August 15, 2020

Elnagh-Magnum30G-006

Il nostro giudizio
Costruzione
Meccanica di base
Fiat Ducato 35L con telaio ribassato Camping-Car Special, sospensioni posteriori con balestra monolama.
3 Stelle
Sicurezza
Di serie ABS con EBD e airbag lato guida. Assolutamente consigliato il Safety Pack (Airbag passeggero, ASR, ESP, Hill-Holder, Tempomat).
3 Stelle
Volumetria e masse
Passo lungo, sbalzo posteriore consistente, altezza contenuta entro i 290 cm.
3 Stelle
Scocca e materiali
Ottime le pareti SEA autoportanti e il frontale monoblocco in vetroresina. Più convenzionali pavimento e tetto sandwich.
4 Stelle
Assemblaggio e rifiniture
Rifiniture sempre curate e precise, assemblaggi ben realizzati.
5 Stelle
Componentistica
Porte cellula e cabina Dometic, finestre Dometic S4 DeLuxe, due oblò panoramici, portelli Metallarte.
5 Stelle
Impianto idrico
Impianto generalmente curato, con pompa e rubinetti di qualità. Peccato per l’assenza del sifone nella toilette. Serbatoio recupero coibentabile e riscaldabile in opzione.
3 Stelle
Impianto elettrico
Batteria supplementare opzionale, componentistica CBE, illuminazione molto curata, buona disponibilità di prese elettriche interne.
5 Stelle
Gas
Vano ben realizzato e pensato per le tradizionali due bombole da 10 kg. Con il riscaldamento a gasolio non è necessario l’interruttore inerziale.
4 Stelle
Riscaldamento
L’impianto è abbastanza ben realizzato anche se la potenza di 3.9kW non è sovradimensionata rispetto alla volumetria complessiva del veicolo. Tratte di canalizzazione esterne adeguatamente coibentate, migliorabile la distribuzione dell’aria calda destinata alla camera da letto posteriore e alla cabina di guida.
3 Stelle
Mobilio e arredamento
Elegante, piacevole, moderno e personale, abbina gusto e soluzioni intelligenti. Belli e pratici i rivestimenti resinati di cucina e toilette. Assenza di spigoli a vista, costruzione piuttosto precisa e completa di aerazioni posteriori anticondensa.
5 Stelle
Cuscini, materassi e tappezzeria
Cuscinerie comode ed ergonomiche disponibili in tre varianti a scelta, materassi in gommapiuma di qualità collocati su reti a doghe. Migliorabili le paretine anticondensa dedicate a living e letti posteriori.
4 Stelle
In viaggio
Facilità di guida
Nonostante le dimensioni, il Magnum 30G mette subito a proprio agio. Visibilità ottima, buon controllo sul veicolo, comportamento sincero anche se in curva un rinforzo alle sospensioni posteriori non guasterebbe di certo.
4 Stelle
Comodità dei posti a sedere
Poltrone anteriori Fasp comode ed ergonomiche, attenzione solo agli spigoli inferiori della base sedile, un po’ sporgenti. Comode le sedute del retrostante living.
4 Stelle
Panoramicità
Ottimale per chi viaggia in cabina di guida, buona quella posteriore anche se è prevalentemente sul lato sinistro.
4 Stelle
Climatizzazione
Climatizzatore cabina solo opzionale; in inverno, invece, il riscaldamento Webasto è tranquillamente utilizzabile anche in marcia.
3 Stelle
In sosta
Living
Non è immenso, ma è comodo, conviviale e può tranquillamente accogliere cinque commensali riunendoli intorno al tavolo centrale. Ambiente ben integrato rispetto alla cabina di guida.
4 Stelle
Letti
Letti posteriori gemelli di buone dimensioni e con allestimento curato. Bene anche il letto basculante, completo di tutto ciò che serve, completo un elegante e confortevole cielo imbottito e rivestito.
4 Stelle
In cucina
Se non fosse per il particolare fornello, un po’ piccolo e poco propenso a consentire l’utilizzo contemporaneo di due pentole, meriterebbe il massimo dei voti. Ottima organizzazione generale, spazi abbondanti e ben sfruttati, stivaggio ampio e ben organizzato, areazione perfetta, frigo e forno. Non manca davvero nulla.
4 Stelle
Toilette
Nonostante la larghezza tenda a ridursi sensibilmente nella parte prospiciente il lavabo, è ben allestita, piacevole e curata. Aerazione, illuminazione, vani di stivaggio e stile: offre tutto ciò che serve.
4 Stelle
Doccia
Anche se sviluppata su due livelli a causa della presenza del passaruota posteriore sinistro, è ampia, ben realizzata e fruibile. Manca solo una seconda piletta di scarico utile a smaltire l’acqua nel caso di veicolo non perfettamente livellato.
4 Stelle
Disimpegni e circolazione nell’abitacolo
Veicolo fruibile e ottimamente abitabile: attenzione solo allo scalino di 8 cm che separa la zona posteriore da quella centrale. Per il resto, il Magnum 30G sfrutta molto bene i centimetri a disposizione e offre spazi adeguati all’equipaggio, anche al completo.
4 Stelle
Capacità di stivaggio
Il blocco cucina è ideale, la camera da letto è molto buona, il living invece patisce l’assenza di cassapanche utilizzabili. Un discorso a parte meritano gli armadi guardaroba, collocati sotto ai letti: lo spazio disponibile è veramente cospicuo, l’accessibilità laterale, invece, richiede un poco più di attenzione. Molto buona, invece, l’accessibilità superiore, ma dopo occorrerà rifare il letto.
3 Stelle
Gavoni e garage
Il vano non è immenso, ma è comunque piuttosto regolare nel proprio sviluppo ed è ben accessibile dall’esterno. Presente, di serie, la rampa per il carico della moto, non i ganci di fissaggio del carico.
4 Stelle
Gestione del veicolo
Capacità di carico e portata utile
Così come tutti i veicoli di questo tipo, anche il Magnum 30G patisce le abbondanti dimensioni che non consentono, una volta sulla bilancia, una portata utile straordinaria. E’ un problema che riguarda tutti i veicoli con lunghezza ben oltre i 7 metri e massa complessiva di 3.5 tonnellate, non solo questo motorhome Elnagh. Occorrerà prestare un po’ di attenzione nella scelta degli accessori e nel caricare il veicolo, specie a equipaggio al completo.
3 Stelle
Autonomia
L’autonomia è nella media della tipologia: viaggiando in quattro il serbatoio dell’acqua potabile andrà rifornito di frequente. In compenso la presenza del riscaldamento a gasolio e dell’illuminazione a led salvaguardano gas ed elettricità.
3 Stelle
Facilità di manutenzione
L’accessibilità agli organi meccanici è piuttosto buona e superiore alla media della tipologia. Tutta l’impiantistica, con ovvia esclusione del riscaldamento Webasto, collocato sotto pianale, è facilmente accessibile tramite appositi portelli interni al veicolo.
4 Stelle
Rapporto prezzo/prestazioni
Inserito nella fascia media media del mercato, il Magnum 30G ha diversi assi nella manica: una pianta interna capace di sfruttare al meglio gli spazi a disposizione offrendo quattro comodi posti letto, un abitacolo elegante e arredato con gusto, un’estetica accattivante e un prezzo di listino che, partendo da poco meno di 65.000 Euro, lo rende appetibile a tutti coloro che cercano un veicolo generoso e realmente in grado di ospitare il proprio equipaggio al completo.
4 Stelle

Legenda

Inadeguato
Da migliorare
Adeguato alla classe di costo
Buono, assicura fruibilità e soddisfazione agli utilizzatori
Eccellente, difficile trovare di meglio

Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e di quanto il mercato offre nello stesso momento e per la fascia di prezzo riferita al veicolo sotto esame.

Elnagh-Magnum30G-043

Ci ha particolarmente convinto…
Esteticamente, il look del Magnum è accattivante, moderno e personale e denuncia solo nel frontale un certo family-feeling rispetto agli altri integrali di casa SEA. Il profilo della fiancata laterale, la linea generale, il posteriore, le bandelle e le decorazioni sono, infatti, le stesse che personalizzano la serie ammiraglia King e sono qui riproposte in un contesto armoniosamente moderno, piacevole e sufficientemente curato. Gli innesti tra le diverse componenti della scocca sono sempre piuttosto precisi,  segno di un assemblaggio eseguito con criterio. Ancora per ciò che riguarda il frontale, la scelta di optare per un monoblocco in vetroresina, soluzione costosa e poco diffusa in questa fascia di prezzo, porta innegabili benefici alla rigidità strutturale della parte anteriore del veicolo e della cabina di guida, silenziosa e ospitale in sosta così come in viaggio.

In viaggio, la posizione di guida è ottima, con una notevole panoramicità garantita dal parabrezza e dai cristalli laterali,  capaci di offrire un confortante controllo delle dimensioni supplendo efficacemente alla presenza dei montanti anteriori, e con un corretto posizionamento degli ampi specchi retrovisori, piuttosto massicci e spigolosi nel design ma capaci di offrire una buona visuale. Sempre alla guida, si apprezzano molto la ridotta distanza tra volante e parabrezza, l’efficacia del lavoro di pulizia svolto dalle spazzole tergicristallo, originali ma ben posizionate anche rispetto al nuovo parabrezza, e la consueta impostazione automobilistica tipica del Fiat Ducato.

La componentistica utilizzata è di ottima qualità: oltre alle pareti SEA, autoportanti, coibentate in styrofoam e contraddistinte dal doppio rivestimento interno ed esterno in vetroresina, il Magnum stupisce per l’adozione, di serie, delle nuove finestre Dometic S4 DeLuxe, delle porte cellula e cabina (quest’ultima addirittura con vetro elettrico a doppio strato) dello stesso marchio e per  l’abbondanza degli oblò a tetto (tra cui ben due panoramici), tutti aspetti solitamente appannaggio di veicoli di livello superiore.

All’interno, l’organizzazione degli spazi è pressoché ideale: tutti gli ambienti sono, infatti, molto ben organizzati e vivibili. Il living anteriore è sufficientemente ampio e conviviale, ben integrato rispetto alla cabina e può tranquillamente ospitare anche cinque commensali intorno al tavolo traslabile. Altrettanto bene si comporta il blocco cucina, ricco di spazi di stivaggio e ideale per ciò che concerne l’aerazione, capace di proporre l’abbinamento finestra/cappa aspirante/turbovent e di offrire, di serie, frigo di grandi dimensioni, forno a gas (davvero molto comodo) e di abbinare il tutto a un piano di lavoro adeguato. La parte posteriore dell’abitacolo, separabile tramite una porta scorrevole, vede la presenza della toilette, ben realizzata anche se non particolarmente ampia, della doccia, fruibile e pratica allo stesso tempo, e di una camera da letto accogliente, luminosa e sufficientemente curata. I letti sono infatti di dimensioni corrette, sono inseriti in un ambiente elegante e moderno e sono corredati di tutto ciò che serve, compresa un’accessibilità buona anche per persone non particolarmente agili. Via libera anche per il basculante anteriore, anch’esso comodo e di facile approntamento.

L’illuminazione, molto ben diffusa e scenografica, appare talvolta anche un poco ridondante, specie per ciò che concerne le componenti RBG cangianti, mentre buoni sono la qualità delle componenti (CBE), il numero delle prese disponibili e la loro ubicazione.

Il mobilio è moderno, piacevole e ben realizzato, adotta componenti di qualità corretta, materiali di adeguata consistenza e caratterizza fortemente un ambiente contemporaneo e che si presta a essere vissuto in maniera semplice e immediata. Utilizzato per vacanza così come per viaggi di lavoro, questo Magnum 30 G è un veicolo capace di mettere subito a proprio agio l’equipaggio, rivelandosi facile nella gestione, anche a ritmi serrati.

Elnagh-Magnum30G-007

Riteniamo migliorabile…

La meccanica di base, il Ducato 35 L, è abbinato al telaio ribassato CCS: questo è abbinato a quattro traverse trasversali da che sopraelevano lo spesso pavimento del veicolo di 13 cm. Questa scelta, se di per sé favorisce le economie di scala e facilita la complanarità tra cabina e abitacolo, rischia però di esporre la cellula a sollecitazioni torsionali maggiori rispetto a un più comune abbinamento diretto tra telaio e pavimento. L’esemplare oggetto di questo CamperOnTest, inoltre, presenta sospensioni posteriori con balestra monolama: data la lunghezza complessiva del veicolo e, soprattutto, lo sbalzo posteriore, sarebbe auspicabile un rinforzo delle sospensioni posteriori. Ne guadagnerebbe, senza dubbio, la precisione del comportamento del retrotreno in curva, che specie sui curvoni autostradali, tende a non essere sempre fluido e neutro.

In cabina di guida, l’accoppiamento tra il sovracruscotto centrale e le due calate laterali non è sempre ideale: si registra, inoltre, una certa disparità di materiale (soft touch grigio chiaro a lato e plastica più dura centrale) che non aiuta la perfetta integrazione del cockpit Fiat. Da segnalare, in ogni caso, la confortante capacità di aerazione delle bocchette dedicate al parabrezza, davvero capaci di risolvere i problemi di appannamento causati dalle basse temperature invernali.

Sempre in cabina, l’adozione di poltrone, e, soprattutto, di piastre girevoli non originali, crea qualche piccolo problema nella loro rotazione in quanto i relativi comandi di sblocco non si trovano, sempre, nella posizione più comoda e accessibile, cioè verso il corridoio centrale, ma sono invece collocati sul lato opposto.

Il garage posteriore, dotato di fondo in lamiera di alluminio mandorlato,  nonostante la coibentazione in Trocellen, tende a formare condensa in presenza di temperature esterne particolarmente rigide. Sempre in questo ambiente, inoltre, si sente la mancanza di ganci o punti di arresto da utilizzare per il carico di oggetti particolarmente ingombranti.

All’interno, il living patisce la mancanza di una finestra laterale destra, utile anche in marcia come ausilio durante la guida. Il blocco cucina, molto ben realizzato, patisce però le compatte dimensioni del piano cottura, moderno e scenografico ma poco propenso a ospitare contemporaneamente due padelle. La sua particolare conformazione, priva del classico coperchio parafiamma in cristallo temperato, finisce poi per diffondere calore lateralmente, specie verso la parete e l’oscurante della finestra, con il rischio di danneggiare quest’ultima componente.

La toilette, ben attrezzata, è però un po’ stretta, specie nella parte concernente il lavabo: il rubinetto, inoltre, seppure elegante e scenografico, appare un po’ corto rispetto al sottostante acquaio.

I letti posteriori e la zona living (solo lato sinistro) beneficiano di pannelli imbottiti che separano i cuscini rispetto alle pareti: in un’ottica di utilizzo invernale del veicolo, sarebbe meglio optare per vere e proprie paretine anticondensa debitamente distaccate (20 mm) in modo da poter convogliare un flusso di aria calda lungo le pareti stesse prevenendo in questo modo ogni fenomeno di condensa. Sempre nell’ottica del campeggio invernale, irato il confortante standing del veicolo, riscaldamento del serbatoio di recupero meriterebbe di essere proposto di serie.

Alcuni sistemi di fissaggio, infine, meriterebbero una maggiore attenzione: tra questi i due perni di fissaggio del piano traslabile che fornisce la base al matrimoniale posteriore e che, posizionato a sbalzo in coda al veicolo, con le vibrazioni in viaggio mostra una certa ritrosia a rimanere correttamente ancorato.

Michel

Comments are closed.