Una sigla nuova, M 686 GLT, per un veicolo che si inserisce nel solco di una lunghissima e prestigiosa tradizione, quella di un marchio, Arca, che in oltre 50 anni di storia ha scritto pagine fondamentali nel campo dei veicoli ricreazionali. Nata nel lontano 1958, la casa di Pomezia vanta, da sempre, una grande esperienza nel costruire e proporre camper contraddistinti da forte personalità, dotazioni tecniche e piante capaci di sfruttare razionalmente i centimetri a disposizione per realizzare abitacoli ampi, vivibili e conviviali. Nato con queste premesse, il nuovissimo M 686 GLT si inserisce nel catalogo del marchio pontino forte di diverse argomentazioni tecniche e stilistiche che non dimenticano un prezzo di listino particolarmente equilibrato. Presentato in anteprima nazionale presso la concessionaria Grosso Vacanze di Genola (CN), il nuovo M 686 GLT è un mansardato da 686 cm di lunghezza allestito su Fiat Ducato 35L con passo da 403,5 cm , telaio longheronato alto e carreggiata posteriore allargata: disponibile con tutte le motorizzazioni offerte da Fiat (2.0 Multijet 115 cv, 2.3 Multijet 130 cv, 2.3 Multijet TGV 148 cv, 3.0 Multijet Power 177 cv), l'M 686 GLT vanta una scocca a pannelli sandwich con rivestimento esterno in vetroresina (non solo per le pareti quanto anche per tetto e sottopavimento) a garanzia di una grande resistenza agli agenti atmosferici. Il pianale, da 52 mm di spessore, è coibentato con polistirolo ad alta densità e vanta il rivestimento inferiore in fibra di vetro per una perfetta resistenza anche in caso di marcia su strade innevate o salate. Le pareti, come ormai da tradizione Arca, hanno uno spessore di 45 mm e vantano coibentazione in styrofoam ad alta densità, mentre tutto il frontale della mansarda sfrutta un monoblocco in vetroresina caratterizzato dalla presenza della classica finestra anteriore. Rinnovato nel design esterno, che fonde elementi classici per la casa pontina quali la linea della mansarda con i più recenti stilemi introdotti con la generazione di integrali H 738 GLC e H 720 GLM, il nuovo arrivato opta per una moderna parete posteriore con fanaleria a led mutuato proprio dagli integrali presentati nel corso dell'attuale stagione commerciale, mentre completamente nuova è la grafica esterna che intende richiamare, in forma più contemporanea, il classico logo dell'arca stilizzata da sempre emblema della casa pontina. L'interno, disponibile in tre essenze (Ciliegio, classico Arca, Noyer, introdotto lo scorso anno, e il nuovissimo Oregon, chiaro, luminoso e presente sull'esemplare presentato), si caratterizza per un attento sfruttamento degli spazi e per una pianta interna che riprende, sviluppandoli, alcuni concetti proposti con successo dai progenitori di questo M 686 GLT, gli M 680 e 681 GLT. Pensato per offrire comfort e convivialità a sei persone (in sosta così come in viaggio), il nuovo M 686 GLT propone infatti una pianta interna con dinette classica affiancata da un divanetto laterale, ingresso centrale, blocco cucina a sviluppo lineare con maxi-frigo Thetford N3000 da 175 litri opposto alla toilette, completa di doccia separata e, in coda, armadio guardaroba e letti a castello trasversali con gavone/garage a volume variabile. Decisamente particolare è la configurazione del living anteriore: la classica dinette, infatti, vede la possibilità di essere trasformata in pochi secondi in un vero e proprio salotto a U grazie ai cuscini laterali collocati sulla fiancata sinistra e al tavolo, sorretto da una monogamba traslabile e completo di piano ampliabile a libro. Le possibilità, però, non finiscono qui: in sosta, nel caso di equipaggi particolarmente numerosi, è infatti possibile congiungere il divano contromarcia anteriore con il divanetto laterale, creando un maxi living a "giro" in grado di ospitare anche sette o otto commensali. Proposto a partire da 52.500 Euro (FF, motore 2.0MJ, 53.500 con 2.3MJ 130 cv), il nuovo M 686 GLT offre riscaldamento e boiler Truma Combi 4 con canalizzazione perimetrale in tutto l'abitacolo grazie a 9 bocchette (che coprono ogni ambiente, dalla mansarda al garage posteriore), interruttore inerziale Truma Monocontrol CS, impianto idrico con raccorderie in acciaio, tubazioni di scarico rigide di derivazione domestica, serbatoio di recupero da 140 litri coibentato e riscaldato, sfiato a tetto del wc e piatto doccia con doppia piletta di scarico. Fotogallery
Condividi questo articolo!

    Comments are closed.