October 14, 2019

RT_Livingstone

Furgonato “classico” nella configurazione ma arricchito da un allestimento particolarmente curato, un’accessoristica completa e un concetto abitativo improntato alla massima fruibilità

In sintesi

pagella_livingstone

Tipologia Furgonato – Camper puro
Meccanica Fiat Ducato 33/35L – Furgonato originale L3H2, passo 4035 mm
Motorizzazione base
1956 cc – 85 kW/115 CV
Motorizzazioni opt.
2287 cc – 96 kW/130 CV
2287cc – 109 kW/148 CV
2999cc – 130 kW/177 CV
Posti omologati 4
Posti letto 2+1
Dimensioni 5990x2050x2610 mm
Spessore
pav./pareti/tetto
22/20/30 mm
Peso massimo ammesso 3300/3500 kg.
Peso dichiarato in o.d.m. 2820 Kg
Prezzo
Euro 43.590 Iva compresa, franco fabbrica

 

L’analisi

C’era una volta il furgone allestito: spartano, essenziale, minimalista, frutto dell’inventiva, e spesso del genio, di piccoli e intraprendenti allestitori. Da quando è stata curata e sviluppata anche dai grandi costruttori, questa tipologia ha conosciuto un intenso e continuo sviluppo e anche alcune inevitabili “mutazioni genetiche”. Una tra le più significative è senza dubbio quella che, pur senza rinnegare i valori di praticità che sono la sua stessa essenza, ha portato in alcuni casi il camper puro a “vestirsi” in modo elegante e raffinato. Uno degli esempi più significativi di questa evoluzione sono i Roller Team Livingstone nella configurazione Prestige, l’allestimento più elegante tra i due proposti per la gamma i furgonati della Casa toscana.

RT_Livingstone2Prestige_10

Il Roller Team Livingstone 2 – sviluppato sulla base Fiat Ducato, comune a tutta la gamma -, tra le sei varianti presenti in gamma rappresenta quella più “classica” nella sua configurazione con letto matrimoniale trasversale posteriore, servizi centrali e soggiorno con semidinette avanzata realizzata sul furgonato con lunghezza di 599 cm e tetto altro standard H2: si tratta di una delle disposizioni tuttora più richieste dall’utenza, sia per la sua dedizione a fornire un buon comfort al turismo dinamico di coppia, sia per la spiccata polivalenza data dalla conformazione della parte posteriore. Pur se disponibile anche nella variante “Sport”, più essenziale ed economica, questo veicolo riceve dall’allestimento Prestige una serie di miglioramenti sia nell’arredo sia nell’accessoristica, con un interessante rapporto “Value for money”.

RT_Livingstone2Prestige_02

RT_Livingstone2Prestige_03

La differenziazione inizia già a partire dalla base meccanica: il Livingstone Prestige, infatti, disponibile con tutte e quattro le motorizzazioni previste per il commerciale Fiat (2 lt da 115 CV, 2,3 lt con 130 o 148 CV e 3 lt da 177 CV) offre di serie climatizzatore, specchietti esterni regolabili e riscaldabili elettricamente, Cruise Control e Airbag passeggero. Restano, però, in opzione altre importanti dotazioni inerenti la sicurezza attiva che, date la caratteristiche “automotive” della tipologia del camper puro, potrebbero essere fornite di serie. Sono, comunque, disponibili due Pack dedicati: lo Stability Pack con ESP; Hill Holder e Traction+, e lo Stability Plus Pack che comprende anche il sistema di controllo pressione gomme, l’avvisatore di superamento corsia e la gestione automatica dei fari abbaglianti all’incrocio con altri veicoli. Buona anche la dotazione per quanto riguarda la cellula abitativa, che comprende la predisposizione autoradio, le tende di oscuramento in cabina, l’oblò panoramico, il paraurti verniciato e, in particolare, il sistema di isolamento e riscaldamento del serbatoio.

RT_Livingstone2Prestige_06

Offerta di serie bianca, ma ottenibile a richiesta anche nelle colorazioni argento, grigio acciaio, blu e champagne metallizzate, la carrozzeria del Livingstone 2 Prestige offre la nota linea del furgonato Fiat, resa ancora più sportiva con il nuovo frontale introdotto lo scorso anno.

RT_Livingstone2Prestige_12

A “tradire” la natura camperistica, oltre a a una grafica leggera e poco invadente, sono le numerose finestre Plastoform con apertura a compasso, ben distribuite: due a servizio della zona anteriore, una opacizzata per la toilette e ben tre, di cui due sui portelloni posteriori, a beneficio della zona notte posteriore. Due gli oblò: al maxi Oblò Midi Heki nella parte dedicata al living si associa un elemento a manovella per il letto posteriore, mentre la toilette è servita da un aeratore.

RT_Livingstone2Prestige_04

L’accesso avviene tramite il portellone scorrevole laterale, fornito di zanzariera scorrevole e di gradino elettrico supplementare, mentre posteriormente, come solitamente accade per questo tipo di veicoli, due portelloni con apertura laterale a 90 e 180 gradi (ben isolati a evitare ponti termici grazie a un rivestimento in termoformato) “scoprono” tutto il lato posteriore occupato dal letto trasversale. Sotto quest’ultimo è disponibile un vano di stivaggio di buone dimensioni (142 cm di profondità per 90 cm di larghezza) con un’altezza utile di 68 cm.

RT_Livingstone2Prestige_07

RT_Livingstone2Prestige_13

Grazie al ribaltamento della parte centrale del letto, poi, è possibile usufruire di un vano a tutta altezza che rende il veicolo ancora più polivalente e in grado di trasportare colli ingombranti; una paratia mobile, normalmente ripiegata su un fianco, costituisce una barriera sufficiente a impedire lo scivolamento dei colli stivati lungo il corridoio centrale, mentre non manca un vano laterale chiuso da sportello sfruttabile per stivare altri oggetti, anche di discrete dimensioni.

RT_Livingstone2Prestige_37

RT_Livingstone2Prestige_38

RT_Livingstone2Prestige_39

RT_Livingstone2Prestige_40

RT_Livingstone2Prestige_41

La costruzione della scocca utilizza, ovviamente, la lastratura originale Fiat, alla quale, però, Roller Team ha applicato, a questo come a tutti gli altri furgonati della gamma, l’isolamento con tecnologia ExPS Van. L’intera scocca (pareti laterali, montanti, tetto, porte posteriori e porta scorrevole laterale) viene isolata tramite una guaina autoadesiva a base di fibra di poliestere rivestita, sul lato interno, da una lamina di alluminio. L’applicazione vede spessori tra 10 e 20 mm a seconda della componente da coibentare. Il rivestimento interno delle pareti e delle porte è rifinito applicando appositi stampi preformati in abs, mentre per il tetto è previsto un pannello con rivestimento inferiore plastificato. Il pavimento, infine, è costituito da un sandwich di multistrato fenolico e polistirolo ad alta densità posato sul pianale del furgone in modo da creare una camera d’aria inferiore.

Gli impianti

Utilizzare un van, oggi, non vuol più dire avere limitazioni inevitabili nelle dotazioni e nell’autonomia: il Livingstone 2, infatti, ha un’impiantistica di tutto rispetto con poco da invidiare a mezzi ben più ingombranti. Questo già a partire dall’impianto idrico, che può contare su un serbatoio dalla capacità di 100 litri, posto internamente (nella cassapanca posteriore sinistra) e servito da una pompa a presostato Shurflo Trail King 7. L’impianto gas fa capo a un vano, accessibile tramite il portellone posteriore sinistro e dotato di chiusura ermetica e aerazione a pavimento, che può ospitare due bombole da 7 kg. Tre i sezionatori interni, collocati in basso nel mobile cucina.

RT_Livingstone2Prestige_48

RT_Livingstone2Prestige_47

Il serbatoio di recupero, posto nel sottoscocca, centrale e lievemente spostato sul lato destro, ha anch’esso una buona capacità (90 litri) se rapportata all’equipaggio di coppia che rappresenta il “target” tipico di questo tipo di veicolo. Nell’allestimento Prestige, poi, è anche coibentato e riscaldato di serie: un’accorgimento che permette al Livingstone 2 di affrontare serenamente anche il campeggio invernale.
A supportare questa attitudine interviene l’impianto di riscaldamento, affidato alla Truma Combi da 4 Kw a gas. Collocata sotto la cassapanca della dinette, quindi in posizione centrale, si avvale di una distribuzione del calore tramite sette bocchette ben posizionate e in grado di servire in modo corretto un abitacolo comunque di ridotte dimensioni. In opzione, poi, è possibile ottenere sia la versione da 6 kW, sempre gas, sia quella alimentata a gasolio.

RT_Livingstone2Prestige_49

L’impianto elettrico fa capo a un pannello di comando Nordelettronica semplice e intuitivo, collocato frontalmente nello spazio sopra la cabina di guida, mentre caricabatteria e portafusibili trovano spazio sotto il sedile guida.

RT_Livingstone2Prestige_46

L’illuminazione interna è completamente a led, e ha una configurazione con luce ambiente affidata a elementi lineari a soffitto presenti sia sopra il pensile in soggiorno, sia sui tre lati della camera posteriore. Altre luci a led lineari illuminano il pano cucina e la toilette, mentre un raffinato elemento verticale a colonna è presente sul bordo del mobile cucina. Non mancano, poi, due spot di lettura orientabili a beneficio del letto posteriore e uno in cabina.

Livingstone2_illum

All’interno

L’interno del Livingston 2 Prestige si stacca nettamente dai parametri usuali della tipologia per offrire un ambiente di inusitata raffinatezza. L’essenza scura del mobilio, associata ai pensili e alle pannellerie crema con effetto lucido, infatti, offre una sensazione di elevata eleganza senza per questo “opprimere”; anzi, la combinazione chiaro/scuro, con netta prevalenza del primo, fornisce una buona sensazione di spazio arricchita anche dall’abbondante vetratura adottata. Corretti anche i volumi, che non “riempiono” troppo pur avendo dalla loro una buona fruibilità in tutti gli ambienti.

RT_Livingstone2Prestige_15

RT_Livingstone2Prestige_18

Così è, ad esempio, per il soggiorno, che adotta la classica configurazione con semidinette, completata nella fruizione tramite la rotazione dei sedili in cabina, e tavolo ancorato a parete. Quest’ultimo, con un piano in laminato chiaro, è dotato di prolunga pivottante per raggiungere agevolmente chi sta sul sedile passeggero.

RT_Livingstone2Prestige_16

RT_Livingstone2Prestige_17

Luce e aerazione sono assicurate dalle due finestre laterali simmetriche e dal maxi oblò centrale, mentre lo stivaggio, pur se un po’ penalizzato dalla mancanza di spazio all’interno della cassapanca dinette (occupata per intero dal complesso Truma Combi), può comunque avvalersi di un grande pensile, di una botola a pavimento e di un vano ricavato sopra la cabina guida dotato di presa elettrica e antenna, predisposto anche ad accogliere una tv lcd. Tutta la zona giorno, in caso di necessità, offre la possibilità di allestire un terzo letto singolo a sviluppo longitudinale con l’interessamento del sedile di guida: pur se da considerarsi d’emergenza, questa soluzione consente comunque, al contrario delle configurazioni trasversali, di lasciare libero il corridoio d’accesso tramite il portellone laterale.

RT_Livingstone2Prestige_19

RT_Livingstone2Prestige_43

RT_Livingstone2Prestige_42

La cucina è uno dei “pezzi” più significativi dell’allestimento: con un mobile di discreto sviluppo, parzialmente a sbalzo sull’ingresso, annovera una comoda cassettiera ad apertura laterale – accessibile, quindi, anche dall’esterno – con tre spaziosi elementi dotati di chiusura assistita e blocco centralizzato con chiave. Il cassetto superiore, poi, integra anche un piano di lavoro aggiuntivo estraibile.

RT_Livingstone2Prestige_23

RT_Livingstone2Prestige_26

RT_Livingstone2Prestige_29

Altri vani dispensa sono ottenuti nella parte destra del mobile e nel grande pensile superiore attrezzato con vani interni separati, mentre la dotazione comprende un gruppo integrato inox con gruppo cottura a due fuochi e lavello dotato di miscelatore, entrambi con copertura in cristallo. A fianco del mobile è collocato il frigorifero trivalente Dometic da 80 litri; sopra quest’ultimo si sviluppa anche l’armadio appendiabiti, di dimensioni corrette per ospitare capi appesi.

RT_Livingstone2Prestige_25

Il bagno sfrutta bene il non eccessivo spazio a disposizione offrendo anche un angolo doccia discretamente fruibile grazie allo scorrimento del lavabo in temoformato. Molto raffinata la soluzione che prevede il miscelatore incastonato a parete a servire sia l’erogatore per il lavabo sia la doccetta separata, selezionabile tramite un pulsante.

RT_Livingstone2Prestige_30

L’arredo è in legno e vede un pensile frontale con parte a specchio e uno laterale, il wc è il Thetford C260 con tazza orientabile. L’aerazione è fornita da un fungo a tetto e da una finestra opacizzata che però non presenta scuro o zanzariera; pregevoli, per contro, la parete frontale e il pavimento completamente rivestiti, con quent’ultimo dotato di pedana in legno nautico.

RT_Livingstone2Prestige_32

La zona notte posteriore vede la presenza di un letto trasversale di buone dimensioni, con materasso di qualità su rete a doghe, inserito in un ambiente molto curato, con pensili sui tre lati, rivestimento delle pareti, tasca portaoggetti, luce diffusa a tetto e spot orientabili di lettura.

RT_Livingstone2Prestige_36

RT_Livingstone2Prestige_34

RT_Livingstone2Prestige_35

Ottima anche l’areazione, che può contare su tre finestre (una laterale e due sui portelloni di coda, queste ultime utilissime, soprattutto quella di destra, anche per il guidatore, in manovra e in marcia), e ben assicurata anche la climatizzazione invernale, grazie alle due bocchette contrapposte che “soffiano” aria calda sotto il piano letto e all’isolamento integrale dei portelloni che consente di non avere parti in lamiera – e conseguenti ponti termici – a contatto con il materasso.

RT_Livingstone2Prestige_33

Piantine e misure

Mis_esterne_Livingstone

piantina_pla_ok

Dotazioni di serie

ABS, Airbag conducente e passeggero, climatizzatore manuale, Cruise Control, vetri elettrici, specchietti esterni regolabili e riscaldabili elettricamente, serbatoio recupero riscaldato, gradino esterno elettrico, maxi oblò Midi Heki.

Conclusioni

Viaggiare ed esplorare con dinamismo e voglia d’avventura facendolo in un ambiente elegante e raffinato: è questo il sunto della proposta che Roller Team fornisce con il Livingstone Prestige. Senza togliere nulla alla praticità tipica di utilizzo del camper puro – anzi, aggiungendo particolari che ne aumentano la fruibilità – questo camper offre un ambiente che pone al centro dell’attenzione l’eleganza e l’accoglienza, e si dimostra capace anche di limitare molto, se non quasi a eliminare, la sensazione di relativa oppressione che molti possono sentire nel soggiornare in ambienti giocoforza limitati nelle dimensioni. A questo si aggiungono le doti del Fiat Ducato furgonato che, nella sua ultima versione, si offre con connotati spiccatamente “automotive” ed è capace di prestazioni – con le motorizzazioni da 130 e 148 CV, e ancora di più con il 3 litri da 177 CV – paragonabili a quelle di una tranquilla berlina familiare.
Proprio questa predisposizione alla mobilità senza confini fa sembrare un po’ discutibile la scelta del costruttore di lasciare in opzione alcune dotazioni, in particolare riguardanti la sicurezza attiva, che in un mezzo per altri versi molto ben dotato anche nella parte prettamente automobilistica, andrebbero offerte di serie. La factory toscana, comunque, ha predisposto due pacchetti opzionali che annoverano tutta la tecnologia in materia di sicurezza attiva del Fiat Ducato, compresi, oltre agli irrinunciabili ESP e Traction+, anche il segnalatore di superamento corsia e l’automatismo che commuta automaticamente i fari da abbaglianti ad anabbaglianti all’incrocio con altre vetture. Sta all’acquirente, quindi, capire quanto sia importante, a fronte di una spesa comunque limitata se considerata in relazione a molti altri accessori senza dubbio utili, avere un veicolo dotato di tutti i dispositivi tecnologicamente più avanzati che l’industria automobilistica mette attualmente a disposizione.
Per il Livingstone 2 Prestige, poi, questo “sforzo” è ampiamente ripagato: l’agilissimo van Roller Team, infatti, assicura avventure con pochi limiti e ottima autonomia anche per viaggi a lungo raggio. Il tutto in un ambiente capace di richiamare, anche se ovviamente “in piccolo”, l’eleganza e l’accoglienza di un motorhome.

RT_Livingstone2Prestige_09

Cosa ci è piaciuto di più

  • L’arredo è molto elegante e fonisce un ambinete accogliente, pur restando doverosamente razionale
  • Ben realizzato il rivestimento interno, senza tratti di lamiere a vista o a contatto
  • La parte posteriore è particolarmente fruibile in quanto a polifunzionalità e carico; molto semplice e immediato il ribaltamento del letto
  • Le dotazioni di serie sono generalmente piuttosto ricche

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Vista la natura prettamente automobilistica della tipologia, e di questo veicolo in partcolare, ESP, Tracion+ e Hill Holder dovrebbero essere proposti di serie e non solo opzionali
  • La finestra del bagno, pur opacizzata, è priva anche di zanzariera

Riferimenti e contatti del costruttore

Roller Team – Trigano S.p.A.
Loc. Cusona, 5037 San Gimignano (Siena).
Tel. +39 0577 6501 Fax +39 0577 650200
www.rollerteam.it

 

Beppe

Comments are closed.