January 19, 2021

logo-giochi-de-le-porteA fine settembre a Gualdo Tadino (PG) si svolgeranno i famosi Giochi de le Porte, ma nella città l’avvicinamento a questa importante manifestazione storica è costellato da eventi collaterali come quello del Bussolo in programma il 14 marzo.

Con un apparato scenografico degno di un set cinematografico, la sera del 14 marzo 2015 la città di Gualdo Tadino torna ad eleggere tra i Priori delle antiche Porte di San Benedetto, San Donato, San Facondino e San Martino (a. 1242), il Gonfaloniere che le rappresenterà nelle varie cerimonie annuali.Bussolo-flyer

Quattro Priori, sedici membri del Consiglio segreto, quarantaquattro componenti del Consiglio generale, ed altri quaranta figuranti circa (magistrati, chiarine, balestrieri, ecc), in bellissimi costumi d’epoca faranno rivivere questo interessante brano di storia cittadina, che recupera per la prima volta anche aspetti finora inediti.

Cenni Storici
Con la “Costituzione” sul funzionamento della magistratura della Terra di Gualdo emanata il 22 novembre 1489 da Giulio Cesare Cantelmo, governatore in temporalibus et spiritualibus, di Gualdo, Nocera, Assisi e Foligno, prende forma il “Bussolo”, inteso come sistema di elezione del nuovo Gonfaloniere e come urna di legno, di varie forme, destinata a contenere le palle per l’elezione dello stesso. Tale sistema di elezione, comune a quasi tutte le città medievali, poteva differenziarsi nella forma, utilizzando palle di legno o di cartapesta, fave bianche e nere, lupini o quadratini di pergamena.Gualdo-Giochi1-500

Nel 1513, a causa della sua particolare posizione geografica tra lo Stato della Chiesa e il Ducato di Urbino, Gualdo acquisisce notevole importanza divenendo Legazione autonoma per volontà di papa Leone X, che l’affida al governo di cardinali, chiamati governatori o legati, indipendenti da Perugia. Il primo di questi, Antonio Ciocchi di Monte San Savino (1513-1533), pur apportando alcune modifiche agli antichi statuti, sostanzialmente conferma il sistema elettivo predetto aumentando soltanto la consistenza del Consiglio generale da 48 a 64 membri.

Dal 1978 Gualdo Tadino rievoca questa particolarissima manifestazione, unica nel suo genere nel campo delle rievocazioni storiche cittadine, che dal punto di vista filologico, ha lo scopo, di fare “storia vissuta”.

I Giochi de le Porte (25-26-27 settembre)
Il profondo legame che unisce i gualdesi al proprio territorio di appartenenza insieme ad una storia plurisecolare, sono valori fondamentali in una terra, l’Umbria, in cui non muoiono mai.

E così, all’imbrunire del vespro settembrino, nell’Arengo Maggiore della Città di Gualdo Tadino é festa grande: si rinnova l’antico Pallium Decurrendum che gli abitanti della “Città Murata” si contendono in onore del patrono San Michele Arcangelo.

Sono i Giochi de le Porte, tre giorni di festa che vanno dall’apertura delle taverne alla lettura del bando di sfida, da un corteo storico che lascia senza fiato alle gare della domenica, in cui la Porta vincitrice avrà l’onore della conquista del Palio e brucerà la “Bastola”, strega nemica della Città.Gualdo-Giochi2_500

Prima il Corteo. Mille personaggi in costume d’epoca che sfilano per le vie del centro storico riproponendo mestieri, corporazioni, storie e leggende della Gualdo del XV secolo.
Un’atmosfera che, all’arrivo in piazza Grande, raggiungerà il culmine delle emozioni.
Poi, la domenica, le gare che si svolgono in quattro fasi:
– La prima vede i somari con tanto di carretto, auriga e frenatore percorrere l’anello del centro storico.Gualdo-Giochi3-500
– Nella seconda i frombolieri devono centrare con la fionda un piatto di pochi centimetri di diametro.
– La terza vede la sfida tra gli arcieri.
– L’ultima è quella che è diventata una delle sfide più suggestive d’Italia: la corsa a pelo con il somaro, con i quattro fantini partono contemporaneamente dando vita ad una gara da sempre avvincente ed emozionante.

Gualdo-Giochi5_500San Benedetto, San Donato, San Martino e San Facondino sono i nomi delle quattro Porte e delle quattro splendide taverne medioevali che diventano protagoniste della città in quei tre meravigliosi giorni.

Ente Giochi de le Porte
Via Matteo Pittore ,2 06023 Gualdo Tadino (PG)
Tel./ Fax 075 916255 www.giochideleporte.it

Per conoscere le possibilità di sosta in camper della zona clicca su SOSTA – Aree di sosta camper.

Cinzia

Comments are closed.