December 5, 2020

Il nostro giudizio
Costruzione
Meccanica di base
Fiat Ducato 35L con telaio ribassato Camping-Car Special
4 Stelle
Sicurezza
Tutto di serie: ABS con EBD, ASR, ESP, Hill-Holder, doppio airbag e Cruise-Control.
5 Stelle
Volumetria e masse
Passo lungo, sbalzo posteriore limitato, altezza e larghezza contenute
5 Stelle
Scocca e materiali
Scocca a pannelli sandwich con rivestimento in alluminio liscio, cantonali e bandelle in alluminio, sottopavimento e tetto invetroresina antigrandine, raccordi e calate in abs, coibentazione in EPS ad alta densità, garage passante posteriore con fondo in vtr.
4 Stelle
Assemblaggio e rifiniture
Rifiniture sempre curate e precise, assemblaggi ben realizzati.
5 Stelle
Componentistica
Finestre Polyvision ultrapiatte incluse nel Pack Style, oblò Dometic e Brutsaert, porte e sportelli Tegos e Hymer Metall
4 Stelle
Impianto idrico
Di serie è fornita la pompa a immersione, ma chi lo desidera può optare per la più tradizionale a pressostato. Detto questo,l’impianto è generalmente ben realizzato, ma i rubinetti sono di tipo un po’ troppo economico. Riscaldamento serbatoio direcupero solo in abbinamento al Pack Comfort Invernale Truma.
3 Stelle
Impianto elettrico
Batteria supplementare da 95Ah AGM, componenti Schaudt di qualità, illuminazione interna completamente a led abbastanza ben distribuita e comprensiva, di serie, anche dei punti luce dedicati ad armadio guardaroba, gavone e veranda, abbondanza di prese elettriche interne. Meriterebbe il massimo dei voti se non fosse per la migliorabile disposizione di alcuni cavi collocati, a vista, all’interno dei pensili.
4 Stelle
Gas
Il vano è abbastanza compatto ma anche se interno è piuttosto facile da raggiungere. Proposto di serie il Monocontrol CS, in optional il Duocontrol con scambiatore automatico. Rubinetti sezionatori ben posizionati.
4 Stelle
Riscaldamento
Potente e ben realizzato, offre un’unità termica Truma Combi 6 abbinata a una canalizzazione capillare e ottimamente distribuita che beneficia del sistema costruttivo del mobilio AirPlus e di un Multivent dedicato alla cabina di guida.
5 Stelle
Mobilio e arredamento
Un giusto compromesso tra classico e moderno, piacevole e molto ben costruito. Concetto AirPlus anticondensa, componenti di qualità, assemblaggio curato.
5 Stelle
Cuscini, materassi e tappezzeria
Cuscinerie comode ed ergonomiche disponibili in due varianti a scelta, materassi in gommapiuma di qualità collocati su reti a doghe.
4 Stelle
In viaggio
Facilità di guida
Il passo lungo obbliga ad allargare un po’ nelle svolte secche e nei tornanti e in alcuni incroci si sente la mancanza di una finestra laterale destra. Detto questo il Globebus I 8 è un motorhome stabile, silenzioso, facile da guidare, panoramico e sincero nel comportamento stradale.
4 Stelle
Comodità dei posti a sedere
Le poltrone anteriori Aguti con braccioli, piastre girevoli e possibilità di regolazione in altezza delle sedute assicurano a ognuno la possibilità di trovare la posizione ideale. Molto comode le sedute del retrostante living.
5 Stelle
Panoramicità
Ottimale per chi viaggia in cabina di guida, buona quella posteriore anche se è prevalentemente sul lato sinistro.
4 Stelle
Climatizzazione
Il climatizzatore motore è proposto di serie, così come l’interruttore inerziale che consente l’utilizzo del riscaldamento a gas in viaggio. In opzione, Dethleffs propone anche lo scambiatore di calore.
5 Stelle
In sosta
Living
E’ compatto, inutile negarlo. Ma alla fine è accogliente e funzionale, panoramico e ben illuminato. Il sistema di ampliamento del tavolo è un po’ macchinoso, ma serve solo con equipaggio al completo.
3 Stelle
Letti
Occorre fare una media tra allestimento e dimensioni: il primo è obiettivamente molto curato per entrambi i matrimoniali. Il basculante anteriore soffre di lunghezza e cielo utile un po’ contenuti ed è pensato essenzialmente per persone di corporatura non troppo robusta. Ottimo, invece, il matrimoniale posteriore.
4 Stelle
In cucina
Manca un piano di lavoro e il monoblocco in acciaio con fornello e lavello ha un aspetto un po’ “cheap”. Per il resto l’organizzazione degli spazi di stivaggio è pressoché ideale, razionale e facile da sfruttare, non manca il maxi frigo e l’aerazione anche in assenza della cappa aspirante (proposta in opzione) può contare ugualmente su finestra e maxi oblò.
3 Stelle
Toilette
Migliorabile solo l’aerazione, per il resto è un esempio di come anche in un veicolo compatto si possa realizzare un locale comodo, pratico ed elegante.
4 Stelle
Doccia
Indipendente, ha dimensioni molto generose anche se patisce un po’ la presenza del passaruote posteriore sinistro. Per il resto c’è tutto ciò che occorre, comprese due pilette di scarico, efficaci e ben posizionate.
4 Stelle
Disimpegni e circolazione nell’abitacolo
L’abitacolo è su tre livelli, con living e cabina di guida complanari, ingresso e cucina ribassati e toilette e camera posteriore nuovamente rialzati. La larghezza esterna ridotta toglie qualche centimetro agli ambienti, ma il tutto rimane assolutamente fruibile.
3 Stelle
Capacità di stivaggio
Buona, anche per equipaggio al completo, nonostante l’assenza di una cassapanca sfruttabile. Perfetto, come detto, il blocco cucina, generosi i pensili laterali e posteriori, così come l’armadio guardaroba.
4 Stelle
Gavoni e garage
Il vano non è grandissimo e, soprattutto, la larghezza non eccessiva dei portelli può creare qualche problema nel carico di oggetti molto ingombranti. Pensato per le bici della famiglia, più che per un motociclo, è molto ben realizzato e facile da sfruttare grazie a un allestimento curato e completo. Attenzione ai portelli dedicati a gas e Truma Combi: per essere aperti, il garage dovrà essere praticamente vuoto.
3 Stelle
Gestione del veicolo
Capacità di carico e portata utile
E’ corretta, ma non così elevata come la compattezza del veicolo lascerebbe supporre. La sostanza c’è e si sente, sia per ciò che concerne la scocca che il mobilio. Occorrerà un po’ di attenzione nella scelta degli accessori e nel carico, specie se l’equipaggio è al completo.
3 Stelle
Autonomia
La capacità dei serbatoi è nella media della tipologia, ma 114 litri di acqua potabile e 90 di recupero, con l’equipaggio al completo, non sono tantissimi. Buona l’autonomia elettrica, così come quella del gas.
3 Stelle
Facilità di manutenzione
L’accesso agli organi meccanici non è tra i più ampi, ma sugli integrali spesso è così. Per il resto l’impiantistica è sempre abbastanza a portata di mano.
3 Stelle
Rapporto prezzo/prestazioni
Un motorhome ben costruito, rifinito con cura e interessante per dimensioni e disposizione: il Globebus è proposto a partire da circa 65 mila Euro ma, obiettivamente, è molto meglio spendere un po’ di più e optare per motorizzazioni da almeno 130 cv. Il conto, quindi, arriva facilmente vicino ai 70 mila Euro e, se si richiedono i pacchetti invernali o le motorizzazioni più potenti, può salire ulteriormente, andando di pari passo con le dotazioni, ma rimanendo, in ogni caso, equilibrato e proporzionato a quanto offerto.
3 Stelle

Legenda

Inadeguato
Da migliorare
Adeguato alla classe di costo
Buono, assicura fruibilità e soddisfazione agli utilizzatori
Eccellente, difficile trovare di meglio

Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e di quanto il mercato offre nello stesso momento e per la fascia di prezzo riferita al veicolo sotto esame.

Dethleffs-Globebus-I008-001

Ci ha particolarmente convinto…

L’aspetto esterno è convincente, moderno e personale: un frontale accattivante, molto simile a quello dell’Evan e con chiari riferimenti a quel family feeling Dethleffs che vede nel Premium Liner la propria punta di diamante, una fiancata pulita e slanciata e un posteriore piacevolmente dinamico caratterizzano un motorhome di dimensioni compatte e concepito per essere estremamente vicino al mondo automotive. L’altezza esterna, limitata a poco più di 260 cm, la larghezza, contenuta a 215 cm, e la lunghezza, che passa di poco i 660 cm fanno si che il Globebus I 8 possa offrire prestazioni, facilità di guida e comportamento dinamico molto simili a quelle di un furgonato, vantando, però, spazi interni, coibentazione e comfort decisamente superiori.

Il trattamento della scocca è decisamente professionale, così come ci si attende da un prodotto dal carattere fortemente tedesco: rifiniture curate, innesti tra le varie componenti precisi, materiali di qualità sono infatti gli argomenti classici per Dethleffs e questo motorhome non fa eccezione. Molto interessante è poi la possibilità offerta al cliente finale di poter scegliere tra quattro differenti design esterni, giocando sulla colorazione delle pareti laterali, con due tinte metallizzate e altrettante pastello per accontentare gusti (e mercati) differenti. Bene, poi, la presenza del tetto antigrandine in vetroresina, e, sempre nello stesso materiale, il rivestimento inferiore del garage posteriore.

Il rapporto dimensionale tra scocca e abitacolo è pressoché ideale: passo lungo, sbalzo posteriore estremamente ridotto, carreggiata posteriore allargata e ingombri contenuti fanno si che su questo allestimento il Ducato possa offrire il meglio di sé. Alla guida, la percezione degli ingombri è ottima, con una distanza tra volante e parabrezza non eccessiva, una considerevole panoramicità data dalla quasi totale assenza di montanti anteriori e dal corretto dimensionamento dei cristalli laterali e una ideale collocazione degli specchi retrovisori, che rinunciando al posizionamento discendente, elegante e spesso pretenzioso, sono perfettamente visibili e consultabili senza distogliere lo sguardo dalla strada.

All’interno, la qualità del mobilio è immediatamente evidente: costruito con il sistema Airplus, offre paretine anticondensa da 2 cm, pensili e cassapanche aerate e soluzioni studiate per massimizzare la circolazione dell’aria calda proveniente dall’impianto Truma Combi, peraltro molto ben distribuito e abbondante nel numero di bocchette. Ottima è la soluzione delle prese d’aria posteriori per i pensili, soluzione che evita la possibile dispersione di materiali caricati, specie in cucina, così come la precisione negli assemblaggi e la componentistica utilizzata.

Gli spazi interni sono molto ben sfruttabili anche se uno dei punti focali dell’allestimento è, chiaramente, la volontà di coniugare dimensioni esterne compatte, matrimoniale sempre pronto su garage e ampio locale toilette passante. Proprio la presenza del grande bagno obbliga a qualche rinuncia, specie a livello del living che appare piuttosto compatto e patisce un po’ la mancanza di una poltroncina laterale destra. I servizi sono molto ben organizzati: il blocco cucina, lineare, se da un lato non offre un vero e proprio piano di lavoro, dall’altro vanta spazi di stivaggio numerosi, ampi e regolari, facili da sfruttare e da organizzare sia nella parte inferiore sia in quella superiore. Discorso simile per la toilette, che è ben arredata, piacevole e ben organizzata, mentre la doccia, seppure ampia, deve fare i conti con la presenza del passaruota posteriore sinistro.

I letti sono molto curati: quello posteriore è comodo, ampio, ben riscaldato, correttamente aerato e piacevolmente ambientato. Un discorso del tutto analogo vale anche per il basculante anteriore, dotato di un convincente sistema di blocco a soffitto ma che, rispetto al primo, soffre di una lunghezza complessiva limitata a 180 cm, rovescio della medaglia del contenimento della larghezza complessiva del veicolo a 215 cm.

L’impiantistica è sempre di ottima qualità: impianto elettrico Schaudt dotato di batteria dei servizi di qualità, illuminazione interna a led ben dimensionata, abbondanza di prese interne, riscaldamento potente e molto ben distribuito, con attenzione anche alla cabina di guida e al garage, impianto idrico con tubazioni di scarico rigide e sifoni denotano una certa attenzione verso la scelta delle componenti e la loro installazione a bordo.

La capacità di stivaggio è più che corretta: è vero che non si dispone di una vera e propria cassapanca, ma i pensili a soffitto si living e camera da letto, l’armadio guardaroba e il blocco cucina offrono ampie possibilità di collocare adeguatamente tutto ciò che serve anche per viaggi a lungo raggio. Il tutto, naturalmente, senza dimenticare il garage posteriore.

Dethleffs-Globebus-I008-008

Riteniamo migliorabile…

L’ampiezza del parabrezza, ottima per visuale e panoramicità, finisce inevitabilmente per causare una riduzione delle dimensioni del sottostante cofano motore e, conseguentemente, dell’accessibilità agli organi meccanici. In cabina di guida, alcune rifiniture meriterebbero una maggiore attenzione: è il caso del sovracruscotto, realizzato in abs soft-touch ma mantenuto in sede da un discreto numero di viti a vista.

L’impianto elettrico, che come detto utilizza componenti di qualità, non appare però sempre adeguatamente ordinato e protetto: i cavi, infatti, non sono disposti all’interno di apposite canaline, ma inseriti alle spalle del mobilio, all’interno delle aerazioni anticondensa. Sempre per ciò che concerne l’impiantistica, il serbatoio di recupero delle acque grigie di serie non è coibentato: chi prevede di utilizzare il veicolo durante la stagione invernale può richiedere il Pack Comfort Invernale Truma comprensivo di riscaldamento Truma Combi 6E con resistenze elettriche, serbatoio di recupero isolato e riscaldato elettricamente, tubazioni esterne coibentate e coibentazione delle pareti in XPS. Il tutto, è proposto a 2.150 Euro.

Il living anteriore, piuttosto compatto, sceglie la classica semidinette integrata con la cabina di guida: può offrire quattro comodi posti, ma patisce un po’ l’assenza di una porzione laterale aggiuntiva. Migliorabile, inoltre, la visuale sul lato destro, dove l’unica apertura disponibile è rappresentata, oltre che dalla porta di ingresso (priva però di finestra), dalla finestra della cucina, un po’ arretrata.

Il blocco cucina, lineare e generoso negli spazi di stivaggio, patisce l’assenza di un piano di lavoro; sempre nello stesso ambiente, inoltre, l’adozione di un monoblocco fornello/lavello appare un po’ sottotono rispetto allo standing del veicolo, così come il rubinetto abbattibile in plastica cromata.

La collocazione del vano tv appare migliorabile: inserita alla sommità della colonna frigo, è infatti sfruttabile quasi esclusivamente dalla cabina di guida o dal letto basculante, ma non dal divano frontemarcia e, chiaramente, non dal matrimoniale posteriore.

La toilette e la doccia, correttamente realizzate, patiscono però un’aerazione migliorabile: i due oblò a pantografo da 28×28 cm infatti, non possono assicurare il passaggio di cospicui flussi di aria.

Il basculante anteriore, come detto, ha una lunghezza contenuta a 180 e un cielo utile di soli 60 cm, dimensioni obbligate dal contenimento dell’altezza esterna del veicolo a 262 cm e della larghezza a 215 cm.

Il garage posteriore non è tra i più ampi: l’adozione del passo lungo, se da una parte riduce lo sbalzo posteriore dall’altra diminuisce la porzione di vano di carico ribassabile. Ospita al proprio interno sia il vano gas che quello dedicato all’impianto di riscaldamento, entrambi accessibili mediante portelli incernierati e, di conseguenza, sfruttabili solo mediante rimozione degli altri oggetti contenuti nel vano di carico.

Michel

Comments are closed.