February 21, 2019

Olanda-Bollenvelden

E' una delle zone più scenografiche e conosciute di tutta l'Olanda: i campi di fiori sono una attrazione unica e da non perdere, specie con la fioritura primaverile.

Al primissimo posto tra i simboli olandesi vi sono i fiori: coltivati in tutto il paese, sono la peculiarità di una zona meravigliosa, quella dei campi tra Leiden e Haarlem, che in primavera si trasforma in una scacchiera variopinta unica e meravigliosa. Il Keukenhof e Bollenvelden, sono il cuore pulsante di una vera e propria industria che, coltivando tulipani, narcisi, giacinti iris e crocco, continua e alimenta una tradizione ultracentenaria tutta da scoprire. Olanda-Bollenvelden-014

Dove si trova

I campi di fiori, in olandese "Bollenvelden", si estendono tra Noorwijk am See (a sud) fino ad Haarlem (a nord), in una zona lunga una trentina di km che si trova parzialmente alle spalle delle dune lungo la costa del Mare del Nord. Altri campi, altrettanto belli, sono nei pressi di Enkhuizen (Bovenkarspel, Andijk) e nella provincia del Flevoland (Noordoost Polder, Oostelijk Flevoland). Il periodo migliore per visitare questa zona è, naturalmente, la primavera, dalla fine di marzo alla seconda settimana di maggio, quando fioriscono i campi di bulbi. A fine marzo, infatti, fiorisce il croco, seguito dai narcisi e, da inizio aprile, dai tulipani. E' poi il turno dei giacinti, mentre tutti coloro che desiderano beneficiare al massimo della fioritura dei tulipani, devono sfruttare il periodo tra metà aprile e la prima settimana di maggio.

La storia

Sembra che il tulipano sia stato importato dalla Turchia da Ogier Ghislain de Busbecq (1522-1592), ambasciatore d'Austria. Si dice che costui offre alcuni bulbi a Charles de l'Escluse (1526-1609), meglio noto come Carolus Clusius, un botanico che all'epoca era a capo dell'orto reale di erbe aromatiche e medicinali di Vienna. Nominato professore in botanica all'Università di Leida, intraprese con grande successo la coltura del tulipano sui terreni sabbiosi dietro alle dune sul Mare del Nord. Nel frattempo, anchealtri fiori da bulbo, come il giacinto e il gladiolo, avevano raggiunto i Paesi Bassi, ma è per il tulipano che venivano offerte le somme più alte e, tra il 1634 e il 1636, la speculazione assunse proporzioni sconosciute: un bulbo di tulipano raro raggiunse l'astronomico valore di 6000 fiorini, il valore di una casa. Gli Stati d'Olanda misero fine a questa speculazione nel 1636, regolamentando l'industria dei bulbi da fiore. Alla fine del XVII secolo, i gusti in materia di piante da bulbo si spostarono sul giacinto, che divenne più popolare del tulipano. Olanda-Bollenvelden-001

Cosa vedere

Gli amanti della natura, dei fiori e degli spettacoli che solo questi sanno regalare, non devono perdere la possibilità di visitare ed esplorare le zone del Keukenhof e del Bollenvelden. Olanda-Bollenvelden-022
  • De Keukenhof è un parco visitato ogni anno da oltre 900.000 visitatori: 32 ettari di fiori, più di 7 milioni di bulbi in fiore di 800 diverse famiglie di tulipani, rendono la sua visita un'esperienza unica e indimenticabile. Ogni anno, l'esposizione è dedicata a un tema preciso: quello dell'edizione 2016, in programma dal 24 marzo al 16 maggio, è il Secolo d'Oro, il periodo storico durante il quale l'Olanda ha conosciuto una sensazionale espansione grazie alla fittissima rete di commerci sviluppata in tutto il mondo. Organizzato ogni anno a partire dal 1949, l'Esposizione Floreale Nazionale del Keukenhof (Nationale Bloemententoonstelling Keukenhof) è stata fondata da bulbicultori che desideravano mostrare ai loro clienti le varietà di bulbi disponibili in quell'anno. Nel secolo XV, il territorio boschivo su cui oggi si tiene l'esposizione era territorio di caccia di GIacomina di Baviera, il cui castello si erge ancora oggi a ovest del parco. Il nome Keukenhof, poi, ricorda che le erbe che vi si coltivavano e la selvaggina che vi si cacciava erano destinate alla cucina di Giacomina (keuken=cucina, hof=giardino). Contrariamente alla struttua geometrica dei campi di fiori circostanti, il Keukenhof è un parco all'inglese, con leggeri dislivelli, ruscelli, stagni e cigni: i fiori più belli, tra cui tulipani, giacinti e narcisi, sono disposti in piccole aiuole in modo da esaltarne gli splendidi colori che contrastano con l'erba e con le piante verdi che li circondano. I bulbi vengono sotterrati a tre diverse profondità, in modo da garantire una fioritura durante tutto il periodo di apertura del parco. Le piante e i fiori più fragili, invece, sono sistemati all'interno di apposite serre. Non mancano, nei padiglioni, esposizioni floreali a tema, mentre le opere d'arte sono raggruppate lungo la via delle statue. Sul lato nord del parco, la passerella del mulino a vento di Groningen offre una bella vista sui campi di fiori circostanti.Il parco è aperto dal 24 marzo al 16 maggio dalle 8 alle 19.30; il prezzo dei biglietti di ingresso è di 16 Euro per gli adulti, di 8 Euro per i bambini con età compresa tra 4 e 11 anni, mentre il parcheggio costa 6 Euro. L'ingresso del Keukenhof  si trova a Stationsweg 166A, 2161 AM Lisse, GPS 52.268308N, 4.543651E.
Olanda-Bollenvelden-021 Olanda-Bollenvelden-023
  • I campi di fiori (Bollenvelden): le specie più coltivate in Olanda sono il tulipano, il narciso, il giacinto, l'iris e il croco. Importanti sono poi il gladiolo, il giglio, la dalia, l'anemone e la fresia. Attualmente gli ettari impiegati nella coltura del bulbo sono più di 14.000 e le maggiori zone di produzione sono comprese tra il sud di Haarlem e il nord di Alkmaar-Hoorn. I campi, lunghi e stretti, sono separati a piccole rogge di irrigazione e formano un enorme mosaico dalle tinte vivaci. Non mancano, tra fine marzo e inizio maggio, nel pieno della fioritura, manifestazioni estremamente suggestive come la grande sfilata di carri fioriti da Haarlem e Noordwijk. I campi si coprono in seguito di iris, mentre agosto è il mese dei gladioli. La traversata dei campi in fiore offre spettacoli davvero suggestivi: chi desidera apprezzare al meglio il panorama può invece optare per il sorvolo turistico. Altrettanto interessante è il costeggiare i campi fioriti percorrendo tutto l'anello che si sviluppa lungo il perimetro del Keukenhof e del Bollenvelden, partendo da Noordwijk, imboccando la N206 fino ad Haarlem e ritornando al punto di partenza sfruttando la N208. L'itinerario, naturalmente, può essere percorso anche in bicicletta.
Olanda-Bollenvelden-019 Olanda-Bollenvelden-005 Olanda-Bollenvelden-025

Dove sostare

La zona dei campi di fiori e del Keukenhof è servita da tre aree di sosta, tutte abbastanza vicine e ben posizionate rispetto alle attrazioni da visitare. Oltre a De Groene Hart (GPS 52.22619N, 4.61931E), è possibile pernottare a Sassenheim (GPS 52.22079N 4.54497E) presso l'area camper allestita al porto turistico. Altra possibilità è rappresentata dall'area camper Allesonda Hoeve (GPS 52.28723N, 4.62582E), situata qualche km a nord rispetto al Keukenhof. Olanda-Delft-053 Per una visita all'Esposizione Floreale Nazionale del Keukenhof , invece, è a disposizione l'ampio parcheggio del parco stesso (GPS 52.26546N, 4.54862E), a pagamento (6 Euro).  

Il viaggio in video

Fotogallery

In sella

Il circuito che copre tutta la zona del Bollenvelden, correndo attraverso gli splendidi campi di fiori, misura poco più di 35 km e vi si può accedere da qualunque punto, seguendo le piste ciclabili che corrono parallele alla N208 e alla N206. Olanda-Bollenvelden-011 Olanda-Bollenvelden-024 Estremamente scenografico, il percorso può essere allungato, andando a esplorare la duna vicino a Zandwoort, o abbreviato, tagliando all'intersezione di Hillegom.

La prossima tappa

Terminata la visita del Keukenhof e di Bollenvelden, ci si dirige a nord, verso la vicina Haarlem: una città davvero pittoresca, tutta da scoprire.
>

Link, indirizzi e recapiti utili

     
Condividi questo articolo!

    Michel

    Comments are closed.