alko

Dallo stabilimento di Vandoies, in Val Pusteria, arriva la tecnica applicata al rimorchio leggero destinata a fornire efficienza e sicurezza in ogni situazione

Per gli appassionati del turismo in camper e caravan, Il nome AL-KO è ovviamente associato al grande numero di prodotti dedicati al veicolo ricreazionale, come telai, sospensioni, movimentatori, solo per citarne alcuni. AL-KO è un’azienda globale, con settori dedicati anche al giardinaggio, all'hobbistica e alla grande climatizzazione; più del  il 50% del fatturato del Gruppo, però, è rappresentato dalla tecnologia applicata ai veicoli. E nell’ambito di quest’ultima, la parte “ricreazionale” in senso stretto, è solo una parte: AL-KO infatti, produce, ad esempio, anche i cavi Bowden destinati all’automotive (per intenderci, i cavi che vanno ad azionare i cambi nelle automobili), le tiranteria varia - compresa quelle dei freni a mano - ammortizzatori e molle a gas. C’è un settore, però, poco conosciuto almeno in Italia, che rappresenta una parte importantissima per il fatturato dell’Azienda, ed è quello dei rimorchi. Il rimorchio è un oggetto che coinvolge sia il settore dello svago sia quello del lavoro, e proprio per questo è il protagonista di un mercato molto ampio e variegato. Basti pensare che nel 2015 sono stati immatricolati, in Europa, circa un milione di rimorchi di vario tipo: cifra, questa, che se messa in confronto con quelle che normalmente sono ad appannaggio dei veicolo ricreazionale (camper e caravan) dimostra l’importanza di un mercato che AL-KO presidia con particolare attenzione. Uno dei protagonisti assoluti di questo settore in seno all’organizzazione multinazionale AL-KO, si trova in Italia, ed è lo stabilimento di Vandoies, nelle Val Pusteria, in provincia di Bolzano. In un dettagliato video, Alessandro Marco Butturini, Direttore Commerciale AL-KO Italia, ci “porta per mano" a conoscere i rimorchio e le sue componenti, in particolare quelle realizzate proprio nello stabilimento altoatesino. Costruito nel 1970, e successivamente ampliato e dotato delle più moderne tecnologie, compresi i robot, questo complesso, che annovera 135 dipendenti, con un fatturato di circa 30 milioni di Euro, produce componenti essenziali per chiunque abbia bisogno di trainare e trasportare, per lavoro o per diletto. Alko_Vandoies_011 Alko_Vandoies_007 Alko_Vandoies_013 Alko_Vandoies_012 L’importanza che ha questo complesso per AL-KO sta in un dato molto significativo: a Vandoies, infatti, sono prodotti i freni a repulsione (il dispositivo meccanico con molla a gas che trasmette la frenatura della trattrice) per tutto il Gruppo Ma non solo: sempre da questo stabilimento escono gli assali dedicati proprio ai rimorchi leggeri e il gancio traino dotato di sistema di sicurezza AKS. Alko_Vandoies_014 Alko_Vandoies_019 Alko_Vandoies_020 Alko_Vandoies_021 Alko_Vandoies_022 Continuamente evoluto fin dalla sua prima apparizione, l’AKS rappresenta un sistema di sicurezza fondamentale, come sanno benne i caravanisti di tutta Europa: un concetto abbastanza semplice (portare dei ferodi a “stringere” la sfera di traino, in modo da limitare le oscillazioni), ma al tempo stesso geniale e, soprattutto, molto efficace. Alko_Vandoies_017 Alko_Vandoies_018 Alko_Vandoies_024 Ma l’attenzione per la sicurezza al traino di AL-KO non si ferma al sistema AKS, conosciuto perché universalmente applicato alla caravan, ma disponibile per tutti i tipi di rimorchi. L’ultima creazione AL-KO è il AAA Premium Brake, acronimo che sta per Al-KO Automatica Adjustment, anche questo applicabile sia alle caravan sia ai rimorchi: si tratta di un sistema meccanico di autoregolazione dei freni a tamburo che recupera in moda totalmente automatico l’usura del materiale d’attrito garantendo sempre la massima forza frenante. dsc_0246 Il sistema più sofisticato dedicato alla sicurezza del traino è, però, certamente l’ATC: acronimo di AL-KO Trailer Control, e per ora disponibile solo per le caravan (ma è allo studio la possibilità di essere adottato anche da altre tipologie di rimorchio), rappresenta, con la sua sofisticata gestione, il “must” assoluto in termini di sicurezza. l’ATC è collegato al sistema frenante della caravan e si attiva dopo che i suoi sensori rilevano ondeggiamenti ripetuti o un numero massimo di tre ampie sbandate, attivando i freni del rimorchi e permettendo così al “treno” trattrice+ caravan di stabilizzarsi. dsc_0249 dsc_0252 AL-KO, con la sua attività dedicata tanto al mondo dello svago quanto a quello del lavoro, è sempre all’avanguardia tecnologica per quanto riguarda efficienza e sicurezza. Ed è inutile dire come faccia piacere che nonostante la grandezza di un Gruppo che ha sedi produttive e di sviluppo sparse praticamente in tutto il mondo, gran parte di questa tecnologia sia prodotta e si sviluppi proprio in Italia.
Condividi questo articolo!

    Comments are closed.