- COL Magazine - https://magazine.camperonline.it -

CamperOnTest: Knaus SkyWave 650 MF Celebration 25

Ci sono momenti, nella storia di ogni azienda, che vanno celebrati con cura. Sono gli anniversari dalla fondazione, dal lancio di un prodotto, dall’inizio di un’avventura destinata, spesso, a essere e rimanere unica.

Celebration 25” è il nome scelto da Knaus per omaggiare il quarto di secolo di costruzione di veicoli ricreazionali a motore: la storica azienda di Jandelsbrunn, nata nel lontano 1961, festeggia infatti i 25 anni dal primo autocaravan, il Traveller, nato nella stagione 1988/1989 e da allora presente, di generazione in generazione, nell’ampio e completo catalogo del marchio tedesco. Capace di rispondere a ogni tipologia di esigenza in termini di caravan e motorizzati, e costantemente impegnata nel proporre innovazioni tecniche e stilistiche, recentemente riassunte nel sontuoso prototipo dell’avveniristica Caravisio, Knaus inaugura la primavera 2014 proponendo i profilati con basculante SkyWave in edizione “Celebration 25” associando, alla consueta qualità tipica dei veicoli con il marchio delle due rondini in volo, una eccezionale dotazione di serie coniugando il tutto a un prezzo di listino particolarmente interessante. Delle quattro proposte a catalogo (650 MF, 650 MG, 700 MEG e 700 MX), lo SkyWave 650 MF rappresenta una scelta equilibrata e convincente: la pianta interna, quella classica del profilé alla francese, trova infatti in questo allestimento un ottimale bilanciamento tra forme esterne, con lunghezza appena inferiore ai sette metri, e interne, con spazi ampi e ben organizzati realmente capaci di ospitare, nel pieno comfort, anche l’equipaggio al completo. Un veicolo generoso, ampio e confortevole per vacanze nel comfort in ogni periodo dell’anno.

La meccanica

Lo SkyWave 650 MF è allestito su Fiat Ducato 35 L con telaio ribassato Camping-Car Special, carreggiata posteriore allargata a 1980 mm e passo da 380 cm. Tre le motorizzazioni proposte: base dell’offerta è rappresentata dal classico 2.3 Multijet Euro5+ da 130 cv (coppia di 320 Nm), presente sull’esemplare oggetto di questo CamperOnTest, mentre coloro che desiderano maggiori prestazioni possono richiedere le più prestanti motorizzazioni 2.3 Multijet 148 cv con Turbina a Geometria Variabile (coppia di 350 Nm) e 3.0 Multijet Power (177 cv, coppia di 400 Nm). Tutti i propulsori, di serie, sono abbinati a un cambio manuale a sei rapporti sostituibile, in opzione, con l’automatizzato Comfort-Matic.

La meccanica torinese, come detto, è impiegata in versione con passo medio-lungo (380 cm): ciò permette una ripartizione della lunghezza complessiva (699 cm), tra uno sbalzo anteriore di 94,8 cm e uno posteriore di 224,2 (pari al 59% del passo), mentre l’altezza massima raggiunge i 280 cm a fronte di un valore interno variabile tra un massimo di 211 cm in corrispondenza del rialzo anteriore del letto basculante, un minimo di 179 cm sotto al letto discendente mentre i valori rilevati al centro dell’abitacolo sono invece di 200 cm in corrispondenza dell’ingresso e del blocco cucina e di 190 cm nella zona posteriore. La larghezza esterna, di 232 cm, regala un valore interno di 218 cm, mentre la distanza dal suolo, rilevata al centro del paraurti, è di 27 cm all’anteriore e di 45 al posteriore.

La scocca

Lo SkyWave 650 MF sceglie, come detto, la base meccanica del Fiat Ducato 35 L con telaio ribassato Camping-Car Special: su questa struttura è collocato il pavimento, costituito da un sandwich da rivestimento esterno in vetroresina, intelaiatura perimetrale in legno, coibentazione in schiuma isolante EPS ad alta densità e rivestimento interno in multistrato fenolico rifinito in tapiflex per un totale di 40 mm.

Il piano di calpestio è organizzato su due livelli: uno centrale, dedicato all’ingresso e al blocco cucina, e uno rialzato di 10 cm, dedicato alle zone anteriori e posteriori del veicolo. Questa soluzione, se da un lato non permette la realizzazione di un unico piano organico, dall’altro ha consentito alla realizzazione di due porzioni di doppio pavimento dedicate a ospitare le canalizzazioni dei vari impianti di bordo, alloggiate completamente all’interno, e a un vano di stivaggio. Sempre il pavimento presenta, nella zona posteriore dell’abitacolo, un decassamento di 15 cm: opportunamente sorretto dai sottostanti longheroni di rinforzo, consente la realizzazione di un capiente vano passante a tutta larghezza utile alla collocazione di oggetti particolarmente lunghi.

Le pareti laterali, da 33 mm di spessore, sfruttano un rivestimento esterno in alluminio liscio, intelaiatura perimetrale in legno, coibentazione in EPS ad alta densità, rivestimento interno in multistrato fenolico rivestito in pvc: l’assemblaggio, molto curato, sfrutta sigillanti butilici e ampi e robusti cantonali in alluminio, da 50×50 mm, verniciati bianchi e abbinati ad apposite guarnizioni di rifinitura in tinta.

L’unione tra cabina e cellula può contare, per ciò che concerne i montanti laterali, su due calate strutturali realizzate utilizzando la medesima struttura delle pareti, mentre il tetto propone un rivestimento esterno in vetroresina antigrandine, intelaiatura perimetrale in legno, coibentazione in EPS ad alta densità e rivestimento interno in multistrato fenolico rivestito in pvc lavabile. La carrozzeria si completa poi con il cupolino anteriore e i raccordi tra cabina e cellula, realizzati in abs, mentre la parte inferiore dell’abitacolo è protetta, lateralmente, da bandelle in alluminio preverniciato da 2 mm di spessore (26 cm di sviluppo verticale) mantenute in sede da apposite staffe di rinforzo inferiori. Non mancano, infine, i passaruote posteriori, realizzati in abs e coibentati sul lato interno con un apposito guscio poliuretanico, i parafanghi, il paraurti posteriore e il carter di rifinitura tra tetto e coda, realizzati in abs.

La scocca si completa poi con la porta e i portelli dedicati alle aperture di servizio Euramax, le finestre Dometic (quattro, di cui tre apribili a compasso e una scorrevole) mentre a tetto sono presenti, oltre al maxi oblò panoramico Dometic integrato al cupolino anteriore, tre oblò Remis (due da 40×40 cm e uno da 28×28 cm).

L’esterno

Classico ma ben proporzionato e piacevole nell’aspetto esterno, lo SkyWave 650 MF è un veicolo equilibrato, piacevole e ricco di spunti interessanti. Proposto, nella completissima edizione “Celebration 25” con cabina di guida in tinta “FerGrau” metallizzato, si caratterizza per un profilo armonico che non nasconde, nella parte anteriore dell’abitacolo, l’opportuno rialzo deputato a ospitare il letto basculante.

Filante, con un’altezza complessiva contenuta entro i 280 cm, sfrutta adeguatamente un cupolino ben profilato, pulito nelle forme e caratterizzato dalla presenza dell’ampio sun-roof panoramico Dometic, di forma trapezoidale e ben introdotto da leggeri motivi grafici che riprendono le eleganti tonalità della meccanica di base. Le linee morbide della scocca, con curvatura anteriore non eccessiva e raccordo posteriore tra tetto e parete di coda ad ampio raggio, si abbinano piacevolmente alle forme della cabina di guida del Ducato, realizzando un veicolo equilibrato e dotato di una buona personalità rimanendo semplice e lineare.

La scelta di optare, infatti, per ampi cantonali in alluminio, appare piuttosto tradizionale e se da un lato tende a ricordare un po’ i profili di tipo caravanistico, dall’altra offre adeguato sostegno e robustezza all’assemblaggio di una scocca curata e pulita nelle linee. Sempre in alluminio sono le bandelle, percorse da una scalfatura centrale che ne alleggerisce il profilo aumentandone, al contempo, la robustezza, mentre molto curati sono gli assemblaggi tra le varie componenti della scocca.

Una delle parti più caratteristiche è quella della coda, con l’originale paraurti (realizzato in tre componenti, una centrale e due laterali per favorire la facilità di sostituzione della sola parte interessata in caso di necessità), capace di ospitare i nuovi gruppi ottici Hella, realizzati ad-hoc per Knaus, eleganti e moderni, e di raccordarsi adeguatamente ai cantonali, con il bordo perimetrale degli elementi in abs infilato direttamente in un’apposita scanalatura dei montanti stessi in alluminio per la massima robustezza.

La cellula, completamente bianca, è personalizzata da una grafica dinamica e decisa, giocata sui toni dell’argento e dell’antracite metallizzato per integrare al meglio la bicromia rispetto alla meccanica di base: non mancano, naturalmente, accenni al classico blu, tipico di Knaus, così come le ormai due rondini in volo simbolo dell’azienda tedesca, presenti lateralmente con ampi adesivi a effetto tridimensionale e, per frontale e posteriore, con loghi a personalizzare la calandra e il paraurti in coda, esattamente come accade con successo nel mondo automotive.

Il richiamo alla versione “Celebration 25” è poi esplicitato con due discrete decalcomanie in rilievo collocate nella parte superiore delle fiancate e in coda al veicolo: l’appartenenza di questo veicolo alla serie celebrativa è poi esplicitato, sempre all’esterno, dalla presenza di dotazioni quali cabina di guida con vernice metallizzata e luci diurne DRL Hella integrate al paraurti, cerchi in lega leggera, veranda Thule da 3,5 metri, portabiciclette posteriore e, a tetto, dall’antenna satellitare a puntamento automatico TenHaaft Caro.

La cabina di guida.

La linea della cellula, giocata su forme morbide, si integra piacevolmente a quella della meccanica di base per merito del riuscito cupolino anteriore, ampio e personale, e delle calate di raccordo laterali bombate e ben profilate capaci di congiungere piacevolmente le forme curvilinee delle porte del Ducato alla linearità della scocca a pannelli sandwich.

Le calate laterali, precise e di morbide forme, raccordano nella parte inferiore le bandelle al corpo cabina ospitando le luci di ingombro e, limitatamente alla fiancata sinistra, il bocchettone di rifornimento del serbatoio del gasolio, per andare poi a congiungersi, nella parte superiore, al cupolino anteriore.

Questo, realizzato in abs e applicato sopra alla scocca, può contare sulla coibentazione garantita dai pannelli sandwich utilizzati per pareti e tetto e ospita un sun-roof Dometic da 100/110×70 cm dotato di apertura a compasso, unibloc oscurante e zanzariera le cui strutture interne sono assemblate su un’apposito strato di gomma antivibrazioni per favorire la massima silenziosità in marcia.

Sempre all’interno, i tecnici Knaus hanno sfruttato lo spazio disponibile realizzando due capienti vani laterali a giorno da 49×28/18×37/22 cm comodi da utilizzare anche dal letto basculante grazie a un doppio accesso posteriore da 25×25 cm, mentre la parte frontale sotto all’oblò panoramico ospita tre vani (centrale da 38x20x10 cm, laterali 54x20x10 cm).

Complanare rispetto alla parte anteriore dell’abitacolo per una corretta integrazione rispetto alla zona living e un ergonomico utilizzo del tavolo da parte di tutti i commensali, la cabina di guida è accessibile tramite un passaggio alto 179 e largo 27 cm, valore rilevato in corrispondenza dei braccioli delle poltrone Aguti Liner che equipaggiano il veicolo e che sono dotate di braccioli regolabili, di sistema di regolazione in altezza delle sedute e, naturalmente, di piastre girevoli.

L’integrazione rispetto alla cellula, molto curata, si avvantaggia della presenza di appositi stampi in materiale plastico soft-touch per i montanti laterali mentre le sponde laterali e frontale del padiglione sono elegantemente imbottite e rivestite in ecopelle, nella stessa nuance utilizzata per le sellerie.

Particolarmente ricca è poi la dotazione di serie dello SkyWave 650 MF Celebration 25: per quanto riguarda la sola meccanica di base, infatti, questo veicolo può contare sulla motorizzazione Ducato 130 Multijet comprensiva di ABS, EBD, ASR, ESP e Hill-Holder, doppio airbag, Cruise-Control, climatizzatore manuale, luci diurne a led Hella Car-Eye Hybrid, cerchi in lega leggera, carrozzeria e paraurti anteriore in tinta “Fergrau” metallizzato, oscuranti plissettati cabina Remis Remifront 4, alzacristalli e specchi retrovisori elettrici, chiusura centralizzata con telecomando, impianto audio con navigatore satellitare Pioneer Avic F-130 e monitor doppio din Pioneer AVH-X2500BT (comprensivo di bluetooth, controllo diretto di iPod e iPhone, USB, Aux-in, MixTrax, lettore cd/dvd con touch-screen da 6,1 pollici, 3 uscite pre-out per RCA) e retrocamera posteriore.

La cabina originale, come è facile immaginare, garantisce ottima accessibilità agli organi meccanici attraverso il cofano motore da 176×53 cm.

Allo stesso modo, la discreta presenza del cupolino anteriore non interferisce minimamente per ciò che concerne la visuale attraverso il parabrezza anteriore del Ducato (da 176×100 cm). Ottima la visibilità, coadiuvata da cristalli laterali da 75×68,4 cm e da specchi retrovisori a doppia ottica da 27×19 e 8×19 cm con braccio adeguatamente allungato per non risentire della maggiorata larghezza della scocca. Il parabrezza è servito da due spazzole tergicristallo da 66 e 56 cm.

Accessi e aperture di servizio

L’accesso al veicolo avviene nella parte centrale dell’abitacolo tramite una porta Euramax da 192×57 cm: completa di controstampo interno in abs con doppio portaoggetti (a giorno, superiore, per oggetti sottili, e chiuso inferiore, utile anche per i rifiuti) e di serratura di sicurezza, è servita da un gradino integrato da 70x25x28 cm elegantemente rivestito in agugliato e completo di tappetino di cortesia personalizzato con il logo Knaus.

Con una soglia di ingresso situata a 42 cm da terra, il gradino attenua efficacemente la distanza tra suolo e piano di calpestio del veicolo (60 cm), mentre non mancano una pratica luce veranda, a led, la classica controporta zanzariera a pacchetto e una utile maniglia di cortesia.

A fianco alla porta, procedendo verso la zona posteriore, lo SkyWave 650 MF presenta le griglie di aerazione e scarico del frigorifero Dometic e, in coda, il classico gavone.

Raggiungibile, dall’esterno, sfruttando un portello da 76x5x76,5 cm, il vano si trova a 50 cm da terra e si sviluppa sotto al letto longitudinale alla francese, risultando accessibile anche dall’interno tramite il semplice sollevamento della rete del letto (180×69/29 cm), incernierata e supportata da un apposito pistone a gas.

Il gavone sfrutta in maniera molto intelligente un decassamento della parte terminale dello sbalzo posteriore: proprio come sulla classica versione garage (650 MG), infatti, la parte inferiore del vano di carico è sostenuta da robusti longheroni in acciaio zincato, imbullonati al telaio Fiat, che hanno consentito di abbassare il piano di carico di 15 cm, realizzando una capiente vasca inferiore da 218x86x15 cm con rivestimento in laminato e doppio binario con ganci riposizionabili per il fissaggio del carico.

Grazie alla porzione ribassata, il gavone offre una volumetria interna di 114x87x86 cm ed è completo di riscaldamento, tramite una bocchetta dell’impianto canalizzato Truma Combi, e illuminazione, con una plafoniera facilmente raggiungibile anche dall’esterno. Non mancano, lungo la parete di coda, quattro vani di stivaggio a giorno, inseriti alla base del letto (due da 50x10x32 cm e due da 58x19x32 cm), mentre sotto a questi è presente l’alloggiamento per l’asta di comando del girabacchino della veranda Thule, fornita di serie.

Sempre all’interno del gavone posteriore i tecnici Knaus hanno collocato il vano per le bombole del gas: accessibile tramite un portello da 58×60 cm, completo di doppio sistema di chiusura e di guarnizione perimetrale, il vano si trova a 65 cm da terra e si sviluppa in uno spazio di 40x65x65 cm.

Pensato per ospitare le classiche due bombole da 10 kg, è dotato di fondo in linoleum con alloggiamento per le bombole in acciaio, aerazione inferiore tramite una griglia a pavimento da 16×16 cm, ganci fermabombola e riduttore di pressione Cavagna Group da 30 Mbar.

A fianco al vano gas, la parte inferiore del letto compresa tra questo e la base del letto stesso è facilmente sfruttabile come vano di stivaggio: con un’altezza utile di 69 cm, infatti, questo vano si sviluppa a L e offre una larghezza massima di 130 cm, minima di 77 cm e una profondità tra 31 e 74 cm risultando facilmente accessibile dall’interno del veicolo grazie alla già citata possibilità di sollevamento della rete a doghe e del relativo materasso.

La parete posteriore dello SkyWave 650 MF Celebration 25 vede poi la presenza del portabiciclette Thule a tre posti, dotato di struttura in alluminio anodizzato, mentre la parete sinistra ospita, nella parte posteriore, il portello di accesso al serbatoio asportabile del wc a cassetta Thetford C403 e, in quella anteriore, il vano tecnico dedicato agli impianti idrico ed elettrico.

Servito da un portello da 49,5×34 cm, il “Service Box” Knaus ospita, al proprio interno, il serbatoio dell’acqua potabile e il relativo bocchettone di rifornimento, inserito sul serbatoio stesso e opportunamente collocato al riparo dal gelo, le valvole di scarico dei serbatoi dell’acqua potabile e del recupero, la presa di collegamento alla rete elettrica a 220V e la valvola antigelo del boiler Truma Frost-Control.

Il vano, riscaldato da una diramazione della canalizzazione del veicolo, contiene inoltre il comando per la valvola a farfalla di sezionamento del riscaldamento dedicato ai serbatoi dell’acqua potabile e del recupero, collocati in appositi gusci poliuretanici coibentati sottopavimento.

Impiantistica

L’autonomia idrica è affidata a un serbatoio da 100 litri realizzato in polietilene lineare alimentare e collocato parzialmente all’interno del veicolo, nella parte sottostante il margine sinistro della cassapanca frontemarcia del living anteriore, e parzialmente in sotto al pianale, all’interno di un apposito guscio poliuretanico coibentato e riscaldato da una apposita diramazione dell’impianto Truma Combi azionabile dall’interno del Service Box raggiungibile dall’apposito portello esterno.

Lo stesso portello è utilizzabile per le operazioni di riempimento, effettuabili direttamente utilizzando l’apposito bocchettone collocato sul serbatoio stesso, mentre l’impianto può contare sulle prestazioni di erogazione dell’acqua garantite dalla pompa a immersione Reich capace di erogare fino a 19 litri al minuto e facilmente raggiungibile dall’interno del veicolo per eventuali operazioni di pulizia o manutenzione. L’impianto idrico, che si affida a tubazioni in rilsan e materiale alimentare, giunti a fascetta, distribuisce l’aqua alle utenze sfruttando rubinetti monocomando in metallo cromato (erogatore in plastica cromata con possibilità di regolazione del getto per la toilette/doccia) abbinando il tutto a pilette di scarico in acciaio inossidabile da 50 mm di diametro per la cucina (30 per toilette e doccia), servite da tubazioni di scarico rigide che incanalano l’acqua di scarico verso il serbatoio di recupero, da 95 litri.

Questo, collocato centralmente sotto al telaio, nella parte anteriore del veicolo, è realizzato in polietilene ed è collocato all’interno di un guscio poliuretanico coibentato e riscaldato da un’apposita diramazione del riscaldamento Truma.

Per entrambi i serbatoi, i comandi di azionamento dei rubinetti di scarico sono inseriti all’interno del Service Box, facilmente accessibili. Sempre per ciò che concerne l’impianto idrico, il wc può contare su un Thetford C 403 con serbatoio estraibile da 19.3 litri.

Il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria sono affidati all’impianto Truma Combi 6: alimentata a gas e con una potenza di 6kW, l’unità termica prodotta dalla casa di Putzbrunn è collocata all’interno della cassapanca frontemarcia del living anteriore ed è raggiungibile tramite un portello superiore incernierato da 90×43 cm.

Capace di generare un flusso massimo di 327 metri cubi all’ora, la caldaia distribuisce il proprio calore sfruttando una rete di otto bocchette, pensate per coprire tutte le zone dell’abitacolo, a cui si aggiungono quelle dedicate ai serbatoi dell’acqua e del recupero.

La canalizzazione e il riscaldamento, sviluppati interamente all’interno del veicolo, sono gestiti dalla sonda termostatica collocata, insieme al pannello di comando dell’impianto, sopra alla porta di ingresso.

Come detto, inoltre, i tecnici Knaus hanno previsto la possibilità di escludere, tramite una valvola a farfalla, il riscaldamento dei serbatoi: il comando è posizionato all’interno del Service Box, accanto alla valvola antigelo Frost-Control dedicata al boiler da 10 litri integrato alla Truma Combi.

Come optional, inoltre, lo SkyWave 650MF può essere richiesto sia con riscaldamento Truma Combi 6E (dotato di resistenze elettriche integrate), sia con il pregiato impianto a convettori Alde Compact 3010, proposto con un sovrapprezzo di 2.046 Euro.

L’impianto elettrico può contare, di serie, su una batteria Banner AGM da 95 Ah collocata all’interno della base sedile guidatore, in cabina di guida: facilmente accessibile, è gestita dal trasformatore e caricabatterie Schaudt EBL 251 posizionato all’interno della cassapanca frontemarcia e adeguatamente protetto.

Nello stesso ambiente si trovano, poi, l’interruttore magnetotermico, completo di salvavita, e la totalità dei collegamenti elettrici, disposti in maniera chiara e recante l’indicazione precisa di tutte le componenti collegate per favorire eventuali operazioni di manutenzione o installazione di accessori.

Sviluppato interamente in canalina, e dotato di apposite scatole di derivazione (divise a seconda della tensione, 12 o 220V), l’impianto elettrico è comandato dal pannello di comando Schaudt LT315, collocato sopra la porta di ingresso e di facile utilizzo.

Grazie, infatti, alla presenza del solo pulsante centrale multifunzione è possibile comandare l’interruttore generale del veicolo e ottenere informazioni circa l’autonomia idrica (potabile e recupero) e quella energetica (batteria servizi e motore) sfruttando un’apposita scala graduata per una lettura chiara e immediata.

Molta attenzione è stata poi posta nella dotazione di prese elettriche: oltre, infatti, alle due a 12V presenti in cabina di guida, i tecnici Knaus hanno equipaggiato lo SkyWave 650 MF di prese a 220V dedicate al letto basculante, alla zona living (due), alla cucina (due) e al letto posteriore.

Altrettanta cura è stata riservata all’illuminazione, interamente a led: il veicolo, infatti, può contare su cinque spot dedicati al living e inseriti nel sottobasculante, su ulteriori cinque spot dedicati al letto discendente (tre frontali e due laterali), su una striscia da 30 led per il blocco cucina, su tre spot led per toilette e doccia, su quattro spot per la camera da letto posteriore (due fissi e due orientabili) mentre a pavimento sono disponibili due utili luci marcapasso in corrispondenza dei gradini anteriore e posteriore.

Non mancano, sempre per ciò che concerne l’illuminazione, la plafoniera dedicata alla veranda e quella pensata per illuminare il gavone posteriore.

L’impianto gas è alimentato, come detto, da due bombole da 10kg gestite da un riduttore di pressione Cavagna Group da 30 Mbar: l’impianto, realizzato con i tradizionali tubi in acciaio, vede poi la presenza di tre rubinetti sezionatori, inseriti sotto la penisola del mobile cucina, in posizione facilmente accessibile.

In opzione, Knaus offre la possibilità di corredare lo SkyWave 650 MF sia di riduttore di pressione per le bombole del gas Truma Monocontrol CS, completo di interruttore inerziale (163 Euro), sia di interruttore inerziale con scambiatore automatico (Truma Duocontrol CS, 315 Euro).

Mobili e tappezzerie

Moderni e piacevoli, gli interni in stile “Wood-Style Knaus” si caratterizzano per una grande attenzione ai dettagli e denotano, una volta di più, l’intenzione del costruttore di realizzare un veicolo adatto a un impiego in ogni stagione, anche e soprattutto in inverno.

Gli ambienti di living e camera da letto posteriore sono infatti dotati di ampie paretine anticondensa (30 mm di spessore complessivo, 25 di luce rispetto alla parete), e abbinano il tutto a un ben congegnato sistema di aerazione non soltanto per ciò che concerne i pensili ma anche per la base del mobilio, dalle cassapanche al blocco cucina, in modo da favorire la massima circolazione dell’aria e del riscaldamento in ogni angolo del veicolo, anche nelle porzioni di doppio pavimento.

Il mobilio, realizzato con multistrato nobilitato bilaminato e spessori compresi tra 18 mm per le spalle portanti e 12 per le ante, è costruito con canoni ergonomici e vede la totale assenza di spigoli a vista, sostituiti da appositi profili curvi realizzati in pvc.

I pensili, capienti e ben articolati su tutta la superficie del veicolo, optano per una leggera bombatura sottolineata, nella parte inferiore, da pregevoli maniglie in alluminio satinato, inserite in un profilo color alluminio affiancato, nella parte inferiore, da un motivo in legno tono su tono che ne spezza i volumi.

Un gioco, quello tra le due tinte legno, che trova corrispondenza nella tonalità degli inserti imbottiti lungo la parete di ingresso, contraddistinta da un pratico pannello con appendiabiti, e che prosegue nel blocco cucina, corredato da una pratica colonna capace di offrire tre vani a giorno nella parte superiore e un utile porta asciugamani in quella inferiore.

Dotato di piano antigraffio stile marmo lucido (da 40 mm di spessore), il blocco cucina può inoltre vantare cassetti con sistema di rientro soft-close, mentre tutti i pensili sfruttano cerniere DGN in acciaio inox.

L’arredamento è sempre curato e denota una spiccata attenzione nei confronti del comfort e della praticità: la spalliera del divano frontemarcia della zona living è dotato, sulla spalla esterna, di una presa a 220 V utile per la ricarica di device mobili, mentre la parte superiore, incernierata, può essere sollevata per consentire l’inserimento dei poggiatesta, automobilistici e regolabili in altezza. Le sellerie, comode ed ergonomiche, possono contare su elementi sagomati con spessori compresi tra 13 e 18 cm dotati di rivestimento in tessuto ed ecopelle piacevole e contemporaneo, intonato con le poltrone di guida, personalizzate con il ruscito logo Knaus.

Altrettanta attenzione è stata posta per le zone letto, con matrimoniale posteriore corredato di pareti anticondensa, rete a doghe e materasso da 11 cm e letto basculante che beneficia di un identico trattamento.

Sempre per ciò che concerne l’arredamento interno, infine, la toilette abbina piacevolmente superfici in legno e componenti termoformate coniugando eleganza e praticità di utilizzo.

Il soggiorno

La zona anteriore dell’abitacolo del Knaus Skywave 650 MF è dedicata al living: si compone di una semidinette a L (longitudinale 55×46, trasversale 101×63 cm) affiancata da un divano laterale da 115×63 cm che, grazie alla partecipazione delle poltrone cabina, dotate di piastre girevoli, può facilmente accogliere in sosta fino a sei o sette persone riunendole intorno al tavolo centrale, dotato di piano traslabile e girevole da 99×63 cm e sorretto da una monogamba collassabile.

Il tavolo, dotato di piano antigraffio da 30 mm di spessore, si trova a 75 cm da terra lasciando 21 cm utili alle gambe dei commensali: la perfetta complanarità tra cabina di guida e abitacolo, ottenuta sopraelevado il pavimento della zona living di 10 cm rispetto a quello della zona di ingresso e servizi, inoltre, consente a ogni postazione di essere perfettamente servita.

Questa soluzione, inoltre, ha permesso ai tecnici Knaus di ricavare una porzione di doppio pavimento utile alle canalizzazioni dei vari impianti e alla creazione di un vano di stivaggio da 40x40x11 cm servito da un’apposita botola a pavimento da 42×42 cm.

Ampio e accogliente, il living beneficia della luminosità fornita dall’ampia superficie vetrata della cabina di guida, dal sun-roof panoramico Dometic integrato al cupolino e da due finestre laterali Dometic (sinistra da 90×50 cm apribile a compasso, destra 70×45 cm opportunamente apribile a scorrimento per evitare ogni possibile contatto con l’adiacente porta di ingresso, mentre una volta arrivata la sera, l’equipaggio potrà beneficiare di cinque spot a led elegantemente inseriti nel sottobasculante.

Lo stivaggio, abbondante e ben organizzato, si affida a quattro pensili laterali, a loro volta inseriti alla base del letto discendente: sul lato sinistro del veicolo, due ante da 47×27,5 cm consentono di accedere ad altrettanti vani da 46x22x29 cm, mentre sulla destra sono disponibili due stipetti da 52x22x29 cm raggiungibili sfruttando ante da 51,5×27,5 cm.

Altri spazi di stivaggio sono poi disponibili nella parte inferiore dell’abitacolo: se, infatti, la cassapanca frontemarcia è deputata a ospitare, come già illustrato, gran parte dell’impiantistica elettrica e l’unità termica Truma, i tecnici Knaus hanno lasciato completamente agibile l’ampio divano laterale destro, raggiungibile sia superiormente (109×53), sia intelligentemente dall’ingresso, attraverso un portello da 30,5×38 cm.

Il vano, da 106x59x50 cm, è affiancato, sul lato opposto, da una seconda piccola cassapanca da 35x23x27 cm, ricavata nella parte anteriore del divano a L, verso la cabina di guida, e raggiungibile sollevando il piano di seduta (26×37 cm), mentre a fianco a questo, verso il divano frontemarcia, i progettisti hanno optato per offrire la possibilità di rimuovere parte del divano laterale sinistro (34×37 cm) al fine di consentire la creazione dello spazio utile alle gambe del quarto passeggero autorizzato in sede di omologazione.

La zona living è poi servita da due pratiche prese a 220V (nella parte inferiore del divano frontemarcia e lateralmente alla spalliera), utili per la ricarica o l’utlizzo di apparecchiature elettroniche, mentre l’equipaggio potrà contare, di serie, anche su un completo e funzionale impianto tv: incluso nella ricca dotazione di serie della versione “Celebration 25”, infatti, offre antenna satellitare automatica TenHaaft Caro, decoder e tv lcd Alphatronics da 19 pollici collocata su un pratico braccio orientabile, regolabile in altezza (50 cm) e inclinabile a fianco all’ingresso.

Una soluzione, questa, pensata per offrire la visione dello schermo da diverse postazioni (living, letto basculante, camera da letto posteriore). A fianco alla tv, infine, trovano posto un pratico appendiabiti a tre posti, completo di elegante pannello trapezoidale imbottito e rivestito in ecopelle, e uno specchio a tutta altezza (175×14,5 cm).

I servizi

Collocato centralmente, il blocco cucina a L si sviluppa lungo la fiancata di sinistra e misura 96×45 + 61×91 cm.

Dotato di piano antigraffio da 4 cm di spessore con finitura effetto marmo lucido, si trova a 95 cm dal pavimento e ospita, sulla destra, un ampio lavello circolare in acciaio inox da 30 cm di diametro e 17 di profondità servito da piletta di scarico da 50 mm e da un pregevole rubinetto monocomando in metallo cromato.

A fianco al lavello, lungo la parete, si sviluppa il fornello: dotato di coperchio parafiamma in cristallo temperato, il piano cottura Dometic si sviluppa linearmente, offrendo tre erogatori da 6 cm di diametro collocati a 24 cm tra loro e completi di accensione piezoelettrica integrata.

Non manca, lungo l’adiacente parete dell’armadio guardaroba, un pratico parafiamma, mentre la particolare disposizione del fornello ha consentito ai progettisti della casa tedesca di ricavare due utili piani di lavoro (54×26 e 50×20 cm). L’aerazione si affida all’abbinamento tra una finestra Dometic da 70×35 cm e un oblò a tetto Remis da 40×40 cm collocato in posizione leggermente decentrata e sostituibile, in opzione, con un oblò Omnivent dotato di ventilatore/estrattore a controllo termostatico (197 Euro). L’illuminazione si affida a una plafoniera lineare da 30 led, mentre ampi e ben organizzati sono gli spazi di stivaggio: la parte superiore della cucina offre, infatti, due pensili dotati di mensola interna riposizionabile per un totale di due vani da 34x24x20 e altrettanti da 34x32x16 cm serviti da due ante da 35×30,5 cm.

Sotto al fornello trovano poi collocazione il cassetto portaposate (41x38x7 cm), e due ampi cassettoni inferiori (41x48x27 e 41x28x27 cm), mentre la parte a penisola, raggiungibile tramite un’anta convessa da 54×85 cm, ospita due cestelli estraibili da 49x34x15 cm sotto ai quali rimane un ulteriore spazio disponibile da 88/77x40x23 cm.

All’interno di questo vano sono inoltre contenuti i rubinetti sezionatori dell’impianto gas, mentre opposta al blocco cucina e collocata a fianca all’ingresso lo SkyWave 650 MF ospita la colonna frigo: può contare sulla presenza, di serie, di un Dometic RMD 8555 da 190 litri completo di cella freezer separata, scelta automatica della fonte di energia e tecnologia led per la segnalazione di eventuali malfunzionamenti.

Il frigo, collocato ad altezza d’uomo, è sormontato da un capiente stipetto (53x50x32 cm, anta 52×25 cm) mentre un ulteriore vano di stivaggio è situato sotto al frigo stesso (59/29x50x33 cm, anta 52×35 cm) e vede la presenza, al proprio interno, di parte del passaruota posteriore destro, opportunamente isolato.

 

Il blocco cucina si completa poi con una pratica presa di corrente a 220V mentre non mancano, verso l’armadio guardaroba, tre pratiche mensole a giorno con sponda anticaduta sotto alle quali è installato un utile porta asciugamani.

Collocata nell’angolo posteriore sinistro, la toilette si sviluppa accanto al letto matrimoniale longitudinale: accessibile tramite una porta a serrandina da 185×58 cm, il vano si sviluppa in un ambiente lungo 149 cm, alto 190 cm e con una larghezza compresa tra un minimo di 70 e un massimo di 80 cm.

Elegantemente arredato in legno e termoformato, ospita, in coda, il wc a cassetta Thetford C403 sormontato da un pensile a doppia anta (67×34 cm) e dotato di mensole interne con bordo anticaduta (due vani da 33x13x26, due da 33x13x13, uno da 33x13x29, uno da 33x13x23 cm).

Non mancano alcuni complementi di arredo, con porta carta igienica e distributore di salviette, mentre nella parte anteriore ecco il lavabo: installato in una paretina traslabile per consentire la creazione del vano doccia, è realizzato in termoformato (38/25x14x13 cm), è completo di piletta di scarico inox da 30 mm e sfrutta, come rubinetto, un erogatore estraibile collocato sull’apposita colonna attrezzata.

Il lavandino, inserito in un pregevole mobile sagomato in legno, è servito da tre spot a led e da uno specchio da 86×49 cm mentre l’aerazione si affida a un oblò Remis da 28×28 cm. Non mancano, infine, tre mensole a giorno con bordo anticaduta (15×8,5×25 cm).

Di facile allestimento, la doccia sfrutta la traslazione della parete del lavabo (187×66 cm) e una seconda paretina laterale realizzando, in pochi secondi, un vano da 75/80×75 cm: interamente realizzata in termoformato, è completa di colonna attrezzata, rubinetto monocomando con erogatore estraibile e doppia piletta di scarico con invito perimetrale.

Zone letto e armadi

Situato nell’angolo posteriore destro del veicolo, il letto matrimoniale longitudinale offre una lunghezza utile di 193 cm mentre la larghezza varia tra un massimo di 140 e un minimo di 99 cm.

Per ovviare all’inevitabile restringimento della parte inferiore, i tecnici Knaus hanno dotato lo SkyWave 650MF di una ingegnosa ribaltina, completa di materassino, collocata, quando non in uso, nel gavone sotto al letto: facile da dispiegare, consente di maggiorare la larghezza utile ai piedi del letto fino a 120 cm, migliorandone sensibilmente la fruibilità.

Dotato di rete a doghe e materasso da 11 cm di spessore, il letto si trova a 73 cm da terra, beneficia di un cielo utile di 120 cm ed è circondato da paretine anticondensa da 30 mm dietro alle quali è distribuito il riscaldamento fornito dall’impianto Truma Combi, mentre la parete di coda ospita una elegante testiera imbottita, rifinita in ecopelle e sormontata dagli spot di lettura orientabili a led e da una mensola con bordo anticaduta (145x13x13 cm) il cui fondo è elegantemente dotato di specchio (145×13 cm).

L’aerazione si affida all’abbinamento tra una finestra Dometic da 90×50 cm e un oblò a tetto Remis da 40×40 cm, mentre lo stivaggio si affida a due pensili posteriori (ante 47×30 cm, vani da 55x38x36 e 88x38x36 cm) e a tre pensili laterali (ante 50×30 cm, vani 47x31x37, 49x31x37 e 49x31x37 cm), con il pensile centrale che ospita, al proprio interno, il decoder dell’antenna satellitare TenHaaft Caro.

La camera da letto beneficia, poi, di due spot a soffitto, collocati nella zona posteriore, di una pratica presa di corrente a 220V e di una elegante tenda di separazione utile a garantire la necessaria privacy ai propri occupanti. La rete del letto, infine, può essere facilmente sollevata per consentire l’accesso interno al vano di carico posteriore.

Collocato a fianco al letto e inserito sulla fiancata sinistra, tra la toilette e il blocco cucina, l’armadio guardaroba si sviluppa a tutta altezza: dotato di forma trapezoidale, offre una larghezza utile di 74 cm, una profondità massima di 63 cm, minima di 45 cm e un’altezza di 125 cm.

E’ completo di bastone appendiabiti e di illuminazione interna automatica ed è servito da un’anta da 65×118 cm. Sotto all’armadio, una seconda anta da 65×70 cm consente di accedere a due ulteriori vani che ripropongono le medesime dimensioni in larghezza e profondità dell’armadio guardaroba abbinandole a un’altezza utile di 35 cm grazie alla presenza di una mensola centrale di separazione (vano inferiore parzialmente occupato dal passaruote posteriore sinistro).

Altri due posti letto sono disponibili nella parte anteriore del veicolo grazie alla presenza del letto basculante: facile da approntare (occorre infatti solo rimuovere lo schienale del divanetto laterale destro) e dotato di movimentazione manuale, scende in pochi secondi sopra al living offrendo una superficie utile di 194×139 cm.

Estremamente regolare nel proprio sviluppo, il letto si trova a 146 cm da terra, è accessibile sfruttando un’apposita scaletta in legno in dotazione e offre un cielo utile, misurato al centro, di 69 cm, mentre una volta allestito lascia sotto a sé un’altezza sfruttabile di 130 cm.

Dotato di rete a doghe, materasso in gommapiuma da 11 cm di spessore, cinque spot di illuminazione (tre frontali e due laterali), di tende laterali di cortesia, il letto beneficia dell’aerazione fornita dal maxi sun-roof Dometic inserito nel cupolino anteriore e, anche quando allestito, lascia libero l’80% della porta di ingresso, consentendo senza problemi l’uscita o l’ingresso nel veicolo.

Comodo da utilizzare, il letto basculante può poi contare su una presa dedicata a 220V e su quattro vani portaoggetti a giorno, ognuno da 58x9x9 cm, disposti a due a due su ogni lato del veicolo.

Disposizione interna e dislocazione impianti

Dati tecnici

Knaus SkyWave 650 MF Celebration 25
Dimensioni e posti
Tipologia Profilato con basculante
Dimensioni 699x232x280 cm
Posti omologati 4
Posti letto 4
Posti frontemarcia con
cintura di sicurezza
4
Autotelaio
Meccanica Fiat Ducato 35L telaio ribassato Camping-Car Special, carreggiata posteriore allargata. (Ducato 40H in opzione)
Passo 380 cm
Sbalzo anteriore 94.8 cm
Sbalzo posteriore 224.2 cm
Motorizzazione base 2.3 Multijet Euro 5+ – 130 cv
Motorizzazioni opzionali 2.3 Multijet TGV Euro 5+ – 148 cv
3.0 Multijet Power Euro5+ – 177cv
Trazione anteriore
Accessori di serie Meccanica: ABS con EBD, airbag lato guida, airbag passeggero, climatizzatore manuale, luci DRL Hella, cerchi in lega leggera, Cruise-Control, vernice metallizzata cabina tinta Fergrau, poltrone Aguti con braccioli regolabili, poltrone regolabili in altezza, alzacristalli elettrici, specchi retrovisori elettrici con sbrinamento, chiusura centralizzata con telecomando, controllo di trazione ASR, controllo elettronico di stabilità ESP, assistente alla partenza Hill-Holder, oscuranti plissettati Remis Remifront 4, retrocamera, impianto audio con radio Pioneer AVH-X2500BT, navigatore satellitare Pioneer Avic F-130. Cellula: portabiciclette Thule a 3 posti, veranda Thule da 3,5 metri, frigorifero Dometic 190 litri, antenna satellitare TenHaaft Caro con decoder e tv lcd 19 pollici completa di supporto, oblò panoramico sun-roof Dometic cupolino, porta zanzariera, allargamento letto zona piedi.
Massa complessiva a pieno
carico kg
3500
Massa dichiarata in ordine di
marcia kg
3090. Versione provata, comprensiva di: Dinette a L (5 kg); rivestimento tetto in vetroresina antigrandine (8 kg). Totale veicolo in CamperOnTest 3103
Portata utile kg 410 (397)
Scocca
Carrozzeria Scocca a pannelli sandwich, rivestimento esterno pareti in alluminio liscio, tetto e sottopavimento in vetroresina antigrandine. Coibentazione in EPSP ad alta densità, intelaiatura perimetrale in legno, rivestimento interno in multistato fenolico rifinito con pvc. Cantonali in alluminio, bandelle in alluminio, calate e raccordi in abs. Doppio pavimento da 10 cm per aree posteriore e anteriore, gavone passante posteriore.
Spessori
pavimento/pareti/tetto mm
40/33/33
Garage Gavone garage posteriore con vasca inferiore da 218x86x15 cm realizzata con la stessa struttura e coibentazione del pavimento, rivestimento interno in laminato antigraffio, sostegni esterni tramite longheroni imbullonati allo chassis Fiat. Dimensioni vano carico 114x87x86 cm, accesso esterno tramite portellone laterale 76,5×76,5 cm, illuminazione e riscaldamento, doppio binario con ganci riposizionabili per fissaggio carico.
Porte e
finestre
Porta cellula Euramax completa di serratura di sicurezza, controstampo interno in abs e vani attrezzati, zanzariera a pacchetto. Gradino integrato rivestito in agugliate, luce veranda a led. Quattro finestre Dometic (3 con apertura a compasso, 1 scorrevole), sun-roof panoramico Dometic, tre oblò a tetto Remis. Portelli di servizio Euramax in alluminio anodizzato e serrature di sicurezza.
Impiantistica
Gas Vano interno per due bombole da 10 kg con ganci fermabombola, riduttore di pressione Cavagna Group da 30Mbar, aerazione tramite apposita feritoia a pavimento. Tubi in acciaio, tre rubinetti sezionatori.
Riscaldamento e boiler Truma Combi 6 da 6kW di potenza, canalizzazione aria tramite 8 bocchette a sviluppo interno.
Elettricità Batteria supplementare Banner AGM da 95Ah, caricabatterie e trasformatore Schaudt EBL 251, pannello di comando Schaudt LT315 a led. Illuminazione interna a led, due prese a 12V, cinque a 220V.
Acqua Serbatoio acqua potabile 100 litri parzialmente interno e completo di guscio inferiore coibentato e riscaldato, pompa a immersione Reich KTWC da 19 litri/minuto, tubazioni in rilsan, innesti a fascetta, rubinetti monocomando cromati, pilette di scarico inox, serbatoio di recupero esterno da 95 litri coibentato e riscaldato. Wc Thetford C403 da 19.3 litri.
Prezzi e accessori
Prezzo base Euro 55.449 con I.V.A. 22%
Prezzo esemplare provato (Con I.V.A. FF).
Comprensivo di: Tetto con rivestimento in vetroresina antigrandine (Euro 310); Dinette a L (Euro 321).Totale veicolo in CamperOnTest Euro 56.080

 

Il nostro giudizio
Costruzione
Meccanica di base
Fiat Ducato 35L con telaio ribassato Camping-Car Special e carreggiata posteriore allargata.
Sicurezza
Tutto di serie: ABS con EBD, ASR, ESP, Hill-Holder, doppio airbag e Cruise-Control.
Volumetria e masse
Passo medio-lungo, sbalzo posteriore accentuato ma non essessivo, altezza limitata entro i 2,8 metri.
Scocca e materiali
Scocca a pannelli sandwich con rivestimento in alluminio liscio, cantonali e bandelle in alluminio, sottopavimento e tetto in vetroresina antigrandine, raccordi e calate in abs, coibentazione in EPS ad alta densità doppio pavimento tecnico, gavone passante decassato.
Assemblaggio e rifiniture
Rifiniture sempre curate e precise, assemblaggi ben realizzati.
Componentistica
Finestre e oblò Dometic di tipo tradizionale, porta e portelli Euramax. Finestre ultrapiatte Dometic S7 in opzione.
Impianto idrico
Meriterebbe il massimo dei voti se non fosse per l’assenza dei sifoni. Serbatoi coibentati e riscaldati con valvole di scarico interne, impianto curato e abbinato al riscaldamento, tubazioni di scarico rigide di tipo domestico, rubinetti di qualità.
Impianto elettrico
Batteria supplementare da 95Ah AGM, componenti Schaudt di qualità, illuminazione interna completamente a led abbastanza ben distribuita e comprensiva, di serie, anche dei punti luce dedicati ad armadio guardaroba, gavone e veranda. Sviluppo impianto sempre in canalina, scatole di derivazione, abbondanza di prese interne a 220V.
Gas
E’ con ogni probabilità l’elemento meno riuscito del veicolo: collocato sotto al letto posteriore, raggiungibile dal gavone, il vano non è tra i più fruibili. Realizzazione in ogni caso corretta e curata, peccato per l’assenza, di serie, dell’interruttore inerziale.
Riscaldamento
Potente e collocata centralmente, l’unità termica Truma Combi 6 sviluppa le proprie canalizzazioni esclusivamente all’interno dell’abitacolo, sfruttando quando possibile il doppio pavimento ed evitando le dispersioni termiche. Impianto ben bilanciato, otto bocchette distribuite ovunque e capaci di riscaldare adeguatamente anche il Service-Box e i serbatoi. Disponibile, in opzione, l’impianto Alde a convettori.
Mobilio e arredamento
Moderno, non altezzoso ma realizzato con cura, personalizza un abitacolo accogliente, moderno e piacevole. Pensili e cassapanche con aerazioni anticondensa, cerniere e maniglie di qualità, mensole riposizionabili e complete di bordo anticaduta, ampie paretine anticondensa, assenza di spigoli a vista.
Cuscini, materassi e tappezzeria
Cuscinerie comode ed ergonomiche, moderne e piacevoli. Living e letto posteriore protetti da ampie paretine anticondensa riscaldate, reti a doghe e materassi di qualità sia per tutti i letti.
In viaggio
Facilità di guida
Veicolo di dimensioni non eccessive, è piacevole da guidare. Silenzioso in marcia, luminoso, offre una corretta percezione delle dimensioni e non patisce eccessivamente lo sbalzo posteriore superiore ai due metri. Preziosa, in manovra, la finestra anteriore destra.
Comodità dei posti a sedere
Le poltrone anteriori Aguti con braccioli, piastre girevoli e possibilità di regolazione in altezza delle sedute assicurano a ognuno la possibilità di trovare la posizione ideale. Molto comode le sedute del retrostante living.
Panoramicità
Ottimale per chi viaggia in cabina di guida, più che buona anche per chi viaggia dietro grazie alle due finestre del living. In opzione, è possibile richiedere anche la finestra sulla porta cellula.
Climatizzazione
Il climatizzatore motore è proposto di serie. L’assenza di un dispositivo inerziale per le bombole del gas (installabile anche in aftermarket) non consente l’utilizzo del riscaldamento in marcia.
In sosta
Living
Ampio e accogliente, specie nella versione a L può ospitare senza problemi fino a sei o sette persone sfruttando bene le possibilità offerte dal tavolo girevole e scorrevole.
Letti
Entrambi molto ben allestiti e di dimensioni superiori alla media: offrono tutto ciò che serve con reti a doghe e materassi di qualità. Il basculante è davvero tra i migliori in circolazione per ampiezza e comodità offerta.
In cucina
Sviluppato a L, offre uno stivaggio molto ampio, fornello lineare a tre fuochi, grande lavello e maxi frigo. Non mancano gli spazi di lavoro, con due piani a disposizione, mentre l’aerazione può essere implementata sostituendo l’oblò a tetto con uno completo di elettroventola, presente nel catalogo accessori. Peccato solo non sia disponibile, nemmeno in opzione, il forno a gas, perché lo spazio per accoglierlo davvero non manca.
Toilette
Lineare, abbastanza ben allestita, è comoda e pensata anche per persone di corporatura robusta. Da verificare nell’utilizzo assiduo la praticità del lavabo su parete traslabile con rubinetto laterale, decisamente migliorabile l’aerazione. Più che buona, invece, l’illuminazione.
Doccia
Il particolare sviluppo della toilette finisce per avvantaggiare la doccia: facile da allestire grazie a un gioco di due paretine, realizza in pochi secondi un vano ampio e regolare, con doppio scarico e rubinetto ben posizionato. Meriterebbe anche le cinque stelle, ma necessiterebbe di una migliore aerazione…
Disimpegni e circolazione nell’abitacolo
Nonostante i gradini a pavimento, con la zona di ingresso e cucina più bassa rispetto a living, cabina e toilette, l’abitacolo è ampio, conviviale e facile da vivere, anche con equipaggio al completo.
Capacità di stivaggio
Obiettivamente, la capacità di stivaggio del veicolo è sorprendente. La collocazione dei serbatoi nei gusci sottopianale libera spazi preziosissimi, ben sfruttabili e accessibili anche senza dover rimuovere le cuscinerie. Ottimo il numero dei pensili e la loro capacità, armadio guardaroba ampio e ben organizzato.
Gavoni e garage
Anche se vanta longheroni di rinforzo inferiori e la stessa vasca decassata del 650 MG, il vano di carico non è un vero e proprio garage. Inutile pensare di collocarvi le bici: per loro Knaus ha già installato il portabicilette posteriore. Per oggetti normali, anche lunghi e ingombranti, invece, il posto davvero non manca.
Gestione del veicolo
Capacità di carico e portata utile
La lista degli accessori proposti di serie sulla versione Celebration 25 non può non avere effetti sul peso in ordine di marcia: è un problema di tutti i veicoli super accessoriati. A conti fatti, un 650 MF full optional offre ancora quattro quintali di carico utile oltre a guidatore, acqua, gasolio e gas: non male.
Autonomia
Ci si aspetterebbe qualcosina in più dalla capacità dei serbatoi: i 100 e 95 litri dell’acqua potabile e del recupero, con quattro persone, non sono proprio tantissimi. Molto bene il resto, con batteria servizi di qualità e di adeguata potenza, riscaldamento ottimamente distribuito e completamente interno per evitare dispersioni di calore.
Facilità di manutenzione
Accessibilità organi meccanici originale. Impiantistica tutta ottimamente raggiungibile.
Rapporto prezzo/prestazioni
55.449 Euro, 56.080 con dinette a L e tetto in vetroresina sono un’occasione più unica che rara. L’edizione Celebration 25 dello SkyWave 650 MF porta con sé un vantaggio per il cliente di ben 13.702 Euro e comprende una lista di accessori quasi infinita e capace di caratterizzare fortemente un veicolo già di ottima qualità e che, full-optional, acquista decisamente una marcia in più, offrendo tutto ciò che serve su meccanica e allestimento per essere pronti a partire senza dover aggiungere altro.

Legenda

Inadeguato
Da migliorare
Adeguato alla classe di costo
Buono, assicura fruibilità e soddisfazione agli utilizzatori
Eccellente, difficile trovare di meglio

Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e di quanto il mercato offre nello stesso momento e per la fascia di prezzo riferita al veicolo sotto esame.

Ci ha particolarmente convinto…

Il rapporto dimensionale tra meccanica di base e allestimento è corretto: il passo da 380 cm, pur a fronte di una lunghezza prossima ai sette metri, consente un buon equilibrio tra stabilità, maneggevolezza e spazi interni. Ne è un esempio la parte posteriore del veicolo, con lo chassis Fiat che si interrompe consentendo l’inserimento di longheroni inferiori di rinforzo al gavone passante. Sempre per ciò che concerne le dimensioni, appare decisamente apprezzabile il contenimento dell’altezza complessiva a 280 cm, mentre la larghezza interna di 218 cm, unita a un convincente sfruttamento degli spazi, offre una convincente sensazione di spaziosità.

Il trattamento della scocca è semplice, serio e professionale: non ci sono fughe in avanti dal punto di vista stilistico, certo, ma ciò che è offerto è realizzato con cura, assemblato correttamente e può vantare materiali e componenti di indubbia qualità. Lo SkyWave conferise da subito la senzazione di un veicolo costruito per durare, senza eccessivi fronzoli ma capace di offrire una confortante sostanza. Ottima la scelta di optare per il rivestimento del sottopavimento in vetroresina, rivestimento, questo, disponibile come optional anche per il tetto e presente sull’esemplare oggetto di questo CamperOnTest. La costruzione è sempre curata, anche specialmente dove non si vede: ottima coibentazione, con EPS ad alta densità, passaruota adeguatamente isolati, pareti in alluminio liscio di ottima qualità (Euramax), ampi cantonali in alluminio a garantire stabilità e robustezza, bandelle in alluminio, componenti e raccordi in abs curati e assemblati con criterio.

La scelta di equipaggiare il veicolo di due porzioni di doppio pavimento (anteriore e posteriore), se da un lato interrompe la continuità spaziale del piano di calpestio, dall’altra crea i presupposti per una intercapedine di servizio in cui collocare, in un ambiente protetto e riscaldato, tutte le canalizzazioni degli impianti, sintomo di una grande attenzione nei confronti dell’utilizzo invernale del veicolo. A questo proposito, occorre segnalare come il serbatoio dell’acqua potabile e quello di recupero siano inseriti in appositi gusci poliuretanici coibentati e riscaldati da diramazioni dirette dell’impianto Truma Combi, potente, molto ben dimensionato e la cui canalizzazione scorre interamente all’interno del veicolo massimizzando in questo modo le proprie prestazioni. Molta attenzione è poi posta alla costruzione del mobilio, dotato non solo di uno stile pulito e convincente, ma anche e soprattutto di accorgimenti tecnici solitamente non presenti in questa fascia di prezzo. Lo SkyWave, infatti, offre cassapanche e pensili dotati di un efficace sistema di aerazione, pareti anticondensa da 30 mm a servizio di living e camera da letto posteriore in modo da creare un vero e proprio “cuscino” di aria calda intorno all’abitacolo.

La componentistica utilizzata è di ottima qualità: riscaldamento potente e collocato in posizione centrale, batteria dei servizi Banner AGM, impianto elettrico Schaudt veramente ben realizzato, disposto sempre in canalina e con precise istruzioni sui collegamenti effettuati per le varie utenze e sul contenuto delle scatole di derivazione. Allo stesso modo è esemplare la disposizione delle prese di corrente interne, capaci di coprire tutti gli ambienti, mentre appare assolutamente pratico il sistema del Service-Box, il vano interno al veicolo che raggruppa presa di collegamento alla rete elettrica, bocchettone di rifornimento del serbatoio dell’acqua potabile, valvole di scarico dei serbatoi e valvola antigelo Frost-Control del boiler. Di facile accesso e gestione, inoltre, il vano è riscaldato da una diramazione dell’impianto canalizzato. Bene, inoltre, anche l’illuminazione, che rinuncia a effetti particolari scegliendo invece un’atmosfera più intima garantita dagli spot led a luce calda incassati a soffitto. Grazie a una grande cura dei dettagli del mobilio, con una piacevole bicromia dei pensili, ad alcune superfici a specchio e a una selleria interna elegante, discreta ed ergonomica, l’interno è accogliente e piacevole da abitare.

L’organizzazione degli spazi interni è ideale e, con la tipica pianta del profilé alla francese, sfrutta in maniera esemplare i centimetri a disposizione. Il living anteriore è infatti ampio, luminoso e conviviale e può accogliere senza problemi fino a sei o sette commensali riunendoli intorno al tavolo girevole e traslabile. Il blocco cucina è ottimamente organizzato, completo di tutto ciò che serve, dal maxi frigo agli ampi spazi di stivaggio e può essere ulteriormente migliorato optando per l’oblò a controllo termostatico Omnivent (197 Euro). La toilette è originale nello sviluppo e sfrutta bene le possibilità offerte dagli spazi a disposizione per creare una doccia di dimensioni eccellenti, mentre la camera da letto posteriore offe un allestimento convincente, con un letto ampio e che grazie all’originale ribaltina estraibile può mantenere una considerevole larghezza utile. I letti, particolarmente comodi, offrono un allestimento ancora una volta convincente, entrambi con reti a doghe e materassi di qualità. Tra i più riusciti in assoluto è poi il basculante, ampio, comodo e regolare, con dimensioni davvero superiori alla media e pensato anche per un utilizzo assiduo.

Lo stivaggio è particolarmente ampio e ben organizzato: undici pensili a soffitto, due cassapanche, tre cassetti, un armadio guardaroba a tutta altezza, due cestelli estraibili e tanti vani a giorno disponibili qua e là testimoniano un’attenzione progettuale calibrata sulle esigenze di un equipaggio al completo anche per un utilizzo a lungo raggio: particolare, ancora, è lo sviluppo del gavone posteriore, ampio e ribassato, con una parte passante e ben sostenuta da appositi longheroni, riscaldato e illuminato a dovere.

Un discorso a parte merita, poi, la dotazione di serie che, per la versione “Celebration 25” è particolarmente ricca e incide in maniera sensibile sul rapporto qualità prezzo, tra i più favorevoli in assoluto. Oltre ai normali accesori proposti sulla totalità della gamma SkyWave, infatti, il 650 MF Celebration 25 porta con sé vantaggi tangibili per il cliente nell’ordine dei 13.500 Euro offrendo, di serie, motorizzazione 2.3 Multijet da 130 cv, sedile passeggero regolabile in altezza, ESP, ASR e Hill-Holder, Cruise-Control, airbag passeggero, specchi retrovisori elettrici e riscaldati, climatizzatore cabina, poltrone cabina Aguti con braccioli, oscuranti plissettati Remis Remifront 4, cerchi in lega, luci DRL Hella, vernice metallizzata cabina “Fergrau” con paraurti in tinta, retrocamera, impianto audio con doppio din e navigatore satellitare integrato Pioneer, porta zanzariera, veranda Thule da 3,5 metri, portabiciclette Thule a 3 posti, antenna satellitare automatica TenHaaft Caro con decoder e tv Alphatronics lcd da 19 pollici completa di supporto orientabile, oblò panoramico Dometic integrato al cupolino anteriore e allargamento letto zona piedi.

Riteniamo migliorabile…

All’esterno, l’impostazione generale del veicolo appare piuttosto tradizionale, con forme semplici e componenti (cantonali, finestre) che conferiscono al veicolo un aspetto piacevole ma non modernissimo. C’è da dire, però che Knaus offre l’opzione di equipaggiare il veicolo con le modernissime finestre Dometic S7, complete di telaio in alluminio e superficie a filo carrozzeria: sono proposte a 714 Euro.

Il vano gas, inserito sotto al letto posteriore, non è tra i più pratici nell’utilizzo: occorrerà una certa attenzione nella manipolazione delle bombole causata dalla posizione un po’ nascosta del vano, almeno rispetto al portellone di accesso esterno del gavone. In più, la scelta di incernierare il portello di accesso al vano gas ne rende possibile l’apertura solo con gavone relativamente vuoto. Sempre per ciò che concerne il vano gas, visto il livello dell’allestimento stona un po’ l’assenza, di serie, dell’interruttore inerziale Truma Monocontrol CS (o dello stesso sistema, comprendente anche lo scambiatore automatico Duocontrol CS) entrambi proposti in opzione (263 o 315 Euro).

All’interno, la scelta di optare per un livello più basso del piano di calpestio per la zona di ingresso e uno più elevato (10 cm) per living e camera posteriore crea un inevitabile scalino al quale occorrerà fare l’abitudine. Il blocco cucina, ampio e ben organizzato, non è però equipaggiabile del forno a gas, mentre appare migliorabile l’aerazione del vicino vano toilette: l’oblò da 28×28 cm può però essere sostituito da un oblò Omnivent con ventilatore/estrattore elettrico (197 Euro).

Lo sbalzo posteriore è piuttosto accentuato: se da un lato l’adozione del passo da 380 cm consente una maggiore agilità in marcia e una maggiorazione degli spazi posteriori dedicati allo stivaggio, dall’altra finisce, inevitabilmente, per accentuare la porzione di veicolo collocata oltre l’asse posteriore. L’assetto del veicolo, in condizioni normali, è neutro e corretto: occorrerà prestare una qualche attenzione, invece, specie se si intende sfruttare appieno la capienza del portabiciclette posteriore, fornito di serie, e che aumenta ulteriormente la lunghezza del veicolo.

L’autonomia idrica, infine, è nella media ma non appare tra le più abbondanti: 100 litri di acqua potabile e 95 per il recupero, specie in presenza di un equipaggio al completo, implicheranno una certa attenzione nella rispettiva gestione.

Un ultimo punto di attenzione è rappresentato dai pesi: come tutti i veicoli particolarmente equipaggiati, infatti, lo SkyWave 650 Celebration 25 non può offrire una portata utile sovradimensionata.

In conclusione

Venticinque anni di storia nel campo dei veicoli ricreazionali a motore, 53 in quella delle caravan: sono i numeri che certificano l’impegno di Knaus in un mondo, quello del plein-air, in cui la storica azienda di Jandelsbrunn ha spesso saputo giocare un ruolo da protagonista. Un’avventura iniziata nel lontano 1961 e che, anno dopo anno, ha portato il marchio delle due rondini in volo a crescere ed espandersi senza mai perdere la voglia di provare a innovare e a provare strade diverse. Dalle storiche cellule scarrabili per pick-up Traveller-X alle caravan polifunzionali Sport&Fun e Deseo, dagli integrali Travel-Liner ai concept compatti C-Liner fino ad arrivare alle caravan EuroStar con slide-out laterale e, recentemente, alla modernissima e avveniristica Caravisio, il percorso Knaus ha sempre potuto vantare una guida forte, decisa e capace di infondere una spiccata personalità alla produzione. Parte integrante insieme a Oyster Yachts, Weinsberg, Wilk, Tabbert, Bavaria Camp, Morelo e Ketterer della multinazionale HTP, Knaus offre, oggi, una gamma di prodotti capace di coprire ogni tipologia di esigenza, dalle caravan compatte a quelle di lusso, dai mansardati ai van senza dimenticare profilati, basculanti e integrali, tutti accomunati da un prezzo di listino equilibrato e, soprattutto, da una qualità apprezzata e riconosciuta in tutta Europa. Non fa eccezione e, anzi, si inserisce a pieno titolo in questa filosofia aziendale la nuova serie in edizione limitata “Celebration 25” dei profilati con basculante SkyWave: quattro modelli pensati per la coppia così come per la famiglia dotati di letto discendente anteriore e capaci di proporre le quattro disposizioni interne più richieste e gettonate (matrimoniale trasversale su garage – 650 MG, letti gemelli su garage – 700 MEG, letto centrale – 700 MX) tra cui spicca quella classica pianta del profilé alla francese che caratterizza fortemente questo SkyWave 650 MF. Un layout da sempre tra i più apprezzati e che, in questa realizzazione, trova obiettivamente uno dei migliori interpreti grazie a un abitacolo ampio e abitabile, ben concepito e realizzato dopo un attento studio sull’ergonomia. Pensato per essere pronto a partire, e dotato di uno straordinario equipaggiamento di serie, con meccanica full-optional e allestimento già comprensivo di accessori qualificanti come veranda, portabici e impianto tv con antenna satellitare automatica, è un camper generoso, abitabile e accogliente, pensato con attenzione e costruito con quella cura che, spesso, fa la differenza per ciò che concerne il comfort offerto al proprio equipaggio. Classico nell’aspetto esterno, piuttosto tradizionale ma in ogni caso piacevole e dotato di buona personalità, convince con disinvoltura nella concezione degli interni, ampi e molto ben organizzati, fruibili senza alcun problema anche da un equipaggio al completo: una sensazione, questa, avvalorata da una apprezzabile cura nella realizzazione degli impianti e del mobilio, progettati per essere in simbiosi tra loro garantendo il massimo comfort anche in inverno, e dalla impressionante capacità di stivaggio, realmente superiore alla media. E superiori alla media sono anche le dimensioni dei letti, con il matrimoniale basculante che rappresenta, per lunghezza, larghezza e dotazioni, uno dei migliori esempi oggi sul mercato.

Proposto in edizione limitata “Celebration 25” a circa 56.000 Euro, lo SkyWave 650 MF è un veicolo sincero, di sostanza più che di apparenza, completo e pratico nell’utilizzo, facile da guidare e piacevole da vivere: certo, il vano per le bombole del gas sotto al letto implica una qualche attenzione particolare durante le operazioni di sostituzione, il Monocontrol o il Duocontrol CS potrebbero essere previsti di serie, l’autonomia idrica non è esagerata e il forno a gas non è disponibile, ma obiettivamente si tratta di aspetti secondari e, in molti casi, facilmente risolvibili anche a posteriori, che non intaccano minimamente l’appeal di un profilato meritevole di essere considerato tra i migliori nella propria fascia di mercato.

Riferimenti e contatti del costruttore

Fotogallery

Si ringrazia per la gentile collaborazione: