April 19, 2019

Hobby-OptimaDL75HGE

Ampi spazi interni a servizio di living e camera da letto, maxi garage passante, letto basculante e la tipica qualità delle realizzazioni Made in Germany in un profilato a quattro posti generoso e super accessoriato: è il nuovo Hobby Optima DeLuxe T75 HGE.

In sintesi

 

Optima-Voti

Tipologia Profilato con basculante
Meccanica Fiat Ducato 35 L con telaio ribassato Camping-Car Special
Motorizzazione di base 2.286 cc – 130 cv
Motorizzazioni opt. 2.286 cc – 148 cv
2.999 cc – 177 cv
Posti omologati 3
Posti letto 4
Dimensioni 750x233x277 cm
Spessore pav./pareti/tetto 42/34/34
Peso massimo ammesso 3.500 kg
Peso dichiarato a vuoto
2.993 kg
Prezzo 63.250 Euro

L’analisi

Viaggiando lungo le strade d’Europa, dalla Spagna alla Scandinavia, non è difficile incontrare veicoli decisamente particolari, contraddistinti da forme un po’ inconsuete, ben sottolineate da colorazioni eleganti e solitamente appannaggio del mondo dell’auto, con tinte sul bronzo, sul grigio ferro o sull’azzurro metallizzato. Veicoli contraddistinti da una carrozzeria con pareti centinate, con una parte posteriore disegnata per ricordare da vicino la poppa di un natante e una linea di cintura laterale impreziosita da finestre con forme, ancora una volta, automobilistiche: risalgono agli Anni Ottanta e hanno un nome ben preciso, Hobby 600. Vere e proprie pietre miliari nel campo dei profilati, i semintegrali lanciati ormai più di 30 anni or sono dall’azienda creata e tuttora gestita dalla famiglia Strievsky, gli Hobby 600 sono stati tra i primissimi a credere nelle possibilità offerte dalla tipologia del profilato, con un fil rouge che, passando attraverso le differenti generazioni di prodotto (Hobby 600, Toskana Exclusive, Premium Drive…) continua ancora oggi grazie alla recentissima gamma Optima DeLuxe.

I tempi sono cambiati, certamente, e con essi il design, oggi ben più convenzionale, ma ciò che non si è perso è la capacità di Hobby nel gestire gli spazi interni, dedicando la maggiorparte dei centimetri a disposizione a quelle aree soggette a ospitare per più tempo il proprio equipaggio, unita a uno stile più conformato al gusto europeo ma sempre capace di distinguersi e di offrire spunti interessanti tanto negli esterni quanto negli interni. Veicoli di carattere, quindi, ricchi di personalità e, nel caso specifico degli Optima DeLuxe, anche di dotazioni tecniche, pronti per combattere ad armi pari in una delle più affolate fasce di mercato, quella dei profilati (e profilati con basculante) di fascia medio/alta.

Hobby-009

Sviluppati sulla base dei modelli Optima, lanciati lo scorso anno per presidiare la fascia media, i nuovi DeLuxe hanno il compito di sostituire i Premium Drive al vertice dell’offerta Hobby: un compito non certo tra i più facili, ma che i nuovi arrivati possono affrontare forti di una gamma ampia e variegata, capace di spaziare dai 6 ai 7,5 metri di lunghezza con dieci modelli pensati per la coppia o per la famiglia di tre o quattro persone, ricca di elementi distintivi e di possibilità di personalizzazione.

Hobby-015

Il T 75 HGE rappresenta non solo l’ammiraglia della gamma Optima DeLuxe, ma dell’intera offerta di motorizzati di casa Hobby: un profilato con basculante abitabile e gereroso, proposto a poco più di 63.000 Euro e contraddistinto, come detto, da una invidiabile dotazione di serie. Un veicolo, quindi, tutto da scoprire, a partire dal design esterno, dove salta immediatamente all’occhio l’altezza contenuta ben oltre i 280 cm (277 per la precisione): un dato in linea con quello dei profilati tradizionali, che assicura una buona penetrazione aerodinamica, un estetica filante e ben proporzionata e che è cosa ormai rara nei veicoli completi di letto basculante anteriore, la cui altezza sfiora (e spesso raggiunge) i 3 metri.

Hobby-014

Un design piacevolmente compatto, con un cupolino anteriore rastremato, ben abbinato alle forme automobilistiche della cabina di guida del Fiat Ducato e che sfrutta bene le possibilità di modellazione dei manufatti in vetroresina, andando a disegnare forme eleganti, fluide e personali per integrare a dovere gli ampi cantonali di collegamento tra pareti e tetto: visto di profilo, l’Optima DeLuxe è un veicolo elegante e curato, con una buona precisione nell’accoppiamento tra la classica scocca a pannelli sandwich e la meccanica di base e con un passaggio indolore tra superfici piane e altre curvilinee per merito di un riuscito raccordo preformato dedicato sia alla cabina di guida sia alle bandelle laterali, prestampate in alluminio verniciato a polveri. Il look total-white dato dall’abbinamento tra cabina di guida, bandelle e pareti completamente bianche è efficacemente interrotto da una grafica particolarmente riuscita: una fascia scura che ricorda, almeno in parte, il design dei precedenti Premium Drive, che va a inglobare alla perfezione le finestre Polyplastic, anch’esse con lastra esterna brunita per un look più automotive, che scende fino alla cabina di guida scegliendo una colorazione cangiante (sui toni del blu petrolio e del bordeaux metallizzato) nella parte della calata di raccordo tra cellula e cabina.

Hobby-017

In coda, invece, ecco uno specchio bombato, quasi a voler dare l’impressione di un accentuato dinamismo, con la parete che curva leggermente verso il tetto e un’unione tra questi elementi sottolineata da un apposito raccordo preformato e in linea, per materiali e consistenza, con i classici cantonali laterali, mentre la parte inferiore è affidata a un paraurti monoblocco in abs completo di fanaleria circolare, portatarga, catadiottri e scalfatura inferiore che ricorda un po’ lo skid-plate anteriore del Ducato.

Hobby-008

Uno dei punti di forza di questo allestimento, come detto, è dato dalle possibilità di personalizzazione: il design esterno, in particolare, è uno dei punti sui quali l’azienda permette diversi upgrade. Hobby, infatti, offre come optional la possibilità di richiedere la cabina di guida anche con verniciatura Grigio Ferro metallizzato o Nero metallizzato, sempre in abbinamento a una grafica esterna specifica e realizzata a tema. In più, il veicolo può essre ordinato anche con la riuscita parete posteriore Premium: contraddistinta da un look specifico realizzato sfruttando appositi stampi in abs, ospita accattivanti gruppi ottici automotive (gli stessi utilizzati dalla serie ammiraglia delle omonime caravan di casa Hobby), forme avvolgenti e personali e un originale scudo superiore tono su tono (nero su bianco) completato da un’ampia fascia riflettente al centro della quale trova collocazione la terza luce di stop. Un’opzione, quella della parete posteriore Premium, che però aumenta la lunghezza di circa 6 cm.

Hobby-020

Lungo 750 cm (756.4 con la parete posteriore Premium), l’Optima DeLuxe T 75 HGE sceglie, come meccanica di base, il Fiat Ducato 35 Light con il nuovo telaio ribassato Camping Car Special con passo extralungo da 430 cm: una scelta, questa, che permette di equilibrare le porzioni a sbalzo tra una anteriore di 94.8 cm e una posteriore di 225.2 cm, di contenere l’altezza esterna in 277.5 cm a fronte di una utile interna di 198.4 cm e di offrire una larghezza fuori tutti di 233 cm (interna 217 cm).

Hobby-003

Il nuovo autotelaio Fiat, come detto, è impiegato in versione ribassata: sui suoi longheroni è collocato il pavimento, un sandwich da 42 mm di spessore contraddistinto da un rivestimento esterno in vetroresina, coibentazione in XPS da 35 mm, multistrato fenolico e rivestimento interno in linoleum.

Hobby-006

Il telaio del Ducato, inoltre, è prolungato, nella zona posteriore, da un’apposita struttura ribassata deputata a sostenere il classico garage passante e completa di pavimento sandwich in linea con quello utilizzato come piano di calpestio nelle altre zone del veicolo. Le pareti sandwich, da 34 mm di spessore, presentano una costruzione di tipo tradizionale e abbinano rivestimento in alluminio liscio, intelaiatura interna in legno, coibentazione in polistirolo ad alta densità e rivestimento interno in multistrato fenolico rivestito in melaminico: stessa costruzione e medesimo spessore sono poi impiegati anche per il tetto, contraddistinto, però, da un rivestimento esterno in vetroresina antigrandine.

Hobby-002

Sempre in fibra di vetro è il cupolino anteriore, mentre le bandelle laterali sono realizzate in alluminio. La scocca si completa, poi, con calate e raccordi in abs, con la porta cellula Hartal XL, completa di gradino elettrico Thule, finestra, controstampo attrezzato, serratura di sicurezza a doppio aggancio, zanzariera scorrevole, luce esterna e maniglia di cortesia, con i portelli dedicati alle aperture di servizio completi di telaio in alluminio e serrature a ritenuta progressiva, con cinque finestre Polyplastic, apribili a compasso e complete di unibloc oscuranti-zanzariera e, a tetto, con quattro oblò (uno sky-view anteriore, un Dometic MidiHeki e due MiniHeki).

Hobby-016

Il garage posteriore, come detto, è sorretto nella parte inferiore da un’apposita struttura di rinforzo imbullonata al telaio originale Fiat: accessibile tramite due ampi portelli laterali simmetrici (102×102 cm), vanta una soglia di carico a 52 cm dal suolo e si sviluppa in uno spazio da 217x122x112 cm.

Hobby-004

Hobby-005

Hobby-010

Completamente separato dal resto dell’abitacolo, il vano di carico è completo di piano inferiore laminato antiusura, di tre binari con ganci riposizionabili per il fissaggio del carico, bocchetta di riscaldamento, spot di illuminazione e prese elettriche 12-220V. I portelli, serviti da pistoni a gas, permettono anche di accedere, sul lato sinistro, a un utile stipetto ricavato alla base del letto singolo posteriore.

Hobby-011

Come detto, il nuovo Optima DeLuxe T75 HGE sceglie, come meccanica di base, il Fiat Ducato 35 Light: il commerciale torinese è proposto, di serie, con motorizzazione 2.3 Multijet 130 cv in abbinamento a una dotazione comprensiva all-inclusive davvero rimarcabile: Hobby, infattti, offre di serie griglia radiatore nera, paraurti anteriore in tinta, paraspruzzi, chiusura centralizzata con telecomando, alzacristalli elettrici, oscuranti plissettati Remis Remifront, poltrone cabina Fiat Captain’s Chair con braccioli, piastre girevoli e sistema di regolazione dell’altezza, cerchi e pneumatici maggiorati a 16 pollici, doppio airbag, ABS con EBD, ESP con Traction+ e Hill-Holder, cruscotto con elementi cromati, luci diurne a led, volante e pomello cambio in pelle, climatizzatore, Tempomat, coppe ruota, impianto audio e di navigazione Blaupunkt comprensivo di CD/DVD/retrocamera e database delle aree di sosta in Europa, predisposizione tv lcd e due altoparlanti in cellula.

Hobby-015

Sempre di serie, ma dedicati alla cellula abitativa, sono poi il doppio portello dedicato al garage, il tendalino Thule Omnistore, l’illuminazione interna a led (presente anche nell’armadio), il riscaldamento e la coibentazione del serbatoio di recupero delle acque grigie, l’oblò panoramico integrato nel cupolino anteriore e la già citata porta cellula Hartal XL.

Gli impianti

L’autonomia idrica è affidata a un serbatoio da 100 litri realizzato in polietilene lineare alimentare e posizionato all’interno della cassapanca frontemarcia del living anteriore, accessibile attraverso una apposita botola.

Hobby-035

Collegato direttamente al bocchettone di carico e dotato di sfiato, il serbatoio è dotato di doppio tappo a vite per l’ispezione e la pulizia interna ed è servito da una pompa a immersione. Realizzato sfruttando tubazioni retinate divise per contenuto e colore, l’impianto idrico adotta raccorderie a fascetta e conduce l’acqua fino alle utenze. Queste possono contare su rubinetti monocomando in plastica cromata e su pilette di scarico inox da 35 mm abbinate ai classici sifoni antiodore ispezionabili: una volta utilizzata, l’acqua è condotta, tramite tubazioni corrugate, al serbatoio di recupero da 96 litri, realizzato in polipropilene nero, inserito all’interno di un guscio coibentato e riscaldato da una apposita diramazione della canalizzazione del veicolo.

Hobby-044

Il comando dello scarico del serbatoio è inserito all’interno del vano dedicato alle bombole del gas, mentre si segnala, curiosamente, la presenza di tratte esterne di collegamento tra lavandino cucina/lavabo bagno e serbatoio esterno non coibentate o riscaldate, aspetto che potrebbe creare problemi in caso di utilizzo invernale.

Hobby-013

Sempre per ciò che concerne l’impianto idrico, l’Optima DeLuxe beneficia del classico wc a cassetta Thetford C200 con tazza girevole e serbatoio asportabile da 17 litri.

L’impianto elettrico è raggruppato all’interno della base sedile passeggero in cabina di guida: può contare su una batteria Exide AGM da 95 Ah gestita da un caricabatterie e trasformatore realizzato da Hobby e sviluppato impiegando la recente tecnologia Ci-Bus.

Hobby-026

Hobby-025

Non manca, a lato al sedile, la classica chiavetta staccabatteria, mentre l’intero impianto è gestito da un modernissimo pannello di comando LCD Hobby inserito sopra la porta di ingresso.

Hobby-018

Questo, dotato di schermo TFT a colori, permette di gestire, in tempo reale, tutta l’impiantistica di bordo, comandando ogni singola apparecchiatura, offrendo informazioni riguardo l’autonomia elettrica (batteria motore e servizi, tensione e consumo istantaneo in V e Ah), idrica (serbatoio acqua potabile e recupero), le temperature (interna ed esterna), ora, data, di selezionare l’illuminazione di bordo, azionando e/o dimmerando tutte le sorgenti luminose presenti a bordo e divise per aree, e di comandare, in modo centralizzato, anche l’impianto di riscaldamento e boiler Truma Combi 6. Sempre per ciò che riguarda l’impianto elettrico, l’Optima DeLuxe T 75 HGE offre tre prese interne a 12V (dedicate a living, vano tv e garage posteriore) e ben 6 a 220V (a servizio di living, vano tv, garage posteriore, blocco cucina (2) e toilette.

Hobby-OptimaDL-75HGE-019

L’illuminazione, completamente a led, opta per quattro spot incassati nel sottobasculante a cui si aggiungono, sempre a servizio del living, strisce indirette collocate alle spalle dei pensili, lungo le pareti, in modo da essere utilizzabili anche per la lettura. L’ingresso beneficia dell’illuminazione integrata alla classica maniglia di cortesia, mentre il blocco cucina a L abbina tre spot a soffitto e una utile striscia led sotto ai pensili. La toilette, comprensiva anche della doccia separabile, offre due spot a soffitto per ciascun ambiente, mentre la porzione di corridoio antistante a questo locale beneficia di una plafoniera dedicata; in coda, la camera con letti gemelli vede la presenza di una efficace illuminazione indiretta presente sia a soffitto sia alle spalle dei pensili e dei due classici spot di lettura orientabili. Due strisce led, poi, servono il letto basculante anteriore, mentre non mancano le già citate plafoniere esterna e dedicata al garage posteriore.

Il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria sono affidati alla collaudata e potente Truma Combi 6 CP Plus: alimentata a gas, dotata di boiler integrato e caratterizzata da una potenza massima di 6 kW a fronte di una potenza massima della ventola di 327 metri cubi/ora, distribuisce il calore prodotto tramite una canalizzazione di sette bocchette posizionate in tutto l’abitacolo, compresi il garage e la camera da letto posteriore, quest’ultima con canalizzazione perimetrale distribuita all’interno delle utili paretine anticondensa.

Hobby-022

La stufa, collocata all’interno del divanetto anteriore destro, è facilmente accessibile rimuovendo la soprastante seduta: nella stessa posizione è inserita anche la valvola di scarico automatica del boiler Truma FrostControl. La sonda termostatica dell’impianto è collocata accanto al pannello di comando delle utenze elettriche, sopra la porta di ingresso, mentre per ciò che concerne il comando dell’impianto, questo può avvenire sia tramite il moderno pannello CiBus delle utenze elettriche, sopra la porta di ingresso, sia tramite il classico modulo CP Plus Truma collocato a fianco al letto posteriore sinistro: facile da utilizzare, permette infatti di programmare il riscaldamento del veicolo, di impostare le funzioni boost (per un riscaldamento particolarmente veloce dell’abitacolo) o, al contrario, di selezionare la sola funzionalità della ventilazione quando, ad esempio, si intende ventilare il veicolo senza avviare il riscaldamento, di calibrare al meglio il termostato interno e di decidere i tempi e le modalità di funzionamento dell’intera apparecchiatura, impostando, ad esempio, una temperatura interna differenziata a seconda della fascia oraria permettendo, in questo modo, di ottenere anche una sensibile diminuzione dei consumi.

Hobby-OptimaDL-75HGE-061

In opzione, l’Optima DeLuxe 75 HGE può essere richiesto anche con stufa Truma Combi 6E completa di resistenze elettriche integrate, o con il sofisticato impianto a convettori Alde Compact 3020.

Molto interessante è, poi, l’impianto gas: il veicolo, infatti, è attrezzato con un vano per due bombole da 10 kg completo di slitta di contenimento estraibile che ne permette un carico, una sostituzione e una manipolazione decisamente più agevole all’esterno del veicolo.

Hobby-012

L’impianto si affida, poi, al classico riduttore di pressione GOK da 30Mbar, sostituibile in opzione con il classico Truma DuoControl CS completo di interruttore inerziale e scambiatore automatico, e a tubazioni in acciaio gestite da tre rubinetti sezionatori inseriti alla base del blocco cucina, in posizione facilmente raggiungibile.

Hobby-OptimaDL-75HGE-043

All’interno

Giusto compromesso tra gusto classico e moderno, gli interni sono disponibili in due diverse essenze: più scuro e vivace, come sul veicolo oggetto di questo CamperOnFocus, in versione Frassino Ashai/Magnolia o più chiaro, Karelia Pine/Salamander, in modo da assecondare i diversi gusti della clientela.

Hobby-032

In entrambi i casi, Hobby impiega multistrati nobilitati e bilaminati con spessori compresi tra 15 e 30 mm a seconda della componente. La versione provata propone un mobilio in essenza legno piacevolmente abbinato ad ante laccate bianco lucido per un efficace contrasto cromatico: ben costruito e assemblato, il mobilio sceglie forme morbide, con ante bombate per ciò che concerne i pensili a soffitto e blocco cucina con armadiatura superiore semicircolare per massimizzare la sensazione di spazio già garantita dalle abbondanti dimensioni dell’abitacolo. Curato e rifinito con cura, così come da tradizione della casa, il mobilio utilizza componenti meccaniche di qualità, offrendo maniglie in metallo cromato, push-lock e cerniere in acciaio inox di tipo domestico fornite dalla modenese DGN.

Hobby-OptimaDL-75HGE-064

I pensili, provvisti di ampie feritoie anticondensa, sono completi, dove possibile, di mensole interne con bordo anticaduta in modo da massimizzare la facilità di sfruttamento degli spazi. Una soluzione riproposta anche per ciò che concerne le cassapanche, abbinate spesso a cassettoni estraibili che ne rendono possibile l’utilizzo anche senza rimozione delle relative cuscinerie, e per l’armadio guardaroba posteriore, facilmente estraibile nel corridoio.

Hobby-065

Come spesso accade per i veicoli di produzione tedesca, l’Optima DeLuxe T 75 HGE è stato progettato con una evidente attenzione alla massimizzazione della circolazione dell’aria calda all’interno dell’abitacolo: oltre alle aerazioni dedicate ai pensili, gli ambienti del living anteriore e della camera da letto posteriore sono completamente circondati da paretine anticondensa: l’intercapedine creata tra queste e le pareti del veicolo, nell’ambiente dedicato al riposo, è poi ulteriormente riscaldato da apposite diramazioni dell’impianto Truma Combi.

Il blocco cucina e il tavolo beneficiano di piani laminati antigraffio scuri che contrastano bene ante e mobilio: piacevoli e precise sono poi le chiusure dei cassetti, tutte con rientro soft-close. La toilette, compatta ma decisamente funzionale, fa ampio uso di componenti prestampate in termoformato, permettendo in questo modo una multifunzionalità degli spazi interni configurabili a piacere tra bagno e doccia a seconda delle necessità, mentre la camera da letto posteriore, ben allestita, offre reti a doghe e materassi in schiuma fredda da 12 cm di spessore: in opzione, poi, Hobby offre la possibilità di richiedere il raffinato sistema Froli.

Hobby-060

Allestimento simile per il letto basculante anteriore, movimentato manualmente e contraddistinto da rete a doghe e materasso in schiuma da 8 cm di spessore: è completo, tra gli altri, di tenda di cortesia laterale.

Hobby-080

Per ciò che concerne le sellerie, l’Optima DeLuxe T 75 HGE offre cuscinerie comode ed ergonomiche, con elementi da 12 cm di spessore per le sedute e da 15/19 per gli schienali: i rivestimenti in microfibra e tessuto, sono proposti nelle varianti “Capri”, presente sul veicolo provato, o “Split”, più chiaro e con una fantasia a quadri che ricorda un po’ i classici pixel di uno schermo.

Hobby-031

La zona anteriore dell’abitacolo è dedicata al living: pensato per ospitare fino a sei o sette persone, grazie anche alla partecipazione delle poltrone anteriori, complete di piastre girevoli, si compone di una semidinette a L (90×50 + 75×35 cm) opposta a un divano laterale (125×45 cm) serviti da un tavolo centrale da 90×80 cm, completo di piano traslabile e girevole e monogamba collassabile.

Hobby-020

Hobby-028

Hobby-029

Hobby-030

L’ambiente, ampio, accogliente e rilassante, beneficia della luminosità fornita, oltre che dalla generosa vetratura della cabina di guida, da due finestre laterali Polyplastic, entrambe apribili a compasso e complere di unibloc oscurante/zanzariera, dalla finestra inglobata sulla porta di ingresso Hartal e dall’oblò panoramico sky-view integrato nel cupolino anteriore.

Hobby-024

Grazie, poi, alla presenza degli oscuranti plissettati Remis Remifront4 dedicati ai cristalli cabina, il soggiorno beneficia della necessaria privacy, mentre di sera il compito di illuminare l’ambiente è affidato a quattro spot led incassati nel sottobasculante e a una suggestiva retroilluminazione dei pensili.

Lo stivaggio, ampio e ben organizzato, invece, può contare su quattro pensili a soffitto, due su ciascun lato, inseriti nella parte sottostante al letto discendente e dotati di ante di chiusura, per uno sviluppo complessivo, in lunghezza che supera i 250 cm.

Hobby-023

Hobby-033

Altri vani utili a riporre oggetti sono disponibili nelle porzioni laterali del cupolino anteriore, in cabina di guida: sia sul lato destro che su quello sinistro, infatti, sono presenti diversi vani a giorno completi del necessario bordo anticaduta.

Hobby-027

Non mancano, poi, le possibilità di stivaggio nella parte inferiore dell’abitacolo: pur ospitando sotto a sè l’unità termica Truma Combi e il serbatoio dell’acqua potabile con pompa a immersione, infatti, l’Optima DeLuxe T 75 HGE offre un utile portascarpe estraibile, inserito vicino all’ingresso e facilmente sfruttabile, e una cassapanca ricavata alla base del divanetto laterale sinistro.

Hobby-021

Hobby-034

Per ciò che concerne l’entertainment di bordo, infine, lo schermo tv lcd è previsto a fianco all’ingresso e beneficia delle necessarie predisposizioni, mentre l’impianto audio vede la presenza, oltre che di due diffusori in cabina di guida, di altrettanti altoparlanti inglobati nel sottobasculante.

Collocato alle spalle del soggiorno, il blocco cucina si sviluppa a L: il piano, da 100×56+100×57 cm cm, vede la presenza di un fornello in acciaio inox completo di tre erogatori a sviluppo lineare, accensione piezoelettrica integrata e coperchio/parafiamma in cristallo temperato, e di un ampio lavello circolare in acciaio inox, ben servito da un elegante rubinetto monocomando.

Hobby-036

La particolare conformazione del blocco regala poi due ampi piani di lavoro (65×21 e 40×40 cm) mentre all’aerazione provvedono una finestra Polyplastic apribile a compasso e, a tetto, un oblò Dometic MidiHeki da 70×50 cm.

Hobby-040

Hobby-041

L’allestimento, curato, integra poi una efficace illuminazione a led (tre spot e una plafoniera a sviluppo lineare), un elegante e moderno carter plastico a protezione della parete del veicolo e si contraddistingue per uno stivaggio ampio e ben organizzato. La parte superiore, in particolare, vede la presenza di due stipetti laterali, ognuno completo di mensola interna di separazione, divisi da due ulteriori vani racchiusi da una pratica serrandina in pvc color alluminio satinato.

Hobby-038

Hobby-039

Nella parte inferiore, sotto al lavello trovano collocazione il classico cassetto portaposate e, sotto a questo, due ulteriori cassetti e un capiente cassettone inferiore, tutti completi di sistema di rientro assistito.

Hobby-042

La parte a penisola, invece, sconta un po’ la concomitante presenza del vano delle bombole del gas: servito da un’anta sagomata, ospita al proprio interno i rubinetti sezionatori dell’impianto gas e, soprattutto, tre utili vani con mensole e bordo anticaduta.

Hobby-037

Hobby-045

A fianco alla cucina ecco la classica colonna frigo: ospita il nuovissimo Dometic RML 8330 Super Slim Tower da 135 litri, completo di cella freezer integrata, larghezza ridotta, scelta automatica della fonte di energia e illuminazione interna a led.

Hobby-019

Prodotto in esclusiva per il gruppo Hobby-Fendt, il frigo è affiancato, nella parte superiore e in quella inferiore, da due ulteriori utili armadietti sfruttabili per lo stivaggio.  Opzionale, invece, è il forno a gas.

Hobby-048

Di fronte al blocco cucina, la toilette si sviluppa in un ambiente da 11×85 cm: accessibile tramite una porta a battente da 188×50 cm, è progettata e realizzata in modo razionale e non ha alcun problema a trasformarsi, in pochi secondi, in una pratica doccia separata.

Hobby-050

Sul lato sinistro, infatti, ecco il wc Thetford C200, completo di tazza girevole, mentre alle spalle di questo i tecnici Hobby hanno sistemato un elegante mobile con lavabo in metacrilato bianco lucido completo di piano superiore nero lucido a contrasto e rubinetto monocomando.

Hobby-051

La porzione di parete verso l’ingresso, completa di ante a specchio, offre tre utili stipetti a sviluppo verticale, mentre lo stivaggio si completa, nella parte inferiore, con un armadietto inserito sotto al lavabo.

Hobby-052

L’illuminazione opta per quattro spot led a soffitto, mentre l’aerazione si affida a un oblò Dometic MiniHeki da 40×40 cm e cupola trasparente. Il pavimento della toilette, interamente in termoformato, è sfruttato anche dalla vicina doccia: questa, da 85×70 cm, si crea in pochi secondi sfruttando una semiparetina incernierata e una apposita porta a serrandina in pvc con doppio binario guida a pavimento e a soffitto. Il box doccia offre così un piatto inferiore con doppia piletta di scarico da 35 mm, colonna attrezzata, rubinetto monocomando con erogatore a citofono, oblò e due spot dedicati per l’illuminazione.

Hobby-056

In coda al veicolo, la camera padronale offre una tra le soluzioni oggi più diffuse e richieste, quella con letti gemelli su garage: Hobby, in particolare, ne fornisce un’interpretazione convincente, con spazi ampi, rifiniture curate e ottime possibilità di stivaggio.

Hobby-057

L’Optima DeLuxe T 75 HGE, infatti, offre due letti gemelli da 212×84 cm (lato sinistro) e 190×84 cm (lato destro), situati a 111 cm da terra e contraddistinti da un cielo utile di 88 cm.

Hobby-058

Hobby-059

La soglia di accesso è facilmente riducibile grazie ai classici gradini centrali, con il primo che può essere intelligentemente estratto solo quando necessario in modo da non creare alcun impedimento all’apertura delle vicine ante degli armadi guardaroba, inseriti proprio alla base dei letti.

Hobby-069

Hobby-070

In particolare, quello dedicato ai capi appesi, sviluppato sotto al letto sinistro, offre uno spazio utile di 84x49x95 cm, è completo di appendiabiti estraibile per un facile carico dei capi di vestiario, è accessibile sia frontalmente che superiormente, sollevando una porzione della rete a doghe, ed è affiancato da un ampio vano a pozzetto utile a contenere anche oggetti particolarmente ingombranti.

Hobby-073

Hobby-075

Un secondo armadio, da 43x80x95 cm, è poi disponibile alla base del letto singolo di destra: anche in questo caso, lo spazio è ulteriormente arricchito dalla presenza di cinque ampi vani a giorno interni, mentre per entrambi sono presenti luci led ad accensione automatica.

Hobby-071

La camera posteriore beneficia, poi, di paretine anticondensa all’interno delle quali viene diffuso il riscaldamento canalizzato, di due finestre simmetriche Polyplastic apribili a compasso e, a tetto, di un oblò Dometic MiniHeki che, in opzione, può essere sostituito da un più grande MidiHeki. L’illuminazione abbina elementi indiretti ai classici spot di lettura orientabili, mentre non manca una utile plafoniera centrale a tetto: ben organizzato è poi anche lo stivaggio, con un giro completo di pensili che garantisce la presenza di ben nove vani completamente sfruttabili per la sistemazione di capi di vestiario e di tutto ciò di cui l’equipaggio possa necessitare.

Hobby-063

Hobby-066

Hobby-068

Altri due posti letto sempre pronti, poi, sono disponibili nella parte anteriore dell’abitacolo grazie al classico matrimoniale basculante: a movimentazione manuale, il letto beneficia di un sistema a pantografo semplice e preciso che in pochi secondi ne permette la discesa fino a 149 cm da terra, andando così a offrire un cielo utile di 62 cm e una superficie di 195×137/136 cm.

Hobby-076

Hobby-077

Il letto, completo di tenda perimetrale di cortesia, rete a doghe, reti anticaduta anteriore e posteriore e luci di lettura a led, non va minimamente a occupare lo spazio dedicato all’ingresso, lasciando quindi la porta utilizzabile e fruibile in ogni condizione.

Hobby-078

Hobby-079

 

Piantine e misure

Hobby-OptimaDL-75HGE-misure

Hobby-T75HGE

Dotazioni di serie

Fiat Ducato 35 Light 130 Multijet telaio ribassato Camping-Car Special extralungo completo di ABS con EBD, alzacristalli elettrici, chiusura centralizzata porte cabina e cellula con telecomando, oscuranti plissettati Remis Remifront, doppio airbag, poltrone Fiat Captain’s Chair con braccioli, piastre girevoli e sistema di regolazione dell’altezza, cerchi e pneumatici maggiorati a 16 pollici, ESP, Traction+, Hill-Holder, Tempomat, cruscotto con elementi cromati, luci diurne DRL a led, volante e pomello del cambio rivestiti in pelle, climatizzatore, coppe ruota, paraspruzzi, impianto audio e navigatore satellitare Blaupunkt comprensivo di CD/DVD/retrocamera e database aree sosta camper Europa, predisposizione tv lcd, altoparlanti in cabina e cellula, doppio portello dedicato al garage, porta cellula Hartal XL con finestra, tendalino Thule Omnistore, illuminazione interna a led, riscaldamento e coibentazione del serbatoio di recupero, oblò panoramico sky-view integrato nel cupolino.

Conclusioni

La tipologia del profilato è, da sempre, legata quasi esclusivamente all’utilizzo da parte di una coppia: un equipaggio maturo che necessita di due soli posti letto sempre pronti e che, pertanto, può beneficiare di adeguati spazi senza complicate trasformazioni giorno/notte. Negli ultimi anni, l’avvento dei profilati con basculante ha tentato di invertire questa tendenza, aumentando il numero di posti ma dovendo fare i conti con abitacoli che, per volumetrie esterne, layout e impostazione generale, sono sostanzialmente rimasti fedeli alle loro origini. Una sorta di ibrido, quindi, con veicoli che, nati per offrire un’impostazione e un design automobilistico, hanno dovuto mutare in corsa la propria attitudine, crescendo spesso in altezza fino a sfiorare i parametri dei classici mansardati pur non riuscendo a offrire, all’interno, la stessa comodità: sono tanti, infatti, gli esempi di veicoli dotati di letto discendente che, una volta allestito, impedisce non solo l’utilizzo del living, ma spesso anche della zona di ingresso o del blocco cucina. Con il nuovo Optima DeLuxe T 75 HGE, Hobby ha seguito una strada completamente diversa: un abitacolo ampio, davvero ampio, con una lunghezza di 750 cm adeguatamente sorretta da uno chassis con passo maggiorato e diverse peculiarità davvero rare sul mercato. La prima, facilmente identificabile all’esterno, è data dal contenimento dell’altezza complessiva a 277 cm, andando così a rispettare il vero e proprio identikit del profilato ideale, basso e filante. La seconda, probabilmente anche più importante, è data dallo sviluppo degli interni: certo, il layout è quello più classico, con letti gemelli su garage, ma questo veicolo ne fornisce un’interpretazione decisamente particolare. Niente maxi toilette con doccia indipendente di dimensioni domestiche, ma un bagno normale, pensato e realizzato per essere funzionale, utilizzabile e semplicemente fruibile, e spazio a un grande living anteriore, capace di ospitare tranquillamente anche sei o sette commensali, una camera da letto posteriore con dimensioni davvero superiori alla media e un letto basculante anteriore che è semplice, funzionale e fruibile senza bloccare ingresso o servizi e che ha dimensioni per accogliere tranquillamente due adulti. Il tutto si unisce, poi, a un blocco cucina ben allestito e a una grande abbondanza di vani di stivaggio, distribuiti in quantità in tutto l’abitacolo e abbinati a un ampio e regolare garage posteriore passante.

Teutonico in tutto e per tutto, con un mobilio piacevole esteticamente, costruito per assecondare le esigenze dell’impianto di riscaldamento, il T 75 HGE offre poi una ricca dotazione di serie, con una meccanica di base full-optional e un’accessoristica di ottimo livello tra cui spicca la realizzazione dell’impianto elettrico, sviluppato con tecnologie di ultima generazione (Ci-Bus). Il prezzo base, che parte da poco oltre i 63.000 Euro per un esemplare con motore da 130 cv, è senza dubbio molto interessante: vista la mole del veicolo, meglio però spendere un migliaio di Euro in più e optare almeno per la versione da 150 cv. Fornito di tutto ciò che serve a partire e a viaggiare (di serie, tra gli altri, navigatore satellitare, retrocamera, impianto audio, tendalino, batteria servizi…), il T 75 HGE vede il proprio limite maggiore nel rapporto con la bilancia, con un valore che, in linea rispetto alla stazza del veicolo, per ottemperare ai limiti fissati dalla patente B, deve limitare a tre i posti omologati in viaggio. Un problema, questo, che non riguarda solo questo veicolo ma che è generalizzato su tutti gli allestimenti di dimensioni generose e che può facilmente essere superato optando per una meccanica di base più prestante (il Ducato Maxi da 4250 kg) guidabile con patenti C1, C o superiori. In fondo, obiettivamente, ne vale la pena, perchè questo Optima DeLuxe T 75 HGE è veramente in grado di ospitare senza problemi quattro persone sia di giorno che di notte, di offrire loro adeguati spazi interni e possibilità di stivaggio. Il tutto, come da tradizione Hobby, a tariffe appetibili e che permettono, senza eccessivi esborsi supplementari, di personalizzare il veicolo in base alle proprie esigenze andando anche a migliorare i pochi punti deboli riscontrati su questo allestimento.

 

 

Cosa ci è piaciuto di più

  • L’allestimento è curato e ben realizzato così come da tradizione della casa.
  • Le possibilità di personalizzazione da parte del committente degli esterni (verniciatura e carrozzeria con sei varianti), degli interni (due varianti) e dell’accessoristica sono ben superiori alla media.
  • La dotazione di serie è molto completa: la meccanica di base è full-optional, mentre la cellula abitativa ha già componenti di grande interesse (tendalino, batteria servizi di qualità, slitta estraibile per le bombole gas, impianto elettrico di ultima generazione) e può facilmente essere ulteriormente arricchita.
  • Lo sfruttamento degli spazi è decisamente convincente, con ambienti ampi, vivibili e molto ben organizzati. Il living e la camera da letto posteriore sono davvero comodi, i servizi sono razionali e pratici da utilizzare.
  • La capacità di stivaggio è davvero sopra la media, con 16 pensili, due cassapanche, due armadi guardaroba e un maxi garage posteriore ampio e regolare.
  • Il letto basculante, anche quando abbassato, non coinvolge minimamente l’ingresso, lasciandolo sempre utilizzabile.
  • Davvero comoda la possibilità di comandare l’impianto di riscaldamento sia dalla zona di ingresso che dalla camera da letto, senza doversi per forza alzare.
  • Nonostante la presenza del letto discendente, l’altezza del veicolo è contenuta ben al di sotto dei 2.8 metri.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Le ampie dimensioni e l’allestimento del veicolo, realizzato senza compromessi, incidono sulla portata utile residua e, conseguentemente, sull’omologazione a soli 3 posti in viaggio con massa complessiva di 3.5 tonnellate e patente B.
  • Le tubazioni degli scarichi dei lavelli di cucina e toilette hanno alcune tratte esterne non coibentate, riscaldate o protette dal gelo.
  • La finestra apribile a compasso dedicata al living, inserita sulla fiancata destra del veicolo,  rischia di entrare in contatto con la vicina porta di ingresso. E’ pertanto auspicabile una sua sostituzione con un elemento scorrevole.
  • Sull’esemplare provato, il portascarpe può essere estratto completamente solo con la porta cellula aperta.
  • In vista dell’utilizzo invernale, stante la ricca dotazione di serie, il veicolo meriterebbe di essere offerto completo di scambiatore e interruttore inerziale per le bombole del gas in modo da consentire l’utilizzo del riscaldamento anche in marcia.
  • Con equipaggio al completo, sarà necessario prestare un po’ di attenzione alla gestione dell’autonomia idrica.

Riferimenti e contatti del costruttore

Hobby-Wohnwagenwerk, Ing. Harald Striewski GmbH
Harald-Striewski-Straße 15, 24787 Fockbek/Rendsburg (DE)
Tel. +49 4331 606-0
www.hobby-caravan.de

Tutto su Hobby

 

Fotogallery

 

Michel

Comments are closed.