August 23, 2019

Ventuno anni di storia, oltre 20.000 veicoli prodotti e un nome, Ecovip, entrato nella storia di un intero settore come rappresentante di una tra le gamme in assoluto più longeve e apprezzate. Nato come evoluzione naturale del glorioso progetto Laser, che negli anni Ottanta fu capace di generare gli apprezzatissimi Lasercar e Laserhome, il progetto Ecovip si è sempre caratterizzato per un carattere forte e distintivo e per una grande ricchezza di proposte capaci, negli anni, di offrire, oltre ai classici mansardati, due generazioni di motorhome e altrettante di profilati, una tipologia in cui Laika ha dimostrato di credere sin dal lontano 1996, anno di debutto del leggendario Ecovip 1R. Oggi, dopo alcuni anni di assenza, Laika torna ad affiancare a sempre apprezzatissimi mansardati Ecovip, disponibili nelle “storiche” varianti 1, 2 Classic, 6 e 9, una nuova gamma di profilati con basculante, disponibile in otto varianti con lunghezze comprese tra 6 e 7,5 metri. Pensati per rappresentare il vero e proprio gradino di accesso al mondo Laika, i nuovi Ecovip profilati si caratterizzano per un equilibrato rapporto tra qualità e prezzo, continuando, in questo senso, il percorso che l’azienda toscana aveva intrapreso con la precedente Serie X, ma caratterizzandosi per nuovi contenuti tecnici e tecnologici, particolarmente evidenti nel nuovissimo Ecovip 412, veicolo oggetto di questo CamperOnTest. Un profilato di dimensioni medio/grandi pensato per la coppia così come per la famiglia di tre o quattro persone capace di offrire, a un prezzo nell’ordine dei 60.000 euro, un abitacolo vivibile e facile da sfruttare, ampiamente personalizzabile nello stile e nelle dotazioni e una disposizione interna che, pur vantando la classica e sempre più richiesta camera da letto posteriore, non manca di spunti originali e di soluzioni intelligenti.

Michel

Comments are closed.