centralizzata con telecomando e finestra a compasso Seitz da 75×35 cm con oscurante e zanzariera, misura 196×146 cm.

La soglia di ingresso è situata a 49 cm da terra e non dispone di alcun scalino esterno. Nel vano del portellone è alloggiato il blocco cucina, soluzione tra le più diffuse su veicoli di questa categoria.

Com’è consuetudine per i furgoni camperizzati, posteriormente il MES Emma 599 presenta i due classici portelloni a battente. Privi entrambi di finestra, misurano 190×77 cm e permettono l’accesso alla parte posteriore del veicolo dove è alloggiato il letto matrimoniale trasversale.

Quest’ultimo, fisso e non scomponibile per scelta del cliente, dispone di rete a doghe e sotto di sé ospita un vano adibito a garage da 94x126x77 cm la soglia di accesso è situata a 54 cm da terra.

Il vano, con pavimento in linoleum, comunica con l’interno attraverso un portello incernierato e dispone di bocchetta del riscaldamento dedicata.

Lateralmente il vano presenta due cassapanche, delle quali la sinistra è deputata ad ospitare gran parte dell’impiantistica, mentre quella destra ricopre il passaruota posteriore e ospita un gavoncino da 30x25x41 cm con sportello ad apertura verso l’alto. Entrambe offrono una superficie di appoggio: 127.5×66 cm la sinistra, 117×26 cm la destra, poco fruibili per la verità a causa della mancanza di bordi di ritenuta. 

Sulla fiancata sinistra, oltre al vano della cassetta estraibile del Wc Thetford C200, sono installate la presa per il collegamento alla rete elettrica a 220 Volt e un raccordo ad innesto rapido per il rifornimento idrico.

L’impiantistica

L’autonomia idrica può contare su un serbatoio da 150 litri realizzato in polietilene lineare alimentare inserito nella cassapanca sinistra del vano sottostante il matrimoniale posteriore. Il serbatoio è rifornibile tramite un raccordo esterno con innesto rapido ed è accessibile sul veicolo solo rimuovendo il coperchio superiore fissato con viti.

L’impianto idrico, realizzato sfruttando tubazioni in rilsan con innesti rapidi John-Guest, è servito da una pompa a pressostato Shurflo Trail King 7 in grado di erogare fino a 7 litri di acqua al minuto. Quest’ultima, collocata a ridosso del serbatoio, è accessibile sfruttando il portello posteriore ed è ancorata al pavimento e corredata dell’apposito filtro, facilmente accessibile. Un apposito rubinetto consente di scaricare completamente il serbatoio.

L’acqua viene così distribuita alle varie utenze di bordo per essere erogata tramite miscelatori monocomando in metallo cromato.

Lo scarico è invece affidato a pilette da 30 mm di diametro per la cucina e il piatto doccia e da 20 mm per il lavabo della toilette; le tubature sono rigide di stampo domestico.

Il serbatoio di recupero da 100 litri è installato sotto al pavimento, in posizione centrale, e dispone di valvola di scarico a sfera situata in corrispondenza del portellone scorrevole laterale.

Il riscaldamento è affidato ad un bruciatore Webasto AirTop 2000ST installato nella cassapanca della semidinette e accessibile, sul veicolo in prova, solamente asportando il coperchio in legno che risulta fissato con viti (scelta del cliente). Il riscaldatore è alimentato direttamente dal serbatoio di combustibile del veicolo ed è in grado di produrre un flusso d’aria di 93 mc/ora distribuito attraverso cinque bocchette. L’aspirazione dell’aria è consentita da una presa d’aria sistemata sulla cassapanca, mentre lo scarico è affidato al consueto silenziatore installato nel sottoscocca, in corrispondenza del living.

Il comando del riscaldatore è posizionato alla base del matrimoniale trasversale, in prossimità delle prese di corrente a 12 e 220 Volt.

La produzione di acqua calda sanitaria, invece, è affidata ad un boiler Elgena KB 6: alimentato a 12 Volt con una potenza riscaldante di 200 Watt, ha una capacità di sei litri ed è collocato posteriormente, vicino alla pompa dell’acqua e al serbatoio da 150 litri. È accessibile tramite un portello posteriore da 35×30 cm e può essere azionato tramite apposito comando presente sul pannello di controllo CBE.

La batteria dei servizi è inserita all’interno della cassapanca del living e risulta accessibile solo svitando il coperchio in legno che la ricopre. Qui è anche installato il quadro di distribuzione con fusibili.

Il caricabatterie, invece, un Telwin T-Charge 18 Boost con controllo elettronico della corrente di carica e adatto al collegamento con i più diffusi tipi di batterie, è installato nel gavone posteriore dove sono presenti il boiler, la pompa e il serbatoio dell’acqua potabile.

Il pannello di comando CBE  PC200 con schermo Lcd e pulsanti soft touch è installato superiormente al portellone laterale e consente il controllo della tensione delle batterie, del livello dei serbatoi dell’acqua potabile e di recupero, della temperatura interna. Sono inoltre presenti l’interruttore generale e quelli che consentono di azionare la pompa dell’acqua e del boiler (Aux).

Sempre per ciò che concerne l’impianto elettrico, il MES Emma 599 vede la presenza di tre prese a 12V (living, cucina e matrimoniale posteriore) e una a 220V (letto matrimoniale). L’illuminazione è interamente a led e offre una barra a servizio rispettivamente del living e della cucina, cinque spot a soffitto lungo il corridoio centrale, uno spot sia nella toilette che nella doccia e due barre sul matrimoniale posteriore.


Il Wc è il classico Thetford C200 con cassetta estraibile da 17 litri, il cui vano è posizionato sulla fiancata sinistra, a ridosso del passaruota posteriore.

L’impianto del gas, infine, prevede lo spazio per una bombola da 10 Kg ricavato nel mobile cucina e accessibile dall’interno tramite uno sportello da 46.5×65 cm. L’interno misura 46/31×34.5×71 cm ed è attrezzato con un solo aggancio fermabombole. L’aerazione è affidata ad una bocchetta a pavimento da 5 cm di diametro protetta da una semplice retina in nylon e vista la presenza di una sola utenza non è stato previsto alcun sezionatore.

Mobili e tappezzerie

I mobili del MES Emma 599 sono realizzati in multistrato bilaminato PVC da 18 mm di spessore, previsto nella colorazione bianca o nelle essenze Rovere sbiancato o Ciliegio.

Il disegno è molto lineare, ma non sono presenti spigoli vivi e la bordatura dei diversi pannelli, antine comprese, è realizzato con l’impiego di speciali profili di finitura in PVC morbido. Alla base dei pensili, inoltre, è presente un bordo con finitura in alluminio satinato che impreziosisce l’insieme. A finitura degli assemblaggi angolari vengono invece impiegati particolari profilati in alluminio anodizzato.

Le cerniere in acciaio inox sono del tipo impiegato nell’industria del mobile e vedono la parte in movimento (lato antina) ad incasso, mentre la parte fissa è montata su piastrina con ampie possibilità di regolazione. Il sistema di mantenimento è affidato ai consueti pistoncini a gas e la chiusura si avvale dei classici pulsanti push-lock in alluminio anodizzato e di serrature in plastica.

Le cuscinerie della semidinette possono contare su imbottiture in gommapiuma da 11 cm di spessore, mentre le tappezzerie sono realizzate in stoffa bicolore che riprende le tinte dei sedili della cabina di guida.

Il letto posteriore beneficia di serie di un materasso in gommapiuma con spessore di 14 cm che appoggia su rete a doghe fissa (il veicolo in prova dispone di un materasso da 10 cm per scelta del cliente).

Il soggiorno

La zona anteriore è dedicata al living e si presenta rialzata di 12 cm rispetto al pavimento della cabina di guida, i cui sedili dotati di piastra girevole concorrono alla formazione della zona giorno. Il divano frontemarcia misura 95×61 cm, si trova a 46 cm dal pavimento ed è servito da un tavolo traslabile da 89×40 cm dotato di monogamba. Da segnalare che a richiesta è disponibile il tavolo con sostegno abbattibile che consente di ottenere un posto letto aggiuntivo e che il divano con cassapanca sottostante può essere sostituito con la panchetta originale Fiat.

Il piano del tavolo si trova a 70 cm dal pavimento e risulta ben raggiungibile da tutte le postazioni disponibili, lasciando 20 cm a disposizione delle gambe dei commensali.

La cassapanca della semidinette è occupata dal riscaldatore Webasto e dalla batteria dei servizi, ma l’allestitore ha comunque ricavato nella parte superiore un vano 92x58x15 cm accessibile rimuovendo il piano di appoggio del cuscino.

Lo stivaggio nella parte alta si affida ad un pensile da 93×12/9.5×40 cm servito da un’anta piana da 92.5×35 cm. La presenza di eventuale ripiano interno è una scelta che dipende dal cliente, così come l’altezza del suo posizionamento.

Sempre nella parte superiore dell’abitacolo, all’interno del padiglione della cabina di guida, è disponibile un altro vano di stivaggio a giorno che misura 136x49x20/16.

L’aerazione e l’illuminazione diurna possono contare, oltre che sulla vetratura della cabina di guida, su su un oblò Dometic MiniHeki da 40×40 cm e su due finestre Seitz: da 65×35 cm sul lato sinistro e da 75×35 cm su quello destro (quest’ultima a servizio anche della cucina). L’illuminazione artificiale è invece affidata ad una barra a Led installata sotto al pensile.

I servizi

Il blocco cucina è posizionato quasi interamente nel vano del portellone scorrevole e misura 91.5×43 cm. Il piano si trova a 84.5 cm dal pavimento e si avvale dello stesso laminato antigraffio del tavolo.

Il piano di lavoro lascia libera una superficie di appoggio di 82×10 nella zona posteriore e di 91.5×9 in quella anteriore, ma a richiesta è disponibile il classico piano aggiuntivo a ribalta da installarsi a lato. Sulla destra è posizionato il lavello Smev in acciaio inox da 34×24 cm. Ha una profondità di 12 cm ed è servito da un miscelatore in metallo cromato e da una piletta di scarico da 30 mm di diametro.

Sulla sinistra trova invece posto il fornello Smev con accensione piezoelettrica: misura 37×27 cm e dispone di due fuochi del diametro di 6 e 4.5 cm posizionati ad una distanza di 18 cm (misurata al centro degli erogatori).

Il pensile superiore è servito da una antina da 75.5×35 cm e il suo interno è frazionato da un ripiano con bordo anticaduta. Il vano inferiore misura 77×25/21×16 cm, mentre quello superiore offre un volume di 77x19x21 cm.

La base ospita, oltre al già citato vano per la bombola del gas, sul lato sinistro il consueto cassetto portaposate e inferiormente un vano chiuso da uno sportello da 40×61 cm.

Il cassetto portaposate è privo del classico termoformato sagomato e misura 31x33x8 cm, mentre il vano sottostante è frazionato in due, dei quali l’inferiore misura 40×34.5×14 cm e il superiore 40x30x52 cm.

Quest’ultimo vano, su richiesta del cliente, è stato dotato di sportello esterno da 32×4 cm. L’aerazione, infine, può contare sulla finestra (da 75×35 cm) del portellone scorrevole e in parte sull’oblò del living, mentre l’illuminazione artificiale si avvale di una barra a Led installata inferiormente al pensile.

Il frigorifero a compressore Indel da 85 litri è collocato a fianco, nella zona riservata agli armadi.

Il vano toilette è posizionato alle spalle della semidinette, opposto al blocco cucina, e misura 81×69 cm: accessibile attraverso una porta a battente da 182×50.5 cm, il vano si trova 8.5 cm più in alto rispetto al pavimento dell’abitacolo.

Dotato di pavimento completo di piatto doccia in termoformato da 50×50 cm (con piletta di scarico da 20 mm), il bagno ospita, sulla sinistra, il Wc Thetford con cassetta estraibile da 17 litri e, sulla sua destra, il lavabo di forma vagamente trapezoidale.

Il lavabo non dispone di alcun specchio, quest’ultimo si trova sulla parete sinistra e misura 90×30 cm, ed è servito da un miscelatore monocomando con doccetta estraibile. Posizionato a 80 cm dal pavimento, misura 33x16x10 cm e dispone di piletta di scarico in plastica da 20 mm di diametro. Nella zona sottostante non sono presenti mobiletti, ma un rivestimento in ABS che nasconde i vari raccordi idrici.

L’unico volume di stivaggio è quindi offerto dal pensile superiore: dotato di antina da 67×26 cm, misura al suo interno 69×12/10×33 cm. L’aerazione, in assenza della classica finestra, si affida a un compatto oblò Fiamma da 25×25 cm, mentre l’illuminazione si avvale di uno spot a soffitto.

La doccia è ricavata nello stesso vano e misura 73×49 cm. L’aerazione è garantita dall’oblò a tetto, mentre l’illuminazione artificiale è affidata ad uno spot a led. Quale doccetta a telefono occorrerà sfruttare l’erogatore estraibile del lavabo, mentre per ciò che concerne la separazione è prevista una tenda con guida a soffitto (ancora da montare sull’esemplare in prova). Il riscaldamento dell’intero vano toilette è affidata ad una bocchetta installata a metà parete.

Zone letto e armadi

Il matrimoniale trasversale, accessibile anche attraverso i due portelloni a battente, è posizionato in coda al veicolo e misura 194 cm di lunghezza con una larghezza di 134. Il materasso da 10 cm di spessore è stato scelto dal cliente in luogo di quello da 14 cm normalmente adottato e si trova a 96 cm dal pavimento e beneficia di un cielo utile di 89 cm.

Dotato di rete a doghe fissa per scelta del cliente, il letto è servito da due finestre Seitz Dometic su entrambe le fiancate (optional). Quella di destra è a scorrimento, per evitare interferenze con l’apertura del portellone scorrevole laterale, e misura 60×20 cm, mentre quella posta sulla fiancata sinistra si apre a compasso e misura 60×25 cm. Un oblò MiniHeki Dometic da 40×40 completa la già ottima luminosità e aerazione, mentre il riscaldamento è affidato a due bocchette, una che si trova sotto al letto e l’altra nell’angolo posteriore sinistro.

Lo stivaggio è affidato a due pensili laterali di uguali dimensioni. e serviti entrambi da sportelli ad apertura verso l’alto da 106×36 cm

Il volume interno misura 107×17/9×40 cm e anche in questo caso la scelta di dotarli di ripiano divisore è legata ai gusti e alle esigenze del cliente.

L’illuminazione artificiale è garantita da due barre a Led installate inferiormente a ciascun pensile, mentre l’accesso al garage è resa possibile da uno sportello da 46.5×55 cm. Da segnalare che in opzione (rinunciando ai pensili laterali) è disponibile un secondo matrimoniale con rete a doghe estensibile.

Ben tre gli armadi previsti per vestiti e biancheria, tutti situati tra la cucina e il matrimoniale posteriore. Quello che sovrasta il frigorifero è servito da un’anta da 47×68 cm e al suo interno misura 48.5×41/26.5×72 cm.

I due a lato sono sovrapposti e quello superiore, destinato ai capi appesi (nell’esemplare in prova l’asta appendiabiti era ancora da installare), dispone di antina da 23×98.5 e offre un volume di 24.5×41/28×102 cm, mentre quello inferiore è servito da un’anta da 23×73 e misura all’interno 24.5×41/31×79 cm.

Inferiormente al frigorifero è stato ricavato un ulteriore vano: servito da antina di 47×37 cm, misura al suo interno 48.5×41/31×39 cm.

Dislocazione impianti

Dati tecnici

MES Italia Emma 599
Dimensioni e posti
Tipologia Camper puro
Dimensioni 599.8x205x250 cm
Posti omologati 4
Posti letto 2
Posti frontemarcia con
cintura di sicurezza
4
Autotelaio
Meccanica Fiat Ducato 35L furgone tetto alto
Passo 403.5 cm
Sbalzo anteriore 94.8 cm
Sbalzo posteriore 101.5 cm
Motorizzazione base 2.3 Multijet Euro5 – 130 cv
Motorizzazioni opzionali 2.0 Multijet Euro5 – 115 cv
2.3 Multijet TGV Euro5 – 148 cv
3.0 Multijet Power Euro5 – 177 cv
Trazione Anteriore
Accessori di serie kit riparazione pneumatici Fix&Go, chiusura centralizzata con telecomando, alzacristalli elettrici, vetri atermici, specchi retrovisori elettrici e con sbrinamento, ABS, doppio Airbag, poltrone cabina con braccioli, regolazione in altezza, longitudinale e degli schienali, autoradio, Cruise Control, climatizzatore manuale.
Massa complessiva a pieno
carico kg
3500
Massa dichiarata in ODM  Versione 2.3 Multijet 130cv: 2750 kg Versione provata kg 2760.
Portata utile kg 750 Kg (versione provata, comprensiva di accessori, 740 kg).
Scocca
Carrozzeria Scocca autoportante originale in lamiera d’accaio. Coibentazione pavimento tramite polistirene compresso da 30 mm, multistrato interno con rifinitura superficiale in PVC da 18 mm, rivestimento in linoleum. Coibentazione pareti laterali e tetto tramite polistirene compresso da 20/30 mm rivestito con multistrato bilaminato in PVC da 10 mm e interposizione di camera d’aria.
Spessori
pavimento/pareti/tetto mm
50/20-30/20-30
Gavone Gavone posteriore da 126x94x77 cm accessibile dall’esterno, attraverso le porte posteriori e dall’interno (46.5×55 cm). Fondo in linoleum, riscaldamento tramite una bocchetta dedicata. Vano di stivaggio da 30x25x41 cm posizionato nella cassapanca destra sotto al letto posteriore.
Porte e
finestre
Porta laterale scorrevole originale Fiat dotata di finestra apribile a compasso, oscurante e zanzariera, controstampo interno in abs, serratura di sicurezza e chiusura centralizzata con telecomando. Tre finestre Seitz Dometic apribili a compasso con oscurante e zanzariera, una finestra Seitz Dometic scorrevole con oscurante e zanzariera. Due oblò Dometic MiniHeki da 40×40 cm, un Fiamma 25×25 cm.
Impiantistica
Gas Vano interno per una bombola da 10 kg raggiungibile attraverso la porta laterale (sportello interno blocco cucina). Aerazione tramite 1 bocchetta a pavimento, gancio fermabombole. Nessun sezionatore.
Riscaldamento e boiler Riscaldamento Webasto AirTop 2000ST alimentato a gasolio installato nella cassapanca del living, canalizzazione interna all’abitacolo con cinque bocchette. Boiler Elgena KB6 ad accumulo da sei litri alimentato a 12 Volt (200 Watt).
Elettricità Batteria supplementare AGM da 100 Ah, caricabatterie e trasformatore Telwin, pannello di controllo CBE dedicato con schermo LCD e pulsanti soft touch. Illuminazione interna a led, tre prese a 12 Volt e una a 220 Volt.
Acqua Serbatoio acqua potabile da 150 litri servito da una pompa Shurflo TK7, impianto con tubi in rilsan e raccorderie tipo John Guest. Miscelatori monocomando in metallo cromato, pilette scarico da 30/30/20 mm di diametro. Serbatoio di recupero esterno da 100 litri non coibentato. Wc Thetford C200 con cassetta estraibile da 17 litri e tazza girevole.
Prezzi e accessori
Prezzo base Euro 44.392
Prezzo esemplare provato
Comprensivo di: motore 2.3 Mulijet 130cv, finestre apribili letto matrimoniale (Euro 484). Totale veicolo in CamperOnTest – Euro 44.876
Il nostro giudizio
Costruzione
Meccanica di base
Fiat Ducato 35 L con motore da 130 cv e dotazione di serie completa.
Sicurezza
Di serie ABS con EBD, doppio Airbag, Cruise Control e climatizzatore.
Volumetria e masse
Passo lungo con sbalzi anteriori e posteriori originali. Altezza contenuta in 250 cm.
Scocca e materiali
Furgonato originale con scocca autoportante in lamiera d’acciaio, coibentazione in polistirene compresso di buono spessore. Interposizione di camera d’aria per pareti e tetto.
Assemblaggio e rifiniture
Assemblaggio ben realizzato. Migliorabili alcune rifiniture.
Componentistica
Finestre Seitz Dometic, due oblò MiniHeki Dometic e uno Fiamma. Porte originali Fiat.
Impianto idrico
Serbatoio acqua potabile interno da 150 litri, impianto abbastanza curato con raccordi rapidi. Miscelatori in metallo cromato, pilette di scarico sprovviste di sifoni. Serbatoio di recupero esterno da 100 litri.
Impianto elettrico
Batteria supplementare 100 Ah. Caricabatterie, trasformatore Telwin, pannello di comando CBE semplice e intuitivo, illuminazione interna a led, sufficiente la disponibilità di prese elettriche.
Gas
Vano per una bombola da 10 kg con un allestimento minimale.
Riscaldamento
Webasto AirTop 2000ST da 2 kW installato nella cassapanca del living con canalizazione dell’aria tramite 5 bocchette utilizzabile anche in marcia. Boiler Elgena KB6 ad accumulo da 6 litri alimentato a 12 Volt (200 Watt).
Mobilio e arredamento
Mobilio semplice di buona fattura. Chiusura tramite pulsanti push-lock, cerniere di qualità in acciaio inox, pistoncini di ritenuta. Piani laminati antigraffio.
Cuscini, materassi e tappezzeria
Cuscinerie abbastanza comode, letto posteriore dotato di materasso in gommapiuma da 10 cm di spessore su rete a doghe. Living compatto, ma ben coadiuvato dalle poltrone in cabina.
In viaggio
Facilità di guida
Agile e scattante, è facile da guidare. Visibilità ottima in ogni direzione, ingombri abbastanza ridotti.
Comodità dei posti a sedere 
Ottime le poltrone della cabina, buoni i posti posteriori.
Panoramicità
Buona per tutti i posti: anche chi viaggia dietro, infatti, beneficia di un’ottima visuale anteriore e laterale grazie alle finestre del living e della porta scorrevole.
Climatizzazione
Il clima motore è di serie su questo veicolo, ma dipende dalle scelte del cliente. In inverno, il riscaldamento a gasolio può tranquillamente essere utilizzato anche in marcia.
In sosta
Living
Molto compatto, è pensato prevalentemente per un utilizzo da parte di due o tre persone. In ogni caso, con qualche sacrificio ne può ospitare fino a quattro.
Letti
Seppure si tratti di un veicolo di dimensioni non certo esuberanti, il matrimoniale posteriore è sufficientemente comodo e rifinito con cura. Materasso di buone dimensioni e consistenza (spessore di 10 cm voluto dal cliente in luogo dei 14 cm normalmente adottati). Due finestre (optional), due punti luce, vani di stivaggio, riscaldamento. La coppia sportiva ha tutto ciò che serve.
In cucina
Il blocco cucina è piccolo e compatto, come di norma su un camper puro, ma funzionale. Offre tutto ciò di cui si può aver bisogno su un veicolo di questo tipo: frigo a compressore, fornello a due fuochi, lavello di buone dimensioni, uno stivaggio sufficiente e una buona aerazione.
Toilette
E’ compatta ma presenta l’indubbio vantaggio di un vero box doccia, abbastanza raro in questa tipologia. Unici appunti l’esigua disponibilità di vani di stivaggio (solo un pensile) e l’aerazione, che in mancanza della classica finestra è affidata al solo oblò.
Doccia
Inglobata nella toilette è però separata, seppure da una semplice tenda. Si deve utilizzare come doccetta l’erogatore estrabile del lavandino e peccato che il piatto doccia non occupi tutto lo spazio disponibile.
Disimpegni e circolazione nell’abitacolo
Nonostante le dimensioni, la circolazione all’interno è sufficientemente buona in ogni situazione.
Capacità di stivaggio
È allineata con le dimensioni e la vocazione del veicolo. Non si può pensare di averi i volumi di un maxi motorhome, ma la coppia sportiva troverà la giusta sistemazione a ciò che gli serve realmente.
Gavoni e garage
Lo spazio disponibile sotto al matrimoniale posteriore è sufficientemente grande per contenere tutto ciò che occorre all’equipaggio tipo.
Gestione del veicolo
Capacità di carico e portata utile
I 740 kg di portata utile sono tali da garantire un ottimo margine utile.
Autonomia
Veicolo per chi ama viaggiare più che sostare, ha un’autonomia che può essere compromessa dal frigorifero a compressore e dal boiler elettrico. Buona l’illuminazione interamente a Led.
Facilità di manutenzione
L’impiantistica è abbastanza accessibile. Il coperchio di accesso a batteria e riscaldatore Webasto risulta fissato, sul veicolo in prova, con viti (soluzione voluta dal cliente), ma di serie è invece asportabile.
Rapporto prezzo/prestazioni
E’ di dimensioni medie ma offre diverse comodità e risulta in grado di garantire ottime doti stradali e buona maneggevolezza. La costruzione è solida, con alcune interessanti soluzioni tecniche come l’isolamento della scocca. Risulta particolarmente indicato alla coppia sportiva e dinamica, alla quale potrà dare buone soddisfazioni.

Legenda

Inadeguato
Da migliorare
Adeguato alla classe di costo
Buono, assicura fruibilità e soddisfazione agli utilizzatori
Eccellente, difficile trovare di meglio

Ci ha particolarmente convinto…

Le  dimensioni relativamente compatte, soprattutto in altezza e in larghezza, unite allo sbalzo posteriore estremamente contenuto fanno del MES Italia Emma 599 un veicolo dalle buone doti stradali e facilmente manovrabile. Le prestazioni della meccanica Fiat infatti sono ottime a fronte di consumi contenuti.

All’esterno il look è alquanto serio e presenta una grafica decisamente sobria che si limita a riportare i nomi dell’allestitore e del modello. Il veicolo in esame ha colorazione della carrozzeria grigio metallizzato, elemento di una certa eleganza, e se non fosse per le finestre ed altri elementi quali il gavoncino per la cassetta del Wc e le prese di corrente e del rifornimento idrico che ne rivelano la vocazione vacanziera sarebbe facile confonderlo con un furgone di serie.

L’isolamento della scocca, così come si apprende dalle caratteristiche tecniche, è in grado di offrire ottime capacità di coibentazione termoacustica e anche l’impianto di riscaldamento, seppure di potenza non elevata, dispone di un buon numero di bocchette, ben distribuite nell’abitacolo.

L’autonomia idrica è più che buona, ben 150 litri di acqua potabile e 100 litri per il serbatoio di recupero, mentre quella elettrica si avvantaggia dell’illuminazione interamente a Led, anche se si rende necessaria una certa attenzione durante le soste prolungate a causa del frigorifero a compressore e del boiler a 12 Volt. L’impiantistica è curata, con gran parte dei componenti facilmente accessibili (nel veicolo in prova, per scelta del cliente, alla batteria dei servizi e al riscaldatore Webasto si accede solo svitando il coperchio in legno di copertura).

Il mobilio è molto semplice, di taglio lineare, ma presenta una buona fattura, seppure si noti qualche piccola imperfezione nelle finiture. Le capacità di stivaggio sono più che buone, non solo per il garage sottostante al matrimoniale trasversale, ma anche per il numero di armadi, che complessivamente offrono lusinghieri volumi.

Nulla da eccepire in merito all’abitabilità e allo sfruttamento degli spazi, entrambe ben congegnati per l’equipaggio tipo: la coppia. Living, blocco cucina e toilette sono ovviamente di dimensioni abbastanza compatte, comunque fruibili. Da rimarcare la presenza di un vero box doccia, soluzione non certo frequente su veicoli di questa tipologia.

Riteniamo migliorabile…

Alcune finiture all’interno potrebbero essere migliorate, pensiamo soprattutto alla bordatura delle antine e delle paratie dei mobili, ma anche al loro sistema di fissaggio. Anche all’esterno i pochi complementi dell’allestimento (prese di corrente e dell’acqua, sportello della cassetta del Wc) meriterebbero di essere verniciati in tinta con la carrozzeria, con indubbi vantaggi per l’eleganza del veicolo, peraltro buona.

Le due cassapanche laterali dispongono superiormente di generose superfici di appoggio, pressoché inutilizzabili, però, a causa della mancanza di bordi di ritenuta.

Il vano toilette con un vero box doccia separato, soluzione di pregio su veicoli di questa categoria, dispone di una semplice tenda di separazione, peraltro impiegata in moltissimi altri casi: l’adozione di una antina pieghevole in metacrilato fornirebbe un indiscutibile plus all’intero locale. Anche il piatto doccia sarebbe auspicabile occupasse tutta la pianta del box, anche in virtù dell’installazione della colonna per la doccetta a telefono dal lato dove il piatto doccia manca.

Non ci è piaciuto molto il sistema di fissaggio del serbatoi di raccolta, né i raccordi di entrata delle tubature di scarico, peraltro con la giusta pendenza e realizzate con materiali di pregio. Una certa attenzione la meritano gli assorbimenti elettrici di frigorifero e boiler, in grado di compromettere l’autonomia.

In conclusione 

Veicolo sufficientemente compatto, il MES Italia Emma 599 si rivela funzionale ed in grado di offrire il giusto comfort alla coppia, l’equipaggio ideale per le sue caratteristiche. Le doti di maneggevolezza, unite comunque ad un buon sfruttamento degli spazi e a una buona abitabilità, si addicono particolarmente ai veri viaggiatori e agli amanti delle vacanze itineranti, che potranno contare inoltre su economicità di esercizio e semplicità di gestione. Le dimensioni del veicolo in prova, la cui base meccanica furgonata è stata fornita dal cliente, sono, secondo il parere di chi scrive, il giusto compromesso tra agilità di guida e fruibilità interna, senza grosse costrizioni per gli occupanti durante la sosta. L’allestitore consente ampi margini di intervento in fase di realizzazione, con personalizzazioni di layout e allestimento anche importanti, inoltre, la possibilità di impiego di meccaniche non solo nuove di fabbrica, ma anche di seconda mano, peraltro fornibili dal cliente secondo le sue esigenze, consente di raggiungere livelli di versatilità e economicità di tutto rispetto. La realizzazione è accurata, a cominciare dalla coibentazione della scocca e dall’impiantistica, anche se sono riscontrabili alcune piccole imperfezioni che, pur senza inficiare la fruibilità del veicolo, potrebbero essere facilmente risolvibili accrescendone le doti di versatilità. Il prezzo del veicolo oggetto di questo CamperOnTest è di poco inferiore ai 45.000 Euro (26.000 Euro sono da prevedere per la meccanica e 18.876 Euro per l’allestimento, comprensivo delle due finestre a servizio del matrimoniale trasversale del costo di 484 Euro) e per quella cifra il MES Italia Emma 599 offre una costruzione solida e complessivamente curata, facilità di gestione e il necessario comfort.

Riferimenti e contatti del costruttore

MES Italia
Via dell’Edilizia 142 – 36100 Vicenzia
Tel. +39 0444 563514 – Cell. +39 339 7323151
www.mes-italia.com

Fotogallery

Si ringrazia per la gentile collaborazione:
Il signor F. Martini che ha messo a disposizione il veicolo.

Gianfranco

Comments are closed.