September 15, 2019

 

Logo CARAVAN BACCI_200logoMigliarinologoSAnrossore

 

 

 

Occasione rara per soli 12 camper a week end, organizzata con un programma che include la possibilità unica di vivere la Tenuta di San Rossore nelle sue aree di non accesso al pubblico, a contatto con una natura incontaminata e alla scoperta di ambienti unici e diversificati tra loro.


Il Centro Visite San Rossore con Caravanbacci e in collaborazione con L’Ente Parco Regionale Migliarino San Rossore Massaciuccoli organizza per gli appassionati camperisti i week end nella splendida “Tenuta di San Rossore” e Riserva Naturale del Parco Regionale Migliarino San Rossore Massaciuccoli. Un’occasione unica che permetterà di cogliere la “vera essenza della natura”.

Una delle “missioni” del Parco Regionale MSRM è offrire tramite la sua fruizione l’opportunità di arricchimento della qualità della vita delle collettività e al fine di tutelare la natura in modo efficace, di farla conoscere ed apprezzare tramite esperienze dirette sviluppando nei visitatori una sensibilità rispetto ai temi ambientali.

LE DATE 2015

Venerdì – Sabato – Domenica 20-21-22 marzo, 17-18-19 aprile, 15-16-17 maggio, 19-20-21 giugno, 18-19-20 settembre, 16-17-18 ottobre, 13-14-15 novembre, Ponte dell’Immacolata 06-07-08 dicembre
Giovedì- Venerdì- Sabato 16-17-18 luglio 13-14-15 agosto

PROGRAMMA WEEK-END

VENERDI’
ore 17:00 /17:30 – Ritrovo dei partecipanti al Centro Visite San Rossore (situato all’interno della Tenuta in Località Cascine Vecchie. Incontro e Schermata 2015-02-16 alle 18.50.30socializzazione dei partecipanti con la guida GAE (guida ambientale escursionistica) e presentazione del programma week-end nel Parco.
Ore 17:45 – Proiezione delle slide storiche e naturalistiche del Parco Naturale – presso la sala preposta con introduzione degli aspetti ambientali-naturalistici e storici della famosa Tenuta di San Rossore.
Ore 18:30 – “Visita guidata a piedi” – Alla scoperta della natura incontaminata attraverso la riserva “Naturale del Paduletto”. Il percorso permette di intravedere un’area umida interna al bosco con vegetazione a giunchi e carici, caratterizzata da un ristagno di acqua più o meno perenne, che si riduce fortemente o si asciuga solo in piena estate calda.
Nella fascia di transizione tra bosco e palude sono presenti estese zone di cannuccia di palude. Il sentiero si allontana lentamente dall’alveo del fiume e incrocia il percorso che permette di raggiungere una delle lame più spettacolari: La Buca delle ghiande, zona privilegiata per l’osservazione di varie specie di anatre nidificanti nella tenuta. Dalla parte opposta del sentiero si apre un’altra estesa zona palustre, Buca di Cacciamani, visibile dai capanni di osservazione. Durata del percorso 1 ora ’30 circa e fine escursione rientro al Centro Visite e trasferimento dei camper presso l’area di pernottamento.
Cena presso il Ristorante situato all’interno della Tenuta con prodotti del Parco
Pernottamento all’interno della Tenuta.

SABATO
Ore 9.30 – Partenza in camper per visita “dell’area protetta e chiusa al pubblico”, accessibile solo con visite guidate accompagnate da GAE (guide ambientali escursionistiche).
Il percorso pedonale si snoda attraverso la caratteristica pineta di San Rossore, fino a raggiungere il cordone dunale della fascia litorale. L’area boscata formata da boschi mesoigrofili, a fianco dell’antico alveo del fosso, prosegue poi, all’interno, come pineta specializzata a pino marittimo, fino a raggiungere l’ecosistema dunale. Data la particolare natura del luogo, il percorso medesimo presenta, nell’ultimo tratto, dislivelli di quota piuttosto significativi. Le dune risultano, infatti, in quest’area di altezza variabile fino a 8-10 m., che viene raggiunta con un percorso sopraelevato in legno. La vegetazione caratteristica di quest’area è del tipo psammofilo, e dalla sommità delle dune è possibile ammirare la fascia dell’arenile e il mare.Schermata 2015-02-16 alle 19.05.22
Dalla sommità del percorso in legno è possibile godere di uno splendido panorama, formato ad ovest dal mare, a nord dalla città di Viareggio sovrastata dalle Alpi Apuane, ad est dalla zona dunale che lascia ben presto il posto al bosco e nella parte retrostante si elevano i Monti Pisani, poi volgendosi a sud, dietro il bosco, in lontananza, le colline pisane e più vicina la foce dell’Arno con l’abitato di Marina di Pisa.
Ore 13:30 – Sosta per pranzo al sacco (proprio) all’interno dell’area protetta
Ore 15:00 – Partenza in camper per visita della “Villa del Gombo”. Verso la fine degli anni cinquanta del Novecento, il Presidente della RepubblicaGiovanni Gronchi decretò la realizzazione della Villa Presidenziale all’interno della Tenuta di San Rossore. La Villa rappresentò il simbolo di rinascita per il territorio dopo le devastazioni della Seconda Guerra Mondiale. Il nuovo edificio fu progettato dagli architetti romani Amedeo Luccichenti e Vincenzo Monaco. L’area fu interessata da un ampio progetto di risanamento ambientale e paesaggistico che portò all’impianto di 350.000 piante e alla realizzazione di un prato artificiale di circa 2 ettari. Ad oggi il luogo è accessibile solo per visite guidate.
Ore 16:00 – Partenza in camper per “Visita ai dromedari”. Storicamente i dromedari erano stati introdotti da Ferdinando II de’ Medici, Granduca diToscana, il quale li aveva ricevuti in dono dall’Africa. Gli animali trovarono un clima ideale per la riproduzione e si inserirono perfettamente nell’ecosistema del parco. Tutti gli esemplari sparirono dalla Tenuta durante la Seconda Guerra Mondiale quando furono mangiati dalle truppe mongole.
Gli scout Agesci, a Pisa nella Tenuta di San Rossore per la Route Nazionale 2014, hanno regalato al Parco tre esemplari di dromedari, due maschi e una femmina, provenienti da riserve e parchi italiani, così da non creare alcuna preoccupazione per quanto riguarda gli aspetti sanitari. I dromedari introdotti nella Tenuta, saranno utilizzati per il trasporto e anche come aiuto per ripulire le spiagge, come avveniva una volta.
Fine attività, sosta dei camper nell’area esclusiva preposta
Cena nei camper e pernottamento.
In serata incontro e saluti con le Guardie del Parco.Schermata 2015-02-16 alle 19.05.35

DOMENICA
Ore 9:30 – trasferimento dei camper all’interno delle aree aperte al pubblico.
Visita libera delle aree aperte al pubblico situate all’interno della Tenuta di San Rossore possibilità di noleggio biciclette, ciclo-carrozzelle e tandem (dal 29 Marzo al 31 ottobre).

E’ possibile partecipare (su prenotazione e orari prestabiliti) a visite guidate in trenino, in bicicletta, a piedi e in battello fluviale. Per informazioni e prenotazioni Centro Visite San Rossore tel:050 530101-050 533755.

TARIFFE adulto € 48,00 / bambini dai 6 ai 15 anni € 24,00

PER INFORMAZIONI
Per ogni uscita (il week end del mese verrà presentata nei suoi dettagli nel sito www.top5viaggi.com o al Centro Visite tel. 050 530101 e www.caravanbacci.com ) aggiornamenti necessari in relazione alla stagione.

PER PRENOTAZIONI
Centro visite S.Rossore visitesr@tin.it
oppure 050 530101 – 050 533755 fax 050 3836908

Non hai il camper e/o hai un amico che insieme a te vuole fare questa esclusiva esperienza?
Informati da Caravanbacci tel 050 700313 o info@caravanbacci.com o visita il sito www.caravanbacci.com/noleggio, NOLEGGIO CAMPER a partire € 390,00 tutto compreso.

Il Casale della Sterpaia antico casale dell’800, ex-annesso agricolo delle Scuderie Reali dei Savoia, completamente ristrutturato e destinato a FORESTERIA del Parco e punto ristoro. Adiacente al Casale è possibile partecipare a visite in carrozza (info 050531910- 3357113793 San Rossore in carrozza) e visite a cavallo (Equitiamo 338.3662431- 330.778623).

La Bottega del Parco vendita di prodotti biologici e a produzione biodinamica, anche delle aziende agricole del parco, dalla pasta biologica al miele di spiaggia, dal pinolo del Parco, alle carni ed agli ortaggi. Per prenotazioni: 050 820225
Ristorante-Bar “La Sterpaia” tel:0507 846461-340 4013147

Ristorante “Da Poldino” tel:050 9911213-339 2544332 Ristorante-Bar “L’Ippodromo” e “Trattoria Pizzeria Equus” tel: 050 533180-050 26176-3384014988

INFO UTILISchermata 2015-02-16 alle 18.50.22

Come raggiungere la Tenuta di San Rossore:
Uscita Autostrada Pisa Nord, voltare a sinistra e immettersi Aurelia SS1 in direzione Livorno, superare Migliarino, Madonna dell’Acqua e seguire indicazioni Ippodromo Tenuta di San Rossore. Percorrere il Viale delle Cascine per circa 4 km e arrivo ingresso principale della Tenuta di San Rossore.
FI-PI-LI uscita Aurelia direzione Viareggio percorrere Aurelia SS1 e seguire indicazioni Ippodromo Tenuta di San Rossore. Percorrere il Viale delle Cascine per circa 4 km e arrivo ingresso principale della Tenuta di San Rossore.
Coordinate per GPS: latitudine 43.708462 longitudine 10.314617
– E’ consigliato avere i serbatoi di scarico acque nere e chiare VUOTI entrando nella tenuta (difficoltà di scarico all’interno)

Dal lunedì al venerdì la fruizione della Tenuta è interdetta al pubblico, se non con prenotazione di visite guidate, altrimenti l’accesso è limitato all’area della Rotonda, Cascine Vecchie, Ippodromo e Sterpaia.

Orario di accesso
Novembre-marzo dalle ore 08:00 alle ore 17:30 / aprile-ottobre dalle ore 08:00 alle ore 19:30
– Gli animali domestici non possono partecipare.
– Si consiglia un abbigliamento comodo: scarpe da tennis o scarponcini, pantaloni lunghi.
– A chi soffre di allergie da pollini, polveri o punture di insetti si consiglia di prendere le dovute precauzioni.
– Si consiglia di munirsi di binocolo e macchina fotografica.
– Informiamo i partecipanti che all’interno dell’area del pernottamento dei camper i telefoni cellulari agganciano con difficoltà la linea telefonica.
– E’ vietata la raccolta di muschi, licheni, terriccio e fiori. La raccolta dei prodotti del sottobosco invece è disciplinata dall’Ente Parco (visionare il regolamento del parco www.parcosanrossore.org)
– E’ vietato accendere fuochi in tutto il parco ad esclusione delle aree di libero accesso dove è possibile usare barbecue a più di 50 mt da alberi e cespugli, escluso il periodo estivo.
– E’ vietato introdurre specie ed ecotipi non autoctoni e l’abbandono di animali in generale.
– E’ possibile fare picnic sui prati nelle zone di verde pubblico ricordando sempre di portare via i rifiuti.
– L’accesso al mare è consentito solo a scopo panoramico con visite guidate e su prenotazione.
– I veicoli a motore possono percorrere solo i tratti asfaltati ed essere parcheggiati oltre che nelle aree adibite, da entrambi i lati delle strade asfaltate, a pettine al limite della carreggiata stradale.

Andrea

Comments are closed.