February 20, 2019

MobilvettaKY_MH89

Motorhome generoso dai grandi spazi abitabili, supportato da un tecnica costruttiva moderna e una dotazione completa anche nella parte automobilistica

In sintesi

Tipologia Motorhome
Meccanica Fiat Ducato 35 L – Telaio ribassato CCS, passo 4035 mm
Motorizzazione di base 2287 cc – 96 kW/130 CV
Motorizzazioni opt. 2287cc – 109 kW/148 CV
2999cc – 130 kW/177 CV
Posti omologati 4
Posti letto 4
Dimensioni 7430x2350x2890 mm
Peso massimo ammesso 3500 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 3157 Kg
Prezzo base Euro 73.577
Prezzo Iva compresa, franco fabbrica
 
Costruzione starYstarYstarYstarYstarG
Meccanica starYstarYstarYstarG
Dotazioni di sicurezza starYstarYstarHstarG
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarG
Abitabilità notte starYstarYstarYstarYstarG
Cucina starYstarYstarYstarG
Bagno starYstarYstarYstarYstarG
Impiantistica starYstarYstarYstarG
Stivaggio starYstarYstarYstarH
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarY

 

Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

L'analisi

Il progetto Mobilvetta K-Yacht è nato ormai quasi sette anni fa ma, nonostante questa “anzianità” di servizio, è stato capace, attraverso miglioramenti e doverosi affinamenti, di confermarsi sempre attuale e di attraversare tutte le ultimi evoluzioni tecniche del mercato mantenendosi sempre al passo con i tempi senza dover snaturare i propri concetti ispirativi iniziali. Caratteri, questi, ben presenti anche in quello che rappresenta il “top” di gamma, il K-Yacht MH89, un modello che ha nella disposizione a “tutto comfort” con camera posteriore e letto centrale il suo punto caratteristico, e nella possibilità di offrire comunque un ampio gavone garage - grazie alla possibilità di variare in altezza il piano letto - la sua connotazione tecnica distintiva.

Mobilvetta_K-Yacht89_01

Mobilvetta_K-Yacht89_04

Lungo poco meno di sette metri e mezzo, e allestito sulla meccanica di base del Fiat Ducato disponibile con le motorizzazioni da 130, 148 e 177 CV, in conformazione scudata da allestimento con telaio ribassato CCS e passo da 4035 mm, Il K-Yachy MH 89 presenta il conosciuto aspetto moderno, aggressivo, elegante e molto automotive, capace di rendere questo modello, così come i suoi “fratelli” della gamma, un oggetto oltre che funzionale, anche particolarmente gradevole da vedere. Sempre molto distintiva, in particolare, la parte frontale, con una calandra scura ottimamente inserita nel contesto globale, arricchita da una lama trasversale cromata, fari polielissoidali e luci dirne a led, e un parabrezza di dimensioni corrette che, complice anche la non eccessiva distanza interna dal posto guida, consente una visibilità di buon livello.

Mobilvetta_K-Yacht89_09

Mobilvetta_K-Yacht89_16

Da rimarcare, poi, coma la conformazione del cofano motore, molto prominente nella sua forma a triangolo, consenta un accesso agli organi meccanici superiore alla media della categoria. Riuscito anche lo specchio di coda, dove domina l’ampia carteratura in abs grigio scuro “marchio di fabbrica” di tutta la produzione Mobilvetta, che ingloba i gruppi ottici a led a forte sviluppo verticale.

Mobilvetta_K-Yacht89_08

Mobilvetta_K-Yacht89_03

Completissima l’accessoristica che annovera, tra l’altro, climatizzatore cabina, chiusura centralizzata con telecomando, alzacristalli elettrici, vetri atermici, ampi specchi retrovisori elettrici “Pullman”, predisposizione radio, poltrone cabina regolabili in altezza complete di braccioli e piastre girevoli; presente anche, di serie, la presa esterna con miscelatore dell’acqua calda e fredda, corredata da doccetta e la presa interna USB per la ricarica dei dispositivi mobili.

Mobilvetta_K-Yacht89_06

Mobilvetta_K-Yacht89_30

Da rimarcare, soprattutto, la dotazione in fatto di sicurezza attiva e passiva: il K-Yacht MH 89 è completo, infatti, anche di doppio airbag, controllo elettronico di stabilità ESP, Cruise Control, Hill-Holder, Hill Descent Control e Traction+. Da segnalare, ancora, che tutti i modelli K-Yacht possono essere richiesti con ruote da 16 pollici (anche con cerchi in lega), cambio automatico, climatizzatore automatico, volante e leva cambio rivestiti in pelle, impianto audio con comandi al volante, fari fendinebbia e peso totale a terra maggiorato a 3650 kg.

Altro segno distintivo del K-Yacht 89, così come di tutta la produzione Mobilvetta, è quello che riguarda la costruzione della scocca, con il sistema denominato “iTech 4.0” che evolve quello già presentato nel corso della passata stagione e concerne la costruzione di tetto, pavimento e pareti completamente privi di intelaiatura e parti di legno. In particolare, il pavimento, da 54 mm di spessore, è costituito da un telaio perimetrale e interno in resina composita e un sandwich con doppio rivestimento interno ed esterno in vetroresina e coibentazione in Styrofoam; stessa struttura per pareti e tetto, ma con spessore di 30 mm e, per quanto riguarda specificatamente le pareti, rinforzi interni in dischi di resina bicomposita deputati all’ancoraggio del mobilio interno.

Di ottimo livello anche la componentistica: al posto guida si accede tramite una porta con rivestimento interno di tipo automobilistico, ben rifinita e dall’ampiezza corretta, mentre la porta cellula è un ottimo elemento vetrato, dotato di pattumiera e zanzaziera a pacchetto. Cinque le finestre (Dometic S4 DeLuxe), mentre la dotazione degli oblò prevede la presenza di un maxi oblò panoramico Heki III in soggiorno e un Midi Heki nella zona  notte posteriore, oltre ad altri tre oblò a manovella per letto basculante, bagno e box doccia.

Mobilvetta_K-Yacht89_10

Mobilvetta_K-Yacht89_14

Come accennato all’inizio, uno dei connotati tecnici salienti di questo veicolo è quello di offrire, nonostante la configurazione con letto centrale nautico, un ampio gavone garage: una presenza utile e ormai, secondo i gusti attuali dell’utenza, pressoché irrinunciabile ma che in questo caso va sfruttata con attenzione al fine di non eccedere con i pesi - soprattutto nella configurazione standard da 3,5 quintali il peso residuo non è eccessivo - e, vista la presenza di uno sbalzo piuttosto sensibile, incidere nell’equilibrio generale del veicolo.
Notevole, per contro, la scelta operata da Mobilvetta di implementare, di serie, un meccanismo assistito elettricamente che consente al piano letto di variare la sua altezza in modo continuo così da privilegiare, secondo le necessità, le stagioni e le situazioni, l’accessibilità interna oppure lo spazio utile di stivaggio. Le dimensioni del garage sono decisamente interessanti: a una larghezza di 217 cm e una profondità di 116 cm, si associa un’altezza che varia da un minimo di 69 cm a letto tutto ribassato, fino ad arrivare alla considerevole misura di 128 cm, ottenuta senza dover sacrificare poi troppo la fruibilità del matrimoniale posteriore.

Mobilvetta_K-Yacht89_17

Mobilvetta_K-Yacht89_19

Mobilvetta_K-Yacht89_22

Mobilvetta_K-Yacht89_67

Buona anche l’accessibilità generale del vano, garantita da due portelloni simmetrici da 118x91 cm (dotati di pratico e raffinato sistema di ritenuta con pistone a gas) e, soprattutto, dalla complanarità del fondo in alluminio mandorlato con l’apertura. L’accessoristica prevede, poi, la presenza di illuminazione con torcia a led rimovibile e riscaldamento.

Mobilvetta_K-Yacht89_23

Mobilvetta_K-Yacht89_29

Gli impianti

La Casa toscana pone molta cura nella realizzazione dell’impiantistica di bordo. Ne è un esempio l’impianto idrico, con serbatoi con capienza nella norma (120 litri di acqua potabile per 100 di recupero) e soluzioni di buon livello, come la pompa a presostato Shurflo Trail King 7 montata direttamente sopra il serbatoio (collocato all’interno della cassapanca dinette), le tubazioni in Rilsan, la rubinetteria di pregio e di livello domestico e il serbatoio di raccolta che, seppure collocato esternamente, è coibentato e riscaldato tramite resistenza elettrica a 12V comandabile tramite un apposito interruttore.

Mobilvetta_K-Yacht89_33

Mobilvetta_K-Yacht89_34

Mobilvetta_K-Yacht89_35

L’impianto elettrico si segnala per il sistema di illuminazione totalmente a led e dimmerabile (cioè con regolazione dell’intensità luminosa), ricco e decisamente efficiente, che non lesina punti luce e fornisce un’atmosfera interna piuttosto raffinata, comprendendo anche l’illuminazione diffusa a tetto e le luci segnapasso notturne blu a pavimento.
Il tutto fa capo alle centralina/caricabatteria Nordelettronica NE 186 inserita sotto lil divanetto laterale in dinette che contiene anche il box deputato a contenere la batteria dei servizi, non fornita di serie; della stessa Casa trevigiana è il pannello di controllo e attivazione delle utenze, con lcd multifunzione a colori, che consente di monitorare l’autonomia idrica ed elettrica, la temperatura interna ed esterna, data e ora.

Mobilvetta_K-Yacht89_25

Mobilvetta_K-Yacht89_27

Mobilvetta_K-Yacht89_28

Il riscaldamento si affida alla potente Truma Combi 6 CP Plus da 6000 KCal, collocata sotto il letto posteriore  - accessibile facilmente dal gavone garage - e “comandata” dal pannello digitale che permette regolazioni più accurate e utili funzioni, come la programmazione, la funzione “boost”, la ventilazione d’aria senza attivazione del riscaldamento e la regolazione fine della temperatura desiderata. Il riscaldamento viene distribuito in modo capillare attraverso otto bocchette della quali una dedicata alla zona guida e un’altra al gavone posteriore. In opzione, Mobilvetta può fornire anche la Combi 6 E con resistenze elettriche e la Combi Diesel a gasolio.

Mobilvetta_K-Yacht89_36

L’impianto gas, infine, fa capo a due bombole collocate in un comodo gavone collocato anteriormente sul lato destro, con fondo in lamiera zincata; i sezionatori sono ubicato sotto il piano cucina, all’interno dal vano dispensa, facilmente accessibili.

Mobilvetta_K-Yacht89_32

All'interno

L’ambiente K-Yacht si segnala sempre per la sua eleganza sobria e raffinata che non trascende mai nell’eccesso, con mobilio ciliegio scuro, ante crema e un tapiflex chiaro sul pavimento che genera contrasto cromatico e accresce la sensazione di luminosità. Ottimo il livello costruttivo e l’assemblaggio, in linea con la tradizione del marchio, e i concetti volumetrici, corretti e ben progettati. Ben realizzate anche le sellerie, dalle forme morbide ed ergonomiche e, da questa stagione, arricchite di un rivestimento inferiore in ecopelle.

Mobilvetta_K-Yacht89_38

Mobilvetta_K-Yacht89_45

Il soggiorno beneficia di un discreto spazio utile e una buona luminosità garantita dalla vetratura in cabina, dalla finestra laterale e del maxi oblò panoramico. Non eccezionale, invece, la visuale generale sul lato destro, dove manca in particolare una finestra avanzata che sarebbe anche utile per il guidatore durante la marcia: è presente, comunque, la vetratura della porta cellula che tende a ovviare, almeno in parte, a questa mancanza.
La configurazione del soggiorno prevede un’ampia dinette a “L” dotata anche di poggiatesta regolabili, completata nella sua fruizione da una panchetta laterale e da un grande, elegante e funzionale tavolo, dotato di piano traslabile nella quattro direzioni e ruotabile a 360 gradi grazie a un comodo comando di sblocco con leva unica. Lo stivaggio, in questa zona, si limita al pensile laterale, peraltro non lunghissimo a causa dell’ingombro del letto basculante, ma annovera comunque un’utile botola a pavimento con interno in abs.

Mobilvetta_K-Yacht89_41

Mobilvetta_K-Yacht89_44

Mobilvetta_K-Yacht89_39

Mobilvetta_K-Yacht89_52

La zona centrale dell’allestimento è dedicata alla cucina, con mobile a “L” ben sviluppato nonostante un ingombro specifico limitato. Molto curato e completo l’allestimento, con gruppo cottura a tre fuochi dotato di accensione piezoelettrica e copertura in cristallo, ampio lavello inox con coprilavello che, all’occorrenza, diventa un piano di lavoro supplementare ancorandolo ad appositi supporti ricavati nella paratila laterale (dove si trova anche un pratico portarotolo per la carta da cucina), e pozzetto dedicato a ospitare la pattumiera per l’umido.

Mobilvetta_K-Yacht89_47

Mobilvetta_K-Yacht89_49

La cura generale posta nell’allestimento si conferma anche per quanto riguarda lo stivaggio, con tre ampi cassetti scorrevoli, una dispensa con elemento estraibile, un grande pensile superiore e, anche qui, una botola a pavimento, in questo caso attrezzata a portabottiglie. La dotazione generale a disposizione di chi cucina è completata da un mobile opposto al blocco cucina che ingloba il frigorifero a colonna, con sovrapposto forno a gas, e un vano laterale scorrevole a tutta altezza.

Mobilvetta_K-Yacht89_40

Mobilvetta_K-Yacht89_50

Mobilvetta_K-Yacht89_53

Mobilvetta_K-Yacht89_54

La toilette adotta la diffusa ed ergonomica configurazione con locali indipendenti per il locale lavabo/wc e il box doccia. Quest’ultimo, in particolare, si presenta con ottime dimensioni e un allestimento con rivestimento integrale in termoformato, elegante colonna illuminata a led con erogatore ad altezza regolabile, piani di appoggio, illuminazione a led e oblò dedicati. Il vano bagno, arredato in legno e ben aerato dalla contemporanea presenza di una finestra e un oblò, non è da meno, con specchiera ad angolo, pensile, armadietto sottolavabo e un buon spazio che gli permette di essere utilizzato anche da solo senza troppe limitazioni.

Mobilvetta_K-Yacht89_55

Mobilvetta_K-Yacht89_57

Se poi si desidera avere maggio spazio di movimento, la porta, aprendosi, va a costituire una separazione dalla zona giorno, in modo da realizzare un ambiente passante a tutta larghezza ottimamente integrato con la zona notte e da questa isolabile a propria volta tramite due porte scorrevoli.

Mobilvetta_K-Yacht89_58

Mobilvetta_K-Yacht89_59

La camera posteriore costituisce un ambiente particolarmente ben realizzato, a partire dal letto centrale di buone dimensioni che, come già accennato, beneficia di un piano regolabile elettricamente in altezza che permette di avere una configurazione variabile atta, di volta in volta, a privilegiare la comodità notturna o lo spazio disponibile nel gavone. In ogni caso, l’accessibilità è garantita da due serie di gradini laterali con vani utili interni e illuminati da luci segnapasso a led blu. Luce diurna e aerazione sono garantite dalle due finestre simmetriche di ampie dimensioni e dal maxi oblò Midi Heki centrale, mentre l’illuminazione notturna, scenografica ed efficace, conta su luci diffuse a soffitto, grande plafoniera centrale e spot di lettura orientabili.

Mobilvetta_K-Yacht89_60

Mobilvetta_K-Yacht89_66

Mobilvetta_K-Yacht89_26

Tre grandi pensili sono collocati sulla parete di fondo - caratterizzata da un’efficace testiera imbottita - e, ai lati del letto, anticipati da due ripiani con funzione di comodino, sono ricavati gli armadi appendiabiti, uguali per altezza e profondità e differenziati di pochi centimetri in larghezza.

Mobilvetta_K-Yacht89_65

Mobilvetta_K-Yacht89_62

Mobilvetta_K-Yacht89_64

Altri due posti letto sono poi disponibili nel classico letto basculante anteriore che, in opera, beneficia di un’altezza dal pavimento ridotta e un cielo utile (87 cm) abbondante. Allestito con rete a doghe, luci di lettura e oblò dedicato, una volta abbassato va a interagire leggermente con lo spazio del soggiorno, in particolare con il tavolo. Per contro, però, gode di una ottima accessibilità: è possibile, infatti, salirci sopra senza scaletta (comunque in dotazione), utilizzando semplicemente i divani della dinette.

Mobilvetta_K-Yacht89_69

Mobilvetta_K-Yacht89_70

Piantine e misure

Mis_esterne_MV_KY_MH89

piantina_HymerML-I

Dotazioni di serie

ABS, ASR, Airbag conducente e passeggero, climatizzatore manuale, Cruise Control, Traction+, ESP, Hill Holder, Hill Descent Control, retrovisori esterni elettrici con sbrinatore, predisposizione radio con altoparlanti in cabina, antenna radio su specchietto esterno, sedili cabina Captain Chair girevoli con doppio bracciolo, serbatoio acque grigie coibentato e valvola di scarico con resistenza antigelo, cappa aspirante, forno a gas, Maxi oblò Heki III soggiorno, Midi Heki in camera posteriore, letto posteriore con variazione di altezza servoassistita elettricamente, porta cellula finestrata con pattumiera e zanzazriera scorrevole, predisposizione retrocamera, presa esterna acqua calda/fredda, presa esterna TV/sat con attacco 12/220V,

Conclusioni

Al centro del progetto il comfort: è questa la sintesi di un veicolo come il Mobilvetta K-Yacht MH89: le sue caratteristiche distintive, infatti, sono i gradi spazi abitabili in ogni funzione, diurna o notturna, supportati da una dotazione di serie completa, anche in quella parte dedicata alla parte automobilistica che troppo spesso, in molti esempi di veicoli ricreazionali, è sottovalutata. Il fornire di serie praticamente tutti i moderni dispositivi di sicurezza attiva e passiva che la telaistica Fiat mette a disposizione è un grande merito che va adeguatamente sottolineato e che la dice lunga sulla maturità tecnica raggiunta dal marchio toscano. Il resto lo fanno una costruzione curata, un avanzato sistema realizzativo della scocca, un interno elegante e funzionale e una linea che, nonostante gli anni non accenna a invecchiare o a diventare obsoleta e rappresenta sempre un ottimo esempio di design applicato al veicolo ricreazionale.
Viste le dimensioni generali, e il peso massimo che può arrivare, in opzione solo a 3650 Kg, il K-Yacht MH 89, il modello più grande della gamma K-Yacht, si deve considerare come dedicato principalmente a equipaggi ridotti, anche se - magari non sistematicamente, e facendo un po’ di attenzione nello sfruttare appieno le potenzialità, peraltro notevoli, offerte dal grande garage - si dimostra più che adatto, per spazi abitabili e conformazione del comodissimo letto basculante, a ospitare quattro persone. L’ equipaggio ideale del Mobilvetta K-Yacht MH 89, comunque, è senza dubbio la coppia non più giovanissima, ancora più che dinamica, ma ovviamente desiderose del massimo comfort in sosta, ben disposta anche a ospitare i nipotini o i “figli di ritorno”, amante dei viaggi a lungo raggio senza limiti di luoghi, durata o stagione.

Mobilvetta_K-Yacht89_05

Cosa ci è piaciuto di più

  • Eccellente la dotazione per quanto riguarda la sicurezza attiva, completa non solo di doppio Airbag, ASR, ESP e Traction+, ma anche di Hill Holder e Hill Descent Control
  • Di ottimo livello e moderna la costruzione della scocca, totalmente senza regoli in legno e isolamento invernale di qualità
  • Elevati il comfort e l'allestimento per quanto riguarda la camera posteriore.
  • Il piano letto ad altezza variabile fornisce un elevato grado di versatilità per quanto riguarda le possibilità di carico nel garage posteriore

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Il letto basculante anteriore, quando abbassato, va a limitare un po’ la completa agibilità del soggiorno, in particolare del tavolo
  • Non elevato, soprattutto nel caso di equipaggio al completo, il peso residuo utile nella configurazione standard da 3,5 quintali di peso massimo ammesso
  • Manca una finestra avanzata sul lato destro, utile anche per la visibilità del guidatore

Riferimenti e contatti del costruttore

Mobilvetta – SEA S.p.A.
Via Valle d’Aosta 4 – 1 – 53036 Poggibonsi – Siena
Tel. +39 0577 99 511 – E-mail: mobilvetta@mobilvetta.it
www.mobilvetta.it

Tutto su Mobilvetta

 

Condividi questo articolo!

    Beppe

    Comments are closed.