September 16, 2019

cbe

Qualità, ricerca e innovazione: CBE lancia un nuovo pannello solare ad alte prestazioni che sfrutta tecnologie di ultima generazione

PBS 90 con MFB: è la grande novità CBE in materia di pannelli solari. La celebre factory trentina, leader europeo nella progettazione e realizzazione di impianti e sistemi elettrici ed elettronici per veicoli ricreazionali e imbarcazioni, scrive una pagina nuova nel campo dei moduli fotovoltaici dedicati a camper e caravan grazie all’impiego di nuove tecnologie e, naturalmente, di tutte le competenze e il know-how accumulati nel corso della storia dell’azienda.

Salone-del-camper-2014-CBE-005

Il nuovo impianto con modulo MFB e regolatore PBS 90 sembra, a prima vista, un classico abbinamento tra pannello solare e regolatore di carica: molte, invece, sono le differenze. Il modulo fotovoltaico MFB (Modulo Fotovoltaico per Booster), con una potenza dichiarata di 90W, si compone di 21 celle e lavora a circa 11 V. Solitamente, i pannelli solari impiegati sui veicoli ricreazionali sfruttano 32 o 36 celle e operano a una tensione di circa 20 V: lavorando però con una tensione nominale di 12V, una parte di potenza del modulo non viene mai utilizzata.

Salone-del-camper-2014-CBE-010

CBE ha deciso di cambiare approccio, lavorando già in partenza a una tensione inferiore, a 11 volt, abbinando al pannello solare un regolatore di carica del tutto speciale, provvisto di booster, dotato cioè di un sistema elettronico interno che permette di alzare la tensione e di controllare la corrente. Il risultato è che il nuovo PBS 90 riesce a fornire la massima carica anche con bassa tensione, andando a sfruttare il modulo fotovoltaico anche durante la  bassa insolazione dello stesso.

Salone-del-camper-2014-CBE-007

Salone-del-camper-2014-CBE-008

Salone-del-camper-2014-CBE-011

Il nuovo regolatore di carica PBS 90 è studiato e realizzato da CBE esclusivamente per l’abbinamento con il nuovo modulo fotovoltaico da 90W a 21 celle. Il frutto di questa nuova tecnologia è sorprendente: grazie alle maggiori dimensioni delle celle (a parità di ingombri del modulo da 21 celle rispetto a  quello da 36), e all’abbinamento con il booster, il nuovo pannello solare CBE da 90W offre infatti una resa paragonabile, nell’arco di una giornata, a quella di un modulo da 120W sprovvisto di tecnologia booster. I vantaggi, ovviamente, sono quelli di avere la massima potenza che il modulo può dare anche a una bassa tensione, offrendo un alto rendimento anche in presenza di una bassa insolazione, e di abbassare i costi, in quanto anche in presenza di maggiori costi dovuti alla sofisticata elettronica del regolatore di carica con booster il nuovo PBS 90 costa comunque meno di un kit tradizionale da 120W pur offrendo le medesime performance.

Salone-del-camper-2014-CBE-009

Il nuovo impianto PBS 90 può, inoltre, essere integrato con il PT 642 al fine di avere, in ogni istante, i valori di corrente e tensione provenienti dal modulo e dal booster.

CBE, inoltre, è stata protagonista di due incontri con i visitatori nell’Agorà della tecnica: oggetto del seguitissimo intervento di Dorian Sosi, Responsabile Vendite Italia, la gestione dell’autonomia energetica a bordo del veicolo ricreazionale.

Salone-del-camper-2014-CBE-003

 

Fotogallery

Michel

Comments are closed.