- COL Magazine - https://magazine.camperonline.it -

CamperOnTest: Laika Kreos 3001

Kreos3001

Un grande classico della produzione Laika, da sempre al vertice del gradimento da parte della clientela, sposa la nuovissima meccanica di base Iveco New Daily: un mansardato elegante, generoso negli spazi, curato e capace di offrire ottimo comfort a una famiglia di quattro persone alla ricerca di un veicolo potente, affidabile e con tutta la tecnologia e la sicurezza garantiti da una meccanica di ultimissima generazione con ruote posteriori gemellate.

Correndo indietro nel tempo, sfogliando gli annali e tornando al 1999, la campagna pubblicitaria di lancio della neonata generazione Kreos recitava così: “Ho una fede assoluta. Credo in Kreos”. Un’impaginatura pulita, sullo sfondo un nuovissimo e stupefacente Kreos 3004, nella parte inferiore della pagina una figura maschile simile a un asceta in meditazione ma con lo sguardo tipico di una persona decisa e consapevole dei propri obiettivi. Era il claim di lancio di una novità destinata a cambiare radicalmente la storia di un’azienda, la Laika, che da lì a poco avrebbe intrapreso il percorso di ingresso sotto l’ala protettrice del Gruppo Hymer, ma era soprattutto un modo di celebrare, promuovere e annunciare un qualcosa che avrebbe rivoluzionato i termini di paragone in quella che, allora, era una delle tipologie più gettonate e apprezzate, i mansardati. Un veicolo, anzi, due, (Kreos 3003 e Kreos 3004), realizzati su una meccanica di assoluto prestigio (il Mercedes-Benz Sprinter), contraddistinti da un design esterno avveniristico (che potrebbe tranquillamente essere riproposto oggi senza alcuna modifica), da un’attenzione maniacale alla cura dei dettagli, alla funzionalità e alla definizione del concetto di unicità. Subito riconoscibili anche tra mille veicoli, grazie alle particolari colorazioni esterne, mutuate dall’automobile, alle forme della mansarda, che ricordavano una navicella spaziale, alle tonalità del mobilio, sintesi perfetta di forme e di sostanza, fino all’impiantistica di bordo, i Kreos sono nati per rappresentare l’eccellenza e l’originalità della capacità produttiva Laika. Una gamma di veicoli nata per sedurre, per affascinare, per rappresentare la risposta alle esigenze di tutti coloro che erano estimatori dalla concreta qualità dell’altro intramontabile cavallo di battaglia della factory di Tavarnelle, Ecovip, ma che a tutto ciò desideravano poter abbinare uno stile unico, avanguardista, destinato a farsi notare, a stupire, a conquistare. Sono passati tanti anni, e il prodotto Kreos è cresciuto: dai due veicoli originali, la gamma è stata via via ampliata con l’innesto di profilati e motorhome, ma è proprio nei mansardati che, ancora oggi, si ritrovano con più evidenza i geni e il fascino inalterato di quella voglia di osare, di stupire, di disegnare forme nuove, eleganti e pensate per rimanere indenni al trascorrere del tempo. Dal 2004, Laika ha abbandonato la meccanica Mercedes-Benz a favore dell’Iveco Daily, andando a rafforzare un binomio, quello tra il robusto e prestante telaio torinese e i veicoli del marchio della cagnetta alata, che dura ormai dalla metà degli anni Settanta e che, oggi, si rinnova scegliendo con la nuovissima generazione del New Daily.

Laika-Kreos-3001-001

Eletto, non a caso, “Van of the Year 2015”, il commerciale leggero di casa Iveco porta con sé la robustezza, la sicurezza, il comfort e la potenza di un telaio longheronato di tipo camionistico, della trazione posteriore con ruote gemellate, di una cabina completamente riprogettata, di motori di ultima generazione con potenze che possono superare i 200 cv abbinabili anche al nuovissimo cambio automatico Hi-Matic, e che trova, nel rinnovato Kreos mansardato, il perfetto abbinamento in una scocca elegante, generosa ed equilibrata, calibrata sulle esigenze di una famiglia di quattro persone. Un veicolo classico e moderno allo stesso tempo, capace di esprimere al meglio i geni e le peculiarità degli illustri progenitori ed è la dimostrazione evidente di come i progetti nati per essere all’avanguardia siano in grado superare indenni il passare degli anni senza mai perdere il proprio appeal. Il Kreos 3001 è, insieme al 3003 e al grande 5001 SL, l’erede di una fortunatissima dinastia: un veicolo familiare, generoso, affidabile, realizzato con cura e caratterizzato da una disposizione interna, quella con letto matrimoniale trasversale posteriore su garage, che a conti fatti rappresenta oggi uno dei migliori punti di equilibrio tra sfruttamento degli spazi interni e contenimento degli ingombri esterni.

Continua

La meccanica.

Il Kreos 3001 è allestito sul nuovissimo Iveco New Daily Camper 35C con telaio di tipo camionistico composto da longheroni a C, sospensione anteriore QuadLeaf a balestra trasversale e trazione posteriore con ruote gemellate in abbinamento a tre differenti motorizzazioni: la base di partenza è rappresentata dall’Iveco F1A, un propulsore da 2.286 cc a 16V con turbina a geometrica variabile in grado di erogare una potenza massima di 146cv e una coppia di 350Nm, mentre chi desidera di più può optare per il classico Iveco F1C da 2.998 cc, turbina a geometria variabile, potenza massima di 170 cv e coppia massima di 430 N/m.

Laika-Kreos-3001-005

Al vertice dell’offerta, l’Iveco F1C con tecnologia TwinTurbo rappresenta la scelta ideale per tutti coloro che desiderano poter contare sulla massima potenza: grazie alla doppia turbina, infatti, questo motore da 2.998 cc è in grado di erogare una potenza di ben 205 cv con una coppia di 470 N/m (Euro 4.758). Tutti i propulsori sono abbinati, di serie, a un cambio manuale a 6 rapporti più retromarcia: come optional, la sola unità da 205 cv può  essere abbinata anche al nuovissimo cambio automatico Iveco Hi-Matic, sviluppato dallo specialista ZF e dotato di 8 rapporti e di convertitore di coppia (Euro 2.074).

Laika-Kreos-3001-047

Progettato per garantire massima precisione di guida, efficienza ed economia di esercizio, Hi-Matic impiega meno di 200 millisecondi nell’effettuare il cambio di marcia e può essere impostato sia in modalità Eco, con cambi di marcia fluidi a basso regime per il massimo contenimento dei consumi, sia in modalità Power, con cambi di marcia a regimi più alti per la massima brillantezza. Tutte le motorizzazioni, infine, rispettano le normative antinquinamento Euro5+, sono abbinate a un serbatoio del gasolio da 70 litri (100 litri opzionale, 140 Euro), e possono essere omologate sia con massa complessiva di 3.500 kg (guida con patente B, 4 posti omologati), sia con massa complessiva a pieno carico di 4.000 kg, guida con patente C e possibilità di 5 posti omologati.

Laika-Kreos-3001-010

Il Kreos 3001 sfrutta l’autotelaio Iveco con passo da 410 cm, distribuendo la lunghezza complessiva, di 711,6 cm, tra uno sbalzo anteriore di 100,8 cm e uno posteriore di 200,8 cm (pari al 48,9% del passo). L’altezza massima del veicolo, raggiunta a livello della cupola della mansarda anteriore, è di 305 cm: di questi, all’interno, ne sono disponibili tra un massimo di 207 (sempre in prossimità della mansarda) e un minimo di 200 nel resto dell’abitacolo. La larghezza esterna, infine, è di 230 cm, mentre quella interna raggiunge i 217 cm. Anteriormente, il Kreos 3001 presenta un’altezza minima da terra, misurata al centro del paraurti, di 30 cm; 51 sono, invece, i centimetri che separano dal suolo il paraurti posteriore.

La scocca

Il Kreos 3001 sfrutta, come detto, il telaio longheronato dell’Iveco New Daily: questa struttura, estremamente robusta, grazie all’adozione del passo da 410 cm, non necessita essere prolungata nella parte posteriore che sorregge il garage in quanto copre, da sola, una lunghezza complessiva di 692,3 cm e, di conseguenza, offre la possibilità di realizzare un vano di carico posteriore di eccezionale robustezza e portata.

Laika-Kreos-3001-006

Sul telaio, i tecnici Laika hanno costruito uno scheletro aggiuntivo utilizzando appositi longheroni in acciaio zincato, opportunamente provvisti, dove necessario, di fori di alleggerimento: la struttura, alta 25 cm, realizza quindi una sorta di controtelaio, irrobustendo al massimo un qualcosa già di per sé di ideale costruzione, e andando a offrire la possibilità di realizzare, nella porzione anteriore del veicolo e in quella centrale, tre compartimenti tecnici, con pavimento inferiore e pareti laterali composte da un doppio rivestimento interno ed esterno in vetroresina (da 1+1 mm di spessore) e interno in polistirolo da 10 mm.

Laika-Kreos-3001-041

Inseriti a livello delle bandelle laterali, i tre vani sono pensati per contenere un ampio gavone passante sottopavimento (porzione anteriore), e i serbatoi dell’acqua potabile e del recupero delle acque grigie (porzione centrale e posteriore), con questi ultimi che, di conseguenza, vengolo a trovarsi in due ambienti protetti e riscaldati: proprio a salvaguardia dei serbatoi, la coibentazione a loro dedicata è maggiorata a 20 mm.

Laika-Kreos-3001-032

In coda, invece, il garage posteriore, ribassato, vede la presenza di un pianale inferiore opportunamente irrobustito da un apposito scheletro metallico, al fine di garantire la massima capacità di carico, sul quale sono collocati una lastra in multistrato fenolico trattato contro l’umidità e, sopra a questo, una pratica vasca prestampata in materiale Duralife con piastra centrale in alluminio mandorlato. Il piano di calpestio, di conseguenza, non è collocato direttamente sui longheroni della meccanica di base, ma sull’efficace controtelaio le cui traverse ne coprono l’intera larghezza. L’unione tra i vari elementi avviene sia tramite appositi sigillanti butilici sia tramite imbullonamento. Il pavimento è costituito da un sandwich da 55 m di spessore caratterizzato da un rivestimento inferiore in vetroresina, coibentazione in styrofoam, rivestimento interno in multistrato fenolico e rifinitura in linoleum effetto parquet: è composto, lateralmente, da profili in legno massello: è su questi che sono assemblate, tramite avvitamento, le pareti, realizzate con la tecnica Laika Extreme Durability System.

Laika-Kreos-3001-007

La Casa di Tavarnelle, infatti, ha recentemente introdotto una significativa miglioria per ciò che concerne la costruzione delle pareti, sostituendo ai tradizionali regoli in legno, appositi profili in poliuretano per una perfetta resistenza meccanica e a eventuali infiltrazioni di acqua. Le pareti dei Kreos, così come quelle di tutti i Laika della generazione 2015, si costituiscono quindi di un rivestimento esterno in alluminio liscio (0,8 mm), coibentazione in styrofoam ad alta densità (30 mm), intelaiatura interna e perimetrale in poliuretano espanso e rivestimento interno in multistrato nobilitato (6 mm) rifinito in melaminico. Il tetto, dotato di rivestimento esterno in vetroresina antigrandine, beneficia della stessa tecnica costruttiva adottata per le pareti, abbinando alla coibentazione in styrofoam ad alta densità un rivestimento interno in materiale composito rivestito, sul lato interno, da un elegante tessuto imbottito IsoDeluxe per un totale di 40 mm. Particolarmente curato, l’assemblaggio tra pareti e tetto è effettuato tramite un binario concavo in alluminio che si inserisce tra le sezioni laterali di pareti e tetto, entrambi piegati a 45°: in questo modo, oltre a fornire un adeguato supporto agli elementi portanti, funge da pratica canalina passacavi facilmente utilizzabile per l’installazione di accessori elettrici a tetto. La giuntura tra pareti e tetto, poi, viene sigillata e solidarizzata tramite collanti butilici e, infine, ricoperta da un ampio cantonale in alluminio preverniciato in tinta argento metallizzato.

Laika-Kreos-3001-051

Anteriormente, la mansarda vede la presenza di un doppio guscio: uno esterno, in vetroresina e abs, e uno interno, sempre in materiale plastico soft-touch, al fine di creare una vera e propria camera d’aria di coibentazione. L’esterno, in particolare, si compone di una parte centrale e portante in vetroresina, il sottomansarda, a cui sono collegati i carter in abs di raccordo tra cabina e sottomansarda e tra cabina e cellula abitativa, e di un guscio superiore in abs sul quale sono innestate tre componenti centrali in abs argento metallizzato (due laterali, di ideale raccordo con i cantonali a tetto), e di una cupola superiore di rifinitura.

Laika-Kreos-3001-050

I vari elementi, adeguatamente sigillati tra loro, sono pensati per creare una vera e propria intercapedine, realizzata tra guscio esterno e guscio interno, che riceve l’aria calda in arrivo dalle canalizzazioni dell’impianto centralizzato Truma Combi 6 CP Plus. Ancora in ABS sono i cantonali e gli elementi che caratterizzano la coda del veicolo, con un carter superiore che funge da spoiler e che contiene il terzo stop, due montanti laterali completi di gruppi ottici circolari, due inferiori laterali di raccordo con le bandelle e il classico paraurti con portatarga.

Laika-Kreos-3001-026

L’intera scocca è poi protetta, lateralmente, da ampie bandelle in alluminio: verniciate in una elegante tonalità argento metallizzato, vantano uno sviluppo in altezza di 41 cm, hanno uno spessore di 2 mm, sono mantenute in sede da apposite staffe metalliche ancorate al pavimento del veicolo e sono complete di portelli di accesso ai vari vani di servizio.

Laika-Kreos-3001-034

Continua

L’esterno

Elegante, raffinato e molto ben proporzionato, l’aspetto esterno del Kreos 3001 è uno dei migliori esempi oggi disponibili di design applicato al veicolo ricreazionale mansardato.

Laika-Kreos-3001-013

Classicamente moderno nelle fattezze, richiama in maniera dovutamente rispettosa, specie nella mansarda, le linee e i tratti distintivi proprie delle primissime generazioni della gamma omonima, miscelandole a dovere con una scocca pulita, curata e piacevole nelle fattezze e nelle linee e che dimostra di sapersi sposare con invidiabile naturalezza alle linee tese e slanciate della nuova meccanica di base Iveco. Questa, in particolare, è allo stesso tempo muscolare e accattivante, assolutamente unica nel panorama europeo per ciò che concerne le forme del frontale, caratterizzato da un grande cofano motore personalizzato dal logo Iveco, collocato in bella evidenza, e da una particolarissima calandra a U, giocata su una doppia curvatura, che lateralmente va a integrare gli sfuggenti gruppi ottici per poi proseguire idealmente la propria traiettoria annunciando il taglio dei cristalli delle porte cabina.

Laika-Kreos-3001-048

Non manca, nella parte inferiore, a livello del paraurti, una seconda generosa presa d’aria inferiore, completa di gradino antiscivolo utile per le operazioni di pulizia del parabrezza, e accanto alla quale sono inserite le luci diurne DRL e i fari fendinebbia. Al fine di integrare al meglio cabina e cellula, Laika ha scelto di verniciare, in tinta argento metallizzato, paraurti anteriore e bandelle laterali del Daily, in modo che fossero della medesima tonalità di quelle adottate su tutte le componenti in tinta della cellula abitativa: una scelta azzeccata, che dissimula abbastanza bene un’evidente differenza di livello nello sviluppo della linea di fiancata tra cabina e abitacolo causata dalla presenza del controtelaio e del gavone passante anteriore e che ricorda un po’ la prima generazione Kreos.

Laika-Kreos-3001-053

Decisamente riuscito, invece, è l’accoppiamento tra la mansarda e il nuovo cabinato torinese: realizzata sfruttando al massimo le potenzialità offerte dagli elementi prestampati, disegna forme morbide, armoniose e pulite, prendendo spunto dai cantonali tra pareti e tetto per introdurre un motivo argento metallizzato che si espande sempre più per consentire l’inserimento, al proprio interno, della finestra anteriore, collocata in una modanatura piacevolmente bombata e affiancata dalle classiche luci di ingombro frontali, posizionate al termine di una leggera scalfatura che alleggerisce il profilo e che dissimula la larghezza dell’insieme. Una realizzazione estremamente piacevole, accattivante alla vista, non eccessiva nell’altezza esterna (contenuta poco oltre i 3 metri) né nello sviluppo orizzontale sulla cabina di guida, che contribuisce non poco a slanciare il profilo laterale di un veicolo accattivante e quasi sportivo.

Laika-Kreos-3001-004

L’adozione del nuovo passo da 410 cm, a fronte di una lunghezza contenuta a 711 cm, fa infatti sì che lo sbalzo posteriore risulti decisamente ridotto ed esalti, ancora una volta, anche a livello visivo, le doti e le performance di una tra le più prestanti meccaniche di base oggi disponibili sul mercato. La parete è pulita, ben protetta nella parte inferiore dalle generose bandelle in alluminio, vero e proprio elemento classico Laika, e delimitata nella parte superiore dagli altrettanto generosi cantonali, con forme morbide, eleganti e senza tempo. Il dinamismo punta sul disegno slanciato dei carter che introducono la mansarda e la parete di coda, entrambi curvilinei e fortemente slanciati sull’anteriore, mentre la pulizia delle linee si esplica nell’allineamento della finestratura, delle bandellature dei portelli di servizio, nella leggerezza della grafica, che non necessita di serigrafie se non per disegnare la classica cagnetta alata, vero e proprio simbolo Laika e che non può mancare su una realizzazione che di quel simbolo incarna al massimo i valori. La coda, classica e riuscita, è quella, ampiamente conosciuta, che è stata introdotta a partire dal 2006 con i motorhome Rexosline e che dal 2008 personalizza anche i Kreos, con un quadro perimetrale in abs composto da più elementi per una facile sostituzione in caso di necessità che va a conferire un discreto dinamismo anche a una superficie piuttosto lineare, avendo cura di creare un suggestivo spoiler superiore, completo di terzo stop, e una eccellente chiusura nella parte inferiore, con una protezione bassa della coda che vede anche la presenza di un robusto paraurti metallico ancorato direttamente allo chassis Iveco.

Laika-Kreos-3001-008

La piacevole bicromia dell’allestimento, tutto giocato sui toni del bianco e dell’argento metallizzato, entrambi in versione lucida, è poi ripreso dal perimetro delle finestre Dometic S4, tutte con telaio argentato, mentre la grafica, come detto molto discreta, si limita alle cagnette alate sulle fiancate e sul posteriore e sulla collocazione in bella evidenza, su frontale e coda del veicolo, del marchio Laika.

Laika-Kreos-3001-054

Le sigle identificative del modello, infine, sono inserite anteriormente, nella bandellatura delle porte cabina, e posteriormente, nella parte inferiore dello specchio di coda, e sfruttano pregevoli decalcomanie cromate di derivazione automobilistica.

La cabina di guida

Completamente nuova, la cabina di guida dell’Iveco New Daily è stata progettata per offrire la massima comodità e sicurezza ai propri occupanti, optando per uno stile esterno particolare e per interni che, rispetto alla generazione precedente, si segnalano per un significativo implemento degli spazi a disposizione, della ricercatezza nelle finiture e nei materiali e per l’abbondanza dei vani di stivaggio.

Laika-Kreos-3001-002

Proposta con carrozzeria bianca in abbinamento a paraurti e bandelle laterali argento metallizzato, l’autotelaio Iveco è ben integrato rispetto alla scocca da appositi carter in abs precisi e fedeli nel replicarne le forme originali: una accuratezza nelle finiture che si ritrova anche negli interni, con cabina e abitacolo che possono contare, a pavimento, su una placca in alluminio mandorlato a unire i due piani di calpestio (separati in ogni caso da un dislivello di 21 cm), mentre lateralmente il compito di integrare gli ambienti è affidato alle due spalle verticali del mobilio, con forme morbide che presentano opportune svasature centrali e che costituiscono, nella parte superiore, la porzione terminale degli ampi e generosi pensili a soffitto.

Laika-Kreos-3001-068

Il padiglione cabina, tagliato per agevolare la circolazione da e verso i due ambienti, è rifinito con un apposito stampo in abs soft-touch che integra il binario per la tenda di separazione (ancora da montare sull’esemplare oggetto di questo CamperOnTest), mentre la soprastante rete a doghe del letto matrimoniale della mansarda, incernierata e sollevabile con pistoni a gas,  non è lasciata a vista, come spesso accade, ma è imbottita e rivestita, nella parte inferiore, da un apposito pannello in microfibra beige.

Laika-Kreos-3001-078

In questo modo, il Kreos 3001 garantisce un accesso alla cabina largo 45 cm (a livello dei braccioli delle poltrone anteriori), con altezza minima di 126 cm e massima di 196 a seconda che si opti o meno per il sollevamento della già citata rete a doghe. La cabina di guida, ottimamente rifinita, è proposta completa di inserti effetto radica e si caratterizza per forme ergonomiche degne di una moderna berlina: lo si percepisce molto bene osservando il cruscotto, con un aspetto lineare al fine di contenente gli ingombri trasversali ma che offre un funzionale gruppo comando della climatizzazione, inserito centralmente e molto simile a quello dell’Alfa Romeo Giulietta, sovrastato, nella parte inserita sopra al doppio Din dedicato a impianti audio e multimediali, da una pulsantiera a sviluppo rettangolare che ricorda un po’ quella della Lancia Y. Molto completo è poi il quadro strumenti, con Matrix Display che permette di visualizzare le informazioni su tre righe differenti e codifica a video di ogni possibile segnalazione di errore o malfunzionamento. Il tutto, poi, abbinato a una posizione di guida comoda ed ergonomica, con poltrone di guida Isringhausen complete di braccioli, poggiatesta e fodere coordinate e volante che, in opzione, può essere richiesto con un pregevole rivestimento in pelle.

Laika-Kreos-3001-079

Come facile immaginare, l’adozione di un cabinato originale porta indubbi benefici in tutto ciò che riguarda la gestione dinamica del veicolo, con una perfetta visuale garantita da una ridotta distanza tra volante e parabrezza (29 cm), da una generosa vetratura (cristallo anteriore 175×86 cm servito da due spazzole tergivetro da 64 cm), cristalli laterali porte 34×71 cm, vetri elettrici discendenti 51×60/39 cm), e da due ampi specchi retrovisori, completi di regolazione e sbrinamento elettrici e di due ottiche da 18×20 e 20×13 cm.

Laika-Kreos-3001-045

Laika-Kreos-3001-046

Allo stesso modo, il generoso cofano motore (194×87 cm), garantisce una perfetta accessibilità al propulsore e agli organi meccanici,  mentre per ciò che concerne la dotazione di serie, Laika propone il Kreos 3001 completo di climatizzatore a comando automatico, doppio airbag, cruise control, alternatore maggiorato, chiusura centralizzata con telecomando, moquette cabina, ABS, con EBD, ASR, Hill-Holder, poltrone girevoli complete di braccioli e fodere coordinate, fari fendinebbia con funzione Cornering.

Laika-Kreos-3001-052

 

Laika-Kreos-3001-049

In opzione sono disponibili il cambio automatico Iveco Hi-Matic (solo in abbinamento a motore da 205 cv – Euro 2.074), i copricerchi in acciaio inox (Euro 403, presenti sul veicolo in prova), i cerchi in lega (Euro 1.482), il serbatoio del gasolio maggiorato a 100 litri (Euro 140), le sospensioni pneumatiche posteriori AL-KO AirTop (Euro 641), il volante rivestito in pelle (Euro 486) e la portata complessiva maggiorata a 4 tonnellate (Euro 262). Non è purtroppo disponibile, invece, il sistema di controllo elettronico della stabilità ESP: Iveco, infatti, al momento offre questo accessorio come opzione solo in abbinamento ai telai da 50, 65 e 70 quintali.

Accessi e aperture di servizio

L’accesso al veicolo avviene nella parte centrale attraverso la classica e robusta porta Laika: realizzata direttamente dalla factory di Tavarnelle, questo consistente elemento personalizza ormai da anni gli allestimenti più prestigiosi e consiste in un monoblocco in vetroresina impreziosito, nella parte superiore, da un cristallo fisso da 60×42 cm.

Laika-Kreos-3001-059

Dotata di due sovradimensionate cerniere e di una serratura di sicurezza di derivazione automobilistica, con collegamento all’impianto centralizzato del veicolo, la porta è completa di controstampo interno in abs e di controporta zanzariera attrezzata, nella parte inferiore, con il classico vano portarifiuti, e in quella superiore con l’unibloc oscurante plissettato/zanzariera dedicato alla finestra fissa.

Laika-Kreos-3001-061

La porta, da 179×57 cm,  è poi corredata di maniglia interna di cortesia, piastra di accesso in alluminio mandorlato personalizzato con il logo Laika, grondaia superiore e ampia guarnizione perimetrale.

Laika-Kreos-3001-062

Ad assicurare un comodo accesso al veicolo, poi, provvedono due gradini elettrici Project2000: completamente integrati all’interno delle bandelle, si dispiegano in pochi secondi a 35 e 61 cm da terra offrendo due scalini da 55×20 cm che colmano efficacemente il dislivello tra il suolo e il piano di calpestio del veicolo, di 90 cm.

Laika-Kreos-3001-060

I gradini, inoltre, sono completi di sistema di avviso acustico in cabina di guida, integrato nella parte superiore del parabrezza, con possibilità di richiamo degli stessi anche dal posto di guida. Non manca, inoltre, la luce esterna dedicata all’eventuale veranda.

Laika-Kreos-3001-080

A fianco alla porta di ingresso, verso la cabina di guida, un portello da 25×44 cm consente di accedere all’ampio gavone passante anteriore: raggiungibile anche dalla fiancata sinistra, sempre con un portello da 25×44 cm, è completo di contropannello interno con guarnizione di tenuta ed è destinato a ospitare oggetti lunghi e ingombranti grazie a uno sviluppo a T che copre all’incirca l’intera superficie del living anteriore.

Laika-Kreos-3001-055

Laika-Kreos-3001-056

Laika-Kreos-3001-057

Laika-Kreos-3001-058

In particolare, la profondità massima è di 205 cm, mentre la larghezza utile è di 67 cm sul lato destro (con profondità di 35 cm), e di 71 su quello sinistro (profondità 75 cm), mentre centralmente, la larghezza utile raggiunge i 132 cm (profondità 94 cm), mentre l’altezza rimane stabile a 24 cm. Il vano, non accessibile dall’interno, è però provvisto di illuminazione, con uno spot led dedicato e facilmente raggiungibile dal portello laterale sinistro.

Laika-Kreos-3001-042

Laika-Kreos-3001-043

Laika-Kreos-3001-044

Lungo la fiancata di destra, procedendo verso la coda del veicolo, il Kreos 3001 vede la presenza della presa di collegamento alla rete elettrica, la luce esterna, il camino dedicato alla cappa aspirante del blocco cucina, le griglie di aerazione/scarico del frigorifero Dometic, il camino dello sfiato dedicato al serbatoio di recupero delle acque grigie e, in coda, il classico garage passante.

Laika-Kreos-3001-016

Laika-Kreos-3001-017

Servito da due portelli con telaio Metallarte in alluminio e serrature EasyLock (lato destro 122×97 cm, lato sinistro 117×65 cm), offre una soglia di carico a 75 cm da terra e, come detto, beneficia del sostegno diretto dei robustissimi longheroni originali dell’Iveco New Daily, andando in questo modo a offrire una portata utile di 220 kg.

Laika-Kreos-3001-025

 

Laika-Kreos-3001-030

Laika-Kreos-3001-031

Il garage, raggiungibile anche dall’interno grazie a un portello da 46×45 cm con doppia anta di chiusura, è sviluppato a L e beneficia di una vasca inferiore in Duralife ribassata di 25 cm rispetto al piano di calpestio del veicolo e completa di  rinforzo centrale con una piastra in alluminio mandorlato da 190×40 cm.

Laika-Kreos-3001-018

Laika-Kreos-3001-019

Laika-Kreos-3001-021

Laika-Kreos-3001-022

Lo sviluppo della parte inferiore del vano di carico prevede una profondità massima di 217 cm, con una larghezza massima, sul lato destro, di 105 cm (per una profondità di 30 cm), mentre per i restanti 187 cm,  la larghezza della vasca si mantiene a 75 cm; per ciò che concerne l’altezza utile, questa varia in funzione dell’allestimemento e delle peculiarità del veicolo. Il Kreos 3001, infatti, è disponibile sia con letto matrimoniale posteriore fisso, sia, come l’esemplare oggetto di questo CamperOnTest, con sistema di movimentazione elettrica dello stesso: grazie a un apposito pulsante collocato proprio sul carter che protegge il motore elettrico, facilmente raggiungibile dal portello laterale sinistro, è infatti possibile variare l’altezza utile del vano di carico (e conseguentemente quella del soprastante letto) tra un minimo di 86 cm e un massimo di 125 cm, consentendo in questo modo il carico e il trasporto anche di attrezzature particolarmente voluminose tra cui moto o bici.

Laika-Kreos-3001-027

Laika-Kreos-3001-029

Per facilitarne il carico, inoltre, Laika offre quattro appositi ganci a cui fissare le classiche cinghie da tiro, mentre non mancano un utile foro di scolo completo di tappo di chiusura, l’illuminazione, con uno spot dedicato, e il riscaldamento, con due bocchette della canalizzazione dell’impianto Truma Combi.

Laika-Kreos-3001-020

Sempre per ciò che concerne il garage, poi, questo offre, sul lato destro, un vano a giorno da 19x35x29 cm (accesso 32×19 cm), mentre sul lato opposto, un mobile in legno da 61,5x20x40 cm contiene al proprio interno l’unità termica Truma (accessibile da un apposito portello da 40×27,5 cm).

Laika-Kreos-3001-028

La fiancata sinistra si caratterizza, oltre che per i già citati portelli dedicati al garage e al gavone passante anteriore, per la presenza del camino di aspirazione e scarico dell’impianto Truma Combi, per il portello di estrazione del serbatoio asportabile del wc a cassetta Thetford, per il bocchettone di rifornimento del serbatoio dall’acqua potabile e per il vano gas.

Laika-Kreos-3001-035

Pensato per ospitare le classiche due bombole da 10 kg, il vano è servito da un portello esterno da 70×39 cm e si sviluppa in uno spazio di 64,5x35x68 cm. Realizzato in lamiera di acciaio verniciata e opportunamente coibentato, sul lato interno, da una spessa guaina neoprenica, offre una soglia di carico a 56 cm da terra ed è completo di aerazione inferiore tramite una doppia griglia a tutta larghezza, di ganci fermabombole e di riduttore di pressione con interruttore inerziale in caso di urto Truma MonoControl CS.

Laika-Kreos-3001-036

Laika-Kreos-3001-037

Laika-Kreos-3001-038

Sempre per ciò che concerne le aperture di servizio, il Kreos 3001 può contare su sette finestre Dometic S4 (di cui sei apribili a compasso e una scorrevole), mentre a tetto sono disponibili un maxi oblò panoramico Dometic Heki 3 da 80×60 cm (dedicato al living), un oblò Dometic MidiHeki da 70×50 cm (a servizio della camera da letto posteriore), due Dometic MiniHeki da 40×40 cm (in mansarda e in cucina) e un Fiamma da 28×28 cm (nella doccia separata).

Continua

Impiantistica

L’autonomia idrica si affida a un serbatoio dell’acqua potabile da 100 litri (parzializzabile a 20 nel caso di equipaggio al completo e omologazione con massa complessiva a 3,5 tonnellate) realizzato in polietilene lineare alimentare e inserito in un apposito vano sottopavimento, coibentato e riscaldato da un guscio in vetroresina/polistirolo/vetroresina da 22 mm, collocato davanti all’asse posteriore.

Laika-Kreos-3001-033

Il serbatoio, che in opzione può essere abbinato a una seconda unità da 85 litri (Euro 588) inserito all’interno del gavone passante anteriore, rifornisce, tramite tubazioni in rilsan e innesti rapidi John-Guest, la pompa dell’acqua Shurflo LS 204: dotata di pressostato, la pompa può erogare fino a un massimo di 7 litri al minuto, è collocata su un’apposita base antivibrazioni ed è affiancata da un vaso di espansione Fiamma A20 al fine di offrire un’erogazione dell’acqua fluida e costante alle varie utenze.

Laika-Kreos-3001-162

La pompa e il vaso di espansione sono raggruppati all’interno di un vano, inserito alla base dell’armadio guardaroba e raggiungibile tramite una botola superiore da 44×36 cm, che contiene anche l’unità termica del riscaldamento Truma Combi 6. Attraverso tubazioni in rilsan divise per colore a seconda della tipologia di contenuto, l’acqua potabile è distribuita alle varie utenze di bordo e da qui erogata sfruttando pregevoli rubinetti monocomando in metallo cromato, prima di essere raccolta tramite pilette di scarico inox (da 35 mm di diametro per la cucina, da 50 per toilette e doccia) complete di sifoni ed essere incanalata, con tubazioni rigide di derivazione domestica, verso il serbatoio di recupero da 110 litri, inserito nel già citato contenitore coibentato e riscaldato realizzato tra telaio e piano di calpestio.

Laika-Kreos-3001-146

Laika-Kreos-3001-126

Laika-Kreos-3001-149

Alcune tratte di scarico, seppure provviste di adeguata pendenza, sono però esterne: viceversa, i tecnici Laika hanno provveduto a inserire la saracinesca di scarico delle acque grigie all’interno di un carter coibentato e opportunamente riscaldato: il comando della stessa, opportunamente prolungato, è azionabile nella parte posteriore del veicolo, nel sottoscocca della fiancata destra.

Laika-Kreos-3001-024

L’impianto idrico, infine, si completa con il wc a cassetta Thetford C260: dotato di tazza girevole e serbatoio asportabile, ha una capienza di 18 litri.

Laika-Kreos-3001-150

Il Kreos 3001, così come tutti i veicoli Laika, vede la presenza di un utile sistema di sfiato dedicato al serbatoio di recupero, con gli eventuali cattivi odori che sono smaltiti attraverso un apposito piccolo camino inserito nella parte superiore della fiancata destra, mentre in opzione il costruttore offre la possibilità di richiedere l’utile doccia esterna con miscelatore caldo/freddo (Euro 179).

Il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria possono contare sulla potenza e l’affidabilità dell’impianto Truma Combi 6 CP Plus: corredata di un boiler interno ad accumulo da 10 litri, alimentata a gas, capace di erogare 6kW e di generare un flusso di aria calda di 287 metri cubi/ora, distribuisce il calore prodotto tramite una canalizzazione sviluppata esclusivamente all’interno del veicolo e basata su ben 12 bocchette che coprono l’intero veicolo, dalla mansarda al garage, senza dimenticare la cabina di guida e i due vani sottopavimento all’interno dei quali sono inseriti i serbatoi dell’acqua potabile e del recupero.

Laika-Kreos-3001-161

L’unità termica, come detto, è inserita in parte sotto all’armadio guardaroba (accesso interno 44×36 cm), in parte in un apposito mobile in legno nel garage posteriore con un’anta da 40×27,5 cm che consente un facile e rapido accesso alla valvola antigelo FrostControl. Il pannello di comando dell’impianto, proposto, di serie, in versione CP Plus digitale, è invece collocato sopra la porta di ingresso, a fianco al pannello di comando delle utenze elettriche: nella stessa posizione è anche collocata la sonda a controllo termostatico.

Laika-Kreos-3001-063

Il nuovo comando digitale, in particolare, assicura all’impianto un surplus di funzionalità: facile da utilizzare, permette infatti di programmare il riscaldamento del veicolo, di impostare le funzioni boost (per un riscaldamento particolarmente veloce dell’abitacolo) o, al contrario, di selezionare la sola funzionalità della ventilazione quando, ad esempio, si intende ventilare il veicolo senza avviare il riscaldamento, di calibrare al meglio il termostato interno e di decidere i tempi e le modalità di funzionamento dell’intera apparecchiatura, impostando, ad esempio, una temperatura interna differenziata a seconda della fascia oraria permettendo, in questo modo, di ottenere anche una sensibile diminuzione dei consumi. Oltre all’impianto Truma Combi 6 CP Plus, Laika offre la possibilità di richiedere il Kreos 3001 anche con stufa Truma Combi 6 E, completa, cioè, di resistenze elettriche integrate (potenza massima supplementare 1.8kW) da utilizzare quando allacciati alla rete elettrica a 220V al fine di diminuire i consumi di gas. Da notare, poi, è la presenza, di serie, dell’utile scambiatore di calore, collegato al motore e azionabile tramite un’apposita elettrovalvola con comando a cruscotto: posizionato alla base del divanetto laterale destro, lo scambiatore sfrutta il calore prodotto in marcia dal propulsore Iveco per riscaldare l’abitacolo, mentre in presenza di temperature esterne particolarmente rigide, la presenza dell’interruttore inerziale sulle bombole del gas Truma MonoControl CS autorizza anche in marcia l’utilizzo dell’impianto Truma Combi.

Laika-Kreos-3001-074

Ancora in opzione, dedicato agli amanti del turismo invernale, è la possibilità di richiedere il riscaldatore autonomo a gasolio Webasto AirTop 2000s, canalizzato e inserito all’interno del doppio fondo anteriore (Euro 2.312).

L’autonomia energetica si affida a una batteria NDS GreenPower AGM da 100Ah inserita all’interno della cassapanca frontemarcia nel living anteriore: raggiungibile tramite un portello superiore incernierato da 49×30 cm, la batteria è collocata in uno spazio da 60x63x38 cm, sufficiente per ospitare senza problemi un secondo accumulatore dello stesso tipo.

Laika-Kreos-3001-094

La batteria può contare sulla presenza di un caricabatterie e trasformatore Nordelettronica NE186, inserito in un apposito box collocato alle spalle della poltrona passeggero, tra cabina di guida e cellula abitativa, mentre sulla porzione laterale destra dello stesso ecco il funzionale staccabatteria, con chiavetta rimovibile, mentre il quadro di distribuzione, completo di fusibili, è inserito lateralmente al divano destro, sempre verso la cabina di guida.

Laika-Kreos-3001-075

Laika-Kreos-3001-076

Laika-Kreos-3001-077

Tutte le componenti dell’impianto elettrico sono gestite dal pannello di comando Nordelettronica collocato sopra la porta di ingresso: completo di un ampio schermo lcd retroilluminato, offre la possibilità di monitorare, in tempo reale, l’autonomia idrica (serbatoio acqua potabile e recupero), energetica (batteria servizi e motore), ora, data, temperatura interna ed esterna, di comandare le diverse componenti dell’impianto elettrico (generale 12V, pompa dell’acqua, illuminazione interna, luce esterna) e può essere utilizzato, anche indipendentemente dall’utilizzo del pannello di comando CP Plus della Truma Combi, per programmare gli orari di accensione, di funzionamento e di spegnimento dell’impianto di riscaldamento.

Laika-Kreos-3001-064

Sempre per ciò che concerne l’impianto elettrico, oltre a essere interamente protetto da apposite canaline, questo può contare sul classico interruttore generale con salvativa e interruttore magnetotermico (inserito alla base della penisola del blocco cucina), su quattro prese interne a 12V, dedicate a cucina, toilette, letto posteriore e vano tv, e su cinque prese a 220V (a servizio di ingresso, cucina, letto posteriore, mobile tv e corridoio centrale). L’illuminazione, elegante e scenografica, utilizza esclusivamente elementi a led e alterna sistemi indiretti, dimmerabili e con comando plurivie, a spot incassati a tetto e alla base dei pensili. In particolare, il Kreos 3001 vede la presenza di quattro spot orientabili a collo di cigno in mansarda (due su ciascun lato), coadiuvati centralmente da tre led azzurri, mentre il living anteriore può contare sull’illuminazione indiretta a soffitto (lato destro e sinistro), su quattro strisce da 24 led collocate all’interno della cornice del maxi oblò panoramico, su due spot di lettura sul lato sinistro e su uno su quello destro, tutti inseriti alla base dei pensili.

Laika-Kreos-3001-176

Il vicino ingresso è servito da uno spot dedicato, mentre il blocco cucina affianca l’illuminazione indiretta a soffitto a tre strisce da 12 led inserite nell’elegante carter in alluminio spazzolato della cappa aspirante. Opposta, la toilette vede la presenza di una elegante plafoniera ad angolo, a sviluppo verticale, inserita a lato allo specchio di cortesia, mentre la doccia opta per uno spot dedicato a soffitto. La camera da letto posteriore, infine, si avvantaggia della presenza di due spot di lettura a collo di cigno, orientabili e collocati a coronamento della testiera imbottita, e della elegante e scenografica illuminazione indiretta a soffitto.

Laika-Kreos-3001-174

L’illuminazione si completa poi con le sorgenti luminose dedicate al gavone sottopavimento anteriore (uno spot sul lato sinistro), al garage posteriore (uno spot a collo di cigno sul lato destro), e con la classica luce esterna dedicata all’eventuale veranda.

L’impianto gas, infine, può contare sulle classiche due bombole da 10 kg contenute in un apposito vano inserito alla base della cassapanca frontale del living anteriore: dotate di interruttore inerziale Truma Monocontrol CS, con riduttore di pressione a 30Mbar, le bombole alimentano un impianto con tubi di acciaio gestito da 3 rubinetti sezionatori (dedicati a boiler/riscaldamento, frigorifero, fornelli/forno a gas/grill) e inseriti all’interno del blocco cucina, in posizione facilmente raggiungibile.

Laika-Kreos-3001-039

Laika-Kreos-3001-121

In opzione, il Kreos 3001 può essere completato con il pratico scambiatore automatico per le bombole del gas Truma DuoControl CS, proposto a 177 Euro (403 Euro se in versione comprensiva di riscaldamento elettrico per il riduttore di pressione Truma EisEx).

Mobili e tappezzerie

Di chiara ispirazione nautica, gli interni sono realizzati in multistrato nobilitato essenza ciliegio con spessori variabili tra 15, 18 e 25 mm a seconda della componente.

Laika-Kreos-3001-083

La costruzione, estremamente precisa, sfrutta pensili bombati, personalizzati nella parte inferiore da un leggero motivo color alluminio che ne spezza i volumi e che ben introduce le eleganti maniglie cromate, personalizzate con il logo Laika: tutte le ante, poi, sfruttano cerniere DGN di ultima generazione, realizzate in acciaio inox e complete di doppia molla, mentre il compito di raccordare la bombatura delle ante alla linearità della base del pensile è affidata ad apposite calate di raccordo in alluminio anodizzato che contrastano in maniera piacevole le calde essenze del mobilio.

Laika-Kreos-3001-108

Laika-Kreos-3001-089

Questo, poi, prevede generose feritoie posteriori dedicate alla circolazione dell’aria calda, andando in questo modo a migliorarne la distribuzione e a prevenire ogni fenomeno di condensa,  mentre lo stivaggio si avvantaggia di mensole interne con generosi bordi anticaduta.

Laika-Kreos-3001-090

Tutti gli spigoli, di qualsiasi natura, sono correttamente arrotondati, sia utilizzando apposite stondature del mobilio, sia con l’introduzione dei già citati profili di raccordo in alluminio anodizzato, anche nella parte inferiore dell’abitacolo. Il living, inoltre, beneficia di ampie paretine anticondensa (30 mm di spessore), presenti sia a servizio del divano a L, sul lato sinistro, sia a corredo del divanetto laterale, su quello destro, mentre le sottostanti cassapanche optano per portelli di chiusura incernierati al fine di semplificarne la movimentazione.

Laika-Kreos-3001-093

Il tavolo e il blocco cucina optano poi per eleganti piani laminati antigraffio che riprendono un poco le essenze del marmo, andando a conferire maggiore luminosità ai relativi ambienti e creando un piacevole contrasto cromatico rispetto al resto del mobilio. Allo stesso tempo, la toilette opta per un arredamento in legno impreziosito da dettagli estremamente curati: tra questi l’illuminazione, con una vera e propria plafoniera a sviluppo verticale completa di cristallo in vetro traslucido per una migliore diffusione della luce, e il lavabo, realizzato in una apposita plastica con effetto porcellanato che ricorda da vicino ambientazioni domestiche, mentre la doccia separata beneficia di un completo rivestimento in termoformato (piatto, colonna attrezzata, pareti, soffitto) ed è separata da porte con telaio in alluminio e pannelli centrali in metacrilato traslucido.

Laika-Kreos-3001-139

Molta attenzione, come da tradizione Laika, è impiegata nell’arredamento e nello sviluppo delle camere da letto: la mansarda, oltre a scegliere forme estremamente accattivanti grazie alla costruzione con doppio guscio, beneficia infatti dell’interno rivestimento interno in materiale imbottito nautico Iso-DeLuxe, rete a doghe (di cui la porzione posteriore incernierata e sollevabile con appositi pistoni a gas) e materassi in MemoryFoam da 13 cm di spessore.

Laika-Kreos-3001-187

Laika-Kreos-3001-188

Discorso simile riguarda poi il matrimoniale posteriore, disponibile anche in versione con sistema di movimentazione elettrica per la regolazione dell’altezza e della cubatura del sottostante vano di carico (Euro 1.549 Euro): in questo caso, il letto beneficia del medesimo trattamento previsto per la mansarda (reti a doghe e materassi in Memory Foam) ma guadagna una eccellente culla in legno completa di pareti laterali e di testata imbottita che ne segue i movimenti e che lo separa in maniera convincente dal garage.

Laika-Kreos-3001-180

Laika-Kreos-3001-179

Tutto il tetto, inoltre, è rivestito nello stesso materiale Iso-DeLuxe imbottito impiegato per la mansarda, mentre a livello di sellerie, le cuscinerie, comode ed ergonomiche, offrono sedute da 13 e schienali da 18 cm: sono disponibili in un totale di sei varianti di cui una in microfibra (Lucca), tre in microfibra e tessuto (Trento, Rimini e Siena, quest’ultima presente sull’esemplare oggetto di questo CamperOnTest, opzionale, 364 Euro), e due in vera pelle, color avorio o bicolore avorio/cappuccino (Euro 2.885).

Laika-Kreos-3001-092

Il Kreos 3001, inoltre, può essere corredato di moquette interna: è disponibile sia in versione “normale”, 309 Euro, sia in versione riscaldata, completa, cioè, di un pannello inferiore riscaldato (695 Euro).

Continua

Il soggiorno

La zona anteriore del Kreos 3001 è dedicata al living: pensato per ospitare fino a sei persone, grazie anche alla partecipazione delle poltrone della cabina di guida, dotate di piastre girevoli, si sviluppa in un ambiente elegante e conviviale e si caratterizza per la presenza di un divano a L (trasversale 98×56 cm, longitudinale 66×44 cm) collocato lungo la fiancata sinistra e opposto a un divano a sviluppo longitudinale (89×41 cm) inserito tra cabina di guida e ingresso.

Laika-Kreos-3001-065

Laika-Kreos-3001-066

Laika-Kreos-3001-067

Laika-Kreos-3001-081

Laika-Kreos-3001-082

Tutte le sedute, situate a 55 cm da terra, sono poi servite da un pratico tavolo sorretto da monogamba telescopica collassabile e completo di piano traslabile omnidirezionale da 84×61 cm: questo, situato a 82 cm da terra, beneficia di una sponda di ampliamento incernierata da 61×24 cm (per una superficie complessiva sfruttabile di 109×61 cm) e lascia 24 cm a disposizione delle gambe degli occupanti.

Laika-Kreos-3001-084

Laika-Kreos-3001-085

Laika-Kreos-3001-099

Laika-Kreos-3001-100

Il living, come detto, offre sei posti a tavola: di questi, due vanno a sfruttare le poltrone anteriori dell’Iveco New Daily, con appositi cuscini da collocare sulle sedute che vanno a pareggiare senza problemi il dislivello tra cabina e abitacolo, mentre in viaggio la porzione centrale della seduta del divanetto longitudinale sinistro può essere facilmente essere rimossa per consentire la creazione del quarto posto frontemarcia, completo di cinture di sicurezza a tre punti e poggiatesta.

Laika-Kreos-3001-095

L’aerazione e l’illuminazione diurna possono contare, oltre che sulla vetratura della meccanica di base, su una finestra Dometic S4 da 80×45 cm, collocata lungo la fiancata sinistra e completa di apertura a compasso, su una finestra Dometic S4 da 45×35 cm, inserita alle spalle del divanetto laterale destro e dotata di apertura scorrevole per evitare ogni interferenza rispetto alla vicina porta di ingresso, sulla finestra fissa (60×42 cm) inserita sulla robustissima porta cellula Laika e, a tetto, su un maxi oblò panoramico Dometic Heiki 3 da 80×60 cm, mentre per ciò che concerne l’illuminazione, il Kreos 3001 offre una scenografica illuminazione indiretta a soffitto, diffusa tra pensili e tetto e dimmerabile, due spot di lettura a servizio del divanetto sinistro, uno per quello destro e quattro strisce da 24 led inglobate centralmente alla cornice del maxi oblò panoramico a tetto.

Laika-Kreos-3001-101

 

Laika-Kreos-3001-102

Ampio e ben organizzato, lo stivaggio si affida, nella parte superiore, a cinque pensili: di questi, tre sono collocati lungo la fiancata sinistra e due lungo quella destra. La parte soprastante il divano a L, in particolare, si caratterizza per la presenza di tre ante (ognuna da 44,5×39 cm), che servono il vano tv (44x33x34 cm), completo di prese interne 12/220V/tv satellitare e collocato verso la parete della toilette, e due stipetti che, grazie alla presenza di apposite mensole interne con bordo anticaduta dividono gli spazi utili tra due porzioni superiori (43,5x24x22 cm) e altrettante inferiori (43,5x34x21 cm).

Laika-Kreos-3001-086

Laika-Kreos-3001-087

Laika-Kreos-3001-088

Altri due pensili sovrastano, poi, il divano laterale destro: serviti da due ante da 40×39 cm, sono anch’essi completi di mensole interne e, pertanto, offrono due vani superiori da 40x24x22 cm e due inferiori da 40x33x21 cm.

Laika-Kreos-3001-069

Laika-Kreos-3001-070

Altri spazi di stivaggio sono poi disponibili nella parte inferiore del soggiorno: il divanetto laterale destro, seppure parzialmente occupato dallo scambiatore di calore collegato al motore, offre in ogni caso uno spazio utile di 80x52x38 cm raggiungibile grazie a un portello superiore incernierato da 43×29,5 cm.

Laika-Kreos-3001-072

Laika-Kreos-3001-073

Il divano frontemarcia, come già illustrato, è prevalentemente dedicato all’impiantistica (vano gas, totem AL-KO per le cinture di sicurezza, vano batterie servizi), mentre la porzione longitudinale del divano a L offre interessanti possibilità di sistemazione, con una cassapanca anteriore da 48x33x38 cm servita da un portello da 29,5×25 cm a cui si aggiunge una porzione a giorno da 34x11x38 cm.

Laika-Kreos-3001-096

Laika-Kreos-3001-097

Laika-Kreos-3001-098

I servizi

Collocato centralmente, lungo la fiancata destra, il blocco cucina si sviluppa in maniera lineare anche se non rinuncia ad accennare una porzione anteriore di penisola semicircolare, all’interno della quale i tecnici hanno collocato un lavello Smev in acciaio inox (da 36 cm di diametro e 12 di profondità) completo di coperchio sagomato utilizzabile come tagliere e servito da un pregevole rubinetto monocomando in metallo cromato e da una piletta di scarico inox da 35 mm completa di sifone.

Laika-Kreos-3001-104

Laika-Kreos-3001-105

Laika-Kreos-3001-106

Il blocco cucina vanta ottime dimensioni, con uno sviluppo di 117/125×53/62 cm, e regala pertanto un ampio piano di lavoro (28×53,5 cm) a fianco al quale è collocato il sontuoso piano cottura Dometic (48×48 cm) completo di quattro fuochi da 4,5, 6, 6, e 6 cm di diametro collocati tra loro a una distanza, misurata al centro, di 23 e 22 cm, accensione piezoelettrica integrata, coperchio di chiusura in cristallo temperato (personalizzato con il logo Laika) e, nella parte inferiore, ampio forno a gas con grill e luce interna.

Laika-Kreos-3001-114

Laika-Kreos-3001-115

Laika-Kreos-3001-116

Laika-Kreos-3001-117

Laika-Kreos-3001-118

L’aerazione si affida a una finestra Dometic S4 da 65×45 cm, completa di apertura a compasso, su un oblò a tetto Dometic MiniHeki da 40×40 cm e su una pratica cappa aspirante completa di camino esterno, mentre l’illuminazione abbina agli scenografici elementi indiretti tra pensili e tetto tre strisce da 12 led integrate nell’elegante basamento in alluminio spazzolato inserito alla base dei pensili. Sempre per ciò che concerne l’impianto elettrico, il blocco cucina è fornito di due prese di corrente (a 12 e a 220V), inserite sempre alla base dei pensili superiori e pensate anche per poter alimentare l’eventuale macchina per caffè espresso, disponibile in opzione (Euro 177).

Ampio e diversificato, lo stivaggio si affida, nella parte superiore, a due pensili: serviti da due ante da 56,5×39 cm, sono completi di mensole interne e offrono un totale di quattro vani (due da 57x33x21 cm e due da 57x23x22 cm).

Laika-Kreos-3001-107

Laika-Kreos-3001-109

Laika-Kreos-3001-110

Laika-Kreos-3001-111

Verso la porta di ingresso, il Kreos 3001 vede la presenza di tre mensole a giorno, complete di bordo anticaduta (vano superiore 20x20x18 cm, centrale e inferiore 13x13x18 cm), mentre diverse sono le possibilità di stivaggio presenti nella parte inferiore del blocco cucina: sotto al forno a gas, ecco infatti un cassettone da 47x45x25 cm.

Laika-Kreos-3001-113

Laika-Kreos-3001-119

A fianco a questo, verso la parte a penisola, sono presenti un cassetto (19,5×42,5×11 cm), all’interno del quale sono inseriti i tre rubinetti sezionatori dell’impianto gas, mentre sotto a questo un’anta da 51,5×22 cm consente di sfruttare uno spazio utile da 48x24x50 cm attrezzato al proprio interno con 4 portabottiglie.

Laika-Kreos-3001-120

Laika-Kreos-3001-122

Laika-Kreos-3001-123

Sotto al lavello, inoltre, ecco il classico cassetto portaposate, a forma semicircolare 40×40/24×8 cm, mentre sotto a questo due ante, sempre a forma semicircolare (37×58 cm), consentono di sfruttare due ripiani (superiore 54/43x34x30 cm, inferiore 36/34x40x26 cm).

Laika-Kreos-3001-125

Laika-Kreos-3001-127

Laika-Kreos-3001-128

Laika-Kreos-3001-129

Il blocco cucina si completa, poi, con il classico frigorifero Dometic RMD 8505: con una capacità di 165 litri, è completo di cella freezer separata, sistema AES per la selezione automatica della fonte di alimentazione, tecnologia led per la segnalazione di eventuali malfunzionamenti ed è sormontato da un capiente stipetto diviso in due porzioni (superiore 52x29x32 cm, inferiore 52x22x32 cm) servite da un’anta incernierata da 52×61 cm.

Laika-Kreos-3001-130

Laika-Kreos-3001-131

Laika-Kreos-3001-132

Laika-Kreos-3001-133

Laika-Kreos-3001-134

Opposta al blocco cucina, la toilette è rialzata di 7 cm rispetto al piano di calpestio del veicolo ed è accessibile tramite una consistente porta a battente da 195×51 cm.

Laika-Kreos-3001-135

Laika-Kreos-3001-136

Sviluppata in un ambiente da 97×84 cm, è piacevolmente arredata in legno e ospita un wc a cassetta Thetford C260, completo di tazza girevole e serbatoio asportabile da 18 litri, collocato lungo la fiancata sinistra.

Laika-Kreos-3001-138

Accanto a questo, alle spalle del living, i tecnici Laika hanno invece collocato l’elegante mobile lavabo, caratterizzato da un acquaio di generose dimensioni (40x27x12 cm), situato a 82 cm dal pavimento e realizzato in un convincente materiale plastico con effetto porcellanato.

Laika-Kreos-3001-137

Il lavabo, servito da piletta inox di dimensioni maggiorate completa di sifone, rubinetto monocomando in metallo cromato e da diversi complementi di arredo di pregevole fattura (portabicchieri, porta-asciugamani…) può poi contare sulla presenza di due specchi di cortesia (uno frontale, da 72×49 cm, uno laterale a parete, da 62×40 cm) e su quella di una elegante plafoniera cilindrica a sviluppo verticale completa di cristallo traslucido per una omogenea propagazione della luce, mentre ampie sono le possibilità di stivaggio garantite da un buon numero di stipetti.

Laika-Kreos-3001-140

Laika-Kreos-3001-141

In particolare, a fianco allo specchio principale, un’anta convessa da 71×28 cm consente di raggiungere tre vani con profondità di 36 e larghezza di 13 cm, mentre le altezze utili sono, rispettivamente, di 20, 20 e 30 cm.

Laika-Kreos-3001-142

Laika-Kreos-3001-143

Sotto a questa, un’anta da 29×23 cm nasconde al proprio interno uno spazio utile da 45x11x33 cm: è affiancata, nella parte inferiore, da una seconda anta (da 29×22 cm), che permette di sfruttare uno stipetto da 45x11x32 cm.

Laika-Kreos-3001-144

 

Laika-Kreos-3001-145

La parte inferiore del lavabo, poi, è servita da un’anta da 53×32,5 cm: serve due pratici ripiani (superiore 49x25x23 cm, inferiore 49x25x30 cm).

Laika-Kreos-3001-147

Laika-Kreos-3001-148

L’aerazione e l’illuminazione diurna, infine, fanno affidamento su una finestra Dometic S4 da 40×50 cm con apertura a compasso e unibloc oscurante/zanzariera. Presente, inoltre, anche una presa di corrente a 12V, collocata sotto al mobile lavabo e adeguatamente protetta.

Laika-Kreos-3001-151

Come spesso accade in questo genere di realizzazioni, il locale toilette ospita anche la doccia separata: completamente arredata in termoformato, è separata da una doppia porta con telaio in alluminio e inserti centrali in metacrilato traslucido (175×28 cm) e si sviluppa in un ambiente da 73×59 cm.

Laika-Kreos-3001-152

Laika-Kreos-3001-154

Laika-Kreos-3001-155

Molto ben realizzata, la doccia offre un piatto inferiore completo di piletta di scarico maggiorata corredata di utili piccoli canali che servono a indirizzarne e canalizzarne l’acqua in attesa di essere smaltita, colonna attrezzata completa di tre tasche portaoggetti a giorno (di cui due con bordo anticaduta), rubinetto miscelatore monocomando in metallo cromato, erogatore a telefono su piantana regolabile, illuminazione tramite uno spot led a soffitto.

Laika-Kreos-3001-153

Non mancano, naturalmente, un pratico oblò a tetto da 28×28 cm dedicato allo smaltimento dei vapori, né un altrettanto funzionale stendipanni retrattile.

Zone letto e armadi

La camera da letto posteriore del Kreos 3001 si caratterizza per la presenza di un ospitale matrimoniale trasversale capace di offrire una lunghezza costante di 200 cm e una larghezza che varia tra un massimo di 137 cm (sul lato destro del veicolo) e un minimo di 120 (su quello sinistro).

Laika-Kreos-3001-156

Il letto, disponibile come optional corredato di sistema di regolazione elettrica dell’altezza (presente sull’esemplare oggetto di questo CamperOnTest, Euro 1.549), beneficia di rete a doghe e materasso in Memory Foam da 13 cm di spessore e può quindi essere regolato a piacere a seconda delle necessità di carico del sottostante garage: in particolare, qualora si desideri privilegiare la massima comodità di accesso al letto, questo può essere abbassato fino a 82 cm dal pavimento, garantendo quindi un cielo utile di ben 118 cm, mentre viceversa, qualora si intenda massimizzare la capacità di carico del garage, il letto può essere sollevato fino a 120 cm dal piano di calpestio (cielo utile 80 cm).

Laika-Kreos-3001-171

Laika-Kreos-3001-172

Laika-Kreos-3001-173

Laika-Kreos-3001-167

Laika-Kreos-3001-168

Laika-Kreos-3001-170

Laika-Kreos-3001-169

L’ambientazione, estremamente curata, fa si che in qualunque situazione la camera padronale risulti perfettamente separata dagli oggetti contenuti nel sottostante vano di carico: a tal fine, infatti, i tecnici Laika hanno optato per fornire il Kreos 3001 di una vera e propria culla in legno per il letto matrimoniale, completa di sponde laterali (quella della parete sinistra opportunamente svasata per consentire il corretto utilizzo della finestra laterale) e di testiera imbottita, che seguono la regolazione dell’altezza del letto, garantendo sempre il massimo comfort ai suoi occupanti. Separabile dal resto dell’abitacolo tramite la classica tenda scorrevole con binario guida a soffitto, il letto beneficia di due pratici gradini ad angolo (utili specie nel caso di massimo sfruttamento del garage) da 16x9x25 e 32x21x27 cm: quest’ultimo, in particolare, ospita al proprio interno un vano portaoggetti da 27x27x23 cm.

Laika-Kreos-3001-163

Laika-Kreos-3001-164

L’aerazione abbina un oblò panoramico a tetto Dometic MidiHeki da 70×50 cm a due finestre Dometic S4 apribili a compasso (da 110×25 cm sulla parete posteriore, da 60×25 sulla fiancata sinistra), mentre per ciò che concerne il riscaldamento, il matrimoniale beneficia dell’apporto delle due bocchette inserite nel sottostante garage. L’illuminazione abbina due spot di lettura orientabili a collo di cigno e alla classica diffusione indiretta tra pensili e soffitto, mentre per ciò che concerne lo stivaggio, il Kreos 3001 può contare su tre pensili posteriori serviti da altrettante ante da 61×30 cm che consentono di raggiungere tre stipetti da 61,5x18x38 cm.

Laika-Kreos-3001-177

Laika-Kreos-3001-178

Lateralmente, invece, sopra alla testiera imbottita, il veicolo offre due vani a giorno (58x14x23 e 80x14x23 cm): una soluzione riproposta anche sul lato opposto (63x14x33 e 42x14x33 cm). Non manca, sempre per ciò che concerne il letto posteriore, la predisposizione per l’installazione di uno schermo tv lcd con prese a 12 e 220V. Ai piedi del letto, infine, il Kreos 3001 offre la possibilità, tramite una doppia anta incernierata, di accedere dall’interno al garage posteriore: il passaggio, chiaramente utilizzabile solo quando il letto si trova in posizione completamente sollevata, offre una luce utile di 45×46 cm.

Laika-Kreos-3001-165

Laika-Kreos-3001-166

Accanto al matrimoniale posteriore e compreso tra questo e la toilette, ecco l’armadio guardaroba: servito da un’anta da 146×45 cm, offre un vano per capi appesi da 118x50x51 cm completo di illuminazione interna ad attivazione automatica e offre, nella parte inferiore, un secondo stipetto da 51x58x31 cm utile alla sistemazione di altre tipologie di abbigliamento; accanto all’armadio, inoltre, lungo la parete della toilette, il Kreos 3001 offre uno specchio a giorno da 80×40 cm.

Laika-Kreos-3001-157

Laika-Kreos-3001-158

Laika-Kreos-3001-159

Laika-Kreos-3001-160

Altri due posti letto sempre pronti sono poi garantiti dalla generosa mansarda anteriore: completamente rivestita e imbottita, al proprio interno, nell’elegante materiale nautico Iso-DeLuxe, è completa di rete a doghe (con la porzione posteriore sollevabile per favorire il passaggio da e verso la cabina di guida), materasso in Memory Foam da 13 cm e offre un letto matrimoniale da 201×149 cm.

Laika-Kreos-3001-182

Laika-Kreos-3001-183

Facilmente raggiungibile grazie alla scaletta in legno in dotazione, la mansarda si trova a 149 cm dal pavimento del veicolo e garantisce un cielo utile, misurato al centro del letto, di 70 cm. Contraddistinta da una eccellente cura per le rifiniture, beneficia dell’aerazione fornita da una finestra anteriore Dometic S4 da 110×25 cm e da un oblò a tetto Dometic MiniHeki da 40×40 cm, mentre il riscaldamento può contare su due bocchette e sulla diffusione perimetrale della canalizzazione che immette il calore prodotto dall’impianto Truma Combi all’interno dell’intercapedine creata dai due gusci in abs di cui la mansarda si compone.

Laika-Kreos-3001-184

Laika-Kreos-3001-185

 

Laika-Kreos-3001-186

Non mancano, poi, quattro spot di lettura orientabili a collo di cigno (due per ciascun lato) e tre led blu notturni a personalizzare la parte anteriore di cielo, mentre per ciò che concerne lo stivaggio sono disponibili due mensole a giorno da 64x7x22 cm, disposte lateralmente al letto e complete di sponda di contenimento in legno, mentre al fine di garantire la necessaria privacy, il Kreos 3001 offre la classica tenda di separazione, completa di binario/guida a soffitto.

Un quinto posto letto può, poi, essere ricavato, all’occorrenza, dalla trasformazione del living anteriore: abbattendo infatti il tavolo, e combinando adeguatamente le cuscinerie, è infatti possibile ottenere un letto singolo trasversale lungo 200 cm, con larghezza massima di 135 cm e larghezza minima di 89.

Continua

Disposizione interna e dislocazione impianti

Laika-Kreos3001

Dati tecnici

Laika Kreos 3001
Dimensioni e posti
Tipologia Mansardato
Dimensioni 711,6x230x305
Posti omologati 4 (5 in opzione, solo con massa complessiva a pieno carico di 4 tonnellate)
Posti letto 5
Posti frontemarcia con
cintura di sicurezza
4 (+1 contromarcia opzionale e solo con massa complessiva a pieno carico di 4 tonnellate)
Autotelaio
Meccanica Iveco New Daily Camper 35C15
Passo 410 cm
Sbalzo anteriore 100,8 cm
Sbalzo posteriore 200,8 cm
Motorizzazione base Iveco F1A – 2.286 cc – Multijet II – 146 cv – New Daily 35C15
Motorizzazioni opzionali Iveco F1C TGV – 2.998 cc- Multijet II – 170 cv – New Daily 35C17
Iveco F1C TwinTurbo – 2.998 cc – Multijet II – 205 cv – New Daily 35C21
Trazione posteriore su ruote gemellate
Accessori di serie Sospensione anteriore QuadLeaf, ABS con EBD, ASR, doppio airbag, climatizzatore automatico, cruise control, alternatore maggiorato, chiusura centralizzata con telecomando, alzacristalli elettrici, fari fendinebbia, Hill-Holder, rivestimento cruscotto tipo-radica, luci diurne DRL.
Massa complessiva a pieno
carico kg
3.500 kg (optional 4.000 kg).
Massa dichiarata in ODM

Versione standard con meccanica Iveco New Daily 35C15: 3.150 kg. Versione provata, comprensiva di:

  • Motorizzazione Iveco New Daily 35C17 (kg 75)
  • Copricerchi anteriori e posteriori (kg 6)
  • Letto posteriore regolabile in altezza (kg 25)
  • Tappezzeria Siena (kg 0)

Totale versione provata kg 3.256

Portata utile kg 350/850 (versione provata 244/744 kg).
Scocca
Carrozzeria Scocca a pannelli sandwich collocata su controtelaio in acciaio zincato. Gavone passante anteriore con pareti laterali e fondo in vetroresina/polistirolo/vetroresina da 12 mm, serbatoi di carico e di recupero in guscio vetroresina/polistirolo/vetroresina da 22 mm. Piano di calpestio vetroresina/styrofoam/multistrato fenolico con rivestimento interno in linoleum, pareti laterali Laika Extreme Durability con intelaiatura perimetrale in poliuretano, coibentazione in styrofoam ad alta densità, rivestimento esterno in alluminio liscio, interno in multistrato fenolico rifinito con melaminico. Tetto antigrandine in vetroresina, coibentazione in styrofoam ad alta densità, rivestimento interno in multistrato e rifinitura in tessuto nautico imbottito Iso-DeLuxe. Cantonali superiori in alluminio, mansarda stampata con base in vetroresina, doppio guscio e carter in abs con intercapedine riscaldata, bandelle laterali in alluminio, calate e raccordi in abs.
Spessori
pavimento/pareti/tetto mm
55/35/40
Garage Garage posteriore passante con vasca inferiore in Duralife sviluppata a L, profondità 212 cm, larghezza minima 75, massima 105, altezza variabile elettricamente tra un minimo di 86 e un massimo di 125 cm. Accesso esterno tramite due portelli da 122×97 cm (lato destro), 117×65 cm (lato sinistro), accesso interno 45×46 cm, soglia di carico a 75 cm dal suolo, portata utile kg 220. Riscaldamento tramite due bocchette dedicate, illuminazione, piastra di rinforzo centrale in alluminio mandorlato, ganci di fissaggio del carico.
Porte e finestre Porta cellula Laika monoblocco in vetroresina con finestra fissa, controstampo interno in abs, serratura automobilistica, chiusura centralizzata con telecomando, controporta zanzariera con portarifiuti integrato, oscurante plissettato. Due gradini esterni elettrici Project2000 con spia di segnalazione e possibilità di richiamo anche dalla cabina di guida, maniglia di cortesia interna, luce esterna veranda. Portelli in alluminio preverniciato Metallarte con serrature Laika EasyLock, sei finestre Dometic S4 con telaio in poliuretano (cinque apribili a compasso, una scorrevole). Cinque oblò a tetto tra cui un Dometic Heki 3, un MidiHeki, due MiniHeki, un Fiamma da 28×28 cm.
Impiantistica
Gas Vano esterno per due bombole da 10 kg stampato in lamiera zincata e verniciata. Aerazione a pavimento, ganci fermabombole. Tubazioni in acciaio, rubinetti sezionatori inseriti all’interno del blocco cucina, riduttore di pressione e interruttore inerziale Truma MonoControl CS da 30mBar.
Riscaldamento e boiler Riscaldamento e boiler Truma Combi 6 CP Plus da 6kW alimentata a gas inserita in un apposito vano ricavato in parte sotto all’armadio guardaroba e in parte nel garage, canalizzazione perimetrale con 12 bocchette, pannello di comando digitale programmabile.
Elettricità Batteria supplementare NDS GreenPower AGM da 100Ah, caricabatterie Nordelettronica NE186, quadro di distribuzione con fusibili, staccabatteria, pannello di comando Nordelettronica lcd, impianto con cavi in canalina. Illuminazione interna esclusivamente a led, comandi plurivie e impianto dimmerabile, quattro prese interne a 12V, cinque a 220V.
Acqua Serbatoio acqua potabile da 100 litri (parzializzabile a 20 con equipaggio al completo e massa complessiva di 3,5T) inserito sottopavimento in un vano coibentato e riscaldato, pompa a pressostato Shurflo LS204 da 7litri/minuto, tubazioni in rilsan con innesti rapidi John Guest, rubinetti monocomando in metallo cromato, pilette di scarico maggiorate in acciaio inox, sifoni, tubazioni di scarico di derivazione domestica, serbatoio di recupero da 110 litri inserito in un vano sottopavimento coibentato e riscaldato, valvola di scarico a ghigliottina riscaldata, sistema di sfiato esterno per le acque grigie. Wc Thetford C260 con tazza girevole e serbatoio asportabile da 18 litri.
Prezzi e accessori
Prezzo base Euro 79.490
Prezzo esemplare provato

Comprensivo di:

  • Motorizzazione Iveco New Daily 35C17 (Euro 2.318)
  • Copricerchi anteriori e posteriori (Euro 403)
  • Letto posteriore regolabile in altezza (Euro 1.549)
  • Tappezzeria Siena (Euro 364)

Totale veicolo in CamperOnTest Euro 84.124 (Con IVA, FF)

 

Continua

Laika-Kreos-3001-011

Il nostro giudizio
Costruzione
Meccanica di base
L’Iveco New Daily è una delle meccaniche più moderne e prestanti oggi disponibili sul mercato: un progetto nuovo, che si basa su oltre 30 anni di esperienza, e che assicura comfort e prestazioni eccellenti in ogni condizione.
Sicurezza
Laika propone di serie tutto ciò che Iveco offre sul New Daily Camper da 35 quintali: questo, purtroppo, non include l’ESP, che la casa torinese offre solo sui telai da 50, 65 e 70 quintali. Presenti, in ogni caso, ABS con EBD, ASR, doppio airbag, cruise control, luci DRL, fari fendinebbia e climatizzatore automatico.
Volumetria e masse
E’ obiettivamente difficile trovare di meglio: telaio con longheroni a C di tipo camionistico presente su tutta la superficie del veicolo, passo lungo, sbalzo posteriore contenuto, ruote posteriori gemellate. Decisamente buono il contenimento dell’altezza complessiva poco oltre i 3 metri.
Scocca e materiali
Scocca a pannelli sandwich è di tipo classico: è però ben realizzata e vanta argomenti decisamente interessanti, tra cui l’assenza di legno nell’intelaiatura di pareti e tetto, sostituito da poliuretano, la coibentazione in styrofoam ad alta densità, i rivestimenti di tetto e sottopavimento in vetroresina, i cantonali e le bandelle in alluminio. Interessante la costruzione della mansarda, con un doppio guscio in vtr e abs a creare una camera d’aria all’interno dell’intercapedine.
Assemblaggio e rifiniture
E’ molto curato, così come ci si attende da un veicolo collocato al vertice del proprio segmento. L’unico (piccolo) appunto riguarda alcuni rivetti a vista nelle bandelle sottoscocca in alluminio in corrispondenza dei portelli di accesso al gavone passante anteriore.
Componentistica
La porta cellula monoblocco in vetroresina, un vero e proprio “cult” Laika, ha i propri anni ma obiettivamente è ancora un esempio di robustezza e costruzione di tipo automobilistico, con serrature, finestra e cerniere degne di questo nome. Per ciò che concerne finestre e oblò, il veicolo opta per elementi Dometic di comprovata qualità, mentre un plauso va all’adozione delle bandelle in alluminio.
Impianto idrico
L’impianto è obiettivamente molto ben realizzato e presenta spunti di sicuro interesse: i serbatoi sono collocati sotto al pianale, all’interno di un’intercapedine coibentata e riscaldata, e contribuiscono ad abbassare il baricentro. La pompa dell’acqua è di prima qualità e, come se non bastasse, è affiancata da un vaso di espansione al fine di garantire la massima fluidità di erogazione. I rubinetti monocomando sono di tipo domestico, così come le pilette di scarico maggiorate e le tubazioni rigide che conducono al serbatoio di recupero, mentre lo sfiato esterno per le acque grigie fa sì che all’interno non siano mai presenti odori indesiderati. Alla luce di tutto ciò, meriterebbe il massimo dei voti, ma le tubazioni di scarico di cucina e toilette presentano due tratti di raccordo esterni che, in presenza di temperature particolarmente basse, li espongono al rischio gelo.
Impianto elettrico
L’impianto è curato, utilizza componenti di qualità ed è sia ben realizzato sia ben protetto. L’illuminazione interna è efficace e ben distribuita, non particolarmente abbondante nella toilette o nella camera da letto posteriore ma, in ogni caso, più che sufficiente. Molto buona è la dotazione in materia di prese a 12 e 220V, davvero superiori alla media, mentre sull’esemplare oggetto di questo CamperOnTest, tra i primi prodotti sulla nuova meccanica Iveco, non sono ancora installate le comode prese USB.
Gas
E’ ben realizzato, anche a causa delle dimensioni del portello, con larghezza non eccessiva, per manipolare la bombola “posteriore” occorrerà facilmente rimuovere quella anteriore. Su un veicolo di questo livello, poi, il comodissimo scambiatore automatico DuoControl CS, disponibile in opzione, meriterebbe di essere proposto di serie.
Riscaldamento
Truma Combi 6 CP Plus, potente e con canalizzazioni totalmente interne che beneficiano di un mobilio progettato per massimizzare gli effetti convettivi. La distribuzione del calore a bordo del veicolo è decisamente convincente e copre bene tutte le aree del veicolo, dalla cabina al letto posteriore senza dimenticare toilette, doccia e garage. Ottima la presenza, di serie, dello scambiatore di calore, mentre chi desidera ancora di più può optare per la Combi 6E, con resistenze elettriche integrate, o per un riscaldatore autonomo a gasolio Webasto AirTop 2000s, completo di canalizzazione indipendente e installato all’origine.
Mobilio e arredamento
E’ piacevolemente classico, caloroso, curato e ben realizzato. Offre ampie aerazioni anticondensa per i pensili, componenti meccaniche di qualità, forme morbide ed ergonomiche, paretine anticondensa per le zone letto e il living, materiali solitamente pregiati e molto ben accoppiati. Eccellente, inoltre, il rivestimento interno di tetto e mansarda, con imbottiture davvero di pregevole fattura.
Cuscini, materassi e tappezzeria
Il comfort offerto dalle cuscinerie è, obiettivamente, eccellente. Il Kreos 3001 offre poi la scelta tra sei differenti rivestimenti interni (di cui due in vera pelle) e può essere completato con due tipologie di moquette, semplice o completa di riscaldamento elettrico integrato. Di assoluto livello sono, poi, i letti sempre pronti, con abbinamento tra dimensioni corrette, reti a doghe e materassi di qualità in Memory Foam con spessori superiori alla media.
In viaggio
Facilità di guida
Il veicolo sfrutta al meglio le (tante) doti del nuovo Daily, con passo lungo, eccellente angolo di sterzata, cabina di ultima generazione con cruscotto estremamente riuscito e chiaramente di tipo automobilistico. Buono il controllo sulle dimensioni del veicolo, sia tramite i cristalli anteriori sia grazie agli specchi retrovisori, di generose dimensioni. Altrettanto convincente la visuale laterale, con due finestre avanzate che possono trarre d’impaccio in alcune immissioni anche se il dislivello cabina abitacolo, piuttosto accentuato, non ne favorisce lo sfruttamento.
Comodità dei posti a sedere
Poltrone anteriori comode ed ergonomiche, discorso simile per il divano frontemarcia del living anteriore. La votazione sarebbe anche superiore se il dislivello tra cabina e abitacolo non obbligasse, in sosta, a utilizzare cuscini aggiuntivi per poter raggiungere il corretto livello di seduta per le poltrone anteriori.
Panoramicità
Ottimale per chi viaggia in cabina di guida, buona per chi viaggia nell’abitacolo.
Climatizzazione
E’ tutto di serie: il Kreos 3001 offre infatti sia il climatizzatore automatico a motore, sia lo scambiatore di calore per l’inverno. In questa stagione, inoltre, l’interruttore inerziale per le bombole del gas consente l’accensione dell’impianto Truma Combi anche in viaggio.
Living
E’ ben realizzato e anche senza coinvolgere le poltrone cabina riesce comunque a offrire quattro posti a tavola riunendo i commensali intorno a un tavolo generoso. I due posti supplementari, dati dalle poltrone cabina girevoli, necessitano di cuscinerie che maggiorino l’altezza delle sedute. Ambientazione estremamente curata, buona panoramicità, ottime possibilità di stivaggio.
Letti
La mansarda è praticamente perfetta e merita assolutamente il massimo dei voti, ponendosi come vero e proprio punto di riferimento sul mercato. Molto buono anche il matrimoniale posteriore, non larghissimo ma anche in questo caso estremamente curato.
In cucina
Non si può chiedere di più: sul Kreos 3001 c’è tutto ciò che può servire. Un eccellente gruppo fornello di tipo domestico, con 4 fuochi, forno a gas e grill, un lavello di generose dimensioni, un bel piano di lavoro, un’aerazione eccellente capace di abbinare finestra, oblò e cappa aspirante, uno stivaggio ampio e abbondante che pensa a offrire adeguata collocazione a tutto, dalle pentole alle bottiglie. Senza dimenticare, naturalmente, l’imprescindibile maxi frigorifero.
Toilette
Il discorso è molto simile a quello per il blocco cucina: la toilette è ben realizzata, elegante, ricca di possibilità di stivaggio, ben aerata e illuminata, vanta componenti di qualità e offre tutto ciò che serve. Il tutto senza utilizzare eccessivo spazio.
Doccia
Separata, ha dimensioni regolari ed è molto ben realizzata. Semplicemente bella.
Disimpegni e circolazione nell’abitacolo
Se si esclude l’evidente dislivello tra cabina e abitacolo, il resto merita quasi il massimo dei voti. L’ambiente è sempre arioso e luminoso, non presenta mai strozzature o zone poco illuminate. La concomitanza, centralmente, di toilette e blocco cucina è stata gestita in maniera estremamente convincente, con un corridoio ampio e ben sfruttabile. Ottima l’accessibilità al letto posteriore, un po’ meno convincente il gradino da 7 cm che separa la toilette e al quale occorrerà fare l’abitudine.
Capacità di stivaggio
L’armadio appendiabiti non è illimitato, ma è affiancato da un buon numero di pensili (3 posteriori, 4 nel living, 2 nel blocco cucina), da due cassapanche agibili e da diversi vani a giorno. Rimarchevole la presenza, per la stragrande maggioranza degli spazi disponibili, delle utilissime mensole interne, sempre complete di bordo anticaduta.
Gavoni e garage
Non è regolarissimo nel proprio sviluppo, ma è molto ben realizzato e vanta alcuni plus da non sottovalutare. Il primo è quello dell’abbinamento con una meccanica eccellente e dalle eccellenti capacità di carico come il nuovo Daily: il garage posteriore, infatti, è sostenuto direttamente dai longheroni Iveco e, pertanto, offre una robustezza davvero fuori dal comune. La portata di 220 kg, la vasca inferiore in DuraLife con piastra centrale in alluminio con ganci di fissaggio, il foro di scolo, la doppia bocchetta del riscaldamento e l’illuminazione confermano l’attenzione utilizzata nella sua costruzione.
Gestione del veicolo
Capacità di carico e portata utile
Il Kreos 3001, così come tutti i veicoli costruiti senza economia, fa obiettivamente fatica a rimanere nel limite delle 3,5 tonnellate. E occorre sottolineare come la meccanica di base, onestamente, non abbia il minimo problema a muovere e a sostenere masse decisamente superiori a quelle che caratterizzano questo generoso mansardato. Un veicolo bello, piacevole, ben realizzato, pensato per accompagnare nel tempo un equipaggio esigente ed esperto, che probabilmente dà il meglio di sè con massa complessiva di 4 tonnellate, garantendo in questo modo una portata utile più che adeguata.
Autonomia
L’autonomia è nella media della tipologia, anche se Laika ha progettato il veicolo con un occhio attento alla facilità di implementazione. Il gavone passante anteriore, infatti, può facilmente andare a ospitare un secondo serbatoio per l’acqua potabile (da 85 litri), mentre il vano batteria ha già lo spazio per un secondo accumulatore.
Facilità di manutenzione
Meccanica di base, impianto idrico e riscaldamento/boiler sono perfettamente raggiungibili; il caricabatterie e trasformatore è protetto da un apposito pannello (comunque facilmente rimuovibile in caso di necessità) e può essere raggiunto senza particolari problemi, mentre i serbatoi di carico e di recupero, inseriti in un’apposita intercapedine sotto al piano di calpestio, sono raggiungibili, per le operazioni di pulizia, previa rimozione di due appositi pannelli di chiusura, coibentati e installati all’interno dei passaruota posteriori. Un’operazione non semplicissima ma comunque possibile.
Rapporto prezzo/prestazioni
Con un prezzo di listino che parte da poco meno di 80.000 Euro, il Kreos 3001 si colloca a pieno titolo nella ristretta ed esclusiva categoria dei mansardati di lusso. Veicoli destinati a equipaggi esperti ed esigenti, che non cedono alle lusinghe delle altre tipologie costruttive (profilati e integrali) ben consci dei tanti vantaggi in termini di sicurezza e comodità che solo un veicolo con mansarda può offrire. La meccanica di base di ultimissima generazione, la dotazione di serie completa, la confortante cura per i dettagli e, obiettivamente, i pochissimi punti deboli, sono il volano di un progetto maturo, nato per essere il punto di arrivo dedicato a un cliente smaliziato e desideroso di distinguersi ma senza perdere di vista piacevolezza e praticità di utilizzo. Per una famiglia di quattro persone che cerca un mansardato generoso, potente, affidabile ed elegante, questo veicolo, insieme al “fratello” 3003, con letti a castello posteriori e maxi living anteriore, rappresenta probabilmente la migliore scelta oggi disponibile.

Legenda

Inadeguato
Da migliorare
Adeguato alla classe di costo
Buono, assicura fruibilità e soddisfazione agli utilizzatori
Eccellente, difficile trovare di meglio

Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e di quanto il mercato offre nello stesso momento e per la fascia di prezzo riferita al veicolo sotto esame.

Laika-Kreos-3001-009

Ci ha particolarmente convinto…

L’aspetto esterno è elegante, piacevole, ben proporzionato e armonizza a dovere le forme classiche e morbide della mansarda rispetto a quelle più moderne e spigolose della nuovissima meccanica di base Iveco. La scocca ha dimensioni piuttosto contenute, con lunghezza di poco superiore ai 7 metri, ed esalta in questo modo l’accoppiamento con uno chassis estremamente performante, contenendo lo sbalzo posteriore entro i due metri a tutto vantaggio di stabilità e comportamento stradale. In più, l’adozione del nuovo passo da 410 cm, con conseguente allungamento del telaio a 692 cm di lunghezza, fa sì che tutto il veicolo possa contare sull’apporto dei robusti longheroni a C del’Iveco Daily, comprese la coda e il garage posteriore. Questo, in particolare, anche in presenza di una soglia di carico non tra le più basse, si presta in maniera eccellente ad accogliere senza problemi oggetti particolarmente ingombranti, biciclette o scooter, grazie a una portata utile di ben 220 kg e al sostegno del vicino retrotreno con ruote gemellate. Un rapporto ideale, quindi, quello tra cellula e meccanica di base.

La nuova meccanica di base Iveco è uno degli chassis più moderni e performanti oggi disponibili sul mercato: adottata in versione Camper, con sospensioni anteriori QuadLeaf, passo da 410 cm, allestimento Top, porta con sé una dotazione di serie completa (ABS, EBD, ASR, doppio airbag, clima automatico, Hill-Holder, cruise control, alzacristalli e specchi retrovisori elettrici, luci DRL…) e motorizzazioni al vertice della categoria, soprattutto se si richiede il potentissimo propulsore TwinTurbo da 3 litri, 205 cv e coppia massima di ben 470 N/m. Una motorizzazione pensata per le esigenze di masse e ingombri decisamente superiori a quelli proposti dal Kreos 3001 e che, a maggior ragione, su un allestimento di questo tipo promette performance davvero entusiamanti, specie se in abbinamento al nuovissimo e rivoluzionario cambio automatico Hi-Matic a otto rapporti, sviluppato da ZF, dotato di doppia modalità di funzionamento (Eco e Power) e capace di cambiare marcia in meno di 200 millisecondi.

La componentistica impiegata nella realizzazione della scocca è sempre di alto livello: finestre Dometic S4, oblò Dometic Heki3, MidiHeki, MiniHeki, portelli di servizio Metallarte con serrature Laika EasyLock si sposano infatti a una scocca sandwich classica e professionale, con pareti e tetto privi di intelaiatura in legno, coibentazione curata e assemblaggi effettuati a regola d’arte. Di grande qualità sono le bandelle sottoscocca, in alluminio, così come la sontuosa porta di ingresso, un vero e proprio classico Laika che sembra passare indenne al trascorrere del tempo rimanendo un esempio di precisione, robustezza, e consistenza automobilistica.

All’interno, il mobilio è estremamente curato: è classico nelle fattezze, certo, ma è realizzato con maestria, con la voglia di assecondare al meglio ogni dettaglio. Il rivestimento della mansarda e del tetto, in materiale Iso De-Luxe,  le ampie paretine anticondensa, le aerazioni anticondensa per i pensili, i bordi smussati, l’impiego di componenti meccaniche di qualità, l’utilizzo di parti prestampate in alluminio per il collegamento delle varie componenti in legno denotano una piacevole e convincente attenzione sia all’estetica che alla sostanza. In più, grazie all’abbondante numero di finestre e di oblò, l’ambiente risulta arioso, luminoso e ancor più accogliente.

Il living anteriore, seppure non gigantesco, è però ben realizzato, conviviale e può accogliere senza problemi anche un equipaggio al completo: l’unica nota stonata, se vogliamo, è data dall’accentuato dislivello tra cabina e abitacolo che obbliga all’utilizzo di cuscini supplementari per alzare le sedute delle poltrone anteriori. Per il resto, il soggiorno è luminoso, con due finestre (oltre a quella della porta), un maxi oblò, diversi spot di illuminazione e tanti vani di stivaggio, sia nella parte superiore che in quella inferiore.

Il blocco cucina è semplicemente perfetto: dotazione completa (maxi frigo, forno, grill, fornello a 4 fuochi, lavello inox di grandi dimensioni), ben aerato (finestra, oblò e cappa aspirante di serie) e offre sia un buon piano di lavoro sia una rilevante abbondanza di spazi di stivaggio, sempre ben organizzati. Allo stesso modo, la toilette sfrutta ottimamente gli spazi a disposizione, con un arredamento curato ed elegante e realizza un ambiente pratico, ancora una volta ben illuminato e ben aerato, ricco di vani di stivaggio e con alcune componenti ispirate da ambienti domestici. Da segnalare è anche la doccia, ampia e regolare, ben allestita, facile da utilizzare e completa di tutto ciò che serve, mentre le zone letto, da sempre punto di forza Laika, non smentiscono certo la tradizione del marchio. La mansarda è, con ogni probabilità, una delle migliori, se non la migliore, oggi disponibile sul mercato. Moderna, elegante, spaziosa, curata e rifinita con cura, ben aerata e ben riscaldata, è una vera e propria alcova pronta ad accogliere due persone in un ambiente davvero ospitale. Il letto posteriore, anche se non tra i più larghi, specie sul lato sinistro, beneficia di un trattamento convincente, specie considerando la presenza del letto elettrico. La culla che accoglie rete e materasso, completa di sponde laterali e di testiera, è estremamente curata e separa molto bene la camera dal sottostante vano di carico, nascondendo a dovere la multifunzionalità degli spazi.

La capacità di stivaggio è assolutamente degna di nota, specie se rapportata agli ingombri complessivi del veicolo: dieci pensili a soffitto, due cassapanche sfruttabili, un armadio guardaroba regolare, diversi vani a giorno e altrettanti stipetti/cassetti/cassettoni estraibili per il blocco cucina si sposano a un ampio garage posteriore, forse non regolarissimo nello sviluppo della vasca inferiore ma affiancato da un pratico (e capiente) gavone passante anteriore.

L’impiantistica è molto curata: riscaldamento potente e con gran numero di bocchette per una diffusione uniforme del calore, stufa Truma Combi CP Plus di ultima generazione affiancata in marcia da uno scambiatore di calore, pompa dell’acqua di qualità con vaso di espansione, rubinetti monocomando di derivazione domestica uniti a pilette di scarico maggiorate e sifoni antiodori, sistema di sfiato per le acque grigie, impianto elettrico con illuminazione a led plurivie, dimmer e gran numero di prese elettriche interne, tutto testimonia la cura profusa nella realizzazione del veicolo. In più, il veicolo è già predisposto, con appositi spazi, per ricevere una seconda batteria servizi o un secondo serbatoio dell’acqua potabile, inserito nella parte centrale del gavone passante anteriore.

Laika-Kreos-3001-015

Riteniamo migliorabile…

All’esterno, il portello dedicato al vano per le bombole del gas presenta una larghezza piuttosto limitata che non semplifica le operazioni di manipolazione delle stesse: sempre in questo ambiente, su un veicolo di elevata caratura come questo, lo scambiatore automatico Truma DuoControl CS, peraltro disponibile in opzione, meriterebbe di essere proposto di serie.

Nel sottoscocca, l’intercapedine tra telaio dell’Iveco Daily e piano di calpestio interno potrebbe essere sfruttata meglio, andando a costituire un vero e proprio doppio pavimento capace di inglobare la totalità dell’impiantistica, comprese le tubazioni di scarico in arrivo dal lavandino della cucina e dal lavabo della toilette che, prima di raggiungere il serbatoio di recupero, devono percorrere una tratta esterna che, seppure dotata di pendenza, non è però coibentata e, in caso di temperature particolarmente rigide, può facilmente divenire preda del gelo.

L’accentuato dislivello tra cabina e abitacolo (25 cm), causa qualche problema nell’utilizzo, in sosta, delle poltrone cabina a servizio della zona living: la soluzione proposta, con due cuscinerie aggiuntive da inserire sulle sedute originali dei sedili, è efficace dal punto di vista dell’altezza della seduta, meno da quello della comodità dello schienale: sarebbe auspicabile, in questo senso, l’adozione di un sistema di sollevamento con pistoni a gas dell’intera poltrona, in modo da consentirne un comodo sfruttamento anche in sosta.

Per ciò che concerne l’impiantistica, infine, il Kreos 3001 oggetto di questo CamperOnTest non è equipaggiato delle sempre più comode (e diffuse) prese USB per la ricarica di device mobili tra cui smartphone, tablet e altre apparecchiature elettroniche, mentre il vano tv, collocato sopra al living anteriore, non è provvisto, di serie, dell’utile (e fondamentale) supporto estraibile e orientabile dedicato allo schermo lcd.

Un’ultima considerazione riguarda, infine, l’abbinamento tra meccanica e allestimento: come tanti veicoli costruiti senza risparmio, il Kreos 3001 fa obiettivamente una certa fatica a rimanere nei limiti delle 3,5 tonnellate di massa complessiva, specie in presenza di una dotazione accessoristica particolarmente ricca, peraltro assai giustificata dalla vocazione elitaria del modello. La meccanica di base Iveco New Daily 35 autorizza senza alcun problema una massa complessiva di 4 tonnellate, portando in questo modo a circa 800 kg la portata utile, ma date le eccellenti peculiarità del veicolo, potrebbe rivelarsi interessante il proporre l’allestimento, come opzione, anche in versione SL, magari in abbinamento al New Daily 50C, esattamente come accade per l’ammiraglia Kreos 5001SL, andando in questo modo a offrire un veicolo ancor più generoso e capace di rispondere anche a esigenze particolarmente severe o utilizzi professionali (ad esempio da parte di team sportivi).

Continua

Laika-Kreos-3001-003

In conclusione

Quali sono i requisiti e le peculiarità che devono caratterizzare un mansardato di alta gamma? Deve essere elegante e raffinato negli esterni, accogliente e curato negli interni, costruito su una meccanica di base eccellente, moderna e performante. E poi, probabilmente, deve avere quel qualcosa in più che fa la differenza. Un tocco di stile, di personalità, di tradizione. Un qualcosa che sappia fare emozionare, che sappia appagare il proprio possessore. L’ultima generazione Kreos ha tutto ciò? Utilizzando il rinnovato 3001, guidando il nuovissimo Daily, analizzando a fondo ogni aspetto del veicolo, la risposta è una sola: indubbiamente. Degno erede di una tradizione fortunata ed esclusiva, colonna centrale di un listino, quello Laika, che abbraccia tre tipologie costruttive, il Kreos 3001 è uno di quei veicoli capaci di andare oltre le mode, di offrire un’eleganza senza tempo che ben si sposa all’aggressività della nuova meccanica di base Iveco. Un abbinamento ideale, tra chassis e cellula, dedicato ai tanti cultori della trazione posteriore con ruote gemellate, vera e propria garanzia di tenuta e motricità anche sui fondi stradali più difficili, che si esalta, in un veicolo come questo, grazie al perfetto rapporto dimensionale dei vari elementi, a una linea esterna pulita ed elegante, e a un convincente sfruttamento degli spazi interni, che in poco più di 7 metri offrono tutto ciò che serve (o che può servire) a un equipaggio di quattro persone. Quattro comodissimi posti letto sempre pronti, un living anteriore capace di ospitare fino a sei persone, una zona servizi con cucina, toilette e doccia praticamente perfette, un ampio garage posteriore dedicato a ospitare senza il minimo problema bici, moto o attrezzature sportive, un secondo capiente gavone passante anteriore e la sensazione di essere a bordo di un veicolo funzionale, generoso e affidabile sono il fil-rouge che caratterizza ogni aspetto di questo allestimento. Un mansardato generoso, dinamico e davvero in grado di accogliere senza alcun problema il proprio equipaggio al completo, unendo praticità di utilizzo e adeguati spazi di stivaggio a un’estetica accattivante ben supportata da ingombri tutto sommato contenuti e molto vicini, se non addirittura inferiori, a quelli degli oggi richiestissimi profilati con basculante. Rispetto a questi, però, il Kreos 3001 è tutt’altra cosa. Dedicato a chi non segue solo mode e tendenze del momento, ma valuta razionalmente pregi e difetti, è un veicolo che ha veramente tanto da offrire e che, forte di una dotazione di serie completa, potrà facilmente essere personalizzato dall’acquirente, anche andando a risolvere le piccole debolezze riscontrate. Il tutto, infine, è offerto a un prezzo che pur optando per una meccanica di ultimissima generazione e per un allestimento realizzato senza compromessi, rimane ben al di sotto rispetto a un omologo motorhome, unica tipologia obiettivamente in grado di rivaleggiare, almeno per spazi disponibili, con il mansardato.

Riferimenti e contatti del costruttore

Laika Caravans S.p.A.
Via Leonardo da Vinci 120, 50028 Tavarnelle Val di Pesa – Firenze
Tel. +39 055 80 581 – Fax +39 055 80 58 500 – E-mail: laika@laika.it
www.laika.it

Galleria fotografica

Fotogallery

Si ringrazia per la gentile collaborazione Laika Caravans S.p.A.

Via Leonardo da Vinci 120, 50028 Tavarnelle Val di Pesa – Firenze
Tel. +39 055 80 581 – Fax +39 055 80 58 500 – E-mail: laika@laika.it
www.laika.it