May 28, 2020

Il soggiorno

Il living si compone di un divano a L sulla sinistra (96×55 cm trasversale, 47×47 cm longitudinale) affiancato, sul lato opposto, da un  divano da 55×50 cm, entrambi serviti da un tavolo centrale a sviluppo irregolare (per consentirne un agevole utilizzo da parte di chi sta nei sedili cabina ruotati) da 100×68/53cm, che lascia 23 cm a disposizione delle gambe dei commensali, sorretto da una monogamba traslabile omnidirezionale. Cinque i posti a tavola garantiti da questa configurazione.

In viaggio la zona anteriore offre quattro posti frontemarcia completi di cinture di sicurezza a tre punti e di poggiatesta: oltre, infatti, ai due posti in cabina di guida, lo Zefiro 285 TL offre un divano posteriore biposto che beneficia, in caso di necessità, della rimozione della patte longitudinale liberando, in questo modo, lo spazio necessario alle gambe del quarto passeggero.

Il quinto posto in viaggio previsto in omologazione si ottiene, in posizione contromarcia, dal sedile laterale e beneficia di cinture addominali.

La luminosità diurna è fornita, oltre che dalla finestra da 70×50 cm, anche dal maxi sun-roof panoramico da 100×80 cm, inserito nel cupolino. Allo stivaggio provvedono due pensili direttamente montati sul sottobasculante: quello di sinistra ha un’anta unica da 91×29 cm che nasconde due vani interni da 44x30x25 cm, mentre sul lato destro è presente un pensile con anta da 43 x29 cm e spazio interno totale da 41/32x28x28 cm, limitato da un ingombro laterale (dietro il quale si cela il motore elettrico che aziona la movimentazione del letto) da 22x30x6 cm. Un altro spazio utile è disponibile nella cassapanca del sedile laterale, con apertura da 52×66 cm e spazio utile di 65/46×52/37×37 cm.
Nella zona soggiorno insiste il vano tv, collocato sopra alla colonna frigo: dotato di prese a 12 e 220V, offre uno spazio di 54x45x42/32 cm accessibile sfruttando un’anta frontale da 52×27 cm, mentre a lato della porta di ingresso è presente un pratico specchio di cortesia a sviluppo verticale (30×93/65 cm).

L’illuminazione serale, infine, come già detto, può contare su sei spot a led inseriti nel sottobasculante e su due strisce led sottopensile.

I servizi
Posizionato alle spalle del living, il blocco cucina a L misura 84×59 cm (longitudinale) e 90×45 cm (trasversale).

Dotato di piano laminato antigraffio da 15 mm di spessore collocato a 85 cm dal pavimento, adotta un gruppo cottura Dometic a sviluppo triangolare da 48×50 cm e tre erogatori da 6, 4,5 e 4,5 cm posizionati tra loro a una distanza, misurata al centro, di 20, 23 e 29 cm. Il fornello, inoltre, è corredato di coperchio in cristallo temperato, utile anche come paravento, e di parafiamma laterale. Il lavello, inox, dotato di coprilavello/tagliere, ha forma rettangolare e dimensioni di 36×32 cm, con 13 cm di profondità, ed è servito da un rubinetto monocomando in metallo cromato e da una piletta di scarico inox da 35 mm di diametro. A lato del piano di lavoro, è disponibile un pratico portaspezie in metallo.
Il piano di lavoro disponibile libero da ingombri, grazie alla configurazione a “L” è di 43×40/30 cm, mentre l’aerazione si affila a una finestra Polyplastic da 70×35 cm coadiuvata, a tetto, da un oblò a manovella da 40×40 cm.
Lo stivaggio può contare, nella parte superiore, su un pensile da 58/40×32/17×32 cm (lo spazio irregolare è dato dalla particolare conformazione interna) servito da un’anta da 60×34 cm. Il mobile ospita, sul lato sinistro, un cassettone superiore da 36(spalle da 12)x36x40 cm che ospita una parte attrezzata a portaposate, e uno inferiore da 34(spalla 12)x36x40 che contiene anche i sezionatori dell’impianto gas.
Nella penisola è disponibile un vano dispensa suddiviso internamente i due spazi da 40x12x31 cm (superiore) e 40x19x30 cm, il tutto chiuso da un’anta da 62×41 cm.

Non manca una presa a 220V, mentre per ciò che concerne l’illuminazione è disponibile un elemento lineare da 12 led inserito alla base del pensile e una doppia plafoniera centrale a soffitto.

Opposto alla cucina, la colonna frigo ospita un Thetford N3000 da 150 litri, completo di cella freezer separata e scelta automatica della fonte di energia: sopra a questo, il già citato vano porta tv.

La toilette si sviluppa in locali indipendenti per zona lavabo/wc e box doccia. Quest’ultima ha dimensioni di 85/70x 73/60 cm, con accesso di 191×48 cm garantito da una porta doppia a battente in metacrilato bloccabile con un cricchetto metallico.

Il piatto doccia (con piletta di scarico da 20 mm) è in termoformato, così come la parete di fondo dotata di erogatore a telefono.

L’aerazione è garantita da un oblò a pantografo da 28×28 cm, mentre non manca l’illuminazione con due spot led. Presente anche una bocchetta di riscaldamento dedicata.

Il locale bagno ha dimensioni proprie di 110×78/44 cm; è arredato in legno e conta su un piano in termoformato con lavabo ovale da 35×25 cm e profondità massima di 13 cm, alto dal pavimento 81 cm e servito da un miscelatore monocomando in metallo cromato e da una piletta di scarico da 35 mm. Come per il lavello della cucina, non è presente un sifone.

Per lo stivaggio sono disponibili un pensile con anta da 51×34 cm e spazio interno da 30×49/41×23 cm e un armadietto sottolavabo da 57x52x29 cm servito da due ante da 51×24 cm.

All’aerazione provvedono una finestra opacizzata da 49×34 cm e un aeratore a fungo da 8 cm di diametro, mentre per l’illuminazione notturna sono previsti una plafoniera a led con luce a intensità variabile su due livelli e luce notturna blu con comando “soft-touch” e due spot alogeni.

Completano l’arredo il wc a cassetta Thetford C200 a tazza orientabile e uno specchio da 100×54 cm.
La chiusura del locale è affidata a una serrandina in materiale plastico, tenuta in posizione chiusa o aperta da una semplice fettuccia plastica con pulsante a incastro sistemata sul bordo laterale che rischia di trovarsi in pratica irraggiungibile se non “sfila” nel modo corretto. Molto ampio e comodo, per contro, l’accesso fornito da questo sistema di separazione che garantisce una larghezza utile di ben 84 cm.

Zone letto e armadi

La zona notte principale, nella coda del veicolo, conta su due letti singoli longitudinali di misure abbondanti (198×84 cm il destro, 205/192×84 cm il sinistro) con materassi divisi in due sezioni. Questa particolarità, unita all’assenza di reti a doghe e di un sistema di bloccaggio al piano dei materassi, fa si che durante la notte, ma soprattutto durante il viaggio, gli stessi tendano a muoversi e a spostarsi dalla propria sede. Tra i due letti, è presente un piano libero utilizzabile come tavolino, mentre sulla parete di fondo, oltre a una testiera imbottita, è collocato uno specchio centrale.

Il letti sono facilmente raggiungibili tramite due scalini (60x46x20 il superiore e 57x39x18 l’inferiore) dotati di comode luci blu notturne segnapasso e beneficiano di un’altezza utile massima di 90 cm che, però, si riduce a poco più di 50 cm nella zona testiera sotto i pensili: questo, accomunato da una profondità dei medesimi piuttosto marcata, fa si che occorra qualche attenzione nei movimenti. Le dimensioni abbondanti dei pensili sulla parete di fondo, peraltro, forniscono ampi spazi di stivaggio: sono due gli elementi, ognuno con un’anta da 88×34 cm e uno spazio interno suddiviso longitudinalmente i die vani da 41x32x31 e 60x32x31 cm. Altro spazio di stivaggio è fornito da due pensili laterali con anta a 52×34 e 55×34 cm, con spazi interni, rispettivamente, da 50x32x30 cm e 56x32x30 cm. I pensili posteriori e quelli laterali sono “collegati” da due vani a giorno, ognuno suddiviso in due spazi profondi 20, alti 13 e lunghi 53 e 52 cm.

L’aerazione della zona notte è garantita da due finestre simmetriche e da un oblò Midi Heki centrale, mentre all’illuminazione provvedono due spot di lettura orientabili e una plafoniera doppia a led con luce bianca a due intensità e luce notturna blu, con comando soft-touch. Le dotazione prevede due bocche di riscaldamento dedicate (una sui gradini e una direttamente sul letto di sinistra) e un blocco per la tv composta da presa antenna, 12 e 220V.
Gli armadi come spesso succede in questa tipologia di pianta, sono collocato sotto i letti. A destra, con accesso dall’alto, sollevando il materasso, è disponibile uno spazio da 77x56x47 cm sul fondo della quale si accede al vano dove è collocata la Truma Combi attraverso un’apertura costituita da due pannelli amovibili di 56×39 cm. A fianco, con un accesso dall’alto di 26×75 e frontale tramite un‘anta da 28×72 cm, è disponibile un vano da 38x46x96 cm con due ripiani laterali da 30x38x33/22 cm.

Sotto il letto di sinistra, è ricavato quello che si può considerare come l’armadio principale, accessibile dall’altro con un’apertura ottenuta tramite un pannello sollevabile (senza sistema di ritenuta in posizione aperta) da 84×75 solidale con l’asta appendiabiti da 44 cm. L’accesso frontale è garantito da un’anta di 37×72 cm.
Il vano, dalla forma piuttosto irregolare, ha una larghezza variabile da 53 a 67 cm, con altezza massima di 95 cm. Lo spazio è limitato in corrispondenza di un gradino (in corrispondenza del passaruota) da 53x30x43 cm. Sotto il letto è disponibile anche un cassetto scorrevole da  32x29x44 cm, inserito, però, in uno spazio di ampiezza ben maggiore, con un’altezza utile di 52 cm utilizzabile per oggetti ingombranti.

Completo di doppia rete anticaduta (frontale e posteriore), il basculante è a movimentazione elettrica fornita dalla Projet 2000, e beneficia di un tubo da 12 led collocato sul lato sinistro mentre per ciò che concerne aerazione e riscaldamento può sfruttare lo sky view nel cupolino e l’oblò a disposizione della cucina.

Le sue dimensioni sono di 191×133 cm, larghezza che si riduce a 113 cm nella parte più stretta. L’altezza utile massima a disposizione degli occupanti è di 80 cm mentre, abbassato completamente, è alto dal pavimento 139 cm. Grazie alla movimentazione elettrica continua, fluida e stabile, può anche essere posizionato ad altezze variabili, consentendo, nel caso di equipaggio al completo, di lasciare spazio in altezza sufficiente per sfruttare un quinto posto letto da 215×115/57 cm ricavabile dalla trasformazione della zona living.

Beppe Finello

Comments are closed.