September 23, 2020

Domenica 17 novembre la manifestazione enogastronomica riempirà il Castello Savelli di odori e sapori. Nei caratteristici vicoli di Palombara Sabina, in provincia di Roma, tutto è pronto per “Il giorno di Bacco”. La XI edizione,  organizzata dall’associazione culturale Idee e Valori, propone un percorso “di bicchiere in bicchiere” e “di portata in portata”, con una particolare attenzione ai prodotti del Lazio in un ambiente straordinario: la fortezza del XIII Secolo con i suoi ampi saloni, gli affreschi e le antiche statue greche. Per i visitatori sarà un’esperienza sensoriale a 360 gradi, con la musica dal vivo a fare da sottofondo agli “abbinamenti dei sensi” che permetteranno di scoprire le principali proprietà dei vini laziali abbinati ai prodotti tipici del territorio (in collaborazione con Slow Food Sabina).

Un percorso non solo di gusto, ma anche di conoscenza, perché produttori ed esperti sommelier spiegheranno le tecniche, i meccanismi ed il lavoro che si celano dietro una bottiglia di vino, dalla vendemmia al bicchiere. A tale proposito, un’intera area espositiva sarà dedicata al vino novello, il “re” dell’autunno che richiede una particolare metodologia e tecnica produttiva. Tra un bicchiere e l’altro, sarà d’obbligo una sosta alla Locanda di Bacco per un tuffo nei sapori della Sabina: dall’olio extravergine di oliva ai taglieri di salumi e formaggi, dalle penne “ubriache” alla porchetta, tutto sarà rigorosamente locale e genuino.

In occasione della manifestazione sarà organizzata anche la IIIa edizione del concorso fotografico “Scatti d’annata” che quest’anno ha come tema “I mestieri del Vino. Dalla produzione alla diffusione al consumo: le idee e i lavori nascosti in ogni bottiglia di vino”. In collaborazione con l’associazione culturale “Amici del Castello”, saranno poi organizzate delle visite guidate al Castello Savelli, nei cui saloni si possono ammirare gli affreschi della scuola di Raffaello; dall’antica rocca si snoda anche “il soccorso”, una lunga galleria con 37 feritoie usata un tempo dai balestrieri per passare dal torrione alla rocca senza essere visti.

Per conoscere i punti sosta della zona clicca su SOSTA – Aree di sosta camper.

Cinzia

Comments are closed.