December 9, 2019

campermotorshow016_1

Va in archivio con soddisfazione di pubblico e addetti ai lavori la prima edizione della manifestazione che segna la rinascita dell’attività fieristica di settore nel torinese

Quella che si è svolta a Moncalieri (TO) dal 28 ottobre al 1 Novembre 2016 è stata, per il territorio torinese un gradito ritorno: la Fiera nazionale riservata al turismo in camper e caravan infatti, con il nome di “Caravan Europa” – prima che si spostasse a Rimini e Parma – ebbe luogo, fino all’inizio degli anni ’90, proprio nella Capitale sabauda, presso Torino Esposizioni prima e successivamente (pur se per un’unica edizione) nel polo espositivo del Lingotto.
Il neonato Camper Motor Show, dopo molto tempo nel quale le fiere di settore sono state praticamente assenti in quest’area così strategica e importante, ha “raccolto”  il testimone  cercando di sfruttare al meglio quella che è un’importante e consolidata tradizione riunendo alcuni dei più importanti concessionari dell’area Nord-Ovest in grado di esporre una rassegna completa e particolarmente nutrita di quanto offre il mercato dei veicoli ricreazionali per la nuova stagione.

E i prodotti, pur se con qualche inevitabile assenza, sono stati molti e qualificati, compresi i grandi protagonisti di una stagione che ha visto molte novità affacciarsi al mercato. Tra questi, i nuovi Arca Europa. Lo storico costruttore italiano, infatti, grazie alla Concessionaria Camper One di Chivasso, è stato presente con il suo inedito profilato Europa P699 GLM: modello quanto mai significativo di quanto la nuova gamma Arca è in grado di offrire in fatto di tecnica, stile e innovazione.

campermotorshowto_016_1

Qualità, queste, proprie anche di un altro dei marchi più prestigiosi del panorama produttivo italiano, Mobilvetta: la Casa toscana ha proposto al Camper Motor Show, grazie alla concessionaria Barbera Caravan di Castel Boglione (AT), un’ampia rassegna dei suoi prestigiosi motorhome K-Yacht Tekno Line, con i modelli H 84, H 87 e H89, oltre al semintegrale P 63 Tekno Line, da questa stagione – così come gli altri modelli della gamma di profilati e al pari degli integrali – dotato del sistema costruttivo con doppio pavimento tecnico.

campermotorshowto_016_2

campermotorshowto_016_3

Tra i maggiori protagonisti della neonata kermesse torinese, si sono collocati senza dubbio Roller Team e CI, presenti con un vastissimo ventaglio di prodotti. Per quanto riguarda CI, hanno fatto bella mostra i profilati con letto basculante Magis 94 XT, Magis 95 XT, il motorhome Mizar 98, il mansardato Sinfonia 98 e, sempre in tema di veicoli per la famiglia, anche il Riviera 75, esempio del completo rinnovamento che la gamma media del costruttore toscano ha ricevuto per la nuova stagione. La gamma Roller Team è stata, invece, rappresentata dai semintegrali Auto-Roller 264 TL e Magnifico 285 TL, dai mansardati Zefiro 277, Zefiro 294 e Magnifico 285 e dal van Livingstone 5. Le due case del Gruppo Trigano sono stati presenti grazie alla rete vendita del Piemonte e della Liguria, rappresentata dai già citati Barbera Caravan e Camper One, oltre che da Camper Two, la genovese Pons e la cuneese Lusso Caravan.

campermotorshowto_016_5

campermotorshowto_016_8

campermotorshowto_016_10

Quest’ultima, poi, ha esposto alcuni tra i suoi prodotti più prestigiosi, come Frankia, con l’inedito Selection I 72 QB dotato di letto centrale – esempio del completo restyling esterno e interno a cui la casa tedesca ha sottoposto, per la nuova stagione, la propria produzione – i prestigiosi Carthago ben rappresentati dall’elegante C-Line 4.2 e la variagata offerta Rapido, presente con il “best seller” 883F.

campermotorshowto_016_11

Lusso Caravan è anche un grande specialista dei van. A Moncalieri, infatti, ha ribadito questa sua vocazione presentando anche due tra i migliori esempi europei della tipologia: Il francese Font Vendome Horizon H 307, che alla classica presenza del matrimoniale posteriore trasversale associa un letto basculante nella zona anteriore, e il tedesco Malibu, con il 600 DB Low Bed, uno dei suoi modelli di van più apprezzati e rappresentativi.

campermotorshowto_016_12

campermotorshowto_016_14

In quanto a costruttori che rivestono, a livello continentale, una rilevanza capace da tempo di travalicare i confini nazionali per affermarsi nei mercati europei più competitivi, non poteva mancare Laika: la Casa della cagnetta alata ha presenziato alla kermesse monregalese grazie alla genovese Pons (che ha portato nel suo spazio espositivo anche Etrusco, con il “piccolo” T5900, e il prestigioso Niesmann-Bischoff Arto 76 E) e a Caravan Langhe di Treiso (CN), con una nutritissima gamma di veicoli, in particolare delle gamma di semintegrali, mansardati e motorhome Ecovip. Per i primi, i modelli 309, 310 390 e 412, mentre tra i mansardati è l’Ecovip 2 a rappresentare la categoria dei veicoli dedicati all’utenza familiare. Tra i motorhome, invece, da segnalare la presenza degli Ecovip 610, 690 e del “familiare” 691, oltre al prestigioso Kreos 7010.

campermotorshowto_016_16

campermotorshowto_016_17

campermotorshowto_016_18

Tramite ancora Caravan Langhe, è stata garantita la presenza di McLouis che, in rappresentanza della completa riorganizzazione della propria offerta attuata proprio per l’attuale stagione commerciale, ha esposto il semintegrale McLouis Mc4 79G e il nuovissimo motorhome Nevis 73, entrambi in allestimento medio Diamond; com per gli altri modeli di profilati e integrali, entrambi i modelli sono disponibili anche negli allestimenti “Gold” (il più semplice) e il prestigioso Karat.

campermotorshowto_016_20

campermotorshowto_016_21

Al Camper Motor Show non è mancato un altro importante attore del mercato europeo: la slovena Adria, infatti, grazie alla torinese Camping Sofia, ha portato una vasta rappresentanza delle propria variegata produzione, in particolare, da segnalare (oltre al van Twin 640 SLX e al profilato con letto basculante Matrix Axess 670 SC), il rinnovato mansardato Coral XL Plus in versione 670 DK e il particolare Compact SLS, dotato del sistema “Side Out” nella parete posteriore. Tra le caravan, presente la Altea 542 PK.

campermotorshowto_016_25

Un altro attore importante del mercato continentale, particolarmente apprezzato anche sul nostro mercato, è sicuramente Benimar. Grazie al concessionario Palma Caravan di Rivoli, la casa iberica è stata ben presente con un interessante campionario dei propri prodotti, a partire dal semintegrale Tessoro 440 UP proposto in versione completissima e “Ready to Go” a un prezzo particolarmente interessante, insieme ad altri tre modelli Tessoro, tutti su meccanica Ford Transit (413, 481 e 440 Up), e il particolare profilato familiare Mileo 224 con letti a castello posteriori trasversali.

campermotorshowto_016_27

campermotorshowto_016_28

E parlando di storici protagonisti del mercato continentale, si è segnalata la corposa presenza di Pilote, organizzata dalla concessionaria Supercamper di Borgaretto di Beinasco (TO), articolata tramite l’esposizione dei modelli di semintegrale con letto alla francese P716 e dei motorhome G740 GJ, G700 GJ e G650 GJ (tutti con letti gemelli) e del compatto G600 G.

campermotorshowto_016_30

Supercamper, poi, ha porta alla visione del grande pubblico, dopo l’esordio assoluto avvento in occasione della Fiera di Parma, il nuovo marchio specialista nei camper puri NCT Life Automotive, in particolare con il super compatto Puro 490, camper da meno di cinque metri capace di quattro posti letto.

campermotorshowto_016_32

Ancora in tema di prodotti d’oltralpe, infine, si è distinta la presenza di Challenger che, grazie alla valdostana Leocaravan, è stata presente con alcuni esempi della sua produzione 2017; nello specifico, il semintegrale Genesis 284, i mansardati C256 (una delle tante novità che la factory di Tournon ha presentato per la nuova stagione) e C266, e il van Vany Start 114 Max.

campermotorshowto_016_33

campermotorshowto_016_35

Con questa nutrita partecipazione di aziende e prodotti, il Camper Motor Show ha raccolto bene un’eredità “pesante” e ha posto le basi per una vera e propria rinascita dell’attività fieristica nel torinese. L’interesse del pubblico ha dimostrato, infatti, (se mai ce ne fosse stato bisogno) che per questa area del nostro Paese – dove, giova ricordarlo, operano con successo alcuni tra i più importanti Dealer a livello nazionale – c’è la necessità di avere un appuntamento fisso di questo tipo.
Ora, arrivano le sfide più difficili: confermarsi e migliorare. Migliorare nel numero di marchi rappresentati ma anche come collocazione: per completare il “Ritorno al futuro” per l’expo degli strumenti per il turismo di movimento a Torino, occorre senza dubbio una sede che renda maggiormente onore a un’iniziativa che potrebbe, in futuro, acquisire un’importanza fondamentale nel panorama fieristico nazionale.

 

Beppe Finello

Comments are closed.