April 7, 2020

Il soggiorno

La parte più qualificante dell’allestimento per quanto riguarda la “zona giorno” è la panchetta reversibile della francese RIB che, grazie alla dotazione di grandi poggiatesta coadiuvati da cinture di sicurezza a tre punti e dei braccioli regolabili, alla possibilità di scorrere in senso longitudinale e alla conformazione erogonomica e sagomata delle sedute e dello schienale – regolabili anche in altezza e inclinazione – è in grado di garantire ai passeggeri di ogni “stazza” una posizione in marcia ottimale e sicura.

La seduta (104×56) è alta 51 cm rispetto alla porzione di pavimento centrale, ma le gambe dei passeggeri poggiano sulla parte anteriore rialzata, in posizione corretta. Il tavolo, ancorato a parete, ha un piano di 107×55 cm, alto 72 cm dal pavimento ed è dotato di gamba pieghevole. Quest’ultima, in situazione viaggio (secondo la posizione assunta del sedile di guida), può risultare piuttosto vicina al piano di seduta; una volta in sosta, però, è possibile far scorrere facilmente in avanti il piano del tavolo e, con l’ausilio dei sedili girevoili in cabina, creare una situazione correttamente confortevole.

La visuale esterna, oltre che dalla relativa vicinanza alla cabina, è data da due finestre Dometic S4 simmetriche da 66×27 cm. Quella di sinitra è dotate, oltre che del consueto combinato scuro/zanzariera, anche di tende semitrasparenti di cortesia.

Tutta la zona giorno, a causa della presenza del letto basculante, è priva di pensili. Oltre a un comodo vano portabottiglie inserito direttamente sotto il piano di seduta (alto 35 cm, largo 16 e profondo 43 cm), è, però, disponibile un capiente stipetto a conformazione angolare collocato appena a fianco dell’ingresso. Alto 94,5 cm, e largo 47 e 32 cm ai lati, è dotato di una porta da 79×30 cm. L’interno è diviso con un ripiano dotato di bordo anticaduta che determina due vani alti rispettivamente 45 e 46 cm.

Sopra questo mobile basso, infine, è inserito uno specchio da 83×24 cm che come luce di cortesia utilizza uno dei due spot orientabili ad appannaggio del letto basculante. Come già accennato nella parte riguardante l’impiantistica, la zona giorno è illuminata da quattro spot a led inseriti in quello che, di fatto, è il soffitto, cioè la parte inferiore del letto basculante.

I servizi

Il Neovan si caratterizza per uno sviluppo inusitato della zona cucina (molto ampio per la categoria dei camper puri, ma notevole anche in termini assoluti) che occupa tutta la parte centrale dell’abitacolo.

Si compone di un mobile conformato a “L” con dimensioni ai lati di 100×106 cm e profondità del piano di 54 cm sul lato lungo la parete e di 31 nella penisola; il piano di lavoro è alto 95 dal pavimento e ha la superficie in laminato antigraffio.

Oltre allo spazio utile sul piano di lavoro, è disponibile una mensola laterale da 60×21 cm.

La dotazione comprende un elemento Smev integrato (90×38 cm) con copertura differenziata in cristallo, dove il lavabo, servito da un miscelatore monocomando in materiale plastico con beccuccio abbattibile, ha dimensioni di 34×24 cm e profondità di 10. Il gruppo cottura ha due fuochi da 6 e 4,5 cm di diametro dotati di accensione piezoelettrica, distanti tra di loro, al centro, 23 cm.

Il pensile superiore ha un’anta da 61×31 cm che dà accesso al vano interno diviso tra un ripiano superiore da 59×32 cm, alto 15, e inferiore da 59×29 cm, alto 17 cm. Al fondo è collegata la cappa aspirante Baraldi, dotata di due spot led e del tipo a filtro intercambiabile.

Lo stivaggio ad appannaggio del mobile cucina (notevole e variamente articolato) conta su un cassetto superiore da 55×31 cm (alto 5) con una porzione attrezzata a portaposate, e un cassettone scorrevole da 57x42x28 cm. Il tutto si completa con un vano dotato di anta a ribalta da 64x15x18cm.

Un altro ampio spazio di stivaggio è ricavato nella penisola con uno stipo a tutta altezza con porta da 80×28 cm suddiviso in tre ripiani con bordi anticaduta da 51/32×30 cm e alti, dal superiore all’inferiore, rispettivamente 31, 22 e 37 cm.

Contrapposto al blocco cucina è collocata una colonna a tutta altezza che ospita un frigorifero trivalente Dometic RM 8505 da 96 litri con selettore automatico dell’energia AES, posto in comoda posizione rialzata.

Nella parte superiore è disponibile un vano con anta da 50×67 cm suddiviso in due ripiani, quello superiore da 55×51 cm (che si restringe in alto a 33 cm) e alto 38 cm, dotato anche di presa a 12V, e quello inferiore da 54×45/38 cm con altezza di 35 cm.

Sotto il frigo è ricavato un altro vano utile da 24x55x36 cm, con un’anta a ribalta da 52×31 cm, all’‘interno del quale sono collocati i sezionatori dell’impianto gas e la botola per accedere al bocchettone del serbatoio di recupero. L’illuminazione della zona cucina è ottenuta (oltre ai già citati spot nella cappa aspirante) da due spot led, inseriti in un pannello di legno che corona l’unico oblò in dotazione.

Il bagno si sviluppa trasversalmente per tutta la larghezza del veicolo…

…e ingloba al suo interno anche l’armadio guardaroba: dotato di asta appendiabiti, ha una dimensione totale di 104x54x39 cm ed è servito da un’anta di 99×49 cm. Sopra l’armadio è ricavato un ripiano di 45x33x37 cm, di fianco un altro vano a giorno da 40/30×12 cm.

L’ampiezza del vano toilette, esclusa la parte che riguarda l’armadio, è di 90×75 cm e include il piatto doccia centrale in vetroresina da 67×62, isolabile con tenda plastica scorrevole e dotato di pedana in legno nautico, e il wc Thetford C400 a tazza fissa con serbatoio proprio d’acqua di scarico da 15 litri e cassetta di raccolta da 19 litri.

Il mobile principale (di grandezza consistente perché contiene anche il vano bombole) ha un piano da 71×56 cm e comprende un lavabo inox con diametro di 29 cm e profondità 14 cm, servito da un miscelatore monocomando con doccetta estraibile.

Sotto il lavabo, è disponibile un vano chiuso da un’anta da 63×24 cm, suddiviso in due ripiani da 41x43x38 e 41x34x31am e con l’aggiunta di uno spazio laterale un po’ “nascosto”, e non sfruttabilissimo, da 55x36x10 cm. L’accessoristica contempla un portabicchiere e due ganci appendiasciugamani.

Nella parte alta è montato un pensile con anta a specchio di 60x31cm che nasconde un vano a due ripiani da 59x18x15 cm.

L’ambiente è illuminato da due spot led; non è prevista una finestratura, mentre all’aerazione provvede un fungo di 17 cm di diametro.

La toilette è separata dal resto della cellula abitativa tramite una porta scorrevole in legno di ottima fattura.

Zone letto

Il letto principale è rappresentato dal matrimoniale basculante a soffitto, sviluppato in senso longitudinale.

È dotato di un meccanismo di discesa manuale facilmente azionabile che una volta in posizione di utilizzo si dimostra sufficientemente stabile e da chiuso, in sosta, non richiede bloccaggi di sorta; in marcia il letto viene tenuto in posizione tramite due fermi di sicurezza. Ha rete a doghe, rete anticaduta e materasso da 11 cm.

Le sue dimensioni sono di 187×139 cm, ha un cielo utile di 61 cm e si posiziona a 144 cm dal pavimento lasciando una certa agibilità e possibilità di passaggio al soggiorno. Alla salita provvede una scaletta in alluminio ed è presente (anche se non installata nell’esemplare in prova) una tenda scorrevole di cortesia. Ha a disposizione due spot orientabili di lettura e due mensole a giorno posizionate anteriormente, da 65×10 cm. Manca un oblò dedicato: all’aerazione provvedono comunque due finestre simmetriche Dometic S4 da 61×18 cm.

Altri due posti letto si possono ricavare dalla trasformazione della dinette multifunzione RIB che permette la realizzazione di un letto a sviluppo trasversale di 175×121, compiendo una serie di operazioni che, però, per essere completate, presuppongono di dover uscire temporaneamente dal mezzo tramite il portellone laterale.

Dopo aver traslato tutta la panca verso il centro del veicolo, si sfilano i poggiatesta e si ribaltano in avanti schienale e seduta.

Il piano si completa con l’abbassamento di un pannello di legno – appoggiato alla parete e ripiegato a libro – sul quale si sistemano dei cuscini aggiuntivi normalmente riposti in un apposito contenitore ricavato dietro la cucina: da segnalare come questo vano, viste le dimensioni (88x49x32 cm). sia utilizzabile (nel caso di un equipaggio di coppia al quale non serva il secondo letto) anche come capace spazio di stivaggio.

Per completare la trasformazione, infine, si utilizzano i due poggiatesta come “pezzi” finali, infilandoli in appositi inviti. E il letto è pronto per essere utilizzato.

Beppe Finello

Comments are closed.