April 24, 2019

Come deve essere il profilo del nuovo corso? Deve rispettare la tradizione, portando con sé tutti gli elementi tecnici e stilistici che da sempre sono riconosciuti al marchio e che ne compongono il DNA, o può essere di rottura, apportando novità importanti senza paura di mettere un punto a capo rispetto al passato? Entrata recentemente a far parte del Gruppo Trigano, Mobilvetta ha scelto di percorrere una propria strada: nel presentare la nuovissima gamma di profilati con basculante Kea P, lo storico marchio toscano ha salvaguardato la tradizione, con un prodotto che si inserisce a pieno titolo in un solco ben definito e dotato di forte personalità, ma non ha esitato nell’introdurre significative innovazioni al fine di differenziare nettamente l’immagine dei propri prodotti da quelli della concorrenza. Partendo da una base collaudata e apprezzata, la gamma Kea, e attingendo diversi elementi dalla serie ammiraglia Krosser, Mobilvetta scende in campo nell’affollato mercato dei profilati con basculante di fascia medio/alta con tre proposte interessanti dal punto di vista tecnico e capaci di esprimere un forte carattere, proponendosi come anello di congiunzione ideale tra i classici mansardati Kea M e gli integrali K-Yacht. Dei tre veicoli oggi a catalogo, il nuovo Kea P 67 rappresenta, con ogni probabilità, la variante più interessante grazie alla capacità di reinterpretare, in maniera originale e funzionale, una tra le piante più classiche e apprezzate, quella con letto matrimoniale trasversale su garage, rendendo questo ambiente ampio e facile da raggiungere grazie alla doppia possibilità di accesso frontale e laterale, e sfruttando in maniera convincente gli ampi spazi interni garantiti dalla lunghezza complessiva di 738 cm. Proposto a partire da circa 60.000 Euro, è un veicolo generoso, capace, grazie al basculante elettrico anteriore, di quattro posti letto sempre pronti, elegante e rifinito con cura: un camper, quindi, tutto da scoprire.

Michel

Comments are closed.