October 23, 2020

WebastoBlueCoolDrive

Il sistema dell’azienda tedesca integra e amplia l’impianto di condizionamento della meccanica di base per estendere la climatizzazione a tutta la cellula abitativa

Estate uguale caldo. Ma come succede per le autovetture, moltissimi camper, soprattutto se di ultima generazione, sono dotati di aria condizionata in cabina che permette di viaggiare confortevolmente e, di conseguenza, anche in maggiore sicurezza..Quindi il problema dei viaggi in zone calde e afose è solo più un ricordo? Per chi sta davanti si, ma per chi sta dietro in dinette?
Le “barriere” tra la cabina e la cellula abitativa, primi tra tutti i sedili stessi, non favoriscono il diffondersi dell’aria fresca nell’abitacolo e in ogni caso il sistema di condizionamento previsto sulle meccaniche di base non ha una portata tale da poter arrivare in misura sufficiente ai posti dietro. In più, le finestre a compasso della cellula non possono essere aperte in viaggio e quindi, in caso di cimi molto caldi, la sofferenza per chi sta seduto in dinette – molto spesso i bambini – è garantita.
A questo problema, pensando specificatamente a chi viaggia in camper, fornisce una risposta Webasto, con il suo BlueCool Drive. Il sistema prevede un evaporatore aggiuntivo da collocare nella cellula abitativa connesso con l’impianto principale di condizionamento del veicolo che funziona, come l’aria condizionata principale, con il motore del veicolo.

BCD_07L’impianto di condizionamento del veicolo funziona con lo stesso principio dei frigoriferi: tramite un compressore azionato dal propulsore comprime il liquido refrigerante fino a riscaldarlo e trasformarlo allo stato gassoso. Successivamente, il gas, sotto alta pressione, viene convogliato verso un condensatore, dove si espande, ritorna allo stato liquido e in questo processo sottrae velocemente calore all’aria circostante. La ventilazione fa passare l’aria attraverso questo condensatore diffondendo frescura nell’ambiente.
Con il montaggio del Webasto BlueCool Drive, una parte del gas compresso e riscaldato è indirizzata verso l’evaporatore aggiuntivo collocato in cellula, dove svolge la stessa funzione, sottraendo calore all’ambiente e, quindi, raffreddandolo. Anche in questo caso delle ventole provvedono a diffondere l’aria fresca nella cellula abitativa. Il risultato è una sistema che permette di avere fresco uniforme in tutte le zone del camper, tanto in cabina come nella cellula.

BCD_06Il sistema Blue Cool Drive permette di avere tre livelli di raffreddamento (low-medim-hight) e opera in modo indipendente dalla regolazione dell’aria condizionata effettuata dal comando in cabina; ovviamente, il sistema di condizionamento generale del veicolo deve essere acceso.
Il Blue Cool,Drive fornisce fino a 4kW di potenza di raffreddamento, con una portata d’aria pari a 450 metri cubi all’ora, funziona allacciato alla rete a 12V e non necessita di energia supplementare da inverter o generatori ma solo di essere connesso al circuito principale dell’aria condizionata. La sua operatività, inoltre, non limita la potenza di condizionamento dell’impianto originale.
Tutto il sistema pesa solo 6,6 kg, e quindi non comporta aggravi di peso che possono limitare le capacità di carico del veicolo, mentre il solo evaporatore pesa appena 3,7 Kg e non porta a sbilanciamenti nella distribuzione interna delle masse. L’installazione può essere effettuata in ogni luogo – nei cupolini dei profilati, nei pensili, nelle parti alte degli armadi, ovunque possa esserci sufficiente spazio per alloggiare il compatto condensatore (390x235x125 mm) – e, grazie alle componenti fornite con il prodotto, può essere estremamente flessibile e integrarsi al meglio con lo stile e con le componenti del veicolo.

BCD_08

BCD_09

BCD_10
Webasto, per il Blue Cool Drive, ha stretto una proficua collaborazione con il Gruppo Trigano: Ci e Roller Team, infatti, dopo aver offerto di serie il sistema Blue Cool Drive sulle serie speciali primaverili “Limite Edition” Elliot e Auto Roller, hanno confermato per tutti i modelli 2016 delle stesse gamme l’installazione opzionale di questo sistema capace di risolvere l’annosa questione delle climatizzazione estiva delle cellula in viaggio: problema tanto più sentito se a viaggiare “dietro”, come accede praticamente sempre, sono i membri più piccoli dell’equipaggio.

Beppe Finello

Comments are closed.