November 28, 2020

logo-banner-180In occasione del Bicentenario della nascita di Don Bosco (1815-2015), la città di Chieri (TO) si prepara a celebrarne la memoria ed a divulgarne gli insegnamenti, offrendo sia un itinerario cittadino che un percorso all’interno del Centro Visita Don Bosco entrambi dedicati alla figura del Santo e alla sua straordinaria esperienza umana e religiosa.
basilicaDonBosco-330Giovanni Bosco nasce il 16 agosto 1815 ai Becchi, una località presso Castelnuovo d’Asti, ora Castelnuovo Don Bosco. Di famiglia povera si prepara, fra stenti ed ostacoli, lavorando e studiando, alla missione che gli era stata indicata attraverso un sogno fatto all’età di nove anni: diventare prete per prendersi cura dei giovani abbandonati e in pericolo.

Nel 1831 si trasferisce a Chieri per frequentare le scuole pubbliche e successivamente il Seminario. Sono anni di sacrifici, ma anche fondamentali per la sua formazione: arrivato sedicenne, ragazzetto di campagna, parte da Chieri prete ventiseienne, spiritualmente solido, culturalmente preparato. Negli anni successivi a Torino dà vita all’esperienza dell’Oratorio e crea la Congregazione salesiana. Muore il 31 gennaio 1888.

Don Bosco è stato un presbitero e pedagogo italiano, fondatore delle congregazioni dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Il suo messaggio educativo, alla cui base risiede il suo profondo amore verso i giovani, si basa su tre parole: ragione, religione, amorevolezza.chiesaS.Filippo-DonBosco_500

Nel 1929 Papa Pio XI lo beatifica e durante la Pasqua del 1934 viene dichiarato Santo.

Il Centro Visite Don Bosco, oltre ad essere un centro d’accoglienza turistica, è soprattutto uno spazio museale, un punto focale del percorso di visita urbana dedicato alla figura del Santo e al decennio che visse a Chieri. L’ex seminario, che ospita il Centro Visite, rappresenta infatti una tappa fondamentale per conoscere il percorso di fede del giovane Bosco. La visita prevede una prima sosta all’interno della sala accoglienza, nella quale un video promozionale è dedicato alla città di Chieri, e prosegue poi lungo il corridoio in cui una lapide ricorda l’episodio miracoloso; di fronte si apre la cosiddetta “Stanza del Sogno”, la camerata del seminario destinata a dormitorio. In questo ampio ambiente vengono presentati, con pannelli e proiezioni video, quattro spazi tematici: Chieri ottocentesca, scuola e lavoro, amicizia e allegria ed, in ultimo, l’ambiente del seminario.

seminario-DonBosco_500Per chi volesse approfondire la conoscenza del Santo fondatore dell’Ordine dei Salesiani e ripercorrere le tappe della sua straordinaria esperienza di Fede, Il Punto di Informazione Turistica di Chieri ha messo in programma tre itinerari turistici fruibili a gruppi di almeno 10 persone:

  1. Itinerario Don Bosco a Chieri (durata 2 ore circa)
    Dall’angusto seminterrato in un cui visse, all’ex seminario arcivescovile oggi sede del Centro visite Don Bosco, seguendo l’itinerario cittadino che si sviluppa in 12 tappe, è impossibile non soffermarsi per ammirare le splendide chiese che si incontrano lungo il cammino e che Giovanni Bosco frequentò, edifici che fanno di Chieri un luogo unico, meraviglioso teatro di storia, d’arte e devozione. A Chieri il giovane Bosco si distinse  anche come provetto pasticcere e creatore di cioccolatini. Consigliata una breve
    chieri-500sosta in una storica pasticceria del centro.
  2. I luoghi di Don Bosco tra Chieri e Castelnuovo (durata 5 ore circa) 
    Un viaggio attraverso i luoghi legati alla figura del Santo, dall’itinerario che si snoda lungo il centro storico di Chieri ripercorrendone gli anni giovanili, all’imponente Tempio che sorge sul colle di Castelnuovo e all’umile dimora in cui nacque in località Becchi. Nel tragitto verso il colle Don Bosco si può godere della visione di una suggestiva natura, regno dell’attività vitivinicola e affascinante prefazione per la sosta con degustazione presso una Cantina sociale per scoprire i segreti della trasformazione dell’uva in vino. Per quanti lo desiderano è possibile continuare l’itinerario e giungere  fino ad una fascinosa ed enigmatica costruzione: l’Abbazia di Vezzolano. 
  3. Chieri, sacro e profano: città di Don Bosco e del… Martini! (durata 4 ore circa) 
    Itinerario cittadino dedicato a Don Bosco che ripercorre gli anni e i luoghi della sua formazione e a seguire visita al vicino stabilimento enologico della Martini & Rossi di Pessione, storico marchio italiano di livello internazionale. I protagonisti di questa affascinante collezione museale, prima in Europa nel suo genere, sono tutti soggetti ad un unico comune denominatore: il vino e la sua lunga storia.

La durata dei singoli itinerari ed i costi variano in base alle scelte e delle esigenze dei gruppi, del numero dei partecipanti e del tempo a disposizione. Per ricevere informazioni e per richiedere un preventivo:
Punto di Informazione Turistica – Città di Chieri (ass. cult. Aurea Incoming), Viale Fiume, Chieri (To)
Orari di apertura al pubblico: dal 1° marzo al 31 ottobre, dal lunedì al venerdì: ore 9-12 – sabato e domenica: ore 16-19
Tel. 334/28.51.327 – mail: aurea.incoming@gmail.com – Pagina Facebook

Come raggiungere Chieri

In auto: A4 Milano-Torino, proseguire per la statale 10 direzione Asti-Alessandria.  A6 Savona-Torino, proseguire da Carmagnola in Direzione Poirino-Chieri. A 21 Piacenza-Torino uscita Villanova, proseguire in direzione Torino-Chieri.
In treno: linea ferroviaria Torino -Chieri: treno regionale dalle Stazioni di Porta Susa e/o Lingotto a Torino
Esistono anche collegamenti ferroviari da e per il Canavese (www.ferroviedellostato.it).
In pullman: 
Linea intercomunale N° 30 Torino-Pino-Chieri con Partenza da Torino – C.so S.Maurizio (GTT: www.comune.torino.it/gtt).

Area Sosta Camper

Il comune di Chieri dispone di un’area attrezzata per la sosta camper (GPS – N: 45° 01’ 43” – E: 7° 8’ 32″) con numerosi posti su asfalto, ubicata in via S. Silvestro, a circa 50 m dalla statale 10, provenendo da Asti e/o da Torino. E’ adiacente le sedi dei VV.FF e della C.R.I. Si trova a circa 700 m dal Centro Storico – lato Borgo Medievale  denominato “la Chiocciola”. Nelle vicinanze, piste ciclabili, centro sportivo con parco giochi per bambini, negozi e ristoranti.

Il Club Campeggiatori Chieresi (tel. 333 5947386, e-mail: clubcamp_chieresi@libero.it) è a disposizione nel fornire informazioni ed indicare eventuali altre possibilità di accomodamento. Il Club, vivace organizzatore di raduni per camperisti, sottolinea il simpatico “gemellaggio” con l’area camper Don Bosco di Jesolo Lido (VE) dove di recente è stato organizzato un evento/incontro ottimamente riuscito.

Link utili

Cinzia

Comments are closed.