March 31, 2020

Impiantistica

L’autonomia idrica conta su un serbatoio 140 litri realizzato in polietilene alimentare posizionato all’interno della cassapanca frontemarcia del living anteriore.
Dotato di tappo d’ispezione interno raggiungibile rimuovendo una botola da 18×18 cm, è servito da una pompa a pressostato Shurflo Trail-King collocata posteriormente sul lato destro: in grado di erogare fino a 7 litri al minuto, è raggiungibile dall’interno rimuovendo un pannello da 124/88×62 cm che costituisce la base dell’armadio sotto il letto posteriore destro.

L’impianto idrico, che si avvale di tubazioni in rilsan divise per colore a seconda della tipologia di contenuto e di giunti sia con innesto rapido tipo John Guest sia a fascetta, distribuisce il proprio contenuto alle utenze di cucina, toilette e doccia con rubinetti monocomando in metallo cromato.


Le pilette di scarico sono da 30 mm di diametro per la cucina e per la toilette e da 35 per la doccia, tutte con sifoni ispezionabili.

Il sistema di tubazioni di scarico prevede un misto di tubi rigidi di derivazione domestica e classici corrugati flessibili che convogliano le acque reflue in un serbatoio di raccolta da 109 litri, collocato esternamente nella parte centrale del veicolo.
Dotabile, in opzione, di riscaldamento e coibentazione (Antifreezing Pack), il serbatoio è piuttosto basso da terra (17 cm), valore che impone un po’ di cautela nel superamento di dossi e ostacoli, ed è servito da un rubinetto di scarico con valvola centrale e prolunga per lo scarico laterale che convoglia le acque di scarico all’altezza del living, sul lato sinistro del veicolo.


Il wc, infine, è il classico Thetford C250 con serbatoio asportabile da 18 litri e tazza girevole.
Il riscaldamento e la produzione di acqua calda sono affidati alla classica Truma Combi 4: con una potenza di 4kW e una capacità di 287 metri cubi di aria, distribuisce il proprio calore sfruttando una canalizzazione di 7 bocchette.
I condotti sono principalmente interni e sfruttano, per il passaggio, gli spazi garantiti dalla porzione di doppio pavimento posteriore: all’esterno è invece convogliata la diramazione a servizio della cabina di guida, con tratta coibentata tramite guaina neoprenica. La stufa è accessibile dall’interno o dal gavone posteriore: accanto all’unità termica è collocata la valvola antigelo FrostControl, mentre il pannello di comando dell’impianto e la sonda termostatica sono collocati, rispettivamente, a fianco al letto posteriore e sulla porta d’ingresso.
L’impianto elettrico, che fa ampio uso di canaline passacavi, è interamente raggruppato nel vano tecnico anteriore destro a lui dedicato. Nella parte inferiore ospita una batteria servizi da 100Ah, mentre nella parte superiore trovano collocazione lo staccabatteria, l’interruttore generale con salvavita, il caricabatterie e trasformatore Nordelettronica NE143P e il quadro di distribuzione comprensivo di tutti i fusibili.


Sempre dell’azienda trevigiana è il pannello di comando delle utenze elettriche, collocato sopra la porta d’ingresso, caratterizzato da un design piuttosto moderno e deputato a fornire informazioni circa l’autonomia idrica (acqua potabile e recupero), la tensione delle batterie (motore e servizi), la temperatura (interna ed esterna) e a comandare illuminazione, impianto idrico e interruttore generale.


Il Pegaso può contare su quattro prese a 12V (dedicate a cucina, toilette, letti posteriori e mobile tv) e su due a 220V (dedicate a cucina e mobile tv), mentre l’illuminazione è realizzata interamente a led. In particolare sono disponibili sei spot inseriti sotto il letto basculante a servizio di cabina di guida e living: questo secondo ambiente conta anche su due faretti orientabili inseriti nel sottopensile sinistro, mentre il blocco cucina può fare affidamento sull’accoppiata di due file di led inserite nella cappa aspirante e una plafoniera a soffitto.

La toilette e la doccia sono servite, rispettivamente, da due e uno spot accompagnati da illuminazione diffusa a tetto in toilette e ai lati della colonna centrale per la doccia. La zona notte posteriore ha una plafoniera centrale, due spot di lettura a tre led, orientabili e una scenografica striscia led che corre sulla testiera imbottita comune ai due letti.


Non mancano, poi, tre spot dedicati al letto basculante.

Tutto l’ambiente, infine, è contrassegnato da utili luci blu notturene segnapasso.


L’impianto gas è sviluppato sfruttando le classiche tubature in acciaio e gestito da quattro rubinetti sezionatori (dedicati a frigo, fornelli, stufa/boiler e all’eventuale forno a gas), inseriti nella parte inferiore del blocco cucina.

Mobili e tappezzerie

Moderno e dal design quasi “minimalista”, il mobilio è realizzato in multistrato nobilitato da 15 mm di spessore, con numerosi elementi stondati.
La tonalità dell’essenza è piuttosto scura, con la venatura in evidenza che si alterna ai fianchi dei pensili e a parte della cucina color bianco panna che richiamano volutamente le atmosfere dei modelli “Magnifico”. Molto classiche le forme scelte, con pensili a sviluppo lineare che rinunciano ad ante bombate lasciando alla curva sottopensile e al contrasto cromatico con le spalle laccate chiare il compito di dare vivacità all’ambiente.

La costruzione generale, abbastanza curata, offre cerniere DGN a doppia molla in acciaio inox e maniglie cromate in metallo, mentre non sono presenti le mensole interne (salvo il pensile laterale destro del blocco cucina) e, soprattutto, le pratiche areazioni anticondensa che in inverno favoriscono la circolazione dell’aria e l’omogeneità della temperatura in ogni angolo del veicolo. Presenti, invece, i classici gommini antivibrazione, due per ciascuna anta.

 

L’ambientazione interna è piacevole e rilassante: merito delle calde tonalità scelte per gli abbinamenti tra mobilio e tappezzeria, ma anche di alcuni dettagli realizzati in legno massello (cornici del tavolo e del piano cucina), anche qui a contrasto con laminati chiari delle relative superfici.


Sempre a livello di mobilio, non sono presenti le paretine anticondensa per il living, mentre i letti posteriori beneficiano di un’elegante testata imbottita.
Presenti, negli interni, diversi particolari stampati in abs: in questo materiale sono infatti realizzati lo stampo del sottobasculante anteriore, il sovracruscotto e l’intero box doccia posteriore.
Le sellerie, offerte con rivestimento ecopelle avorio “Armonia” o nella variante opzionale “Essenza, vantano cuscinerie con imbottiture comprese tra 14 e 18 cm di spessore, mentre i letti posteriori offrono materassi in gommapiuma da 13 cm supportati da reti a doghe.


Identica soluzione anche per il matrimoniale basculante anteriore, contraddistinto però da un materasso da 10 cm di spessore.

Beppe Finello

Comments are closed.