November 12, 2019

Provare su strada un veicolo è, spesso, il modo migliore per comprenderne i segreti e per apprezzarne le qualità dinamiche: lo sa bene Carthago che, al Salone del Camper di Parma, ha offerto ai visitatori la possibilità di provare su strada quattro diversi integrali in rappresentanza delle gamme C-Compactline, C-Tourer, Chic C-Line e Chic E-Line. 

Abbiamo scelto di testare lo Chic E-Line 50 Yachting, allestito su Fiat Ducato Maxi con motore 3.0 da 177 cv, cambio automatizzato Comfort-Matic, telaio Al-ko AMC ribassato ed equipaggiato – sull’asse anteriore – con la nuovissima sospensione Al-ko Comfort Suspension.

Capace di rialzare il frontale del veicolo di circa 4 cm e di maggiorare sensibilmente il comfort in viaggio e la tenuta di strada, la nuova AL-KO ACS è stata messa alla prova in condizioni estreme, con ripetuti passaggi in curva ad alta velocità e repentini cambi di direzione.

Situazioni limite, non certo usuali per un motorhome da 765 cm di lunghezza e 4500 kg di massa complessiva, ma che forniscono indicazioni preziose sul suo comportamento dinamico e, soprattutto, permettono di valutarne la maneggevolezza e, conseguentemente, di stimarne e apprezzarne i margini di sicurezza.

L’E-Line 50, così come tutti i veicoli Carthago, annovera tra le dotazioni di serie l’utilissimo ESP, il sistema di controllo elettronico della stabilità: per valutarne l’efficacia, oltre alla classica prova su strada, abbiamo deciso di sottoporre il veicolo a un vero e proprio slalom.

Il comportamento del veicolo, piuttosto neutro e sincero, permette di osservare il prezioso intervento dell’elettronica di bordo che, agendo sull’erogazione del motore e sui freni, costituisce un prezioso ausilio permettendo, specie ai conducenti meno esperti, un più facile controllo del veicolo anche in situazioni di emergenza.

Portato volutamente al limite dell’aderenza in curva, e sottoposto a repentini cambiamenti di direzione per verificare tenuta di strada e tempi di reazione, lo Chic E-Line 50, equipaggiato di sospensioni Al-ko ACS si dimostra un veicolo affidabile, preciso nella guida e neutro nel comportamento, lasciandosi controllare senza alcun problema e non creando particolari problemi di controllo. Parte del merito, oltre al corretto bilancialmento dei pesi, va all’azione contemporanea degli strumenti di sicurezza presenti a bordo, in particolare ESP e T-Plus, che intervengono al primo accenno di sottosterzo aiutando chi guida a riportare in assetto il camper.

Il comportamento dell’avantreno trae poi grande giovamento dall’azione della nuova sospensione Al-ko ACS, montata in anteprima sul veicolo oggetto di questo test-drive. Rispetto a un veicolo con sospensione anteriore originale, infatti, il nuovo gruppo molla/ammortizzatore progettato e realizzato da Al-ko offre un maggior comfort in marcia, grazie a una più consistente altezza da terra e a una maggiore capacità di assorbimento delle asperità del terreno, e migliora la tenuta di strada. Anche durante ripetuti passaggi in curva a forte velocità, la sospensione in appoggio ha sempre contribuito a mantenere un assetto corretto, non arrivando al classico e pericoloso appoggio di fondo corsa che potrebbe trasformare un eventuale sottosterzo in un più pericoloso sovrasterzo, ma fornendo un apporto neutro, costante e rassicurante.

Fotogallery

Andrea

Comments are closed.