October 14, 2019

DreamerD55

Gradino di ingresso alla collezione di van del Gruppo Rapido, il Dreamer D55 si propone alla coppia alla ricerca di un furgonato capace di reinterpretare la classica pianta con letto posteriore trasversale grazie all’ingegnoso sistema “Modul’Space”.

In sintesi

pagella_Dreamer

Tipologia Furgone allestito
Meccanica Fiat Ducato 33 Light, furgonato da 599 cm, tetto alto H2, passo 4035 mm
Motorizzazione di base 1956 cc – 85 kW/115 CV
Motorizzazioni opt. 2287 cc – 96 kW/130 CV
2287cc – 109 kW/148 CV
2999cc – 130 kW/177 CV
Posti omologati 4
Posti letto 2(+1 opzionale)
Dimensioni 599x205x256 cm
Peso massimo ammesso 3300 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2891 Kg
Prezzo base Euro 40.941 Iva compresa

 

L’analisi

Entrare prepotentemente nella fascia medio bassa del mercato, con una gamma di van dedicata alla prima utenza caratterizzati da una tecnica costruttiva collaudata, mutuata dalle serie maggiori, e da soluzioni innovative, coniugando praticità ed economia di acquisto e di esercizio: è la missione che Rapido ha affidato a Dreamer, il nuovo marchio nato in seno al gruppo transalpino con il compito di presidiare l’interessante segmento dei furgonati entry-level.

Dreamer-D55-009

Un marchio nuovo per il mercato italiano, non per quello transalpino: diretta emanazione della specialista Campérève, oggi parte integrante proprio del Gruppo Rapido, Dreamer aveva già fatto la propria comparsa sul mercato nella prima metà degli anni Duemila, rappresentandone proprio l’offerta economica. Un debutto, o, meglio, un importante ritorno, quindi, che si esplica, al momento, in tre differenti modelli (D42, D43 e D55), che beneficiano del savoir-faire sviluppato, negli anni, da Rapido e Campérève e che, con i modelli dei marchi più prestigiosi del gruppo guidato da M. Rousseau, vantano un gran numero di punti di contatto, a partire dalle modernissime linee di produzione di Mayenne fino alle piante, contraddistinte da un ingegnoso sfruttamento degli spazi.

Dreamer-D55-001

In un veicolo nato per rappresentare il gradino di accesso a una gamma di prodotti affermata e percepita come un vero e proprio punto di riferimento, con grande considerazione nel paese di origine e un crescente apprezzamento in diversi paesi europei, ciò che conta non è, chiaramente, solo il prezzo di acquisto: si tratta di un argomento importante, certo, ma che deve viaggiare sulla medesima lunghezza d’onda della qualità. Ben consci dell’importanza del rapporto value for money, i tecnici del Gruppo Rapido hanno scelto di caratterizzare Dreamer come un marchio di fascia media, rinunciando a proporre prezzi eccessivamente accattivanti ottenuti rinunciando a dotazioni di serie o alla tradizionale qualità riconosciuta alle proprie realizzazioni, gravitando comunque intorno alla soglia dei 40.000 Euro.

Dreamer-D55-003

Modello maggiore della gamma Dreamer, il D55 è infatti proposto a partire da 40.941 Euro con base Ducato 33L 115 Multijet. Realizzato sul classico furgone Fiat L3H2, con lunghezza complessiva di 599 cm, passo da 403.5 cm e altezza contenuta a 256 cm, il nuovo Dreamer D55 conserva in toto, all’esterno, il look automobilistico della nuova meccanica di base torinese, con l’accattivante frontale ben inserito in una carrozzeria capace di celare generosi spazi interni sotto un vestito piacevole e aerodinamico: proposto, di serie, con carrozzeria bianca, ma disponibile anche nel classico argento metallizzato, è un furgonato che punta a un look discreto ed elegante, limitando la grafica esterna a un leggero baffo antracite metallizzato lungo le fiancate e le porte della cabina di guida, riproponendo il riuscito logo Dreamer su tutte le fiancate e lasciando alle classiche tre finestre Polyplastic con lastra esterna brunita il compito di spezzare i volumi laterali.

Dreamer-D55-017

Parola d’ordine discrezione, quindi, con una aspetto classico e lineare, mai chiassoso, e che, come accade ultimamente, gioca le proprie carte stilistiche sul contrasto cromatico tra superfici chiare ed elementi scuri: oltre alle bandelle paracolpi laterali e al paraurti posteriore del Ducato, proposti nella tonalità originale Fiat, il D55 offre infatti, nella medesima tinta, il portello di accesso al serbatoio asportabile del wc a cassetta e il bocchettone di carico del serbatoio dell’acqua potabile, installati lungo la fiancata destra del veicolo, mentre sul lato opposto ecco il camino di aspirazione e scarico dell’impianto di riscaldamento e boiler Truma Combi e la presa di collegamento alla rete elettrica.

Dreamer-D55-006

Disponibile in abbinamento a tutte le motorizzazioni del Fiat Ducato, il D55 è proposto, di serie, con telaio da 33 quintali e motorizzazione 2.0 Multijet da 115cv: in opzione Dreamer offre la possibilità di poter disporre del telaio 35L, che con una massa complessiva di 3500 kg garantisce una maggiore portata utile, e delle più potenti motorizzazioni 2.3 Multijet da 130 cv, 2.3 Multijet da 148 cv con turbina a geometria variabile e 3.0 Multijet Power da 177 cv. Le unità più potenti, poi, possono essere richieste sia con cambio manuale a sei rapporti (fornito di serie), sia con l’automatizzato ComfortMatic, mentre la dotazione di serie include ABS con EBD, airbag conducente, alzacristalli elettrici e chiusura centralizzata con telecomando.

Dreamer-D55-008

La totalità dei veicoli prodotti, poi, è equipaggiata di Pack Dreamer (paraurti anteriore verniciato in tinta con la carrozzeria, climatizzatore manuale, airbag passeggero, Tempomat, specchi retrovisori elettrici e riscaldati, coppe ruota, poltrone cabina Fiat Captainchair girevoli con braccioli e regolazione in altezza, preinstallazione per radio, altoparlanti e retrocamera) e Pack Comfort (zanzariera porta scorrevole laterale, scalino esterno elettrico e fodere cabina coordinate). In opzione, ogni veicolo può essere integrato con una completa lista di accessori dedicati sia alla meccanica di base (tra cui l’utilissimo ESC con Traction+, i fari fendinebbia, i sensori di parcheggio o il serbatoio del gasolio maggiorato a 125 litri), sia all’allestimento: tra questi, in particolare, si segnala la disponibilità dell’isolamento per il serbatoio di recupero, del forno a gas, della moquette, degli oscuranti plissettati in cabina di guida, del pavimento completo di riscaldamento elettrico integrato, delle finestre posteriori a servizio del matrimoniale sempre pronto, della seconda batteria per i servizi, del riscaldamento maggiorato a 6kW e della possibilità di trasformare in un letto singolo il living anteriore, offrendo così un totale di 3 posti notte.

Dreamer-D55-010

Trattandosi di un furgonato, la carrozzeria è rappresentata, con ogni evidenza, dalla scocca in lamiera di acciaio originale del Fiat Ducato: in particolare, i lamierati di pareti e tetto sono rivestiti prima da un film in poliestere adesivo, sia da appositi stampi termoformati che, accoppiati, vanno a sopprimere i classici ponti termici, mentre per ciò che concerne il pavimento, oltre naturalmente a quello interno al van, il veicolo dispone di un piano di calpestio da 25 mm realizzato con l’utilizzo di un doppio strato di multistrato fenolico coibentato con Styrofoam ad alta densità e rivestito, nel lato superiore, dal classico linoleum. La costruzione, mutuata in toto dai top di gamma Campérève, prevede inoltre la sigillatura perimetrale del pianale a mobili e pareti, mentre il letto posteriore vede le pareti laterali rivestite in tessuto per un maggiore comfort degli occupanti. La scocca, infine, vede la presenza delle già citate tre finestre Polyplastic, complete di unibloc oscurante/zanzariera e dedicate a living, porta scorrevole e letto matrimoniale posteriore e implementabili, in opzione, con due ulteriori finestre dedicate alle porte posteriori, mentre a tetto sono presenti due oblò Dometici MiniHeki da 40×40 cm a servizio di living e matrimoniale posteriore e di un Fiamma di dimensioni più contenute dedicato alla toilette.

Dreamer-D55-018

Gli impianti

L’autonomia idrica si affida a un serbatoio da 110 litri, realizzato in polietilene lineare alimentare e posizionato al di sopra del passaruota posteriore destro: rifornito, dall’esterno, tramite il classico bocchettone esterno completo di sfiato, e accessibile dall’interno tramite una apposita botola ricavata alla base del letto matrimoniale per le necessarie operazioni di ispezione e pulizia, il serbatoio è parzializzabile a 50 o a 20 litri nel caso di equipaggio al completo.

Dreamer-D55-016

Gestito da una pompa a pressostato Shuflo Trail King 7, in grado di erogare fino a 7 litri di acqua al minuto, l’impianto utilizza tubazioni in rilsan e raccordi a innesto rapido John Guest per rifornire le utenze di cucina, doccia e toilette, con rubinetti monocomando in plastica per il lavello della cucina e in metallo cromato per le altre utenze. Una volta utilizzata, poi, l’acqua è raccolta da pilette di scarico inox e incanalata, tramite tubazioni rigide di derivazione domestica, verso il serbatoio di recupero da 90 litri, inserito centralmente, nel sottoscocca.

Dreamer-D55-007

Realizzato in polipropilene nero per evitare la possibile nascita di alghe, il serbatoio di recupero può essere corredato di coibentazione (opzionale) ed è gestito dalla classica valvola di scarico a ghigliottina azionabile lungo la fiancata sinistra. Sempre per ciò che concerne l’impianto idrico, il Dreamer D55 può inoltre contare su un wc a cassetta Thetford C260 con tazza girevole e serbatoio asportabile da 19 litri.

Il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria sono affidate alla Truma Combi 4: alimentata a gas e con una potenza di 4kW, ospita al proprio interno un boiler ad accumulo da 10 litri e distribuisce il calore prodotto tramite una canalizzazione interna organizzata con cinque bocchette che coprono le diverse zone dell’abitacolo. In opzione, il D55 può essere equipaggiato con la più potente Combi 6 da 6kW, disponibile anche in versione E comprensiva di resistenze elettriche utilizzabili quando connessi alla rete a 220V: per tutti i modelli, in ogni caso, il pannello di comando dell’impianto e la sonda a controllo termostatico sono collocati sopra la cabina di guida, nell’angolo superiore destro, mentre l’unità termica è installata all’interno della cassapanca del divano frontemarcia del living anteriore, facilmente raggiungibile rimuovendone la seduta.

Dreamer-D55-023

Dreamer-D55-032

Nella stessa posizione, inoltre, sono collocate la valvola antigelo Truma FrostControl e la batteria dei servizi Banner AGM da 100 Ah, fornita di serie.

Dreamer-D55-033

Le principali componenti dell’impianto elettrico, invece, sono raggruppate in una porzione di doppio pavimento realizzata sotto al tavolo: accessibili rimuovendo la botola superiore sono il caricabatterie e trasformatore Nordelettronica NE143P, l’interruttore magnetotermico con salvavita e il quadro di distribuzione completo di fusibili.

Dreamer-D55-022

Sempre della casa veneta è il pannello di comando delle utenze elettriche, piuttosto semplice e compatto ma completo di schermo LCD che permette di visualizzare informazioni concernenti l’autonomia idrica (serbatoio acqua potabile e recupero) ed energetica (batteria motore e servizi), e di comandare le diverse componenti elettriche di bordo tra cui illuminazione e pompa dell’acqua. Sempre per ciò che concerne l’impianto elettrico, il Dreamer D55 vede la presenza di due prese interne a 12V e di altrettante a 220V (dedicate a mobile cucina/living e vano tv tra living e colonna frigo), mentre per ciò che concerne l’illuminazione i tecnici della casa transalpina hanno optato per dotare il veicolo di diversi spot led incassati e completi di comando individuale. In particolare, il living può contare su uno spot di lettura centrale e su due spot incassati a soffitto, alle spalle dell’oblò: questi ultimi, insieme a uno spot sottopensile, servono anche il compatto blocco cucina. La zona di corridoio che conduce alla coda del veicolo beneficia di uno spot centrale, utile anche per l’armadio guardaroba, mentre toilette e doccia offrono uno spot per ogni ambiente. Due spot (uno centrale a soffitto e uno sottopensile sul lato sinistro del veicolo) equipaggiano infine il letto matrimoniale posteriore, mentre non manca una sorgente luminosa dedicata al gavone. Frigorifero trivalente, fornello e impianto di riscaldamento Truma Combi sono alimentati a gas: il vano, inserito in coda al veicolo, e raggiungibile sfruttando le porte posteriori del Ducato, consente di equipaggiare il D55 con le due classiche bombole da 10 kg servite da ganci di arresto e da riduttore di pressione GOK da 30Mbar. L’impianto, realizzato con i classici tubi in acciaio, vede poi la presenza di tre rubinetti sezionatori.

Dreamer-D55-013

All’interno

Un’atmosfera sobria e rilassante, frutto di un piacevole abbinamento tra elementi laccati bianco lucido (tipicamente le ante dei pensili a soffitto, i cassetti del blocco cucina e per la parete frontale della colonna frigo) e componenti in legno, contraddistinguono un ambiente piacevole e lineare, che rinuncia volutamente a proporre forme eccessivamente bombate per cercare di mantenere la massima spaziosità interna, specie nella zona centrale del corridoio che, pur vedendo, sui lati opposti, la presenza del locale toilette, della doccia e della colonna frigo, mantiene una larghezza più che convincente.

Dreamer-D55-035

La scelta di proporre colorazioni tenui e di creare un ambiente interno piacevole e discreto si riflette anche nella scelta delle tappezzerie, disponibili in due varianti, “Lunar”, presente sull’esemplare oggetto di questo CamperOnFocus, che gioca sulla bicromia tra grigio chiaro e antracite, e “Dune”, con abbinamento tra tinte beige e caffè, entrambe sobrie, comode ed ergonomiche e caratterizzate da imbottiture di qualità.

Dreamer-D55-031

Il mobilio, realizzato direttamente dall’ampio reparto di falegnameria di casa Rapido, si caratterizza per una costruzione curata anche per ciò che concerne la scelta delle componenti meccaniche, con cerniere a doppia molla in acciaio inox fornite dalla modenese DGN e ampie maniglie frontali cromate dedicate alla manipolazione delle ante.

Dreamer-D55-030

Tutte le componenti, inoltre, sono provviste di appositi gommini antivibrazioni a garanzia di una piacevole silenziosità in marcia. Sempre per ciò che concerne il mobilio, questo è realizzato in multistrato nobilitato bilaminato con spessori variabili tra 12 e 15 mm a seconda della componente e vede la presenza di piani laminati antigraffio per blocco cucina e piano del tavolo. Da sottolineare, infine, la qualità dei materassi del letto posteriore, con tre elementi componibili in Bulltex da 13 cm di spessore la cui porzione centrale riposa su rete a doghe.

La pianta interna del D55 rappresenta un’interessante rivisitazione o, meglio, una ancor più interessante evoluzione di uno dei grandi classici di questa tipologia: fatti salvi il matrimoniale trasversale posteriore e il living anteriore, infatti, i progettisti del Gruppo Rapido hanno completamente rivoluzionato la parte centrale dell’abitacolo, riuscendo a collocarvi blocco cucina e toilette lungo la fiancata di destra, colonna frigo e doccia multifunzionale Modul’Space con armadio guardaroba estraibile su quella sinistra. Il cuore dell’allestimento è rappresentato dal soggiorno, organizzato con la tradizionale semidinette: ben integrata con la cabina di guida, dotata delle comode ed ergonomiche poltrone Fiat Captainchair girevoli, può ospitare tranquillamente fino a quattro commensali in un ambiente piacevole e accogliente.

Dreamer-D55-024

Il divano frontemarcia, da 88×43 cm, è infatti ben servito dal tavolo (100×58 cm), ancorato a parete e dotato di gamba cilindrica scomponibile per favorirne l’utilizzo notturno come letto di appoggio, anche se si sente la mancanza di una pratica prolunga utile a servire la postazione più distante, quella rappresentata dalla poltrona passeggero della cabina di guida.

Dreamer-D55-019

Dreamer-D55-020

Dreamer-D55-026

Grazie alla presenza di una porzione di doppio pavimento, sviluppata nella zona sottostante al tavolo e utilizzata, come detto, per la collocazione delle componenti principali dell’impianto elettrico, tutte le sedute vengono a trovarsi alla medesima altezza da terra (56 cm), garantendo in questo modo adeguata comodità ai commensali. Il living può beneficiare, oltre che della generosa vetratura della cabina di guida, di due finestre Polyplastic apribili a compasso e complete di unibloc oscrutante/zanzariera (una sul lato sinistro, una su quello destro, inglobata nella porta scorrevole), mentre non manca, a tetto, un oblò Dometic MiniHeki da 40×40 cm. Allo stesso modo, l’ambiente è provvisto di tre sorgenti luminose (due spot integrati a soffitto, uno di lettura sul lato sinistro, centrale sopra a tavolo), mentre lo stivaggio si affida, nella parte superiore, a due pensili di convincente capacità, ampi e regolari nel proprio sviluppo, e al tradizionale vano a giorno ricavato tra il tetto del veicolo e la cappelliera originale del Fiat Ducato.

Dreamer-D55-028

Dreamer-D55-029

Alle spalle dei pensili, i tecnici hanno previsto un incavo in cui montare l’eventuale supporto estraibile per la tv lcd: l’ambiente, inoltre, è già provvisto di prese a 12 e 220V. La scelta di collocare impianto di riscaldamento e batteria servizi centralmente, all’interno della cassapanca centrale, fa sì che questo elemento non possa evidentemente essere sfruttato per lo stivaggio: Dreamer, in ogni caso, ha predisposto l’ambiente per poter ospitare anche una seconda batteria dedicata all’allestimento.

Dreamer-D55-025

Opposto al living, e collocato a fianco all’ingresso, il blocco cucina è piuttosto compatto (70×48 cm) e ospita un monoblocco in acciaio inox Dometic completo di coperchio in cristallo temperato, lavello circolare con rubinetto monocomando abbattibile e fornello a gas con due erogatori serviti da accensione piezoelettrica.

Dreamer-D55-cucina

Dreamer-D55-039

Sprovvista di un vero e proprio piano di appoggio e di lavoro, la cucina beneficia della finestra Polyplastic collocata sulla porta scorrevole del Ducato e, a tetto, del già citato oblò Dometic MiniHeki da 40×40 cm, mentre l’illuminazione può contare su uno spot centrale collocato alla base del pensile superiore. Questo, poi, è completamente utilizzabile per lo stivaggio, e affianca gli stipetti collocati nella parte inferiore del mobile.

Dreamer-D55-037

Dreamer-D55-038

Sotto al monoblocco lavello/fornello, in particolare, il D55 vede la presenza del classico cassetto portaposate, di un capiente cassettone estraibile e di un ulteriore cassetto inferiore, mentre non mancano, sulla parte frontale, due prese a 12 e a 220V. Opposta alla cucina, e appena alle spalle del living, ecco la colonna con frigorifero Dometic RML9335 da 141 litri completo di cella freezer integrata, sovrastato da un vano di stivaggio racchiuso da una serrandina scorrevole in pvc.

Dreamer-D55-frigo

Accanto alla cucina, la zona centrale ospita la toilette, uno degli elementi sicuramente più caratterizzanti di questo allestimento: sviluppata utilizzando l’ingegnoso e brevettato sistema Modul’Space, vede la presenza di un locale bagno, inserito sul lato destro del veicolo (89×67 cm), separato da una porta a battente richiudibile a libro che può fare battuta anche verso la parte opposta del corridoio, andando in questo modo a separare fisicamente la porzione posteriore dell’abitacolo e creando una sorta di dressing-room antistante la camera da letto.

Dreamer-D55-toilette

Il bagno, arredato in legno, si caratterizza per la presenza di un wc a cassetta Thetford C260 con tazza girevole e serbatoio asportabile da 19 litri e di un lavabo circolare in termoformato collocato du una sorta di penisola opposta al blocco cucina: l’aerazione vede la presenza di un oblò da 28×28 cm a tetto, mentre l’illuminazione opta per il classico spot a soffitto.

Dreamer-D55-046

Lo stivaggio, infine, può contare su un pensile a soffitto con anta esterna a specchio e su quattro pratiche mensole a giorno inserite tra wc e lavabo.

Dreamer-D55-045

La parte più eclettica è però quella della doccia Modul’Space: indipendente e collocata lungo la parete sinistra, è arredata in termoformato, è completa di piatto inferiore con piletta di scarico inox, di rubinetto miscelatore monocomando ed erogatore a citofono collocato su piantana regolabile, di illuminazione a tetto, di un aeratore cilindrico per l’aerazione mentre al fine di separare il locale dal corridoio sono presenti le due classiche semiporte in metacrilato traslucido.

Dreamer-D55-MS1

Dreamer-D55-MS2

La doccia ospita poi l’armadio guardaroba (47x38x92 cm), incernierato lateralmente e dotato di doppia anta di apertura (anteriore e posteriore), che rimane normalmente inserito all’interno del locale doccia, sfruttandone in questo modo lo spazio, ma che all’occorrenza può essere facilmente estratto, fatto ruotare e collocato sopra al letto posteriore in modo da liberare il locale e consentirne un comodo e pratico utilizzo.

Dreamer-D55-052

Il sistema, pratico e funzionale, permette così uno sfruttamento modulare degli spazi disponibili, coniugando comodità e capacità di stivaggio alla praticità.

Dreamer-D55-MS3

In più, la porzione inferiore della porta incernierata che chiude il vano doccia, anch’essa a libro, può essere impiegata per schermare il vano di carico posteriore ricavato sotto al letto trasversale rispetto all’abitacolo: il gavone, in particolare, si sviluppa in un ambiente da 110x68x87 cm, è completo di pianale in alluminio mandorlato, illuminazione e riscaldamento.

Dreamer-D55-012

Dreamer-D55-014

Dreamer-D55-015

Il volume di carico, inoltre, può facilmente essere ampliato scomponendo il soprastante letto matrimoniale, completo di rete a doghe centrale e materasso in Bulltex diviso in tre porzioni. Il letto, da 187×131 cm, si trova a 81 cm dal pavimento e beneficia di un cielo utile di 107 cv.

Dreamer-D55-047

Dreamer-D55-055

Dreamer-D55-056

Servito da una finestra Polyplastic apribile a compasso, eventualmente integrabile con le due classiche finestre sulle porte posteriori, disponibili in opzione, e da un oblò a tetto Dometic MiniHeki, il letto è completo di riscaldamento (con la stessa bocchetta già illustrata per il gavone, illuminazione (uno spot a tetto e uno di lettura sul lato sinistro), di pareti laterali imbottite e rivestite in tessuto e di quattro pensili di stivaggio, due su ciascun lato, che assicurano un buon volume utile interno.

Dreamer-D55-057

Dreamer-D55-058

Dreamer-D55-059

Dreamer-D55-060

Un terzo posto letto, infine, può essere ricavato anteriormente, trasformando il living: abbassando il piano del tavolo, utilizzando una apposita rete a doghe componibile, che va a far perno su appositi sostegni collocati ai margini dell’ingresso, e completando il tutto con i classici cuscini aggiuntivi in gommapiuma,  il D55 può così offrire un singolo lungo 185 cm e con larghezza variabile tra un massimo di 100 e un minimo di 60 cm.

Piantine e misure

D55-2

dreamerd55

Dotazioni di serie

Fiat Ducato 33 Light con motore 2.0 Multijet 115 cv completo di ABS con EBD, Airbag lato guida, alzacristalli elettrici e chiusura centralizzata con telecomando.
Optional installati sul veicolo oggetto di questo CamperOnFocus

  • Telaio Fiat Ducato 35 L con massa complessiva a pieno carico di 3500 kg.
  • Motorizzazione 2.3 Multijet 130 cv.
  • Pack Dreamer (comprensivo di paraurti anteriore in tinta, climatizzatore manuale, airbag passeggero, Tempomat, specchi retrovisori elettrici e con sbrinamento, coppe ruota, poltrone cabina Fiat Captainchair con regolazione in altezza delle sedute, braccioli e piastre girevoli, pre-equipaggiamento radio con altoparlanti, pre-equipaggiamento per retrocamera).
  • Pack Comfort (zanzariera porta scorrevole laterale – ancora da montare sull’esemplare provato -, gradino esterno elettrico, fodere cabina coordinate).
  • Oscuranti plissettati cabina Remis Remifront 4.
  • ESC completo di Traction+, Hill-Holder e Hill-Descent-Control.

 Dreamer-D55-004

Conclusioni

Una politica commerciale chiara, quella del Gruppo Rapido, gestita in maniera lineare per abbracciare le diverse fasce di mercato, le differenti esigenze della clientela e le differenti tipologie costruttive, concentrando i propri sforzi nel formulare un’offerta variegata, generalista e capace di unire economie di scala e differenziazione. La nascita o, meglio, la rinascita del marchio Dreamer, sviluppata sotto l’egida di Campérève, ripropone, nel campo dei furgoni attrezzati, i concetti introdotti a suo tempo con Itineo per ciò che concerne gli integrali. Un prodotto, quindi, sviluppato interamente all’interno del Gruppo Rapido, che beneficia della tecnologia e del savoir-faire di un costruttore abituato a cimentarsi con successo e a essere considerato uno dei punti di riferimento nella fascia medio/alta del mercato ma che non disdegna di dedicare impegno e risorse per coprire anche il segmento più combattuto, quello degli entry level, travasando anche in veicoli più economici idee e contenuti decisamente interessanti. Non è un mistero che il nuovo Dreamer D55 rappresenti la declinazione più giovane e conveniente del nuovo Campérève Magellan 643 e dell’altrettanto rinnovato Rapido V55, modelli uniti dalla medesima pianta interna e, di conseguenza, dall’interessante ed eclettico sfruttamento degli spazi regalato dalla toilette con doccia Modul’Space, nè che l’impiantistica impiegata, anche sul modello più conveniente, sia parente stretta di quella degli altri due, offrendo di serie dalla batteria dei servizi di ottima qualità al sempre più richiesto frigorifero di grandi dimensioni. Dove è, allora, la differenza? Fondamentalmente nel gusto, più lineare, meno ricercato, più sobrio e un poco più dimesso degli esterni e degli interni, nell’utilizzo di alcune componenti (fornello a due fuochi e non a tre, assenza di piano ampliabile per la cucina o per il tavolo del soggiorno, illuminazione meno ricca di sorgenti luminose…), tutti aspetti che, è vero, risultano meno appaganti per l’occhio e, in alcuni casi, anche un poco meno pratiche, ma che non intaccano la sostanza di un van che non nasce per oscurare i “fratelli” più ricchi ma per proporre soluzioni interne interessanti coniugandole con un prezzo attrattivo. Un veicolo da intendere come uno strumento e non come un fine, piuttosto pratico e funzionale, che si propone con disinvoltura sia al neofita sia al cliente più esperto puntando deciso sulla sostanza. Ed è questo, in fondo, ciò che conta.

Dreamer-D55-011

 

Cosa ci è piaciuto di più

  • L’aspetto esterno è semplice e allo stesso tempo piacevole, discreto, molto vicino a quello della meccanica di base originale.
  • Lo sfruttamento degli spazi interni è convincente: solo il blocco cucina, obiettivamente, deve fare i conti con uno sviluppo longitudinale davvero limitato.
  • La soluzione Modul’Space per toilette e doccia è intelligente, pratica e regala spazi inusuali in un veicolo che nasce per essere compatto.
  • L’impiantistica è curata, come da tradizione per i veicoli del Gruppo Rapido, e offre, di serie, tutto ciò che serve. A uno sguardo generale, si percepisce facilmente, anche in un veicolo di accesso come questo, il travaso di conoscenza ed esperienza effettuato dallo specialista Campérève.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Il blocco cucina è del tutto sprovvisto di piano di lavoro: una ribaltina laterale verso l’ingresso, risulterebbe decisamente pratica.
  • Il piano del tavolo è sprovvisto di sistema di ampliamento e può rendere difficoltoso il suo raggiungimento per chi utilizza, in sosta, la poltrona passeggero in cabina di guida.
  • Le portiere laterali e posteriori non sono interamente rivestite e lasciano diverse componenti interne con lamiera “a vista”.
  • Il letto posteriore beneficia, di serie, di una sola finestra laterale: le due classiche posteriori sono solo opzionali.
  • Il vano portabombole ha accesso laterale e non posteriore, cosa che ne complica l’accesso.

 

Riferimenti e contatti del costruttore

Fourgons Dreamer
414, rue des Perrouins – CS 20019 – 53101 Mayenne Cedex – France
www.dreamer-van.fr

Fotogallery

Si ringrazia per la gentile collaborazione GestCamp Market S.r.L.

Via Irlanda, 2  – Gallarate – VA – Italia
Tel 0331 772193 – Fax 0331 773452 – www.gestcamp.com

 

Michel

Comments are closed.