August 23, 2019

Hymer_Tramp568

Semintegrale “puro” dalle dimensioni non eccessive per vacanze a medio e lungo raggio in pieno comfort, con telaistica di livello superiore, predisposizione al turismo invernale e tutte le migliori peculiarità tipiche del Marchio

In sintesi

pagella_Hymer_TrampSL

Tipologia Profilato
Meccanica Fiat Ducato 35L – Telaio AL-KO, passo 3900 mm.
Motorizzazione base
2287 cc – 96 kW/130 CV
Motorizzazioni opt.
2287cc – 109 kW/148 CV
2999cc – 130 kW/177 CV
Posti omologati 4
Posti letto 2+1
Dimensioni 6990x2350x2900 mm
Spessore
pav./pareti/tetto
35+120/35/35 mm
Peso massimo ammesso* 3500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2940 Kg
Prezzo base
Euro 69.510
Iva compresa Franco Fabbrica
 *disponibile anche in configurazione Maxi con peso totale di 4500 kg e paso in o.d.m. di 3000 kg

 

L’analisi

Completamente rinnovata, l’attuale gamma di semintegrali Tramp SL rappresenta la massima espressione del concetto di profilato espressa dalla factory tedesca, con veicoli che si pongono nella fascia medio-alta del mercato. Forti di valori mutuati dalla solidissima tradizione Hymer accomunati a concetti costruttivi avanzati, i quattro modelli (con lunghezza da 699 a 779 cm) che compongono l’offerta hanno nel Tramp 568, il più compatto della gamma, una delle proposte più interessanti per il nostro mercato. La sua configurazione con letti gemelli, infatti, accomunata alla lunghezza inferiore ai sette metri, e alla disponibilità di un grande gavone garage, è particolarmente indicata per la coppia non più giovanissima desiderosa di compiere lunghi viaggi in pieno comfort e con la sufficiente dose di agilità.

Hymer_Tramp_568SL_01

Hymer_Tramp_568SL_02

I concetti costruttivi generali accomunano i Tramp SL ai “cugini” integrali B-Klasse: anche nel caso dei profilati, infatti, si ha l’adozione della meccanica Fiat Ducato in unione con il telaio ribassato extraserie AL-KO e un doppio pavimento tecnico riscaldato a costituire un’efficace barriera termica per il climi più rigidi. E come per i motorhome (e per l’intera produzione della Casa tedesca), la dotazione della meccanica di base è ai più alti livelli possibili, in particolare per quanto riguarda la sicurezza attiva e passiva: di serie, infatti, il Tramp SL 568 presenta, oltre ai “canonici” ABS e Airbag conducente, anche l’Airbag passeggero, ASR, ESP (il sistema elettronico di controllo della stabilità) Hill Holder, Traction Plus e Cruise Control. Di serie sono anche il condizionatore in cabina, i vetri elettrici, la chiusura centralizzata con telecomando, gli specchietti laterali regolabili e riscaldabili elettricamente e le luci DLR. Tra le opzioni possibili si segnalano i cerchi da 16″, anche in lega leggera.

Hymer_Tramp_568SL_04

Hymer_Tramp_568SL_06

Fornito di base con la brillante meccanica da 2,3 litri nella versione con 130 CV (adatta a muovere agilmente un mezzo dalle dimensioni non eccessive come questo) il Tramp 568 SL può essere configurato sia con la versione da 148 CV del 2,3 litri, dotato di turbina a geometria variabile, sia con il performante 3 litri da 177 CV. Allo stesso modo, alla versione standard con peso totale di 35 quintali (capace comunque, grazie a una tara ridotta, di fornire un adeguato carico utile residuo), si affianca l’opzione del veicolo con PTT da 4500 kg, capace di fornire un cospicuo carico utile di circa una tonnellata.

Il passo adottato è di 3900 mm, con uno sbalzo posteriore non eccessivo e in grado, anche grazie al telaio AL-KO, di supportare al meglio la presenza di un gavone garage. Di ottime dimensioni (125 cm di altezza, per una profondità di 115 e una larghezza di 215), il vano ha una conformazione regolare e un allestimento completo di doppio sistema di illuminazione e binari di fissaggio del carico con ganci riposizionabili a piacere. Il garage ospita, poi, anche il pulsante della valvola di scarico elettrica del serbatoio di recupero. Ottimale anche l’accesso, garantito da due ampi portelloni simmetrici da 118×91 cm, con un funzionale sistema di ritenuta in posizione aperta costituito da un pistone a gas.
Di buon livello la componentistica, che si avvale di quattro finestre Dometic S7 con telaio in alluminio e unibloc oscuranti/zanzariera plissettati, mentre a tetto – oltre al già citato skyroof nel cupolino – sono presenti un oblò panoramico Hymer da 80×50 cm con apertura a pantografo e due oblò con cupola, sempre di realizzazione Hymer, da 40×40 cm e collocati a servizio di bagno e camera da letto posteriore.

La porta cellula presenta una inusuale “smussatura” nell’angolo superiore destro, resa necessaria per la sua posiziona avanzata e la conseguente interazione con la struttura perimetrale della scocca. Dotata di vetratura fissa, utile per la visibilità del conducente sul lato destro (altrimenti piuttosto limitata), è servita da un gradino interno e da uno doppio elettrico estraibile ed è dotata di zanzariera scorrevole.

Hymer_Tramp_568SL_07

Hymer_Tramp_568SL_10

A livello estetico, il Tramp SL non si discosta dai canoni classici Hymer, con una scocca che riprende, per quanto riguarda fiancate e specchio di coda, i canoni stilistici già tipici dei motorhome: grafica discreta e dinamica, specchio di coda armonico con cantonale superiore che ingloba lo spoiler e il terzo stop e paraurti con i classici e ben visibili gruppi ottici Hella. Il frontale, infine, presenta un cupolino piuttosto rastremato e ben raccordato con la cabina originale Fiat. Tutto l’insieme configura un veicolo dall’aspetto piuttosto dinamico ed equilibrato, che richiama volutamente il “Family feeling” tipico del Marchio ma non rinuncia a una certa personalità.

Hymer_Tramp_568SL_05

Anche la costruzione riprende i classici schemi Hymer con pareti e tetto in sistema Pual: un sandwich da 35 mm di spessore caratterizzato dal rivestimento esterno in alluminio liscio, isolamento in schiuma poliuretanica e rivestimento interno in multistrato, con apposite griglie metalliche annegate all’interno della parete ad assicurare rinforzo strutturale e aggancio ottimale per gli arredi. Stessa struttura anche per il tetto, che presenta la posssibilità. in opzione, di avere un ulteriore rivestimento esterno in vetroresina antigrandine, mentre il doppio pavimento conta su una parte inferiore da 35 mm rivestita internamente ed esternamente in vetroresina ed una superiore (la base della cellula abitativa) da 30 mm, con un’intercapedine riscaldata di 12 cm occupata da impianti e canalizzazioni e, in parte, anche dai serbatoi.
La struttura generale si completa con cupolino, raccordo tra tetto e parete posteriore, parafanghi e passaruota posteriori in vetroresina e bandelle laterali in alluminio.

Gli impianti

Uno dei connotati salienti dell’impiantistica adottata nei semintegrali Tramp SL è senza dubbio l’autonomia idrica unita alla cura nella realizzazione generale per garantire un utilizzo in ogni stagione dell’anno. Il serbatoio dell’acqua potabile ha, infatti, una capacità totale di 160 litri, mentre sono 140 i litri per quello di recupero. Entrambi, poi, sono collocati nel sottopavimento, accessibili per le operazioni di manutenzione e pulizia dall’interno della cellula tramite due botole e inseriti in un apposito guscio esterno in poliuretano, coibentato e riscaldato. L’approvvigionamento idrico, come tradizione Hymer, è garantito da una pompa a immersione con una portata di 19 litri al minuto, mentre gli scarichi sono tutti muniti di sifoni ispezionabili e di tubazioni rigide di derivazione domestica.

Hymer_Tramp_568SL_13

Hymer_Tramp_568SL_11

Hymer_Tramp_568SL_12

L’impianto elettrico fa capo a una batteria servizi da 95Ah e al caricabatterie/trasformatore Schaudt EBL 29, completo di quadro di distribuzione e fusibili integrati, entrambi inseriti all’interno del divanetto frontemarcia e facilmente raggiungibili da un apposito portello laterale esterno. L’impianto è controllato da un centralina semplice e intuitiva, sempre fornita da Schaudt, inserita sopra la porta d’ingresso. Abbondante la dotazione di prese elettriche, che vede la presenza di tre prese a 12V e cinque a 220V, queste ultime a servizio di zona living, blocco cucina (due), porta tv lcd (fornito di serie e collocato proprio a fianco all’ingresso), e toilette.

Hymer_Tramp_568SL_14

Hymer_Tramp_568SL_16

L’illuminazione, infine, è completamente a led, con spot fissi (oblò centrale, ingresso, cucina e bagno) e orientabili, con particolari elementi a doppia luce bianca/blu per i sottopensili e i letti posteriori. Presenti l’illuminazione diffusa a soffitto e anche due strisce a led per la base del cupolino e sotto il piano cucina.

Hymer_Tramp_568SL_18

Hymer_Tramp_568SL_19

Hymer_Tramp_568SL_26

Il riscaldamento, di serie, offre la Truma Combi 6 da 6000 Kcal (disponibile a richiesta anche con resistenza elettrica da 1800 W) collocata centralmente sotto il sedile dinette e fornita in configurazione CP Plus, con comando digitale multifunzione. Molto curata la distribuzione del calore, che raggiunge bene tutti i punti della cellula e, in particolare con diffusione perimetrale a beneficio dei letti posteriori; da segnalare poi, che, in opzione, i profilati Tramp SL possono essere anche essere dotati del sistema di riscaldamento Alde 3020 a convettori o del completissimo pacchetto opzionale Arktis-Packet che, oltre al sistema Alde, provvisto in questo caso di scambiatore di calore, prevede anche il riscaldamento supplementare Webasto a gasolio, la tenda divisoria coibentante tra cabina e abitacolo e lo scudo termico isolante esterno.

L’impianto gas fa affidamento a due bombole da 10 kg, collocate in un vano esterno nella parte posteriore destra della scocca, realizzato in abs e provvisto di feritoie di aerazione a pavimento. La dotazione di serie prevede lo scambiatore automatico Truma DuoControl CS (non presente sull’esemplare in test, ma fornito per i veicoli commercializzati in Italia), mentre i tre rubinetti sezionatori sono collocati alla base della penisola del blocco cucina, in posizione facilmente raggiungibile.

Hymer_Tramp_568SL_08

Hymer_Tramp_568SL_21

Hymer_Tramp_568SL_20

All’interno

L’interno del Tramp 568 SL non si segnala per appariscenza o ricerca estetica, ma si rifugia in solidi connotati di ergonomia e linearità, pur risultando comunque gradevole e disegnando un ambiente accogliente e sobriamente elegante. Degni di nota sono i pensili nella zona anteriore, che si sviluppano senza soluzione di continuità tra gli elementi inseriti lateralmente del cupolino e quelli a beneficio della dinette, in un’armonia finalizzata a inglobare in modo ottimale la zona guida nell’ambiente abitativo. Altro particolare che concerne la ricerca ergonomica, sempre tenuta ben in primo piano dai progettisti Hymer, è la continuità del pavimento, in un unico livello dalla cabina guida fino alla camera posteriore. Nello stesso pavimento, poi, oltre alle botole dedicate all’ispezione dei serbatoi sono ricavati altri due utili spazi di sistemazione.

Hymer_Tramp_568SL_22

Hymer_Tramp_568SL_39

Il soggiorno, causa il contenimento della lunghezza globale, rinuncia alla panca laterale e concentra la sua disponibilità di spazio a sedere in una dinette a “L” con tavolo centrale su piantana abbattibile, dotato di piano traslabile nelle quattro direzioni.
Anche in questa configurazione, però – grazie all’ampio spazio di manovra in corrispondenza della porta cellula avanzata -, risulta ben agibile e, con i sedili girevoli in cabina, offre quattro comodi posti a pranzo. Aerazione e luce sono garantiti dalla presenza della finestra laterale, da quella fissa nella porta cellula, dal maxi oblò originale Hymer e dallo Skyroof nel cupolino. Il tutto, poi, si può richiedere in conformazione trasformabile, in modo da poter avere disporre di un terzo letto d’emergenza.

Hymer_Tramp_568SL_24Hymer_Tramp_568SL_23

La cucina adotta un mobile a “L”, non amplissimo nello sviluppo ma ben dotato e organizzato. In particolare, si segnala la disponibilità di ben sei cassetti diversificati nelle dimensioni e nella capacità, dotati di chiusura assistita, e il piano di lavoro in materiale tipo Corean. A disposizione del cuoco di turno, un gruppo cottura a tre fuochi con copertura in cristallo parzializzabile e un lavello con coprilavello e miscelatore in materiale plastico cromato.

Hymer_Tramp_568SL_40

Hymer_Tramp_568SL_31

Hymer_Tramp_568SL_37

Hymer_Tramp_568SL_33

Non manca un capace pensile superiore e, in aggiunta, un particolare ripiano discendente dotato di presa di corrente, ideale, ad esempio, per ospitare la macchina per il caffè. La dotazione tecnica si completa con il frigorifero Smart Tower Thetford N3142, con larghezza ridotta e capacità di 142 litri. Manca la cappa aspirante, ma la necessaria aerazione è garantita dall’ampia finestra e dall’attiguo maxi oblò Hymer da 50×80 cm.

Hymer_Tramp_568SL_34

Hymer_Tramp_568SL_41

La toilette sfrutta in modo razionale ed ergonomico il non molto spazio disponibile creando un ambiente che colloca sui due lati opposti il wc (Thetford C260) e il box doccia – separabile da doppia porta pieghevole in metacrilato e con piatto in termoformato – che, quando non in uso, grazie anche alla pedana in legno nautico asportabile, offre il proprio spazio utile per favorire le movimentazioni nelle operazioni più comuni. L’arredo, oltre al lavabo di dimensioni corrette, realizzato in un particolare materiale denominato “Cool Glass” che simula al tatto e alla vista la porcellana, conta su un armadietto sottolavabo, due ampie specchiere e pensile a colonna. Manca la finestra ma la necessaria aerazione è garantita da un oblò Hymer a compasso e un aeratore.

Hymer_Tramp_568SL_45

Hymer_Tramp_568SL_44

La zona notte posteriore con letti singoli affiancati è la peculiarità dell’allestimento. I due letti singoli sono entrambi di buone dimensioni (un po’ più lungo quello sul lato sinistro), corredati di reti a doghe e materassi di ottima qualità con imbottitura multizona in schiumato a freddo.
L’ambientazione, oltre al già citato riscaldamento a diffusione perimetrale, prevede due finestre simmetriche, oblò centrale, tre pensili con due vani a giorno sulla parete centrale di fondo e altri due, con altrettanti vani a giorno longitudinali, sui fianchi, oltre a uno spot centrale e due luci orientabili di lettura.

Hymer_Tramp_568SL_50

Hymer_Tramp_568SL_47

Sotto i letti sono ricavati due armadi, entrambi con buona cubatura, che si vanno ad aggiungere a un armadio principale a tutta altezza e dimensioni standard collocato a fianco dell’ingresso.

Hymer_Tramp_568SL_48

Questa disponibilità, unita alla dovizia nella dotazione di pensili, e alle già citate utilissime botole a pavimento, fornisce a questo semintegrale – anche in assenza di cassapanche utilizzabili – una capacità di stivaggio interno adatta anche per viaggi a lungo raggio.

Piantine e misure

Mis_esterne_Tramp568

piantina_pla_ok

Dotazioni di serie

ABS, EBD, ASR, Airbag conducente e passeggero, ESP, Hill Holder, Traction+, Cruise Control, climatizzatore cabina, vetri elettrici, chiusura centralizzata, paraurti verniciato, specchietti laterali regolabili e riscaldabili elettricamente, luci diurne DLR, zanzariera porta cellula, predisposizione radio con altoparlanti in cellula, porta tv lcd, maxi oblò 80×50, oscuranti plissettati cabina.

Conclusioni

Il Tramp 568 SL è un profilato “puro”, pensato per la coppia e proprio per questo senza i compromessi tipici di soluzioni meno dedicate: sta proprio in questo concetto di base la sua forza maggiore. Con connotati tecnici di prestigio e soluzioni ergonomiche molto ben studiate e realizzate, rappresenta la base dell’offerta dei semintegrali serie SL: una gamma che ha ricevuto dal recente totale rinnovamento un’iniezione di prestigio significativa, posizionandosi ai vertici della propria categoria a livello continentale. Indiscutibilmente “Hymer” già di primo acchito, il Tramp SL 568 porta con sé tutti i valori e il “know-how” del colosso europeo del settore insieme a un’attenzione significativa per le esigenze attuali di un’utenza che, a certi livelli, non è più incline ad accontentarsi. L’avere molte soluzioni mutuate direttamente dalle serie di integrali B-Klasse, non fa altro che accrescere le sue già ottime caratteristiche globali, accentuando, ad esempio, la propria predilezione per il turismo invernale, grazie a soluzioni mirate e ampiamente collaudate. Un camper, però, che non dimentica, anzi sottolinea, il suo essere prima di tutto un veicolo, con una telaistica sofisticata in grado di fornire un’ottima stradalità e una dotazione di serie che, sulla scorta di quanto succede da tempo nel mondo automotive, è completa di tutto ciò che la moderna tecnologia mette a disposizione per il comfort e la sicurezza. Una scelta ottimale, quindi, per l’equipaggio di coppia non più giovanissimo ma dinamico, alla ricerca di un compagno di viaggio completo, sicuro, affidabile, facile da guidare e confortevole.

 

Cosa ci è piaciuto di più

  • Completissima la dotazione di serie della meccanica di base, in particolare per quanto riguarda la sicurezza attiva e passiva
  • L’allestimento generale e gli accorgimenti tecnici garantiscono un’ottima adattabilità al turismo invernale, ulteriormente incrementabile con il paccehhto “Arktis Packet” opzionale che comprende il riscaldamento Alde a convettori.
  • Ottima l’autonomia garantita dai serbatoi di carico e scarico
  • Oltre al grande e ben fruibile garage, non mancano gli spazi di stivaggio interni, sopratutto nell’ottica del turismo di coppia

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Visto l’elevato livello della tealistica, non sarebbe stato male prevedere la fornitura di serie delle ruote da 16″
  • Anche in presenza della porta vetrata, la visibilità sul lato destro durante la marcia è un po’ penalizzata sia per il guidatore sia per i passeggeri

Riferimenti e contatti del costruttore

Hymer AG
Holzstraße 19
Postfach 1140
D-88339 Bad Waldsee
+49 (0) 7524-999-0
www.hymer.com/it

Contatti Italia:
italia@erwinhymergroup.com

Beppe

Comments are closed.