July 23, 2019

Furgonato dal carattere moderno che, indossando abiti eleganti, propone il layout con letti gemelli entro i sei metri di lunghezza, unito a una buona organizzazione degli spazi e completato da una ricca dotazione offerta di serie.

 

In sintesi

Tipologia Camper puro
Meccanica Fiat Ducato 35 Light furgonato con passo da 403.5 cm
Motorizzazione di base 1.956 cc – 85kW/115 cv
Motorizzazioni opt 2.287 cc – 96kW/130 cv – 109kW/148cv – 132kW/177cv
Dotazioni di sicurezza ABS, Airbag conducente e passeggero, Cruise control
Posti omologati 4
Posti letto 3
Dimensioni 599x205x261 cm
Peso massimo ammesso 3.300 kg
Peso dichiarato in o.d.m. 2.825 Kg
Prezzo base Euro 46.810,00 con IVA FF
 
Costruzione starYstarYstarYstarYstarG
Meccanica starYstarYstarYstarHstarG
Dotazioni di sicurezza starYstarYstarHstarHstarG
Abitabilità giorno starYstarYstarYstarHstarG width=
Abitabilità notte starYstarYstarYstarHstarG
Cucina starYstarYstarYstarGstarG
Bagno starYstarYstarYstarHstarG
Impiantistica starYstarYstarYstarG
Stivaggio starYstarYstarYstarHstarG
Rapporto qualità/prezzo starYstarYstarYstarY
 
Le valutazioni sono il risultato dell’analisi del veicolo fatta nel momento del test, alla luce delle informazioni disponibili sulle dotazioni di serie, e rapportate alla tipologia e alla fascia di prezzo di appartenenza.

L’analisi

Nelle ultime stagioni commerciali, il mercato sta assistendo al grande ritorno di una particolare tipologia, quella dei furgonati, conosciuti anche come camper puri o van. Molte sono le evoluzioni che hanno subito nel tempo e differente è stata la clientela che si è rivolta a loro. Nati come veicoli essenziali, spartani, realizzati da piccoli allestitori o artigiani e rivolti a coloro che cercavano un mezzo votato alla vacanza avventurosa “en plein air”, negli anni sono entrati nel mirino delle grande aziende, che hanno contribuito a modificarne la purezza. Pur rimanendo veicoli dinamici e maneggevoli, molti hanno iniziato ad indossare abiti più eleganti, al passo coi tempi, con un design che cattura anche l’occhio più esigente. 

Ne rappresenta un esempio la gamma Livingstone, nella completa versione Prestige, del conosciuto brand Roller Team, allestiti nello stabilimento abruzzese del gruppo Trigano esclusivamente dedicato a questa tipologia. Delle sei differenti soluzioni proposte, il modello Livingstone 6 Prestige propone, sulla lunghezza di 5,99 metri, un layout interno che si differenzia dalla classica configurazione dei furgonati, quello dei comodi e versatili letti gemelli in coda con bagno dotato di doccia separata. Disponibile anche nella più semplice ed economica variante Sport, questo veicolo, si avvale di alcuni miglioramenti nell’arredo e nell’accessoristica presente di serie, offrendo un buon rapporto qualità/prezzo e un listino di partenza al di sotto dei 50.000 euro.

La linea esterna è quella conosciuta del furgonato originale Fiat Ducato con tetto alto standard H2 e passo 403,5 cm che riduce al minimo lo sbalzo posteriore, abbinati a una larghezza di 205 cm e un’altezza di 261 cm. Sono disponibili tutte le ultime motorizzazione Mulijet II Euro 6, a partire dal più piccolo 2,0 litri da 115 CV per arrivare ai 2,3 litri da 130, 148C e 177 CV. La portata massima standard prevista è di 33 q.li con la possibilità di richiedere l’aumento ai classici 35 q.li, per beneficiare di un maggiore carico utile.

Il Livingstone Prestige offre già di serie l’ABS, il climatizzatore manuale in cabina, l’airbag conducente e passeggero, il cruise control, gli specchietti retrovisori elettrici con sbrinamento, la chiusura centralizzata con telecomando, la predisposizione autoradio con antenna integrata nello specchietto, gli alzacristalli elettri, i sedili cabina dotati di doppio braccio e regolabili in altezza. Vengono, però, dati solo in opzione alcuni importanti dispositivi di sicurezza che, data la tipologia dinamica del veicolo, dovrebbero comparire di serie almeno in questa versione più rifinita; parliamo dell’ESP, dell’Hill Holder e del Traction+. Di buon livello anche la dotazione riservata alla cellula abitativa, che comprende: il Pack Traveller (fodere sedili cabina, moquette cellula, oscuranti plissettati Remis in cabina, zanzariera su portellone scorrevole), il gradino elettrico di accesso, l’oblò panoramico Midi-Heki, la luce esterna e l’Antifreezing Pack, molto utile d’inverno, che include le coibentazione e il riscaldamento del serbatoio di recupero e delle tubazioni di scarico.

La carrozzeria esterna della variante Prestige, offerta di serie bianca, è resa più automobilistica dall’aggressivo frontale Fiat dotato di calandra in nero lucido e dal paraurti verniciato in tinta. Inoltre, è possibile personalizzarlo scegliendo tra le diverse colorazioni esterne metallizzate, disponibili con sovrapprezzo, come argento, grigio acciaio, champagne, azzurro, nero e rosso e aggiungendo i cerchi in lega.

A donargli un’immagine esterna che si distacchi dal classico furgone da lavoro contribuiscono una serie di semplici e lineari grafiche e la presenza di ben sei finestre Polyplastic con apertura a compasso, a servizio di tutte le zone del veicolo: due per il living anteriore e la cucina, una per il bagno e tre per la camera da letto (di cui due alloggiate nel doppio portellone posteriore). Sono tutte dotate di un blocco oscurante-zanzariera tranne quella del vano toilette in quanto opalina. Il ricircolo dell’aria viene, inoltre, assicurato da due oblò: uno panoramico Midi-Heki 50×70 cm nella zona giorno e un Fiamma Kristall 40×40 cm a favore dei letti posteriori, ai quali si aggiunge un aeratore a tetto nel bagno.

L’accesso al veicolo avviene tramite il portellone laterale scorrevole completo di gradino estraibile elettricamente e zanzariera, mentre posteriormente sono agibili i due portelloni con apertura laterale (a 90 e 180 gradi), utili per l’accesso ai vani tecnici e alla zona di carico. Quest’ultima, profonda 174 cm e larga 97 cm, risulta molto versatile grazie alla presenza di due mobiletti amovibili e alla possibilità di sollevare il piano del letto destro per aumentare il volume disponibile. Da segnalare che, in caso di carichi troppo ingombranti, è facile ostacolare l’apertura delle ante interne dei citati mobiletti e limitare l’accesso comodo ai letti gemelli e ai relativi pensili superiori.

Per quanto riguarda la scocca, Roller Team adotta l’esclusiva tecnologia ExPS Evo dedicata ai van, creando un buon isolamento interno termico e acustico che limita i ponti termici con l’esterno. Le pareti, il tetto, i montanti e le traverse, sono rivestiti totalmente in fibra di poliestere ricoperta da una pellicola di alluminio. Anche sugli sportelli posteriori e sul portellone scorrevole viene utilizzata la medesima struttura, rifinita applicando appositi stampi in abs. Il pavimento è costituito da un sandwich in multistrato fenolico e polistirolo ad alta densità posato sul pianale del furgone in modo da creare una camera d’aria inferiore. Questa particolare scocca, beneficia di una garanzia di 6 anni contro le infiltrazioni d’acqua fornita dalla casa produttrice.

Gli impianti

Nonostante gli spazi piccoli, al giorno d’oggi anche i van garantiscono un attento studio dell’impiantistica di bordo senza dover ricorrere a sensibili limitazioni in fatto di dotazioni e autonomia. Il Livingstone 6 non fa eccezione, a partire dall’impianto idrico che può contare su un serbatoio dalla capacità di 90 litri posizionato nella parte posteriore, all’interno di un apposito vano ricavato sotto al letto gemello destro e servito da una pompa a pressostato Shurflo Trail King 7.

Il recupero dell’acqua grigia è affidato ad un serbatoio (sempre di 90 litri) posizionato esternamente al centro del veicolo e servito da una valvola di scarico a ghigliottina. Nella versione Prestige è coibentato e riscaldato di serie, un plus che permette di utilizzare il veicolo, senza problemi, anche per il campeggio invernale.

Sempre nella parte posteriore è collocato anche l’alloggio delle due bombole da 10 kg, previsto all’interno di un vano ricavato sotto al letto gemello sinistro e accessibile aprendo il portellone posteriore. E’ dotato, di serie, di ganci fermabombole, riduttore standard e areazione a pavimento.

Sempre su questo lato trova posto anche l’impianto di riscaldamento e produzione dell’acqua calda, affidato alla collaudata Truma Combi 4 kW a gas con comando classico posizionato sopra la cabina di guida. La circolazione dell’aria calda si avvale di cinque bocchette, distribuite in modo tale da poter coprire l’intero veicolo. Interessante la possibilità di richiedere, in opzione, sia la più potente versione da 6 kW sia la versione alimentata a gasolio ed il comando digitale Truma CP Plus.

L’impianto elettrico fa capo a una centralina/caricabatterie della Nordelettronica collocata, insieme alla batteria di servizio, sotto la cassapanca della dinette. Tutte le utenze sono comandabili da un intuitivo pannello comandi, sempre della Nordelettronica, posizionato sopra la cabina di guida.

All’interno, è possibile fare affidamento su tre prese a 220V, un’utile presa USB posizionata nel living e una sola presa a 12V abbinata alla predisposizione per l’impianto TV e collocata nella parte inferiore del pensile della dinette.

L’illuminazione interna, completamente a led, è affidata a luci d’ambiente lineari che percorrono l’intera parte superiore e inferiore dei pensili del soggiorno, della cucina e dei tre lati della camera posteriore. A queste vanno aggiunte ulteriori strisce a led che incorniciano la guida superiore della porta scorrevole del bagno in mezzo al corridoio centrale, le quali, oltre a supportare la luce della zona giorno, garantiscono l’illuminazione del vano toilette. Non mancano ovviamente i due classici faretti da lettura orientabili su entrambi letti posteriori ai quali se ne aggiunge un altro posizionato in cabina.

All’interno

L’ambiente interno del Livingstone 6 Prestige si caratterizza per un design votato all’eleganza e alla raffinatezza, affidato ad un mobilio dall’essenza scura abbinato ad ante e pannelli color crema con effetto lucido, creando così un gioco di colori chiaro/scuro. Inoltre la forma curvilinea dei pensili, unita all’insieme di luci d’ambiente, contribuiscono a creare un’atmosfera interna moderna e accogliente. 

Due le varianti di tappezzeria disponibili, quella standard denominata Pepper, caratterizzata da una doppia tonalità marrone e bianco, e quella opzionale chiamata Routard (presente sul veicolo provato) di color crema. Anche i sedili della cabina sono rivestiti in coordinato con la tappezzeria prescelta, in modo tale da creare la sensazione di un piccolo salotto durante la sosta.

Lo spazio interno risulta essere arioso, anche in presenza di numerosi vani di stivaggio, grazie al lungo corridoio che parte dalla cabina di guida e arriva ai portelloni posteriori e al piano cucina che, senza essere interrotto da un mobile a tutta altezza, confina direttamente con la camera da letto. La zona giorno si compone della classica semidinette completata dalla rotazione dei sedili della cabina, con un tavolo di buone dimensioni (95×50 cm) in laminato chiaro ancorato alla parete e dotato di prolunga estraibile (40×40 cm) per raggiungere l’eventuale commensale seduto al posto del passeggero. La luce e l’areazione sono qui garantite grazie alle due finestre simmetriche e all’oblò panoramico Midi-Heki, mentre, per la notte, o per avere un po’ di privacy, sono installati di serie i comodi oscuranti plissettati Remis in cabina di guida. Lo stivaggio può avvalersi di un pensile di buone dimensioni, di un vano ricavato al di sopra della cabina e di quel che rimane di spazio utile all’interno della cassapanca dove sono collocati alcuni impianti elettrici.

Il mobile cucina (dimensioni 94×50 cm), posto sul lato opposto e parzialmente a sbalzo sull’ingresso, è dotato di un unico blocco ad incasso della Dometic che include il fornello a due fuochi e il lavandino servito da un miscelatore monocomando con canna abbattibile, e chiuso da una copertura in cristallo sdoppiata. Come di consueto sui furgonati, il piano di lavoro è quasi del tutto assente e, in questo caso, non è neanche prevista una piccola ribaltina a supporto sul lato sinistro. Nella parte bassa trovano posto il frigorifero compressore da 85 litri della Vitrifrigo e tre comodi cassetti, di cui uno destinato alle posate. Inoltre, il piano cucina è sormontato da un pensile di generose dimensioni.

La zona centrale dall’abitacolo è riservata al bagno, caratterizzato da un particolare sviluppo in larghezza che, nella sua massima estensione, misura 107×68 cm. Chiuso e allo stesso tempo unito da una porta scorrevole, si compone di due parti distinte: il classico vano dove è collocato il nuovo wc Thetford con tazza orientabile e cassetta di recupero estraibile, sormontato da un pratico lavabo a ribalta e il box doccia, ricavabile in mezzo al corridoio grazie alla rimozione della pedana a copertura del piatto, dotato di doppia piletta di scarico. Il lavandino e la doccia sono serviti da un unico miscelatore monocomando con flessibile estraibile. L’areazione è qui garantita da una piccola finestra e da un fungo a tetto, mentre lo stivaggio può contare su un pensile, con annesso specchio esterno, collocato sopra al lavabo. Da segnalare che l’utilizzo del bagno blocca il passaggio alla zona posteriore e l’apertura del frigorifero.

Nella parte posteriore si sviluppa la camera da letto, in un ambiente curato con rivestimenti laterali delle pareti e dei portelloni posteriori che consentono di non avere parti in lamiera a diretto contatto con i materassi. E’ contraddistinta da due letti gemelli indipendenti, di lunghezza differente, entrambi dotati di rete a doghe e serviti da faretti di lettura orientabili: quello destro misura 180×75 cm mentre quello sinistro 174×75 cm. Entrambi posti ad un altezza di 80 cm da terra, garantiscono ai loro occupanti un ampio spazio di movimento grazie ad un cielo utile di ben 112 cm. E’ possibile anche unire i letti singoli in un unico grande matrimoniale di larghezza 180 cm.

Notevoli gli spazi di stivaggio presenti in questa zona, dove trovano posto ben cinque pensili (due per lato e uno sulla parete di fondo) e un vano che funge da piccolo armadio collocato, sempre in posizione rialzata, ai piedi del letto sinistro. A questi, si aggiungono delle utili tasche portaoggetti nella parete destra e due mobiletti amovibili posti al di sotto del letto destro. Ottima anche l’areazione, che può contare su tre finestre (una laterale e due sui portelloni posteriori) e su un oblò trasparente 40×40 cm.

In caso di necessità, sulla dinette è possibile ricavare un terzo posto letto singolo a sviluppo longitudinale, abbattendo il tavolo e usufruendo del sedile lato guida, lasciando libero il passaggio del corridoio.

Piantine e misure


Dotazioni di serie

Le dotazioni di serie del Roller Team Livingstone 6 in versione Prestige sono: ABS, climatizzatore manuale in cabina, airbag conducente e passeggero, cruise control, specchietti retrovisori elettrici con sbrinatore, chiusura centralizzata con telecomando, alzacristalli elettrici, calandra anteriore verniciata in nero lucido, paraurti anteriore verniciato in tinta con la carrozzeria, gradino d’ingresso elettrico, luce esterna, oblò panoramico Midi-Heki, Pack Traveller (fodere sedili cabina, moquette cellula, oscuranti plissettati Remis in cabina, zanzariera su portellone scorrevole), Antifreezing Pack (serbatoio di recupero e tubazioni di scarico isolati e riscaldati).

Conclusioni

Prestige, un nome che si addice perfettamente a questa versione del Roller Team Livingstone, in grado di coniugare l’essenza della praticità e del dinamismo, normalmente offerti dai veicoli furgonati, al gusto e all’eleganza degli interni, in grado di cogliere l’attenzione anche del camperista esigente in fatto di design. Senza togliere nulla alla maneggevolezza, questo van pone al centro dell’attenzione l’accoglienza interna, che non viene in nessun modo limitata, garantendo un ambiente arioso, una sensazione di spazio ed eliminando quel senso di oppressione tipico dei veicoli di grandezza ridotta. Se a queste caratteristiche uniamo i richiesti e comodi letti gemelli posteriori su una lunghezza entro i sei metri, ecco che prende forma il Livingstone 6 Prestige. Un veicolo adatto a soddisfare le esigenze della coppia dinamica e amante dei lunghi viaggi, alla quale garantisce la possibilità di portare con se il necessario e l’utile per vivere la propria vacanza senza rinunciare al comfort. Una vacanza che, per la completezza dell’accessoristica offerta di serie e la tecnologia costruttiva utilizzata, può essere fatta 365 giorni l’anno, anche nei più freddi mesi invernali. Inoltre, la base meccanica del Fiat Ducato, nelle sue diverse motorizzazioni, contribuisce a donare al mezzo performance quasi automobilistiche, rendendone possibile anche l’utilizzo quotidiano. Proprio per questo motivo, nonostante siano forniti di serie molti dispositivi legati alla sicurezza e al comfort in marcia come il climatizzatore in cabina, il cruise control e il doppio airbag, va rimarcato come la casa toscana abbia deciso, però, di lasciare nella lista degli optional i sistemi di sicurezza attiva come l’ESP e il Traction+ che, viste le doti dinamiche del veicolo, dovrebbero essere installati di serie. Nonostante questa mancanza, comunque ovviabile facilmente con un sovrapprezzo tutt’altro che elevato, il Roller Team Livingstone 6 Prestige è un veicolo funzionale, dalle soluzioni innovative e caratterizzato da un buon rapporto qualità-prezzo e adatto a quel turismo dinamico e di movimento che è tipicamente ad appannaggio di chi predilige questa tipologia.

Cosa ci è piaciuto di più

  • Ricca e completa la dotazione offerta di serie da Roller Team nella versione Prestige
  • La zona di carico posteriore è versatile grazie alla presenza di due mobiletti amovibili e alla possibilità di sollevare il piano del letto destro.
  • Veicolo studiato anche per la vacanza invernale grazie all’adozione dell’esclusiva tecnologia ExPS Evo della scocca e alla coibentazione e al riscaldamento del serbatoio di recupero offerti di serie.
  • Completa dotazione offerta di serie dalla casa toscana.
  • Lo spazio interno risulta essere arioso ed è caratterizzato da un design moderno ed elegante.

Cosa ci è piaciuto di meno

  • Sono forniti solo in opzione importanti dispositivi di sicurezza ormai generalizzati nel mondo dell’automotive (come ESP e Traction+).
  • I letti gemelli hanno lunghezze abbastanza ridotte: 174 cm per il sinistro e 180 cm per quello destro.
  • La cucina non ha piano d’appoggio, neanche fornito tramite una ribaltina aggiuntiva.
  • Il bagno, quando viene utilizzato, chiude completamente il passaggio alla zona posteriore del mezzo.
  • Difficoltà di accesso ai vani inferiori ai letti gemelli in caso di carico notevole.

 

Riferimenti e contatti del costruttore

Roller Team – Trigano S.p.A.
Loc. Cusona, 5037 San Gimignano (Siena).
Tel. +39 0577 6501 Fax +39 0577 650200
www.rollerteam.it

Tutto su Roller Team

Fotogallery

Davide

Comments are closed.