November 17, 2019

webasto

Esordio al Salone del Camper per i nuovi AirTop Evo 40 e AirTop Evo 55, novità assolute nel campo dei riscaldatori autonomi

E’ nata una nuova generazione AirTop Evo: il celebre riscaldatore autonomo di casa Webasto è stato la star dello stand della multinazionale tedesca.

Salone-del-camper-2014-Webasto-006

Una generazione completamente nuova, riprogettata a partire dalle fondamenta per assicurare ancora più performance, più comfort e contenere i consumi elettrici e di gasolio. Due modelli, AirTop Evo 40 e AirTop Evo 55, che scrivono una pagina nuova nella storia dei riscaldatori Webasto e che si pongono al vertice dell’offerta per prestazioni e duttilità di utilizzo, maggiorando del 10% la potenza riscaldante (rispetto ai precedenti AirTop Evo 3900 e 5500), lavorando in maniera più silenziosa e necessitano di meno energia per il proprio funzionamento.

Salone-del-camper-2014-Webasto-005

Nel progettare i nuovi AirTop Evo, Webasto ha messo al centro della propria attenzione il miglioramento del controllo delle prestazioni termiche, ottimizzando l’attività della pompa del carburante e della velocità della ventola, ferme restando la capacità di continua modulazione del riscaldatore, che è in grado di gestire in tempo reale il proprio operato in base alla potenza effettivamente richiesta, e la presenza dell’elemento automatico di compensazione dell’altitudine che garantisce una combustione ideale anche quando il contenuto di ossigeno nell’aria diminuisce a causa della minore pressione dell’aria alle altitudini più elevate. Un sistema, questo, che garantisce il corretto funzionamento dei nuovi AirTop Evo 40 e AirTop Evo 55 anche a 2200 metri di quota.

Salone-del-camper-2014-Webasto-007

Salone-del-camper-2014-Webasto-008

Salone-del-camper-2014-Webasto-009

Salone-del-camper-2014-Webasto-010

I nuovi AirTop Evo, come detto, sono disponibili in due versioni: AirTop Evo 40, da 4.0 kW, e AirTop Evo 55, da 5,5 kW di potenza. Ecco tutti i dati tecnici delle nuove versioni:

airtopevo

Fotogallery

Michel

Comments are closed.